Jump to content

Fate of Artha


ThinkGeek
 Share

Recommended Posts

Salve a tutti,

mi presento, sono Filippo un giocatore di lunga data; Ho giocato a numerose edizioni di D&D, Vampiri, ecc ma senza disdegnare i vari indie. Fra i vari giochi di nuova generazione ho apprezzato molto Fate e ho deciso di crearne un mondo d'avventura a tema fantasy su cui ho lavorato per più di un anno tra playtest e rifinitura del testo.  Nelle mie intenzioni FoA doveva essere un gioco libero, per chiunque volesse giocaci, quindi mi trovo a condividerlo qui con voi. Ecco di seguito una breve introduzione per meglio chiarire gli scopi del gioco. Buona lettura

 

Benvenuti, avventurieri; sedetevi al tavolo della taverna della Lontra Allegra e ascoltate la storia di Artha, un mondo antico in cui l’eterno conflitto tra bene e male resta in bilico. Potrete esplorare questo mondo passando per terre misteriose, popolate da diverse razze. Date man forte ai vostri amici nel momento del bisogno, sia esso una battaglia contro un drappello di troll o un sotterraneo che nasconde un antico rituale.
La storia che vi accingete a narrare si svolge sul continente di Sadrien, un luogo di magia, di crudeli antagonisti e di giovani sprovveduti con il potenziale per diventare eroi. Addentratevi nel mondo di Artha.

UN MONDO DI MAGIA
Artha è un mondo ricco di magia. Le civiltà del passato hanno lasciato in eredità antichi rituali, magici artefatti e la stessa natura è stata modificata dalla magia. Oggi la magia non è che l’ombra di ciò che era un tempo; anche i maghi più potenti sono in grado di creare effetti magici limitati, come generare una piccola fiamma o modificare la forma di un albero, con i giusti rituali.
Fate of Artha narra di come questa magia influisca sul mondo, per mano di coraggiosi guerrieri e di subdoli incantatori. Voi da che parte vi schiererete?

LE STORIE DI FATE OF ARTHA
Il mondo di Fate of Artha rientra nella definizione di high fantasy, cioè un mondo caratterizzato da una netta distinzione tra bene e male, in cui i malvagi non hanno speranza di redenzione.
I protagonisti, in genere, sono personaggi giovani, sprovveduti e con pochi mezzi, che partono all’avventura. Questi protagonisti vengono presto coinvolti in qualcosa più grande di loro, da cui dipendono le sorti del mondo. 
Per raggiungere i propri scopi questi personaggi potranno contare sul proprio gruppo o sui loro amici, spesso provenienti da popoli diversi. A questi si contrappongono dei crudeli antagonisti, spesso non molto intelligenti, ma dotati di grandi capacità fisiche.
Fate of Artha è quindi un gioco nostalgico, che ci permette di ricreare quelle storie che ascoltavamo da bambini, a bocca aperta, parteggiando per gli eroi senza macchia e senza paura.

https://www.scribd.com/document/389369851/Fate-of-Artha-Core-2-0

Edited by ThinkGeek
  • Like 3
Link to comment
Share on other sites


Ciao!

Ma che figata, sembra interessante! Mi piace il modo in cui declina gli aspetti e i talenti sull'ambientazione, e anche alcune scelte di termini (confronti per i tipi di scene mi intriga molto per esempio, non sono sicuro di essere d'accordo nel chiamare sfinimento per il più generico stress, ma comprendo la necessità).

Ti va se lo aggiungiamo come risorsa tra quelle presenti su fateitalia.it?

 

Link to comment
Share on other sites

Ciao, sono contento che sia piaciuto. La parte su aspetti e talenti collegati all'ambientazione e alla creazione della partita è stata una di quelle che ha richiesto più tempo e ne sono parecchio orgoglioso.

Purtroppo la parte sullo sfinimento dopo alcune prove non poteva essere resa al meglio. Ho modificato la parte della licenza come sul sito FateItalia 😉

Sarei felicissimo lo condivideste anche sul sito di FateItalia

Buon gioco

Edited by ThinkGeek
Link to comment
Share on other sites

Ottimo, allora procedo, poi "spammo" un po' anche nelle comunità dedicate!

PS: nella parte della licenza, a parte l'attribuzione, puoi indicare che anche il tuo materiale è sotto CC-BY, come prima, indicando quale. O qualsiasi altra licenza tu voglia utilizzare. Insomma, l'attribuzione serve per poter utilizzare il sistema, a piacimento, poi ogni opera può avere la sua licenza, come giusto e come consentito dalla CC-BY.

E ancora complimenti 😉

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.