Jump to content

[Sine Requie anno XIII] - Ritorno al giardino dell'Eden - Topic di Gioco


3onFire

Recommended Posts

Antefatto:

Lo sapete benissimo e ormai ne avete la piena certezza - siete un gruppo di sparuti sopravvissuti alla ricerca di un posto sicuro dalla Fame dei Morti, in quella che un tempo fu la Francia.

Il cibo nelle vostre tasche scarseggia, e le armi che avete a disposizione sono poche e malandate, e nemmeno troppo funzionanti.

Siete stanchi, e muoversi a caso e senza una meta è troppo pericoloso, poiché la possibilità di incontrare i Morti in questa zona è veramente molto Alta.

Siete a Argentat, nella zona ovest di Massif Central, piccolo paesino completamente disabitato e in pessime condizioni. Le macerie sono ovunque, le case disabitate e semidistrutte.

Ovunque regna un silenzio tombale.

Vi siete radunati in una piccola casa, nella zona alle porte del paese... Seduti a terra, sul tappeto del buio soggiorno, vi disponete in circolo e discutete sul da farsi...

Una soluzione va presa, e alla svelta; bisogna uscire all'aperto e cambiare zona. Sarà una fortuna anche trovare un solo topo da poter dividere... Chissà, da qualche parte esisterà un oasi felice in cui rifugiarvi...

@tutti

Spoiler:  

Anticipo le Risoluzioni che tornano sempre utili:

Niggon17 : 20

maori86: 14

Athelorn: 12

Ricordatevi di usare i vostri nomi di PG sui post!

Link to comment
Share on other sites


  • Replies 49
  • Created
  • Last Reply

Descrizione

Spoiler:  
Alto 1.80, fisico atletico ma non troppo e leggera barba che cresce sul volto. Occhi e capelli corti castani.

Porta un uniforme dell'esercito italiano grigio scura con alcune medaglie appuntate, ricordi di un epoca ormai passata.

In mano un Garand americano che dimostra di saper usare e ha una pala da trincea nel suo equipaggiamento, che funziona perfettamente come una accetta essendo pesante ed affilata una volta aperta.

Tende a comportarsi sia in maniera sociale e propositiva, sia qualche volta all'isolamento e alla depressione, tipico dei veterani che ne hanno viste anche troppe. E' di un coraggio unico, sempre a dare l'esempio in azioni anche solo troppo avventate o stupide. Ha sempre fatto valere il suo valore di soldato veterano sul campo.

Mi appoggio ad una parete a braccia incrociate, tenendo il Garand in mezzo e controllando le finestre.

Prendo una boccata dalla ultima sigaretta che mi è rimasta, cercando di godermela mentre prendo la parola.

Poco da fare. Qua non c'è niente che ci permetta di rimanere: niente cibo, niente munizioni, ne' mezzi che ci permettano di produrci questi due.

Parlo in un francese con una bounissima inflessione, anche se qualche accento italiano scappa.

Mentre parlo la sigaretta termina, con mio grande disappunto. Seccato butto a terra il mozzicone della sigaretta artiganale.

Diavolo, pure le sigarette dovevano finire... Dico stavolta fra me e me in italiano.

Qualcuno ha una cartina o conosce la zona? io vengo da Siena e la francia non la conosco quasi.

Idee su dove andare?

Link to comment
Share on other sites

Spoiler:  
E’ un uomo alto 1,80 con un fisico robusto ma non eccessivamente.Porta una barba non molto lunga e i capelli corti e bianchi tra cui si intravede ancora qualche filo del vecchio color rosso ed ha due grandi occhi azzurri.

Porta una spada e un grosso pugnale da caccia legati alla cintura mentre a tracolla ha vecchio fucile di fabbricazione tedesca.

Seduto in un angolo della stanza osservo i miei due compagni,ormai le provviste e le munizioni stanno finendo,non dureremo ancora a lungo se non riusciamo a trovarne al più presto.

Quando l'italiano fa la sua domanda mi giro a guardare alla finestra senza rispondergli.

La Francia ormai è una terra desolata piena di quei mostri:è difficile persino trovare una casa intera e vuota o qualsivoglia posto sicuro per poter passare una notte al coperto.

Non sono mai stato qui e non credo che restare qua dentro ci aiuti molto...a patto che voi non vogliate morire di fame.

Continuo a guarda fuori dalla vetrata cercando di individuare possibili pericoli o qualcosa di utile:un posto dove potrebbero esserci provviste,un mezzo di trasporto o qualunque altra cosa possa aiutarci.

Link to comment
Share on other sites

Descrizione

Spoiler:  
é un uomo di 38 anni altro 1,75 cm, occhi castani, capelli corti neri; dato il lavoro di chirurgo che faceva non porta la barba ed anche in momenti di delolazione e tristezza trova il modo di tagliarla con la sua lametta sempre a portata di mano. E' un uomo colto, uno studioso non ha mai provato guerra od armi ma è molto intraprendente e gli piacciono le sfide; solo di una cosa non può fare a meno: di un buon sigaro una volta al giorno, anche se da tempo non ne trova. Porta un abito marrone a quadri ed una camicia nera e scarpe comode. Nonostante tutto quello che è successo possiede ancora la sua valigia con gli attrezzi da chirurgo anche se ormai sono logori e andrebbero sterilizzati ma possono ancora essere utilizzati per curare o ferire all'occasione.

Un solo difetto rappresenta perfettamente quest'uomo: è un profondo amante delle donne è romantico e se ne innamota facilmente infatti uno dei suoi hobbies era scrivere poesie.

Sono seduto sull'unica sedia della stanza cerco di scaldarmi un'po e penso a lei a quella donna con cui stavo prima del disastro: "dov'è? Che fa? è viva?"; una fresca brezza proveniente da fuori mi fa rinsavire e ritorno concentrato sulla situazione. Hanno ragione i miei due compagni cosa fare ancora qui abbiamo fame e nn ricordo l'ultima volta che ho mangiato qualcosa di decente, ah se avessi almeno uno dei miei sigari prefetiti.

Avete ragione dovremmo andar via, ma non prima di aver deciso bene dove non voglio ritrovarmi in un'altro posto nella stessa situazione in cui siamo adesso.

Continuo a scaldarmi ma stavolta penso di essere fortunato a non essere solo in questo buco di ***** francese, i miei due compagni sembrano brave persone.

Link to comment
Share on other sites

Mer*a Comincio in italiano.

Insomma, non sappiamo nemmeno dove andare. Magnifico.

Mi appoggio alla finestra, il Garand a tracolla.

Non abbiamo scelta. Dobbiamo muoverci seguendo le strade. I morti sono ovunque,

E' rischioso per quanto riguarda i predoni, ma nelle campagne i morti sono ben piu' letali. Una vecchia strada puo' portare benissimo ad un altro borgo.

Di certo non possiamo restare un giorno di piu'. Se inizia a prenderci la fame e ci deperiamo non riusciremmo piu' a combattere con efficacia i morti.

Deciso dalle mie stesse parole prendo il fucile a tracolla e lo punto fuori scandagliando per vedere come è la presenza dei morti.

Allora?

@DM

Spoiler:  
Siamo solo noi tre in questa stanza?
Link to comment
Share on other sites

@Marco

Spoiler:  

Ti avvicini al vetro della finestra, e ti accorgi che i vetri cominciano a tremare...sembra come il rumore di motore a scoppio, ma molto in lontananza...fuori dalla finestra noti il vialone principale del paesino....vuoto

PS: Si siete soli in questa stanza

@Leon

Spoiler:  

Senti un rumore provenire dalle intercapedini dei muri del soggiorno, ma non sai distinguere la provenienza...provi a seguirlo con lo sguardo, ma fissi solamente il muro malandato...

@Anton

Spoiler:  

Continui a riscaldarti sulla sedia senza successo...

Link to comment
Share on other sites

Oh, cavolo. Brutto segno.

Corro vicino ai miei compagni, parlando a voce relativamente bassa.

Ragazzi, ascoltatemi.

Vibrazione di motore a scoppio, ma niente in vista e niente rumore forte. Vuole dire motore gi davvero grossa cilindrata e con sospensioni scarse.

Il mio istinto mi dice che è un mezzo cingolato militare. Oppure un mezzo su gomme comunque con un motore indecente.

Nascondiamoci: non ho granate andicarro da buttare sui cingoli e nemmeno quelle normali da buttargli nella canna o nel boccaporto. Non possiamo affrontarlo.

Non dovremo rischiare, visto che motori cosi' pesanti li montano solo i Panzer piu' grossi o quasi tutti i carri fancesi visto che sono lenti e pesanti solitamente. Se è francese, nessun problema. Se ci becchiamo un ******o Tiger...beh, siamo semplicemente morti se ci spara e non recupero una granata.

Usciremo solo se si dimostra non ostile. Domande?

@cartomante

Spoiler:  
Vorrei fare un tiro per verificare le mie conoscenze...ma sinceramente non saprei che tirare XD nel dubbio...

Armi da fuoco (una conoscenza generica dell'equipaggiamento militare, pensavo)

Memoria + bonus abilità =3+2=5

Link to comment
Share on other sites

Uno strano rumore proveniente da una delle pareti della casa mi fa girare di scatto,preoccupato.

Penso che il carro non sia il nostro unico problema...forse c'è qualcun'altro qui dentro.

Dico estraendo la spada ed indicando il punto da dove ho sentito venire il rumore.

Fate attenzione.

Mi muovo silenzioso e con i sensi all'erta per la casa,cercando di arrivare al punto da dove è arrivato quello strano suono,sempre pronto a difendermi con la mia arma in caso di pericolo.

Spoiler:  
Mi sposto cercando il punto da dove ho sentito arrivare il rumore,facendo la massima attenzione tutt'intorno.
Link to comment
Share on other sites

@Marco

Spoiler:  

Del rumore di motore non ve ne è più traccia, ma ricordi grazie alle tue conoscenze che può trattarsi anche di una Jeep corazzata..ne hai viste di molte modificate ad hoc nel decennio dopo il Giorno del Giudizio...

Ti riavvicini al vetro controllandone eventuali scricchioli, spingendolo leggermente con la tua mano...muovendo e rimuovendo il vetro questo si stacca dalla sua sede e cade in strada, frantumandosi in mille pezzi...

Senti il vento proveniente dal vialone principale entrare nel soggiorno...Cerchi di sporgerti un poco per controllare la zona da altre angolazioni, scrutando da lontano il municipio del paese...

@Leon

Spoiler:  

Ti avvicini al muro e noti che il rumore proviene dalla stanza subito adiacente; scorgendoti un poco allungando il collo, noti più distante quello che sembra un piccolo ripostiglio, con la porta aperta; al suo interno scope e attrezzi inutili...veloce come un razzo, un topolino ti passa sotto le gambe e si rinfila nell'intercapedine del muro...

Link to comment
Share on other sites

Continuo a scaldarmi senza successo!!! Basta dobbiamo uscire non ce la faccio più e guarda i miei compagni per me stanno impazzendo. Ragazzi io sto morendo di freddo ed anche a voi i morsi della fame stanno facendo venire segni di squilibrio, non ho sentito nessun rumore. Ascoltatemi in qualità di medico non resisteremo qui ancora a lungo propongo di uscire e cercare cibo ed un mezzo di trasporto.

Dopo aver finito comincio a camminare nervoso intorno alla stanza cercando qualcosa o semplicemente un idea che ci aiuti. Spero che questi due rinsaviscano e siano d'accordo.

Spoiler:  
Vorrei fare qualche tiro del tipo intuizione o qualcosa che possa aiutarci ma nn conosco i termini del gioco scusami
Link to comment
Share on other sites

Ma devi decidere che è meglio uscire mentre sento vibrazioni di una jeep corazzata?

Leon, quel rumore che hai sentito sono le vibrazioni del terreno emesso da un motore di grossa cilindrata. Figuratevi che in afrca avevamo sempre una bacinella di olio per motori per anticipare i movimenti delle colonne di carri!

Fisso fuori col Garand puntato.

Per carita', vado fuori io a controllare.

Link to comment
Share on other sites

@Anton

Spoiler:  

Percezione 6 e Osservare +1....hai comunque pescato un Asso!

Sei sicuro che fuori il viale non ci sia nessuno, e sei il primo che decide di uscire allo scoperto(dillo ai tuoi compagni!).Effettivamente il viale è vuoto, come il piccolo paesino.

Di fronte a te puoi scorgere il municipio del paese, anch'esso disabitato! Noti da lontano una scritta sopra la porta principale del municipio...

@Marco

Spoiler:  

Esci fuori e ti accorgi che il viale è deserto. Nessuna presenza di Morti nei paraggi, ne tracce di Jeep(Ovviamente non è passato nulla vicino la casa).

Ti accorgi che non troppo lontano sul viale principale c'è il piccolo municipio del paese, dove intravedi una scritta sopra la porta principale!

(La scritta la noti grazie a: Osservare +1 con percezione 2 = pescato un 3, successo)

Link to comment
Share on other sites

Era solo un topo...uno stupido topo.

Ritorno nella stanza precedente notando i due che si stanno preparando e li seguo,ancora con la spada in mano e guardandomi intorno.

Dev'essere passato lontano di qui il mezzo che avete sentito,non ci sono tracce di pneumatici ne niente qui in giro.

Link to comment
Share on other sites

Anton si avvicina per primo alla porta del piccolo municipio, sito proprio nella piazza centrale del paesino. Sulla porta è presente un messaggio scritto con una vernice rossa cangiante, dove le striature lasciate dal pennello risultano in rilievo e ben seccate.

Il messaggio riporta:

"Per Guille,

Noi partiamo, veniamo a cercarti dove dice la radio. Se dovessi leggere questo messaggio, raggiungici anche tu dove ben sai, la dove sai. Ti stiamo aspettando. La Famiglia" .

La porta sembra socchiusa, e all'interno si scorge la piccola reception principale. Un rumore come di "errata sintonizzazione" si ode fin fuori la porta. Qualcosa è acceso, e gracchia ripetutamente.

@Leon

Spoiler:  

Lo stomaco ti inizia a richiedere assolutamente cibo...

Link to comment
Share on other sites

Entrando nel municipio, nonostante la felicità per la radio trovata dal mio compagno mi aggiro cercando cibo o attrezzi utili..... Se quel messaggio sul municipio fosse vero allora esiste un posto sicuro, dobbiamo velocemente trovare il necessario e partire!!!! Bene ragazzi mentre lui controlla la radio io cerco qualcosa di utile per il viaggio, forza sbrighiamoci nonostante non ci sia nessuno questo posto mi mette i brividi!!!!

@cartomante

Spoiler:  
Faccio un tiro di Osservazione per trovare qualcosa di utile al viaggio
Link to comment
Share on other sites

Mentre ci avviciniamo la municipio sento lo stomaco che inizia a "borbottare" per la fame.

Appena leggo la scritta faccio un sorriso spezzante.

Un posto sicuro in quest'inferno?Quelli che l'hanno scritto probabilmente erano in preda al delirio per la fame o la paura...

Entro insieme agli altri nell'edificio massaggiando lo stomaco con la mano come se potesse alleviare la fame,senza risultato ovviamente.l

Vengo con lei dottore...questo posto potrebbe non essere effettivamente vuoto come sembra.

Spoiler:  
Aiuto Anton a cercare qualcosa di utile.
Link to comment
Share on other sites

Anton e Leon decidono di capire da dove proviene il rumore di "sintonizzazione", e finalmente aprendo un faldone con vecchi documenti inutili, scovano la piccola e funzionante radio..non ha microfono, ma il piccolo altoparlante è ancora ben funzionante e squillante..

Anton comincia ad armeggiare un po con la manopola delle frequenze, quando ad un tratto, la radio comincia ad emettere il seguente messaggio:

"Per tutti coloro che riescono a sentirci. Siamo un gruppo di superstiti, viviamo a 3 chilometri a Sud di Salers, vicino al fiume Madonne. Siamo armati, abbiamo cibo e il nostro rifugio è sicuro e libero dai Morti. Siete tutti benvenuti. Ripeto: Abbiamo cibo e armi, qui sarete al sicuro"

La batteria della radio, che fortunatamente era durata fino al vostro ritrovamento, si scarica proprio al termine del messaggio...ormai la radio è muta, ma nelle vostre orecchie il messaggio è forte e chiaro:

Salers non è distante da qui, e a 3km dal nuovo paesino da esplorare, c'è cibo sicuramente!

Ma il messaggio sarà ancora valido? Esisterà veramente questa isola felice? La fame continua a mordere all'interno del vostro stomaco; quale altra chance avete se non questa?

Vi guardate tutti e tre in faccia, sapendo benissimo che non avete possibilità di scelta, se non quella di incamminarvi in direzione Salers...

@tutti

Spoiler:  

ahimè è uscito il "l'Imperatore", quindi la radio ha funzionato subito, ma nessun oggetto utile nel municipio....

Link to comment
Share on other sites

Archived

This topic is now archived and is closed to further replies.

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.