Jump to content

Sinistri Sei, gruppo malvagio per dominare il mondo


Pecok

Recommended Posts

Mi servirebbe un "piccolo" aiuto per definire, almeno a grandi linee, alcuni boss e mini-boss della mia futura campagna. Premessa: l'ambientazione è personalizzata, ma molto standard, niente razze particolari o cose particolarmente strane, solo la creazione di una gilda degli avventurieri in cui i pg possono andare e cercare delle quest da fare (stile Dungeon Ni Deai, o Goblin Slayer! per capirci); i manuali usati sono solo quelli della versione base e i perfetti (arcanista, avventuriero, combattente  e sacerdote), gli altri siamo poveri per averli 😞
 

La mia idea era quella di avere una specie di organizzazione oscura che vuole far tornare in vita un'antica entità cercando dei manufatti molto rari e pericolosi sparsi per il mondo. Compito dei PG sarà quello di recuperare i manufatti e sconfiggere l'organizzazione oscura.
Questa dovrebbe essere composta da un boss che dà l'impressione di essere molto forte , ma in realtà è il suo vice che comanda. Avevo pensato rispettivamente ad una guardia nera e ad uno gnomo illusionista, ma sono variabili, l'importante è il concetto che ci sta dietro, cioè che quello che sembra il boss non lo è. Prima domanda: come faccio a rendere il vice effettivamente più forte del boss senza che lo sembri? [questi due dovrebbero avere un livello 16-18]

Come sottoposti avrebbero un assassino, magari a capo di una gilda che fa omicidi su commissione (elder scroll's docet), ed un  mago rosso con la sua guardia del corpo (cavaliere Thayan), unico essere umano di cui potrebbe fidarsi [livello 14-16]
Inoltre ci sarebbe un gruppetto di sottoposti, chiamati i Sinistri Sei (ma che in realtà sono sette, perché tra loro c'è un qualcosa di nascosto che non ho ancora ben definito), su cui brancolo nel buio

Volevo creare dei PNG sicuramente malvagi tutti di livello 12, che presentino delle peculiarità interessanti. Fino ad ora ho creato 

  • Nano guerriero 7/difensore nanico 5 legale malvagio: una specie di roccaforte semovente.
  • Umano chierico 3/stregone 3 /teurgo mistico 6: adoratore di Vecna caotico malvagio gode a veder soffrire le persone, un mago pazzo praticamente.
  • Mezzelfo guerriero 4/stregone 4/ arciere arcano 4: odia tutti, in particolar modo elfi ed umani.

Mi mancano gli altri 4, non avete qualche suggerimento per le classi di prestigio che potrei usare per farli cattivi e potenti? Avevo pensato ad un druido arrabbiato con chi (secondo lui) danneggia la natura, oppure ad un bardo che convince gli altri a commettere crimini al suo posto, o anche ad un ladro opportunista, stile Lupin per capirci, ma che poi spende tutto quello che ruba; ci starebbe bene anche un classicissimo necromante, ma non riesco a renderli abbastanza malvagi. Il livello mi serve per avere dei PNG difficili da affrontare all'inizio, ma che rappresentino una sfida anche ai livelli più alti, specie se agiranno in gruppo.
Logicamente poi nell'organizzazione ci sono altri seguaci che non starei a perfezionare così tanto, che stanno lì per paura o perché sono influenzati o anche perché credono fermamente negli ideali dei sinistri sei (i teorici capi dell'organizzazione).

Che ne dite? Suggerimenti sparsi sono ben accetti

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 3
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Popular Days

Top Posters In This Topic

My two cent:

3 ore fa, Pecok ha scritto:

Avevo pensato rispettivamente ad una guardia nera e ad uno gnomo illusionista, ma sono variabili, l'importante è il concetto che ci sta dietro, cioè che quello che sembra il boss non lo è. Prima domanda: come faccio a rendere il vice effettivamente più forte del boss senza che lo sembri? [questi due dovrebbero avere un livello 16-18]

A me gli gnomi come malvagi supremi non sono mai andati giù, una volta ne ho creato uno, ma era più un mago pazzo molto potente con manie di grandezza che una mente suprema che controlla tutto da dietro le quinte. Quindi ti direi, considerando il loro scopo:
Capo: Guerriero/mercenario molto celebre, corrotta dalla sete di potere e convinto dal suo vice alla causa con vaghe promesse (potere, soldi, immortalità ecc...). Potrebbe essere anche solo un guerriero di 18°, o magari un guerriero/maestro d'armi, o ancora un warblade o un cavaliere. Mi terrei comunque sul non incantatore né arcano né divino, per giustificare il fatto di essere un po' all'oscuro di chi tira dietro le fila: magari sarà carismatico, ma non così intelligente o saggio.
Vice: Potrebbe essere l'inviato/avatar/ultimo seguace di questa entità, convince il suo capo con le promesse di potere (che poi sono anche vere magari), ma in realtà è tutto uno scopo per riportare una divinità/essere supremo/semidio in vita o sul piano astrale o comunque da dove potrà nuovamente spargere la sua influenza sul mondo. A questo punto lui dovrebbe essere un PG divino, come un chierico o un'anima prescelta (CdP conteplativo o altra da incantatore), che potrebbe passare come consulente spirituale/consigliere del capo, ma in realtà anche a sua insaputa lo sta manipolando. La divinità sarebbe interessante se fosse qualcosa alla Loki, manipolatrice, divinità dell'inganno o simili.

3 ore fa, Pecok ha scritto:

Come sottoposti avrebbero un assassino, magari a capo di una gilda che fa omicidi su commissione (elder scroll's docet), ed un  mago rosso con la sua guardia del corpo (cavaliere Thayan), unico essere umano di cui potrebbe fidarsi [livello 14-16]

Sicuramente ci sta bene un incantatore arcano. A me i maghi rossi come concept non piacciono perché sembrano i classici maghi cattivi senza spessore, quindi mi orienterei su un arcanista malvagio (mago, ma volendo anche stregone) con altra CdP semplicemente perché il mago rosso sembra più uno stampino per dire "Ehi, sono malvagio!", quando magari un mago/mago dell'ordine arcano che segretamente cerca di portare il suo ordine (e non solo lui!) a dominare il mondo per semplice superbia ha una morale e motivazione molto più solida.
Quanto all'assassino ci può stare, anche se qui si cade un po' nella banalità. Io rimanendo sul tema dell'esecutore mi orienterei su una gilda con un capo misterioso con la CdP del viandante spettrale: una figura misteriosa quasi senza volto (in realtà sfigurato in gioventù) di cui nessuno sa nulla e che cova rancore verso il prossimo in un'ideologia nichilista.

3 ore fa, Pecok ha scritto:

Volevo creare dei PNG sicuramente malvagi tutti di livello 12, che presentino delle peculiarità interessanti. Fino ad ora ho creato 

  • Nano guerriero 7/difensore nanico 5 legale malvagio: una specie di roccaforte semovente.
  • Umano chierico 3/stregone 3 /teurgo mistico 6: adoratore di Vecna caotico malvagio gode a veder soffrire le persone, un mago pazzo praticamente.
  • Mezzelfo guerriero 4/stregone 4/ arciere arcano 4: odia tutti, in particolar modo elfi ed umani.

Probabilmente su questi sinistri sei puoi mettere meno spessore e BG che spieghino (non giustifichino!) le loro azioni, però almeno due righe le metterei giù. Ovvero per esempio, va bene il mezz'elfo reietto che vuole dimostrare di essere qualcuno ed è misantropo, però il nano che scopi ha? È solo un gregario senza cervello?
Sul teurgo mistico secondo me invece stride un po' il mago pazzo con il seguace di Vecna, divinità dei segreti e della magia di cui i seguaci si presuppone abbiano un minimo di cervello (non è un fanatico come Erythnul). Piuttosto fai un mago pazzo, ma senza l'influsso divino (o scegli una divinità più consona come appunto Erythnul)

Altre idee di PG:

  • Un umanoide mostruoso o comunque un umanoide selvaggio. Potrebbe essere un coboldo stregone incredibilmente potente, un orco capotribù, un hobgoblin che ha unito tribù di orchi, goblin e hobgoblin, un troll particolarmente selvaggio e potente che controlla le tribù con la forza o simili. Il concetto è qualcuno che in qualche modo ha unito, almeno in parte, gli umanoidi creando da un lato un serio pericolo per i popoli civilizzati, dall'altro può essere un'apparenza che questa società, una volta venuta alla luce, possa portare la pace con queste tribù.
  • Un demone/diavolo, inviato per dare man forte al vicecapo dai piani abissali/infernali. Potrebbe essere una succube/erinni o comunque demone/diavolo che rimane tramutato in umanoide.
  • Il sovrano di un regno (magari uno minore), che potrebbe essere anche lui corrotto dal potere, oppure temere per il futuro e volere "salire sul carro dei vincitori". Su questo ti puoi sbizzarrire, ma potrebbe essere anche un aristocratico smidollato che dalla sua ha solo la ricchezza e l'esercito del regno.
  • Un druido, convinto che questo avvento dell'entità possa portare una sorta di reset del mondo ormai troppo corrotto, come per l'appunto il ciclo naturale che giunge al termine per rinascere a nuova vita.
  • Un drago cromatico, semplicemente malvagio per natura e che vuole avere la sua fetta di potere nel nuovo mondo.
Link to comment
Share on other sites

9 minuti fa, KlunK ha scritto:

A me gli gnomi come malvagi supremi non sono mai andati giù, una volta ne ho creato uno, ma era più un mago pazzo molto potente con manie di grandezza che una mente suprema che controlla tutto da dietro le quinte. Quindi ti direi, considerando il loro scopo:
Capo: Guerriero/mercenario molto celebre, corrotta dalla sete di potere e convinto dal suo vice alla causa con vaghe promesse (potere, soldi, immortalità ecc...). Potrebbe essere anche solo un guerriero di 18°, o magari un guerriero/maestro d'armi, o ancora un warblade o un cavaliere. Mi terrei comunque sul non incantatore né arcano né divino, per giustificare il fatto di essere un po' all'oscuro di chi tira dietro le fila: magari sarà carismatico, ma non così intelligente o saggio.
Vice: Potrebbe essere l'inviato/avatar/ultimo seguace di questa entità, convince il suo capo con le promesse di potere (che poi sono anche vere magari), ma in realtà è tutto uno scopo per riportare una divinità/essere supremo/semidio in vita o sul piano astrale o comunque da dove potrà nuovamente spargere la sua influenza sul mondo. A questo punto lui dovrebbe essere un PG divino, come un chierico o un'anima prescelta (CdP conteplativo o altra da incantatore), che potrebbe passare come consulente spirituale/consigliere del capo, ma in realtà anche a sua insaputa lo sta manipolando. La divinità sarebbe interessante se fosse qualcosa alla Loki, manipolatrice, divinità dell'inganno o simili.

Sullo gnomo sono perfettamente d'accordo, mi stonava parecchio, l'avevo tirato dentro essendo un tipico illusionista, ma devo dire che le tue idee mi piacciono, era esattamente questo che intendevo. Non avevo riflettuto sul fatto che il capo non dovesse essere un incantatore, altrimenti avrebbe vita facile nello scoprire i piani altrui. Magari riesco ad introdurre una divinità alla Loki, mi informerò meglio sulle divinità norrene per poterle introdurre nella campagna, magari sconosciuta ai più, in maniera tale da essere ancora più sorpresi da una cosa che non avevano mai sentito prima

 

12 minuti fa, KlunK ha scritto:

Sicuramente ci sta bene un incantatore arcano. A me i maghi rossi come concept non piacciono perché sembrano i classici maghi cattivi senza spessore, quindi mi orienterei su un arcanista malvagio (mago, ma volendo anche stregone) con altra CdP semplicemente perché il mago rosso sembra più uno stampino per dire "Ehi, sono malvagio!", quando magari un mago/mago dell'ordine arcano che segretamente cerca di portare il suo ordine (e non solo lui!) a dominare il mondo per semplice superbia ha una morale e motivazione molto più solida.
Quanto all'assassino ci può stare, anche se qui si cade un po' nella banalità. Io rimanendo sul tema dell'esecutore mi orienterei su una gilda con un capo misterioso con la CdP del viandante spettrale: una figura misteriosa quasi senza volto (in realtà sfigurato in gioventù) di cui nessuno sa nulla e che cova rancore verso il prossimo in un'ideologia nichilista.

Avevo pensato al binomio mago rosso/cavaliere perché sul Manuale del DM è presentato proprio così, come l'unico di cui il mago si fidasse. Tipo un arcimago e il suo Templare (alla Dragon Age), che vogliono avere il potere assoluto. 
In effetti l'idea dell'assassino sembrava banale anche a me, ma non conoscendo le sfumature cercavo proprio qualche approfondimento che mi potesse aiutare partendo da una mia idea generale

In pratica il mago e l'assassino sarebbero due membri dell'alta società che, di nascosto da tutti, parteggiano per un cambio totale del mondo così come viene presentato, anche se ufficialmente ne negherebbero l'esistenza

21 minuti fa, KlunK ha scritto:
  • Un umanoide mostruoso o comunque un umanoide selvaggio. Potrebbe essere un coboldo stregone incredibilmente potente, un orco capotribù, un hobgoblin che ha unito tribù di orchi, goblin e hobgoblin, un troll particolarmente selvaggio e potente che controlla le tribù con la forza o simili. Il concetto è qualcuno che in qualche modo ha unito, almeno in parte, gli umanoidi creando da un lato un serio pericolo per i popoli civilizzati, dall'altro può essere un'apparenza che questa società, una volta venuta alla luce, possa portare la pace con queste tribù.
  • Un demone/diavolo, inviato per dare man forte al vicecapo dai piani abissali/infernali. Potrebbe essere una succube/erinni o comunque demone/diavolo che rimane tramutato in umanoide.
  • Il sovrano di un regno (magari uno minore), che potrebbe essere anche lui corrotto dal potere, oppure temere per il futuro e volere "salire sul carro dei vincitori". Su questo ti puoi sbizzarrire, ma potrebbe essere anche un aristocratico smidollato che dalla sua ha solo la ricchezza e l'esercito del regno.
  • Un druido, convinto che questo avvento dell'entità possa portare una sorta di reset del mondo ormai troppo corrotto, come per l'appunto il ciclo naturale che giunge al termine per rinascere a nuova vita.
  • Un drago cromatico, semplicemente malvagio per natura e che vuole avere la sua fetta di potere nel nuovo mondo.

Mi piacciono tutti, veramente. Il sovrano si inserirebbe molto bene nella mia ambientazione, sono presenti molti piccoli regni, quindi avendo sentito parlare di questa "setta" ha cercato di farne parte grazie al denaro dei suoi cittadini. Magari potrebbe essere proprio il vecchio nano che ha paura di morire e cerca l'immortalità sfruttando le persone che credono in lui
Per l'umanoide selvaggio avevo pensato anche ad un mezzorco barbaro berserker, arrabbiato con il mondo civilizzato, che è stato "arruolato" per poter creare scompiglio in zone tranquille del continente. Magari dandogli un paio di livelli da stregone per intimidire con l'uso della magia anche coloro che non si piegano alla sua forza. Ma devo dire che mi convince molto di più la figura dell'orco o dell'hobgoblin. Immagino già un tizio grande e grosso che fa a pezzi ogni cosa che incontra con i suoi seguaci che, dietro di lui, lo esaltano con potenti grida-
Avevo in mente un druido ed era proprio così, convinto che per il mondo non ci fosse più speranza, si era unito a questi per poter creare attivamente un mondo migliore, postumo a quello esistente; una specie di "mi dispiace, ma qualcuno deve pur farlo". Penso che possa anche restare un druido di 12°, oppure potrei mettere la CdP del mutaforma combattente per farlo ancora di più a contatto con la natura, in quanto, sentendosi molto più animale che umano, parteggia per la natura stessa, anche a discapito della sua vita. 
Il teurgo l'avevo pensato perché mi piaceva la combinazione di magia arcana e divina, un mago che poteva prendere dei poteri da tutte le fonti possibili per poter "giocare" con la vita delle persone; guarderò con più attenzione Erythnul, dato che non conoscevo bene Vecna, pensavo che andasse bene il suo allineamento Neutrale Malvagio.
Il drago sarebbe interessante, magari la sua presenza sarebbe molto più minacciosa rispetto agli altri umanoidi. Credo però che sottostare agli ordini, più consigli nel suo caso, di alcuni umani non sia molto nell'ottica di un drago cromatico. Magari potrebbe andare bene come una specie di ulteriore boss; tutti convinti di aver salvato il mondo spunta fuori un drago rosso antico che, arrabbiato per il fallimento del suo piano, attacca gli eroi (e probabilmente se li mangia).

In ogni caso mille grazie, sei stato gentilissimo. Terrò presente molti dei tuoi consigli
 

Link to comment
Share on other sites

11 minuti fa, Pecok ha scritto:

Magari riesco ad introdurre una divinità alla Loki, mi informerò meglio sulle divinità norrene per poterle introdurre nella campagna, magari sconosciuta ai più, in maniera tale da essere ancora più sorpresi da una cosa che non avevano mai sentito prima

Se vuoi rimanere sulle divinità di Grayhawk senza scomodare quelle norrene c'è Iuz, semidio della falsità, lo trovi descritto sul perfetto sacerdote. Magari lo scopo qui è renderlo una divinità a tutti gli effetti.

13 minuti fa, Pecok ha scritto:

In pratica il mago e l'assassino sarebbero due membri dell'alta società che, di nascosto da tutti, parteggiano per un cambio totale del mondo così come viene presentato, anche se ufficialmente ne negherebbero l'esistenza

Aggiungo che l'esecutore (per non fare confusione con la CdP dell'assassino), magari è conosciuto come un nobile o altra personalità di rilievo della società, anche se ovviamente è solo una facciata.

15 minuti fa, Pecok ha scritto:

Il drago sarebbe interessante, magari la sua presenza sarebbe molto più minacciosa rispetto agli altri umanoidi. Credo però che sottostare agli ordini, più consigli nel suo caso, di alcuni umani non sia molto nell'ottica di un drago cromatico.

Verò, però anche i draghi temono le divinità. Se lui è al corrente che c'è di mezzo qualcuno di molto potente o divino, potrebbe seguire gli ordini (magari solo del vice, in quanto portavoce), anche se con la superbia che potrebbe contraddistinguerlo.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
×
×
  • Create New...