Jump to content

Daniele Di Rubbo

Circolo degli Antichi
  • Content Count

    244
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    2

Daniele Di Rubbo last won the day on December 8 2015

Daniele Di Rubbo had the most liked content!

Community Reputation

79 Ogre

1 Follower

About Daniele Di Rubbo

  • Rank
    Apprendista
  • Birthday 05/08/1986

Contact Methods

Profile Information

  • Gender
    Maschio
  • Location
    Persico Dosimo (CR)
  • GdR preferiti
    Sono appassionato di molti giochi di ruolo indie.
  • Occupazione
    Studente universitario

Recent Profile Visitors

1,054 profile views
  1. Ok, allora non la conosco e non posso aiutarti, mi spiace. 🙁
  2. Quando dici «seconda edizione» intendi proprio la seconda o la seconda edizione rivista (che è stata contata come terza edizione)?
  3. Tirnath-en-Êl Annûn è un mondo di avventure per Fate ambientato nella Terra di Mezzo. Dal 2014 lo sto sviluppando, scrivendo e illustrando assieme agli altri due autori: Antonio Amato e Daniel Comerci. In Tirnath-en-Êl Annûn (sindarin per “Guardiani della Stella d’Occidente”) si giocano i membri di un ordine fondato da Elendil l’Alto, primo Alto Re di Arnor e Gondor, impegnati a difendere il Regno del Nord durante la Guerra di Angmar, combattuta contro il malvagio Re Stregone e i suoi servitori, nel cuore della Terza Era. È un gioco che parla di amicizia, lealtà, eroismo, corruzione, redenzione e di per cosa valga la pena combattere, morire e sacrificarsi. La prima fase di playtest pubblico durerà dal 2 giugno al 30 novembre 2019. Se siete interessati a partecipare, potete scaricare tutto il materiale necessario tramite il link sottostante: https://tirnathenelannun.eu/playtest-kit/ Meneg suilaid, Daniele
  4. Ottima considerazione. Consiglio solo prudenza sul rigirare le domande su cose così “tecniche” ai giocatori, perché sa di fregatura e di pigrizia del GM mascherata da “guarda quanto sono indie”. A un certo punto, il GM deve fare delle scelte e dire delle cose: non può chiedere ogni cavolata ai giocatori. Invece, ha molto senso rigirare le domande ai giocatori quando di definiscono elementi della narrazione che riguardano i loro personaggi. Se, per esempio, abbiamo un elfo mago e salta fuori che la magia degli umani e quella degli elfi è diversa, sarà più che legittimo chiedere: «E in che cosa è diversa la vostra magia?». Ma in un caso come quello, a me verrebbe da dire: «Guarda, se non c’hai voglia faccio io da GM. Decidile tu queste cose!». 😂
  5. Prego. Tieni conto che la cosa migliore per riuscire a giocarci bene è giocarci, fare inevitabilmente degli errori e cercare di fare meglio nelle partite successive. Non c’è nulla di male a fare degli errori: l’importante è imparare a giocare meglio (in questo caso a Dungeon World). 😉
  6. Io, invece, ho il problema opposto: mi sono iscritto alla sezione “Altri GdR” e alla sezione “Indie” ma mi arriva una notifica su tre. Passano settimane senza che riceva notifiche e, quando torno sul forum, scopro che ci sono delle nuove discussioni. A cosa può essere dovuto?
  7. No, perché quando giochi a Dungeon World cambia completamente la mentalità rispetto a come funziona in altri giochi di ruolo. Quello che ti chiedi come giocatore e come game master non è “Quanto è difficile questa azione? Quanto è probabile che un personaggio ci riesca?”, ma piuttosto “Come funzionano questo genere di situazioni in una storia?”. E no, in una storia non hai mai sentito di un protagonista che contava i metri e tirava con l’arco in maniera più difficile perché il bersaglio era più distante. In Dungeon World, per capire se è plausibile che un’arma arrivi a una certa distanza, hai le etichette della gittata ma, al di là di quelle, funziona come in un fumetto, un romanzo o un film. E, quindi, niente difficoltà diverse per le gittate. Entra nella mentalità del gioco e vedrai che risultati!
  8. Dunqora è molto bello e te lo consiglio ma, per onestà, sopra non te l’ho citato perché non è propriamente un dark fantasy. Di certo ha anche delle pennellate nere, ma questo è tipico di quasi tutti i giochi fantasy.
  9. Ok… ci sto pensando, ma in italiano non mi viene davvero in mente nulla di dark fantasy, e i giochi che hai citato tu non li conosco quel minimo necessario per potermi esprimere a loro favore oppure no.
  10. Ti interessa solo un consiglio tra i giochi che hai nominato o, nel caso, anche altri? Ti interessano solo giochi scritti in italiano o anche in inglese vanno bene?
  11. Mai dire mai. Per ora io non so niente a riguardo.
  12. L’ho preso anche io (dal Kickstarter) e devo dire che sembra davvero carino. Per la traduzione italiana, non so… ha altri due bei giochi pubblicati e pare che nessuno ci si sia avvicinato, finora. Speriamo…
  13. Grazie per la recensione in poche parole!
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.