Jump to content

Sanremo 2010


DarthVader
 Share

Recommended Posts

Ecco il mio classico topic sanremese.

Simpatica ma non troppo l'apertura di Bonolis e Laurenti.

La Clerici è un pò troppo da festa di paese per i miei gusti.

1) Irene Grandi - La canzone non mi è rimasta subito dopo l'ascolto. Il ritmo è il solito. 5

2) Valerio Scanu - Canzone brutta. 4

3) Toto Cutugno - Canzone vecchissima. 4

4) Arisa - Sono un tipo previdente 6,5.

Post in progress

(trascrivo dal mio fedele fogliettino)

Cassano primo ingresso - imbarazzante. 3

5) Nino D'Angelo e Maria Nazionale - la canzone ha il pregio di non essere in italiano, quindi faticavo a seguirne il senso. 4,5

6) Marco Mengoni. 5

La tizia inglese è brava. 7 Le domande sono delle più scontate, 4.

Mattia detto fatto - piatti semplici con formaggio light. 4,5

7) Simoni Cristicchi - Vale il discorso di Arisa, 6,5 (7 per la Bruni)

8) Malika Ayane - una vera delusione, salvata solo da toto cutugno 4,5.

Pianoforte luccicoso - pacchiano, 2

Pupo, Savoia, Canonici - nostalgici e utoreferenziali. 4,5

Clerici che legge Morgan - Peggio di Cutugno, 3,5

Clerici come sora camilla, tutti la vogliono e nessuna se la piglia - se lo dice lei... 6

Cassano seconda apparizione - ancora più imbarazzante di prima, 2

9) Enrico Ruggeri - fantasy, 5

10) Sonhora - bimbiminkia vagamente emo, 4,5

11) Povia - almeno quando luca era gay, il ritornello era più orecchiabile, comunque 5

12) Irene Fornaciari e i Nomadi - canzone brutta e i Nomadi non cantano! 4

13) Noemi - Mhà, forse una delle meno peggio, 5,5

14) Fabrizio Moro - un pò reggae, ma alla fine sempre le solite cose, comunque 5

Dita von Teese 10

Clerici con la bacchetta - imabarazzante (il maestro sembra Freppi)

Esclusi: Pupo and friends, Toto Cutugno e Nino D'Angelo, direi abbastanza prevedibile.

Un paio di pensieri sparsi:

1) Ma dico, gente come Noemi, Mengoni, Scanu in un'edizione seria dovrebbero far parte dei giovani.

2) Non ricordo un'edizione tanto povera di canzoni come questa. Nessuna degna di nota e anche i cantanti, il più famoso probabilmente era Toto Cutugno...

Per ora mi fermo

Esprimete la vostra :bye:

Link to comment
Share on other sites


  • Replies 59
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Proprio oggi riflettevo su un fatto: la democrazia ateniese faceva vedere aggratis (o meglio, pagandoli per assistervi) i drammi di Eschilo, Sofocle, Euripide e Aristofane ai suoi cittadini in occasione delle feste principali.

La TV di stato italiana fa una gran festa quando ci tira fuori questo teatrino.:banghead:

Quanto siamo indietro rispetto a venticinque secoli fa?

Link to comment
Share on other sites

A proposito di Dita Von Tits

"Anche perché io penso, anzi ne sono sicurissimo che questa è sifilitica, dal momento che avrà avuto dei rapporti con dei muli e degli asini arabi che quelli c'hanno delle fav..." (cit.)

Se penso che lei e quel broccolo di Cassano sono stati pagati coi miei soldi...

Link to comment
Share on other sites

Quanto siamo indietro rispetto a venticinque secoli fa?

Pensa che c'è anche chi paga per andare allo stadio... sono scelte e sono gusti. Purtroppo rispetto alla Polis ateniese una cosa macroscopica è evidente: la prepotenza demografica del nostro paese sovrasta la "quasi disabitata" grecia di 25 secoli fa in un confronto diretto. Quindi se prima la sapienza e il buon gusto erano una dote di pochi, ora la situazione non è cambiata, ma è semplicemente aumentata la popolazione, senza che sapienza e gusto aumentassero con essa. E' per questo che vediamo la solita pappardella sanremese ogni anno: perchè ad alcuni non piace, ma a molti si. Stesso discorso si potrebbe fare per la politica ma bisognerebbe prendere il discorso da un altro lato.

@Vader: un 6 ai bimbiminkiaemo gliel'avrei dato, hanno cantato meglio di altri e la canzone, pur se con temi davvero idioti, è orecchiabile. Cutugno sia per la canzone che per l'interpretazione merita un 2 che lo scoraggi a ripresentarsi per altre occasioni del genere. Fabrizio moro personalmente un 6 di incoraggiamento. Vedere uno che parla come cassano guadagnare milioni di euro mi fa venire i brividi.

1) Ma dico, gente come Noemi, Mengoni, Scanu in un'edizione seria dovrebbero far parte dei giovani.

Personalmente ritengo che una manifestazione del genere faccia bene ad aprirsi ai giovani, sia da un punto di vista commerciale (vengono dai talent show e portano l'audience di questi) che come scelta stilistica: avrei fatto volentieria meno di toto cutugno e pupo, se neanche nella musica prevalgono/crescono i giovani figuriamoci negli altri settori.

Menzione assolutamente negativa per la regia: la clerici inquadrata per 3/4 delle sue apparizioni come una qualsiasi "signorina buonasera" (mezzobusto) e poca prontezza sui cambi repentini di inquadrature, in confronto un qualsiasi show americano (praticamente tutti in diretta) è anni luce avanti.

Altra menzione negativa alla direzione artistica: scegliere la clerici come presentatrice non è stata una scelta vincente. 500mila euro di compenso e non mi sembrava saperne molte in merito alla musica (forse è più adatta alla cucina) inoltre non ha una gran capacità di riempire i vuoti (chiaramente ogni paragone con il mago Bonolis è superfluo) investire di più e chiamare fiorello avrebbe sicuramente dato risultati migliori. Inoltre scegliere canzoni vetuste e noiose come quella di Scanu, Cutugno, d'Angelo, Fornaciari, pupo e Ruggeri (dio me ne voglia se quella canzone era fanta...sy) non è una scelta felice, dato che la metà di queste sono state eliminate. La scelta di non mettere le "vallette" non mi piace, l'occhio vuole la sua parte e non si consola con 3 minuti di Burlesque (per quanto da sbavv). Se la scelta era stata fatta per non "eclissare" la clerici, bhe, allora non mettergli accanto quella sgnoccolona di Dita von Teese. Manca terribilmente una presenza maschile, quasi godevo quando inquadravano vessicchio! Un'esperimento da non ripetere comunque.

Link to comment
Share on other sites

E poi non sarebbe neanche difficile rendere più culturale il festival di San Remo.

Per riprendere l'esempio di prima, studiando Aristofane si scopre che univa battute di umorismo "basso" a raffinate citazioni che solo in pochi potevano capire: non è così difficile creare uno spettacolo gradevole più o meno per tutti i palati.

Link to comment
Share on other sites

  • Moderators - supermoderator

Altre 2 cose che ho dimenticato ieri
Se posso permettermi, manca un'altra bella insufficienza per la gestione dell'esibizione di Susan Boyle.

Nonostante la voce splendida e la coerenza come ospite (almeno lei ha a che fare con il mondo musicale...), le hanno riservato circa 5 minuti e mezzo: 3 di canzone e 2 e mezzo per rimandare il video della scoperta. Geniale. :banghead:

Link to comment
Share on other sites

Se posso permettermi, manca un'altra bella insufficienza per la gestione dell'esibizione di Susan Boyle.

Nonostante la voce splendida e la coerenza come ospite (almeno lei ha a che fare con il mondo musicale...), le hanno riservato circa 5 minuti e mezzo: 3 di canzone e 2 e mezzo per rimandare il video della scoperta. Geniale.

E' pure vero che non è che abbia cantato così bene, probabilmente pure lei si sta scocciando di cantare sempre la stessa roba! comunque, checchè ne dicano, in quanto a capacità di "tenere un palco", e a bellezza, siamo moooolto distanti dai cantanti professionisti.

Altra menzione negativa alla direzione artistica: scegliere la clerici come presentatrice non è stata una scelta vincente. 500mila euro di compenso e non mi sembrava saperne molte in merito alla musica (forse è più adatta alla cucina) inoltre non ha una gran capacità di riempire i vuoti (chiaramente ogni paragone con il mago Bonolis è superfluo) investire di più e chiamare fiorello avrebbe sicuramente dato risultati migliori. Inoltre scegliere canzoni vetuste e noiose come quella di Scanu, Cutugno, d'Angelo, Fornaciari, pupo e Ruggeri (dio me ne voglia se quella canzone era fanta...sy) non è una scelta felice, dato che la metà di queste sono state eliminate. La scelta di non mettere le "vallette" non mi piace, l'occhio vuole la sua parte e non si consola con 3 minuti di Burlesque (per quanto da sbavv). Se la scelta era stata fatta per non "eclissare" la clerici, bhe, allora non mettergli accanto quella sgnoccolona di Dita von Teese. Manca terribilmente una presenza maschile, quasi godevo quando inquadravano vessicchio! Un'esperimento da non ripetere comunque.

quoto quoto... in ogni caso anche la von deese non c'entrava na sega, che ci stava a fare al festival di Sanremo? ma invitare gli artisti che adesso riempiono gli stadi no? Non so chi verrà i prossimi giorni, ma credo che non ci saranno nè beyonce nè lady gaga...

Per il resto, continua a gridare vendetta il fatto che certa gente (gli ospiti soprattutto) vengan pagati così tanto.

Link to comment
Share on other sites

  • Moderators - supermoderator

mi sembra sia l'artista che in singoli ha venduto di più quest'anno, o una roba simile
Cd con maggior numero di vendite nella prima settimana di distribuzione (record Britannico):
Spoiler:  
Susan Boyle meglio degli U2: record di vendite del suo cd

Susan Boyle, la 48enne 'bruttina' del programma Britain's Got Talent, ha stabilito un record britannico con l'uscita del suo album I dreamed a dream: nessuno ha mai venduto così tante copie nella prima settimana nei negozi.

Il record, scrive oggi la stampa britannica, spazza via quelli precedenti di Leona Lewis, U2, e Michael Jackson. L'album, composto quasi esclusivamente da cover (ci sono anche Wild Horses dei Rolling Stones e Yoùll see di Madonna), ha venduto oltre 410.000 copie in sette giorni. Il recordo precedente, del 2007, era di Leona Lewis con il suo Spirit, che aveva venduto 376.000 copie. L'album di Boyle, che vive ancora in una casa popolare in Scozia, dovrebbe arrivare questa settimana al numero uno anche in America. Susan Boyle, arrivata solo seconda a Britain's got talent, è diventata un idolo mondiale grazie a YouTube, dove la sua performance di I dreamed a dream, tratto dal musical Les Miserables, è stata vista da milioni di persone. Il suo cd aveva anche stabilito il record storico di prenotazioni del negozio online Amazon.

Link to comment
Share on other sites

Marketing e pubblicità, ragazzi.

Siamo nell'era dei "fenomeni editoriali/musicali/artistici" che diventano tali solo dopo che si decide di farli diventare tali.

Non che alcuni autori/cantanti/quelcheètantosiècapito non siano bravi, eh... semplicemente, perché loro e non altri altrettanto bravi ma sconosciuti o relegati agli ultimi posti del dimenticatoio assieme alle 50 lire piccole? Marketing.

Link to comment
Share on other sites

Il marketing ha plasmato carriere musicali fin dall'inizio degli anni 80.

Il problema è che allora i singoli dovevi comprarli se li volevi, a meno di non metterti a registrarli dalla radio con la cassetta, mentre adesso è molto semplice averli solo andando su youtube. Qui si parla di incapacità delle persona di utilizzare la tecnologia, e probabilmente anche di pigrizia, più che altro.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.