Jump to content

Consigli per un musicista prepensionato


Aerys II
 Share

Recommended Posts

Come alcuni di voi sapranno, sono un appassionato fruitore di musica. Sono anche stato un musicante da strapazzo, ho suonato per qualche anno la chitarra in locali della mia zona col mio gruppo. A causa di fastidi ai tendini, sono purtroppo "parcheggiato" da tempo. La cosa mi rende molto infelice.

Avendo praticamente messo il cuore in pace riguardo alla chitarra, che probabilmente dovrà rimanere definitivamente nella sua custodia, non ho tuttavia rinunciato all'idea di continuare a interessarmi alla musica, e vorrei dai vecchi saggi del forum qualche consiglio/suggerimento/idea per il prosieguo della mia "carriera". :-D

Avendo i maggiori fastidi in fase "statica" (cioè quando ad esempio devo tenere un accordo a lungo o comunque la mano sinistra ferma in una particolare posizione), forse passare al basso potrebbe essere un'idea? Lì di accordi ce ne sono pochi in realtà, no?

Se no che consigliereste? Avevo anche pensato di provare lo Stick, che è una figata e pare sia più "a tasti" come impostazione, forse potrei sfruttare la cosa. Dite che sia solo una perdita di tempo?

Link to comment
Share on other sites


  • Replies 25
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

So che non rientro nella caregoria anziani del forum, ma vorrei dire la mia, da chitarrista. Secondo me (dato che non suoni da un bel pò) dovresti provare a ricominciare a piccoli passi, senza buttarti subito su cose difficili. Oppure conosco gente che ha avuto qualche problema e ha cominciato a suonare con la mano destra (ho letto che anche mark knopfler ha avuto questo tipo di incidente). Una domanda: ma hai problemi anche a schiacciare le corde?

Link to comment
Share on other sites

Caro amico, sono pienamente d'accordo a metà con Vedalken (per citare i buoni Mai dire...). Da un lato credo che ricominciare con un po' di umiliante lentezza a sfiorare le sei corde potrebbe aiutarti un po'. Ma dovresti anche sentire ben bene un bravo medico e magari curare come una vecchietta questa tua tendenza.

D'altra parte, ampliare gli orizzonti musicali è sempre una splendida esperienza: ecco i miei consigli spassionati:

1) ti sconsiglio il basso perché c'è da aprire molto le dita. E' vero che tu hai mani grandi ma l'avambraccio è molto sollecitato, più della chitarra. Se il problema non è muoversi ma stare fermo in tensione, allora il basso è meglio che lo lasci perdere.

2) uno strumento a fiato l'hai considerato? Lo sforzo per la mano sinistra è minimo per trombe e flicorni, mentre il corno si suona con la sinistra, quindi non va bene. Anche un sax/oboe/flauto non dovrebbero richiedere eccessivi sforzi ma non saprei, le mie esperienze col sax sono state brevi e disastrose.

3) Tastiere: non è vero che i tastieristi sono chitarristi mancati, anzi! Piuttosto è il chitarrista che ha bisogno di mettersi in mostra per poter combinare con il pubblico femminile. Suonare la tastiera non solo è bello, emozionante e divertente ma apre le porte alla composizione tramite arranger che ti può far spaziare per un miliardo di generi differenti! Inoltre prendere appunti suonando direttamente è comodissimo! :)

4) Percussioni: le bacchette sono le peggiorni nemiche del tuo male, almeno in partenza. Poi come per magia scopri che per fare un casino pazzesco devi essere rilassato e tenerle appena appena. Guarda questo (che suona da schifo ma se fosse teso vivrebbe con la tendinite ad ogni arto):

<object width="425" height="344"><param name="movie" value="http://www.youtube.com/watch?v=_ehxkUVaWvI&hl=it_IT&fs=1&"></param><param name="allowFullScreen" value="true"></param><param name="allowscriptaccess" value="always"></param><embed src="http://www.youtube.com/watch?v=_ehxkUVaWvI&hl=it_IT&fs=1&" type="application/x-shockwave-flash" allowscriptaccess="always" allowfullscreen="true" width="425" height="344"></embed></object>

Il problema della batteria è che l'investimento iniziale potrebbe essere alto, soprattutto se vivi in una zona dove non puoi fare rumore e quindi ti serve giocoforza un'elettronica. Anche quelle regalano grandi soddisfazioni, ti assicuro! Basta trovarne una buona.

Idee? Pensi di stare sempre su strumenti a corda?

Link to comment
Share on other sites

Il fisioterapista che mi ha "curato" è generalmente considerato abile, ma mi ha curato solo parzialmente, il problema è riemerso. Tra i miei compagni d'arme c'è un fisiatra a cui mi rivolgerò, ma dopo praticamente due anni di pausa comincio a perdere la fiducia. :-(

Link to comment
Share on other sites

Con la tastiera gli accordi sono un po' fastidiosi. Almeno, a me danno un po' di fastidio, ma forse è solo un problema di dimensioni delle mani (arrivo a malapena ai tasti un po' più lontani). Comunque suonare la tastiera dà comunque grandi soddisfazioni! :mrgreen:

Auguri!

Link to comment
Share on other sites

Il fisioterapista che mi ha "curato" è generalmente considerato abile, ma mi ha curato solo parzialmente, il problema è riemerso. Tra i miei compagni d'arme c'è un fisiatra a cui mi rivolgerò, ma dopo praticamente due anni di pausa comincio a perdere la fiducia. :-(

La fiducia non si perde mai, bestia!

Se ti va di ricominciare, fatti dare un'occhiata e poi pian piano ricomincia. Anche io ho ripreso da poco e solo per insegnare, dopo un anno di pausa e i disastri si sentono... ma pazienza, un passo alla volta.

E poi scusa... non che se non ti serve più per la chitarra puoi tenerti una tendinite cronica a vita. Cribbio, hai venticinque anni! A quaranta come sei messo, orizzontale? :mrgreen:

Link to comment
Share on other sites

La fiducia non si perde mai, bestia!

Se ti va di ricominciare, fatti dare un'occhiata e poi pian piano ricomincia. Anche io ho ripreso da poco e solo per insegnare, dopo un anno di pausa e i disastri si sentono... ma pazienza, un passo alla volta.

E poi scusa... non che se non ti serve più per la chitarra puoi tenerti una tendinite cronica a vita. Cribbio, hai venticinque anni! A quaranta come sei messo, orizzontale? :mrgreen:

Quoto in pieno! Se la tendinite si ripresenta ci sono due possibili cause:

a) sei uno dei rari casi di persona che ha un problema congenito non risolvibile neanche chirurgicamente;

B) qualcosa nella tua postura quando suoni, nella maniera in cui fai riscaldamento o nella maniera in cui fai sport (mi risulta che tu pratichi arti marziali, sicuro che non abbia rilevanza il modo in cui usi la mano/avambraccio?)

Hint: fatti ricurare e cura molto il punto b (no, non ho detto punto g, ma nel dubbio cura anche quello :-D).

Link to comment
Share on other sites

Aeris posso darti un suggerimento becero, schifido ed impuro????

Dai un'occhio al Kaossillator Korg (quello giallo). Provalo in un negozio: una chitarra in punta di dita e gli accordi li fa lui.....

Ok sono un elettrotecnomusico del quipis ma per guardare... ^^

Link to comment
Share on other sites

Dai un'occhio al Kaossillator Korg (quello giallo). Provalo in un negozio: una chitarra in punta di dita e gli accordi li fa lui.....

Per quanto dissenta dal parallelismo, questo cosa è una figata PAZZESCA! *_*

Ne voglio uno per fare il tamarro!!! :lol:

Anzi, lo attacco alla batteria per arricchire gli assolo con la punta delle bacchette! :mrgreen:

Link to comment
Share on other sites

Sicuramente è un giocattolone però i campioni sono korg e non sbaglia un accordo. Va preso per quel che è ma nel suo piccolo è impressionante.

Incredibile pure la precisione (trovi le note con pochissima pratica). Io ammetto che lo ho preso per tamareggiare e per la batteria che al mio vecchissimo elecribe manca completamente ma mi ha stupito non poco.

Poi non sarà mai uno "strumento" su quello non ci piove. Mi scuso per la digressione piuttosto grezza ^^

Link to comment
Share on other sites

Come alcuni di voi sapranno, sono un appassionato fruitore di musica. Sono anche stato un musicante da strapazzo, ho suonato per qualche anno la chitarra in locali della mia zona col mio gruppo. A causa di fastidi ai tendini, sono purtroppo "parcheggiato" da tempo. La cosa mi rende molto infelice.

Avendo praticamente messo il cuore in pace riguardo alla chitarra, che probabilmente dovrà rimanere definitivamente nella sua custodia, non ho tuttavia rinunciato all'idea di continuare a interessarmi alla musica, e vorrei dai vecchi saggi del forum qualche consiglio/suggerimento/idea per il prosieguo della mia "carriera". :-D

Avendo i maggiori fastidi in fase "statica" (cioè quando ad esempio devo tenere un accordo a lungo o comunque la mano sinistra ferma in una particolare posizione), forse passare al basso potrebbe essere un'idea? Lì di accordi ce ne sono pochi in realtà, no?

Se no che consigliereste? Avevo anche pensato di provare lo Stick, che è una figata e pare sia più "a tasti" come impostazione, forse potrei sfruttare la cosa. Dite che sia solo una perdita di tempo?

Io suono sia chitarra e basso e devo dire che non sembra una cattiva idea, il basso è un bellissimo strumento, e non per sminuirlo, ma lo trovo meno impegnativo quando lo suono, meno stancante in un certo senso (ovviamente per quanto riguarda i blasfesmi bassisti col plettro, se uno si mette a suonare di slap e fingerstyle è un altra storia... :lol:).

Ma non penso che risolva i problemi di tendenite, visto che i tasti sono molto più grandi ed avendo spesso 4 corde, l'approccio più corretto è quello della diteggiatura estesa...

Oppure, se il problema del dolore è solo quando suoni lento, puoi sempre suonare così:

:mrgreen:
Link to comment
Share on other sites

In realtà avevo pensato di passare a uno stile chitarristico senza accordi o quasi. E' dura però. :think:

Per ora mi approccio umilmente seguendo l'esempio di Robert Fripp (:pray:): via la tracolla e suono da chitarrista classico, in modo da impormi una postura corretta. Poi si vedrà.

Link to comment
Share on other sites

In realtà avevo pensato di passare a uno stile chitarristico senza accordi o quasi.

Mi dispiace per la tendinite... non mi sono mai buttato tanto su di uno strumento... eppure "faccio musica" da quando ero ragazzino...

cambierei strumento, che ne so una tastiera... però da quanto ho capito la tua il tuo approccio alla musica tende al virtuosismo, ciò comporta uno stress per la mano... cambierei quindi anche ascolti... non dico che tu debba fare ambient...

ma non credo che puntare alla velocità d'esecuzione sia una cosa buona per la tua mano...

iche ne pensi delle accordature aperte?

P.S. ...ma coltivi per caso piante carnivore?

Link to comment
Share on other sites

Mi dispiace per la tendinite... non mi sono mai buttato tanto su di uno strumento... eppure "faccio musica" da quando ero ragazzino...

cambierei strumento, che ne so una tastiera... però da quanto ho capito la tua il tuo approccio alla musica tende al virtuosismo, ciò comporta uno stress per la mano... cambierei quindi anche ascolti... non dico che tu debba fare ambient...

ma non credo che puntare alla velocità d'esecuzione sia una cosa buona per la tua mano...

iche ne pensi delle accordature aperte?

Eh, purtroppo suonare "robetta" (oltre a non piacermi) comporta più che altro accordi, che sono proprio quelli che mi fanno più male. :think:

P.S. ...ma coltivi per caso piante carnivore?

No ma potrei cominciare! :lol:

Link to comment
Share on other sites

datti al canto :)

Per la tendinite fare un potenziamento dei muscoli dell'avambraccio e mano? Spesso i tendini si infiammano perchè la muscolatura non è pronta a resistere a sforzi particolarmente prolungati o intensi e tutto si scarica su legamenti e tendini (ovviamente con l'aggravante di posture scorrette). Fatti un bel po' di ghiaccio come si deve (almeno 10-15 min due volte al giorno posizionando un singolo cubetto di ghiaccio sulla parte dove è concentrato il dolore. Io aspettavo che il cubetto si sciogliesse del tutto). Prenditi un bel po' di riposo assoluto per la mano e quando ti senti pronto inizia il potenziamento attaccandoti ad una pallina da tennis sgonfia oppure a qualcosa da stringere e che faccia resistenza (senza esagerare e senza arrivare al dolore). Dopo lo sforzo ancora ghiaccio per 10-15 minuti. Ti consiglio di fare degli esercizi a più ripetizioni in modo da aumentare il carico di lavoro e affaticare meno il muscolo (rispetto a come avverrebbe con una sola ripetizione fino allo sfinimento). L'importante è continuare a fare la crioterapia (il ghiaccio) anche senza l'esercizio.

Non sono un fisioterapista (quindi se non te la senti non seguire il mio consiglio :D), ma pratico sport da parecchi anni ed ho risolto la mia fascite plantare (ovvero infiammazione ai tendini che stanno sulla pianta del piede) in un modo anaologo. Ho fatto ogni terapia possibile (laser, onde d'urto...) , ma quella più efficace è risultata quella sopra citata. Riposo->esercizio->ghiaccio (a gogo). E ahimè...non aspettarti di guarire in un mese. Io sono stato fermo un anno (anche se credo che i miei piedi abbiano preso più colpi delle tue man :D)

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.