Jump to content

Benvenuto in Dragons´ Lair

La più grande e attiva community italiana sui Giochi di Ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Sondaggio sul futuro di D&D 5e di Luglio 2020

La Wizards of the Coast ha finalmente rilasciato il consueto sondaggio annuale dedicato al conoscere gli interessi dei giocatori, in modo da decidere le mosse da compiere nel prossimo futuro editoriale di D&D 5e. In questo nuovo Sondaggio, infatti, ci verranno fatte domande riguardanti i nostri gusti, le nostre abitudini di gioco e il materiale che vorremmo veder pubblicato o maggiormente supportato in futuro.
In particolar modo, nel Sondaggio del 2020 la WotC vuole sapere quali sono le nostre ambientazioni preferite, quanto tempo vorremmo poter dedicare al gioco se non avessimo limiti di sorta, quali sono per noi le caratteristiche che identificato un buon Dungeon Master, quali sono le risorse e i supporti di gioco da noi usati tradizionalmente e quali abbiamo utilizzato durante il Lockdown causato dal COVID-19, quali sono i game designer di D&D che conosciamo e quanto ci farebbe piacere leggere i loro nomi sui manuali, e così via.
Rispondendo al sondaggio, quindi, potrete contribuire a decidere il contenuto e la forma dei prossimi manuali di D&D. Se volete dire la vostra, rispondete al seguente sondaggio:
sondaggio sul futuro di d&d di luglio 2020
 

Fonte: https://dnd.wizards.com/articles/news/dd-survey-2020
Read more...

Manticore Games offre 20.000 $ per un'Avventura di D&D creata con la piattaforma Core

La software house Manticore Games ha di recente ricevuto dalla WotC l'autorizzazione per l'organizzazione di un concorso intitolato D&D Design-a-Dungeon contest e dedicato alla creazione dell'avventura videoludica definitiva in stile D&D. Manticore Games, infatti, è proprietaria di una piattaforma per la creazione di videogiochi online per PC, il Core, progettata appositamente per consentire a chiunque di creare un proprio videogioco online senza essere per forza un programmatore esperto, e ha deciso di mettere alla prova i giocatori di tutto il mondo per vedere cosa questi ultimi sono in grado di creare con il suo software. I creatori delle avventure migliori potranno vincere premi per un ammontare totale di 20.000 dollari.

Il concorso D&D Design-a-Dungeon, che durerà fino al 6 Settembre, richiede che i partecipanti realizzino con il software Core un'Avventura appartenente a una delle seguenti 4 Categorie:
Dungeon, Caverne e Catacombe Le Terre Selvagge Fortezze e Torri Piani Elementali Per partecipare al concorso basterà creare un gioco in Core e incluedere '[DnD]' nel titolo o nella descrizione di quest'ultimo.
Il materiale inserito per il concorso dovrà assumere la forma di una vera e propria avventura di D&D e sarà giudicato non solo per l'estetica del mondo digitale creato dagli autori, ma anche in base al livello narrativo e d'interazione dell'avventura. Il materiale inviato, dunque, dovrà avere la forma di un vero e proprio videogioco, e non essere semplicemente una serie di scenari da esplorare con il proprio avatar virtuale. All'interno del software Core i partecipanti troveranno tutto ciò che gli servirà per creare l'avventura. Per aiutare i meno esperti nell'uso di Core, tuttavia, Manticore Games ha creato un framework scaricabile qui e pensato per fornire agli utenti un tutorial edelle linee guida su come usare il programma per creare i propri giochi. Non è obbligatorio scaricare e usare il framework per partecipare al concorso.

I 20.000 dollari messi in palio saranno utilizzati per premiare i lavori migliori. 5000 dollari in gift card di Amazon saranno assegnati al lavoro migliore di tutti, a prescindere dalla categoria. Il denaro restante, invece, sarà assegnato ai migliori 2 lavori per ognuna delle categorie: 2500 dollari in gift card di Amazon per il 1° posto e 1250 dollari per il 2° posto. Oltre ai premi in denaro i vincitori riceveranno altri premi in base alla qualità del loro lavoro, come spiegato sul sito ufficiale del concorso.
Per ogni nuovo candidato iscritto al concorso, inoltre, Manticore Games donerà alla raccolta fondi Extra Life 100 dollari, fino a un massimo di 10.000 dollari.
Tutti i giochi creati durante il concorso saranno svelati e resi disponibili in occasione di un evento speciale organizzato durante il PAX Online, la fiera dedicata al gioco che si terrà a settembre e che quest'anno sarà online a causa del COVID-19. Durante questo evento speciale, alcuni degli avventurieri e dei Dungeon Master più celebri - come Jerry Holkins (Acquisition Incorporated) e Deborah Ann Woll (Deredevil, Relics & Rarities) - saranno presenti per annunciare i vincitori del concorso e per giocare alle avventure da loro realizzate.
Per maggiori informazioni sul Core e sul Concorso D&D Design-a-Dungeon potete visitare la pagina ufficiale del concorso e seguire l'account twitter ufficiale di Manticore Games @CoreGames.
Grazie a @Muso per la segnalazione.
Fonte: https://dndcontest.coregames.com/
Read more...

Sottoclassi, Parte 4

Articolo di Ben Petrisor, con Jeremy Crawford, Dan Dillon e Taymoor Rehman - 5 Agosto 2020
Due spettrali Sottoclassi si manifestano negli Arcani Rivelati di oggi: il College degli Spiriti (College of Spirits) per il Bardo e il Patrono Non Morto (Undead Patron) per il Warlock. Potete trovare questi talenti nel PDF disponibile più in basso, mentre rilasceremo presto un sondaggio per sapere cosa ne pensate di loro.
Questo è Materiale da Playtest
Il materiale degli Arcani Rivelati è presentato allo scopo di effettuarne il playtesting e di stimolare la vostra immaginazione. Queste meccaniche di gioco sono ancora delle bozze, usabili nelle vostre campagne ma non ancora forgiate tramite playtest e iterazioni ripetute. Non sono ufficialmente parte del gioco. Per queste ragioni, il materiale presentato in questa rubrica non è legale per gli eventi del D&D Adventurers League.
arcani rivelati: sottoclassi, parte 4
Link all'articolo originale: https://dnd.wizards.com/articles/unearthed-arcana/subclasses-part-4
Read more...

Curse of Strahd: la Beadle & Grimm pubblicherà la Legendary Edition

Se la Revamped Edition recentemente annunciata dalla WotC non dovesse bastarvi, potrebbe essere vostro interesse sapere che la Beadle & Grimms ha deciso di pubblicare la Legendary Edition di Curse of Strahd, l'Avventura dark fantasy per D&D 5e ambientata a Ravenloft (qui potete trovare la recensione pubblicata su DL'). Per chi tra voi non lo sapesse, le Legendary Edition della Beadle & Grimm sono versioni extra-lusso delle avventure pubblicate dalla WotC per D&D, contenenti oltre all'avventura tutta una serie di accessori pensati per rendere l'esperienza dei giocatori più immersiva e divertente.
Al costo di 359 dollari, dunque, all'interno della Legendary Edition di Curse of Strahd potrete trovare:
l'Avventura per D&D 5e Curse of Strahd suddivisa in libri più piccoli, in modo da aiutare DM e giocatori a orientarsi più facilmente nel suo ampio contenuto. Come aggiunta, sono stati inseriti alcuni PG pre-generati per i giocatori e una serie di incontri di combattimento bonus. 17 mappe per il combattimento che coprono ogni angolo di Castle Ravenloft, la dimora di Strahd. Una mappa dell'intera Barovia disegnata su tela. 60 Carte di Scontro, che permetteranno ai giocatori di farsi un'idea dei PNG e dei mostri che si troveranno di fronte grazie alle loro illustrazioni. Una serie di supporti di gioco per i giocatori, quali lettere, atti relativi a misteriose proprietà, note scritte dal proprio "gentile" ospite, monete del Regno di Barovia, ecc., utili per dare ai vostri giocatori elementi concreti con cui sentirsi più immersi nella campagna. Uno Schermo del DM con illustrazioni originali sul fronte e le informazioni utili a gestire la campagna sul retro. Una serie di pupazzi per le dita, con cui divertirsi a interpretare i mostri e i PNG dell'Avventura. La Legendary Edition di Curse of Strahd uscirà a Novembre 2020.
Grazie a @Muso per la segnalazione.


Fonte: https://www.enworld.org/threads/beadle-grimms-legendary-edition-curse-of-strahd.673629/
Link alla pagina ufficiale di Beadle & Grimm: https://beadleandgrimms.com/legendary/curse-of-strahd
Read more...
By aza

D&D 3a Edizione compie 20 anni!

Nel mese di Agosto, di 20 anni fa, veniva rilasciato il Manuale del Giocatore di Dungeons & Dragons 3a edizione.
Sicuramente la 3a edizione rappresenta uno spartiacque per quel che riguarda D&D e segna l’inizio dell’epoca moderna del gioco per diversi motivi:
Innanzitutto, per la prima volta D&D aveva un sistema coerente di regole. Precedentemente erano presenti svariati sottosistemi che non si integravano tra di loro. C’era ben poca coerenza. Ci ha donato l’OGL, che ha rappresentato una svolta enorme nel mondo dei giochi di ruolo. L'OGL infatti ha permesso a chiunque di poter produrre materiale compatibile o derivato dal regolamento di D&D. La quantità di materiale pubblicata per d20 negli anni 2000 è, e probabilmente lo sarà per sempre, ineguagliabile. Ha revitalizzato D&D in un modo che non si vedeva da moltissimo tempo. Negli anni ’90 con il boom dei videogiochi, la nascita dei giochi di carte collezionabili e regolamenti ben più evoluti di AD&D (si può pensare alla White Wolf che all’epoca era il nome più importante) D&D soffriva e non poco. Ha visto il ritorno di Diavoli, Demoni, Assassini, Barbari, Mezzorchi e Monaci. La seconda edizione nacque con ancora fresco il ricordo delle polemiche riguardanti il “satanic panic” degli anni ’80. Quindi tutto ciò che poteva essere considerato “moralmente offensivo” come diavoli/demoni, assassini o mezzorchi venne rimosso. I barbari vennero ritenuti ridondanti rispetto ai guerrieri e i monaci  poco adatti ad ambientazioni basate sull’Europa occidentale medievale. Queste le prime cose che mi vengono in mente, ma vi invito a condividere con noi i vostri ricordi, le esperienze e i pensieri per questo 20° anniversario di D&D 3E.
Read more...
Sign in to follow this  
SeBeR

2 Pg per Player

Recommended Posts

Ciao sono un master da ormai 2 anni e con i miei amici ho deciso di provare a fare una campagna un po.... fuoti dagli schemi......avete mai provato a giocare con 2 pg nello stesso tempo?

essendo loro in 4 farebbero un gruppo di 8 pg!

ovviamente metterò delle regole per non discriminare i pg secondari do ogni player:per esempio non possona avere piu di 2 o 3 livelli di differenza,uno non puo essere sempre quello che va avanti sempre per primo per far scattare le trappole etc. etc.

Cosa ne pensate? Avete dei consigli/suggerimenti da darmi? ditemi cosa ne pensate :bye:

Share this post


Link to post
Share on other sites

se i giocatori sono seri e consapevoli allora non vedo troppi problemi, anche se gestire un personaggio penso sia abbastanza (anche perchè un gruppo da 4 è più che sufficiente secondo me).

comunque ho provato una volta una campagna simile e alla fine si è deciso di tralasciare uno dei personaggi proprio perchè erano di difficile gestione.

bye bye......:-D

Share this post


Link to post
Share on other sites

lo so in 4 si è gia in un buon numero ma i miei friend volevano fare tipo un organizzazione come l'akatsuki (vedi naruto) in cui le missioni venivano fatte in coppia però sappiamo che andiamo incontro a una campagna nn facile da gestire...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ti do un suggerimento..magari, invece di gestirti tutti gli 8 pg contemporaneamente, se fai 2 campagne separate, ovviamente con i primi 4 pg in una, e i secondi 4 nell'altra, e poi fai intersecare le 2 storie??

Magari all'inizio, fai 4 o 5 sessioni per storia separate, poi le fai intersecare, e i gruppi potrebbero fondersi o dividersi....così tu non avresti lo svantaggio di gestire 8 pg, e loro non avrebbero la pesantezza di gestire 2 pg contemporaneamente...inoltre, loro, potrebbero divertirsi nel vedersi incrociare storie, bg, avventure, pg...etc etc...:cool:

Share this post


Link to post
Share on other sites

A me non sembra una grandissima idea, di solito si evitano, almeno per quanto mi riguarda, gruppi con più di sei giocatori perché diventa difficile gestirli e si allungano enormemente le cose...una cosa del genere avrebbe senso se ad esempio i giocatori fossero solo 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ma scusate: non è il semplice caso dell'applicazione del talento autorità? In quel caso il giocatore gestisce, oltre al suo, anche 2-3 altri pg gregari che sono personaggi a tutti gli effetti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Non proprio...il gregario è fino a prova contraria un PNG quindi lo controlla il master, lo stesso per i seguaci

E dopotutto, non è un caso se bisogna chiedere consenso al master per prenderlo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il gregario lo puà muovere benissimo anche il giocatore. E non c'è bisogno de "permesso". Basta avere il talento e giocarsi la cose o.o

Share this post


Link to post
Share on other sites

A parte che stiamo finendo OT, il manuale credo mi dia ragione, e cito:

AUTORITA [GENERALE ]

[...]

Speciale: Si consulti il DM prima di selezionare questo talento, e poi si collabori con il DM per definire gregari e seguaci adatti al proprio personaggio (la Guida del DUNGEON MASTER contiene ulteriori informazioni su gregari e seguaci).

Anche perché è il DM che decide se e quando un gregario si unice al PG, quindi prenderlo senza il consenso sarebbe inutile, dato che poi non ti farebbe avere nessun gragario...non è che appena prendi il talento *puff* compare il gregario che più ti piace

Il gregario lo PUO' muovere il giocatore, ma fino a prova contraria è un PNG, che sono da che mondo e mondo controllati dal DM

Share this post


Link to post
Share on other sites

Appunto: consulto non è permesso. Era esattamente come ricordavo. Nessuno chiede permesso a nessuno :rolleyes: E poi, se avessi letto bene, dove ho scritto che "puff compare". Credo di avere scritto "si gioca".

°_°

Share this post


Link to post
Share on other sites

Appunto: consulto non è permesso. Era esattamente come ricordavo.

Però, anche io consulto il DM se voglio prendere un gregario...diciamo che mi voglio prendere un drago d'oro...non pensi che il dm abbia qualcosa da dire?? E poi ricordati che comunque, non è che decidi da solo cosa fare, per l'appunto dei chiedere, ergo parlare, al dm...oppure tu gestisci una campagna dove sei il DM, il giocatore e anche il CoDM?? :banghead:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Appunto: consulto non è permesso. Era esattamente come ricordavo. Nessuno chiede permesso a nessuno :rolleyes:

°_°

Prego??? :confused:

Dico

Si consulti il DM prima di selezionare questo talento

E tu capisci il contrario? :confused::confused::confused:

Share this post


Link to post
Share on other sites

ho sempre sognato giocare 2 pg... ne farei uno dalla distanza... un arciere potentissimo e uno da corpo a corpo, tipo un bel guerriero samurai...

magari... lo proporrò al master per la futura campagna...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Prego??? :confused:

Dico

E tu capisci il contrario? :confused::confused::confused:

Ringraziando il cielo dopo avere dato esami di linguistica, linguistica italiana e semiotica posso senza dubbio affermare che CONSULTO, non è PERMESSO. Il concetto di permesso integra quello di consulto ma non viceversa. Quindi, senza ombra di ambiguità semantica alcuna, chiedere un consulto al dm non equivale a chiederne il permesso.

o,o sei ancora confuso o devo andare ancora più terra terra ?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ringraziando il cielo dopo avere dato esami di linguistica, linguistica italiana e semiotica posso senza dubbio affermare che CONSULTO, non è PERMESSO. Il concetto di permesso integra quello di consulto ma non viceversa. Quindi, senza ombra di ambiguità semantica alcuna, chiedere un consulto al dm non equivale a chiederne il permesso.

o,o sei ancora confuso o devo andare ancora più terra terra ?

Non so se hai notato che il manuale del giocatore non è scritto da laureati in linguistica, linguistica italiana e semiotica...ergo, anche se tu, dall'alto delle tue conoscenze ci fai sapere che consulto è diverso da permesso (lo capivo anche da solo guardando sul dizionario al massimo) resta il fatto innegabile che è il DM che ti PERMETTE di utilizzare il talento, che ti PERMETTE di essere affiancato da un determinato gregario, e non sei tu che decidi arbitrariamente cosa devi o non devi fare...sennò ti ripeto, giocati una campagna da solo, dove sei giudice, giuria e condannato...:cool:

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ringraziando il cielo dopo avere dato esami di linguistica, linguistica italiana e semiotica posso senza dubbio affermare che CONSULTO, non è PERMESSO. Il concetto di permesso integra quello di consulto ma non viceversa. Quindi, senza ombra di ambiguità semantica alcuna, chiedere un consulto al dm non equivale a chiederne il permesso.

o,o sei ancora confuso o devo andare ancora più terra terra ?

Ti ringrazio per gli insulti e per il sarcasmo

In questo caso però converrai con me consultandosi con il DM la prima cosa da fare è chiedere se si può prendere il talento, o meglio se lo lascia usare dato che poi l'incontro e l'unirsi di un PNG dipenderanno da lui, come il permettere di prendere un talento o meno

Se no seguendo la logica, uno prenderebbe il talento (dato che non è richiesto alcun permesso), poi si consulta col DM che gli dice "Non ti farò trovare nessun gregario"

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il sarcasmo era gratuito :P

Nelle campagne che ho giocato io, dato che usiamo solo i tre manuali basi, e quindi solo la lista del manuale del giocatore, nessuno ha mai chiesto permesso al master per nessun talento. Sia quando il master erano altri sia adesso dove il master sono io. Basta avere i requisiti base e stop. Idem per autorità. Poi sta al pg in gioco trovarsi un gregario e al master (sempre in gioco) far evolvere gli eventi per far si che ciò avvenga o meno. Io questa cosa che a tavolino e offgame il dm dice "Lo troverai" "non lo troverai" la trovo sinceramente assurda. Sarà il tuo gioco e il tuo relazionarti agli altri personaggi del gioco il metro valutativo del "lo troverai" "non lo troverai". Non una decisione a monte del master.

Questa è la nostra filosofia di gioco. RIbadendo per l'ennesima volta che un consulto è tale perchè non vincolante. Se a voi piace fare diversamente amen :P Ma come concordato con altri nel 3d sulle cadute: "Non siamo qui per filosofeggiare su D&D ma dare consigli pratici e risposte concrete agli aiuti che vengono chiesti da chi apre i post".

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per quanto riguarda il discorso principale, mi sembra una cosa assurda usare due PG per giocatore! Già è difficile interpretare bene, e quando dico bene intendo bene, un singolo personaggio, dandogli spessore e facendolo sembrare verosimile (se non vero). Non voglio nemmeno pensare a che livelli di interpretazione si raggiungano a dover gestire contemporaneamente due personaggi! Insomma, D&D è un GdR, un Gioco di Ruolo, in cui l'obiettivo dovrebbe essere proprio interpretare e divertirsi. Altrimenti, tanto vale giocare in compagnia con la PlayStation.

Secondariamente, nelle prime pagine della Guida del Dungeon Master è chiaramente indicato che se il DM reputa una regola non corretta, è liberissimo di modificarla a suo piacimento. Se il DM ritiene che Autorità non abbia senso, e che debba essere una cosa totalmente interpretativa, così sarà. Insomma, l'ultima parola va sempre al Master.

Share this post


Link to post
Share on other sites

OT

Questa è la nostra filosofia di gioco. RIbadendo per l'ennesima volta che un consulto è tale perchè non vincolante.

Lo è se l'accordo dev'essere preso con l'arbritro del gioco, che ha l'ultima parola sulle scelte. L'accezione di consultare, nel paragrafo, è chiaramente intesa come "assicurarsi che sia possibile"; non si cosulta il DM per una scelta che puoi prendere da solo. Qui non c'è da tirare in ballo la linguistica, è semplice logica applicata.

Ma come concordato con altri nel 3d sulle cadute: "Non siamo qui per filosofeggiare su D&D ma dare consigli pratici e risposte concrete agli aiuti che vengono chiesti da chi apre i post".

Infatti, invece che portare avanti arringhe del tutto prive di impianto, dovresti pensare a dare risposte che abbiano una sostanza.

Il talento autorità differisce sostanzialmente dal ruolare 2 differenti pg per i seguenti motivi:

a) un pg con autorità deve essere come minimo di 6° livello, ergo nel momento in cui si giocano 2 PG di 1° livello si è già fuori dal campo di applicazione del talento

B) Il gregario del pg con autorità deve essere di almeno due livelli inferiore al pg dotato di autorità, qui si parla di ruolare due personaggi dello stesso livello

c) i seguaci e i gregari, per quanto fedeli al pg, mantengono un'identità propria e rimangono a tutti gli effetti Png. Avere ascendente su un Png differisce sostanzialmente da giocare in toto due pg.

Ora, posto che una macchina non è un carro trainato da cavallo solo perché ha quatto ruote e serve per viaggiare, torniamo seri ed evitiamo la retorica di bassa lega.

FINE OT

A mio avviso una simile scelta è fattibile, ma magari può dimostrsarsi controproducente per il rolegame. I personaggi potrebbero trovarsi in difficoltà nel ruolare singolarmente un diaologo. Posto questo a mio avviso la cosa è fattibile a tutti gli effetti.

Share this post


Link to post
Share on other sites

o.O Dark Megres la retorica di bassa lega sinceramente non la vedo. Mi sono limitato ad argomentare le mie supposizioni e stop.

Inoltre quotare solo alcune frasi estrapolandole dal contesto e dividendole dalle frasi che le seguono o precedono non mi pare un modo corretto di discutere.

Lo è se l'accordo dev'essere preso con l'arbritro del gioco, che ha l'ultima parola sulle scelte. L'accezione di consultare, nel paragrafo, è chiaramente intesa come "assicurarsi che sia possibile"; non si cosulta il DM per una scelta che puoi prendere da solo.

E' piuttosto irritante questa cosa perchè la risposta stava nella frase che non hai quotato. "nella campagne da me giocate nessuno chiede permesso al master per prendere un talento. Usando solo i manuali base se uno ha i requisiti per prendere in talento lo dice al master e stop. Certamente non chiede il permesso per prendere attacco poderoso. E nemmeno per Autorità".

Infatti, invece che portare avanti arringhe del tutto prive di impianto, dovresti pensare a dare risposte che abbiano una sostanza

Uhm, eviterò di cadere nel flame anche se queste sono provocazioni belle e buone. La risposta l'ho data mi sembra nel primo post. Per me si può giocare senza nessun problela ruolando due pg. O gestirne due (così come io gestisco il mio famiglio, la mia spada parlante il mio grifone addestrato il mio scudiero png). Questa visione del png come carne da macello è un po banale. I miei png sono personaggi a tutto tondo. Hanno lo stesso identico spessore di un pg.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

  • Similar Content

    • By Pau_wolf
      Gioco da 4 sessioni con amici novizi, un misto tra online e Dal vivo (uno si collega dal PC e l'altro viene a casa mia). Però essendo solo due più master, ci piacerebbe allargare il gruppo. Giochiamo a Sarnico o a Serina, due posti abbastanza lontani tra loro, ma il master (io) viaggia dove necessario. Essendo i giocatori novizi, sto inserendo regole man mano. Ambientazione homebrew, ma a mio parere ben fatta. Accettiamo anche pg online collegati su discord. Si gioca in modalità un po' Easy essendo i giocatori inesperti
    • By aza
      In questo mese di agosto corre il 20° compleanno di D&D 3e.
      Nel mese di Agosto, di 20 anni fa, veniva rilasciato il Manuale del Giocatore di Dungeons & Dragons 3a edizione.
      Sicuramente la 3a edizione rappresenta uno spartiacque per quel che riguarda D&D e segna l’inizio dell’epoca moderna del gioco per diversi motivi:
      Innanzitutto, per la prima volta D&D aveva un sistema coerente di regole. Precedentemente erano presenti svariati sottosistemi che non si integravano tra di loro. C’era ben poca coerenza. Ci ha donato l’OGL, che ha rappresentato una svolta enorme nel mondo dei giochi di ruolo. L'OGL infatti ha permesso a chiunque di poter produrre materiale compatibile o derivato dal regolamento di D&D. La quantità di materiale pubblicata per d20 negli anni 2000 è, e probabilmente lo sarà per sempre, ineguagliabile. Ha revitalizzato D&D in un modo che non si vedeva da moltissimo tempo. Negli anni ’90 con il boom dei videogiochi, la nascita dei giochi di carte collezionabili e regolamenti ben più evoluti di AD&D (si può pensare alla White Wolf che all’epoca era il nome più importante) D&D soffriva e non poco. Ha visto il ritorno di Diavoli, Demoni, Assassini, Barbari, Mezzorchi e Monaci. La seconda edizione nacque con ancora fresco il ricordo delle polemiche riguardanti il “satanic panic” degli anni ’80. Quindi tutto ciò che poteva essere considerato “moralmente offensivo” come diavoli/demoni, assassini o mezzorchi venne rimosso. I barbari vennero ritenuti ridondanti rispetto ai guerrieri e i monaci  poco adatti ad ambientazioni basate sull’Europa occidentale medievale. Queste le prime cose che mi vengono in mente, ma vi invito a condividere con noi i vostri ricordi, le esperienze e i pensieri per questo 20° anniversario di D&D 3E.

      View full article
    • By aza
      Nel mese di Agosto, di 20 anni fa, veniva rilasciato il Manuale del Giocatore di Dungeons & Dragons 3a edizione.
      Sicuramente la 3a edizione rappresenta uno spartiacque per quel che riguarda D&D e segna l’inizio dell’epoca moderna del gioco per diversi motivi:
      Innanzitutto, per la prima volta D&D aveva un sistema coerente di regole. Precedentemente erano presenti svariati sottosistemi che non si integravano tra di loro. C’era ben poca coerenza. Ci ha donato l’OGL, che ha rappresentato una svolta enorme nel mondo dei giochi di ruolo. L'OGL infatti ha permesso a chiunque di poter produrre materiale compatibile o derivato dal regolamento di D&D. La quantità di materiale pubblicata per d20 negli anni 2000 è, e probabilmente lo sarà per sempre, ineguagliabile. Ha revitalizzato D&D in un modo che non si vedeva da moltissimo tempo. Negli anni ’90 con il boom dei videogiochi, la nascita dei giochi di carte collezionabili e regolamenti ben più evoluti di AD&D (si può pensare alla White Wolf che all’epoca era il nome più importante) D&D soffriva e non poco. Ha visto il ritorno di Diavoli, Demoni, Assassini, Barbari, Mezzorchi e Monaci. La seconda edizione nacque con ancora fresco il ricordo delle polemiche riguardanti il “satanic panic” degli anni ’80. Quindi tutto ciò che poteva essere considerato “moralmente offensivo” come diavoli/demoni, assassini o mezzorchi venne rimosso. I barbari vennero ritenuti ridondanti rispetto ai guerrieri e i monaci  poco adatti ad ambientazioni basate sull’Europa occidentale medievale. Queste le prime cose che mi vengono in mente, ma vi invito a condividere con noi i vostri ricordi, le esperienze e i pensieri per questo 20° anniversario di D&D 3E.
    • By mugiwaranofede
      Ciao, siamo 4 giocatori e stiamo cercando un master per fare una campagna online su roll 20
    • By Tensazanghetsu
      salve il nostro master per motivi personali ha deciso di non masterare piu siamo un gruppo di 5 giocatori (4 e il master che ora gioca e basta con noi) ci serve un master, in caso si riadattano i pg alla 5 edizione
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.