Jump to content

Benvenuto in Dragons´ Lair

La più grande e attiva community italiana sui Giochi di Ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Eberron sarà l'ambientazione pubblicata nel 2019 per la 5e

Alla conclusione dell'evento Streaming "The Descent", durante il quale è stata annunciata l'uscita di prodotti quali Baldur's Gate: Descent into Avernus, l'Essentials Kit e lo Starter Set dedicato a Rick e Morty, Nathan Stewart della WotC ha rivelato quale ambientazione riceverà il proprio manuale cartaceo nel 2019: si tratta di Eberron.
Purtroppo non sono stati rivelati dettagli su contenuto, prezzo e data di uscita (anche se, visto quanto fatto negli anni scorsi, è molto probabile un'uscita tra Ottobre e Dicembre 2019, dopo che i designer avranno ultimato il playtest di alcune regole, come l'Artefice, Ndr). Ciò che è sicuro è che questo manuale cartaceo non sarà identico a Wayfarer's Guide to Eberron, il PDF rilasciato l'anno scorso sulla GMs Guild. Come già precisato da tempo dai designer della WotC, infatti, i due prodotti saranno completamente indipendenti l'uno dall'altro e chi avrà acquistato Wayfarer's Guide to Eberron non sarà costretto a comprarsi anche la versione cartacea dell'ambientazione. Wayfarer's Guide to Eberron continuerà ad essere aggiornato, in modo da contenere tutte le regole necessarie per giocare a Eberron. I due manuali, dunque, condivideranno le stesse meccaniche, ma con molta probabilità esploreranno regioni diverse del mondo di Eberron. Al momento, tuttavia, non ci sono ancora informazioni definitive sul contenuto del manuale cartaceo, motivo per cui dovremo aspettare ancora un poco per sapere in che maniera si differenzierà esattamente dalla versione in PDF.
Read more...

Statistiche di Utilizzo di Fantasy Grounds dal Q1 2018 al Q1 2019

Articolo di Morrus del 14 Maggio 2019
Sono stati rilasciati i più recenti dati statistici sull’utilizzo di Fantasy Grounds… e D&D ha continuato a crescere nei dati aggiornati che vanno dal primo trimestre del 2018 al primo trimestre del 2019, ottenendo un impressionante 69% del mercato rispetto alle statistiche del Q1 2018! Pathfinder invece cala dal 12% dello scorso anno al 9% (potenzialmente forse a causa del cambio di edizione che avverrà a breve) e Savage Worlds cala arrivando vicino al 2%.

 
Regolamento
Giochi Totale
Percentuale sul totale
5E
619,071
68.97%
PFRPG
84,214
9.38%
SavageWorlds
38,958
4.34%
SFRPG
21,654
2.41%
3.5E
18,550
2.07%
MoreCore
15,435
1.72%
CoreRPG
13,774
1.53%
Call Of Cthulhu
13,465
1.50%
4E
9,440
1.05%
Star Wars
8,163
0.91%
PFRPG2
7,979
0.89%
GURPS
6,883
0.77%
AD&D
6,344
0.71%
Castles and Crusades
4,817
0.54%
WFRP
4,397
0.49%
DSA
3,679
0.41%
RolemasterClassic
3,476
0.39%
Cypher System
3,287
0.37%
Fate Core
2,869
0.32%
VtM
2,412
0.27%
WH40K
2,285
0.25%
Numenera
2,000
0.22%
DCCRPG
1,644
0.18%
Mongoose Traveller 1E
1,577
0.18%
Shadowrun
1,197
0.13%
Totale Complessivo
897,570
100.00%
 
“CorePG” è il modulo “generale” utilizzato da Fantasy Grounds quando non è presente un sistema maggiormente specifico.
I cambiamenti rispetto al primo trimestre del 2018 (arrotondati all’intero più vicino) sono i seguenti. Tenete conto però che la fetta di mercato di un gioco può ridursi nonostante al contempo il numero totale di partite allo stesso aumenta, questo in virtù dell’aumento del numero di giocatori. Dunque una riduzione in termini di mercato non si traduce necessariamente in una riduzione delle vendite, delle partite giocate, del profitto derivato dallo stesso o altre cose di quel tipo.
D&D 5E +4% Pathfinder -2,6% Savage Worlds -1,7% D&D 3.5 +1% Star Wars - 0,1% Starfinder + 1,4% Call of Chtulhu - 0,5% Link all’articolo originale: http://www.enworld.org/forum/content.php?6299-Fantasy-Grounds-Usage-Stats-Through-Q1-2019-D-D-Up-Pathfinder-Down
Read more...

Anteprima Baldur's Gate: Descent into Avernus #1: le stat della Infernal War Machine

Come vi avevamo accennato un paio di giorni fa, la prossima Storyline di D&D prenderà la forma dell'avventura infernale Baldur's Gate: Descent into Avernus, in uscita il 17 Settembre 2019, che permetterà ai PG di visitare la celebre Baldur's Gate e li spingerà ad affrontare un pericoloso viaggio all'interno del primo livello dei Nove Inferi, l'Avernus.
Durante l'evento streaming "The Descent" (che potete continuare a seguire attraverso il canale Twitch ufficiale di D&D) la WotC ha organizzato una serie di campagne dal vivo per far provare ai visitatori il contenuto della nuova avventura. Per l'occasione, dunque, ha reso disponibile su un foglio le statistiche delle Macchine da Guerra Infernali (Infernal War Machines), micidiali veicoli utilizzati dagli abitanti dell'Avernus per partecipare a quelle che sembrano essere una sorta di micidiali gare automobilistiche alla Mad Max. I personaggi, ovviamente, potranno pure loro decidere di utilizzare simili macchine e partecipare a questa sorta di "scontri su strada", motivo per cui l'avventura conterrà una propria versione delle regole sui veicoli già presenti in Ghosts of Saltmarsh.
Come già ricordato nell'articolo su Baldur's Gate: Descent into Avernus, la WizKid renderà disponibile una miniatura delle Infernal War Machine al costo di 69,99 dollari. La stessa miniatura potrà essere trovata all'interno della versione platinum dell'avventura venduta dalla Beadle & Grimm al costo di 499 dollari, il cui numero di copie sarà limitato a 1000.
Per ingrandire le immagini seguenti, cliccate su di esse.




Fonte: http://www.enworld.org/forum/content.php?6320-Full-Stats-for-Infernal-War-Machine
Read more...

Iniziate la settimana con 100.000 Metri Quadrati di Dungeon

Articolo di J.R. Zambrano del 10 Maggio 2019
Non avete abbastanza dungeon? Non preoccupatevi. Un cartografo ha speso due settimane per creare le mappe di un dungeon interconnesso di 100.000 metri quadrati, pronto per essere esplorato.
Il segreto del successo in Dungeons and Dragons è l’avere il giusto rapporto tra dungeon e draghi. Chiedetelo a chiunque. E grazie al duro lavoro dell’utente di reddit Zatnikotel, non sarete mai a corto di dungeon da popolare con draghi. Dopo una sfida di due settimane (che è un tempo incredibilmente breve per la creazione di mappe dettagliate come quelle che vedrete), Zatnikotel ha creato 100.000 metri quadrati di dungeon su mappe pronti per essere utilizzati per i combattimenti. Si tratta di una risorsa incredibile ed è a vostra disposizione. Ecco un piccolo assaggio di ciò che troverete al suo interno.
Via Reddit

Ci sono 16 differenti mappe 50" x 50" pensate per essere utilizzate nei Tavoli da Gioco Virtuali, con la conversione base 1" = 1,5 metri in gioco, per cui è realmente facile trasporle anche se non state usando un TGV. Le mappe sono disponibili sia con che senza griglia, per coloro tra voi che volessero un riferimento visivo per affrontare i combattimenti nel teatro della mente. Ecco una spiegazione del tutto:

Lasciate che la passione di Zatnikotel per il gioco e per la creazione delle mappe vi sia d’ispirazione. Abbiamo incluso alcune mappe esemplificative (nello specifico le mappe per A4, B3, C3 e D3) ma dovreste davvero dare un’occhiata all’intero progetto sulla sua pagina di deviant art linkata più in basso.

Come potete vedere, queste mappe sono uniche, sono state pensate per essere usate insieme, e potete percepire un tema comune, ma appaiono anche abbastanza diverse da potervi permettere di determinare chi o cosa abita ciascun segmento. E potete sicuramente notare quando vi spostate da una sezione all’altra. Queste mappe sono vaste e lo è altrettanto l’ispirazione che portano.

Date un'occhiata al 'Centomila' Megadungeon di Zatnikotel
Divertitevi ad andare all’avventura!
Link all’articolo originale: https://www.belloflostsouls.net/2019/05/dd-start-your-weekend-with-a-million-square-feet-of-dungeons.html
Read more...

In arrivo due nuovi Starter Set per D&D 5e

Questo articolo verrà aggiornato quando la WotC renderà disponibile la descrizione ufficiale dei due prodotti sul suo sito.
Durante l'evento streaming "The Descent" la WotC ha rivelato quelli che saranno alcuni dei prodotti prossimamente in uscita per la 5a edizione di D&D. La star dell'evento è stato, ovviamente, Baldur's Gate: Descent into Avernus (di cui vi abbiamo parlato approfonditamente in questo articolo), l'avventura permetterà ai PG di visitare la celebre Baldur's Gate e di iniziare un pericoloso viaggio verso il primo livello dei Nove Inferi, l'Avernus. Durante l'evento streaming, tuttavia, sono stati rivelati anche alcuni dettagli di due nuovi Starter Set in arrivo per la 5e: l'Essential Kit e Dungeons & Dragons vs. Rick and Morty.
L'Essential Kit, in arrivo negli USA il 24 Giugno e in qualsiasi altro posto il 3 settembre al costo di 24,99 dollari, è una scatola contenente una nuova avventura per PG di livello 1-6, le regole base di D&D 5e, le regole per aiutare i giocatori novizi a costruirsi i propri PG, e le regole per giocare all'avventura con 1 solo giocatore (che utilizzano le regole dei Sidekick descritte in un recente Arcani Rivelati). Dungeons & Dragons vs. Rick and Morty, invece, di cui si sa ancora poco, contiene un'avventura per PG di livello 1-3 ambientata nel mondo di Rick e Morty, un celebre cartone animato che già in passato è stato collegato a D&D. Prezzo e data di uscita di questo secondo Starter Set non sono ancora stati resi noti.
D&D Essentials Kit
Il sito D&D Beyond ha postato la seguente descrizione di questo Starter Set:
Durante l'evento streaming "The Descent" sono stati rivelati anche i seguenti dettagli:
L'Essentials Kit presenta dadi rossi, una nuova avventura, carte per PNG e moltro altro, tra cui in particolare regole per la creazione dei PG. I dadi includono due d20 (per il vantaggio/Svantaggio) e 4d6 (per la generazione casuale delle Caratteristiche dei PG). L'avventura può essere collegata a Le Miniere Perdute di Phandelver (Lost Mines of Phandelver), l'avventura appartenente allo Starter Set originale, prima o dopo l'avventura di questo nuovo boxed set, anche se entrambi sono per personaggi che vanno dal livello 1 al livello 4 o 6 (a seconda di quello che i giocatori fanno).


 
Dungeons & Dragons vs. Rick and Morty
Il sito D&D beyond ha postato la seguente descrizione di questo particolare Starter Set:
Durante l'evento streaming "The Descent", invece, sono stati aggiunti i seguenti dettagli:
Non solo ci sarà uno Starter Set dedicato a Rick e Morty, ma ci sarà anche una nuova serie a fumetti sul viaggio a "Painscape" (traducibile come "Veduta del dolore" o "Paesaggio del dolore", ovviamente un gioco di parole con Planescape, NdTraduttore). Sezione dei commenti (di En World), scatenatevi su come questo si collegherà all'annuncio che sarà fatto Domenica (19 Maggio). "Rick non è una vera e proprio entità. Ho dovuto combattere Rick su questo prodotto", ha detto Kate Welch mentre il manuale è stato presentato come una versione nel-personaggio di Rick (probabilmente s'intende "dal punto di vista del personaggio di Rick", NdTRaduttore) per D&D 5e.
Fonte: http://www.enworld.org/forum/content.php?6316-The-New-Dungeons-Dragons-Storyline-for-2019-Leaked-Ahead-of-Live-Stream
Read more...
Latarius

Fiction Cercasi Beta-Reader Romanzo Cyberpunk

Recommended Posts

Dunque gente,

facendola breve avrei scritto un wanna-be romanzo cyberpunk e sarei in cerca di qualche anima pia desiderosa di aiutarmi.

Se qualcuno sarebbe disposto a farmi da beta-reader lo apprezzerei tantissimo. Il da fare sarebbe solo leggere il romanzo (poco meno di 290 pagine) e poi rispondere ad un mini-questionario. Nulla di spaventoso; pareri sulla trama, ambientazione, personaggi e cose di questo tipo. Neanche una decina di domande.

Mal che vada vi sarete fatti una spero interessante lettura >.>

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ok... 18 ore, e ancora nessuno che risponde?
Spirito del masochismo, vieni a me!

Ok, scherzi a parte... da un certo punto di vista l'idea mi attira molto (pur essendo interessato al genere, ancora non sono riuscito a leggere un romando all'altezza degli altri "medium" [fumetti, manga, cartoni, anime, film] che me l'hanno fatto conoscere), ma sono un pò preoccupato di non riuscire a dare una valutazione onesta e imparziale (diciamo addirittura "professionale").
Giusto per curiosità:

  1. Formato del file? pdf, epub, altro?
  2. Limite di tempo per leggere e rispondere al questionario?
  3. Si possono far notare anche refusi, errori, incongruenze? Fornire consigli?

Share this post


Link to post
Share on other sites
25 minuti fa, MattoMatteo ha scritto:

Spirito del masochismo, vieni a me!

Non è così terribile, o almeno spero, dai!

Comunque, non è che voglio una valutazione professionale (magari ad averci i dindini per un editor >.>) semplicemente le tue/vostre impressioni. Le domande sono tipo che cosa ne pensi dei personaggi, del ritmo (momenti in cui ti sei annoiato) e cose del genere. Nulla per cui serva un background da esperto narratologo :V

1) Generalmente lo passo in pdf.

2) Due settimane, fino al 13 marzo. Poi non è che se uno sgarra vengo a prenderlo col forcone. Poi se uno finisce prima, tanto ❤️❤️❤️

3) Allora, non è richiesto ma oddio sì. Cioè, se davvero vuoi essere così masochista chi sono io per dirti di no!?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Io lo leggerei volentieri ma, per essere corretto, voglio specificare che non me la sentirei di prenderlo come impegno rigidissimo. Cioè, sono certo sia il capolavoro del secolo 😄, ma se dopo una cinquantina di pagine mi accorgo che proprio non è il mio genere voglio poter interrompere la lettura e limitarmi a farti i migliori auguri.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
50 minuti fa, Ji ji ha scritto:

Io lo leggerei volentieri ma, per essere corretto, voglio specificare che non me la sentirei di prenderlo come impegno rigidissimo. Cioè, sono certo sia il capolavoro del secolo 😄, ma se dopo una cinquantina di pagine mi accorgo che proprio non è il mio genere voglio poter interrompere la lettura e limitarmi a farti i migliori auguri.

No, non potrai! Se infrangi il patto assoluto avrò la tua anima!!!

upobc3b.gif

 

Scherzi a parte,

ovvio che non intendo chiedere un impegno assoluto. Prima di tutto me state a fa' un favore.

Ti chiedo solamente di avvertirmi se smetti (così non attendo a caso u.u) e di dirmi magari che cosa non ti è piaciuto/cosa ti ha fatto smettere!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Naturalmente ti avviso, se dovessi per qualsiasi motivo interrompere 👍

Share this post


Link to post
Share on other sites
17 ore fa, Latarius ha scritto:

Comunque, non è che voglio una valutazione professionale (magari ad averci i dindini per un editor >.>)

Provato a dare un'occhiata qui?
Non necessariamente per farti "editare", ma per leggere almeno le basi (a tal riguardo, consiglio di scaricare il manuale gratuito).

17 ore fa, Latarius ha scritto:

1) Generalmente lo passo in pdf.

2) Due settimane, fino al 13 marzo. Poi non è che se uno sgarra vengo a prenderlo col forcone. Poi se uno finisce prima, tanto ❤️❤️❤️

3) Allora, non è richiesto ma oddio sì. Cioè, se davvero vuoi essere così masochista chi sono io per dirti di no!?

1) ok, perfetto.

2) con un pò di fortuna dovrei farcela... spero!

Ti invio la mia mail in MP.

Share this post


Link to post
Share on other sites
6 ore fa, MattoMatteo ha scritto:

Provato a dare un'occhiata qui?
Non necessariamente per farti "editare", ma per leggere almeno le basi (a tal riguardo, consiglio di scaricare il manuale gratuito).

1) ok, perfetto.

2) con un pò di fortuna dovrei farcela... spero!

Ti invio la mia mail in MP.

Un po' di tempo fa -coff coff mesi coff coff- l'avevo scaricato, non ricordo però che fine abbia fatto >.<

L'hai letto già? Cosa ne pensi.

Di mio stavo seguendo un po' la Crepaldi.

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Latarius ha scritto:

Un po' di tempo fa -coff coff mesi coff coff- l'avevo scaricato, non ricordo però che fine abbia fatto >.<

L'hai letto già? Cosa ne pensi.

Di mio stavo seguendo un po' la Crepaldi.

Per quanto mi piacerebbe scrivere un libro, è una di quelle cose che ho deciso di lasciar perdere, perchè richiede troppo tempo e impegno, e al momento non ho nessuno dei due.
Forse, tra qualche tempo -coff coff anni coff coff-, mi rimetterò giù a provare a scrivere qualcosa.

Share this post


Link to post
Share on other sites
9 minuti fa, MattoMatteo ha scritto:

Per quanto mi piacerebbe scrivere un libro, è una di quelle cose che ho deciso di lasciar perdere, perchè richiede troppo tempo e impegno, e al momento non ho nessuno dei due.
Forse, tra qualche tempo -coff coff anni coff coff-, mi rimetterò giù a provare a scrivere qualcosa.

È una cosa che ho iniziato senza nessuna vera aspettativa, solamente perché mi è salita la scimmia.
Eppure mi sono buttato come un dannato, l'ho scritto tipo in quattro mesi. Iniziato kinda a settembre e finito nella prima settimana di gennaio.
E da allora lo sto rimaneggiando e self-editando. Ma l'ho preso come un impegno, aka scrivere tutti i giorni almeno due pagine al giorno. E questo (contando che è stato un periodo terribile dove sono svanito dal forum per altrettanto tempo) si è tradotto in auto-annichilire la mia vita sociale e/o perdere un numero di ore di sonno al giorno pari al numero di pagine da scrivere xD

Ora spero solo il risultato sia degno dello sforzo >.>

Share this post


Link to post
Share on other sites

Beta reader per un romanzo cyberpunk di uno dei primi utenti che ho conosciuto sul forum? Dammi immediatamente il contratto per venderti la mia anima! 
Lo leggo con piacere, le note che avevi scritto sul forum durante la scrittura mi avevano incuriosito.

Il 27/2/2019 alle 19:32, MattoMatteo ha scritto:

Ok... 18 ore, e ancora nessuno che risponde?
Spirito del masochismo, vieni a me!

Ok, scherzi a parte... da un certo punto di vista l'idea mi attira molto (pur essendo interessato al genere, ancora non sono riuscito a leggere un romando all'altezza degli altri "medium" [fumetti, manga, cartoni, anime, film] che me l'hanno fatto conoscere)

Andando leggermente off topic, se posso darti un consiglio ti suggerirei la trilogia di Kovacs (quella da cui hanno tratto il poco notevole Altered Carbon), che ho trovato molto gradevole.

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 minuti fa, Ian Morgenvelt ha scritto:

Beta reader per un romanzo cyberpunk di uno dei primi utenti che ho conosciuto sul forum? Dammi immediatamente il contratto per venderti la mia anima! 
Lo leggo con piacere, le note che avevi scritto sul forum durante la scrittura mi avevano incuriosito.

Hahaha, se vuoi vendermi l'anima preparati ad un'eternità passata a fare da proofreader :V
Comunque, se mi sganci la tua e-mail (magari tramite PM) te lo passo prima di subito.

[START OT]

7 minuti fa, Ian Morgenvelt ha scritto:

Andando leggermente off topic, se posso darti un consiglio ti suggerirei la trilogia di Kovacs (quella da cui hanno tratto il poco notevole Altered Carbon), che ho trovato molto gradevole.

X @MattoMatteo La Trilogia dello Sprawl di Gibson è considerata un masterpiece founder del genere cyberpunk. Ammetto di aver commesso il crimine di non averla letta, l'ho comprata mentre buttavo giù la storia ma ancora non sono riuscito a trovare il tempo di leggerla.

Come sidenote aggiungo che la cover del Neuromancer (Primo capitolo della suddetta trilogia) della versione -purtroppo- esclusiva del brasile è di un bello che fa paura

[END OT]

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Una delle opere cyberpunk più interessante che abbia letto negli ultimi anni è Bel Dame Apocripha di Kameron Hurley. I critici hanno coniato il termine "bugpunk" perché la tecnologia è in buona parte basata sugli insetti, ma i critici non capiscono un tubo. Non affronta temi transumanisti ma ha i classici aspetti sociologici e noir del cyberpunk. IMHO uno dei must nel cyberpunk recente. Secondo me è una lettura particolarmente interessante per uno scrittore come te perché lei tecnicamente è bravissima.

Share this post


Link to post
Share on other sites
13 ore fa, Latarius ha scritto:

X @MattoMatteo La Trilogia dello Sprawl di Gibson è considerata un masterpiece founder del genere cyberpunk. Ammetto di aver commesso il crimine di non averla letta, l'ho comprata mentre buttavo giù la storia ma ancora non sono riuscito a trovare il tempo di leggerla.

Di Gibson avevo trovato e comprato, tempo fà, "Giù nel cyberspazio" e "La notte che bruciammo Chrome"... ora, dammi pure dell'eretico e dell'ignorante, ma non mi sono piaciuti per niente!
I protagonisti sono COMPLETAMENTE in balia di forze più grandi di loro; qualunque cosa facciano, per quanto siano preparati e abili, se hanno queste forze contro falliranno; se, invece, le hanno a favore vinceranno, per quanto siano stupiti/sprovveduti/incompetenti.
Và bene che questo serve all'autore per far "vedere" che la "gente comune" non vale niente, e enfatizzare il messaggio che il mondo è duro e cupo... ma in questo modo non si riesce minimamente (quanto meno, IO non ci sono riuscito) ad empatizzare con i protagonisti, a provare qualcosa per loro.

 

13 ore fa, Latarius ha scritto:

Come sidenote aggiungo che la cover del Neuromancer (Primo capitolo della suddetta trilogia) della versione -purtroppo- esclusiva del brasile è di un bello che fa paura.

L'autore della cover mi pare familiare... dovrebbe essere su Deviantart.

EDIT: sapevo di avere ragione! Si chiama "f1x-2", ecco la prova.

Edited by MattoMatteo

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 ore fa, MattoMatteo ha scritto:

Di Gibson avevo trovato e comprato, tempo fà, "Giù nel cyberspazio" e "La notte che bruciammo Chrome"... ora, dammi pure dell'eretico e dell'ignorante, ma non mi sono piaciuti per niente!
I protagonisti sono COMPLETAMENTE in balia di forze più grandi di loro; qualunque cosa facciano, per quanto siano preparati e abili, se hanno queste forze contro falliranno; se, invece, le hanno a favore vinceranno, per quanto siano stupiti/sprovveduti/incompetenti.
Và bene che questo serve all'autore per far "vedere" che la "gente comune" non vale niente, e enfatizzare il messaggio che il mondo è duro e cupo... ma in questo modo non si riesce minimamente (quanto meno, IO non ci sono riuscito) ad empatizzare con i protagonisti, a provare qualcosa per loro.

 

L'autore della cover mi pare familiare... dovrebbe essere su Deviantart.

EDIT: sapevo di avere ragione! Si chiama "f1x-2", ecco la prova.

Così mi lasci l'amaro in bocca :V

Nel genere Cyberpunk che i poteri forti siano irraggiungibili per quanto in alto è un concetto fondatore del genere.
Eppure il concetto stesso di punk dovrebbe essere colui che si oppone a questo sistema corrotto e vorrebbe infrangere lo status quo, non per il bene del mondo ma per sé stesso.

Però penso che un protagonista (per quanto possa esitare, essere ingenuo o spaventato) debba sempre mantenere un alto livello di proattività. Ultimamente stavo leggendo Il Viaggio dell'Eroe di Vogler (libro che consiglio anche se non avete alcuna intenzione di scrivere un romanzo) e cita questo riguardo la figura dell'eroe:

Cita

Ulteriore compito dell'Eroe è agire o fare. Solitamente è la persona più attiva. La sua volontà e i suoi desideri portano avanti la maggior parte delle storie. Un difetto frequente delle sceneggiature è un eroe abbastanza attivo durante tutta la narrazione, che  diventa però passivo nel momento cruciale e si salva grazie all'arrivo tempestivo di una forza esterno. In questo momento soprattutto, un Eroe dovrebbe essere pienamente attivo e tenere sotto controllo il proprio destino. L'Eroe dovrebbe compiere l'azione decisiva che richiede l'assunzione del rischio o della responsabilità maggiori.

Non dico che un Eroe debba sempre vincere, ma non fallire/riuscire solo in base a forze esterne.

Ah comunque l'artista lo trovi anche su Artstation come Josan Gonzalez.

Edited by Latarius

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, Latarius ha scritto:

Così mi lasci l'amaro in bocca :V

Nel genere Cyberpunk che i poteri forti siano irraggiungibili per quanto in alto è un concetto fondatore del genere.
Eppure il concetto stesso di punk dovrebbe essere colui che si oppone a questo sistema corrotto e vorrebbe infrangere lo status quo, non per il bene del mondo ma per sé stesso.

Però penso che un protagonista (per quanto possa esitare, essere ingenuo o spaventato) debba sempre mantenere un alto livello di proattività. Ultimamente stavo leggendo Il Viaggio dell'Eroe di Vogler (libro che consiglio anche se non avete alcuna intenzione di scrivere un romanzo) e cita questo riguardo la figura dell'eroe:

Cita

Ulteriore compito dell'Eroe è agire o fare. Solitamente è la persona più attiva. La sua volontà e i suoi desideri portano avanti la maggior parte delle storie. Un difetto frequente delle sceneggiature è un eroe abbastanza attivo durante tutta la narrazione, che  diventa però passivo nel momento cruciale e si salva grazie all'arrivo tempestivo di una forza esterno. In questo momento soprattutto, un Eroe dovrebbe essere pienamente attivo e tenere sotto controllo il proprio destino. L'Eroe dovrebbe compiere l'azione decisiva che richiede l'assunzione del rischio o della responsabilità maggiori.

Non dico che un Eroe debba sempre vincere, ma non fallire/riuscire solo in base a forze esterne.

Eh, lo so.
Invece nei racconti di Gibson (quelli che ho letto, almeno), succede proprio questo! E' come aspettarsi di vedere un documentario sui lupi che cercano di sopravvivere all'inverno, ai cacciatori, agli altri branchi di lupi... e invece vedere un pesce rosso che nuota in una boccia di vetro!
Persino il racconto che mi è piaciuto di più, "Johnny Mnemonico", si salva a malapena... mi è piaciuto molto di più la versione film, proprio perchè lì il protagonista ha molto più impatto sulla storia.

Share this post


Link to post
Share on other sites

In Gibson il protagonista è lo sfondo. Si ribalta la prospettiva: la vicenda di cui sono protagonisti i personaggi funziona da background per gli eventi sullo sfondo, i quali sono il vero focus. Rei Toei è protagonista di Aidoru molto più di Colin, il protagonista in senso tecnico. La vicenda di Chevette e Rydell alla fine è solo uno strumento per mostrare gli eventi sullo sfondo.

Secondo me l'insistenza sui diseredati come protagonisti di vicende cyberpunk è anche un limite. Bello ma un poco troppo ubiquitario nel genere. Mi piacerebbe un racconto i cui protagonisti siano impiegati e manager di megacorp, che affrontasse con realismo il problema di far riuscire i diabolici piani della megacorp stessa. Qui però parlo di miei gusti e desideri. Non basta creare una strategia, bisogna implementarla, e questo passaggio di solito è dato molto per scontato nella narrativa fantascientifica in genere. I Poteri forti vogliono A e quindi accade A. Questo svuota la parte più interessante della storia: manager, specialistie consulenti possono essere, spesso più di altri, gli eroi che hanno un vero impatto sugli avvenimenti grazie a capacità e volontà. Uno dei pochi autori che sembra impallinato con questo aspetto (come la megacorp vorrebbe far andare le cose vs come tendono ad andare davvero) è Peter Watts.

Edited by Ji ji

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 ore fa, Ji ji ha scritto:

In Gibson il protagonista è lo sfondo. Si ribalta la prospettiva: la vicenda di cui sono protagonisti i personaggi funziona da background per gli eventi sullo sfondo, i quali sono il vero focus. Rei Toei è protagonista di Aidoru molto più di Colin, il protagonista in senso tecnico. La vicenda di Chevette e Rydell alla fine è solo uno strumento per mostrare gli eventi sullo sfondo.

In pratica, secondo te, la storia dei personaggi è solo un modo per mostrare il mondo in cui si muovono... ho capito bene?
Capisco quello che vuoi dire, e devo ammettere che, messa così, la cosa ha un suo senso... ma questo riduce le storie ad un mero e colossale "infodump"!

Share this post


Link to post
Share on other sites

@Latarius

Non posso darti delle tempistiche certe riguardo a entro quando lo leggerò, ma puoi decisamente contarmi come beta-reader. Amo il Cyberpunk, amo scrivere e mi piace analizzare le storie altrui, quindi contami decisamente. Il mio unico neo è il tempo a disposizione. A leggere 290 pagine potrei metterci una settimana quanto 3 mesi, a seconda del periodo. In ogni caso ti manderò la mia mail via PM.

Avviso che cercherò di essere il più sincero possibile riguardo al mio giudizio, anche a rischio di essere un po' crudo. Una cosa che ho imparato sulla mia pelle (e anche grazie al consiglio di scrittori più bravi di me) è il fatto che è importante ricevere critiche sincere, perchè aiutano a notare veramente i propri difetti e, dunque, consentono di allenarsi per migliorarli. La cosa fondamentale è incassare il colpo, rialzarsi e riprovare. Mai farti buttar giù dalle critiche degli altri, ma usale per diventare migliore. 🙂

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tranquillo, te lo passo poi vedi tu per quando riesci.

Come dicevo -a non mi ricordo chi- il concetto stesso di beta-reader si basa sulla sincerità. Non ho fatto questo post aspettandomi complimenti, ma per capire come migliorarmi & migliorare quello che ho scritto. Quello che mi interessa è sapere cosa ne pensate, nulla di più e nulla di meno. Anche se le vostre risposte saranno piene di critiche, non mi offenderò mica.

TwA0jdM.jpg

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.