Jump to content

Oggetto magico "maledetto" (bonus/malus)


SamPey
 Share

Recommended Posts

Buonasera a tutti,

Mi servirebbe una mano per creare (o trovare se gia esiste) un oggetto magico "malefetto"

(Se qualcuno dei miei player sta leggendo, smettete..spoiler)

Spoiler

Il gruppo è xomposto da 3 pg lvl 5, stiamo giocando una campagna che sto scrivendo "unendo" diverse avventure (riadattandole molto). Al momento sto facendo "la forgia della furia". Tra poco il gruppo dovrebbe fare la conoscenza di un'entità proveniente dallo shadowfell (una sorta di Megera, sapete se ne esiste gia una che vada bene?). Se i pg saranno pacifici potrebbero ottenere un oggetto (consumabile) a testa. Mi immagino questo oggetto come una rosa nera, o una cosa simile. Mi piacerebbe che desse un bonus, anche abbastanza forte, ma che al tempo stesso dia anche un malus. Magari qualcosa che spinga anche al roleplay quindi non solo basato su meccaniche di combattimento? Avete idee?

Grazie.

Link to comment
Share on other sites


  • Replies 3
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Popular Days

Top Posters In This Topic

Buonasera,

molto difficile risponderti senza avere più informazioni.

Il mio generico consiglio è fare che il vantaggio dell'oggetto sia qualcosa di evidente, molto "meccanico" e molto utile nell'immediato (diciamo che può essere un qualsiasi potere da oggetto magico tipico); e fare, al contrario, che lo svantaggio sia qualcosa di subdolo che si manifesta gradualmente, non dà molto nell'occhio, e incide sul contesto (sulla fiction, diciamo) più che sulle meccaniche.

Esempi di maledizioni buttati completamente a caso in fretta e furia:

Spoiler
  • Più il personaggio usa o tiene con sé l'oggetto e più è "toccato" dal male. Questo non altera il suo comportamento, o almeno, non in modo forzato (non penso che sia una buona idea dire al giocatore che il suo PG deve comportarsi in un certo modo), però altera la reazione del mondo intorno a lui. Gli incantesimi che rispondono ai non morti o agli esterni malvagi iniziano a rispondere anche a lui allo stesso modo. L'acquasanta lo brucia. Le zone consacrate alle entità del bene gli provocano disagio o giramenti di testa (o non riesce proprio a entrarci). Potrebbe anche iniziare a parlare Infernale senza accorgersene, di tanto in tanto. Pian piano le manifestazioni si fanno più intense finché iniziano ad apparirgli dei demoni, o altre entità malefiche, proponendogli di unirsi a loro, visto che "è come uno di loro, ormai" (ma non è obbligato ad accettare), e angeli o altre entità benefiche decise a portargli via l'oggetto e distruggerlo.
  • Il personaggio invecchia velocemente (tipo 10x più in fretta o simili). Potrebbe avere l'opzione di rallentare o sospendere questo invecchiamento accelerato se compie qualche misfatto, come uccidere una persona innocente, bere sangue umano o altro del genere.
  • Il personaggio è disgustato dal cibo e dalle bevande normali, dapprima solo leggermente, poi sempre di più, finché non riesce proprio più a ingerirli, e se costretto a farlo gli fanno male e non lo saziano né dissetano. Sviluppa, invece, un forte appetito per qualcosa di repellente e socialmente inappropriato (vermi? insetti? carne cruda? rifiuti? corpi umanoidi? semplicemente erba di campo?) e si sazia con quello. Non causa grossi problemi ma può essere di impaccio nelle situazioni sociali.
  • Il personaggio inizia ad avere incubi in cui la megera o un'altra entità malefica gli invia premonizioni tragiche o cerca di corromperlo. Può ignorarli, non gli danno penalità di gioco, a parte il fatto che sono sempre più insistenti e che spesso si sveglia urlando (cosa che in un accampamento di notte in mezzo ai boschi può non essere ideale). Pian piano inizia a sentire la voce dell'entità anche durante il giorno, nei momenti di maggiore pathos o imbarazzo. A volte la voce gli dirà cose che si riveleranno vere, altre volte menzogne, sempre per favorire i suoi piani o per confonderlo.
  • Gli animali domestici iniziano ad essere nervosi in presenza del personaggio. All'inizio solo cenni, poi i cani iniziano a cercare di saltargli addosso, i cavalli a disarcionarlo senza motivo e così via. Dopo molto tempo l'effetto potrebbe essere così potente da attirare belve feroci ostili, nelle terre selvagge.
  • Il personaggio diventa profondamente infastidito da qualcosa di comune, come il suono delle campane, l'odore del pane fresco, i latrati dei cani, il ronzio degli insetti, le risate, la musica, o qualcos'altro ancora. È come se lo sentisse distorto e amplificato a un livello insopportabile. La cosa dovrebbe dargli qualche problema meccanico reale (come un round di stordimento e/o 1 danno) per indurlo a prestarvi attenzione, ma è soprattutto un problema sociale e un potenziale svantaggio alle prove in certe circostanze.
  • Di tanto in tanto gli altri non vedono più il personaggio, dapprima solo per un momento ("ma dove è Tizio? ... ah, sei qui, scusami"), poi per round o minuti. L'effetto riguarda solo gli alleati, non i nemici. Non è tale da dare problemi seri, ma non vedersi a vicenda può essere una difficoltà interessante sia in combattimento che fuori. Eventualmente, ferire i propri compagni potrebbe essere una possibile soluzione estrema per annullare (per quella volta) l'effetto.

 

Link to comment
Share on other sites

L'ultima è interessante. 

Ti spiego qualcosa in più (ci sto pensando nel mentre).

Un pg è uno shadar kai

Spoiler

L'entità è strettamente collegata a lui, ma in questo frangente di narrativa non è interessata al gruppo, diciamo che si fa "conoscere".

Il problema delle maledizioni è che visioni o altro risulterebbero ridondanti (gia un pg ha dei drammi morali causa visioni e la "condivisione" dei ricordi e della vita passata di uno spirito morto incarnato nella sua arma e bla bla bla). 

Spoiler

La mia idea generale è quella appunto di un fiore (raccolto proprio nello shadowfell?), una rosa nera che, se schiacciata nella mano, genera degli effetti. La rosa "marchia" la mano, una volta usato il bonus (quindi meccanicamente dovrebbe essere qialcosa di allettante, da usare in caso di necessità) la mano diventerà col tempo sempre più nera. Mi piacerebbe inserire il concetto di decadimento, tipico di shadowfell o simili, tuttavia il semplice "invecchi piu velocemente, perdi X anni di vita ecc" non mi ispiravano.

Lo scomparire di tanto in tanto o il fastidio generico in qualcosa è interessante.

P.s. la "megera" è una sorta di entità dalle fattezze appunto di una megera, in grado di muoversi tra le ombre, dalle quali osserva e trama. Si fa chiamare "l'osservatrice", e a detta sua "sfugge persino agli occhi della morte".

Sul bonus non ho la minima idea...enulare lo step dello shadar kai con le resistenze non mi pare una trovata cosi originale.

Link to comment
Share on other sites

Una maledizione molto simpatica potrebbe essere legata ad un oggetto molto potente (roba di very rare/legendary/artifact): dal momento che lo impugna non riesce più a dormire e non beneficia più di riposi lunghi o brevi. In pratica come gruppo dovrebbero decidere se accelerare e arrivare al loro obiettivo il prima possibile (magari rendendo più complicati gli incontri nel tragitto), essere più prudenti ma rischiare che chi possiede l'ogetto arrivi dal BBEG mezzo morto, oppure rinunciare al potere dell'oggetto, provare a farcela con le proprie forze e cercare di far terminare la maledizione per abbandonare/distruggere l'oggetto

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.