Jump to content

Benvenuto in Dragons’ Lair
La più grande e attiva community italiana sui giochi di ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

  • Annunciato il Vincitore del Contest di LEGO e D&D

    Graham_89
    • 379 views
    • Il concorso di LEGO Ideas: 50 YEARS OF DUNGEONS & DRAGONS è finalmente concluso: abbiamo un vincitore!

     Share

    Come annunciato nell'ottobre del 2022, LEGO e Wizards of the Coast hanno stretto una collaborazione in occasione dei cinquant'anni di vita di Dungeons and Dragons, organizzando un concorso fino all'ultimo colpo di mattoncino: dopo aver superato ben tre fasi e selezioni, passando sotto l'occhio attento e critico dei numerosissimi fan, oltre che da una giuria composta da membri dei team LEGO e WoTC, il 05 Gennaio è stato annunciato il vincitore di questo concorso!

    Dragon's Keep: Journey's End diventerà un nuovo Set Lego Ufficiale!

    large.e5b6ab93-db09-4e7d-9258-960814061e1e-resize-950x633.jpg.2b3c82a5958d7c640be0ce58a10a264d.jpg

    La descrizione del progetto a cura dell'utente BoltBuilds, che vanta un totale di 3000 pezzi per quattro location in parte modificabili, un drago verde snodabile molto dettagliato, sei personaggi (che da una prima occhiata sembrerebbero un ladro armato di stocco, un mago, un bardo munito di tamburo e balestra, un barbaro, un paladino e un ranger) e un Beholder, recita quanto segue:

    Ciao e benvenuto alla Fortezza del Drago.. I draghi verdi di solito si comportano in modo subdolo, ma questa volta sembra una cosa seria. O sta lavorando con il mago? Hai il coraggio di avventurarti nelle profondità sotto le rocce per scoprire quali creature e trappole ti metteranno alla prova?

    Ecco la mia interpretazione sul fantastico tema di Dungeons and Dragons. Il set è composto da poco meno di 3000 pezzi, ma ci è stato chiesto di costruire il set dei vostri sogni, no?

    Comprende fantastici percorsi con porte modificabili ogni volta per avere sempre una storia con obiettivi diversi da raccontare!

    La Torre delle Streghe è una vecchia rovina con un laboratorio, un'armeria, un pozzo d'acqua e una botola per scoraggiare i visitatori indesiderati.
    La Taverna, dove molte storie iniziano e si concludono, forse nasconde qualcosa in agguato nel seminterrato, o altri passaggi che portano a un tesoro.
    Il Dungeon sotto la torre è un'enorme caverna dove si possono trovare molte cose, e non tutte sono buone. Un guardiano si nasconde qui e può essere fatto fluttuare con una corda.
    Anche la Cripta ha un tesoro, ma vale la pena rischiare la vita per ottenerlo?

    large.45b012e0-f3cd-42c6-8513-00f9caf9b090-resize-950x633.jpg.de3d22bc4ead7d7f8c643f728c68db42.jpg

    large.5fc65e67-2d6e-4660-bd80-132fe63dae93-resize-950x633.jpg.9c8cdbf49ef75d05788ecd26c136cd39.jpg

    Cosa ne pensate di questa scelta?
    Avete anche voi partecipato al concorso in veste in concorrenti o giudici?
    Fateci sapere i vostri pareri e se avreste fatto scelte differenti dalla giuria.



    News type: Generica
     Share


    User Feedback

    Recommended Comments

    54 minuti fa, Lopolipo.96 ha scritto:

    devo cercarmi le altre fatte, sono incuriosito

    Secondo me é il set più bello, le altre ti deluderanno una volta che le vedrai

    Tieni anche conto che il set che vedi nella foto (il vincitore) sarà modificato per le esigenze di mercato ecc.ecc. quindi può subire cambiamenti anche grossi

    • Like 1
    Link to comment
    Share on other sites

    mhà... secondo me c'erano set più meritevoli. A questo togli il beholder e potrebbe andare bene per tutto dal Signore degli anelli a Willow, passando per Dragonheart.

    Link to comment
    Share on other sites

    A me piace molto. Di quelli che vidi è il migliore. Ban strutturato idea carina, forse si, troppo generico ma dnd ha cosí tante ambientaIoni che difficilmente si puô fare un prodotto “iconico” 

    • Like 1
    Link to comment
    Share on other sites

    1 ora fa, Albedo ha scritto:

    mhà... secondo me c'erano set più meritevoli. A questo togli il beholder e potrebbe andare bene per tutto dal Signore degli anelli a Willow, passando per Dragonheart.

    quale ti piaceva di più? curiosità mia

    In effetti, comunque, D&d si presta a tutte le ambientazioni che hai descritto: Signore degli Anelli, fantasy à la film Willow o Dragonheart. Ci sta, no?

    Link to comment
    Share on other sites

    7 minuti fa, Fezza ha scritto:

    quale ti piaceva di più? curiosità mia

    In effetti, comunque, D&d si presta a tutte le ambientazioni che hai descritto: Signore degli Anelli, fantasy à la film Willow o Dragonheart. Ci sta, no?

    ce n'era uno che rappresentava dei giocatori al tavolo e il set proseguiva trasformandosi nell'avventura narrata. Lo trovavo molto più "evocativo" per il gioco di ruolo. Certo anche quel setto è soggetto alla mia stessa critica: potrebbe rappresentare un qualsiasi gdr... però è già più restrittivo di "qualsiasi cosa fantasy" (sì lo sento anch'io lo stridio delle unghie sul vetro 🙂 )

     

    Link to comment
    Share on other sites

    5 minuti fa, Dracomilan ha scritto:

    Adoravo questo: https://ideas.lego.com/challenges/adbda7a2-193f-4ac2-ac5a-c50bae6b9f24/application/fa7f235a-f753-4f43-9f50-8fbc57fb3b08

    Con mio figlio abbiamo provato a realizzare un beholder ma ci siamo fermati di fronte alla mancanza di capacità di progettazione (assomigliava più a un flumph

    Bello si, ma troppo piccolo per laurearsi come vincitore

    Ce n'era un altro, simile a quello che ha preso il primo premio, all'interno del quale si potevano mettere dei dadi e tramite un meccanismo lui li faceva uscire dalla bocca di un drago (o qualcosa di simile).
    Forse era l'unico che avrebbe potuto essere usato durante tutte le sessioni come tira-dadi

    Link to comment
    Share on other sites

    Di solito vengono selezionati set che concorrono a diversi meriti: non solo devono rispondere a canoni estetici (un set curato e dettagliato batte uno scialbo, e fin qui...) ma ci sono da tenere a mente anche altre caratteristiche. 

    Per esempio le tecniche di costruzione, molto importanti per i veri appassionati, il mercato che di solito acquista questo genere di scatole. Un set di successo può avere molti passaggi simili ma l'uso dei pezzi può mitigare la noia con trovate interessanti (se siete interessati a questa parte, cercate la recensione del nuovo castello lego uscito per l'anniversario. la tecnica per creare le scale di pietra è notevole). 
    C'è poi da tenere in considerazione il prezzo finale. Le scatole ufficiali hanno un budget che i creatori devono rispettare. Ecco perché a volte si riciclano colori o parti che non sono ottimali al 100%, ed ecco perché spesso si preferiscono gli adesivi alle stampe. Un adesivo di un quadro viene stampato a parte, il quadro è un semplice 2x2 liscio. Se viene stampato, è necessario una modifica temporanea al sistema di produzione dei pezzi. Lo stesso vale per i colori. 

    I fan del lego discutono a lungo sui pregi di questo o quel set in merito alla presenza di parti in colori rari o nuovi. Tutto questo però fa lievitare il prezzo. Ecco perché vengono scelti anche per Lego Ideas quei set che presentano un prezzo abbastanza contenuto in base al numero di pezzi. 

    C'è poi da dire che i set "col marchio" (Marvel, Star Wars, DC...) costano di più a parità di pezzi rispetto ad altre scatole più "generiche". Non so come funzionerà per D&D in questo senso. 

     

    Gli altri set erano un po' blandi, il Mimic è molto divertente ma ha un milione di pezzi marroni e grigi e secondo me ha meno effetto di un diorama. 

    23 minuti fa, Dracomilan ha scritto:

    Con mio figlio abbiamo provato a realizzare un beholder ma ci siamo fermati di fronte alla mancanza di capacità di progettazione (assomigliava più a un flumph

    Servono pochi accorgimenti, e i pezzi giusti non sono nemmeno molto rari. Questo è uno schema basilare per la sfera; imparato questo poi basta cambiare dimensioni, colore, proporzioni e agganci per variare a piacimento. 

    ff26f6286f4c4c4eaa5ef6bd74022c87.jpg

    • Like 1
    Link to comment
    Share on other sites

    bella la sfera di Lowell... sempre meglio Dyson, ma capisco che le dimensioni richieste la rendono meno realizzabile 😉

    a parte gli scherzi, grazie proverò a costruirla, anche se credo che per un bimbo di 7 anni sia un filo complessa

    Link to comment
    Share on other sites

    In realtà il vero limite sono gli otto pezzi neri, non sono comunissimi quelli con cinque stud. Di solito ne hanno due, uno sopra e uno di lato.

    Altrimenti gli altri pezzi sono comuni e la costruzione è semplice (è qui che è presentata male), in pratica fai sei "facce" come un dado.

    Link to comment
    Share on other sites

    4 ore fa, Albedo ha scritto:

    ce n'era uno che rappresentava dei giocatori al tavolo e il set proseguiva trasformandosi nell'avventura narrata. Lo trovavo molto più "evocativo" per il gioco di ruolo. Certo anche quel setto è soggetto alla mia stessa critica: potrebbe rappresentare un qualsiasi gdr... però è già più restrittivo di "qualsiasi cosa fantasy" (sì lo sento anch'io lo stridio delle unghie sul vetro 🙂 )

     

    E comunque secondo me attrarrebbe meno acquirenti rispetto al castello col drago. 

    4 ore fa, Dracomilan ha scritto:

    Interessante ma piccolo e un po’ poco divertente da montare?

    Link to comment
    Share on other sites

    8 ore fa, Lord Danarc ha scritto:

    E comunque secondo me attrarrebbe meno acquirenti rispetto al castello col drago. 

    Interessante ma piccolo e un po’ poco divertente da montare?

    Considera che il 90% dei lego ideas non è pensato per giocarci,ma per essere messo sotto teca in esposizione.

    Link to comment
    Share on other sites

    4 ore fa, Albedo ha scritto:

    Considera che il 90% dei lego ideas non è pensato per giocarci,ma per essere messo sotto teca in esposizione.

    Si, ma anche per essere montato e di solito si spremono per renderlo divertente e pieno di easter eggs. 
    Io per esempio mi sono preso l'anno scorso il Lego Ideas di Seinfeld, ed è ovviamente da esposizione, ma è anche ricco di citazioni, elementi curiosi, trovate interessanti per creare il mobilio. 

    Link to comment
    Share on other sites

    Esatto, so bene che non serve per giocarci ed è da esposizione, come il guanto dell'infinito o la ecto1, ma appunto anche mettendolo in bacheca deve fornire un impatto e secondo me quattro persone intorno a un tavolo a fare qualcosa sono meno evocative del castello col drago.

    Link to comment
    Share on other sites



    Create an account or sign in to comment

    You need to be a member in order to leave a comment

    Create an account

    Sign up for a new account in our community. It's easy!

    Register a new account

    Sign in

    Already have an account? Sign in here.

    Sign In Now

  • Popular Tags

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.