Jump to content

Benvenuto in Dragons’ Lair

La più grande e attiva community italiana sui giochi di ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Cosa c'è di Nuovo su Kickstarter: Red Giant e Thurian Adventures

Andiamo a scoprire assieme le novità in campo GdR attive in questi giorni su Kickstarter.

Read more...

Avventure Investigative #8: Un Tocco di Spoiler

D&D può essere usato per creare delle avventure investigative interessanti? Eccovi l'ottavo articolo di una serie in cui espongo le mie idee in merito.

Read more...

Sondaggio sugli Incantesimi

I giocatori di D&D 5E sono chiamati a fornire la loro opinione sugli incantesimi del Manuale del Giocatore.

Read more...

West Marches: Creare la Vostra Campagna

Dopo una lunga pausa torniamo a parlare di West Marches: dopo aver visto come era organizzata la campagna di Ben Robbins, creatore originale di questo stile di gioco, vedremo come poterne creare una nostra ed imparare a gestirla.

Read more...

Operazione YANKEE IREM

In questo nuovo articolo Gareth Ryder-Hanrahan fornisce un nuovo spunto di avventure a tema lovecraftiano, unendo l'ambientazione di due GdR basati su GUMSHOE

Read more...

Armi di taglia più grande


Nemesi di Avalon
 Share

Recommended Posts

Ciao a tutti.. ho un dubbio su di un arma..

..

..

dunque uno dei miei PNG preferiti dovrebbe andare in giro con una spada a dir poco.. enorme.. che brandisce a 2 mani... avevo pensato ad uno spadone di taglia grande.. quindi 3d6 al danno..

il png in questione ha il talento Monkey grip per giustificare la sua buona manovrabilità ed una FOR decisamente fuori dal comune...

il mio dubbio è... uno spadone di taglia grande.. ha una portata maggiore? arriva ad avere una portata di 3m? con qlke penalità oppure no?

Neme

Link to comment
Share on other sites


  • Replies 11
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Le armi con portata hanno la cosa segnalata nella loro descrizione, così come l'entità della portata in questione (di solito il doppio di quella naturale della creatura che le impugna)...

Lo spadone non è un'arma con portata, quindi non la ottiene nemmeno se più grande del normale...

Link to comment
Share on other sites

quindi cmq... in vena di regole... non sarebbe comunque a portata 3m! ok...

...

Solo che.. immaginandomi lo spadone... la sua portata ce l'avrebbe eccome no? :P... cioè, magari in vena gidierristica posso descrivere che cmq arriva laddove un comune spadone non giunge... grosso com'è...

...

cmq grazie ^^ anche se speravo raggiungesse portata 3m... vabè ^^

Neme

Link to comment
Share on other sites

Qua entra il gioco anche il buonsenso... uno armato di pugnale non arriva dove arriva uno armato di spadone così uno spadone grande realisticamente dovrebbe aumentare la portata... regolisticamente rimane invariato... ma un minimo di elasticità in certi casi direi che non ci starebbe male...

Link to comment
Share on other sites

In parte d'accordo, ma pensandoci bene un umano con un braccio di lunghezza normale e alto "normale" non può maneggiare uno spadone lungo 3 metri bene come una creatura molto più alta e con braccia molto più lunghe... credo dipenda da quello (imho sia chiaro :P )

Link to comment
Share on other sites

Utilizzando movimento orizzontali lo spadone prende il volo e tu lo segui nel mondo reale... cmq gadwin spero che ammetterai che un uomo armato di pugnale ha comunque una portata inferiore rispetto ad uno che combatte con uno spadone di taglia grande... anche se lo spadone venisse impugnato con la bocca in stile zoro, poi io parlo di mondo reale ovviamente... d&d applica una fisica personale...

Link to comment
Share on other sites

Con uno spadone a due mani difficilmente si colpirebbe qualcuno così vicino da assestare una ginocchiata (monaco), sarebbe possibile con l'elsa, ma non con la lama e in ogni caso il danno inflitto da quella posizione sarebbe minore rispetto ad un colpo da una distanza maggiore.

Le variabili sono parecchie e calcolarle tutte (o anche solo una buona parte) richiederebbe misurazioni e tabelle che rallenterebbero oltremodo il gioco, indi per cui la WotC ha deciso di semplificare il tutto.

Non capisco cosa centri se nella realtà uno spadone abbia più portata di un pugnale, nel mondo reale non si agisce a turni (e non ci si muove su un'enorme griglia quadrettata), la regola è: se un'arma ha portata è scritto nella sua descrizione (com'è già stato detto), altrimenti non ce l'ha.

Ha senso? Nella realtà è diverso? In D&D è più importante sapere se avrebbe sbilanciato il gioco un'arma che infligge 2d8 danni con portata 3m, secondo i game designers si.

Già si infliggono 1.5 FOR danni, se gli si desse anche portata chi non prenderebbe Monkey Grip? Avrebbe senso prendere LEP per aumentare la propria taglia?

Link to comment
Share on other sites

Concordo...

La portata è probabilmente la capacità di combattimento più forte del gioco, dato che offre molteplici vantaggi a qualsiasi combattente in mischia, specialmente se "piena", come quella naturale...

Se fosse tanto facile ottenerla non sarebbe più così eccezionale...

Link to comment
Share on other sites

Io credo che alla wizards abbiano pensato alla portata come l'insieme delle taglie dell'attaccante e della sua arma e che abbiano dato per scontato il movimento fatto dall'attaccante per portare a segno il proprio colpo. Per esempio un guerriero armato di pugnale ne suo attacco si avvicina quanto basta per colpire i suo avversario, mentre un guerriero armato di spadone si sposterebbe leggermente per colpire un nemico troppo vicino; assumendo che entrambi alla fine dell'attacco rientrino nei quadretti occupati originariamente. Spiegata questa mia "interpretazione" della regola anche a me sembra logico che un'arma grande abbia una portata maggiore rispetto ad una stessa arma di taglia più piccola, e se il regolamento non lo prevede il master nella sua campagna può sempre decidere diversamente.

just my 2 (euro) cents

Link to comment
Share on other sites

Veramente chi pensa ad una regola spesso e volentieri tralascia (volutamente) la realtà (almeno nei giochi "epico-fantasy")

Non sta a pensare a come verrà portato il colpo etc etc...

L'unica cosa realmente importante è che la regola sia bilanciata.

Se dai portata a chi prende un'arma più grande sbilanci il gioco.

Semplice :P

Poi, non mi stancherò mai di dirlo, è il caso di rinunciare a modificare le regole per renderle più "realistiche". Non solo le si sbilancia ma molto spesso si finisce per renderle effettivamente meno realistiche.

Ricordiamo che stiamo parlando di un tizio che usa uno spadone decisamente grosso, che nella realtà una persona fatica parecchio ad usarne uno grosso ed è impossibile che ne usi uno più grosso.

Non solo, nel gioco i personaggi non parano, non si muovono mentre l'avversario attacca, le armature non si danneggiano etc etc...

Non mi sembra il caso di andare a modificare questa (veniale) regola sbilanciando il gioco quando ce ne sono molte ben più irreali.

Un'ultima cosa sulla "realtà" del gioco.

E' un gioco epico, i PG fanno cose impossibili ad un essere umano.

E' un gioco Fantsy, c'è la magia.

Non c'è niente che si avvicini alla realtà.

Tanto più che noi siamo i prima a non conoscvere la realtà. Ricordo, ad esempio, varie discussioni sulle cadute o sui fulmini in acqua, in cui si affermava che nella realtà accadevano determinate cose, che in realtà non accadono.

Se possibile atteniamoci quindi ai regolamenti, non solo perchè qui si parla di ciò, ma perchè non siamo oggettivamente in grado di dire come si comporterebbero le cose nella realtà, realtà di cui abbiamo per forza di cose una visione oggettiva e che nessuno ha ancora compreso a fondo ;)

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

  • Similar Content

    • By ThorNoob4
      Buongiorno a tutti, suono nuovo della comunity ed effettivamente non so se sia la sezione per fare domande questa. Ad ogni modo sto giocando un drow ladro e mi chiedevo un paio di domande.
      - Con il talento esperto di balestre viene detto che dopo un attacco con un arma leggera posso effettuare un ulteriore attacco con un altra arma leggera, mi stavo chiedendo in questo caso come si facesse a ricaricare la balestra, o meglio come si facesse ad inserire le munizioni in quanto la balestra a mano è un arma con proprietà ricarica (che viene ignorata con esperto di balestre) e munizioni che dice che bisogna avere una mano libera per effettuare la ricarica.
      - In caso fosse possibile ho già letto nel vostro forum che il primo attacco lo posso effettuare con la balestra a mano stessa, ma mi stavo chiedendo se fosse possibile avere due balestre a mano con cui effettuare con una il primo attacco e con l altra il secondo (so che il danno sarebbe lo stesso, ma l immagine di un "pistolero" con le balestre mi piaceva di più.
      - Il modificatore al danno e il bonus di attacco furtivo vanno sommati solo al primo attacco o è possibile aggiungerli anche al secondo attacco con balestra.
      Grazie mille se mi risponderete e complimenti per la comunity.
       
    • By Narsil Peachbane
      Salve a tutti, come da titolo avrei bisogno di un chiarimento riguardo il talento trickery devotion del complete champion: il mio dubbio riguarda il controllo del clone, in particolare per quanto riguarda le azioni in combattimento: a livello 10 si può trasferire la propria coscienza nel simulacro e utilizzarlo per compiere delle prove di abilità, il che significa che il simulacro non può compierle autonomamente. quando però si raggiunge il livello 15 e il simulacro può compiere azioni in combattimento, questo richiede un qualche genere di controllo da parte del personaggio che lo ha creato? mi spiego meglio: il personaggio deve prenderne il controllo come quando lo sfrutta per compiere prove di abilità? fargli compiere un attacco richiede l'utilizzo di un'azione? oppure a questo punto il simulacro risulta autonomo nel compiere le azioni? grazie 
    • By MadLuke
      Ciao,
         supponiamo che un barbaro puro di 8° liv. abbia speso 11 PA in Diplomazia per ottenere 5 gradi.
      Al 9° liv. prende il talento in oggetto per White Raven Tactics quindi Diplomazia diventa abilità di classe. Bene.
      Ma gli 11 PA spesi ai livelli precedenti diventano 11 gradi oppure rimangono 5,5 e solo per quelli che prenderà da quel momento varrà 1 PA=1 grado?
      Ciao e grazie, MadLuke.
    • By MadLuke
      AS. 'Sto talento ce l'ho in testa da quando da piccolo vidi "La stella della Senna" (un episodio in cui finché non arrivò il Tulipano Nero a darle manforte, le buscò di santa ragione)
      GRAPPLING WHIP
      Puoi entrare in lotta utilizzando una frusta.
      Requisiti: BAB +1, Competenza armi esotiche (Frusta)
      Beneficio: quando effettui un attacco con la frusta puoi scegliere se compiere una prova per entrare in lotta. La prova contrapposta si esegue utilizzando le normali regole per entrare in lotta eccetto il fatto che il personaggio che attacca non provoca attacco di opportunità.
      Un personaggio in lotta con la frusta può eseguire le stesse azioni di uno in lotta disarmato, a meno delle seguenti indicazioni:
      Attaccare l’avversario: solo se il personaggio ha a disposizione un un’altra arma nell’altra mano la cui portata sia sufficiente a raggiungere l’avversario;
      Danneggiare l’avversario: non è possibile;
      Estrarre un’arma leggera: è possibile senza effettuare alcuna prova di Lotta;
      Interrompere la lotta: il personaggio può interrompere la lotta semplicemente lasciando la frusta;
      Muoversi: è possibile avvicinarsi liberamente all’avversario, oppure girare intorno ad esso mantenendo la stessa distanza, senza effettuare alcuna prova. E’ possibile tirare l’avversario verso di sé effettuando con successo una prova di Lotta;
      Immobilizzare l’avversario: non è possibile;
      Usare l’arma dell’avversario: non è possibile.
      Normale: la frusta non può essere utilizzata per eseguire un tentativo di Lottare.
    • By elryn
      Sul manuale delle miniature c'è il talento Colpo Duplice (Double Hit) che permette ad un combattente che usa due armi di colpire con entrambi quando effettua un attacco di opportunità. Se ho capito bene l'attacco extra dato da questo talento non dovrebbe contare nel numero di attacchi quindi se il mio pg ha 4 attacchi di opportunità (grazie a Riflessi in Combattimento che deve avere perché è un prerequisito di Colpo Duplice) può fare in un round 4 attacchi con entrambi le armi (ovviamente se i nemici li provocano).
      Sul numero 340 di Dragon è stato pubblicato il talento Improved Combat Reflexes che permette di fare due attacchi di opportunità quando si ha una singola occasione. Per spiegarmi meglio se un nemico causa un attacco di opportunità con questo talento posso fargli due attacchi. Però consumo due attacchi di opportunità ed il secondo attacco ha un -5 al TxC. Credo che non tutti possano avere accesso al testo di questo talento ma non so se posso scriverlo integralmente qui.
      La mia domanda è: posso usare i due talenti insieme? Se un avversario causa un attacco di opportunità io gli farei un primo attacco con entrambi le armi con il normale malus per il combattimento con due armi e poi altri due attacchi con un ulteriore malus di -5 consumando in totale due attacchi di opportunità.
      Sembra OP ma non sarebbe la cosa peggiore che ho visto :)
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.