Jump to content

Curse of Strahd errore concettuale


Recommended Posts

Cerco un confronto con chi ha già giocato la campagna o la conosce, pertanto la seguente discussione potrebbe contenere spoiler.

Ho iniziato da poco la campagna, siamo alla seconda sessione. Abbiamo iniziato con la casa della morte per fare il tuning dei livelli di encounter e dare ai giocatori la possibilità di prendere confidenza coi loro personaggi.
Come aggancio ai personaggi è stato suggerito di recarsi da Madam Eva per la lettura dei Tarokka, che forniscono cinque indizi per oggetti o conoscenze che li potrebbero aiutare molto.
Ho scelto una lettura casuale, facendo scegliere i Tarokka a un giocatore. Mi piace il concetto di casualità e assenza di railroading da parte del master.
Un paio di indizi però presentano, secondo me un errore concettuale.

Tome of Strahd - Evoker
Cerca la cripta del mago. Il bastone è la chiave
Il Tomo è nella cripta di Gralmore Nimblenobs (K84, cripta 37)

Holy Symbol - Necromancer
Una donna è appesa sopra un fuoco crepitante. Trovala e troverai il tesoro.
Studio di Castel Ravenloft (K37)

Questi due indizi, portano al Tomo di Strahd e a un oggetto magico molto potente, ma...sono dentro Castel Ravenloft.
A parer mio nessun giocatore deciderebbe di andare al Castello, prendere i due oggetti e poi uscire, studiarli, usarli e continuare a levellare il pg fin quando non si sente pronto ad affrontare Strahd.
Entrare nel castello, a meno di suggerimenti espliciti del master, significa affrontare lo show down dell'avventura, il big boss o almeno il primo tentativo di affrontarlo o di attacco alla sua fortezza, per poi magari scappare con un teleport o con una fuga roccambolesca se ci si accorge di non essere ancora pronti.
Il castello inoltre è un dungeon gigantesco e quindi è possibile che i giocatori non troverebbero le stanze di cui si parla. Dubito che un party abbia la possibilità di girare tutto il castello, stanza per stanza, senza incontrare Strahd.
Molti indizi invece sono in linea con un avventura sandbox, come ad esempio 
I Vistani hanno ciò che cerchi. La bambina scomparsa ha la chiave per il tesoro.

Vorrei confrontarmi con chi ha già giocato l'avventura e magari ha già usato i Tarokka, come suggerito nell'introduzione all'avventura.
 

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


Strahd dovrebbe essere un antagonista davvero troppo potente per i giocatori, finché non sono davvero pronti. Anche per questo il rapporto con i personaggi dovrebbe essere particolare. All'inizio li ignora, poi li osserva divertito, poi li stuzzica e ci gioca e solo alla fine arriva a prendere provvedimenti.

Magari li invita a palazzo per una festa, o non li invita ma loro possono provare ad infiltrarsi. Il castello di Strahd è un "parco giochi" per i giocatori, ed è costruito per essere giocato più volte, con diversi ingressi, passaggi segreti e quant'altro. Leggitelo benissimo, imparalo a memoria, poi valuta le situazioni. 

Magari i giocatori si infiltrano e vengono affrontati da un vampiro minore, si accorgono del pericolo e scappano. Magari ci scappa il morto comunque ma hey, è Ravenloft! Ai livelli bassi fai intervenire Strahd solo per salvare una delle mogli "ancora in voga" o un altro alleato utile (il contabile, il maggiordomo).

I giocatori anzi dovrebbero entrare nel castello almeno una volta prima dello showdown, se non altro per farsi un'idea della planimetria!

 

Per come gestire tutto ciò al tavolo imho dovresti dire ai giocatori che Ravenloft è pregno di stilemi e topos dell'horror classico. Ergo affrontarlo a muso duro come un altro dungeon è il modo sbagliato. Non è orrore cosmico alla Lovecraft, anzi è horror cheesy e godereccio, ma l'atmosfera è quella. Immancabilmente il primo assalto al castello del vampiro fallisce, spesso con la morte o cattura o trasformazione di alcuni dei protagonisti. Idem a Ravenloft. 

  • Like 3
Link to comment
Share on other sites

Sono convinto del fatto che Castel Ravenloft è un enorme e divertente dungeon in cui entrare più di una volta, ma i giocatori lo farebbero solo se si sentono pronti. Non trovo proprio il modo di "dire" ai giocatori che entrare non significa affrontare Strahd.
Il gruppo è composto da giocatori che vogliono ruolare molto e storcono il naso a un dungeon a ogni sessione, perciò non mi preoccupo che vadano avanti a testa bassa uccidendo chiunque sembri un nemico.


L'idea della festa è accattivante, ma il castello è anche pregno di trappole, per cui avventurasi in profondità diventa pericoloso a ogni passo e stimolerebbe Strahd a considerae il gruppo come pericoloso. Non posso gestire Strahd come timoroso di affrontarli, soprattutto se sono già penetrari nel castello, a meno di non considerare il castello come una creatura vivente che può decidere di nascondere a Strahd l'ingresso di qualcuno che lo può liberare dalla sua maledizione.


La mia idea era di far guadagnare al party i cinque aiuti nel corso dei primi dieci livelli. Magari alla fine non affrontano nemmeno Strahd e riescono a uscire da Barovia illesi e fare altri dieci livelli in un'altra baronia o nel Faerun. Che ben due aiuti siano dentro al castello, li rende quasi irraggiungibili.
Scegliere personalmente due Tarokka rende l'avventura più fluida, ma mi puzza tanto di railroading, che spacca un po il gusto sandbox che è il cuore di questa campagna.

Link to comment
Share on other sites

La casa che "difende" la maledizione di Strahd mi piace! Specie contando la questione del cuore nella torre.

 

Durante la festa però molte trappole e molte creature potrebbero non essere presenti. Tipo, ovviamente spettri e wraith non di divertono al party,ma a Strahd non importa e li costringe a partecipare.

In tal senso fatti un regalo e guarda "Per favore non mordermi sul collo" di Polanski. Tolto l'elemento ridicolo, ha un vampiro che rispecchia un po' il concept di Strahd e dei suoi sgherri.

Link to comment
Share on other sites

  • 5 months later...

Io ho masterizzato la 5E di Cusrse of Strahd, e ho trovato la trama inconsistente.

Ho apportato diverse modifiche , che l'hanno resa piu' ''matura''.

SPOILERS ALLERT

.

.

.

..

1) la spasimante... non ricordo piu' come si chiama... in realta' non e' morta ma gira nei reami a caccia di vendetta

2) E' lei che convoca .. .fa entrare in Ravenloft gli avventurieri 

3) Strahd la cerca ma non la riesce a trovare ... ma sospetta da diversi anni che non sia morta, e questo lo sta portando alla pazzia

4) il tomo non lo ho messo nel castello ma sepolto do un templare che lo aveva sottratto a Strahd durante una delle battaglie.

5) ho introdotto altre 3 streghe che possono rispondere ad alcune domande

6) ho completamente rimosso il dungeon a nord, quello con i teschi di fuoco... e' anti climatico e non c' entra nullla

 

 

ho tutti i file dellávventura da qualche parte, se ti serve te li giro

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
×
×
  • Create New...