Jump to content

Benvenuto in Dragons’ Lair

La più grande e attiva community italiana sui giochi di ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Jaquayare i Dungeon Appendice I - Parte 2: Trucchi e Suggerimenti

Eccovi la seconda parte della prima appendice di Jaquayare i Dungeon, dopo averci mostrato tutti i vari modi in cui è possibile collegare i livelli di un dungeon l'autore ci insegnerà come usare i vari connettori in modo più creativo.

Read more...

I 10 GdR più attesi del 2021

ENWorld ha stilato anche per il 2021 la sua lista di GdR più attesi dell'anno, andiamo a scoprirli assieme.

Read more...
By Lucane

Ninfe dei Cimiteri

Questa settimana GoblinPunch ci propone una rivisitazione in chiave più sepolcrale di un mostro classico di D&D: la ninfa.

Read more...

In arrivo una serie TV di D&D creata dallo sceneggiatore di John Wick

Lo sceneggiatore dei film di John Wick e della serie Marvel The Falcon and the Winter Soldier ha ricevuto l'incarico di scrivere la storia per una serie tv basata su D&D.

Read more...

Strumenti per i nuovi Dungeon Master

In questo secondo articolo della nostra rubrica dedicata ai nuovi DM andremo ad elencare i diversi strumenti assolutamente indispensabili per cominciare a masterare e quelli che si possono acquisire col tempo.

Read more...

Prologo - Un tremolìo nel Velo


Recommended Posts

Prologo - Un tremolìo nel Velo

Non era ancora sorto il sole quando Bainzu Doddore si stiracchiò, preparandosi alla consueta meditazione mattutina. Lontano dalla falsa e viziata nobiltà della capitale Arcoria, egli si trovava nei pressi di Biancocascata, un piccolo angolo di paradiso che sorgeva nel cuore dei boschi a ovest. La piccola congrega di ninfe locale, a causa di episodi di rapimenti occorsi negli anni precedenti, si era dimostrata inizialmente molto schiva con il druido, almeno fino a quando non respinse una volta per tutte lo squartatore grigio da cinque tonnellate che da settimane stava devastando buona parte degli arbusti presenti. La capo congrega delle ninfe, Luscinia, offrì quindi incondizionata ospitalità a Bainzu, ora amico del gruppo. Come da tradizione, però, Bainzu dovette fare i conti con l’interesse che il suo legame aveva creato: le ninfe, capaci di riconoscere il talento, non mancarono di mostrarsi interessate alla possibilità di unirsi ad un mortale di così grande potere e dare alla luce un possibile futuro eroe.

Spoiler

A scelta del druido se accettare o no questa profferta

Quando quella buia e nebbiosa mattina inizò a meditare, lontano dalle polle in cui vivevano quelle splendide creature, sentì ben presto che qualcosa era cambiato. Il rumore che udì fu come quello di un violento strappo, tale da risuonare da ogni angolo e ogni direzione nello stesso momento. Bainzu sentì una breve folata di vento prima di sentirsi insolitamente leggero. Seduto in meditazione gli bastò lanciare un’occhiata attorno a sé per vedere pigne, fili d’erba strappati e perfino un coniglio confuso sollevarsi in aria e fluttuare lentamente come se fossero stati bolle di sapone.

Spoiler

 

Breve prologo dedicato al pg di @aykman. Si consiglia l’iscrizione alla discussione per non perdersi alcun aggiornamento. Checkpoint nella notte tra l’11 e il 12 gennaio per il prossimo post. Usualmente si attenderebbe tutto il gruppo, ma data la particolare situazione se il post arriva prima anche la risposta potrà venire anticipata.

Si richiede di postare per allora la lista di incantesimi preparati

 

 

Edited by Bomba
  • Thanks 1
Link to post
Share on other sites

  • Replies 12
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Prologo - Un tremolìo nel Velo Non era ancora sorto il sole quando Bainzu Doddore si stiracchiò, preparandosi alla consueta meditazione mattutina. Lontano dalla falsa e viziata nobiltà della capi

Bainzu

Un aiuto alle deliziose creature non lo si rifiuta mai, ma la ricompensa è al tempo stesso allettante e pericolosa: se da un lato la voglia è tanta, dall'altra la certezza che potrei non essere più arzillo come un tempo mi spaventa. Con galanteria e inusitata risolutezza, rifiuto di cedere, a malincuore, promettendo migliori uffici in un secondo tempo: la riproduzione è parte integrante del mistero della vita, di cui tutti facciamo parte e a cui io stesso mi sottometto volentieri, ma ciò che inganna gli occhi non inganna il cuore; il mio spirito è forte, laddove la carne comincia a perder colpi, anche se è difficile vederlo. Il grande potere che è in me non fa invecchiare il mio corpo, ma persino come semplice atto riproduttivo, lo spirito deve supportarlo.

Mi sveglio presto, tanto che la rugiada in parte è cristallizzata sulle foglie. Con fare calmo, raggiungo il rivo e mi getto nudo tra i suoi flutti gelidi, lavandomi e trattenendo dal rimproverare per l'ennesima volta Pisittu per la mancanza di collaborazione:  scorgo la tigre appollaiata su un grosso ramo, piegato sotto il suo peso, che mi scruta a sua volta con sguardo imperscrutabile, come ad attendere l'ennesima ramanzina con filosofica calma. Schizzo un pò d'acqua in sua direzione, certo che mi stia ascoltando, e gli dico Non può farti male, sai... è solo acqua, Pisi, acqua. Ma so già che non si sprecherà neanche a brontolare, si limiterà a guardarmi e ad ignorare a bella posta ogni mia parola. Esco, mi asciugo e rivesto con calma, spazzolando gli abiti frusti e pettinando alla bell'e meglio capelli e barba. Strappo da un arbusto lì accanto un paio di bacche e le mastico distrattamente, scegliendo un buon posto dove pregare. Alla fine, mi accontento di una minuscola radura a ridosso del fiumiciattolo, aperta verso est, dove posso contemplare l'alba durante le mie abluzioni. Ed è lì che mi coglie la sensazione stranissimo di una piuma nel vento. Stupefatto, guardo attorno a me seguendo l'odore del vento, restando interdetto dal fenomeno imprevisto e dopotutto, anche inusitato. Corrugo la fronte, stirando le membra dalla posizione accovacciata ad una in piedi, cercando attorno a me la fonte di questa leggerezza, dardeggiando lo sguardo attorno a me.

Spoiler

se è un'incantesimo lanciato entro 18 metri da me, posso fare una prova di sapienza magica per capire che incantesimo è (+25 alla prova)

nel frattempo, faccio prova di osservare (+45)

 

Link to post
Share on other sites
Spoiler

Osservare +45+17=62

Un sorpreso brontolìo fu la risposta che Pisittu diede a tale fenomeno, la tigre che aveva artigliato il proprio ramo come se una mano immensa cercasse di sollevarlo come un micetto. Ma né giganti né invisibilità, di questo Bainzu poteva esserne certo: i primi erano troppo rumorosi, la seconda richiedeva una magia che egli avrebbe percepito nell’aria. Qualunque fenomeno si stesse verificando in quella foresta era qualcosa di diverso, la cui natura sembrava in apparenza ignota anche per il saggio e anziano druido, ritenuto tra i più sapienti dei propri circoli.

La vecchiaia non aveva però reso miopi gli occhi di Bainzu, che fu in grado di cogliere un barlume bluastro nella foresta. Con la prudenza che lo contraddistingueva, ma alimentato dalla curiosità per questo fenomeno, egli riuscì a farsi strada ed avvicinarsi abbastanza per raggiungere l’area dove si trovava l’origine di tale bagliore. Esso appariva come uno squarcio sul terreno, di forma serpentina e lungo circa due metri, dal cui interno si sprigionava una forte luminescenza blu, abbastanza intensa da risultare fastidiosa alla vista.

Questo fenomeno non sembrava però destinato a durare in eterno: così come era apparso, questo fenomeno stava lentamente regredendo, le estremità dello squarcio che stavano ricucendosi lasciando di nuovo alla natura il dominio di quell’area.

Spoiler

Checkpoint nella notte tra l’12 e il 13 gennaio per il prossimo post. Usualmente si attenderebbe tutto il gruppo, ma data la particolare situazione se il post arriva prima anche la risposta potrà venire anticipata.

 

Link to post
Share on other sites

Bainzu Doddore

Guardo stupefatto lo squarcio, curioso e preoccupato al tempo stesso: avendo girato in lungo e in largo, e soprattutto avendo vissuto così a lungo, le novità e le sorprese non sono mai abbastanza. Mi accarezzo la barba riflettendo, mentre lo squarcio a poco a poco si riduce, scomparendo. Traccio un veloce gesto con la mano, giusto per togliermi ogni dubbio circa la sua natura, mormorando le semplici parole che faranno scaturire la magia dal mio vecchio corpo. Esamino bene l'area, quindi, ispirato, prendo un quaderno d'appunti dalla sacca e traccio uno schizzo approssimativo dello squarcio e i punti salienti del fenomeno. Solo quando finisco alzo il capo alla ricerca di Pisi Vieni qui, gatto... adesso hai paura anche del vento? borbotto, metà seccato e metà divertito, incamminandomi verso la dimora delle ninfe, giusto per controllare che stiano bene

Spoiler

lancerei individuazione del magico, giusto per scrupolo, nel punto in cui c'era lo squarcio e nell'area circostante.

 

Link to post
Share on other sites

Bainzu dovette essere lesto a recuperare il necessario per immortalare quell’insolito fenomeno, che venne rappresentato con un veloce schizzo quando in meno di un minuto divenne solo un ricordo di ciò che era stato, accompagnato dalla sensazione di leggerezza. Il druido, per buona misura, decise di verificare la presenza di eventuali strascichi di magia. Il suo incantesimo non mentì, dando tuttavia ben più di una questione su cui riflettere: non vi era magia in atto. Pur non essendo stato uno studioso planare, Bainzu sapeva che esistevano altri piani e che potevano essere creati magicamente dei collegamenti tra questi mondi.

Tuttavia il fatto che esso si fosse formato in maniera naturale sembrava un ossimoro… i portali non nascevano dal nulla! E di certo non si richiudevano così in fretta!

Quando il druido diede una voce a Pisittu, l’animale rispose con un ringhio. Con la gravità tornata ai livelli usuali, l’animale era sceso dall’albero ed egli era allerta, come se qualcosa avesse scosso i suoi acuti sensi. La tigre anticipò di qualche secondo un urlo femmineo provenire da poco distante. Lì in una radura giaceva bocconi una delle ninfe di Biancocascata, che Bainzu sapeva chiamarsi Circe, una bellezza statuaria alta e orgogliosa, dai capelli biondo scuro e luminosi occhi verdi. Eppure il viso delicato di Circe era contratto dalla paura, causata da una grottesca creatura che non poteva opporre una maggiore bruttezza nei confronti della ninfa.

L’essere era alto circa due metri e ottanta, nudo e completamente glabro. A prima vista sarebbe potuto sembrare un gigante esile, ma le sue orecchie a punta e le sue fauci spropositatamente grandi sembravano dissipare questo dubbio. Le braccia e le gambe erano massicce terminanti con unghie aguzze, ma più di questi feroci strumenti naturali a intimorire era la piccola figura umanoide che si protendeva dal centro del petto della creatura, come se dall’interno cercasse una via di fuga, urlando e dimenandosi. Come un predatore che avesse fiutato una preda più sontuosa, l’essere interruppe il suo avvicinarsi verso Circe per voltarsi verso Bainzu e Pisittu Potere… ruggì gutturalmente, leccandosi le labbra di fronte ai nuovi arrivati.

Spoiler

 

Iniziativa

Bainzu e Pisittu (23)

Creatura misteriosa (10)

La creatura si trova a 9m di distanza da druido e compagno animale. Non vi sono interferenze o terreno impervio. Circe si trova a 3 m dalla creatura, ma non tra i membri dello scontro.

Checkpoint nella notte tra l’12 e il 13 gennaio per l’azione del turno 1 di Bainzu e Pisittu. Normalmente vi sarebbe una griglia di combattimento, ma data la particolare situazione con un solo giocatore, mi limito a una descrizione breve.

 

 

Link to post
Share on other sites

Bainzu Doddore

Rimango esterrefatto dalle informazioni ottenute, ma più ancora dallo spettacolo che mi si para davanti agli occhi: la statuaria creatura che sovrasta la ninfa, il suo petto stranamente deforme, il dono della parola in quello che a prima vista altro non è che un mostro. Arriccio il naso udendo la voce, e anche se roca la parola pronunciata non può essere travisata, benché il suo significato appaia oscuro al momento. Sei intelligente, a quanto pare commento con voce piatta e noncurante, adottando lo stesso linguaggio del mostro quindi puoi capirmi. Non trovi sia un pochino scorretto attaccare una fanciulla indifesa grande la metà di te? Un sorriso involontario si fa strada ad un angolo della bocca, pensando che la fanciulla a pelo lungo con le strisce accanto a me è più grossa di lui e decisamente non indifesa. Forse sarebbe il caso di fare da bravo, no? E chiedere scusa per averla spaventata, anche. Cosa ne pensi? Non preferiresti... andare in pace? Mentre parlo, la mano si muove tranquillamente verso il fodero allacciato al mio fianco, estraendo un sottile bastoncino di legno lucido. Pisi, proteggere tu mi devi, capito? Ma accanto a me resta, mi.  Aggiungo in Druidico stretto alla tigre che brontola vicino a me

Spoiler

Allora, non sapendo bene come gestisci le situazioni, ti dico cosa penso di fare in spoiler e che azioni penso di intraprendere. Come avrai notato, userò ( a meno che tu non preferisca altrimenti) il corsivo stile Joda per il druidico, così è facile distinguerlo. 

Primo, uso un'azione di movimento per estrarre la bacchetta di crescita vegetale dalla faretra di Ehlonna. Secondo, uso l'azione standard per preparare l'azione - casto l'incantesimo se tizio grosso viene verso di me. Terzo, Pisittu (che è femmina, non ricordo se l'ho scritto da qualceh parte) usa l'azione "difendi" per il momento.

Ora, oltre a ciò, passo il tempo a parlamentare col tizio. A termini di regole, non posso tirare diplomazia perchè le azioni le ho già "utilizzate", e anche una prova affrettata necessita un'azione di round completo. Usi home rules per le abilità sociali o ti attieni al manuale, così mi regolo anche io? 

 

Edited by aykman
Link to post
Share on other sites

Pisittu ringhiò inferocita, le poderose zampe flesse e pronte al balzo, pur rimanendo nella posizione dettatagli dal suo padrone. Quanto al gigantesco assalitore di ninfe, esso proruppe in un suono gutturale, che dapprima Bainzu fece fatica a interpretare Preferisco venire da te! esclamò, dopo aver espresso quella che doveva essere stata una sinistra risata. Il santo, tuttavia, non era certo nuovo ad assalti nemici e con un rapido movimento della bacchetta scatenò una crescita di viticci, rampicanti, erbacce e rose che si avvolsero attorno alle gambe del poderoso avversario, che ringhiò mentre strattonava e sferzava quel tratto di foresta fitta che si era sviluppata al comando del sacerdote della natura Fai attenzione, Bainzu! Esclamò Circe, allontanandosi per buona misura da quello scontro. Per fortuna, se c’era qualcosa che le ninfe erano abili a fare era attraversare le aree più impervie delle foreste senza per questo rallentare di nemmeno un passo!

La prudenza dell’anziano e potente druido sembravano dare ancora margini di dialogo, la distanza era ancora controllabile. Questo probabilmente era il pensiero del druido almeno fino a che l’essere non puntò un dito contro il suo nemico Non mi sfuggirai, umano! dall’unghia proruppe un raggio di energia crepitante, accompagnato da un grido di dolore della creatura visibile nel petto del mostro, una scia di energia che mancò per un soffio la spalla destra di Bainzu, prima di scomparire nella foresta.

Spoiler

 

//nessun problema per la parlata in druidico. Sì, le azioni le teniamo in spoiler per comodità. Per la diplomazia non usiamo regole particolari, può essere fatta come azione di round completo con una penalità di -10 come da regole. E per gli epici sono applicabili le regole epiche, sebbene con le dovute limitazioni dettate dagli scopi che possono avere eventuali avversari (il modulo che sto usando ha delle specifiche in merito, ma riguarda i png e non influiscono sui vostri tiri o modificatori)

Pisittu rimane in posizione difensiva

Bainzu azione preparata

Creatura misteriosa movimento

Bainzu attiva la sua azione preparata, lancia Crescita Vegetale

Creatura misteriosa lancia Raggio di Indebolimento TxC a contatto +5+1 FALLIMENTO AUTOMATICO

Iniziativa

Bainzu e Pisittu (23)

Creatura misteriosa (10)

La creatura si trova a 6m di distanza da druido e compagno animale, all’interno dell’area di crescita vegetale che termina al limite di Bainzu e Pisittu. Circe si è allontanata dallo scontro.

Checkpoint nella notte tra l’14 e il 15 gennaio per l’azione del turno 2 di Bainzu e Pisittu.

 

 

Link to post
Share on other sites

Bainzu Doddore

Sospiro, quando l'essere replica con una minaccia alle mie parole: il gesto e la magia che scaturisce dal suo artiglio invece sono del tutto imprevisti e mi lasciano sorpreso e turbato. Inaspettato è l'unico aggettivo per descrivere l'attacco: mi sarei aspettato una carica a testa bassa, ma a quanto pare la parola non è l'unica dote del mostro. Con voce autoritaria esclamo Sei pericoloso, lo sai? Mi hai quasi preso scrollando la spalla sopra la quale il raggio è passato, fortunatamente innocuo. Avrei preferito di gran lunga sapere il tuo nome, che non vedere compiersi un gesto tanto sconsiderato. Hai intenzione di desistere? Chiedo, con voce stentorea, fulminandolo con lo sguardo Non è troppo tardi per venire a patti con la tua natura. Arresta la tua furia e avrai salva la vita. Hai la mia parola. Ed è anche la mia ultima, giacché dubito che darai ascolto ad altre.  

Spoiler

faccio un passo di 1.5 m all'indietro, posizionandomi dietro a Pisittu, poi prova di diplomazia come round completo, +34 alla prova.

 

Link to post
Share on other sites
Spoiler

Diplomazia +34-10+15=39

Forse la creatura non era così irragionevole come era sembrata, forse Bainzu si era dimostrato troppo lesto per le sue capacità o forse i viticci avevano suggerito un potere superiore al suo, fatto sta che la creatura fermò il suo assalto. Invece di rimanere flesso in avanti nel tentativo di sradicare le fastidiose piante che lo rallentavano, l’essere placò la sua foga per poi rivolgere i suoi occhi carichi di sadismo verso il druido Sei ostinato, umano disse, la grottesca bocca che scattò Ma sento che hai un grande potere, forse troppo per me. Accetto la tua offerta disse leccandosi le labbra con la lingua sproporzionata Mi allontanerò da questa zona e immagino non attaccherò le fatine che ho fiutato qui vicino… liberami e me ne andrò per la mia nuova strada! concluse. Che Bainzu fosse stato in grado di trovare una vittoria senza spargimenti di sangue?

Spoiler

Checkpoint nella notte tra il 15 e il 16 gennaio per la prossima azione.

 

Link to post
Share on other sites

Bainzu Doddore

Sospiro e mi mordo la lingua, trattenendo quella spavalderia che altre volte mi ha messo nei pasticci. Invece, distengo i lineamenti e quasi accenno un sorriso, o perlomeno, le labbra passano da una linea retta ad una smussata agli angoli verso l'alto. Mi fa piacere. Non puoi capire quanto sia difficile, al giorno d'oggi, incontrare qualcuno disposto ad esser ragionevole. La tua scelta rende onore alla tua saggezza. Prima di andare chiedo con voce un pò meno dura saresti così gentile da dirmi il tuo nome, e a quale razza appartieni? Non ho mai veduto nessuno come te, e per uno studioso delle forme di vita più disparate qual sono, sarebbe un onore per me: rappresenti la prima novità da molto, molto tempo. Colto da ispirazione, benché ciò riveli una condotta poco saggia, aggiungo ancora Hai mai pensato di apparire in un libro? Ne sto giusto scrivendo uno, sugli esseri più spaventosi e potenti che calcano questa terra; e tu, putacaso, sembri proprio appartenere a questa categoria. 

Spoiler

Sono irragionevole, ma continuo col predicozzo condito da un pochino di lusinga, non sia mai che scucia qualche informazione in più. Se serve aggiungo prova di diplomazia/raccogliere informazioni.

 

Link to post
Share on other sites

Io non sono del vostro mondo rispose la creatura E ho un nome, Dragdruxith disse schioccando le scure labbra contornate di denti affilati. La creatura all’interno del suo petto urlò come in preda a un forte dolore Non so come mai sono finito qui, tutto ciò che so è che stavo seguendo una carovana planare di githyanki prima di venire risucchiato da una ferita nel piano e ritrovarmi in questo posto Dragdruxith sorrise, sgomitando e riuscendo infine ad uscire dalle piante rampicanti che lo avevano avviluppato. Pisittu ringhiò contro il gigantesco essere Ma ti dirò, non è male come posto… la mandibola della creatura scattò e la lingua vorticò come impazzita Non mi interessa stare in un libro, a me interessa ben altro! Dragdruxith compì quindi un balzo e raggiunse il limitare della radura, in direzione opposta a dove Bainzu sapeva trovarsi Biancocascata.

Sembravano le ultime parole di quello strano incontro.

Spoiler

Checkpoint nella notte tra il 16 e il 17 gennaio per la chiusura del prologo e l’apertura del primo capitolo. Libertà di azione assoluta.

 

Link to post
Share on other sites

Bainzu Doddore

Annuisco appena col capo alle parole del mostro, stampandomele nel cervello per poterle poi segnare a futura memoria. Lo guardo districarsi dalle piante e correre via, lontano dalla civiltà. Sospiro e mormoro a Pisittu Seguirlo tu devi. Guardare dove va devi e se guai combina. Guardo in alto, verso lo spezio di cielo libero da fronde Quando fame ti viene, da me devi tornare. Capito mi hai? Conoscendo le abitudini alimentari del gatto, l'inseguimento non durerà più di una manciata di minuti, ma perlomeno avrò il tempo di radunare le ninfe e prepararle al peggio, se mai la parola dell'essere dovesse essere vuota. Mi incammino con passo svelto tra le piante a cercare Circe e le sue compagne, sperando che non abbiano patito troppo per la furia del mostro.

 

Link to post
Share on other sites

Con sollievo di Bainzu, Circe e le altre ninfe stavano bene. Il mostro, che Circe potè descrivere nei dettagli alle proprie consorelle, non fu visto nell’area di Biancocascata. Pisittu potè confermare, dopo un inseguimento terminato dopo ben venti metri, che egli sembrava dirigersi verso la zona orientale, in direzione di Scogliera Argento.

L’agitazione non mancò però di serpeggiare nei giorni a venire, la capo congrega Luscinia in grado infine di identificare il mostro Se la vostra descrizione corrisponde al vero, esso doveva essere un divoratore annunciò. Diverse ninfe si portarono le mani alla bocca. Luscinia quindi proseguì Un non-morto planare, flagello delle carovane di viaggiatori astrali e famoso per consumare le anime di chi cattura come fosse legna da ardere. Bainzu sei stato eroico nel portare alla ragione quella creatura, ma temo la sofferenza che possa portare altrove. Tuttavia non crucciarti, informeremo le nostre sorelle di Radura Arcobaleno per cercare una soluzione insieme

Bainzu aveva molto da domandarsi: come era giunto un essere così forte (per le persone comuni) su Arth? Che cos’era la frattura che aveva visto? E che cosa l’aveva procurata? Egli doveva trovare una risposta, motivo per cui accettò un invito a sud, dove voci lontane parlavano di fenomeni insoliti. Magari parlandone con uno dei lord locali ne avrebbe saputo di più!

Spoiler

Fine del prologo

 

Link to post
Share on other sites
  • Bomba locked this topic
Guest
This topic is now closed to further replies.

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.