Jump to content

Armatura greca


MattoMatteo

Recommended Posts


  • Replies 11
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

In D&D 3.5 è il comune "breastplate", tradotto in italiano con "corazza di piastre", solo che modificato per essere di bronzo invece che di acciaio... Va abbinato con uno scudo grande di metallo (pure di bronzo), una lancia e una spada corta per fare l'oplita classico...

Link to comment
Share on other sites

Quoto Mad Master (anche se sorvolo sul modo da cani in cui la 3.5 tratta i diversi metalli): corazza di piastre rigorosamente in bronzo con elmo e gambali pure in bronzo e lino imbottito o cuoio sotto la corazza e ai fianchi.

Link to comment
Share on other sites

Penso sia una mezza armatura piuttosto che un'armatura a piastre. l'armatura a piastre è costituita da placche di acciaio "o bronzo" mentre quella che è evidentemente un pezzo unico, senza i guanti d'arme. e' solo una considerazione personale, ma la vedo meglio come mezza armatura che come un'armatura a piastre.

Link to comment
Share on other sites

Breastplate: A breastplate covers your front and your back. It comes with a helmet and greaves (plates to cover your lower legs). A light suit or skirt of studded leather beneath the breastplate protects your limbs without restricting movement much.

La descrizione mi pare perfettamente calzante... Ci sono pure elmo, schinieri e gonnellino di cuoio borchiato...

Invece quella della mezza armatura è decisamente più orientata alla plate&mail tardo medievale, in pratica una armatura completa di maglia con rinforzi in piastre sugli arti e in punti strategici del torso:

Half-Plate: This armor is a combination of chainmail with metal plates (breastplate, epaulettes, elbow guards, gauntlets, tasses, and greaves) covering vital areas. Buckles and straps hold the whole suit together and distribute the weight, but the armor still hangs more loosely than full plate. The suit includes gauntlets.
Link to comment
Share on other sites

E' il sistema di armature di D&D a non essere adeguato, detto molto semplicemente. Non so che cosa tireranno fuori a riguardo nella 5^ (e se sarà qualcosa di buono avranno il mio plauso), ma le armature D&Dare sono sempre state molto in stile "medioevo di maniera" nel quale convivono equipaggiamenti di età alto-medievale con altri direttamente rinascimentali, senza dimenticare alcune incursioni del classico.

Storicamente, e scientificamente, alcune armature erano proprio metallurgicamente impossibili in certi periodi storici, e idem come sopra alcune armi: uno spadone in bronzo sarebbe stato poco resistente e troppo pesante, e in ferro semplice avrebbe avuto ben poca solidità. Tanto per restare in tema, i Greci riuscivano a forgiare il ferro in maniera discreta per creare punte di lancia e lame varie, ma preferivano il bronzo per le armature: avevano iniziato a lavorare il ferro più per necessità (per il bronzo serviva lo stagno, e lo stagno è molto raro nel Mediterraneo: i miei antenati, così come gli antichi Greci, dovevano avere contatti commerciali con Irlanda e Afghanistan per importarlo) che non in virtù delle sue qualità oggi universalmente riconosciute. Il ferro dell'epoca infatti era ferro molto impuro e molto grezzo, adatto a pezzi piccoli ma non a tutte le raffinatezze che oggi, nell'età dell'acciaio, siamo abituati a conoscere.

Lo stesso vale per l'epoca medievale: certe corazze, come l'armatura completa, sarebbero impensabili senza una tecnologia siderurgica decente. Poi possiamo ipotizzare che alcune potenti magie in un dato mondo fantasy consentano di forgiare simili arnesi e attrezzature da guerra anche con ferro o rame o bronzo od oro. Ma questo vuol forse dire che in D&D ogni singolo fabbro è un mago di livello medio-alto?

No, semplicemente che non si sono mai messi il problema.

Mentre invece in RQ l'hanno fatto.

Link to comment
Share on other sites

Non va dimenticato, però, che quando i greci facevano i loro pettorali in bronzo, i celti già sviluppavano la cotta di maglia in ferro e gli indiani avevano già da un po' inventato l'acciaio... In un mondo fantasy non è detto che sia andata nello stesso modo che nella grecia classica...

Link to comment
Share on other sites

Esatto. Fermorestando che il ferro dell'epoca era poco migliore rispetto al bronzo ben lavorato (e che era un materiale "da disperati" spesso, noto ma usato solo da chi non poteva procurarsi ramee /o stagno), salvo quando forgiato a dovere come appunto in India, patria di una metallurgia decisamente avanzata.

Insomma, salvo fabbri ultraevoluti le spade in ferro non tagliavano il bronzo come burro, anzi. Ma quello dei materiali è un aspetto spesso molto trascurato nei GdR.

Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...

per cosa ti serve saperlo?

Pura curiosità... girellando per internet mi sono imbattuto in quell'immagine, ma quando ho cercato di "classificarla" tra le armature di D&D, non ho saputo che pesci prendere.

Credo che prenderò per buono la corazza di piastre... il metallo in cui è fatta è secondario rispetto alla struttura, non complichiamoci la vita.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
×
×
  • Create New...