Jump to content

Benvenuto in Dragons’ Lair

La più grande e attiva community italiana sui giochi di ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Progetta Le Tue Avventure #9: Programmazione ad Incontri

Eccovi il nono articolo della mia serie di consigli per progettare le avventure.

Read more...

Hexcrawl : Parte 7 - Scheda del DM

Un'utile scheda per i DM realizzata per aiutarli a tenere traccia degli esagoni da percorrere, degli incontri e di molti altri elementi importante durante un hexcrawl.

Read more...

Spunti di trama "Serpentini": Fazioni Ribelli - Parte 2

Continuiamo la nostra serie di agganci di trama basati sulle fazioni di Eversink.

Read more...

Death Metal

I metalli sono sempre stati estremamente preziosi per ogni civiltà, ma da dove hanno avuto origine?

Read more...
By Lucane

L'Arte della Legenda: Parte 2 - La Legenda Essenziale

Dal blog The Alexandrian eccovi la seconda parte di una guida rapida alla creazione di una legenda per le nostre avventure. 

Read more...

Razza Extaminaar, consigli per bilanciarla


Valerio80
 Share

Recommended Posts

Salve a tutti, ritorno sul forum dopo tanto tempo perché con l'uscita di questa nuova edizione ho ricominciato a giocare e a fare il master, e mi servirebbero un po' di consigli.

Il primo che vi chiedo è sulla creazione di una nuova razza, gli Extaminaar, che se ho ben capito sono umani con sangue Yuan-Ti. Non mi sono basato su alcun manuale, l'ho inventata sulla base dei desideri del giocatore, ma al momento è troppo forte rispetto a quelle base.

Come potrei modificarla secondo voi?

Che bello essere tornato! :-)

Extaminaar.pdf

Link to comment
Share on other sites


Grazie per la risposta!

Un talento nella 5.0 equivale a 2 punti caratteristica, quindi secondo te potrei bilanciarlo lasciando il veleno e togliendo 2 punti di incremento caratteristica? Perché si tratta di una caratteristica che fa parte della sua biologia, mi sembra strano fargliela prendere nel corso dei livelli...

Preferirei però trovare un modo di bilanciare il tutto senza togliere di netto cose, ma magari depotenziandole un po' tutte, oppure aggiungendo un malus che le controbilanci.

Per la varietà ricorda che lui comunque avrebbe un solo veleno da scegliere in fase di creazione del personaggio, non tutti e cinque.

Le CD dei veleni ti sembrano bilanciate?

Link to comment
Share on other sites

le CD sono sempre calcolate con la formula 8+proficiency+caratteristica chiave

il morso (non ha senso limitarlo ad 1 danno, mettigli il danno normale per un attacco del genere) andrebbe limitato ad uno ogni riposo lungo (al limite un talento per accorciarlo ad 1 ogni riposo breve) mentre lo sputo lo eliminerei proprio

la forma di serpente assolutamente come azione e non come azione bonus e con una limitazione di tempo e utilizzi: una volta per riposo lungo con durata di massimo 1 ora secondo me basta. il vantaggio alla prova di stealth ci può stare, ma lo svantaggio a tutti non ha senso

  • Like 2
Link to comment
Share on other sites

Potresti eliminare i bonus alla caratteristica, ma mi pare poco indicato. Sopratutto in considerazione che credo sarebbe maggiormente idoneo valutare una trasmissione genetica dell'agilità prima che del veleno che implicherebbe delle ghiandole ad hoc mentre l'agilità è solo un miglioramento di muscoli/organi/ecc esistenti, come elfi e altre razze. 

Per il resto entrambi i consigli qua sopra sono buoni, ma limiterei a N/short o long rest l'uso del veleno, non del morso in se, anche se un attacco in più è tanto. Personalmente lascerei l'ipotesi talento. 

Link to comment
Share on other sites

Per essere brutalmente onesto la razza è al momento semplicemente rotta. l'idea di base è buona ma i vari tipi di veleno vanno dall'inutile (i danni ad ogni turno) allo sbroccato (la paralisi) e con formule di difficile comprensione le cui meccaniche "vogliono ma non possono" (l'acido). in tutto questo la classe ha anche una versione potenziata di un privilegio di secondo livello del druido (nella pratica diventa un serpente invisibile).

le prime proposte di miglioramento sono di modificare il veleno ma eliminando le scelte multiple (addormentare, paralizzare o confondere sono poteri davvero notevoli).

- morso: il personaggio sviluppa un paio di potenti fauci con cui mordere i nemici che infliggono 1d4 danni perforanti con un attacco a segno. questi attacchi sono considerati armi finesse e il personaggio è competente in essi.

- veleno: una volta per riposo breve, quando il personaggio colpisce con un attacco con le sue fauci, può infliggere 2d6 danni da veleno aggiuntivi. questi danni aumentano a 3d6 al 6°, a 4d6 al 11° e a 5d6 al 16°.

- sputo acido: una volta per riposo breve il personaggio può sputare acido verso un nemico vicino come azione. Scegli un nemico entro 6m che deve superare un TS DES (CD 8+competenza+COS) oppure, fino alla fine del prossimo turno del personaggio,  tutti gli attacchi nei suoi confronti hanno vantaggio.

la capacità di trasformarsi in serpente invece è davvero problematica perché decisamente forte. per equilibrare la cosa più immediata che mi viene in mente è quella di usare le regole per la trasformazione del druido, mettere come unica forma disponibile quella del serpente velenoso del manuale dei mostri e limitare la durata ad un ora per riposo lungo.

se poi ti piace che il personaggio sia furtivo in questa forma allora potresti aggiungere la competenza in furtività al posto di scurovisione o la resistenza ai veleni.

 

e tieni presente che anche con queste modifiche rimane una razza comunque molto forte

Link to comment
Share on other sites

  • 3 weeks later...

Scusate se non mi sono fatto più sentire ma non abbiamo giocato per un po' e la cosa è rimasta in standby.

Purtroppo non ho la Volo's guide quindi non ho potuto guardare gli Yuan-TI, però ho apportato diverse delle modifiche che mi avete suggerito. Allego la versione modificata dove ho evidenziato in rosso i cambiamenti e anche qualche frase chiave che non è cambiata ma serve a mettere in evidenza i limiti delle abilità che ha la razza.

So che è ancora forte ma il power level dei personaggi del gruppo è alto quindi non sarà sbilanciante, e poi il giocatore è una persona tranquilla e ragionevole, se dovessi vedere che qualche sua abilità è "sgravata" non avrà problemi a farsi ribilanciare nel corso del gioco.

Grazie ancora per l'aiuto! :-)

Extaminaar MOD.pdf

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

  • Similar Content

    • By Vale73
      Ciao, una domanda secca: le stirpi piccole, goblin, halfling e gnomi, hanno limitazioni nelle armi che possono impugnare, in Pathfinder 2? Sto leggendo, probabilmente in modo superficiale, il manuale, ma non riesco a trovare nulla al riguardo. 
      Grazie mille!
    • By Eowarar
      Ciao a tutti !
      Volevo avere alcune conferme riguardo i forgiati in 5 edizione; io faccio riferimento alla razza solamente a quella descritta in Eberron: Rising of the last war. Ci sono altri manuali dove è stata aggiornata o quella è l'unica ?
      Inoltre volevo sapere come funzionava il discorso delle cure, è come nelle altre edizione, ovvero che gli incantesimi di cura funzionavano solo per metà del loro potere (se non ricordo male) e bisogna usare incantesimi di "riparazione" oppure è subiscono le cure come tutte le altre razze ?
      Su Rising of the last war non c'è scritto nulla a riguardo
    • By MadLuke
      Ciao,
         nella mia ambientazione esiste la razza in oggetto, ispirata ai popoli della steppa all'epoca di Gengis Khan. L'appartenenza di un personaggio a questa razza però è puramente culturale in quanto come meccaniche viene considerata semplicemente un umano. Voglio provare a trasformarla a livello meccanico in semi-umano per caratterizzarla in maniera più marcata, più specificatamente equiparla ai mezzelfi*, perciò pensavo:
      +1 For, +1 Cos, -1 Int, -1 Car
      +2 Addestrare animali, Intimidire, Sopravvivenza
      +4 Cavalcare (può sempre prendere 10)
      +2 Tiri salvezza vs. Freddo magico e comune
      Competenza nell'uso di Kukri, Scimitarra, Falchion e Falcione
      Classe preferita: Barbaro

      *Nella mia campagna per i mezzelfi ho adottato la variante proposta in UA, per cui i mezzelfi hanno diritto di rinunciare solo al talento bonus al primo livello o al PA bonus ogni livello, a scelta del giocatore, non ad entrambi, e lo stesso andrebbe a valere per gli Huergar.
      Tutto ciò premesso, vi pare equilibrata?
      Ciao e grazie, MadLuke.
    • By Eowarar
      Ciao a tutti !
      Vorrei chiedervi un consiglio su come interpretereste il fatto di un vampiro progenie, il cui creatore viene ucciso da terzi.
      La progenie ha diritto di diventare sangue puro oppure no ?
      Mi spiego meglio, nel manuale c'è scritto "Se un vampiro puro consente a una progenie di bere il sangue del suo stesso corpo, la progenie si trasforma in un vampiro puro a sua
      volta e non è più sotto il controllo del suo padrone. "
       Quel "consente" come va interpretato ? Da come la vedo io e forse da come sono stato influenzato da film e storie sui vampiri, è il puro che concede di bere il proprio sangue al creato.
      Ma se questo creatore muore, la progenie può comunque diventare un puro ?
      In teoria deve diventare puro se beve il sangue di un puro non del proprio creatore.
      Deve essere consenziente il puro o può essere "costretto" in qualche modo ?
       
      O sbaglio ?
       
      Inoltre, mettiamo che il puro viene ucciso, la progenie può bere il suo sangue e diventare quindi puro ?
      Io sono dellì'idea che non può a causa di quel "se un vampiro puro consente"
    • By Keyn
      Dopo il mio tentativo di creare una razza homebrew da zero e il risultato tutto sommato ben riuscito ho deciso di continuare e provare qualcosa di un pò più complesso.
      Una razza che mi è sempre piaciuto giocare su pathfinder 1e e che mi è dispiaciuto molto non trovare su D&D 5e è il Dhampir
      Perciò ho tentato di creare una mia interpretazione della razza in questione, con tanto di sottorazze, per la 5° edizione di D&D
      Premessa: so che ci sono già diversi homebrew per la razza dei Dhampir ed anche alcune razze ufficiali per un PG vampiro infatti per molte capacità e tratti razziali mi sono ispirato ad alcune di esse cambiando alcune cose che mi sembravano troppo potenti o poco se non per nulla utilizzabili, in particolare il modo nel quale sono gestite le sottorazze appartiene ad un altro homebrew che ho visto qualche mese fa io mi sono solo limitato a cambiare alcune cose e ad aggiungere un pò di flavour text
      Detto questo se avete opinioni consigli o critiche sono tutte ben accette
      Dhampir.pdf
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.