Jump to content

Benvenuto in Dragons’ Lair

La più grande e attiva community italiana sui giochi di ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

La Scatola Bianca: Regole Avanzate è disponibile in italiano

Ecco un nuovo supplemento per La Scatola Bianca, il retroclone basato su OD&D, che aggiunge tante nuove regole, molte delle quali ispirate a AD&D Prima Edizione.

Read more...

Le terre selvagge di Dembraava - Parte 2

Proseguiamo nella scoperta di Dembraava e dei suoi strani ed inquietanti segreti...

Read more...
By Lucane

I Mondi del Design: 'Old School' nei GdR e in Altri Giochi: Parte 1

In questa prima parte di tre articoli che mettono a confronto Old School e stili di gioco più recenti, Lew Pulshiper analizza a suo le principali differenze in fatto di fallimento e narrazione. 

Read more...

Cosa c'è di Nuovo su Kickstarter: CY_BORG, Il Mulino e il Gigante, New Edo

Andiamo a scoprire assieme le novità in campo GdR attive in questi giorni su Kickstarter.

Read more...

Una Breve Storia dei Blocchi delle Statistiche dei Mostri

In questo articolo vengono analizzate le principali variazioni che i blocchi delle statistiche dei mostri di D&D hanno subito nel tempo.

Read more...

Kaine


Halaster Blackcloack
 Share

Recommended Posts

Questa è la discussione TdG di Kaine.

Cercherò di utilizzare questa dicitura, anche se sono piuttosto sicuro che non ci riuscirò appieno.
- tratto normale per l'in-game descrittivo, come ad esempio: Il goblin ti assalta dall'alto della rupe cercando di perforarti la testa
- corsivo per l'off-game necessario al gioco, come ad esempio: tira "sfidare il pericolo", con un fallimento ti becchi un sacco di danni, con un 7-9 invece scegli tra ti ripari con la mano facendoti 1 danno oppure rotoli da una parte rovinando nel burrone (ti ritrovi in una situazione ancora peggiore)
- nello spoiler ci sarà l'off-game non necessario, come ad esempio:

Spoiler

woooooooooo, figata!!!!!!!! ma forse è meglio se vai a leggerti la mossa "Ultimo Respiro" e segnati questo nel tuo background sulla scheda

- in grassetto ci sarà il parlato, inoltre all'inizio di alcuni post, ci saranno alcuni tag con i quali spero di riuscire a ricercare agilmente la tua progressione, come [TEMPO] e [LUOGO], se vedi che mi dimentico magari fammelo notare con uno spoiler o direttamente mettili tu

Per dialoghi e spiegazioni puoi farle sia come pensieri del personaggio, sia in terza persona. Ad esempio alla mia domanda "chi è il cadavere dentro la stanza?" puoi dire sia "un mio maestro che ho conosciuto dove abitavo da piccolo", sia "ricordo le montagne dove sono cresciuto e in quei ricordi è vivido il sentimento di reverenza che provavo per il mio maestro, ricaccio indietro una lacrima riconoscendo nel corpo riverso in mezzo alla stanza quel grande uomo che mi ha cresciuto"

Detto ciò nel tuo primo puoi partire scrivendo dove sei, cosa stai facendo e perché. In questo caso ricordati che risponderò a te, quindi devi darmi indizi su cosa sta succedendo e cosa stai facendo.
Oppure lasci che parta io in quinta (in questo caso magari scrivi alla fine del post qualcosa come "inizia tu").

Link to comment
Share on other sites


  • Replies 7
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Dopo un mese passato in una nebbia azzurrognola nella quale il silenzio era disturbato solo da incantesimi impazziti, ci si aspetterebbe che l'accoglienza da parte di esseri senzienti sia dignitosa, per lo meno non come questa che ti è capitata, cioè insomma: sguardi per quanto possibili malfidenti e armi spianate contro di te non è certo un caldo benvenuto.

Il Cyre doveva essere molto bello, lo hai notato quando stavi per entrare in una delle sue non-più-città, ma non ti sentivi ancora pronto per una visita in quella desolazione.

La Landa Gemente, come viene chiamata ora, è tutta un'altra storia: non ci sono persone, ne animali, ne qualsiasi creatura vivente; solo le piante (e tu) sembrano immuni alla nebbia e in questi 2 anni dal Giorno della Tragedia stanno prendendo sempre più spazio. Ogni tanto ti sei imbattuto in un incantesimo vivente impazzito (dimmi che incantesimo era e come lo hai riconosciuto), ma sei stato abbastanza accorto da non avvicinarti troppo.

è impossibile avere un'orientamento quando parti da una posizione che non conosci, in una terra che non conosci, con una nebbia che toglie ogni punto di riferimenti...Durante il giorno la visibilità è scarsa, durante la notte praticamente nulla, ma finalmente sei riuscito a trovare vita, se così si può dire. Il manipolo di forgiati ti si para davanti le armi puntate verso di te; il volto di ognuno di loro è identico e solo le modifiche innestate riescono a farli distinguere. Uno di loro fa un passo avanti e ti parla.

 

Prima di parlare un paio di domande oltre all'incantesimo impazzito:
- dove hai trovato la comunità dei forgiati? Si è costruita un'accampamento oppure ha preso in "comodato d'uso" una città abbandonata?
- tutti i forgiati sono uguali, ma tu sei speciale perché fatto "a mano" dopo il Giorno della Tragedia. Questa tua unicità si riflette anche nel viso o sei anche tu uguale a tutti gli altri forgiati?
- riesci a riconoscere i vari forgiati tra di loro? se si, come?

Link to comment
Share on other sites

Kaine, 324º giorno dal risveglio, Landa Gemente

È ormai trascorso un mese da quando ho deciso di abbandonare il laboratorioNel mio vagabondare incrociato solamente piante e città in rovina oltre all'opprimente nebbia della Landa Gemente, che limita il mio campo visivo. Venti giorni fa ho seguito una colonna di fumo, nella speranza di trovare un insediamento di creature senzienti; con mio grande disappunto ho scoperto trattarsi di una sfera fiammeggiante, un incantesimo reso senziente dall'instabilità del campo di forza arcano nella Landa Gemente. Prudentemente nascosto ho osservato il globo di fiamme divorare i resti di una cittadina. 

"Sono stato fortunato, se non mi fossi accorto della minaccia avrei fatto una brutta fin. Gli incantesimi impazziti tendono a farsi passare per oggetti innocui come un fuoco, attirando ignare prede in cerca di tepore per poi divorarle... O almeno così faceva quella fiammella arcana che ho generato pochi giorni dopo il mio risveglio. Ho capito subito che qualcosa nell'incantesimo era andato storto, il piccolo fuoco generato magicamente aveva iniziato a muoversi per tutto il laboratorio, cercando di divorare piccoli oggetti infiammabili. Quando infine sono riuscito ad afferrarlo e a portarlo fuori dal laboratorio ho indugiato per osservare meglio il suo comportamento. La fiammella rimaneva immobile in attesa che qualche piccolo insetto si avvicinasse, per poi avvolgerlo e divorarlo... Da quando ho visto quella sfera di fuoco non posso togliermi dalla testa l'idea che si trattasse proprio della fiammella da me generata, cresciuta divorando piante e resti di cittadine..."

Sei giorni fa sono finalmente riuscito ad individuare segni di civiltà. Ho seguito un rumore ritmico fino ad una zona rocciosa a nord-ovest di una delle rovine più grandi. Arrivato alla fonte del suono mi sono imbattuto in tre forgiati intenti a colpire ripetutamente con dei picconi uno spuntone di roccia. Quando gli automi arcani, accortisi della mia presenza, hanno rivolto i loro sguardi verso di me ho cercato di bisbigliare qualcosa: "Ho vagato per mesi nella Landa, il mio nome è..." non sono però riuscito a concludere la frase; avendo trascorso la mia breve esistenza da solo non avevo mai avuto bisogno di un nome. Euforico per aver finalmente trovato dei miei simili non mi ero accorto che lo sguardo dei tre era tutt'altro che amichevole, in una frazione di secondo i Forgiati avevano estratto delle lame metalliche pronti a colpirmi se solo avessi osato muovermi.

"A terra!" fu l'unica parola che riuscii a sentire, prima che un grosso oggetto mi colpisse mettendo fuori uso gran parte dei miei sistemi.

Spoiler

Rispondo alle domande che non sono riuscito ad inserire nel post:

Dove hai trovato la comunità dei forgiati? Si è costruita un'accampamento oppure ha preso in "comodato d'uso" una città abbandonata?
L'accampamento dei forgiati è scavato nella roccia, pochi chilometri a nord-ovest di una delle ex-città del Cyre, a qualche decina di chilometri sottoterra.

Tutti i forgiati sono uguali, ma tu sei speciale perché fatto "a mano" dopo il Giorno della Tragedia. Questa tua unicità si riflette anche nel viso o sei anche tu uguale a tutti gli altri forgiati?
Il cranio metallico di Kaine è più grande di quello degli altri forgiati. È un dettaglio che probabilmente sfuggirebbe ai più, ma un altro forgiato riconoscerebbe immediatamente la differenza.

Riesci a riconoscere i vari forgiati tra di loro? se si, come?
I Forgiati hanno un numero di serie, una sequenza di glifi arcani che specifica il luogo di fabbricazione e il loro scopo in battaglia. Le sequenze sono univoche e possono essere utilizzate per identificare un forgiato. L'alfabeto è talmente complesso che i non-forgiati che non hanno a che fare con la casa Cannith non riescono a distinguere un glifo dall'altro.

 

Edited by Knefröd
Link to comment
Share on other sites

Spoiler
Il 6/10/2019 alle 19:40, Knefröd ha scritto:

Il cranio metallico di Kaine è più grande di quello degli altri forgiati. È un dettaglio che probabilmente sfuggirebbe ai più, ma un altro forgiato riconoscerebbe immediatamente la differenza.

Fantastico!! Puoi scrivere le risposte alle mie domande che sono tue personali come questa sulla tua scheda?

I forgiati ti hanno stordito con qualche marchingegno magico che non hai visto nitidamente. In quello che un essere di carne definirebbe dormi-veglia percepisci mani ferrose che ti prendono e ti portano sotto, tanto in sotto.

Ti fanno rinvenire in una cella buia e umida, non che a te l'umidità faccia particolarmente paura...la stanza è semplice e contiene solo una sedia, nessuna finestra o apertura verso l'esterno a parte la porta di ferro che ha una grata, un quadrato di circa 20 cm di lato. Chissà se la porta reggerebbe una tua spallata.

Prima che tu possa fare qualcosa una voce metallica ti parla dall'altra parte della porta. La voce, nonostante sia palese che provenga da un forgiato è stranamente calda, la sensazione è strana, ma quasi familiare: Buongiorno mio buon forgiato...forgiato....un nome stupido coniato da un popolo stupido, concordi? Non è esattamente dietro la grata e non riesci quindi a vederne il volto o il corpo. Come ti chiami? Cosa ti porta qui da noi?

Link to comment
Share on other sites

Kaine, 324º giorno dal risveglio, Landa Gemente

"Un nome stupido coniato da un popolo stupido, concordi?" le parole del forgiato echeggiano nella mia testa, mentre cerco la risposta più adatta. "Un nome è solo un nome, una sequenza di lettere che rappresenta un concetto, nulla di più. Quanto al mio, puoi chiamarmi Kaine oppure riferirti a me in altro modo. Sono qui per caso, ho vagato per la Landa ed ho cercato di interagire con le uniche forme di vita senzienti che ho trovato. So poco sul mondo e cerco risposte".

Mi avvicino alle sbarre della cella, cercando di scorgere il mio interlocutore grazie alla mia vista meccanica. "Tu chi sei? Perché sono rinchiuso in questa cella?".

Spoiler

Scusa il ritardo nel post! Scheda aggiornata!

 

Edited by Knefröd
Link to comment
Share on other sites

 

Il forgiato entra nel tuo schermo visivo e ti scruta un momento prima di risponderti: vedi solo il suo viso, uguale come sempre a tutti gli altri forgiati. Ti fissa come per sondare il tuo animo, chissà se voi due lo avete effettivamente...

Il mio nome è Ezechiele e parlo a nome del Signore delle Lame. Mi dispiace per tutte queste precauzioni, ma credo tu riesca a capire come mai siamo sospettosi verso i nuovi arrivati. Quand'è stato il tuo risveglio?

La voce di Ezechiele ispira fiducia con il suo strano calore.

Link to comment
Share on other sites

  • 3 weeks later...

Le parole di Ezechiele ispirano fiducia, sembra più amichevole dei Forgiati che mi hanno condotto in questa cella umida. Eppure non sembra voler dare nessuna risposta alle mie domande, al contrario è lui a cercare risposte da me.

'Ho visto la luce per la prima circa sei mesi fa, in una grotta della landa gemente' dico fissando Ezechiele con i miei occhi sintetici, poi aggiungo: 'Ma nulla più rivelerò prima di essere liberato. Ho viaggiato molto per abbandonare la grotta in cui sono nato, ed ora eccomi qui, nuovamente rinchiuso in una grotta nella roccia!'

Link to comment
Share on other sites

 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.