Jump to content

Benvenuto in Dragons’ Lair

La più grande e attiva community italiana sui giochi di ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Recensione: Tasha's Cauldron of Everything

Con colpevole ritardo pubblichiamo la recensione del penultimo manuale uscito per D&D 5E: Tasha's Cauldron of Everything.

Read more...

Quando un lupo non è un lupo? - Parte 2

Oggi Goblin Punch vi parlerà di una possibile e viscida variante per i vampiri per le vostre avventure.

Read more...

La WotC prende il controllo della localizzazione in Italia di D&D 5E

Un comunicato stampa appena rilasciato dalla Asmodee annuncia una importante novità per il futuro di D&D 5E in Italia.

Read more...

Viaggio nella DM's Guild XI - Il Genio dell'Illusione

Il Genio dell'Illusione è un’avventura Gdr in stile Fantasy/Medievale scritta ed illustrata da Matteo Valenti.

Read more...

I Racconti di Arthaleorn

Andiamo a scoprire una serie di romanzi fantasy italiani intimamente intrecciati con il mondo dei GdR.

Read more...

Fate of Artha


Recommended Posts

Salve a tutti,

mi presento, sono Filippo un giocatore di lunga data; Ho giocato a numerose edizioni di D&D, Vampiri, ecc ma senza disdegnare i vari indie. Fra i vari giochi di nuova generazione ho apprezzato molto Fate e ho deciso di crearne un mondo d'avventura a tema fantasy su cui ho lavorato per più di un anno tra playtest e rifinitura del testo.  Nelle mie intenzioni FoA doveva essere un gioco libero, per chiunque volesse giocaci, quindi mi trovo a condividerlo qui con voi. Ecco di seguito una breve introduzione per meglio chiarire gli scopi del gioco. Buona lettura

 

Benvenuti, avventurieri; sedetevi al tavolo della taverna della Lontra Allegra e ascoltate la storia di Artha, un mondo antico in cui l’eterno conflitto tra bene e male resta in bilico. Potrete esplorare questo mondo passando per terre misteriose, popolate da diverse razze. Date man forte ai vostri amici nel momento del bisogno, sia esso una battaglia contro un drappello di troll o un sotterraneo che nasconde un antico rituale.
La storia che vi accingete a narrare si svolge sul continente di Sadrien, un luogo di magia, di crudeli antagonisti e di giovani sprovveduti con il potenziale per diventare eroi. Addentratevi nel mondo di Artha.

UN MONDO DI MAGIA
Artha è un mondo ricco di magia. Le civiltà del passato hanno lasciato in eredità antichi rituali, magici artefatti e la stessa natura è stata modificata dalla magia. Oggi la magia non è che l’ombra di ciò che era un tempo; anche i maghi più potenti sono in grado di creare effetti magici limitati, come generare una piccola fiamma o modificare la forma di un albero, con i giusti rituali.
Fate of Artha narra di come questa magia influisca sul mondo, per mano di coraggiosi guerrieri e di subdoli incantatori. Voi da che parte vi schiererete?

LE STORIE DI FATE OF ARTHA
Il mondo di Fate of Artha rientra nella definizione di high fantasy, cioè un mondo caratterizzato da una netta distinzione tra bene e male, in cui i malvagi non hanno speranza di redenzione.
I protagonisti, in genere, sono personaggi giovani, sprovveduti e con pochi mezzi, che partono all’avventura. Questi protagonisti vengono presto coinvolti in qualcosa più grande di loro, da cui dipendono le sorti del mondo. 
Per raggiungere i propri scopi questi personaggi potranno contare sul proprio gruppo o sui loro amici, spesso provenienti da popoli diversi. A questi si contrappongono dei crudeli antagonisti, spesso non molto intelligenti, ma dotati di grandi capacità fisiche.
Fate of Artha è quindi un gioco nostalgico, che ci permette di ricreare quelle storie che ascoltavamo da bambini, a bocca aperta, parteggiando per gli eroi senza macchia e senza paura.

https://www.scribd.com/document/389369851/Fate-of-Artha-Core-2-0

Edited by ThinkGeek
  • Like 3
Link to post
Share on other sites

  • Replies 4
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Salve a tutti, mi presento, sono Filippo un giocatore di lunga data; Ho giocato a numerose edizioni di D&D, Vampiri, ecc ma senza disdegnare i vari indie. Fra i vari giochi di nuova generazio

Ciao!

Ma che figata, sembra interessante! Mi piace il modo in cui declina gli aspetti e i talenti sull'ambientazione, e anche alcune scelte di termini (confronti per i tipi di scene mi intriga molto per esempio, non sono sicuro di essere d'accordo nel chiamare sfinimento per il più generico stress, ma comprendo la necessità).

Ti va se lo aggiungiamo come risorsa tra quelle presenti su fateitalia.it?

 

Link to post
Share on other sites

Ciao, sono contento che sia piaciuto. La parte su aspetti e talenti collegati all'ambientazione e alla creazione della partita è stata una di quelle che ha richiesto più tempo e ne sono parecchio orgoglioso.

Purtroppo la parte sullo sfinimento dopo alcune prove non poteva essere resa al meglio. Ho modificato la parte della licenza come sul sito FateItalia 😉

Sarei felicissimo lo condivideste anche sul sito di FateItalia

Buon gioco

Edited by ThinkGeek
Link to post
Share on other sites

Ottimo, allora procedo, poi "spammo" un po' anche nelle comunità dedicate!

PS: nella parte della licenza, a parte l'attribuzione, puoi indicare che anche il tuo materiale è sotto CC-BY, come prima, indicando quale. O qualsiasi altra licenza tu voglia utilizzare. Insomma, l'attribuzione serve per poter utilizzare il sistema, a piacimento, poi ogni opera può avere la sua licenza, come giusto e come consentito dalla CC-BY.

E ancora complimenti 😉

Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
  • Similar Content

    • By Urbaman
      Ciao a tutti!
      Finalmente è partita la campagna di raccolta fondi per Fate Core Edizione Italiana!
      Per tutte le informazioni a riguardo vi rimandiamo alla pagina del progetto.
      Accorrete numerosi e fateci sentire il vostro supporto!

    • By TartaRosso
      Vi segnalo il kickstarter per la conversione di questa ambientazione di fantascienza al sistema fate core.
      Trovate un po' di informazione ai seguenti link.
      http://en.m.wikipedia.org/wiki/Dawning_Star
      http://dawningstar.com/
      http://www.kickstarter.com/projects/justindjacobson/dawning-star-fate-of-eos
      Inviato dal mio MK16i con Tapatalk 2
    • By TartaRosso
      A questo link trovate il racconto di una mia sessione di Fate Core esclusivamente della parte fiction (fatto da Luca):
      http://www.dragonisland.it/distribution/viewtopic.php?p=51131#p51131
      Qua sotto invece trovate l'Actual Play della sessione.
      Qualche sera fa, mi sono trovato in hangout (la videochiamata di google plus) con Luca (ha giocato Leeroy il chirurgo), Mauro (Capitano delle guardie) e Ruggero (bibliotecario di una biblioteca perduta) per giocare una sessione di Fate Core.
      Io facevo il master. Dovevamo finire la creazione dei personaggi. Purtroppo Ruggero ha avuto un contrattempo. Quindi abbiamo finito i PG di Luca e Mauro e siamo passati a fare una piccola avventura introduttiva.
      CREAZIONE DELLO SCENARIO
      Per costruire lo scenario, mi sono attenuto al metodo/schema descritto nel manuale.
      Quindi ho preso due aspetti dei due PG (il chirurgo pazzo e il capitano delle guardie) e li ho legati insieme. In questo caso li ho legati insieme in modo da non mettere necessariamente i due pg dalla stessa parte anche se, per come erano enunciati i due aspetti mi immaginavo che i personaggi avrebbero collaborato.
      Ho preso l'aspetto "mi tiro fuori sempre dai guai in cui mi caccio" dell'allegro chirurgo Leeroy. L'enunciazione dell'aspetto non è troppo chiara in verità, perchè non spiega con che stile si mette nei guai. Ma la storia che ha dato origine all'aspetto lo chiarisce abbastanza. Quello di formulare in maniera chiara tutti gli aspetti è una difficoltà che ho troavto nel Fate. Per ovviare a questo, di solito basta guardare alla storia che ha generato l'aspetto e lo si capisce meglio.
      Comunque in fase di generazione dei personaggi ritengo importante creare degli aspetti chiari.
      Ho poi preso l'aspetto "Io devo qualcosa ai Troll, i Troll devono qualcosa a me" del capitano.
      Le ho combinate molto semplicemente insieme. Leeroy ha fatto un lavoro alla banda dei Troll e il lavoro è andato male (si è messo nei guai). Ovviamente i Troll si rivolgono al capitano, essendo lui in contatto con Leeroy (sia per altri aspetti sia per il background raccontato dai giocatori durante le fasi di creazione dei PG).
      Quindi la procedura di usare gli aspetti per creare lo scenario (scenario banale in questo caso) ha funzionato bene. Ho seguito anche tutte le altre indicazioni come il fatto che ci fosse un avvenimento non ignorabile da parte dei personaggi.
      L'unica forzatura allo schema (o almeno a me è sembrata tale), comunque concordata con i giocatori, è stata dire che Leeroy si era messo nei guai prima della parte di storia narrata durante il gioco.
      Il sistema di creazione mi sembra piuttosto semplice e al contempo flessibile. L'ideale per me. Mi permette di creare uno scenario seguendo uno schema ma mi lascia un'ampia liberta in come modellare questo schema. Come tutti i sistemi ovviamente non è perfetto. Dipende molto dall'aver creato degli aspetti interessanti e chiari (anche se questo va detto, viene ripetuto in continuazione nel manuale). Inoltre ho il dubbio che in qualche situazione lo schema si possa incartare (ma questo lo scoprirò solo contiunando a giocare).
      Si può creare uno scenario anche piuttosto articolato in pochissimo tempo , con la quasi certezza che lo scenario conterrà elementi di interesse per i giocatori.
      L'USO DEI PUNTI FATO
      Non ho avviato la scena in medias res (come suggerisce di fare il manuale) ma avevo ben chiaro l'obiettivo della prima scena (come sottolineato dal manuale).
      Nella seconda abbiamo utilizzato le meccaniche (anche se solo quelle "di indirizzo della storia"). Una prima volta ho tentato l'aspetto del Capitano "i troll devono qualcosa a me, io devo qualcosa ai Troll". Avrei dato un punto fato al giocatore del capitano se il Capitano accettava di consegnare Leeroy. Il giocatore non ha accettato.
      Sono tutt'ora indeciso sul fatto se in questa situazione la meccanica del tentare un aspetto per creare situazioni interessanti abbia funzionato a modo. Infatti l'aspetto era in contrasto con un altro aspetto del capitano cioè "pago sempre i miei debiti" (il chirurgo ha salvato la vita al capitano in passato). Comunque, ho preso il punto fato al giocatore. In questo senso la meccanica ha funzionato. Perchè creerà fame dipunti fato. Va detto che rimango sempre in dubbio se abbia senso che la meccanica preveda di donare un punto fato se il giocatore accetta la complicazione e deve invece cederlo se non l'accetta. Il sistema funzionerebbe lo stesso se il giocatore non dovesse cedere se non accetta? Bo intanto gioco come da regolamento. Poi piano, piano mi farò un'idea.
      Nella stessa scena ho usato un altra volta il tentare il personaggio. Questa volta con il chirurgo. Ho tentatoil suo aspetto "La droga mi possiede". Avrei dato un punto fato se il personaggio accettava di andare spontaneamente con i Troll dopo che gli avevano offerto della droga. Il giocatore ha accettato e effettivamente ne è venuta fuori una scena divertente.
      Un commento su questa meccanica. In pratica gli aspetti, dal punto di vista di questa meccanica, sono delle flag che dicono cosa piace vedere al giocatore per il suo pg. In teoria quindi potrebbero essere messi lìcome segnali per il master e gli altri giocatori senza che avessero nessuna efficacia meccanica quando creano problemi.
      Ovviamente il fatto che diano punti fato incentiva a mettersi nei guai. E questo è importante per l'economia narrativa e meccanica del gioco. Però non è tanto questo aspetto (degli aspetti ) che ha attirato la mia attenzione. Mi ha attirato la differenza di percezione fra dire: "ehi facciamo che il tuo personaggio decide di andare con i Troll spontaneamente?" e dire "tento il tuo aspetto e ti dò un punto fato se vai col Troll".
      E' una differenza di percezione ovviamente ma in un gioco fatto di parole (come i giochi di ruolo) la percezione è una parte importante (per qualcuno decisiva).
      A questo punto il giocatore di Leeroy ha usato una delle possibilità offerte dai punti fato. Ha speso un punto fato e ha fatto una dichiarazione riguardo alla scena. E' stato lui ad inserire il fatto che il capo dei Troll avesse una macchia che indicava la malattia del "candido tremore". Per me cosa azzeccatissima.
      LA CHALLENGE/SFIDA
      Nella scena successiva è stata avviata una sfida per curare il capo dei Troll sotto i ferri. La sfida è la modalità di prova/scontro estesa più semplice fra le tre estese (cioè sfida, gara, conflitto). Abbiamo discusso un po' insieme se fosse il caso di usare le meccaniche per risolvere la cosa. Una delle regole del fate core per decidere se fare una prova è che la sconfitta e la vittoria siano interessanti alla stessa maniera. Altrimenti la prova è inutile da fare (nel senso che i personaggi vincono automaticamente, il più delle volte o non ci riescono automaticamente, se ha senso). Deciso che era interessante abbiamo parlato di cosa fosse più divertente utilizzare in questa situazione. Forse potevamo fare anche un conflitto (contro la malattia ad esempio) ma alla fine abbiamo scelto una semplice sfida. Con tre tiri. Uno su "lore" (conoscenza) per vedere quanto Leeroy sapesse della malattia. Uno su craft per operare. E uno su will (forza di volontà) per vedere quanto l'influenza della droga lo facesse sbagliare (mi accorgo adesso che avrei dovuto dare un punto fato in questa situazione, perchè questa è una complicazione creata dall'aspetto; o almeno credo).
      Per quanto riguarda le difficoltà delle prove ho seguito le indicazioni del manuale. La difficoltà delle prove ha certi valori bassi se si vuole solo far risplendere i personaggi, valori medi se si vuole essere incerti della riuscita, valori elevati se si vuole vedere fallire i personaggi con molta probabilità.
      Non mi sono quindi attenuto a quella che pensavo che fosse la difficoltà reale delle prove. Invece ho considerato che volevo vedere incertezza sulle prove (sia il successo che il fallimento erano due opzioni interessanti). Ed ho impostato le difficoltà di conseguenza.
      Non abbiamo ancora provato il conflitto. Che è la parte più meccanicamente succosa del gioco. Ma sono fiducioso che possa essere divertente. L'unico mio dubbio è che possa risultare troppo lungo. Nel qual caso potrei ridurre le stress track o adottare il sistema di "Awesome Adventures" che elimina del tutto le stress track.
      Il gioco lo abbiamo appena assaggiato ma sinceramente promette bene. Mi sembra un gioco che funziona assai bene per creare delle sessioni avventurose (anche se ancora non ho provato il conflitto che è una parte importante del gioco).
      Inviato dal mio MK16i con Tapatalk 2
    • By Daniele Di Rubbo
      Tirnath-en-Êl Annûn è un mondo di avventure per Fate ambientato nella Terra di Mezzo. Dal 2014 lo sto sviluppando, scrivendo e illustrando assieme agli altri due autori: Antonio Amato e Daniel Comerci.
      In Tirnath-en-Êl Annûn (sindarin per “Guardiani della Stella d’Occidente”) si giocano i membri di un ordine fondato da Elendil l’Alto, primo Alto Re di Arnor e Gondor, impegnati a difendere il Regno del Nord durante la Guerra di Angmar, combattuta contro il malvagio Re Stregone e i suoi servitori, nel cuore della Terza Era.
      È un gioco che parla di amicizia, lealtà, eroismo, corruzione, redenzione e di per cosa valga la pena combattere, morire e sacrificarsi.
      La prima fase di playtest pubblico durerà dal 2 giugno al 30 novembre 2019. Se siete interessati a partecipare, potete scaricare tutto il materiale necessario tramite il link sottostante:
      https://tirnathenelannun.eu/playtest-kit/
      Meneg suilaid,
      Daniele

    • By Caius
      Salve a tutti.
      Prima o poi mi vedrò con il mio gruppo di amici per iniziare a provare davvero FATE(base). Ho bisogno di una mano nel creare una sessione avvincente che ci permetta di testare tutte le regole per impararle(visto che sarò il GM).
      Trama della sessione: i PG si trovano all'interno della proprietà di una giovane nobildonna, Cassandra, figlia di uno stregone, la quale possiede una magione. 
      Il padre, per qualche motivo, è fuori da un sacco di tempo e non interverrà nella sessione. Cassandra, durante la sua assenza, per combattere la noia, eseguì un rituale descritto da uno dei libri del padre, per evocare creature da un altro piano.
      Cassandra non si accorse che il rituale avesse realmente sortito effetto e, finito il gioco, ritornò alla sua solita vita noiosa. Ma in realtà aprì un varco attraverso lo specchio, da cui poi uscirono creature extraplanari.
      Ora, queste creature sono dapprima fuggite non sapendo dove si trovavano, ma dopo qualche giorno torneranno ad assalire il magione per utilizzare il portale per i propri scopi.
      Durante quel giorno ci saranno anche i PG 😃, che si troveranno all'interno del magione per vari motivi.
      -------------------------------------------------
      Avevo in mente di dividere la sessione in vari scenari, caratterizzati da diverse scene d'azione. Ogni scena dovrebbe implicare l'uso di una o più meccaniche di FATE(versione base). Voi come fareste?
      [Smetto di scrivere che è già un Wall of Test questo]

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.