Jump to content

Prelude to Saint Seiya - D League


1701E

Recommended Posts

@Pippomaster92

Spoiler

 

Si inizia!!!

Regole di Scrittura: Descrizioni al presente in prima persona

Parlato

Pensato

Scritto

Qualsiasi richiesta o indicazione tecnica sotto spoiler

 

"I loro pugni fendevano l'aria, ed i loro calci erano in grado di spaccare la terra... anche oggi dicono che facciano la loro comparsa quando il mondo è saturo della forza del male... sono i guerrieri della speranza."

 

Siamo alla fine degli anni '90 e la terra è vittima di disastri naturali di dimensioni sempre maggiori. L'umanità esiste ancora, vivendo specie nelle grandi metropoli, ma sembra non poter far nulla contro i cataclismi che affliggono il pianeta. Un'antica leggenda però narra che nei momenti di maggior crisi, sorge a difesa dell'umanità una schiera di eroi, difensori della giustizia, i Cavalieri dello Zodiaco.

 

 

Il tramonto nella Foresta Nera è sempre un momento particolare e - anche dopo sei anni di duri allenamenti - non puoi reprimere un piccolo brivido lungo la colonna vertebrale, quando il rigoglioso verde delle conifere che circondano la baita di legno dove vivete tu ed il tuo Maestro viene lentamente sostituito dallo scuro della notte…una notte che sa di arcano e misterioso come sempre in quel luogo abitato dagli Spiriti.

Già…gli Spiriti…

E’ da sei anni che il tuo Maestro ti parla degli Spiriti dei Figli della Luna, lupi discendenti da Padre Lupo che calcano questa terra con lo scopo di garantire i confini tra la vita e la morte, evitando che i vivi scendano nel regno di Ade ed i morti ne riemergano…Naturalmente non hai mai visto uno di questi “licantropi”, se così si possono chiamare, ma hai imparato ad avere rispetto per i lupi, quelli veri.

Il sole è ormai sceso oltre le montagne e la notte è appena rischiarata da uno spicchio piccolissimo di luna, tipica di quel periodo del mese in cui la notte è più buia. Il tuo Maestro non è ancora rientrato dopo essere stato convocato in città da un messaggio giunto con una colomba bianca, lasciandoti solo con gli allenamenti ai quali sei ormai avvezzo: la caccia nei boschi, la corsa con i lupi e le sfide di intelligenza e rapidità con le prede più veloci.

Stai giusto per rientrare, attratto dal profumo dello stufato di cervo ormai cotto a puntino, quando dal sentiero che corre in mezzo al bosco compare finalmente la sagoma del tuo mentore, che avanza decisa nella notte come solo un grande predatore sa fare. Il suo sguardo è però tempestoso e supponi sia foriero di guai.

 

 

 

Link to comment
Share on other sites


  • Replies 266
  • Created
  • Last Reply

Osservo il mio Maestro con una certa apprensione, ben sapendo che il suo viaggio in città deve avere un serio motivo alle spalle.
Da un lato sono propenso a chiedergli immediatamente notizie, ma il mio "sesto senso" mi dice che sarà proprio lui a parlarmi per primo. Mi fido di lui e mi fido anche della mia intuizione. Decido quindi di restare sul vago, senza però mancargli di rispetto.

"Maestro, bentornato. Ho preparato la cena, sono lieto che non ve la siate persa" apro la porta della baita e lascio entrare lui per primo...è pur sempre un mio superiore in grado, esperienza e prestigio; questo a prescindere dai sei anni di vita passati assieme. 

Link to comment
Share on other sites

Sirius ti osserva per un lungo momento prima di parlare. Per quanto la differenza di età tra voi non sia così eccessiva, le esperienze accumulate dal Santo d'Argento donano al suo sguardo una luce diversa da quella che ci si attende da un ragazzo che - in molti paesi - non avrebbe ancora finito le scuole.

Dopo un lungo momento ti fa un sorriso sghembo, forse un po' dispiaciuto mentre ti dice No Medone...temo che - stasera - lo stufato dovrà attendere. C'é stata una evasione dal carcere di Schwarze Festung...diversi pericolosi criminali si sono addentrati nella foresta.

Ovviamente sai di cosa parla il Saint di Canis Major. Il Carcere di cui parla si trova a circa venti chilometri dalla vostra posizione, un enorme castello di pietra scura che per secoli é stato il luogo di detenzione degli oppositori dell'Imperatore e che - cinquant'anni fa - é stato riconvertito a carcere di massima sicurezza per detenuti pericolosi come assassini, terroristi e mercanti di uomini. Il fatto che una evasione sia avvenuta é insolito, date le misure di sicurezza di quel luogo, ma non ti é chiaro in alcun modo cosa c'entri con dei Saint.

Link to comment
Share on other sites

Soppeso la notizia con una punta di interesse.
Criminali pericolosi, lo so bene. Ma tanto pericolosi da richiedere la vostra presenza? 
Sospetto già cosa possa succedere adesso Potrebbe essere già una prova. Certo non l'ultima, ma quello che dico e quello che faccio adesso potrebbe essere importante. Del resto, se non sono in grado di risolvere una faccenda come questa, non posso pensare di indossare la Sacra Veste di Bronzo.
Oppure è la mia presenza che è richiesta, Maestro?

Link to comment
Share on other sites

Stiamo parlando di esseri umani...armati, pericolosi e senza scrupoli, ma comuni esseri umani... Ti rammenta Sirus, sottointendendo che non si tratta di qualcosa che possa o dovrebbe interessare i Saint, o quantomeno quelli della Casta Mediana, cui lui appartiene ciononostante...ci sono accordi che sono stati presi e ordini che vanno rispettati. Ti occuperai della cosa, prima che diventi una minaccia per degli innocenti.

Dopodiché espande il proprio Cosmo e - attraverso il VI Senso - ti pare per un istante di percepire l'immensità e la vastità della costellazione di Canis Major dietro di lui. Il Cosmo del tuo Maestro é vasto e possente e ben lo conosci. Eslode come un ululato nella notte senza luna, per poi placarsi quando altri ululati iniziano a rispondere.

Segui l'Uratha...ti guiderà sino a loro... aggiunse poco dopo, quando un grosso lupo dal manto argenteo fece la sua comparsa ai margini della radura ma non distrarti. Non sempre le cose sono semplici come possono apparire. E non dimenticare che questa Foresta é un luogo sacro. Non sacro ad Athena, ma é un luogo di potere e può celare insidie ben peggiori di qualche tagliagole, per chi la prende sottogamba. Ora va...

Ma non si muove, continuando a fissarti. Per un momento percepisci il suo Cosmo sfiorarti di nuovo, come se stesse sondando il tuo legame con le Stelle, ma é un tocco leggero, quasi di incoraggiamento.

Nel frattempo il lupo ti osserva dalla sua posizione tra gli alberi più vicini...non é ostile, ma noti che la sua muscolatura é tesa sotto la folta pelliccia e le orecchie sono ben dritte sul capo. É evidentemente un cacciatore pronto a braccare la sua preda...dal fondo del suo sguardo cogli la domanda che ti farebbe se potesse parlare: tu lo sei?

 

Link to comment
Share on other sites

Faccio un leggero inchino verso il lupo, e poi uno verso il Saint d'Argento.
Certamente, Maestro, non vi deluderò. Metterò in pratica tutti i vostri insegnamenti e prenderò quei fuggitivi. 

Mi avvicino al lupo e mi accuccio davanti a lui, parlando a bassa voce Fatemi strada, Signore della Foresta Nera.

Non appena il maestoso animale parte faccio un ultimo cenno di saluto al mio Maestro e parto in caccia!

Link to comment
Share on other sites

Correte nel fitto del bosco per due intere ore senza fermarvi, mentre tutt'attorno la notte avanza in un mondo di suoni e fruscii ovattati, di quanto in quanto infranti dagli ululati dei lupi.

La resistenza e l'agilità del lupo che ti accompagna sono eccezionali, ma l'addestramento ti ha donato un fisico possente e sensi addestrati come quelli delle più pericolose tra le fiere. Solo un paio di volte l'animale ti sfugge tra le fronde scure, ma subito sei lesto a ritrovarlo individuando ramoscelli spezzati e steli d'erba piegati...miseri indizi anche per i più abili cacciatori, ma chiare tracce per te.

Quando finalmente il lupo rallenta hai appena un po' di fiatone e - tra le tenebre - ti guardi intorno riconoscendo la parte di foresta in cui ti ha condotto: quella più oscura ed intricata.

Diverse volte ti sei addestrato tra queste piante secolari, ma mai di notte. Durante la notte Sirius ti ha sempre allenato nei boschi vicino alla baita o nei pressi della città, mai nel folto della foresta che - altre volte prima di stasera - ha dichiarato essere terreno sacro agli Uratha, i mitologici figli di Padre Lupo.

Il lupo non sembra volere o poter proseguire, ma ringhia sommessamente in direzione degli alberi neri, raspando il terreno con le zampe possenti.

 

Numeri della corsa:

Spoiler

 

Agilità per seguire il lupo (ogni 30 minuti): 70, 31, 1, 58 

seguire tracce per ritrovarlo (quando lo hai perso) : 30, 66

Resistenza alla fatica (ogni mezz'ora): 30, 17, 22, 36

Subisci un livello di fatica che non ti comporta malus e puoi eliminare in 10 minuti di attività leggera

 

 

Link to comment
Share on other sites

Mi fermo assieme al lupo, conscio che il suo istinto è comunque migliore del mio.

C'è forse qualcuno tra gli alberi. O qualcosa. Non posso farmi prendere alla sprovvista, ma non posso nemmeno mettermi a inseguire cervi e daini. 
Presa la mia decisione mi ergo in tutta la mia altezza e con spavalderia poggio i pugni sui fianchi.
Sono Medone da Tebe, e se questa è la vostra foresta vi chiedo umilmente di lasciarmi passare. Ma se siete degli intrusi, allora vi ordino di farvi avanti e arrendervi alla giustizia di Atena e degli uomini!
Oltre ad essere una chiara sfida a qualunque intruso, questa mia provocazione ha un secondo fine Vediamo quanto sangue freddo hai, chiunque tu sia.

 

Spoiler

A questo punto uso il Colpo d'Occhio per vedere se qualcuno si muove o reagisce alle mie parole...è 51, mi pare sia la caratteristica giusta. Percezione è solo per i combattimenti, no?

 

Link to comment
Share on other sites

Alle tue urla risponde...il nulla. Non una foglia pare muoversi in risposta ad un movimento furtivo o ad altro.

Dopo qualche momento noti però che il lupo continua a puntare il terreno e, avvicinandoti, ti rendi conto che ciò che sta puntando é una piccolissima chiazza di sangue.

Sangue vermiglio, forse umano.

 

Spoiler

Sì, Colpo d'occhio... Passato al pelo

 

Link to comment
Share on other sites

Per fortuna nessuno mi ha sentito. Che figura da sciocco, urlare alla notte come un cucciolo spaventato.
Mi avvicino alla macchia di sangue, toccandola con la punta di un dito per capire quanto sia fresco, poi mi guardo attorno per cercare ulteriori macchie o altri segni.

Grazie, amico mio. Mi serve ancora la tua esperienza. 

Spoiler

A questo punto Seguire Tracce, 70. Se ci sono tracce, ovvio!

 

Link to comment
Share on other sites

Il lupo pare provare ritrosia ad entrare ulteriormente nella foresta, ma il suo aiuto non ti serve realmente: le macchie di sangue sono piuttosto fresche - massimo due o tre ore, data l'umidità - e si ripetono ogni pochi metri.

Addentrandoti nella foresta seguendo questa traccia ti rendi conto solo dopo un po' che - in questa parte del bosco - pare fare più freddo ed anche i suoni della natura sembrano più ovattati.

In compenso la tua perizia ti premia perché, seguendo le tracce, trovi prima un brandello di tessuto arancione impigliato in un rovo e poi tracce più visibili in quello che pare essere fango.

Fermandoti a studiarle capisci che ci sono passate dalle sei alle dieci coppie di piedi e che almeno una - quella cui probabilmente appartiene il sangue - é scalza e di piccole dimensioni.

Cerchi di orientarti e capisci che il gruppo procede verso ovest, nel cuore della foresta: per quanto ne sai lì vi sono solo antichi alberi e - probabilmente - predatori.

 

Non commento:

Spoiler

Seguire tracce: 27, 21, 1

 

Link to comment
Share on other sites

Uno è ferito e scalzo...una ragazza o forse un bambino. Un ostaggio? In ogni caso sono numerosi e dovrebbero fare un bel po' di rumore.
Ora che c'è la possibilità che un innocente sia immischiato nella fuga è imperativo raggiungere gli evasi il prima possibile. Anche se avessero un vantaggio di tre ore piene sono sicuramente meglio addestrato di loro, e più riposato. 

Continuo a seguire le loro tracce, riposandomi ogni ora per dieci minuti in modo da non sfiancarmi troppo. Non ha senso inseguirli sulla velocità, ma mentre loro incespicano al buio io li sto seguendo con perizia, e la situazione lentamente dovrebbe avvantaggiare me.

 

Link to comment
Share on other sites

Avanzi ancor di più nella foresta per circa un'ora, prima di imbatterti in una radura dove giacciono i cadaveri di cinque lupi, crivellati di proiettili.

Per quanto il tuo addestramento non vertesse esattamente sulle armi da fuoco, riconosci su uno dei lupi l'effetto di un fucile a pallettoni, mentre altri due sono stati quasi segati a metà da proiettili. Verificando in un tronco butterato trovi anche un proiettile, molto lungo e dotato di una punta letale.

Ma anche i lupi devono aver portato a segno qualche colpo, perché ora le tracce di sangue sono così evidenti che anche un bambino saprebbe seguirle.

Ti muovi quindi con maggiore prudenza seguendo le tracce di sangue fresco e, in mezz'ora circa, giungi in una zona della foresta che anche un incoscente definirebbe terrorizzante: gli alberi sono scuri e contorti e il fogliame scricchiola nonostante l'apparente assenza di vento.

Nonostante tu sia in movimento da molto, cominci a sentirefreddo.

Prima che tu possa farti domande in merito, però, cominci a sentire il suono di voci che parlano in tedesco: sono troppo lontane per capire cosa dicano, ma ti rendi conto che stanno procedendo più o meno paralleli a te, venendo dalle tue spalle.

 

Link to comment
Share on other sites

Ti avvicini di soppiatto, ombra tra le ombre di questo bosco fantasma e non fatichi affatto ad individuare due sagome umane maschili, evidenti nella tenuta arancione del carcere.

Entrambi portano i segni della colluttazione coi lupi - escoriazioni e tagli - ma non paiono davvero feriti.

Uno dei due - il più alto e dinoccolato - ha in pugno una pistola semiautomatica, mentre il secondo, più basso e muscoloso, stringe un fucile a pompa. Entrambi reggono tra le mani delle bottiglie di plastica segno che, probabilmente, si sono staccati dal gruppo per fare rifornimento di acqua ad una qualche polla o sorgente.

Ti immobilizzi dietro un abete alto e dal tronco massiccio, ascoltando quanto stanno dicendo mentre ti passano accanto ...e al diavolo Herr Kelder...non dovevamo venire da questa parte, dovevamo dirigerci verso l'autostrada... protesta il tizio armato di fucile

Herr Kelder sa quello che fa! gli risponde l'altro un po' intimorito, anche se non capisci se dalla furia del compagno, dalla situazione generale o da altro se dice che dobbiamo raggiungere il centro della foresta, avrà i suoi motivi. Ti ricordo che - senza di lui - oggi ci sarebbe toccata la Sedia...

A queste parole, tutto ti é più chiaro. Più volte ti sei chiesto se questi tizi fossero pazzi o disperati, per cercare rifugio nella foresta di notte, ma ora capisci: sono terroristi e criminali pericolosi, alcui dei quali (se non tutti) sfuggiti alla condanba alla Sedia Elettrica. Quindi - tecnicamente - sono pazzi E disperati!

I due ti passano accanto senza accorgersi di te e proseguono oltre. Ora hai una visuale perfetta delle loro schiene.

 

Tiri:

Spoiler

8 per muoverti silenziosamente e 32 per nasconderti, contro Colpo d'Occhio 52 e 61 dei tizi.

Non sono consapevoli di te, quindi se volessi avresti diritto ad un attacco di sorpresa. Colpirli alle spalle, però, é una violazione del codice d'onore dei Saint.

 

Link to comment
Share on other sites

Herr Kelder. Interessante. Potrei stenderli ora, ma dovrei prima farmi vedere e potrebbero sparare, facendo rumore. E anche la loro assenza verrebbe notata. 
Meglio seguirli e capire bene cosa sta succedendo. Se hanno un ostaggio...devo muovermi con prudenza, non è solo in gioco la mia vita o la mia investitura.

Sfrutto le ombre e il mio addestramento per continuare a seguirli, in modo che mi conducano da questo Kelder.

Link to comment
Share on other sites

Ti muovi silenziosamente, lasciando ai due tipi un po' di vantaggio per non rischiare di essere tradito da qualche rumore involontario.

Dopo circa venti minuti di percorso in salita i due entrano in una radura di circa quindici metri, dalla quale provengono diverse voci sommesse.

Finalmente! Esclama qualcuno in un tedesco senza inflessioni - o, quantomeno, senza inflessioni che tu sia in grado di distinguere ci avete messo una vita! Avete trovato del cibo?

No, Herr Kelder... risponde - servile e quasi impaurito - il più alto dei due nulla...né bacche né altro. Ma abbiamo ritrovato la polla che avevamo incrociato. Ecco l'acqua.

Arrischiandoti ad affacciarti per un istante riesci a contare nove figure. Otto sono uomini vestiti di arancione, mentre la nona é inequivocabilmente una figura femminile, vestita di una specie di camicia da notte bianca.

Una delle figure in arancione é sdraiata contro un albero, a torso nudo, e ha vistose fasciature a bendare il torso.

Pur con una occhiata rapida capisci che il misterioso Herr Kelder deve essere il capo della combriccola...la cosa risulta abbastanza evidente tenendo conto che stringe tra le mani un fucile d'assalto automatico!

 

Spoiler

Questo é quanto sei riuscito a vedere senza farti scorgere. Se vuoi un'occhiata più preciso avrai bisogno di una prova contrapposta col colpo d'occhio di alcuni dei tizi.

 

Link to comment
Share on other sites

Ripeto il Codice "Proteggere gli innocenti." E se anche dovessi morire, "Non combattere per vendetta o per gloria personali". Potrei attirarli uno alla volta nel bosco, spaventarli e sconfiggerli in poco tempo. Ma infrangerei due o tre punti del Codice, e la ragazza sarebbe in serio pericolo. Bene, mettiamola così"

Mi muovo silenziosamente fino a mettermi vicino al capo e dal lato opposto alla ragazza. Se dovessero sparare, non colpirebbero anche lei.

Quindi aspetto ancora qualche istante per vedere cosa intendono fare.
 

Spoiler

Ovviamente sia Muoversi Silenziosamente che Colpo d'Occhio. Rischio un po' di più quando sono lontano dalla ragazza, se posso.

 

Link to comment
Share on other sites

Muovendoti con prudenza riesci ad allontanarti dalla posizione dove la donna é raggomitolata sotto un albero e trovi un buon punto di osservazione tra la vegetazione.

Un paio di uomini paiono notare la tua presenza, ma é solo per un istante, perché poi tornano alle altre loro preoccupazioni, probabilmente convinti di aver preso un abbaglio.

Dalla tua nuova posizione riesci a capire un po' meglio la situazione: la donna in bianco - che pare indossare unicamente una camicia da notte -é quasi certamente l'origine delle prime tracce da te individuate, in quanto i suoi piedi nudi sono martoriati e sanguinanti, probabilmente a seguito della camminata scalza nella foresta.

Degli otto uomini presenti, uno solo pare seriamente ferito - quello a torso nudo - e sta venendo medicato alla bell'e meglio da un altro. Quando questi toglie le bende vedi un profondo squarcio al fianco sinistro, probabilmente causato da un morso di lupo.

Il ferito viene trattato però con riguardo e ciò ti fa suppporre che sia importante per il gruppo. Supposizione avallata dal fatto che lui - insieme al tizio basso e muscoloso che hai seguito - é il solo ad essere armato di fucile a pompa, mentre gli altri paiono armati di pistole semiautomatiche.

Il gruppo non é molto organizzato, ma non é comunque composto da stolti: quattro di loro (compreso il tizio basso e robusto col fucile) fanno la guardia ad armi spianate, cercando di sondare l'oscurità della foresta con lo sguardo, mentre il tizio alto e allampanato distribuisce l'acqua. Due stanno tentando - senza troppo successo - di accendere un fuoco e l'ultimo - quello che supponi essere Herr Kelder - sta al centro, scrutando verso il centro della foresta come se vi percepisse qualcosa.

Osservando Kelder, inoltre, ti accorgi di sapere chi é: da quando sei qui non hai avuto grandi contatti col mondo civile, ma due anni fa in paese c'erano manifesti che annunciavano il suo arresto un po'ovunque: é Johan Kelder, detto La Jena, un pericoloso terrorista Marxista divenuto tristemente noto per un brutale attentato ad un parco divertimenti, dove causò la morte di molti innocenti.

Gli uomini non parlano molto, salvo lamentarsi del freddo, della fame e dei lupi.

 

Mappa

Spoiler

Mappa1.gif.caf3cfb83306bc7d19fcadccfd536

Allora...M sei tu e Don è la donna. i cinque segnalati con la P sono armati di pistola, i due con Sho sono armati di shotgun (quello in rosso è ferito gravemente al torso) il Capo è K, armato di M16. I quadretti sono da un metro e i quadrati arancioni sono tronchi di alberi. I due che stanno tentando di accendere il fuoco sono P4 e P5, quelli di guardia sono Sho 1 (il tipo baso e robusto), P1, P2 e P3. P5 è il tipo alto e allampanato che sta facendo il giro per distribuire l'acqua.

 

 

 

Link to comment
Share on other sites

Aggiro in parte gli alberi fino a spuntare dagli alberi da sud, con le mani sui fianchi. La caccia è conclusa, e preferisco rischiare la vita che infrangere il Codice.
Signori, la vostra escursione è finita. In nome della giustizia che vi ha rinchiuso in prigione, sono giunto per prendervi in consegna. Preferirei che mi seguiste, cosicché tutti voi possiate avere una morte misericordiosa secondo la legge degli uomini. Viceversa, se farete resistenza, sarò costretto a farvi del male, per quanto la cosa non mi piaccia particolarmente.

Sono comunque pronto allo scontro. Non intendo ucciderli, se mi è possibile. Ma ovviamente lotterò per la mia vita e per quella dell'ostaggio. 

Spoiler

Spunto in Q14. "Preparo" un attacco di segugi contro il primo che prova a spararmi contro...

 

Link to comment
Share on other sites

Archived

This topic is now archived and is closed to further replies.

×
×
  • Create New...