Jump to content

Benvenuto in Dragons’ Lair

La più grande e attiva community italiana sui giochi di ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.
By Ahrua

Progettazione di uno Scenario Basato sui Nodi - Parte 9: Tipi di Nodi

In questo ultimo articolo della serie di articoli base sull'uso dei nodi per la creazione di scenari, The Alexandrian approfondisce la natura dei nodi.

Read more...

Paths Peculiar - Per favore Arthur Cobblesworth, vai a dormire

Uno One Page Dungeon di Niklas Wistedt incentrato su dei rumori molesti in un cimitero

Read more...

Recensione: Tasha's Cauldron of Everything

Con colpevole ritardo pubblichiamo la recensione del penultimo manuale uscito per D&D 5E: Tasha's Cauldron of Everything.

Read more...

Quando un lupo non è un lupo? - Parte 2

Oggi Goblin Punch vi parlerà di una possibile e viscida variante per i vampiri per le vostre avventure.

Read more...

La WotC prende il controllo della localizzazione in Italia di D&D 5E

Un comunicato stampa appena rilasciato dalla Asmodee annuncia una importante novità per il futuro di D&D 5E in Italia.

Read more...

GDR per primo approccio età 11 anni


Recommended Posts

Salve a tutti,

ho provato a cercare e non ho trovato nulla di attinente quindi apro un nuovo topic.

Mio figlio di 11 anni sembra volersi approcciare ai GDR dopo averne sentito parlare da me varie volte negli anni e quindi credo che sia arrivato il momento giusto per iniziare.

 

Volevo chiedervi qualche consiglio su cosa acquistare.

Avevo pensato al D&D starter set ma ho letto brutte recensioni.

 

Inoltre credo che come primo approccio potrebbe essere utile e pù divertente qualcosa simile a HeroQuest (che in un negozio specializzato in GDR e affini mi dicono non sia più in commercio).

Io ormai non gioco più da anni a GDR (ahimè) e non sono per nulla aggiornato.

Grazie a tutti e scusate se l'argomento sia stato già trattato nel forum e mi sia sfuggito.

Ciao,

Michael

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

  • Replies 7
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Salve a tutti, ho provato a cercare e non ho trovato nulla di attinente quindi apro un nuovo topic. Mio figlio di 11 anni sembra volersi approcciare ai GDR dopo averne sentito parlare da me

Io ti consiglio Shadows di Zak Arntson: lo trovi facilmente in rete, gratuitamente e anche in italiano. È un gioco estremamente semplice, e pensato per essere giocato con bambini, che introduce s

ipotizzo che arbitri tu (il contrario sarebbe problematico e potrebbe portarli ad una resa prematura) e ti riporto la mia esperienza: ho avviato un gruppo da 6 bambini/e di 4 elementare da due anni (o

Ciao! Ti consiglio Labyrinth Lord. In pratica è il vecchio regolamento della scatola rossa ecc con un altro nome. Il Pdf è gratuito e in italiano, e volendo lo puoi acquistare a pochi euro in versione cartacea. Nel manuale trovi tutto quello che serve: classi di personaggi, regole varie, mostri ecc. Presenta anche una mini avventura per provare (nulla di che ma ci può stare come prima sessione). 

Io sono diventato papà da poco e questo è il sistema che userei se mio figlio fosse più grande (sistema che funziona comunque molto bene anche per gli adulti). 

Per quanto riguarda HeroQuest non credo serva come punto di passaggio (io ad esempio ci ho giocato dopo aver scoperto i gdr). Per quanto fighissimo non è un gioco di ruolo, e D&D (o Labyrinth Lord) è molto semplice da giocare, specialmente se tu hai già esperienza. Se comunque vuoi passare per un gioco da tavolo puoi provare Descent, che è molto simile a HeroQuest (dungeoncrawl + avventure nel mondo). 

Potresti anche valutare i librigame, da regalare a lui o da leggere assieme (hanno da poco rispampato Lupo Solitario e Guerrieri della Strada). Rimane il fatto che puoi tranquillamente introdurlo direttamente ai gdr giocando a un gdr. 

Fammi sapere che la questione mi interessa molto! 

Link to post
Share on other sites

Io ti consiglio Shadows di Zak Arntson: lo trovi facilmente in rete, gratuitamente e anche in italiano.

È un gioco estremamente semplice, e pensato per essere giocato con bambini, che introduce secondo me molto bene al mondo dei giochi di ruolo da tavolo e alle loro dinamiche basilari.

Io ci ho giocato con mio figlio (quando abbiamo iniziato aveva 5 anni) ed è stato divertente (tuttora, ci giochiamo ancora a volte).

Poi, partendo da lì, si apre un mare pressoché sconfinato di possibilità, a seconda delle proprie esigenze e dei gusti personali (io, per esempio, ho giocato con mio figlio anche ad Apprendisti Eroi di Giovanni Micolucci, e l'ho trovato molto carino).

  • Thanks 1
Link to post
Share on other sites
5 ore fa, msciascia ha scritto:

Inoltre credo che come primo approccio potrebbe essere utile e pù divertente qualcosa simile a HeroQuest (che in un negozio specializzato in GDR e affini mi dicono non sia più in commercio).

Tipo HQ ci sono:

Descent seconda edizione 

Spoiler

pic1370522.jpg

Dungeon Saga

Spoiler

ds2.jpg

Poi sento parlare un gran bene di Gloomhaven, ma da quello che leggo è un gioco più impegnato sul lato strategico.

Spoiler

gloomhaven-91348.jpg

 

5 ore fa, msciascia ha scritto:

Io ormai non gioco più da anni a GDR (ahimè) e non sono per nulla aggiornato.

Per quanto riguarda i gdr veri e propri ce ne sono quanti ne vuoi, per tutte le tasche e consultabili anche sottoforma di srd (vedasi 5e). Ti direi pure io 5e o Labyrinth Lord, oppure Fate Accelerato (linko a breve) se vuoi ancor meno statistiche. 

https://www.fateitalia.it/srditaliano/srdfateaccelerato

 

Edited by Nyxator
Link
Link to post
Share on other sites
  • Moderators - supermoderator

In italiano Strange Magic o lo Starter Set della 5E secondo me potrebbero essere adatti.

Se possiamo spaziare anche sull'inglese propongo Mice and Mystics, No Thank You Evil, il BECMI e vari retrocloni relativi, The Secrets Lives of Gingerbread Men.

Link to post
Share on other sites

Ma deve giocare lui con i suoi amici o farai tu da master ad un gruppo di amici suoi?

Nel secondo caso puoi fare quello che vuoi (io ho avvicinato mia figlia a dnd 5e a 8 anni con schede pg molto semplificate e una storia molto fiabesca cucita su di loro, senza mappe ma con immagini e anche filmati presi dalla rete)

tuttavia ti consiglio dungeon squad che evita meccaniche complesse che possono disorientare i piccoli

Link to post
Share on other sites

ipotizzo che arbitri tu (il contrario sarebbe problematico e potrebbe portarli ad una resa prematura) e ti riporto la mia esperienza: ho avviato un gruppo da 6 bambini/e di 4 elementare da due anni (ora sono in prima media) ed un gruppo da 8 (follia!) di 3 elementare da un'anno.

Abbiamo iniziato con lo starter set, anche se abbiamo fatto solo la prima parte gli è piaciuto moltissimo ma non avevano idea degli incantesimi che avevano e facevano fatica ad usare anche le abilità speciali di classe.

Siamo quindi passati al vecchio regolamento D&D BECMI arbitrando due classici: B2 la rocca sulle terre di confine e B3 il palazzo della principessa d'argento. Riuscivano a seguirlo meglio ma trattandosi di vecchie avventure di esplorazione dungeon la parte ruolistica era completamente assente e lo giocavano come un tridimensionale.

Ora ho appena iniziato quello che dovrebbe essere la soluzione definitiva: Avventure nella Terra di Mezzo. Non sono presenti gli incantesimi quindi è eliminato uno degli elementi problematici da apprendere (anche se rimangono le abilità delle classi e delle culture) ed ha due aspetti didattici che mi piacciono molto: approcciano i bambini a Tolkien (e qui sta a te insegnarli che leggere un libro è decisamente meglio di guardare il film anche se con questo si fa prima...) ed introducono i punti ombra che vengono assegnati quando fanno azioni non proprio meritevoli facendo scivolare il loro personaggio al lato malvagio (e questo gli insegna a non uccidere e saccheggiare liberamente, al contrario degli attuali sistemi di gdr e videogiochi). Inoltre fanno pratica con il sistema della 5e per quando saranno più grandi

Per esperienza il primo scoglio che dovrai fargli superare è prendere decisioni tutti assieme, alla prima decisione da prendere inizieranno a discutere tra loro senza venirne a capo o quantomeno non in modalità equilibrata, dovrai insegnarli a ragionare tutti assieme senza prevaricazioni e prendere decisioni in comune

Se ti servono altri consigli chiedi pure 😉

Edited by Aranar
  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
  • Similar Content

    • By Archy
      Buongiorno a tutti,
      ho iniziato a scrivere una campagna e vorrei un'opinione sull'idea attuale per il villain e nel caso spunti per migliorarla (premetto che non ho ancora stabilito sistema di gioco o ambientazione).
      L'idea attualmente consiste in un cattivo che (per come apparirà ai giocatori) ha intenzione di conquistare il mondo/continente per scopi puramente personali alla ricerca di potere.
      In realtà il cattivo sarà a conoscenza di una minaccia maggiore che sta per incombere. Il suo scopo è si muovere guerra a tutto il mondo/continente ma non al mero fine di conquistarlo ma bensì per spingere le singole fazioni ad unirsi per contrastarlo in modo che siano poi pronti ad affrontare la vera minaccia.
      Il nostro cattivo per quanto il suo fine ultimo si possa considerare positivo, non si tratterà dal dispensare fuoco e sangue in quanto:
      1-deve essere una minaccia credibile
      2-nel caso le varie fazioni si unissero deve essere sicuro che siano in grado di affrontare la minaccia più grande in arrivo
      3-nel caso non si unissero/la loro forza non fosse sufficiente le unificherà lui con la forza

      In sintesi l'idea è di un cattivo che sia un cattivo solo nei mezzi ma non negli scopi ultimi (della serie "il fine giustifica i mezzi") che possa fare magari passare per la testa dei giocatori il dubbio se dovrebbero veramente fermarlo o se magari sarebbe meglio lasciarlo fare.  
    • By Knight_mare
      Cosa vi appaga quando giocate?
      La domanda è all'apparenza scontata: "una storia profonda", "interazioni interessanti", "un'ambientazione ben studiata". 
      Ma quelli che vi chiedo è di essere più specifici e profondi possibile. 
      Ad esempio una risposta potrebbe essere "trovare dopo molta fatica un oggetto unico", o "conquistare la fiducia di un npc importante, " cambiare le sorti di una comunità" o chissà che altro.
       
      Voglio sentire le vostre opinioni a riguardo. 
       
      Grazie in anticipo😊
       
    • By Tinklit
      Salve a tutti,
      visto questo periodo io e i miei amici stiamo giocando a D&d 5e su Roll20;
      Tra un mese faró io da Master per la prima volta dopo piú di 10 anni e non nella vecchia maniera alla quale siamo (posso dore tutti noi) abituati.
      Al fine di attingere magari anche dalle vostre esperienze, voi come gestite il vostro tavolo in qualità di DM?
      Specifico: oltre al supporto via pc, quando fate da Master ad un'avventura, tenete appunti cartacei sottomano? Se si, quali? Come li gestite? Come vi organizzate?
      Grazie a tutti per il supporto.
       
       
    • By Holivander
      Ciao a tutti, non so se l'argomento è già stato discusso... Probabilmente dato il periodo si, però non lo ho trovato.
      Stavo cercando un tavolo virtuale per avviare un'avventura pathfinder e poi forse una campagna online ed esplorando un po' ne ho trovati diversi, però normalmente a pagamento, alcuni abbordabili, altri a mio parere eccessivi. Non conoscendoli, mi sapreste consigliare un buon compromesso tra prezzo e prestazioni? Nel senso che ovviamente sarei partito con qualcosa di free, ma giustamente la gente deve mangiare, quindi... Non essendo la mia normale modalità di gioco, ma vedendo che le cose vanno per le lunghe, vorrei un tavolo virtuale soddisfacente ma che non costi troppo (preferibilmente con licenza acquistabile e non ad abbonamento mensile)
      Grazie anticipatamente per le risposte
    • By Hero81
      Ciao,
      supponiamo che io volessi creare una nuova casa editrice di GDR il cui scopo fosse tradurre in italiano i giochi della Sine Nomine Publishing.
      Nome: editrice quattro. (o quattro edizioni)
      Progetti: Godbound, Silent Legions, Stars without number.
      Dettagli:
      * per la distribuzione mi affiderei integralmente a DriveThruRpg
      * Godbound PDF lo metterei pay what you want senza minimo.
      * Godbound cartaceo lo metterei pay what you want con minimo che copra unicamente le spese di stampa e spedizione.
      * gli altri giochi....da decidere dopo aver visto come va Godbound.
       
      Quanto mi costerebbe a vostro avviso traduzione e impaginazione di Godbound?
      Che ve ne pare dell'idea in generale?
       
       

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.