Jump to content

Arcani Rivelati, punti magia e Stregoni. Secondo voi non depotenzia la classe?


Rickyilmejo
 Share

Recommended Posts

Per chi ne ha familiarità, sono dell'idea che la versione dei punti incantesimo degli arcani rivelati (con l'affaticamento e le altre conseguenze), sia molto interessante. Non trovate tuttavia che a quel punto gli stregoni diventino praticamente una classe abbastanza obsoleta? Secondo me viene depotenziata veramente in una maniera indicibile. Voi che ne pensate?

Link to comment
Share on other sites


Detto in estrema sintesi:

- La variante dei punti magia indebolisce sì lo stregone, visto che diminuisce il numero di incantesimi che potrà lanciare al giorno e in cambio non gli dà nessun beneficio;

- La variante dell'affaticamento garantisce un numero infinito di incantesimi al giorno: basta avere qualcosa per curarlo...

Link to comment
Share on other sites

Capisco ora, pensavo che avessi collegato le due cose.

- La variante dei punti magia indebolisce sì lo stregone, visto che diminuisce il numero di incantesimi che potrà lanciare al giorno e in cambio non gli dà nessun beneficio;

Ooops, non mi ero accorto della diminuzione di incantesimi giornalieri; a quanto ammonta la perdita? Perché se non è molto elevata imho potrebbe essere compensata dalla maggiore versatilità.

  • Like 2
Link to comment
Share on other sites

In realtà il sistema a punti incantesimo da sì meno punti se facessimo una proporzione con gli incantesimi al giorno (e quelli conosciuti non vengono modificati), ma dà anche la possibilità, di solito non presente, di sacrificare gli "slot" (in questo caso i punti) per diversi incantesimi di livello più basso per lanciarne uno solo di livello più alto. Io personalmente uso questa variante, ma la permetto solo ai caster spontanei per aumentarne un minimo la versatilità e rafforzare l'idea dell'energia magica che fluisce in loro, messa su un mago o chierico li rende semplicemente tier 0, uno stregone in un sistema del genere sarebbe tremendamente depotenziato.

Link to comment
Share on other sites

Be allora che dovrebbe dire il povero psion che ha un sistema per i suoi poteri ha punti quasi allo stesso modo?Certo certe varianti di quel manuale di varianti passano dallo sgravo all'inutile facendo capire che non le hanno playtestate bene sopratutto i tratti ed i difetti.

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

In realtà il sistema a punti incantesimo da sì meno punti se facessimo una proporzione con gli incantesimi al giorno (e quelli conosciuti non vengono modificati), ma dà anche la possibilità, di solito non presente, di sacrificare gli "slot" (in questo caso i punti) per diversi incantesimi di livello più basso per lanciarne uno solo di livello più alto. Io personalmente uso questa variante, ma la permetto solo ai caster spontanei per aumentarne un minimo la versatilità e rafforzare l'idea dell'energia magica che fluisce in loro, messa su un mago o chierico li rende semplicemente tier 0, uno stregone in un sistema del genere sarebbe tremendamente depotenziato.

E' una giusta osservazione, anzi questa è anche una particolare sottovariante di tale sistema, ma a quel punto i maghi potrebbero lanciare solo un tot di incantesimi di lvl al giorno. Secondo me sarebbe bastato aumentare (decisamente di più di quello che già è) i punti incantesimo a disposizione dello stregone.

In questo modo l'unica alternativa per il povero stregone sarebbe prendere più talenti dal perfetto arcanista che aggiungono agli incantesimi conosciuti alcuni incantesimi di dominio (Discepolo Arcano), o puntare su CDP che ne ampliano la lista (Sand Shaper o altri)

Link to comment
Share on other sites

Be allora che dovrebbe dire il povero psion che ha un sistema per i suoi poteri ha punti quasi allo stesso modo?Certo certe varianti di quel manuale di varianti passano dallo sgravo all'inutile facendo capire che non le hanno playtestate bene sopratutto i tratti ed i difetti.

Non sono pensate per essere "playtestate bene". Sono regole varianti che i singoli gruppi dovrebbero provare ad applicare al gioco e vedere se ne sono soddisfatti o se preferiscono le regole di base. Il playtesting, in questo caso, è interno al gruppo.

Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...

Probabilmente risulterebbe più equilibrato se lo stregone tenesse in considerazione i punti di uno o due livelli successivi (uno stregone di lvl 5 guadagnerebbe i punti di uno di sesto o settimo, quindi 29 o 37, che in rapporto ai 16 del mago allo stesso lvl sarebbero più in linea con il manuale del giocatore). A me sembra una soluzione accettabile, non trovate? Meglio uno o due livelli in più?

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.