Jump to content

Giocare divinità in D&D è possibile?


regleth
 Share

Recommended Posts

Salve a tutti, in questi giorni stavo iniziando a meditare una nuova campagna su FR, in particolar modo mi ha intrigato molto la "volatilità" delle divinità faeruniane (essendo abituato a mondi come DragonLance dove sono moooolto fisse) per questo stavo iniziando a progettare una campagna che puntasse senza se e senza ma ai livelli epici ma mentre bazzicavo tra varie pagine online mi sono imbattuto in un vecchio manuale "Dei e Semidei" che ha fatto scattare una scintilla da cui la domanda: sarebbe possibile far diventare i PG delle vere e proprie divinità? Magari intente nello sventare i piani di qualche essere superiore che minaccia il cosmo intero o "semplicemente" l'esistenza di Toril?

Ho letto una vecchia discussione sull'argomento in cui dei PG si erano ritrovati innalzati al Grado Divino 0 e le risposte concordavano tutte sul fatto che fosse pura follia dare ai PG dei gradi divini, è davvero così devastante ai fini del gioco?

Link to comment
Share on other sites


4 hours ago, regleth said:

è davvero così devastante ai fini del gioco?

Risposta breve: sì e no.

Dipende dal livello a cui sono. Per dire: il manuale Dei & Semidei che ho letto io è per la terza edizione; in quell'edizione, se ci si trova agli alti livelli (diciamo 15+, o addirittura 21+) e si permette l'uso dei vari manuali opzionali + build ottimizzate varie + eventuale manuale dei livelli epici, qualche grado divino non aggiunge molto. Rende i PG più potenti, certo, ma non stravolge il tipo di gioco, e l'incremento di potenza basta (ovviamente) compensarlo agendo sulla difficoltà delle sfide. Chiaramente, dare gradi divini a PG di livello basso rischia invece di far saltare tutto.

 

Risposta lunga: che cosa vuoi effettivamente dal gioco?

Mi ricordo che quando ho letto Dei & Semidei (giocavo a D&D 3.5) mi ci sono davvero appassionato. Mi intrigava tantissimo l'idea di vedere dettagliati i poteri delle divinità, mi sembrava che le rendesse molto più "reali" e impattanti. Ricordo di aver passato settimane a baloccarmi con il manuale riorganizzandone e riscrivendone le regole, e di aver discusso a lungo con un mio amico la succulenta opportunità di fare una campagna in cui anche i PG potessero accedere a simili poteri (per fortuna non ho mai fatto questo errore).

Più andavo avanti a studiare quella roba, però, e più subentrava un senso di delusione e di insoddisfazione. La verità è che l'approccio di Dei & Semidei è più orientato a creare pseudo-supereroi, e a "pompare i numeri", che a rendere le divinità veramente divine. Troppa attenzione a bonus anonimi e a capacità che in buona parte non sono altro che la "versione sotto steroidi" di quelle preesistenti.

Se è quello il tipo di gioco che stai cercando, un gioco in cui puoi conferire ai tuoi PG dei superpoteri grossi e scenografici ottenendo dei super-PG che vanno in giro a sconfiggere di super-mostri brandendo Mjolnir, può andare benissimo. L'equilibrio di gioco non sarà garantito (Dei & Semidei non è granché pensato per i PG), ma in fondo cosa importa? Puoi benissimo improvvisare, e se qualche volta i PG vincono facile li farà solo sentire più super.

Se quello che cerchi, invece, è un gioco in cui, una volta ascesi al ruolo di divinità, per i PG cambia la dimensione e la prospettiva di tutto, cambia completamente il tipo di problemi, di responsabilità, di storie, e pure il modo di approcciarsi al mondo di gioco... beh, è quello che sognavo io, e tuttora lo sogno perché Dei & Semidei non me lo ha dato. Probabilmente D&D non è nemmeno il sistema più indicato per una roba del genere: si tratterebbe, almeno in parte, di cambiare il gioco, non solo i personaggi.

Ma ho il sogno nel cassetto di riprendere a lavorarci, e un giorno lo farò.

 

Edited by Bille Boo
Link to comment
Share on other sites

Dai un'occhiata al vecchio Wrath of the Immortals per D&D (è pure gratis su DrivethruRPG)

È un supplemento della Rules Cyclopedia. I PG sono immortali - quindi semidei, non ottengono il loro potere dalla venerazione dei mortali come gli Dei -, hanno Punti Potere e Gradi Potere, viaggiano in 5 dimensioni, cose cosi. È divertente!

Link to comment
Share on other sites

Grazie mille per le risposte, effettivamente quello che stavo cercando era di coronare un sogno simile a quello di @Bille Boo ovvero di rendere i PG delle divinità (o semidivinità) con compiti e necessità tipiche di questi esseri (per esempio far crescere il numero di fedeli, impedire che Dei o Semidei avversari distruggano le loro chiese e così via), avevo un vecchio manuale di AD&D in cui si indagava sugli incantesimi concessi dalle varie divinità in base al loro potere ma sfortunatamente non lo trovo più XD. 

A parte questo cercherò di scaricare questa guida agli immortali che spero possa risolvere i miei dubbi e permettermi uno scontro cosmico tra i PG-Divinità e Divinità oscure e antiche che bramano solo l'apocalisse definitivo (giusto per restare soft). 

L'ultima cosa che voglio è renderli ancora più powa visto che già amo riempirli di oggetti magici potenti e dagli effetti teatrali XD. 

Link to comment
Share on other sites

Dei e Semidei è l'habanero di D&D 3.x; un pizzico è buono, se ne metti di più brucia il gioco.

Da master è praticamente impossibile piazzare sfide adeguate (anche e soprattutto di di abilità) per gente che mantiene questo potere durante TUTTA la campagna.

Spoiler

Ho giocato una volta sola con Dei e Semidei, in una breve campagna in cui i PG dovevano scegliere una divinità da interpretare e dopodiché venivano spogliati dai loro poteri con l'inganno e buttati sul piano materiale in corpi mortali cercando di recuperarli. C'è stata una battaglia tra dei all'inizio e ce n'è stata un'altra alla fine, punto. I giocatori si sono emozionati perché hanno usato tantissimo potere occasionalmente nei due punti cruciali (l'intro e l'epilogo), e solo per ignorare beatemente.

 

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

L'unico mio problema è che volevo inserire nella parte finale della mia campagna (1°-30° circa) la divinizzazione dei PG 

Spoiler

Fondamentalmente cercavo di renderli delle divinità minori con alcune problematiche legate all'ordine cosmico, ma dopo aver pensato tutta la trama e ammennicoli vari mi sono schiantato sul problema di come rendere effettiva questa ascensione, purtroppo nemmeno i millemila manuali di FR hanno saputo rispondermi (ammetto di aver nutrito grandi speranze considerando la storia faeruniana), dunque eccomi qua, Dei e Semidei mi sembrava una buona soluzione ma manca di ciò che cercavo. 

Per quanto riguarda il problema delle sfide pensavo di fare ben pochi combattimenti a quei livelli e di restare molto sull'RPG basandomi tanto sullo sviluppo dei propri culti e magari qualche avventura tramite i loro avatar ma devo ancora decidere. 

 

Link to comment
Share on other sites

Allora secondo me è fattibile. In 3e masterizzai una campagna dal 1 al 24. Secondo la mia idea uno dei pg seguace di shaunaukul avrebbe dovuto prendere il dominio del tempo cronologico e ascendere a divinitá minore a fine campagna. Trovo che in conclusione possa essere molto interessante questo tipo di percorso. Alla fine non colse una serie di elementi e divenne solo “papa” della chiesa. Inoltre durante la campagna incontrarono un avatar di gruumsh impazzito (aveva l’anima di un loro ex compagno che non sono andati a salvare) che li ricercava  per ucciderli  non hanno avuto scampo finchè l’elfa non ha fatto appello a corellon e il bastone che gli aveva dato (due anni prima in real life) le permise di trasformarsi nell’avatar di corellon. Fu una scena bellissima  tirai fuori le stat di corellon e le diedi al gruppo che lo giocò insieme  ovviamente gruumsh implose male in breve, ma fu una scena meavigliosa e molto divertente

in ogni caso dare a quei livelli un grado divino non credo rovini il gioco più di tanto, giá sopra al 15 scricchiola tantissimo e dipende dal DM mantenere una parvenza di bilanciamento che in realtá non esiste.  Secondo me è fattibile quindi, basta scalare gli avversari e spostare il gioco sulla gestione dei seguaci, il che collimerebbe con la tua idea di fare più rpg

Link to comment
Share on other sites

Il 28/4/2021 alle 13:57, regleth ha scritto:

ma dopo aver pensato tutta la trama e ammennicoli vari mi sono schiantato sul problema di come rendere effettiva questa ascensione, purtroppo nemmeno i millemila manuali di FR hanno saputo rispondermi (ammetto di aver nutrito grandi speranze considerando la storia faeruniana)

Quelle di Bane&co a casa di Jergal le trovi brevemente romanzate in una pagina di Faiths&Avatars di AD&D. Qui sulla wiki c'è un sunto della storiella knucklebones, skull bowling e empty throne:

https://forgottenrealms.fandom.com/wiki/Dead_Three

Il 28/4/2021 alle 11:54, regleth ha scritto:

avevo un vecchio manuale di AD&D in cui si indagava sugli incantesimi concessi dalle varie divinità in base al loro potere ma sfortunatamente non lo trovo più XD. 

Quelli specifici, tipo la moonblade, li trovi anche in 3x. Idem quelli che in 2e erano di livello divino come la storm of vengeance, la piaga dei non morti ecc. 

Volendo in Pathfinder ci sono le regole mitiche e gli incantesimi in versione mitica. 

Spoiler

Mythic Fireball


The damage dealt increases to 1d10 points of fire damage per caster level (maximum 10d10). Any creature that fails its Reflex saving throw catches on fire (Core Rulebook 444), taking 2d6 points of fire damage each round until the fire is extinguished. Attempts to extinguish this fire use the spell’s save DC.

Augmented (6th): If you expend two uses of mythic power, the maximum damage increases to 20d10, the area increases to a 40-foot radius spread, and any fire damage dealt by the spell bypasses fire resistance and fire immunity.

 

Edited by Nyxator
Link to comment
Share on other sites

Non mi pare che qualcuno lo abbia menzionato finora, ma hai provato a dare un'occhiata a Godbound?

La versione gratuita (linkata) e' un gioco completo, la versione a pagamento contiene solo contenuti extra. E' un gioco della Sine Nomine Publishing, famosa per Stars Without Number e, piu' recentemente, Worlds Without Number. Essenzialmente le meccaniche sono una rielaborazione/adattamento delle meccaniche delle vecchie edizioni di D&D (in pratica, e' un gioco OSR), e lo scopo e' proprio quello di giocare divinita'.

Non l'ho mai provato, ma diciamo che se io volessi fare un gioco dove i giocatori sono divinita', basandomi su D&D, Godbound sarebbe sicuramente il primo gioco che andrei a valutare.

 

 

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.