Jump to content

D&D e Studio Ghibli


Albedo
 Share

Recommended Posts


Ok, l'idea di base è fantastica (ho visto quasi tutto dello studio Ghibli e di Hayao Miyazaki: partendo da "Conan, ragazzo del futuro" -uno dei miei cartoni preferiti in assoluto!-, e passando per i "crossover" con Lupin)... ma realizzarre una cosa del genere con D&D non sò quanto sia fattibile o coerente.

Link to comment
Share on other sites

  • Moderators - supermoderator
5 minuti fa, Maxwell Monster ha scritto:

giusto Nausicaà e Mononoke Hime ci starebbero ,

il resto così così ...

Volendo anche Laputa o La Città Incantata (non cito I Racconti di Terramare perché lì forse si farebbe meglio ad rifarsi ai libri più che al film dello Studio Ghibli)

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, Alonewolf87 ha scritto:

Volendo anche Laputa o La Città Incantata (non cito I Racconti di Terramare perché lì forse si farebbe meglio ad rifarsi ai libri più che al film dello Studio Ghibli)

già questi li vedo troppo poco incisivi ; son quasi tutti in fuga dai pericoli . invece di confrontarsi con essi .

Link to comment
Share on other sites

Grazie per la segnalazione. Il punto più che regolistico/meccanicistico, dove temo ci sia una grossa incompatibilità di fondo, penso sia più sul genere di storie che si possono raccontare. Alla domanda se si possono inserire i temi cari a Miyazaki (ambientalismo, pacifismo, lotta al potere dispotico, ecc) in un'avventura di D&D penso che la risposta possa essere certamente sì.

6 ore fa, Maxwell Monster ha scritto:

già questi li vedo troppo poco incisivi ; son quasi tutti in fuga dai pericoli . invece di confrontarsi con essi .

E perché un'avventura di D&D non può essere una fuga dai pericoli? Perché no. Se ti trovi in condizione di svantaggio devi usare l'ingegno e cavartela comunque. Può essere una grande storia.

Link to comment
Share on other sites

10 ore fa, Maxwell Monster ha scritto:

giusto Nausicaà e Mononoke Hime ci starebbero ,

il resto così così ...

Soprattutto se consideri il manga di Nausicaa.

1 ora fa, Muso ha scritto:

Grazie per la segnalazione. Il punto più che regolistico/meccanicistico, dove temo ci sia una grossa incompatibilità di fondo, penso sia più sul genere di storie che si possono raccontare. Alla domanda se si possono inserire i temi cari a Miyazaki (ambientalismo, pacifismo, lotta al potere dispotico, ecc) in un'avventura di D&D penso che la risposta possa essere certamente sì.

E perché un'avventura di D&D non può essere una fuga dai pericoli? Perché no. Se ti trovi in condizione di svantaggio devi usare l'ingegno e cavartela comunque. Può essere una grande storia.

Vero. Considera Arietty.

Link to comment
Share on other sites

4 ore fa, Muso ha scritto:

 

E perché un'avventura di D&D non può essere una fuga dai pericoli? Perché no. Se ti trovi in condizione di svantaggio devi usare l'ingegno e cavartela comunque. Può essere una grande storia.

se fosse solo quello , sarebbe riduttivo .

passi 1  sessione di fuga , ma un intera campagna così è sprecata  in D&D .

meglio usare altri GDR come Ryutama o GRUM\VDE .

Link to comment
Share on other sites

3 ore fa, Maxwell Monster ha scritto:

se fosse solo quello , sarebbe riduttivo .

passi 1  sessione di fuga , ma un intera campagna così è sprecata  in D&D .

meglio usare altri GDR come Ryutama o GRUM\VDE .

Nell'articolo infatti parla di one shot. Tuttavia pensandoci tre secondi mi vengono in mente tre storie di Miyazaki che possono fare da canovaccio per una campagna: 1) Conan il ragazzo del futuro (c'è tutto: il gruppo dei personaggi, il cattivo con il super piano, varie quest come trovare il dottor Rao, scappare dai cattivi di Indastria, ecc, e le sottotrame light come il maiale di Orlo); 2) Il manga di Nausicaa dove la storia è molto più sviluppata e complessa che nel film e 3) ultimo ma forse il più adatto di tutti: Lupin III (Miyazaki ha disegnato e diretto insieme al suo amico storico le prime due serie, quelle un po' più "adulte" delle altre dove Lupin non esita a ricorrere alla violenza se serve). Lupin III è perfetto: l'abile ladro, il pistolero, lo spadaccino monaco e la barda/ladra/spia. Se non è già un gruppo di D&D questo 🙂

Link to comment
Share on other sites

13 minuti fa, Muso ha scritto:

Nell'articolo infatti parla di one shot. Tuttavia pensandoci tre secondi mi vengono in mente tre storie di Miyazaki che possono fare da canovaccio per una campagna: 1) Conan il ragazzo del futuro (c'è tutto: il gruppo dei personaggi, il cattivo con il super piano, varie quest come trovare il dottor Rao, scappare dai cattivi di Indastria, ecc, e le sottotrame light come il maiale di Orlo); 2) Il manga di Nausicaa dove la storia è molto più sviluppata e complessa che nel film e 3) ultimo ma forse il più adatto di tutti: Lupin III (Miyazaki ha disegnato e diretto insieme al suo amico storico le prime due serie, quelle un po' più "adulte" delle altre dove Lupin non esita a ricorrere alla violenza se serve). Lupin III è perfetto: l'abile ladro, il pistolero, lo spadaccino monaco e la barda/ladra/spia. Se non è già un gruppo di D&D questo 🙂

logico , se la si prende molto larga , tutto è adattabile (in base anche a quanta energia si abbai e necessiti) .

io usavo le storie di Lupin per Warhammer GDR , ovviamente il risultato finale si discostava dal origine .

credo bisogni far distinzione dall ' usare solo l ' idea , o giocare proprio sullo stesso tema .

un autore  , pur avendo un suo stile , crea opere con molte sfumature , 

e non è detto che tutte coincidano col GDR che si usa .

Link to comment
Share on other sites

3 minuti fa, Maxwell Monster ha scritto:

logico , se la si prende molto larga , tutto è adattabile (in base anche a quanta energia si abbai e necessiti) .

io usavo le storie di Lupin per Warhammer GDR , ovviamente il risultato finale si discostava dal origine .

credo bisogni far distinzione dall ' usare solo l ' idea , o giocare proprio sullo stesso tema .

un autore  , pur avendo un suo stile , crea opere con molte sfumature , 

e non è detto che tutte coincidano col GDR che si usa .

Vero. Io infatti parlavo di "canovaccio". Non è mai utile copiare perché sappiamo benissimo che i giocatori faranno comunque delle scelte che li porteranno fuori dal binario e io non sono un grande amante del railroad quando faccio il master. Però prendere ispirazione per trasmettere un certo stile è più che lecito.

Link to comment
Share on other sites

2 minuti fa, Muso ha scritto:

Vero. Io infatti parlavo di "canovaccio". Non è mai utile copiare perché sappiamo benissimo che i giocatori faranno comunque delle scelte che li porteranno fuori dal binario e io non sono un grande amante del railroad quando faccio il master. Però prendere ispirazione per trasmettere un certo stile è più che lecito.

mi sono dimenticato di specificare una mia preferenza :

solo campagne lunghe .

trovo che D&D sia sprecato (e non sbagliato , badate) per monosessioni .

Link to comment
Share on other sites

5 ore fa, Maxwell Monster ha scritto:

mi sono dimenticato di specificare una mia preferenza :

solo campagne lunghe .

trovo che D&D sia sprecato (e non sbagliato , badate) per monosessioni .

In linea di principio anche io preferisco le campagne lunghe. Ma occasionalmente non disdegno la one shot (specie per introdurre qualche neofito).

Link to comment
Share on other sites

Il 21/8/2020 alle 15:40, Muso ha scritto:

e 3) ultimo ma forse il più adatto di tutti: Lupin III (Miyazaki ha disegnato e diretto insieme al suo amico storico le prime due serie, quelle un po' più "adulte" delle altre dove Lupin non esita a ricorrere alla violenza se serve). Lupin III è perfetto: l'abile ladro, il pistolero, lo spadaccino monaco e la barda/ladra/spia. Se non è già un gruppo di D&D questo 🙂

E c'è anche il film il Castello di Cagliostro da cui attingere uno scenario.

O questo cattivo della 1ª serie che si presta bene

Spoiler
 
La barriera invisibile - Poteri magici[9]
「魔術師と呼ばれた男」 - Majutsushi to yobareta otoko – "L'uomo che tutti chiamano il mago"
31 ottobre 1971

Fujiko ha rubato delle diapositive a un uomo di nome Pycal (nel primo doppiaggio Whisky), e lui le rivuole indietro. Pycal è un mago che è in grado di sparare fiamme dalle sue mani, camminare in aria e resistere ai proiettili. Lupin si scontra con Pycal nella speranza di salvare Fujiko.

 

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.