Jump to content

Dungeons and Dragons e Pathfinder


Elgallio

Recommended Posts

Ciao a tutti :)

Qualche tempo fa ho comprato la scatola base di Dungeons and Dragons, quella rossa con un paio di avventure, quattro classi iniziali e spiegazioni fino al livello 2.

Al negozio mi sono un po' informato chiedendogli cosa prendere nell'eventualità di andare avanti col gioco.

Innanzitutto mi ha consigliato la 3.5 anzichè la 4° edizione, dicendomi che la 3.5 è l'ultima che mantiene, come dire, l'idea originale.

Qualunque scelta, comunque, mi ha detto che il libri fondamentali sono il libro del Dungeon Master, il libro del Giocatore e il libro dei Mostri; tutti gli altri, con le locazioni o le classi speciali sarebbero extra.

Ora vi chiedo: è giusto?

sono questi i tre libri fondamentali e che altri ammenicoli mi servono? (nella scatola base ci sono anche i dadi e le schede dei personaggi)

la 3.5 e la 4 che differenze hanno?

Infine, qualcuno mi disse di provare a informarmi su Pathfinder come alternativa.

Grazie mille a tutti coloro che decideranno di rispondermi :)

Link to comment
Share on other sites


  • Replies 16
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

ahi.. prevedo una edition war di dimensioni colossali.. XD

personalmente, ho giocato bene la 3, la 3.5, la 4 e pathfinder (in questo ordine), ed il primo consiglio a pelle che ho da darti è: se sei indeciso tra 3.5 e pathfinder, scegli il secondo. in linea generale, si tratta di una versione riveduta e corretta, con semplificazioni in alcune meccaniche (soprattutto incantesimi di metamorfosi e sistema di manovre in combattimento) della 3.5. i materiali uffiali ed ufficiosi della 3.5 sono sicuramente molti di più, ma essendo totalmente (hem, quasi totalmente) compatibili con pathfinder è possibile, anche con pochissima esperienza, convertirli.

la quarta edizione è un gioco totalmente differente, sia nelle regole che nello stile. il sistema base (1D20+x > y) è invariato, ma sono state apportate delle modifiche a tutto il resto. io personalmente gioco molto volentieri la quarta, credo sia stata la mia edizione preferita tra questi, però lo stile è totalmente differente: in pathfinder/D&D 3.5 sei un "nessuno" che rapidamente diventa "qualcuno". un combattimento a livelli bassi anche contro creature infime può rivelarsi disastroso per tiri sfigati, si è diciamo più "nella norma". in quarta edizione, sei un grande eroe sin dall'inizio, i combattimenti sono tattici e lunghi sin dal primo livello, e si diventa degli dei.

Link to comment
Share on other sites

Confuso ma grazie intanto :P

Allora, Pathfinder potremmo dire che è uno spin-off di D&D?

Quindi, la scelta cade tra Pathfinder (anzichè 3.5) e 4° edizione?

Nel caso di Pathfinder, dovrei prendere quali libri?

Insomma, guidatemi :P

Ah e ho capito bene, esce la 5° edizione a breve? Eventualmente si sa qualcosa su essa?

Grazie millemila intanto :)

edit. quindi la 4° è un po' meno di fattore C come combattimenti? Mi ispirerebbe come concetto

Link to comment
Share on other sites

Guarda volendo farti un riassunto breve:

-3.5: personalizzazione infinita,ma overpower causa bug di regole.

-4:Tipicamente regolistica.Il master deve essere esperto.Tuttavia ne so talmente poco che altri ti dovranno dare una descrizione piu ampia

-PF:Una ristrutturazione della 3.5,dove si tenta di tappare i buchi delle regole infrante.

Link to comment
Share on other sites

A breve no, non esce. Ci vuole ancora parecchio.

Personalmente ti consiglio Pathfinder per i suoi collegamenti alla 3.5, non che sia l'edizione definitiva in realtà, semplicemente grazie alla OGL c'è più roba, quindi se vuoi cercare del materiale per costruire una campagna come la vuoi tu, puoi farlo.

Vuoi un mondo dove goblin e gnomi costruiscono robot che vanno a vapore e ci sono le armi da fuoco? C'è.

Vuoi un fantasy molto variegato (alla D&D per intenderci), ovvio c'è, è il core.

Vuoi un mondo sommerso da un diluvio in cui le creature marine dominano tutto? C'è.

Vuoi giocare un'ambientazione in cui tramite distorsioni nella realtà le creature della magia giungono nel mondo di oggi. tentando d'integrarsi, di dominare o di cominciare una guerra? C'è.

Vuoi un'ambientazione ispirata a particolari aspetti storici (pirati, medioevo, roma antica, eccetera)? Ci sono.

Vuoi che navi magiche possano volare nei cieli e fra un pianeta e l'altro? C'è anche questo.

D&D 4 è più sul "classico" di D&D, editori indipendenti stavolta non hanno potuto creare manuali su cose anche molto differenti, per cui alla fine si è vincolati a un minor spettro di ambientazioni possibili, ce ne sono anche di abbastanza differenti (Dark Sun ad esempio), ma cose come lo steampunk o la tecnologia avanzata non esistono per quanto alcuni ragazzi (fra cui anche Aleph) stiano ragionando o abbiano ragionato su come introdurlo (lo steampunk).

Mi limito a questo perchè per me la possibilità di personalizzare è della massima importanza.

ahi.. prevedo una edition war di dimensioni colossali.. XD

No, non ci sarà!

:paladin::paladin::paladin::butcher:

Link to comment
Share on other sites

Ciao!

Per la quinta edizione, si parla di un paio d'anni.

Per quanto riguarda Pathfinder, il materiale dovrebbe essere consultabile legalmente online, anche se in inglese (non ne sono sicuro, quindi prego qualche esperto del sistema di confermare o smentire la cosa), così provi il gioco prima di spendere soldi e se ti piace compri tutto il necessario. Stesso discorso per la 4a: l'avventura nella scatola rossa ti da un'infarinatura su come è il gioco. E visto che già la possiedi, provala e valuta di conseguenza.

In questa maniera valuti entrambe le versioni e scegli quella che più ti aggrada. Il combattimento nella 4a è affascinante, il fulcro del gioco, tattico e ben strutturato. Unico neo, imho, la lunghezza.

Qualsiasi scelta farai, buon divertimento!

Link to comment
Share on other sites

Dipende da quale edizione di scatola rossa tu hai... Se hai la scatola rossa di un'edizione diversa dalla 3 o dalla 3.5 giocando a Pathfinder troverai molte regole diverse, e non moltissime affinità. Invece se hai il set base di D&D 3.0 o 3.5 troverai molte regole analoghe. Comunque non farti condizionare da questo, la fatica di imparare le regole di un'edizione diversa è ampiamente ricompensata dal divertimento che ti darà l'edizione che sceglierai.

Link to comment
Share on other sites

Per giocare a pathfinder hai bisogno del manuale di gioco (che contiene sia le regole per i giocatori sia le regole per i master, in breve, è come due manuali in uno) e del bestiario (il manuale dei mostri).

Le regole, che sono sotto ogl, le puoi leggere qui http://prd.5clone.com/, sono un po' meno aggiornate rispetto al link che ti hanno dato prima, però è tutto in italiano e questo, per un novizio come te, è molto piu utile.

Link to comment
Share on other sites

Per giocare a pathfinder hai bisogno del manuale di gioco (che contiene sia le regole per i giocatori sia le regole per i master, in breve, è come due manuali in uno) e del bestiario (il manuale dei mostri).

Le regole, che sono sotto ogl, le puoi leggere qui http://prd.5clone.com/, sono un po' meno aggiornate rispetto al link che ti hanno dato prima, però è tutto in italiano e questo, per un novizio come te, è molto piu utile.

o qui https://sites.google.com/site/pathfinderogc/

Link to comment
Share on other sites

Ciao

La mia modesta opinione:

1) Fare il DM in D&D 4° Edizione è più facile rispetto alle altre versione di D&D/Pathfinder

2) D&D 4° Edizione ha molti manuali anche in italiano che lo rendono un'edizione completa da giocare

3) D&D 4° Edizione è un D20 system a tutti gli effetti ma porta dei cambiamenti rispetto alle versione precedenti che non ha riscontrato il gusto del pubblico. Di fatto è un edizione ormai finita che aspetta l'avvento della famigerata 5° Edizione.

4) Pathfinder è l'erede di D&D 3/3.5 apporta miglioramenti al regolamento.

5) Regolamento completo ma molto complesso con molti parametri da saper gestire e conoscere per un corretto gioco al tavolo.

6) La magia è un elemento potente nel gioco e quando intervengono le classi Magiche si fanno sentire parecchio.

7) Creare PNG decenti obbliga il DM a creare dei veri PG.

Per me è preferibile Pathfinder alle versioni di D&D 3/3.5 tuttavia se si è alle prime esperienze e non si hanno preconcetti io punterei alla 4° Edizione per semplicità e bilanciamento. Le classi magiche sono potenti come quelle marziali e il sistema di gestione Mostri e PNG è veramente comodo. Provare per credere.

Link to comment
Share on other sites

Per Pathfinder esiste anche una "Beginner Box" molto ben fatta che introduce i neofiti, sia giocatori che game masters, al gioco per gradi attraverso un sistema di regole semplificato...

E' l'ideale per chi comincia e permette un passaggio graduale al regolamento completo del manuale core e del bestiario...

Altro vantaggio di Pathfinder, oltre alla già menzionata retrocompatibilità con la 3.5, che offre una valanga di manuali da cui attingere per idee e materiale, è che l'intero gioco, con un'infinità di opzioni, si può riassumere in solo 4 manuali (core + 3 accessori) e 3 bestiari (con circa un migliaio di creature), ma con solo il core e il primo bestiario come veramente fondamentali...

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
×
×
  • Create New...