Jump to content

[RESCUE] - Topic di gioco


Rock_77
 Share

Recommended Posts

Siete un gruppo molto variegato, questo probabilmente è stato, dal vostro incontro, il vostro punto di forza maggiore. Vi siete incontrati nella città di Stormfall, ognuno di voi in viaggio per motivi diversi, ognuno coi propri sogni e i propri fantasmi da cui fuggire. Ognuno per sé nella locanda dell’Oca Grassa, a consumare un sobrio pasto per scaldarsi dal freddo dell’inverno e indecisi sulla prossima meta e su cosa fare. Tutti però avete notato quella giovane ragazzina, in apparenza umana, maltrattata dall’oste e punzecchiata e molestata dagli avventori abitudinari, brutte facce cotte dal sole dei campi. La tentazione forte è quella di farsi i fatti propri, in fondo non avete intenzione di fermarvi a lungo in quel luogo, e tantomeno di cacciarvi nei guai. Il primo a non poterne più di quello spettacolo pietoso è il mezzelfo Nym, conosceva bene quella sensazione di maltrattamento a causa della sua stirpe di mezzosangue. Chiamò la giovane cameriera che a malapena tratteneva le lacrime Come ti chiami? Le chiese dolcemente Jupiter rispose lei timidamente tirando su col naso. Aveva lineamenti umani, anche se qualcosa in lei faceva intendere che non lo fosse appieno. Siedi qui con me, io sono Nym. Le disse indicandole la sedia libera e spingendo la ciotola di zuppa verso di lei. La ragazzina rimase interdetta e incredula all’offerta del mezzelfo, abituata a ben altro trattamento. Si guardò intorno preoccupata, infatti in quel momento arrivò l’oste con il grembiule unto e la faccia grassoccia sudata. Senza farsi scrupoli strattonò Jupiter allontanandola dal tavolo Mi spiace, la stà importunando? Chiese a Nym con falsa deferenza. Trattenendosi dal colpire l’uomo il mezzelfo rispose No anzi, stavamo tenendo un’interessante conversazione. Gli occhi porcini dell’oste si fecero due fessure Se volete la sua compagnia dovete pagare, come tutti. Da un tavolo lì vicino due avventori ridacchiarono Si poi devi aspettare il tuo turno … disse uno di loro, Che cosa pretendi da un bastardo!? Disse scoppiando a ridere il secondo riferendosi alle origine del mezzelfo. A questo punto il mezzosangue lasciò sfogare la sua ira e il suo sdegno, dove non aveva fatto effetto la diplomazia era ora di usare un po’ di sana violenza, magari qualcuno di quei brutti ceffi aveva persino una taglia sulla testa. Scavalcò agilmente il tavolo assestando un forte pugno sul muso dell’oste che impreparato arretrò tenendosi il naso sicuramente rotto che grondava copiosamente sangue. I brutti ceffi si alzarono brandendo ciò che potevano come arma, Jupiter si nascose spaventata sotto ad un tavolo. Il cacciatore di taglie era circondato da poco amichevoli brutti ceffi, un missile magico andò a colpire uno di questi uomini che tentava di colpire il mezzelfo alle spalle scaraventandolo contro un tavolo lì vicino. Ad un tavolo, situato un po’ a parte, c’era un enorme umano di colore, fece l’occhiolino al mezzelfo e si avvicinò roteando una spada esotica per quei luoghi, il divario di numeri stava diminuendo anche se i brutti ceffi erano ancora in netta superiorità, una donna si avvicina al mezzelfo e facendogli l’occhiolino gli dice: Fidati di me appoggia la mano sulla spalla di Nym, filamenti magici lo avvolgono. Nym sente crescere la sua forza e le sue dimensioni diventando di taglia grande, felice della nuova condizione si scrocchia le dita proto a rompere nasi … la ragazza estrae poi la sua arma, uno spadone mettendosi in guardia con gli altri due nuovi alleati …  Umani, non riuscite nemmeno a vivere in pace nelle vostre corte e patetiche vite aveva parlato un elfo, seduto comodamente ad un tavolo mentre osservava divertito la scena con un piatto di zuppa davanti e un bicchiere di vino in mano. Alcuni degli avventori si avvicinarono a lui, pensando  fosse amico degli altri tre. Con semplici movimenti delle dita e alcune parole si sbarazzò di loro. Uno di questi andò a sbattere contro un tavolo lì vicino, per sua sfortuna c’era seduto un grosso mezzorco intento a farsi i fatti suoi e a mangiare la sua zuppa. Il colpo gli fece vuotare addosso la zuppa. Che hai da guardare bestia? Gli disse l’uomo non sapendo a cosa andava incontro. Il mezzorco senza alzarsi lo afferrò al collo con le sue grosse mani e lo sollevò da terra scagliandolo lontano. In men che non si dica la locanda si trasformò in una mega rissa. Al termine della stessa rimasero in piedi solo i 5 alleati improvvisati. Da fuori arrivarono rumori di allarme, la guardia cittadina stava arrivando, allertata da qualcuno, meglio evitare problemi fù il pensiero di tutti loro. Nym si caricò Jupiter a spalle e tutti insieme lasciarono la locanda e la città. Tornata la calma fecero le presentazioni, in fondo muoversi in gruppo non sembrava poi così una cattiva idea, anche Jupiter seppe rendersi utile nel loro girovagare in cerca di avventura. Passarono gli anni da quel fortuito incontro, e il gruppo divenne sempre più coeso, anche se qualche divergenza sempre era presente. Ma questo li rendeva ancora più affiatati nei momenti critici. Jupiter non volle mai raccontare del suo passato, e alla fine al gruppo non interessò neanche più. Crebbero in esperienza e ricchezza facendosi una certa reputazione. L’ultima loro avventura li portò ad esplorare antiche rovine in una regione per loro ancora inesplorata. Jupiter come sempre li precedeva trovando e disattivando trappole con estrema abilità e facendogli da esploratrice. Dopo alcuni scontri giunsero in una sala circolare, al centro della stessa fluttuava una gemma di colore nero sopra ad un altare fatto di ossa lavorate. La ragazza esaminò tutto con cura, sollevando poi le spalle ad indicare che non aveva trovato nulla. La gemma emanava forti aure magiche in prevalenza di Necromanzia. Nessuno ne sapeva nulla, intenti a decide che fare, la giovane ragazza prese una coperta e avvolse la gemma all’interno della stessa prima che qualcuno degli altri potesse fermarla. L’intera stanza iniziò a tremare e interi blocchi si staccarono dal soffitto. Trafelati e di corsa riuscirono tutti ad uscire dalle rovine in fase di collasso. Jupiter rideva a crepapelle, succedeva così ogni volta che combinava un guaio, la sua risata contagiava presto il gruppo e tutti si trovarono seduti, impolverati, stanchi e con le mani sulla pancia per calmare le fragorose risate, la sua allegria faceva da collante per il gruppo più di molte altre cose. Era così diversa da quando l’avevano salvata da quel destino crudele. In seguito gli incantatori del gruppo tentarono di esaminare con metodi magici la strana gemma, ma nessun risultato. Decisero quindi di raggiungere una città vicina che si chiamava BlueDeep per cercare informazioni sulla stessa ….

BlueDeep è una grande città di mare, protetta da alte mura verso terra, ha 3 porte principali, una verso est, una verso nord e una verso sud (voi arrivate dalla porta a nord), verso ovest c’è il mare del rimpianto su cui si affaccia il grosso porto della città con grandi navi mercantili. La città è suddivisa in quartieri, la maggior parte residenziali (di vario rango sociale), il quartiere militare e il quartiere commerciale. Principalmente è abitata da umani, ma essendo una città prettamente commerciale è possibile trovarvi un po’ tutte le razze senzienti. (Se volete altri dettagli chiedete).

Arrivate da nord felici di riavere un letto in cui dormire e un pasto caldo in una comoda locanda. La porta nord è poco trafficata, i commerci si sviluppano principalmente via mare o attraverso le altre due strade. Raggiungete la porta dove alcune guardie prestano servizio svogliatamente, al vostro arrivo vi fermano: Da dove venite? Motivo del viaggio? Sembra una prassi comune e non vi sembrano particolarmente ostili nei vostri confronti …. A voi ...

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


Utende Bomani

Descrizione:

Spoiler

Utende è un umano muscoloso e agile, anche se la qualità che ritiene più importante è l'intelligenza, anch'essa ben sopra la media. È un amante della pace e della tranquillità, anche se la sua vita movimentata non sembra essere in grado di fornirgli né l'una, né l'altra. Ciò nonostante, quando può preferisce mostrare i muscoli e incutere paura piuttosto che dover sfoderare realmente le armi. Non indossa alcuna armatura, preferendo farsi scudo con la sua arma, una katana proveniente da molto lontano.

Il viaggio dalle antiche rovine fino a BlueDeep sembra non passare mai. Mi sento stanco e sporco, in questo momento tutto quello che desidero è un bagno caldo, un abbondante pasto e una dormita su un vero letto. E solo in seguito intendo dedicarmi alla strana gemma. Le guardie all'entrata della città però non sembrano particolarmente inclini a permettermi di realizzare i miei desideri. Sapendo cosa significa svolgere il loro lavoro, trattengo una battuta sarcastica e rispondo in tono neutro: "Siamo avventurieri e siamo in cerca di ristoro e conoscenze. E forse anche di qualcosa di interessante da acquistare, questo sembra il posto adatto."

Edited by GammaRayBurst
Link to comment
Share on other sites

Lysandre

Descrizione

Spoiler

Lysandre è una ragazza di appena più di vent'anni ma con una forte determinazione. La vocazione divina che corrisponde anche alla sua maledizione l'hanno portata a sviluppare le sue capacità fisiche rendendola una valente combattente, di cui la sua magia divina innata, dono e castigo che è suo sin dalla nascita va a completare.

Determinata e coraggiosa, in tenera età considerava il suo particolare dono, ovvero il poter spontaneamente invocare il potere delle divinità senza alcun addestramento come una condanna. Tormentata da spiriti di antichi combattenti, che non la abbandonano mai, essa ha imparato col tempo a trasformare la disperazione in determinazione. Entrata prima nella milizia cittadina ha fatto rapidamente carriera come combattente/guaritrice, distinguendosi per il suo valore e la sua abilità in combattimento. Quando le gerarchie militari cominciarono a starle strette, e avendo fatto ormai esperienza, iniziò una carriera come avventuriera, cercando la battaglia ovunque la trovava, come ormai considera essere (a  ragione o torto) il suo destino.

Immagine:

Spoiler

etsga0.jpg

 

Arriviamo finalmente  ad una città dopo molti giorni di cammino, combattimento ed esplorazione, come per gli altri, i miei pensieri sono incentrati sulla strana gemma, e quasi non mi accorgo della guardia che ci ferma all'entrata. Utende è più pronto di me e si rivolge con tranquillità alla guardia, dicendo semplicemente la verità, dopotutto non abbiamo nulla da nascondere, e la guardia stessa non sembra essere troppo sull'allerta.

Lascio parlare il mio ben meno bellicoso compagno (una mia antitesi quasi, visto la mia costante ricerca della battaglia), e mi limito a sfoggiare un sorriso, sfruttando il viso quasi da ragazzina che tanto contrasta con l'armatura completa e l'enorme spada che porto.

Edited by Zengar
Link to comment
Share on other sites

sicuramente qui ne troverete dice una guardia osservandovi ... qui non vogliamo guai comunque

si Scansano lasciandovi passare. La città è veramente enorme e caotica. L'ingresso a nord dà sul quartiere commerciale ....

P.S. jupiter è ancora con voi ;-) 

Edited by Rock_77
Link to comment
Share on other sites

Teophrastus

Spoiler

Un elfo dai lunghi capelli biondi che gli arrivano oltre le spalle, sormontati da un cappello a falde larghe. Indossa un Trench coat con delle rune mistiche ricamate sopra, chiuso in vita da una cintura. Appesa alla cintura, pronta a essere sfoderata c'è Goibniu, la sua pistola magica, che ha forgiato lui stesso. I suoi profondi occhi verdi sembrano voler mangiare il mondo, tanta è la curiosità con cui scrutano tutto e tutti.  

Elf-Drifter.thumb.jpg.ceb217db8e7270dbed25ac87d2de9e0e.jpg

Arrivato in città il mio sguardo è assente, i pensieri chiaramente da un' altra parte. Dannata gemma... Cosa diamine sei?! Forse avrei dovuto prestare più attenzione a quella mummia del Professor Seloise... Era in casi come questo che quasi mi pentivo di aver trascurato la mia educazione magica formale per istruirmi sulla Via della Pistola... Quasi. Registro a malapena le parole del mio compagno, ancora assorto nei miei pensieri, ma appena entrati in città i suoni e gli odori del posto mi assalgono all' improvviso, strappandomi dall' intimità della mia mente. Sorrido compiaciuto alla vista di tutto quel caos, di solito è sinonimo di opportunità. Credo che quella guardia abbia ragione, in una città così grande sicuramente troveremo qualche arcanista capace di aiutarci. Spero solo che il prezzo non sia troppo alto. Dico soppesando il mio borsello alquanto leggero.

Link to comment
Share on other sites

Utende Bomani

"Faremo il possibile per non intralciare il vostro lavoro mentre soggiorniamo in città." rispondo alla guardia prima di addentrarmi per le vie cittadine. "Forse prima dovremmo fare un salto alla biblioteca locale." rispondo a Teophrastus mentre camminiamo. "Sono d'accordo che l'aiuto di un arcanista esperto sia una risorsa più facile da consultare, ma immergersi in vecchi libri polverosi è molto più economico. E poi la natura del nostro ritrovamento mi suggerisce di essere cauti nel rivelare di cosa si tratta a terze persone."

Edited by GammaRayBurst
Link to comment
Share on other sites

Lysandre

Do una scollata di spalle alle parole di Udende.

"Lo studio su vecchi volumi polverosi non è certo la mia specialità, tuttavia per ora sembra la migliore idea....sono d'accordo sul fatto di non rendere troppo pubblica la nostra scoperta prima di averne saputo qualcosa. Non aspettatevi troppo contributo da parte mia al riguardo però, lascio l'incombenza a voi cervelloni."

Dico con un sorriso ironico.

Link to comment
Share on other sites

Nym

Dalle rovine alla città di Bluedeep è stato un continuo ridere e scherzare con Jupiter e l'intera comitiva. E' insolito che sia così tanto di compagnia e chi mi conosce da più tempo non fa fatica a comprendere che questo è il mio personale modo di gestire la tensione e l'ansia. Il nostro ultimo bottino è qualcosa che mi scuote le budella. La necromazia non è per me argomento felice, complice anche la fatica di esser stato additato come eretico durante gli anni della guerra.

Fortunatamente siamo tutti insieme e questo mi da sicurezza. Per quanto banale (ne io voglia ammetterlo) quella famosa sera in locanda, fu Jupiter a salvare me, non il contrario. Se oggi non facessi parte di questa banda di eroi squinternati, giacerei sottoterra a sfamare i vermi.

Lasciate le due guardie, Belladonna -il grosso corvo reale addestrato alla battaglia che ci aiuta da sempre- gracchia salutando gli alti tetti delle case eccitato all'idea di cacciare gli altri volatili e scalare la catena alimentare per affermarsi come nuovo predatore dei cieli di questa città. Lysandre e lei hanno un temperamento guerriero molto simile, ma non ho mai compreso appieno il rapporto che la ragazza ha con gli animali che addomestico, ne con me considerati i numerosi e fallimentari tentativi in cui ho provato a giacere con lei.

Sapete che vi dico? Ero in silenzio da così tanto tempo che riconosco a stento la mia voce. Mentre Utende e Teophrastus sfogliano libri, io provo a cercare alla mia maniera. Questo comporterà girare un po per la città, forse fare il filo a qualche graziosa compagnia e sicuramente tanto alcol. Strizzo l'occhio a Mozu. Se c'è da bere, posso sempre contare sull'orco.
Prima che qualcuno possa rimproverarmi di spiattellare troppe informazioni in giro, interpongo la mano Tranquilli, non dirò nulla che possa metterci nei guai. Fidatevi.

Descrizione

Spoiler

Faccia da canaglia e con cicatrici che fanno nascere il sospetto circa la virtù di questo figlio dell'Ombra.
I capelli corti non nascondono le lunghe orecchie a punta, anzi, esse sono messe ancora più in evidenza da una serie di piccoli orecchini che tintinnano a ogni pie sospinto. 
Le lunghe braccia sono, sovente, il trespolo di un impressionante esemplare di corvo reale, che risponde al nome di Belladonna, in onore alla controversa pianta velenosa.

Riflessivo, lascia sempre che siano gli altri a prender parola per primi. Ha imparato presto che gli dei hanno fornito i mortali di due orecchie e una sola bocca, proprio per ascoltare due volte prima di parlare.
Non disdegna lo scontro verbale o fisico, ma preferisce risparmiarsi alla violenza gratuita avendo un alto senso della vita umana.

IMMAGINE

 

Edited by Hobbes
Link to comment
Share on other sites

Jupiter, quando entrate in città, sembra una ragazzina al luna park. Saltella felice osservando le vetrine ricolme di oggetti e mercanzia vari. Quando parlate di biblioteca si rabbuia un attima. Alla proposta di Nym però appare nuovamente il sorriso sul suo giovane volto. Si attacca al braccio del mezzelfo ... Io vengo con voi. Sapete che sarebbe impossibile contraddirla in queste situazioni, quindi vi avviate ognuno in direzione diversa con prospettive di ricerca molto diverse ...

@ chi va in biblioteca

Spoiler

Ditemi cosa fate ...

@ altri

Spoiler

Ditemi come vi muovete e cosa fate ...

 

Link to comment
Share on other sites

Nym

Per la città

Spoiler

 

Assieme a qualcun'altro andiamo a zonzo per la città. Tengo sottobraccio Jupiter lasciando che Belladonna spicchi il volo libera di andare dove meglio crede. E' addestrata a rimanere sempre nel raggio di un chilometro da me e raramente non risponde al richiamo. Prima tappa: una qualsiasi locanda che abbia fama di offrire la migliore vinaccia della città...

Spoiler

Farei un giro delle locande e dei mercati, cercando informazioni sul luogo ove abbiamo trovato la pietra e chiedendo di questa solo dopo che qualcuno ne ha introdotto il discorso.

Diplomazia +11 (il bonus di fortuna dell'archeologo è già conteggiato e scalato dalla scheda).


 

 

Edited by Hobbes
Link to comment
Share on other sites

Utende Bomani

Saluto i meno acculturati del gruppo mentre mi metto in cerca di una biblioteca.

@GM:

Spoiler

L'idea è di trovare una biblioteca e consultare i libri per fare qualche prova di conoscenze. Credo che arcane +15, locali +7 e storia +7 possano essere un buon inizio, eventualmente anche piani +15 se risultasse qualcosa relativo ad altri piani di esistenza. Tutte le conoscenze sono addestrate.

 

Link to comment
Share on other sites

Theophrastus

 

Saluto i miei compagni e la piccola mezz'elfa prima di rivolgermi a Utende. Forse avremmo dovuto chiedere alle guardie prima dove trovare una biblioteca... Spero che qualcuno qui ci sappia dare indicazioni. 

Spoiler

Cerco anche io la biblioteca, chiedendo informazioni in giro e una volta lì consulto i libri. Ho +18 in conoscenze arcane, storia, piani e religioni, che credo siano le più utili in questo caso e +7 a locali, quest' ultima non addestrata.

 

Link to comment
Share on other sites

@ Biblioteca

Spoiler

La vita in città sembra molto frenetica e caotica per qualcuno che viene da "fuori", riuscite comunque a farvi indicare dove si trova la biblioteca. Raggiunta la stessa vedete che è un enorme edificio, entrati all'ingresso c'è una donna anziana. Prima che possiate dire qualcosa vi dice Tessera!?

@Altri

Spoiler

Iniziate a girare per la città, la stessa è caotica e molto affollatta. Tra l'altro è giorno di mercato, parecchie bancarelle si affacciano sulla via vendendo di tutto. Jupiter saltella a curiosare tra le varie bancarelle, dopo un attimo torna con una mela tra i denti ... ad un vostro sguardo arrossisce, non siete mai riusciti a farle passare quel vizietto di rubacchiare. Velocemente si mangia la mela facendovi sguardo alla "gatto di shreck" ;-)

Parecchie locande si affacciano sulla strada, quando ne trovate una che vi ispira "il dragone" vi infilate dentro. A quell'ora la locanda è pressochè vuota, l'oste vi raggiunge al tavolo in cui vi siete seduti e vi chiede Cosa posso portarvi? Jupiter vi anticipa dicendo Per me l'acquavite più forte che avete ... 

 

Link to comment
Share on other sites

Lysande

Alzo gli occhi al cielo quando metà del gruppo, ma come era facile prevedere, conoscendo i miei compagni, decide di andare a divertirsi in luoghi probabilmente equivoci. La cosa non mi darebbe pensiero se non fosse che Jupiter decide di andare con loro, e sarei quasi tentata di seguirli giusto per tenere d'occhio la ragazzina, ma a quel punto lascerei Utende da solo a fare il lavoro.

Arrivati alla biblioteca dopo aver attraversato le caotiche e chiassose vie della città, abbiamo subito un piccolo inconveniente; a quanto pare per utilizzare la biblioteca c'è bisogno di una tessera....che diamine!

Cerco di sfoggiare tutto il mio carisma e con una faccia seria mi rivolgo alla vecchia

"Vede, signora, noi siamo viaggiatori, arriviamo da fuori e non possediamo la tessera...tuttavia le assicuro che la ricerca che dobbiamo fare è della massima importanza, abbiamo davvero bisogno di consultare questi libri"

Spoiler

Diplomazia +15

 

Link to comment
Share on other sites

 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.