Jump to content

Benvenuto in Dragons’ Lair

La più grande e attiva community italiana sui giochi di ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Le novità Need Games per Lucca Comics & Games 2021

Ecco per voi tutte le novità Need Games che vedrete a Lucca Comics & Games 2021.

Read more...

Avventure Investigative #3: Cherchez la succube Parte 1

D&D può essere usato per creare delle avventure investigative interessanti? Eccovi il terzo articolo di una serie in cui espongo le mie idee in merito.

Read more...

Odissea dei Signori dei Draghi verrà presentato a Lucca Comics & Games 2021

Diventate eroi mitologici in un mondo dove Dei e Titani camminano in mezzo ai mortali.

Read more...

Hexcrawl : Parte 11 - Riempire Ancora gli Esagoni

Se la fantasia e il furto non sono sufficienti, possiamo usare anche altri modi per riempire gli esagoni del nostro hexcrawl.

Read more...

Creare avventure usando i BG dei personaggi

In questo articolo Wade Rockett ci spiega come usare i Background di un personaggio di 13th Age per coinvolgerlo nella propria avventura. 

Read more...

La Lancia Insanguinata


dragan90

Recommended Posts

tutti i giornali ne parlano, è l'evento dell'anno! l'ultima reliquia della società di Thule verrà esposta in una grande serata di gala alla quale sono stati invitati in modo casuale molti membri della setta, finalmente la Lancia di Longino sarà mostrata al pubblico!

Francoforte, 12 dicembre 1957, villa personale del gran sacerdote Otto Von Kraud.

tutti voi avete ricevuto l'invito alla serata, vi siete recati a Francoforte dove avete prenotato un albergo e un'autista per la serata.

uno alla volta scendete dalle vostre auto su di un lungo tappeto rosso che porta fino alla soglia di un'enorme villa recintata con un grande giardino ben curato, lo scarlatto sentiero è percorso da uomini e donne ben vestiti che mostrano i gioielli più belli, la villa è illuminata e la luce dei lampadari interni fuoriesce dalle ampie vetrate, odore di cibo e musica di violini si sparge nell'aria.

@ Kuma:

Spoiler:  
l'invito in realtà è arrivato a tuo marito che ti ha chiesto di accompagnarlo, una delle oramai sempre più rare uscite che fate insieme, alloggiate in camere diverse ma arrivate alla festa con la stessa auto, in auto lo vedi molto nervoso perchè continua a strizzare gli occhi, tic che di solito lo colpisce finchè opera (nel primo post descrivilo pure tu agli altri, infondo il marito è il tuo, è giusto che lo descriva tu! XP)

@ Carrie:

Spoiler:  
le alte sfere dlle SS non ti lasciano mai sola, hanno provveduto a tutto, pasto compreso, alloggi in un attico dalle pareti isolate acusticamente, ti sei cibata, fatta una doccia per lavare via "residui di cibo" e vestita, sei scesa in strada dove il tuo autista ti aspettava e ti ha portato alla villa.

@ Simon:

Spoiler:  
uno come te non può assolutamente mancare a un'evento del genere, trovare persone stimolanti, magari dei colleghi, magari delle fanciulle e soprattutto avere su di sè i riflettori, ci sono persone che farebbero follie per uno di quei biglietti e tu sei uno degli invitati, il giorno della festa hai mobilitato il maggiordomo della famiglia per farti accompagnare con la macchina più lussuosa della tua famiglia

@ Thanil:

Spoiler:  
non sopporti gli eventi mondani ma stavolta non ne puoi fare a meno, la tua curiosità ti fa dimenticare tutto il resto, la Lancia di Longino, che possieda mirabolanti poteri? sai solo che per ora è nelle mani del gran sacerdote Otto Von Kraud (che non hai mai vista ma che sai essere un ricercatore di antiche leggende dalla proverbiale memoria)

@ Lambrate:

Spoiler:  
sei rimasto esterrefatto quando Alex ti disse: io quel giorno ho un'udienza importante in tribunale, senti, vacci tu con il mio biglietto, almeno non andrà sprecato,ti farà bene staccare dal lavoro vedrai, dai, ti pago un soggiorno a Francoforte, io arriverò il giorno seguente, ci facciamo una serata laggiù, ci divertiamo un pò e poi torniamo a casa e nel tragitto mi racconti quel che mi sono perso, va bene?. fatto sta che ora sei li, sul tappeto rosso che da alla villa.

siete tutti appena scesi dalle auto e sopra al suddetto tappeto rosso, non dimenticate di descrivere i vostri pg nel primo post, se avete dubbi anche più avanti contattatemi in chat se mi trovate online o x mp, (per il fattore dei soldi che avete in tasca e l'equip manderò a tutti un mp perchè ora non ho il manuale, tanto per la serata di gala vi vien tutto offerto per cui non dovreste averne bisogno) buon divertimento, se avete problemi controllate anche il post di organizzazione della campagna se x esempio non vi ricordate come postare.

IN BOCCA AL FEROX!

Link to comment
Share on other sites


  • Replies 41
  • Created
  • Last Reply

@ descrizione:

Spoiler:  
post-17879-14347052434467_thumb.jpg

Magdalena è una donna attraente, di notevole bellezza e classe, alta circa 1 e 70 con un fisico molto magro ma perfettamente proporzionato e non spigoloso. Ha trent'anni e li porta molto bene. Sempre elegante e fine evita categoricamente di scadere nella volgarità vestendo sempre con impeccabile gusto ma anche severità, come questa volta: il lungo ed elegantissimo abito da sera che porta, palesemente di eccellente e costosissima fattura, ha un taglio austero, vagamente militare, ed è completamente nero. Anche i gioielli che indossa, sebbene siano diamanti, non sono troppi o eccessivamente sgargianti, solo piccoli punti di pura luce come stelle sullo sfondo di un abito color notte.

Attendo che l'autista mi apra la portiera e poi scendo elegantemente dalla macchina camminando con grazia lungo il tappeto rosso. Il mio viso regala un cortese e caldo sorriso a tutti i presenti e soprattutto ai miei conoscenti, tuttavia anche una nota di profonda mestizia, per il lutto che ho subìto non molto tempo fa, si intravede ancora chiaramente nella mia espressione. Mi dirigo all'entrata della villa soffermandomi quà e là ad ampliare il mio saluto a coloro che conosco.

Link to comment
Share on other sites

Descrizione

Spoiler:  

Aspetto di un uomo maturo di 60 anni portati mediamente bene, capelli corti e brizzolati, la faccia segnata dall'età e sguardo annoiato con occhi marroni.

Il viso è squadrato con lineamenti marcati, privo di barba.

Il fisico è magro e alto 1.80 m, vestecon un cappotto marrone lungo fino sotto le ginocchia. I pantaloni sono marroni di fustagno mentre nella parte superiore veste un gilet nero di cashmere spigato.

Porta un paio di guanti di cuoio scamosciato in tinta con il cappotto ed un capello borsalino sempre in tinta

L'auto fa malapena a tempo a fermarsi che scendo con passo deciso, accenno distrattamente un abbozzo di saluto verso coloro che mi sembra riconoscere, ignorando gli altri mi avvio con passo deciso all'entrata della villa.

Link to comment
Share on other sites

Descrizione

Spoiler:  
post-11502-14347052435298_thumb.jpg

Johannes Schumann è uno scapolo di 27 anni, affascinante e molto ricco. E' un famoso pianista conosciuto in tutta la Germania.

E' alto 1,85, magro, fisico asciutto non molto muscoloso. Ha capelli corti castani e occhi marroni molto espressivi. Veste elegante, in modo un po' eccentrico e un po' fuori moda. Indossa un completo marrone a righe blu, camicia bianca e una cravatta appariscente. I capelli sono disordinatamente ordinati e indossa occhiali da lettura dall'originale montatura nera. Ha un sorriso charmante.

Scendo dall'auto senza aspettare l'autista, eccitato e felice!

Eccoci qui!!! Sarà una festa magnifica!

Infilo le mani in tasca e osservandomi intorno mi dirigo alla villa. Per ogni bella ragazza che incontro mi fermo per un saluto, un baciamano e sorridendo porgo qualche domanda di cortesia...

Link to comment
Share on other sites

Spoiler:  
post-18527-14347052436233_thumb.jpg un uomo sulla quarantina (41 anni per l'esattezza), alto circa 1 metro e 80 e decisamente di bell'aspetto. I suoi occhi sono azzurri, profondi e tristi mentre i capelli, un tempo biondi, sono quasi tutti bianchi (un po' troppo bianchi in verità). Tiene un paio di ben curate basette ed un accenno di barba incolta, come di un paio di giorni. Porta un lungo cappotto di pelle, completamente nero, dal quale però emergono inconfondibili le mostrine della sua uniforme da ispettore

Lungo il tragitto guardo e riguardo l'interno dell'orologio, dove posa in bella mostra il ricordo di quando ancora ero una persona felice... poi la macchina arriva finalmente a destinazione. Ripongo l'orologio in una tasca interna dell'uniforme, apro la portiera e, indossando il berretto, scendo dal mezzo. Con passo deciso ma non troppo spinto percorro il tappetto rosso, rivolgendo cortesi cenni di saluto a tutti coloro che incontro e che mi pare di riconoscere.

Link to comment
Share on other sites

Descrizione:

Spoiler:  
Gertrud è una donna sofisticata, intelligente ed egocentrica, ma la sua dote migliore è un'altra,la sua bellezza è quasi inumana, splendida da guardare sotto ogni punto di vista, Bionda con magnetici occhi azzurri, labbra che ispirano baci appassionati e sorrisi seducenti, un corpo mozzafiato che sembra senza tempo e il tutto è risaltato quando la si vede vicino al marito, molto più anziano, con capelli corti e baffi brizzolati, il viso segnato dalle rughe e lo sguardo spento. Pur così diversi i due sono sempre affiatati, li si vede sempre insieme (anche se non escono molto).

Scendo con grazia dall'auto porgendo la mano a mio marito (Ludwig Von Adler) che mi aiuta ad alzarmi, poi appoggio il braccio destro elegantemente su quello sinistro di mio marito: "Ma guarda quanta gente graziosa!" Dico con un sorriso: "Magari riusciremo anche a divertirci..."Ludwig si avvia con Gertrud verso la villa, sorride ai passanti che come al solito neanche lo vedono abbagliati dalla bellezza provocante della moglie.

Link to comment
Share on other sites

tutti quelli che si fermano a chiaccherare si scambiano solo poche parole, il freddo e la smania generale sono ottimi motivi per affrettarsi alla villa.

nel centro esatto della lunghezza del tappeto vi è intessuta una svastica del partito, dopodichè lo scarlatto sentiero continua, da vicino la villa sembra ancor più meravigliosa, le colonne che sorreggono il porticato sono in marmo bianco e sono scolpite fin nei minimi particolari mostrando scene di guerre vittoriose dove gli ariani, aiutati dagli Dèi primigeni sconfiggono le razze inferiori e molte altre immagini simboliche, sopra la porta d'entrata invece vi è un piccolo dipinto che raffigura un sole a forma di svastica inscritto in un pentacolo.

davanti alla porta ci sono ben quattro uomini, tutti bioni e con gli occhi azzurri con un completo verde scuro, una sorta di divisa, devono essere gli inservienti della serata, due aprono la spessa porta ad ogni ospite che si presenta, un altro ha preso posizione dietro ad un leggio con un pesante libro sopra dove spesso scrive con una penna in piuma d'oca, l'ultimo invece porta una borsa simile a quella di un postino e ritira le lettere d'invito dei partecipanti dando loro in cambio una busta rossa sigillata con una goccia di cera nera.

anche voi uno alla volta vedete quest'ultimo uomo consegnarvi la nuova busta sul cui dorso c'è una scritta : non aprirmi.

solo quando avete la busta in mano la porta vi viene aperta, l'odore di carne speziata e salmone e la musica vi inondano mentre oltrepassate la soglia della villa.

l'interno è assai ampio, ci saranno già una quarantina di persone e molte altre ne arriveranno, altri inservienti in camicia bianca e panciotto verde si destreggiano con vassoi ricolmi di assaggi di formaggi, salumi, caviale, calici di champagne, sigarette ed altro ancora attraversano la sala con disinvoltura.

il rumore delle chiacchere tra ospiti viene attenuato dalla dolce musica di violini e violoncelli che suonano in fondo alla sala su di un piccolo palco in un angolo del salone affiancato da un palco più grande coperto da un sipario su cui campeggia nuovamente il simbolo del partito circondato dalla stella a cinque punte, la piccola orchestra è composta sia da giovani promesse che da rinomati musicisti di una certa età e, per distinguerli dagli inservienti sono vestiti con una camicia bianca ed un completo rosso, ad un'occhio attento si può notare che, dietro agli uomini giace abbandonato un pianoforte a coda.

gli ospiti sono i più svariati e sono sparsi un pò nel centro della sala e un pò sui tavoli e i divani posti al perimetro della stanza, su uno dei lati più lunghi vi sono due tavoli molto lunghi su cui sono adagiate ogni tipo di leccornie e bevande, molti inservienti servono gli ospiti facendo sì che nessuno di loro debba muovere un dito per soddisfare i propri sfizi.

il pavimento è composto da lastre alternate di marmo bianco e nero come su una enorme scacchiera e il soffitto è completamente affrescato con tre lampadari di cristallo che illuminano a giorno la stanza.

nella sala ci sono due grandi portoni posti uno a destra e uno a sinistra e sugli angoli della sala più vicini all'entrata vi sono due rampe di scale che portano al piano superiore dal quale è possibile avere una vista panoramica del salone e raggiungere un pesante portone posto in cantro alla sala, sopra al palco del piano inferiore.

continuate pure un pò con il gioco autogestito, ambientatevi un pò. =)

Link to comment
Share on other sites

Tra la tanta gente cerco di trovare qualche volto familiare mentre mio marito è impegnato a conversare con qualche collega o altre nullità, quando vedo Magdalena. I miei occhi si illuminano e mi congedo allegramente da Ludwig e i suoi attempati amici.

Finalmente vedo qualcuno con cui vale la pena scambiare quattro chiacchiere...

Mi avvicino a Magdalena e attiro la sua attenzione sfiorando delicatamente la sua spalla. "Magdalena, mia cara!" la saluto sorridendo con mestizia "Sono contenta di vederti uscire, sono stata preoccupata per te, hai ricevuto le mie lettere?" mentre le parlo prendo una sigaretta dal vassoio che ci porge uno dei camerieri, aspettandomi come al solito che qualcuno mi offra da accendere.

Link to comment
Share on other sites

Cammino verso i divani guardandomi intorno con un misto di educato interesse ed affascinante nonchalance ma i miei pensiero vanno in tutt'altra direzione: inutili e pomposi parassiti. Spero che tra di voi ci sia realmente qualcuno degno di nota e che non si nasconda troppo bene! quando sento qualcuno avvicinarsi e sfiorarmi la spalla. Mi volto sorridendo e quando la riconosco il mio sorriso si allarga ancora di più di sincera felicità, perfetto, non poteva andare meglio! con una come te al mio fianco cara Gertrud si accalcheranno per sfilarci tutti per bene davanti! Cara!! Sono così felice di vederti di persona! Sì, ho ricevuto le tue stupende lettere e mi addolora davvero che tu abbia dovuto stare in apprensione per me. Ti ringrazio infinitamente e ti chiedo di perdonarmi per la mia prolungata e silenziosa assenza ma.... dopo l'accaduto ho avuto bisogno di tempo. È stato qualcosa di cui io stessa non riuscivo a..... capacitarmi....però sono riuscita a farmi forza anche grazie alle splendide persone che mi hanno sostenuta. qui la mia espressione si incupisce dal dolore ma si colora anche di rinata fermezza. E tu cosa mi dici? Dov'è il caro Ludwig? Sei sempre splendida! Ma perchè parlare in piedi? Vieni, accomodiamoci! Dico prendendo anche io una sigaretta dal vassoio e muovendomi verso un divano.

@ Master

Spoiler:  
uso Osservare per vedere se noto qualcuno o qualcosa di particolarmente insolito.
Link to comment
Share on other sites

Entro nel salone sorridente, colgo l'occasione per afferrare qualche spuntino e assaggiare qualcosa al passaggio dei camerieri.

Eccolo là... Un bellissimo pianoforte... Dopo potrei suonare qualcosa!

Penso tra me e me adocchiando il pianoforte a coda.

Mi trovo vicino ai divani quando vedo avvicinarsi due splendide donne, il mio viso si illumina con un sorriso.

Buonasera signore, si fanno sempre incontri interessanti a queste feste, ma capita raramente di trovarsi di fronte a tanta bellezza da togliere il fiato. Lasciate che mi presenti, il mio nome è Johannes Schumann, e voi come vi chiamate?

Se le signore mi porgono le mani mi esibisco in un breve inchino baciando le mani.

Link to comment
Share on other sites

Appena entro nella villa tolgo il cappello e sfilo i guanti. Inizio a girare e guardarmi intorno con fare estremamente disinvolto e nel frattempo ne approfitto per prendere qualcosa da bere. Dopo aver bevuto restituisco il calice ad uno dei solerti inservienti che girano per la sala.

Mi soffermo un momento ad osservare il bizzarro pavimento poi, prima di mangiare qualcosa, decido di concedermi una sigaretta.

qualche sfizio ogni tanto mica mi ammazzerà... penso mentre ne prendo una da un vassoio da cui hanno appena attinto due splendide signore. Estraggo l'accendino e l'accendo.

Dopo un paio di tiri noto che le due signore ancora non hanno acceso la sigaretta e decido di porgere loro il mio accendino ma, prima di potermi avvicinare, un giovanotto si fa loro incontro ed inizia a parlare

giriamo al largo che lanciarsi subito sulle ragazze non è il massimo della galanteria... quindi continuo a passeggiare per il salone, ascolto un po' più attentamente la musica mentre termino la sigaretta poi bevo qualcos'altro e assaggio qualche piatto a base di salmone, senza abbuffarmi.

Link to comment
Share on other sites

Sorrido languidamente al ragazzo che si avvicina porgendogli la mano guantata: "Piacere mio signor Schumann, Io sono Gertrud Von Adler, questa è la mia cara amica Magdalena Von Hohenfels, stavamo appunto cercando un divanetto per scambiare quattro chiacchiere, vuole accompagnarci?" Guardo distrattamente in giro cercando di vedere cosa fa Ludwig mentre aspetto che il ragazzo ci accompagni ad uno dei salottini sistemati per la sala.

Mi chiedo se qui siano tutti così maleducati da lasciare una signora senza accendere...

@Cartomante:

Spoiler:  
Conosco il volto di Otto Von Kraud? Se si lo cerco tra la gente per andare a porgergli un saluto (osservare 5, perquisire 6)
Link to comment
Share on other sites

Entro nel salone con passo svelto per la mia età, tuttavia notando l'assenza della star della serata, mi rilasso prendendo un calice di buon champagne e mi guardo intorno per farmi um idea della scelta dei partecipanti.

Metà di loro non saprebbero riconoscere un libro di favole da un libro di occultismo, penso tra me e me.

Noto come molti le 2 bellezze ariane ma preferisco lasciare certe cose a giovani piu baldi, soprattutto in una serata come questa.

Passeggio per la sala mangiando ogni tanto un stuzzicchino.

Link to comment
Share on other sites

@Magdalena e Gertrud

Oh, vi prego, chiamatemi pure Jo... signor Schumann mi fa sentire vecchio!

Sorrido...

Se mi va di accompagnarvi? Certamente! Venite...

Mi posiziono in mezzo alle due signore porgendo ad entrambe le mia braccia per prenderle entrambe a braccetto e accompagnarle a un divanetto...

Più tardi potrei dedicarvi una canzone... vi piace la musica?

Link to comment
Share on other sites

Magnifico, abboccano subito...Alle parole di Schumann una risata cristallina e lusingata dal complimento esce dalle mie labbra, Lei è davvero troppo buono per quanto riguarda me, è la cara Gertrud ad essere una vera stella. In ogni caso è un piacere conoscerla, Jo. Sarà un onore averla in nostra compagnia, soprattutto ora che so di avere al mio fianco un musicista. Io adoro la musica. Mi dica, cosa suona? Qualunque cosa sia, non ho dubbi sul fatto che lei sia un giovane talentuoso. Deve assolutamente esibirsi per noi questa sera! Dico continuando a sorridere, ma non prendo il braccio che l'uomo mi porge, bensì inizio a muovermi verso i divani per spronare i due, con la massima cortesia, a fare altrettanto e per far finalmente notare almeno ad un cameriere la mia sigaretta ancora scortesemente spenta.

@ Master

Spoiler:  
Intanto vorrei iniziare a raccogliere nella mia testa tutto ciò che so sulla Lancia di Longino in modo da individuare subito eventuali discordanze tra ciò che so e ciò che verrà detto o fatto vedere a riguardo, uso Occultismo.
Link to comment
Share on other sites

@carrie, kuma e simon: la sala è ancora nezza vuota, molti ospiti devono ancora arrivare per cui non avete grossi problemi a trovare un posto dove sedervi, appena vi adagiate un cameriere passa ad accendere le vostre sigarette.

@ Thanil: ora che sei entrato e non hai visto ne la lancia ne il padrone di casa il tuo entusiasmo sciama e ti rendi conto di quanto sia stato estenuante il lungo viaggio in auto, mentre sei in disparte a mangiare degli stuzzichini in silenzio senti alcuni commensali interrogarsi riguardo le buste scarlatte tirando fuori ipotesi assai bislacche riguardo il loro contenuto.

@lambrate: un uomo dalle tue spalle ti rivolge la parola,un altro ospite in divisa, vedo con piacere di non essere l'unico ad aver fatto questa scelta. lascia cadere così la frase, senza presentarsi, forse per vedere se è tuo interesse parlare o se non vuoi essere disturbato, quando ti giri ti trovi davanti a una persona imponente, un uomo alto e con le spalle larghe, i capelli biondo cenere e gli occhi azzurri e con dei lineamenti molto duri, non riconosci i gradi sul suo petto ma noti con sicurezza il simbolo ed i colori della Wermacht.

@kuma:

Spoiler:  
hai vagamente presente il viso di Otto, dopotutto è un personaggio pubblico di un certo rilievo ma non lo hai mai incontrato di persona, tuttavia anche con la sala mezza vuota non riesci a scorgere la sua presenza.

@carrie:

Spoiler:  
per dirti la storia della lancia servirebbe teologia o storia, con occultismo ti dico le leggende che si narrano riguardo i poteri della lancia.

si dice che per uccidere Gesù (che secondo i nazisti era una specie di essere malvagio di origine primordiale, il nemico degli dei primigeni) nessun uomo avesse un'arma adatta, l'uomo avrebbe fatto soffrire Gesù sulla croce, alimentando i poteri della blasfemia cristiana con il suo dolore ma nessun uomo poteva dargli il colpo di grazia, così Odino decise di togliere di mezzo la minaccia, prese forma umana ed andò a Roma, incontrò Longino e con la sua lancia si trafisse un occhio, la lancia, sporca del sangue di un dio ora avrebbe potuto uccidere gesù.

detto questo si crede che l'icore di Odino sia ancora in minima parte sulla punta della lancia, che quindi abbia potere di uccidere chiunque al solo tocco ma anche di riportare in vita le persone o impedirne il risveglio se si riuscisse a "distillare" l'icore di Odino.

Link to comment
Share on other sites

"Siete un musicista! Che onore! Avrei dovuto capirlo dalla forma delle vostre mani affusolate" dico sedendomi sul divanetto in modo da far sedere Jo al centro. Quando passa il cameriere ad accendere la sigaretta la aspiro languidamente cercando di trovare un argomento di conversazione."Magda, Jo, vi prego illuminatemi sullo scopo della serata, Ludwig ha insistito per venire, ma io non ho la minima idea di cosa aspettarmi, e queste buste mi incuriosiscono molto. Scommetto che vogliono tentare il nostro gusto del proibito..." Sorrido maliziosa a queste parole, sventolando la busta.

Link to comment
Share on other sites

Mi accomodo sul divanetto, al centro tra Magda e Gertrud.

@Magda

Oh, io sono un pianista! Adoro il suono del pianoforte, sentire le dita scivolare sull'avorio e creare la musica... Quella sì che è vera magia!

@Gertrud

Vi piacciono le mie mani? Mi fa piacere che le abbiate notate... Ma anche voi avete delle mani magnifiche! Riguardo lo scopo della serata... Sinceramente non ne ho la più pallida idea! Io sono qui per la festa, mi incuriosiscono molto di più le persone... Certo, la curiosità e la tentazione di aprire la busta è forte... Potremmo darci una sbirciatina! Non credo che il padrone di casa se la prenda... Oppure potremmo aspettare e fare il suo gioco...

@Magda e Gertrud

E voi che fate nella vita?

Link to comment
Share on other sites

Mi giro verso i commensali che ipotizzano il contenuto delle buste e mostrando un sorriso di circostanza palesemente forzato chiedo:

Perdonatemi, non ho potuto non sentire il soggetto la vostra conversazione, voi cosa ne pensate delle buste?

@Master

Spoiler:  
Faccio una prova di occultismo per ricordare quello che so sulla lancia di longino
Link to comment
Share on other sites

Udite le parole alle mie spalle ho un leggerissimo sobbalzo, non mi aspettavo di certo di venire preso in considerazione. Immediatamente mi volto e vedo l'imponente militare di fronte a me.

un militare...del resto chi altri mi avrebbe potuto prendere in considerazione qui?

Azzardo un sorriso composto.

@ Ufficiale

Lo noto anch'io signore... ma sa, ritengo che, data la nostra professione, indossarla sia un onore ed un onere...non trova? Ad ogni modo...sono l'Ispettore Alberich Luddendorf... molto lieto di fare la sua conoscenza, signore.

Link to comment
Share on other sites

Archived

This topic is now archived and is closed to further replies.

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.