Jump to content

Benvenuto in Dragons’ Lair

La più grande e attiva community italiana sui giochi di ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Quando un lupo non è un lupo? - Parte 2

Oggi Goblin Punch vi parlerà di una possibile e viscida variante per i vampiri per le vostre avventure.

Read more...

La WotC prende il controllo della localizzazione in Italia di D&D 5E

Un comunicato stampa appena rilasciato dalla Asmodee annuncia una importante novità per il futuro di D&D 5E in Italia.

Read more...

Viaggio nella DM's Guild XI - Il Genio dell'Illusione

Il Genio dell'Illusione è un’avventura Gdr in stile Fantasy/Medievale scritta ed illustrata da Matteo Valenti.

Read more...

I Racconti di Arthaleorn

Andiamo a scoprire una serie di romanzi fantasy italiani intimamente intrecciati con il mondo dei GdR.

Read more...

GdR Fantasy

Scopriamo assieme una community di giocatori di ruolo italiani attiva nella gestione di campagne online.

Read more...

Aiuto con la descrizione di un oggetto


Recommended Posts

Salve a tutti,
sto avendo difficoltà nel trovare una forma concisa e comprensibile per descrivere la proprietà di un oggetto magico homebrew.

L'oggetto in questione è una spada che ogni volta che si utilizza (con successo) una diversa tipologia di azione per attaccare, effettua un "power up".
In breve: la prima volta che il personaggio usa la sua azione per attaccare e colpisce, la spada livella; la prima volta che il personaggio usa la sua azione bonus (dual wielding) per attaccare e colpisce, la spada livella; la prima volta che il personaggio usa la sua reazione (attacco di opportunità) per attaccare e colpisce, la spada livella.

La descrizione attuale è la seguente: "La prima volta che colpisci un bersaglio con quest'arma utilizzando ciascuna opzione d'attacco (azione, azione bonus, reazione), la spada avanza di un livello, guadagnando – in ordine – le seguenti proprietà cumulative: (ecc. ecc.)".
L'ordine con cui si utilizzano le diverse opzioni d'attacco non è importante (i power up sono fissi invece).

Secondo voi è chiaro o esiste una formula più intuitiva, che rispetta meglio la "grammatica" di D&D 5e?

Link to post
Share on other sites

  • Replies 2
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Popular Days

Top Posters In This Topic

Ciao!

che io ricordi non esiste alcun oggetto che ha questa proprietà, quindi è un po' difficile prendere spunto da qualcosa di esistente. Comunque a me sembra molto chiara la descrizione.. la Spada avrà massimo tre livelli deduco, con tre abilità in totale, ma credo non sia neanche importante specificarlo.

Solo una cosa: la descrizione posta fra parentesi specificherei in questo modo: (azione, azione bonus E reazione), dato che di fatto non ne esistono altre. L'azione Bonus per attaccare non viene usata solo nel Dual, ma anche in varie altre occasioni, ma vabbé, ci sta.

Link to post
Share on other sites

Non ho messo "e" solo perché ho tenuto conto dell'azione leggendaria, che... non si sa mai, magari un giorno vorrò dare ai miei giocatori un oggetto magico che ne conferisce una. 

Io ho un po' il timore che la descrizione possa essere interpretata come : "la prima volta che hai usato tutte e tre le opzioni di attacco" anziché "la prima volta che ne usi una di un tipo".

Poi avrei un ultimo dubbio: una volta livellata al massimo (3), lascio che i power up durino fino alla fine del combattimento, o metto qualcosa tipo "se nel tuo turno non effettui un attacco con quest'arma, perde un livello"? L'idea è un oggetto che richiede un "minigioco" per restare al massimo della potenza.

Ah, la spada è destinata a un rogue.

Edited by Tressoli
Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
  • Similar Content

    • By PaoloDisa
      Salve a tutti, innanzitutto non sapevo quale fosse la sezione giusta dove postare questo topic, in caso avessi sbagliato mi scuso in anticipo.
      Sto per iniziare una nuova campagna con il mio gruppo (dovrebbe essere molto lunga perchè inizieremo al livello 1, e dovrebbe finire intorno al livello 15) e ho deciso di creare un pg di classe scholar (homebrew) che ha già superato la "prova bilanciamento" con il mio master.
      Apro questo topic non tanto per chiedere consigli su come buildare il personaggio, ma più per chiedere alcuni consigli per inpersonificarlo efficacemente. Come "ruolereste" un personaggio dotato di grande intelligenza che non ha alcun potere magico? Mi sono accorto che è complicato far apparire il proprio personaggio più intelligente di quanto sia il giocatore che lo controlla, inoltre essendo il mio pg uno studioso di medicina (archetipo phisician della classe) dovrei avere accesso a conoscenze della materia che io stesso non ho.
      Un'altra domanda riguarda il dare importanza agli aumenti di caratteristica. Secondo voi è solo una questione di numeri, o deve cambiare anche l'approccio del giocatore? Mi spiego meglio, se la mia intelligenza passa da 16 a 18, secondo voi questo cambiamento deve essere rappresentato anche dal mio modo di giocare? in che modo?
      Spero di aver spiegato bene le mie perplessità, grazie.
      PS. se qualcuno ha giocato o anche solo letto la classe in questione potrebbe dirmi cosa ne pensa e/o come si è trovato a giocarla.
    • By clyde_88
      è possibile applicare la capacità speciale delle armi "Harmonizing" ad un Liuto Perfetto?
    • By mangusta express
      Hey, ho ritrovato oggi delle avventure da torneo del 97/98. La maggior parte sono D&D ma una di queste, La Profezia, è AD&D seconda edizione.
      Scritta da Tommaso Bon e Alex Zanin, riporta il copyright Dragon's lair 1997. Stavo pensando di scansire le avventure che ho trovato e raccoglierle in un PDF, qualcuno mi sa dire a chi devo parlare per il copyright? Grazie! 

    • By Darione
      Salve a tutti. 
      Vi chiedo aiuto perché, giocando un Derviscio, vorrei creare un oggetto che mi permetta di combattere i personaggi volanti. Ora, visto che con un semplice volare le abilità del derviscio sarebbero inutili ho pensato che se invece usassi camminare sull'aria potrei combattere in cielo come in terra.
      Se consideriamo la formula classica avrei un oggetto di camminare sull'aria continuo a 4x7x2000=56kMO
      Tre volte al giorno da 70 minuti sarebbero circa 33k
      Il problema ora è il costo dell'oggetto con la meccanica che mi interesserebbe, perché vorrei un oggetto che funzioni tipo gli stivali della velocità:
      "Con un'Azione Gratuita, chi li indossa può sbattere i talloni, in modo da agire come se fosse sotto l'effetto dell'Incantesimo Velocità, per un massimo di 10 round al giorno. I round della durata di questo effetto Magico non devono necessariamente essere consecutivi." 
      Ora, considerando che Velocità è di terzo mentre Camminare nell'aria è di quarto ho pensato di moltiplicare il costo di 4/3 (il livello dell'incantatore 10 va bene per entrambi) , così da 12k arrivo a 16k...pero c'è da considerare che Velocità dura 1 round per livello mentre Camminare sull'aria dura 10min per livello!!! 
      Aaaaahhh
      Sto impazzendo! Aiuto! 
    • By Mehen
      Ciao ragazzi,
       
      dalla sessione di ieri va avanti un confronto tra me (master) e un mio amico (player). Per quanto non abbia avuto conseguenze dirette sulla sessione siamo precipitati in una fantastica discussione sul senso della vita, in particolare: puo' un ladro usare liberamente il suo skill nel nascondersi se si e' fatto immagini illusorie?
      Io sono dell'opinione che sicuramente non c'e' scritto da nessuna parte che non possa ma e' piuttosto inverosimile che ci riesca facilmente in quant ha tre cloni di se stesso che, pur occupando lo stesso spazio, lui non controlla.  Pertanto pensavo a qualcosa come svantaggio o roba simile (chiaramente aggiungendo liberamente una regola).
       
      Per lui invece, visto che non c'e' scritto che non si possa fare, si deve poter fare.
       
      Ora e' vero che non c'e' scritto che non si puo' fare ma non c'e' neanche scritto che tu non puoi nasconderti nelle ombre se hai l'incantesimo luce piazzato sulla fronte...
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.