Jump to content

D&D e Scacchi


ARRY
 Share

Recommended Posts

Ciao a tutti,

avrei bisogno di un consiglio, sarei intenzionato a presentare ai miei giocatori una differente tipologia di enigma. Guardando Harry potter (e la pietra filosofale) mi è venuta l'idea di sottoporre i miei giocatori ad una sorta di schacciera umana dove i giocatori sono le pedine. Collocherei la scacchiera all'interno di un dungeon, i 5 giocatori sarebbero le pedine maggiori (re, regina, 1 cavallo, 1 torre 1 alfiere) + 5 pedoni, la scacchiera sarebbe di 5x8 caselle.

Donade:

  • come faccio a costrigere i giocatori a sottoporsi ad una prova simile
  • cosa succede ad un giocatore se viene mangiato
  • qule è lo scopo del gioco (scacco matto, l'eliminazione fisica di tutte le pedine avversarie. altro...)

Accetto anche consigli eventuali!

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


57 minuti fa, ARRY ha scritto:

Ciao a tutti,

avrei bisogno di un consiglio, sarei intenzionato a presentare ai miei giocatori una differente tipologia di enigma. Guardando Harry potter (e la pietra filosofale) mi è venuta l'idea di sottoporre i miei giocatori ad una sorta di schacciera umana dove i giocatori sono le pedine. Collocherei la scacchiera all'interno di un dungeon, i 5 giocatori sarebbero le pedine maggiori (re, regina, 1 cavallo, 1 torre 1 alfiere) + 5 pedoni, la scacchiera sarebbe di 5x8 caselle.

Donade:

  • come faccio a costrigere i giocatori a sottoporsi ad una prova simile
  • cosa succede ad un giocatore se viene mangiato
  • qule è lo scopo del gioco (scacco matto, l'eliminazione fisica di tutte le pedine avversarie. altro...)

Accetto anche consigli eventuali!

1) La scacchiera è basilare per aprire la porta nella stanza successiva, non può essere aggirata, nè tramite magia nè arrampicandosi.
I giocatori devono per forza prendere posizione nella scacchiera, una volta che comincia il gioco sono magicamente costretti a poter fare solo le mosse consentite dalla loro pedina.
Visto che è molto potente ti conviene farla trovare in un dungeon che abbia qualche attinenza con i poteri divini, potresti dire che è un enigma lasciato sulla Terra dalla divinità stessa.

2) Puoi usare simulacri di mostri come pedine avversarie e alleate, quando una pedina viene mangiata riceve danno dall'avversario (massimizzato e con 20 automatico) fino a che non muore o nel caso dei personaggi cade a terra stordito.

3) direi che ti conviene usare l'obiettivo più veloce.

Un consiglio, assicurati che i tuoi giocatori sappiano giocare a scacchi, altrimenti è meglio la dama, cerca di portarti dietro una scacchiera o damiera portatile.

Edited by Grimorio
  • Like 1
  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

Credo di averla messa anche io una scacchiera vivente da qualche parte in qualche dungeon a inizio "carriera" da master: l'idea è antecedente a Harry Potter (da citare almeno Attraverso lo specchio, di Carrol) e anche nei GDR era comune da prima di Harry, come ad esempio la Ghost Tower of Inverness. Però, in generale, non è una buona idea, come quasi tutti gli enigmi lunghi. Una partita a scacchi è un esempio particolarmente negativo per vari motivi.

Primo, sicuramente il giocatore più esperto negli scacchi prenderà la guida (e gli scacchi non è un gioco in cui si fa facilmente una discussione), e si trasforma in mezz'ora di gioco tra due giocatori con un pubblico annoiato che prova inutilmente a commentare. Secondo perché in una partita a scacchi o i giocatori sono di simile livello o anche differenze minime ai bassi livelli vuol dire una partita noiosa e a senso unico. Gli scacchi non sono un gioco in cui ci si improvvisa, non testano la capacità logico-matematica base: o li hai studiati o non li hai studiati. Tutto sommato, che senso ha? Non vedo che motivo ci sia per testare il giocatore su conoscenze esterne al mondo di gioco in un contesto esterno al mondo di gioco. Far fare ai giocatori (perché i personaggi non c'entrano) una partita a scacchi contro il master non è dissimile da dire ad un giocatore di fare tre palleggi con un'arancia o chiedergli di batterti a briscola o rispondere a dieci domande sul tardo impero romano. Si testa il giocatore uscendo completamente dal gioco.

Io terrei il tema, un richiamo, ma non il gioco in se. Per tornare alla Ghost Tower of Inverness, lascerei solo le regole di movimento. Quindi:

  • I personaggi entrano in una stanza. Le porte dietro di loro si chiudono. Di fronte a loro una enorme scacchiera e nessuna porta.
  • Quando un personaggio sale su una casella iniziale (le prime due righe della scacchiera), delle soffuse rune colorate nel marmo bianco o nero della casella si accendono di luce magica. Il gioco non inizia sin tanto che tutti i personaggi non sono su caselle iniziali valide.
  • Al momento del corretto posizionamento di tutti i personaggi, le luci si accendono. Tante creature vanno a riempire gli altri spazi, da un lato e dall'altro. Segnati quale "pezzo" sono i vari giocatori, in funzione della loro posizione iniziale.
  • Roll initiative!
  • Il combattimento va avanti normalmente, ma i personaggi possono muoversi solo come il loro pezzo suggerisce. Se ti muovi in modo diverso: le rune diventano rosse, si subiscono danni, si interrompe il movimento e si ha svantaggio su tutto fino al prossimo turno. Idem puoi anche solo attaccare i nemici nelle caselle in cui potresti normalmente mangiare.
  • Si vince alla cattura del Re Nemico, che ha l'abilità di poter usare la sua reazione per annullare qualsiasi danno spostandosi in un'altra casella che non è minacciata da un nemico.

 

  • Like 3
Link to comment
Share on other sites

Non posso che quotare @bobon123. Una partita di scacchi contro il master può apparire una cosa simpatica ma in realtà il rischio è di passare una serata intera a giocare uno vs uno con gli altri a guardare il cellulare tutto il tempo. Inoltre gli scacchi hanno delle regole precise e giocare con un 5x8 con soli 5 scacchi e 5 pedine lo rende un gioco diverso mai giocato da nessuno. Insomma anche volendo giocare a scacchi non lo farei con una versione homemade mai provata prima.

Personalmente trovo una sfida molto più interessante il mastermind o campo minato (prato fiorito) in cui il gruppo gioca da solo non contro il master, ma anche in quel caso il giocatore più esperto prenderà il controllo della cosa. 

Se vuoi fare una cosa con gli scacchi ti propongo una cosa diversa: metti una scacchiera con solo i neri e già disposti in campo. Quando i personaggi passano in una casella in cui un pezzo potrebbe mangiarli quel pezzo si attiva come una cariatide. Scegli un mostro di livello appropriato o reskinnane uno adeguato alla situazione per rendere al meglio i pezzi. Disponi i pezzi per far si che almeno un paio/tre scontri possano avvenire. Sarà divertente per tutti vedere come i giocatori capiranno cosa fa attivare i pezzi e come cercheranno di evitare i più potenti.

  • Like 3
Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.