Jump to content

Benvenuto in Dragons’ Lair

La più grande e attiva community italiana sui giochi di ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Gli Ordini Ignobili

Goblin Punch oggi ci propone degli spunti ed idee per degli ordini di paladini davvero fuori dall'ordinario.

Read more...

Il Futuro di D&D

Ci sono in ballo grandi piani per D&D 5E nei prossimi anni e in particolare in vista del 50° anniversario del gioco di ruolo più celebre del mondo.

Read more...

In Arrivo il Rules Expansion Gift Set

A inizio anno prossimo la WotC farà uscire un set di tre manuali per coloro che sono interessati alle espansioni regolistiche per D&D 5E.

Read more...
By Lucane

L'Arte della Legenda: Parte 4 - La Lista degli Avversari

Volete aggiungere spessore e profondità ai vostri scenari senza per questo complicarvi la vita a tener traccia degli spostamenti di ogni singolo mostro o nemico? The Alexandrian ci offre uno strumento formidabile per la gestione in tempo reale di scenari complessi e di moltitudini di avversari. 

Read more...

Anteprime di Fizban's Treasury of Dragons #2

Andiamo a scoprire delle novità legate a classi, razze e mostri che saranno presenti nella Fizban's Treasury of Dragons.

Read more...

L'ira della tempesta - TdG (Gruppo 1)


GammaRayBurst
 Share

Recommended Posts

Capitolo 1: Il diluvio

Da mesi la piccola colonia di Focolare di Pridon è alla ricerca di nuovi abitanti e i messi di Sargava si sono recati in ogni regione del Mare Interno per spargere la voce. Dopo aver valutato l'idea, ognuno con i propri criteri, decidete di imbarcarvi per la giovane nazione nel continente di Garund. Il viaggio fino a Eleder, la capitale di Sargava, è lungo e ricco di emozioni, specialmente per chi non ha mai navigato in queste acque infestate dai pirati e perennemente agitate dal temibile Occhio di Abendego, uno spettacolo della natura al tempo stesso affascinante e spaventoso per la sua imponenza.

Dalla capitale vi imbarcate su un vascello mercantile, il Kaava Cutter, che in pochi giorni promette di portarvi alla vostra nuova casa, a sud del confine ufficiale di Sargava su un'isola sabbiosa nel bel mezzo del delta del fiume Korir.

tofRtql.jpg

Spoiler

Focolare di Pridon si trova sul punto giallo col bordo rosso, in basso a sinistra.

Il capitano vi ha annunciato che, salvo imprevisti, dovreste arrivare a destinazione nel pomeriggio, quindi vi rimangono ancora alcune ore di navigazione prima di poter rimettere piede sulla terra ferma. Oltre ad un bel carico di merci, sulla barca sono presenti diversi passeggeri: Annabella Tullia, una mezzelfa vestita sempre in modo sgargiante alla ricerca di un posto dove poter scolpire e dipingere; Gallio Menius, un umano, nobile minore di Eleder piuttosto in carne e dal carattere gioviale che ha assillato tutti i passeggeri con i suoi progetti, molto dettagliati, per l'avvio di una piantagione di papaie, seguito da una dozzina di lavoratori che per la maggior parte del tempo stanno di guardia ai suoi beni; il signor Blackwell, anche lui umano, un prospettore vestito elegantemente alla ricerca di metalli preziosi nei terreni attorno a Focolare di Pridon, con sei compagni di viaggio alle sue dipendenze e infine Umuzu, un'umana dalla pelle scura, originaria della distesa Mwangi e alla ricerca di fortuna come guida.

@Cronos89 @athelorn @Roald Nordavind

Spoiler

Si comincia!

Come di norma, lasciate una breve descrizione del vostro personaggio e di eventuali accompagnatori.

Normalmente preferisco la narrazione in prima persona al presente, la trovo maggiormente coinvolta, ma se avete altre preferenze non mi crea problemi. Come al solito il grassetto indica il parlato, corsivo i pensieri, eccetera.

Se avete un'immagine del volto del vostro PG che vi piacerebbe vedere sulle mappe durante i combattimenti, proponete pure. Altrimenti mi dovrò arrangiare con quello che trovo.

 

Edited by GammaRayBurst
Link to comment
Share on other sites


Arasmes

resto sulla prua della nave, osservando il paesaggio di fronte a me. durante la traversata ho chiacchierato del più e del meno con tutti.  Oramai ho già impacchettato le mie cose Tra poco avremo una nuova casa Huginn, sei contento? domando al corvo dandogli un pezzo di frutta 

 

 

Link to comment
Share on other sites

Gourghur Ampiefauci. 

Una presenza perlopiù silenziosa e schiva, rannicchiato nella stiva vicino al suo Asino per quasi tutto il viaggio e coperto da un sudicio mantellone col cappuccio, in grado di celare la sua mole. 
A poche ore dell'arrivo, decido di avventurarmi sul ponte, muovendo passi pesanti coi piedi nudi, in mezzo agli allegri passeggeri. Nella luce del sole il cappuccio non compie un gran lavoro per celare le fattezze orchesche del volto, soprattutto le due coppie di canini che sporgono incrociate dalla grande bocca. Una bocca così grande da deformare il viso, squadrandolo. Pitture tribali e piume adornano il volto ed i capelli, mentre strizzo gli occhi, adattandomi alla luce, avvicinandomi a prua. 

@tutti, Descrizione :D

Spoiler

be54ba6d3cbafbc1c4e9dad3985175d4.thumb.jpg.9861f017769a4347220765135f164b6a.jpg

 

Link to comment
Share on other sites

Sazaar

Aspetto

Spoiler

Aspetto Sazaar: http://www.angelfire.com/rpg2/vortexshadow/pics/slaad3.jpg

Alto due metri, enorme di corazza naturale e stazza, sazaar facilmente intimidisce. Corazza pesante, ha una spada esotica al fianco. 

Aspetto eidolon Spettro: https://s-media-cache-ak0.pinimg.com/originals/94/5f/3a/945f3a945ce98db19cce6594db49fa92.jpg

Di origini chiaramente straniere e non parla nemmno la lingua, è uno spettro con un corpo solido grazie ai poteri arcani di Sazaar. Ha una spada al fianco simile a quella di Sazaar. 

Aspetto Lidia (moglie): https://s-media-cache-ak0.pinimg.com/736x/d2/72/2a/d2722a0f232b91ee3f7d5faf637f3757.jpg

Artista ingegnosa, passa il piu' del tempo a stare dietro ai figli e dipingere olte che, quando puo', cantare e suonare. 

Un lizardfolk od un draconico con una moglie umana. al carico hanno due figli umani di 15 e 13 anni oltre che un figlio lizardfolk di 5 anni

Sul ponte ammiro il paesaggio che passa di fronte a me, non riuscendo a nascondere la preoccupazione che provo per questo viaggio: trasfersi con tutta la famiglia era pericoloso, ma Lidia riesce sempre a convincermi. Poco male.

Solo qualche istante prima di gettare lo sguardo sulla moglie ed i tre figli. Scambio uno aguardo complice con mia moglie per poi prendere il bimbo più piccolo in spalla mentre mi chino per essere più vicino ai figli meno giovani. Una nuova terra, un nuovo inizio. Commento ammirando il panorama e poi metendo giu' il piccolo per abbracciare mia moglie

Edited by athelorn
Link to comment
Share on other sites

Nel corso dell'intero tragitto delle nuvole all'orizzonte si sono fatte sempre più minacciose, ma per il momento sembra che debbano rimanere lontane. Finalmente arrivate al delta del fiume Korir e cominciano le manovre di sbarco. Focolare di Pridon non ha un porto abbastanza grande per accogliere un vascello grande come il Kaava Cutter, la nave rischierebbe di incagliarsi nel fondale poco profondo, per cui i marinai sono costretti a calare in acqua le scialuppe e caricarvi sopra merci e persone per effettuare lo sbarco. Gallio Menius, il nobile chiacchierone, insiste per essere il primo a sbarcare e fa caricare tutti i suoi uomini e le sue proprietà sulle scialuppe disponibili. Quando arriva il vostro turno di sbarcare, Gallio è già sul molo che dirige i lavori, smistando le proprietà personali e l'equipaggiamento agricolo. Avete messo da poco piede sul molo quando un uomo trasandato e leggermente barcollante si avvicina al nobile e lo apostrofa: "Devi andartene da queste terre, maledetta sanguisuga!" Il povero Gallio è preso alla sprovvista e non ha idea di come comportarsi con quell'uomo, ma non ha il tempo di riflettere sulla situazione perché in men che non si dica riceve un montante che lo manda a gambe all'aria sul pontile, scioccato più che ferito. L'aggressore agita per un momento la bottiglia vuota che ha in mano, poi la spacca contro un palo del molo e continua, biascicando: "E se tu non vuoi andartene... Allora ti farò andare via io!" Agita il frammento di bottiglia che tiene in mano, una pericolosa punta aguzza di vetro sporge in modo preoccupante dal collo della bottiglia. I lavoratori sul porto sembrano paralizzati dalla paura, nessuno vuole avvicinarsi alla zona dell'aggressione e per il nobile si sta mettendo male.

@Arasmes, Gourghur:

Spoiler

Da come barcolla e parla, avete l'impressione che l'uomo sia ubriaco.

 

Link to comment
Share on other sites

Gourghur Ampiefauci

Scendo sul molo con passi pesanti, tenendo l'asino per le briglie, tranquillizzandolo per il viaggio in scialuppa. "Calma bella mia, calma" sussurro con voce bassa e raspante da sotto il cappuccio. Guardandomi intorno, cerco di non farmi notare troppo, nonostante la mole non aiuti, ma quando l'ubriaco si avvicina al mio compagno di viaggio, assesto due piccole pacche sulla spalla del mio animale, arruffandogli il pelo sulla testa. "Aspettami qua, tranquilla" sussurro ancora, prima di alzare la voce con timbro di tuono- "EHI" esclamo, guardando l'assalitore negli occhi, col sole che scava nell'ombra del mio cappuccio, rivelando l'osso nel naso, le pitture ed il copricapo di piume, oltre ovviamente le grandi fauci dentate. " Lascia quella bottiglia, e vai a smaltire l'alcool da un'altra parte, oppure te la faccio mangiare" Il tono è duro, di minaccia,  ma impersonale. 

@dm

Spoiler

Intimidire +6 :)

 

Link to comment
Share on other sites

Sazaar

La mia mano vorrebbe correre allo scudo e la spada come riflesso... ma un pensiero mi blocca. La mia famiglia dietro di me: siam qui per trovare una nuova casa dove essere accettati e quelli della mia specie non sono ben accetti di solito, figuriamoci se fanno azioni contro lo status quo. 

Lascio intervenire gli altri due e rimango titubante gaurdando la mia famiglia... quando è il mio antenato, il drago longilineo, a prendere parola mettendo mano alla spada

把瓶子倒,小人。dice qualcosa in una lingua incomprensibile ma volendo chiaramente spalleggiare i due compagni al posto mio. Si gira poi verso di me. 我覺得不幸的侄子。法官首先

Le sue parole mi strappano un sorriso. Hai pure ragione.

@Per chi conosce lo Tian Xhia

Spoiler

Getta la bottiglia villano

Che nipote sciagurato. Prima di tutto sempre la giustizia!

 

Link to comment
Share on other sites

Mentre Arasmes aiuta il nobile Gallio Menus a rialzarsi e a riprendersi dallo spavento, Gourghur scopre quel tanto che basta il suo volto per dare concretezza alle sue minacce. Ad aggiungere carne sul fuoco, l'intervento di due lucertoloidi armati di tutto punto getta nello sconforto l'ubriaco, che lascia cadere la bottiglia e si accascia al suolo, singhiozzando come un bambino.

Link to comment
Share on other sites

Ghourgour Ampiefauci

Recupero l'asino, prendendolo dolcemente per le briglie ed accarezzandogli la testa, donando appena d'un occhiata la strana coppia di rettili che ha fatto eco alle mie parole. Vedendo l'ubriaco abbandonare i propositi, gli passo accanto sul molo, oltrepassandolo, in direzione terraferma, tirandomi dietro l'asino. "Io andrei a smaltire la sbronza da qualche altra parte, fratello" Esclamo, in direzione dell'ubriaco piangente, fermandomi per un attimo a squadrarlo da vicino. 

Link to comment
Share on other sites

"No, non l'ho mai visto prima in vita mia!" esclama Gallio in risposta alla domanda di Arasmes. Le guance pallide del nobile cominciano a riprendere colore ora che il pericolo è passato ed è evidente che si senta molto imbarazzato per l'accaduto. Il mezzorco invece si avvicina all'ubriaco, che cerca miseramente di scansarsi, rimanendo a terra fra i cocci di vetro.

@Gourghur:

Spoiler

Senti che l'uomo, fra le lacrime e i balbettii, parla di una moglie e un figlio morti.

Poco dopo questo spiacevole evento, che per fortuna non ha avuto risvolti tragici, fa la sua comparsa lo sceriffo, una donna dalla carnagione scura e l'aspetto severo, accompagnata da due guardie.

jPzlGU4.png

Rapidamente la donna prende in mano la situazione, pone alcune domande a dei lavoratori del posto e fa portare via l'ubriaco a smaltire la sbornia in cella. "Mi scuso con tutti per lo spiacevole contrattempo con Theos." dice indicando l'uomo che barcolla sostenuto da una guardia. "Vi do il benvenuto a Focolare di Pridon a nome del Conte Narsus, che purtroppo non è potuto venire di persona. Io sono lo sceriffo Adaela Praett, tutrice dell'ordine di questo paese. Per questa notte alloggerete tutti alla Sala di Pietra, dopo un così lungo viaggio vorrete sicuramente riposare senza preoccupazioni su un letto che non dondoli tutta la notte." Adaela comincia a dirigere le persone verso la locanda con professionalità, osservando e valutando uno ad uno i passeggeri sbarcati dal Kaava Cutter.

@tutti:

Spoiler

Ricordo che è ancora pomeriggio, avete ancora diverse ore prima di sentire il bisogno di dormire.

 

Link to comment
Share on other sites

Ghourgur Ampiefauci

Studio la situazione, tenendo l'asino per le briglie, e mentre l'uomo sta venendo portato via, esclamo, con voce raspante, togliendomi il cappuccio. "Che è successo alla moglie e il figlio di quell'uomo?" Fisso negli occhi lo sceriffo, aspettando una risposta prima di continuare con i convenevoli. Il tono è duro, ma non inquisitorio, solo qualcosa di più della semplice curiosità. 

@tutti 
 

Spoiler

Il buon Adrian Smith ha disegnato un simpatico pg che somiglia molto di più a come mi immaginavo l'orco :D (Quello a sx, ovvio) 58e75651af82b_adriansmithorc.thumb.jpg.5e47e7e634f56701b6714e2b1bcdb750.jpg

 

 

Edited by Roald Nordavind
Link to comment
Share on other sites

Adaela sorride ad Arasmes mentre gli passa davanti, poi concentra la sua attenzione su Gourghur. Non sembra particolarmente intimidita dall'aspetto minaccioso del mezzorco, probabilmente nel corso del suo lavoro qui ha visto creature ben più strane e decisamente meno civili. "Theos è un pover'uomo, è arrivato qui con la prima ondata di coloni, con una moglie, un figlio e molte speranze. Quando poco dopo la malaria gli ha portato via la famiglia, ha cominciato ad annegare i suoi dispiaceri nell'alcool. Per fortuna non ha fatto male a nessuno. Una notte in cella lo aiuterà a smaltire la sbornia." Scuote la testa rassegnata, poi torna a dare le ultime indicazioni.

Seguendo le indicazioni dello sceriffo vi dirigete tutti alla Sala di Pietra. La cittadina di Focolare di Pridon è costituita per metà da una serie di isolette, collegate fra loro da numerosi ponti di legno e circondate da pontili, mentre l'altra metà si trova sulla terraferma, protetta da una robusta cinta muraria.

MY08YME.png

È proprio in questa parte della città che si trova la Sala di Pietra, in posizione centrale e vicino alla riva del mare. Al contrario della maggior parte degli edifici, rigorosamente in legno, la taverna è uno dei pochi edifici della cittadina costruiti interamente di pietra. Due famiglie di halfling si occupano di gestire sia la locanda che l'albergo e, sebbene sia molto probabile che ci siano altre locande nel paese, sembra che tutta la popolazione si sia radunata qui, chi con una scusa e chi con un'altra, al solo scopo di guardare i nuovi arrivati. Non percepite ostilità, ma solo la curiosità e la voglia di conoscere quelli che presto potrebbero diventare dei vicini di casa o dei colleghi di lavoro. Il resto della giornata trascorre senza problemi, così come la notte, se si tralasciano un paio di ubriachi canterini che per alcuni minuti si sono accampati nei pressi della locanda. In lontananza il rombo dei tuoni preannuncia mare mosso nei prossimi giorni.

Al vostro risveglio vi comunicano che lo sceriffo desidera parlarvi e vi aspetta in sala comune.

Cartina:

y6DNaYX.png

(Siete attraccati sull'isola di sinistra, mentre la Sala di Pietra si trova vicino al ponte che collega l'isola summenzionata alla terraferma.)

@Tutti:

Spoiler

Mi è sembrato di capire che volete andare avanti, ma se volete qualche informazione sulla città, su qualche abitante o altro basta chiedere.

@athelorn Sei sempre con noi?

 

Edited by GammaRayBurst
Link to comment
Share on other sites

Arasmes

Sorrido di rimando allo sceriffo per poi dirigermi verso la locanda dove sembra essersi radunata tutta la popolazione della cittadina  Semnra che saremo l'attrazione principale per qualche giorno dico per poi prendere qualcosa da bere e dirigermi verso la mia camera.

Il mattino successivo come di consueto leggo il mio formulario e il libro degli incantesimi, preparandomi per la giornata come di consueto. Quando scendo nella sala comune saluto con un cenno lo sceriffo è successo qualcosa? domando incuriosito dal la richiesta di vederci

Spoiler

Io vorrei sapere se c'è già un laboratorio alchemico e/o una biblioteca?

 

Link to comment
Share on other sites

@Arasmes:

Spoiler

C'è un negozio che vende rimedi di vario genere, intrugli e pozioni a poche decine di metri dalla locanda dove alloggiate, ma il villaggio è troppo piccolo e giovane per avere una biblioteca. È probabile che si possa trovare qualche raccolta di libri presso il tempio locale o nella casa del Conte Narsus, ma non sono solitamente disponibili al pubblico.

 

Link to comment
Share on other sites

Ghourgur Ampiefauci

"Strano che nessuno mi abbia ancora preso a sassate" commento, amaro, in risposta ad Arasmes, prima di sedermi in un angolo buio, per passare la serata a sorseggiare un grande boccale, guardando in silenzio gli altri avventori, come intimorito da tutta quella gente, ed è solo alla fine del boccale che mi alzo, guadagnando il giaciglio per la notte, cercando di incrociare lo sguardo con meno popolani possibili, per non metterli a disagio. 
Quando arriva la richiesta dello sceriffo, mi infilo di nuovo lo sdrucito,  e lercio di terra e salsedine, mantello scuro con l'ampio cappuccio per celare il volto, avviandomi ad affrontare di nuovo la sala comune, ove mi guardo intorno, cercando lo sceriffo con lo sguardo. 

Link to comment
Share on other sites

Saazar

Puo' chiamarmi Sazaar. Servo giustizia e legge a mia volta. Qui per dare una mano a mantenere l'ordine. Mi presento a colei che fa rigare tutti dritto qua sembra. Loro la' sono la mia famiglia. Dico poi mostrano il lucertoloide, la donna umana ed i tre bambini, due umani ed uno lucertoloide. Muovendoci mi metto il bambino piccolo in spalla e una ragazza più cresciuta sull'altra spalla seduta, scambiano uno sguardo con la donna. 

Sentire della morte per malaria della moglie e i figli dell'uomo mi strappa uno sguardo molto, molto preoccupato ed una trsitezza, rivolgendo lo sguardo a mia moglie preoccupato che una cosa simile possa succedere pure a loro. 

 

Alla casa di pietra sorrido al mezz'orco, dandogli una pacca sulla spalla. Dai, ora hai un compagno di sassate, nel caso. Ironizzo per poi rivolgermi all'altro. Essere al centro della attenzione è abitudine per me tanto. Mia moglie poi lavorava pure nelle locande. Ora è un artista sopraffina. Mi congedo dai due andado a sedermi con la mia famiglia e passando il tempo con loro, rassicurando i bambini e presentandoci come famiglia.

 

La mattina mi sveglio e preparo al volo ed alla notizia della nostra presenza richiesta io e mia moglie stiamo ancora dormendo mentre i bambini e ragazzi dormono spompati dal viaggio. Un fugace bacio e lascio il mio antenato a badare loro mentre i bambini inizisno a svegliarsi. 

Scendo di sotto in armatura senzapecche.

A rapporto. Ha bisogno di noi?

Link to comment
Share on other sites

 Share

  • Similar Content

    • By Alonewolf87
      Salve a tutti, cerco 1-2 giocatori da affiancare ai 3 attualmente attivi in un mio PbF basato sull'omonimo AP. Al momento i PG sono al livello 6 e consistono di due combattenti da mischia e un alchimista.
      Per chi non conosce l'AP essenzialmente i PG sono alla ricerca dei frammenti di un artefatto dell'antica Thassilon, il Sihedron. Dopo aver recuperato un paio dei frammenti del Sihedron i PG stanno esplorando delle paludi alla ricerca del terzo, ma le scarse attitudini arcane ed investigative del gruppo (abbinate al ritiro del 4° giocatore) stanno iniziando ad impattare sul ritmo ed avanzamento delle scene quindi sarebbero sicuramente preferibili PG portati per quegli aspetti.
      Il ritmo dei miei post è abbastanza fisso su ogni 48 ore (72 nel fine settimana) e richiedo serietà e soprattutto costanza nel medio lungo periodo.
      Per ogni domanda e richiesta di chiarimenti sono a disposizione.
    • By klaymen87
      Ciao a tutti ragazzi, siccome non trovavo in italiano la versione Easy Print della scheda di Pathfinder 2, ho deciso di farmela da solo! 😁
      Ve la posto, sperando di fare cosa gradita.

      PF2 Scheda PG EP ITA.pdf
    • By Dardan
      Salve.
      Ho creato un personaggio un pò molto troppo particolare secondo i miei standard per un'avventura Dungeon crawler (I coboldi di Tucker) e mi ci sono particolarmente affezionato .
       
      è una changeling bloodrager , archetipo Hag-Riven  , fate conto così ma decisamente più carina .
       
      questa è la scheda
       
      nulla di troppo strano ma ho pensato bene di caratterizzare il personaggio con un otto in intelligenza causato da qualche problema mentale e comportamenti che la rendono più vicina ad un mostro che ad un personaggio giocante.
       
      @ Principali problemi e comportamenti
       
      Ora visto i preamboli cercherei un master per poter giocare questo personaggio in un'avventura "normale" ed eventualmente qualche compagno di viaggio .
    • By Pippomaster92
      4 Sarenith, 4711. Okeno, mattina.
       
      Come molte altre persone avete sentito parlare anche voi della "proposta d'affari" del mercante Shamir Iqbal, e avete deciso di approfondire la cosa discutendo con uno dei banditori ufficiali di Okeno: un uomo il cui solo lavoro è mettere in contatto gente come voi con gente come Haji* Iqbal.
      Il banditore vi ha parlato a lungo per capire che genere di persone siete, specialmente per capire se sia conveniente o meno farvi incontrare con il mercante, faccia a faccia. Dopo quasi un'ora l'uomo acconsente di darvi ulteriori informazioni e vi passa un piccolo ritaglio di pergamena da appuntarvi al bavero, con il sigillo ufficiale in cera di Haji Iqbal. Vi spiega che nell'arco di due giorni egli organizzerà una cena nella sua villa, durante la quale discuterà con gli ospiti e deciderà se coinvolgerli o meno nei propri affari. 
      Secondo il banditore il giro di soldi, la "dote del mestiere" per questo tipo di lavoro può essere parecchio alta, e Haji Iqbal ha fama di essere bonario, pio e soprattutto molto generoso con chi lo merita. In passato ha già lavorato con avventurieri di vario tipo, anche se di solito per operazioni commerciali di breve durata; comunque i partner commerciali del mercante hanno sempre manifestato grande soddisfazione e ne sono sempre usciti arricchiti. 
      Dopo avervi dato l'indirizzo della villa di Iqbal, il banditore vi suggerisce di non perdere la pergamena (vi identificherà agli occhi delle guardie) e soprattutto vi suggerisce di lavarvi e presentarvi in modo dignitoso, per fare bella figura. Visto che gli sembrate simpatici, aggiunge che dovrete stare doppiamente in guardia perché ha già dato sigilli di pergamena e cera ad altre persone: non siete gli unici candidati per questo posto. 
       
      6 Sarenith, 4711. Okeno, tardo pomeriggio.
      Raggiungete il palazzo del mercante con facilità, muovendovi in stradine buie dove la frescura vi da tregua dal torrido sole che sovrasta Okeno. 
      Come le abitazioni della maggior parte dei mercanti onesti e ragionevoli, la casa di Haji Iqbal appare come  un grande edificio ben tenuto, ma non offre alcun indizio sull'opulenza in esso contenuta. Si tratta ovviamente un gesto d’altruismo, per evitare di indurre i passanti nel terribile peccato dell’invidia.
      Da dove vi trovate è possibile vedere solo un alto muro di cinta, e intravedere le mura interne dell’edificio vero e proprio. Un portone in legno intarsiato e ferro damascato è guardato a vista da due eunuchi dalla pelle scura, scintillanti lame esotiche infilate nelle fusciacche di seta verde.
      Siete attesi, avete con voi i sigilli di pergamena e probabilmente il banditore di due giorni fa ha fornito una descrizione sommaria al padrone di casa: sia quel che sia le due muscolose guardie vi aprono la porta senza fiatare. 
      Superate le mura vi trovate in un lussureggiante giardino, tenuto in ombra dagli alti alberi che delimitano alcuni sentieri lastricati in pietra. Il piccolo parco circonda la casa su tutti e quattro i lati, offrendo un ulteriore velo all'intimità di chi vi abita.
      Al vostro ingresso un servitore si avvicina con un sorriso, e dopo un mezzo inchino vi chiede di seguirlo; vi scorta fino ad un colonnato e da qui ad un secondo giardino, questo costruito all'interno del palazzo vero e proprio. Anche qui ci sono alberi, erba, vasche con acqua e un porticato in legno intagliato sotto il quale sono disposti cuscini e bassi tavoli, il tutto approntato per un banchetto. Vi si chiede di accomodarvi e attendere il padrone di casa, che arriverà a breve.
      Mentre aspettate vi vengono serviti alcuni datteri addolciti col miele e delle coppe contenenti fresca acqua di rose. Due musicisti suonano piano una melodia dolce e ripetitiva, mentre da una macchia di arbusti coperti di fiori, a qualche metro da voi, emerge un ghepardo con un collare tempestato di zaffiri. Lo accompagna una bellissima e fiera ragazza straniera dalla pelle abbronzata e con numerosi tatuaggi bianchi sul corpo: una shoanti, probabilmente, o una di quelle streghe varisiane. Lei, i servitori e i musicisti hanno tutti splendide cavigliere argentee, lussuosi simboli della loro condizione di schiavi. Le due belve, il felino e la fanciulla, non vi degnano che di uno sguardo e scompaiono in una delle stanze che si affacciano sul giardino.
       
      Non siete gli unici ospiti di Haji Iqbal. Già seduti al lungo tavolo per la cena ci sono tre vudrani** dall'aria rigidamente compassata. Ciascuno è completamente rasato, e tutti portano sulla fronte un bindi circolare color argento. Dietro di loro, posate elegantemente a terra, si trovano tre corte lance dalla punta argentata e adorne di nastri gialli, e del medesimo colore sono le loro vesti di seta. Al vostro ingresso i tre umani vi osservano lungamente, ma non vi concedono spontaneamente né il saluto né alcuna altra parola.

      E poco dopo il vostro arrivo giunge un quartetto composto da tre nani e una nana, tutti con una faccia poco raccomandabile. Si sono presentati ben puliti, le barbe degli uomini pettinate e oleate, il velo della donna che lascia scoperto un volto piacevole ma arrogante, decisamente nuovo e ben inamidato. Ma è chiaro che sotto questa patina di civiltà ci sono quattro briganti, o criminali di bassa risma: il portamento è tipico di chi sa farsi rispettare nei bassifondi, le nocche dei tre maschi sono coperte da tatuaggi in nanico e tutti e quattro hanno al fianco corte asce con le lame ricche di segni e tacche. Si siedono ad una certa distanza da voi, con gli uomini che si dispongono a protezione della nana: la donna è chiaramente il capo del quartetto. 
      Nota
       
      *Haji è un termine onorifico che si usa per uomini anziani o comunque maturi, pilastri della società senza però essere nobili o sacerdoti. Per le donne si usa Hagga, ma è più raro. 
      **Abitanti della sperduta Vudra, la terra dei Regni Impossibili. Equiparabile alla nostra India. I vudrani sono gli umani nativi del posto. 
    • By Doctor95
      Ciao a tutti! Sono Paolo, ho 26 anni e sono un giocatore alle prime armi in cerca di un gruppo con cui giocare di ruolo online. Ho familiarità con D&D quinta edizione, Pathfinder e Namelessland. Mi piace molto giocare online utilizzando discord+roll20 (o simili). Sono disponibile tutti i giorni (preferirei non il giovedì ma se è l'unica opzione posso trovare il modo di esserci), dalle 21:00 in poi. Se fosse possibile inserirmi in un gruppo che deve partire o già avviato mi farebbe davvero molto piacere! Di seguito trovate il mio nickname discord: Doctor95ITA#7773. Potete contattarmi rispondendo al post, in PM oppure su discord a seconda di ciò che preferite.
      Grazie mille!
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.