Jump to content

Benvenuto in Dragons’ Lair

La più grande e attiva community italiana sui giochi di ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Strixhaven: A Curriculum of Chaos uscirà a Novembre

La Wizard of the Coast ha rilasciato nuovi dettagli sul prossimo manuale di crossover tra Magic: The Gathering e D&D 5E

Read more...

Pausa Estiva degli Articoli

L'estate è arrivata anche per noi dello Staff Dragons' Lair, quindi gli articoli vi salutano fino a Settembre.

Read more...
By Lucane

The Wild Beyond the Witchlight uscirà a Settembre

Scopriamo le ultime novità riguardanti la nuova avventura per D&D 5a Edizione. 

Read more...

Fizban's Treasury of Dragons uscirà ad Ottobre

Scopriamo i nuovi dettagli rivelati in questi giorni sul futuro manuale di D&D 5E.

Read more...

Progetta Le Tue Avventure #7: Va in Scena la Sfida

Eccovi il settimo articolo della mia serie di consigli per progettare le avventure.

Read more...

Linea di visuale, effetto, punto di origine: esistono?


SilverCama
 Share

Recommended Posts

Ciao Ragazzi, 

come sempre ricorro a voi del forum per un chiarimento.

Nel corso dell'ultima sessione ci è sorto un dubbio: nella 5e esite una distinzione tra linea di visuale e linea di effetto? come funzionano in relazione alla CONCENTRAZIONE? Mi spiego meglio. 

Un mago per castare un incantesimo ha bisogno di un clear path. Per mantenere la concentrazione sul suddetto inc non c'è però bisogno di mantenere linea di visuale (da FAQ). Ma linea di effetto?

Questo significa che posso castare sciame di locuste, poi fare castare ad un altro muro di forza sferico, poi andare a casa e tornare quando le locuste hanno finito il loro lavoro con il guerriero di turno? 

 

Grazie in anticipo :)

Link to comment
Share on other sites


  • Moderators - supermoderator

Credo che la necessità per la "clear path to target" si applichi solo al momento del lancio.

Altrimenti penso sarebbe stato indicato nella spiegazione della concentrazione che non avere più una linea di visuale (od effetto) verso il bersaglio interrompe l'incantesimo.

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

2 ore fa, SilverCama ha scritto:

Nel corso dell'ultima sessione ci è sorto un dubbio: nella 5e esite una distinzione tra linea di visuale e linea di effetto? come funzionano in relazione alla CONCENTRAZIONE?

Ti consegno la risposta ufficiale: http://dnd.wizards.com/articles/sage-advice/rules-spellcasting

Vai alla domanda: "IF YOU’RE CONCENTRATING ON A SPELL, DO YOU NEED TO MAINTAIN LINE OF SIGHT WITH THE SPELL’S TARGET?"

La risposta è: "You don’t need to be within line of sight or within range to maintain concentration on a spell, unless a spell’s description or other game feature says otherwise."

Ad esempio la spell Witch Bolt dice chiaramente termina se il bersaglio esce fuori dal range della spell!

Comunque se cerchi questa informazione nel manuale PHB la trovi a pagina 203: "Once a spell is cast, its effects aren’t limited by its range, unless the spell’s description says otherwise."

Spero che ti siamo stati d'aiuto! Buon gioco! :grin:

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Cita

Altrimenti penso sarebbe stato indicato nella spiegazione della concentrazione che non avere più una linea di visuale (od effetto) verso il bersaglio interrompe l'incantesimo.

Grazie Alonewolf87, in effetti sembra che questa edizione, sarà che ci sono ancora pochi manuali che si intrecciano, prediliga la chiarezza e valga quindi la regola "se non c'è scritto diversamente non porti il dubbio". Probabilmente hai r

Cita

Vai alla domanda: "IF YOU’RE CONCENTRATING ON A SPELL, DO YOU NEED TO MAINTAIN LINE OF SIGHT WITH THE SPELL’S TARGET?"

La risposta è: "You don’t need to be within line of sight or within range to maintain concentration on a spell, unless a spell’s description or other game feature says otherwise."

Questa l'avevamo vista, ma ci restava il dubbio sulla differenza tra linea di visuale e linea di effetto. A questo punto, considerando anche info che riporti dal PHB, direi che una volta castato l'incantesimo non ci sia più da porsi il problema.

Grazie a tutti

P.S. A questo punto vi chiedo, vi è già capitato un caster che chiudesse in una trappolona del genere un melee?

 

 

Link to comment
Share on other sites

  • Moderators - supermoderator
16 minuti fa, SilverCama ha scritto:

P.S. A questo punto vi chiedo, vi è già capitato un caster che chiudesse in una trappolona del genere un melee?

Questa in particolare no, ma una volta che inizi a poter combinare incantesimi a concentrazione con altri grazie ad un secondo incantatore di "combo" notevoli che ne sono parecchie. Ma d'altronde le risorse che ci spendi dietro sono molte quindi ci sta.

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, SilverCama ha scritto:

Questa l'avevamo vista, ma ci restava il dubbio sulla differenza tra linea di visuale e linea di effetto. A questo punto, considerando anche info che riporti dal PHB, direi che una volta castato l'incantesimo non ci sia più da porsi il problema.

Esatto non c'è da porsi il problema una volta casti la spell con successo. (a meno che la spell stessa non dica altrimenti).

1 ora fa, SilverCama ha scritto:

A questo punto vi chiedo, vi è già capitato un caster che chiudesse in una trappolona del genere un melee?

Si, ma il caster rimane concentrato! Questo significa che non può usare altre spell potenti che richiedono concentrazione! In più farebbe bene a nascondersi in fretta, perchè gli amici del melee se lo prendono possono far cessare l'incantesimo (ogni colpo inferto richiede al caster un tiro su Costituzione per mantenere la concentrazione).

Più caster messi insieme riescono a fare cose carine (visto che ognuno si concentra su qualcosa), ma vale sempre la stessa regola di prima!

Inoltre ricorda che alcune classi possono tentare di nuovo il tiro salvezza (si, esatto sto parlando del guerriero)!

Non vedo il problema onestamente! :grin:

Link to comment
Share on other sites

Soprattutto non ci vedo nulla di strano che due personaggi combinati tra loro siano più potenti di uno singolo soprattutto combinando tatticamente le risorse. Anche due guerrieri aiutandosi tra di loro possono fare cose notevoli anche solo con manovre standard. 

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

  • Similar Content

    • By Vale73
      Ciao a tutte e tutti, stavo pensando e ripensando alla regola (opzionale) sul manuale di espansione Tasha's Cauldron of Everything che permette di mettere a qualsiasi caratteristica, e non solo a quelle canoniche, i bonus razziali sulle caratteristiche. Istintivamente mi piaceva: mio figlio (12 anni) ha creato un dragonide artefice (background sapiente), e gli ho lasciato mettere il +2 in Intelligenza, anzichè Forza, e il +1 in Forza, anzichè Carisma, e anche la storia di background è venuta molto bene. Mi piacciono in generale tutte quelle regole che tendono ad ampliare la libertà di scelta e di personalizzazione in fase di creazione del personaggio. 
      E poi mi sono venuti in mente i Nani delle Montagne: +2 in Costituzione, +2 in Forza, Competenza sulle Armature Leggere e Medie, da un punto di vista delle meccaniche di gioco. E mi sono accorto che, da un punto di vista strettamente regolistico, potrebbero essere gli incantatori in armatura definitivi: Nano delle Montagne Mago: +2 in Intelligenza, + 2 in Costituzione (buona sia per i pf che per i tiri salvezza per non perdere la Concentrazione sugli Incantesimi), competenza sulle armature leggere e medie e quindi possibilità di lanciare tranquillamente incantesimi in armatura, secondo le regole della 5a; Nano delle Montagne Stregone (o Warlock): +2 in Carisma, +2 in Costituzione (e lo Stregone ha anche il Bonus di Competenza sui Tiri Salvezza su Costituzione), possibilità di lanciare incantesimi in armatura come sopra. 
      Inoltre, a mio avviso, la possibilità di mettere liberamente i bonus di caratteristica potrebbe rendere ancora più frequenti alcune build, privilegiando caratteristiche che sono a mio avviso più utili di altre in questa edizione di D&D: un esempio per tutti, la Destrezza. Fino al manuale di Tasha, se veramente volevi giocare un guerriero, un chierico, un paladino nano, difficilmente lo costruivi sulla Destrezza, perchè non avevi bonus su quella caratteristica e, soprattutto se usavi lo standard array o il point buy system per costruire il personaggio, il massimo che potevi ottenere in Destrezza era 15, contro il 16 o il 17 in Forza. Con la regola di Tasha, penso che sarà moooolto più frequente vedere Nani Paladini, Chierici o Guerrieri costruiti sulla Destrezza, in armatura leggera, che brandiscono uno stocco. Un ampliamento di immaginario, non necessariamente negativo....
      D'altro canto la regola di Tasha sul libero posizionamento dei bonus di caratteristica rende più appetibili combinazioni altrimenti poco vantaggiose da un punto di vista meccanico delle regole, e quindi magari raramente scelte per questo: nani o mezzorchi ranger, incantatori o bardi (quasi tutti i ranger che ho visto sono costruiti sulla destrezza), ad esempio.
      Così... non riesco ad avere un'opinione precisa su questa regola e se introdurla o meno nelle mie campagne... Voi che ne pensate? L'avete provata? Come ha funzionato al vostro tavolo?
      Grazie mille, buona estate e buona vita!
    • By Lyt
      Ho un dubbio sui gradi sfida, dubbio che pensavo di aver risolto. Ma oggi mi è tornato
      Cosa significano i gradi sfida dei mostri? e quanto valgono?
       
      Mi spiego, da quanto ne sapevo (generalmente) un grado sfida vuol dire che in media servono 4 pg di un certo livello per gestirsela (con relativa facilità). Ma oggi mentre facevo un paio di ricerche ho notato che mostri come il Tarrasque hanno gradi sfida superiori al 20 (livello massimo in 5e) quindi come si dovrebbe gestire? Si chiamano altri 2 png al 20? Il grado sfida non tiene conto delle armi magiche e quindi gli si può tenere testa con un paio di spade +3?
       
      Diciamo che un ripasso generale sui gradi sfida mi tornerebbe utile😅 (è l'unica parte di 5e che non ho ancora ben capito)
    • By Grappa
      Salve. Io e un player stiamo parlando dei vari bonus cumulabili e non cumulabili e abbiamo avuto un confronto di idee riguardo ai TS.
      Il bonus dato dall'incantesimo resistence greater nello spell compendium e il bonus dato dal mantello delle resistenze si sommano?
      Vi ringrazio
    • By Topolino88
      Salve a tutti, avevo un quesito da porvi, nella prossima sessione un personaggio del mio party dovrà lavorare tutta la notte, cosa succede se un personaggio non dorme per 8 ore almeno 1 volta al giorno?
    • By Anthaldin94
      Ho provato a usare la voce "cerca" ma non ho trovato nulla. Se c'è già l argomento mi scuso.
      Esiste il vantaggio in combattimento dato dal posizionamento dei compagni vicini? o fiancheggiato da entrambi i lati? Io vedo il vantaggio solo in tipi di status o condizioni. Ma dal posizionamento in combattimento c è ancora nella 5ed il vantaggio?
      Grazie
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.