Jump to content

Benvenuto in Dragons’ Lair

La più grande e attiva community italiana sui giochi di ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Anteprime di Strixhaven: Curriculum of Chaos #1

Andiamo a scoprire alcune anteprime su Strixhaven: A Curriculum of Chaos, il prodotto cross-over tra D&D e MtG in uscita tra due mesi.

Read more...

Hexcrawl : Parte 8 - Esempio di Legenda per gli Esagoni

Nell'ottava parte di questa rubrica Justin Alexander ci illustrerà alcuni esempi di esagoni da lui creati all'interno della sua mappa.

Read more...

Anteprime di Fizban's Treasury of Dragons #1

Stanno circolando in questi giorni i primi frammenti di anteprima del contenuto del manuale sui draghi di D&D 5E: Fizban's Treasury of Dragons.

Read more...

Zone Jaune

Un nuovo articolo legato a Il Re in Giallo, in cui Gareth Ryder-Hanrahan prova ad inventare alcuni spunti per delle inquietanti avventure legate ad una misteriosa zona piagata dai poteri occulti. 

Read more...

Anteprime di The Wild Beyond the Witchlight #2 - Leproidi/Harengon

Andiamo a scoprire meglio le caratteristiche dei leproidi, la nuova razza giocabile di conigli antropomorfi.

Read more...

Finis Imperii - TdS


TartaRosso
 Share

Recommended Posts

Allora, la cronologia degli eventi di questo mondo è parallela, ma in maniera molto libera, a quella del nostro, almeno fino a quando iniziate a giocare voi. Scrivo “molto libera” perché non ho intenzione di andare a consultare wikipedia per ogni piccolo dettaglio (ma neanche per molti dettagli più grandi). La situazione sicuramente è simile. L’impero romano d’occidente è caduto (siamo nel 476 d.c.) . E’ ormai anni che i “barbari” provenienti dal nord e da oriente invadevano a ondate successive quello che rimaneva dell’impero. Poi nel 476 la deposizione dell’ultimo imperatore Romolo Augusto (anche se gli storici oggi ci dicono che non fu vissuto come la fine dell’impero dai contemporanei).

Comunque, tornando a noi. L’impero con capitale Roma era un impero del tutto simile all’impero romano, fatta eccezione per il fatto che era un impero umano-elfico. Gli elfi raramente avevano avuto il ruolo di imperatore ma erano un 30% della popolazione ed erano una parte importante della corte. Nobili, letterati ecc. ecc. . Immaginatevi i classici “high elfs” di molte ambientazioni fantasy. Provenivano dalla zona della Grecia-Turchia.
L’impero Romano d’oriente, con capitale Bisanzio, invece è stato governato e viene governato tutt’ora da una famiglia reale di sangue elfico e ogni tanto da mezz’elfi. A oriente quindi gli Elfi hanno più potere.

I barbari in generale sono popolazioni miste di umani, orchi, mezz’orchi, e elfi selvaggi (razza inventata ora, vedremo poi com’è in gioco). In particolare i Germani, che controllano ora l’Italia con Odo Hak (il corrispettivo di Odoacre) sono una popolazione di orchi, mezz’orchi e umani. Odo Hak è un orco. Odo Hak ufficialmente è il Rex Italiae sottoposto all’imperatore elfico bizantino Zenonis. In sostanza però controlla l’Italia come più gli piace.

Purtroppo per voi alle porte d’Italia preme l’esercito dei Goti, comandati da Te do Rak (il corrispettivo di Teodorico).

Avevo proposto il centro Italia come zona d’ambientazione ma se volete possiamo scegliere altro. Potete essere quello che volete. In generale, ci sono le popolazioni latine (cioè le vecchie popolazioni italiche), e le popolazioni germaniche (ovviamente con tutte le sfumature di umani, elfi ecc.) . Ci sono anche halfling, nani e altro. Ma in Italia sono pochi.
C’è contrasto fra i nuovi signori germanici e i vecchi signori latini. Ma anche fra le popolazioni. E’ stata fatta una redistribuzione delle terre alle tribù germaniche che ha penalizzato le popolazioni italiche.

Come detto la magia è presente anche se la possono usare in pochi (voi ovviamente potete essere fra questi). Vista la scarsità della magia il livello tecnologico è sostanzialmente quello del corrispondente periodo nel mondo reale. Maghi, druidi, chierici e altro sono tenuti di gran conto. Vengono usati pesantemente in battaglia. Per fare un esempio sulla reperibilità di utenti di magia: se qualcuno è in gravi condizioni, non è raro che, dal proprio villaggio, faccia un lungo viaggio per trovare qualcuno che possa curarlo con la magia. Magari nel suo villaggio c’è qualcuno che riesce a fare piccole benedizioni o magie che rendono un po’ più semplice la vita di tutti i giorni ma già curare completamente con la magia una ferita da coltello è una cosa che si trova solo in città e non così facilmente (come già detto voi potete essere alcuni di quei pochi che possono usare la magia).

Fatemi sapere un po’ dove volete ambientare la cosa. Come detto io propongo qualche città di medie dimensioni in Toscana o Emilia Romagna.

Se avete già in mente qualche tipologia di protagonista ditemelo perché così mi date anche spunti per precisare meglio dove ambientare la cosa.

Resto in attesa.

 

Link to comment
Share on other sites


Ciao,

il concept del mio sarebbe un celta (proveniente dall'Irlanda o se preferisci Hibernia come la chiamavano i Romani) combattente in grado di usare la magia grazie alla sua connessione con gli spiriti antenati, che ha abbandonato la propria terra per viaggiare e vedere il mondo. Può quindi essere arrivato un po' ovunque si voglia ambientare la cosa.

Sotto la bozza del personaggio

Spoiler

Eogan Mac Neill

Nato nel clan dei Ui Neill è sempre stato diverso. Un po' più forte, un po' più veloce, un po' più diverse cose ma soprattutto, poteva comunicare con gli spiriti del passato. Cresciuto come un'ottimo guerriero, nel frattempo ha appreso molti segreti antichi. Ha sviluppato una forte curiosità per il mondo e i suoi segreti ma nel contempo è diventato arrogante, impetuoso e desideroso di vedere il mondo. Queste sue caratteristiche gli hanno procurato non pochi nemici ma anche diversi amici. Stanco delle numerose diatribe all'interno del clan ha deciso di prendere la sua lancia e avventurarsi per il mondo desideroso di esplorarlo. 

 

Abilità

Figlio dell'Ulster

- Maestro di lancia

- Ottima forma fisica

Segreti degli spiriti

Membro del Clan Ui Neill

Viaggiatore navigato

Poliglotta

 

Difetti

Nemici vicini e lontani

Se solo non fosse una testa calda

La curiosità uccise il gatto

 

Link to comment
Share on other sites

Ciao a tutti, 

ecco la descrizione del personaggio:

Spoiler

La mezz’elfa Ansa ha imparato dal padre l’arate orafa e già da bambina, come ogni fiera longobarda che si rispetti, a cavalcare e tirare con l’arco. Abile artigiana, con i fratelli Ansperto e Wigelinda ha aperto per conto della famiglia una nuova bottega nel Ducato di Tuscia. Orgogliosa e testarda, lavora ore e ore per sperimentare inediti materiali e nuove tecniche per migliorarsi e ampliare il mercato. Spesso nelle fiere chiacchiera con gli stranieri di passaggio e da non molto ha cominciato a desiderare di visitare il mondo da cui provengono. 

Abilità

Ottima arciera

Clan longobardo

Cavallerizza

Abile artigiana

- Leggere e scrivere

Commerciante

- contrattare

 

Difetti

Orgoglio

testardaggine

Stakanovista

 

Grazie e buona serata!

Link to comment
Share on other sites

Allora, per come ho in mente di condurre il gioco non dovete necessariamente conoscervi ma è bene che abbiate almeno due o più collegamenti, anche indiretti. Ovviamente potete anche conoscervi direttamente o addirittura essere in rapporti stretti. Per i legami posso crearveli io ma preferirei che foste voi a farli.
Comunque partite tutti e due nella tuscia. Zona nord.

Intanto riguardo ad Eogan Mac Neill. Da quanto sei nel paese o nella città in cui ti trovi in questo momento (che poi decideremo)? Ti sarai fatto qualche amico sul posto. E anche qualche nemico, visto il tuo carattere. Me ne potresti elencare qualcuno? O preferisci che li crei io?

Considerate che si tratterà di un insediamento di tradizione latina in cui però si sono insediati anche i germani di Odo Hak. C’è sicuramente un reggente germanico che però deve dividere il potere sostanziale con i vecchi governanti latini.

1) Come ti poni verso la cultura romana? Verso gli elfi romani? E verso i Germani, orchi, mezz’orchi e umani?
2) Che cosa ti ha portato in questo insediamento? Soldato al seguito dei germani? Una qualche missione personale che hai intrapreso strada facendo? Anche qui, se vuoi decido io, ma preferirei fossi tu a decidere.   
3) Che cosa fai adesso nell’insediamento? Che attività svolgi? Hai degli obiettivi particolari a breve termine?


E ora passiamo ad Ansa, la nostra mezzelfa longobarda. Intanto, ovviamente essendo longobarda, è anche di stirpe germanica. Ma non delle stesse tribù di Odo Hak. Quindi, sicuramente i germani ti vedono più come una di loro rispetto ai latini, ma si ricordano sempre che sei di una tribù diversa (in più avendo detto che sei mezz’elfa, hai stabilito implicitamente che fra i Longobardi ci sono Elfi e mezz’elfi. Mi va benissimo!). A volte qualche altro germano di Odo Hak ti guarda anche con sospetto. E in un certo senso fa anche bene, visto che dopo i goti che batteranno i germani, i successivi invasori dell’Italia saranno i Longobardi. Ah, considero che tu sia nello stesso insediamento di Eogan.

Riguardo alle abilità, aggiungerei anche tuo fratello e tua sorella. Se non li ritieni particolarmente importanti, o comunque al momento non vuoi sottolinearli nella storia, li puoi mettere come sottoabilità dell’abilità “Clan Longobardo”.
Inoltre potresti mettere anche bottega orafa come abilità individuale o come sottoabilità di abile artigiana (o commerciante). Per decidere se abilità singola o sottoabilità usa come elemento di riferimento quanto vuoi che sia importante e che appaia in gioco.

Puoi rendere in una abilità anche il fatto che nelle fiere chiacchieri con gli stranieri. Direi che conosci un po’ gli avvenimenti anche di terre lontane.

Il desiderio di visitare il mondo può diventare un’abilità. Se lo diventa, ricorda però che mi darà un’indicazione importante sul genere di gioco. Cioè mi starai dicendo che andiamo più verso una storia itinerante ( e in quel caso consultiamo anche Alabaster).

Infine alcune domande.

1) Come ti poni verso la cultura romana? Verso gli elfi romani? E verso i Germani, orchi, mezz’orchi e umani?
2) Quali amici e collegamenti hai in questa città? Se non ti va di elencarne qualcuno (da 2 a 4) posso crearli io. Hai qualche nemico o comunque qualcuno che ha interessi contrastanti con i tuoi? Di nuovo, se vuoi posso pensarci io.

Visto che avete delineato entrambi due personaggi con un legame con il viaggio, mi aspetto che il gioco possa prendere la direzione di essere una storia itinerante, in varie parti dell’ ex impero.

Per il momento mi pare tutto.

 

Edited by TartaRosso
Link to comment
Share on other sites

Ciao,

apporto delle modifiche al personaggio

Spoiler

Eogan Mac Neill

Nato nel clan dei Ui Neill è sempre stato diverso. Un po' più forte, un po' più veloce, un po' più diverse cose ma soprattutto, poteva comunicare con gli spiriti del passato. Cresciuto come un ottimo guerriero, nel frattempo ha appreso molti segreti antichi, come leggende e poteri mistici. Ha sviluppato una forte curiosità per il mondo e i suoi segreti ma nel contempo è diventato arrogante, impetuoso e desideroso di vederlo. Queste sue caratteristiche gli hanno procurato non pochi nemici ma anche diversi amici. Stanco di sentirsi legato ad un singolo luogo consumato dalla curiosità ha deciso di viaggiare per scoprire paesi lontani ed i loro segreti.

 

Abilità

Maestro di lancia 17+5=22

- Ottima forma fisica

Segreti degli spiriti 13+6=19

Membro del Clan Ui Neill 13

Viaggiatore navigato 13+3=16

- Poliglotta

- Cacciatore

Conoscenza storie e leggende 13+3=16

Fare conversazione 13+3=16

 

Difetti

Nemici vicini e lontani 19

Se solo non fosse una testa calda 13

La curiosità uccise il gatto 22

Per le altre questioni:

Propongo che noi ci si conosca di vista, dato che il suo personaggio è curioso del mondo e il mio un po' lo ha girato ma di non essere particolarmente amici da subito. Magari ho visto i suoi lavori, mi sono fermato a dare un occhio e abbiamo fatto 4 chiacchiere ed ogni tanto passo a chiacchierare. Magari la figlia del mercante che ho aiutato è un'amica di Ansa.

 

In questa zona direi che sono arrivato da poche settimane, abbastanza da essermi fatto un'idea del luogo ed aver conosciuto qualcuno ma non da troppo da voler ripartire a breve.

Ho fatto amicizia con il padrone di una taverna, per cui faccio ogni tanto da buttafuori in cambio di cibo e bevande, un tipo socievole, un soldato in pensione con una brutta ferita ad un braccio ma che non gli impedisce di lavorare e non ne ha minato lo spirito.
Mi sono fatto amico un mercante locale che ho aiutato passando mentre lui e la figlia venivano aggrediti una sera da dei tagliagole. Stavano tornando più tardi del previsto da una visita a dei conoscenti e sono stati aggrediti in una zona poco frequentata. Io passavo da quelle parti per caso e ho sentito un urlo di spavento. Arrivato ho amministrato un po' di giustizia irlandese.

Purtroppo alcuni tagliagole sono fuggiti e hanno amici e sicuramente non si sono dimenticati il mio volto, anche perché è difficile.
Mi sono fatto nemico un paio di locali coi quali ho discusso a suon di pugni una sera in una bettola che mi hanno deriso per il mio aspetto particolare.

L'aspetto particolare deriva dal fatto che ho i capelli e la barba di un rosso scuro, quasi rame e gli occhi di un verde intenso.

Abbastanza alto per l'epoca ma non a livello delle tribù germaniche, muscoloso con diverse cicatrici visibili. Ha dei disegni tribali sul torace. Indossa abiti robusti e pratici, oltre ad una corazza di cuoi indurito che sa solo il cielo quante ne ha passate.

Un'altra precisazione, la lancia che utilizzo non è di quelle che spesso si immaginano a lama corta ma una di quelle a lama lunga. So che sono un po' più orientale come stile ma non vogliamo essere degli storici abbiamo detto.

NO

Spoiler

images?q=tbn:ANd9GcTJgxDZXeimgW67rzf_Anp

SI

Spoiler

HTB128PYSpXXXXXVXFXXq6xXFXXXG.jpg?size=6

 

1) Quella latina è una cultura che ho già incontrato in diversi luoghi ma ovunque è un po' diversa avendo assorbito le culture locali a diversi livelli di integrazione, quindi in buona parte mi piace e mi incuriosisce anche se certi aspetti li trovo inutilmente complessi, soprattutto certe sottigliezze di forma. Ne ammiro l'abilità degli artisti e artigiani. Un po' meno certe figure che basano la loro influenza sull'oratoria. Gli elfi non mi creano problemi e nemmeno gli umani. Orchi e mezz'orchi invece non mi fido troppo, sapendo quanto feroci e brutali possano essere, anche se questo li rende interessanti avversari.
2) Sono in viaggio verso sud e sono arrivato qui aggregandomi ad una carovana. Ho sentito parlare degli spettacoli in un luogo chiamato Anfiteatro Flavio e voglio assolutamente vederne uno prima o poi. Anche perché ne parlano come se fosse qualcosa di enorme ma non può essere davvero così grande questo posto, no?
3) Per il momento mi sto ambientando in questa zona e cercando di scoprire se ci sono luoghi interessanti da esplorare nelle vicinanze e mi mantengo come guardia o altre attività dove serva una certa prestanza fisica. Cerco di tenere ben nascosto i miei poteri mistici.

Sono stato abbastanza chiaro ed esaustivo?

 

Ho bisogno ancora di chiarimenti io invece. Come useremo la magia non l'ho capito.

Tipo devo fare una lista degli incantesimi che vorrei? Ne delineo alcuni in maniera generica? Quante volte li posso usare? Il loro utilizzo ha delle "controindicazioni"?

Edited by Alabaster
Link to comment
Share on other sites

Ciao a tutti, 

per me va benissimo aggiungere i fratelli alle abilità: sono piuttosto legata a entrambi e sono stata contenta che siamo stati scelti proprio noi tre per mettere in piedi una nuova attività.

In base alle indicazioni che mi hai dato ho provato a modificare la descrizione del personaggio:

Spoiler

La mezz’elfa Ansa ha imparato dal padre l’arate orafa e già da bambina, come ogni fiera longobarda che si rispetti, a cavalcare e tirare con l’arco. Abile artigiana, con i fratelli Ansperto e Wigelinda ha aperto per conto della famiglia una nuova bottega nel Ducato di Tuscia. Orgogliosa e testarda, lavora ore e ore per sperimentare inediti materiali e nuove tecniche per migliorarsi e ampliare il mercato. Spesso nelle fiere chiacchiera con gli stranieri di passaggio e da non molto ha cominciato a desiderare di visitare il mondo da cui provengono. 

Abilità

Ottima arciera

Clan longobardo

Ansperto e Wigelinda

Cavallerizza

Abile artigiana

- leggere e scrivere

Bottega orafa

- commerciante

- contrattare

Comunicazione con stranieri di passaggio

Desiderio di visitare il mondo

 

Difetti

Orgoglio

Testardaggine

Stakanovista

Rispondo alle domande:

1) la cultura romana mi affascina per la sua storia: è stata un grande impero, in grado di portare avanti tradizione e innovazione al tempo stesso (penso soprattutto a innovazioni tecniche), anche se ora la trovo piuttosto decadente. Non ho problemi verso gli elfi romani, gli umani e i Germani; non mi piacciono molto né orchi né mezz’orchi perché li trovo rozzi e violenti.

2) come collegamenti direi alcuni membri della tribù longobarda che si erano già trasferiti in zona e che, quando siamo arrivati, hanno accolto piuttosto bene me e i miei fratelli; dopo il trasferimento mi sono fatta alcune amicizie (per me va bene anche la proposta di Alabaster che abbia salvato una di loro): direi una ragazza di stirpe romana che ha un’altra bottega artigiana – ma non orafa – e un fabbro e una conciaia longobardi. Non ho particolari nemici (siamo stati attenti a non “pestare troppi piedi” per poter iniziare con una certa serenità l’attività) ma sicuramente non veniamo ben visti dagli altri artigiani che si occupano in vario modo di incisione di metalli e oreficeria. 

 

Grazie e buona serata!

Link to comment
Share on other sites

Ok. Brighterstar, a questo punto puoi attribuire i valori alle abilità. 17 all’abilità che ritieni più importante, più utile o comunque che ti caratterizzi di più e 13 alle altre. Poi distribuisci 20 punti fra queste abilità.

@Alabaster, riguardo alla magia. Bravo che mi ricordi di parlarne. Me ne ero dimenticato 🙂 . Allora, la magia funziona come ogni altra abilità. C’è però un’importante differenza per la narrazione. Tutti abbiamo un’idea di cosa succede se si fanno azioni che sono possibili anche nella realtà e non solo nei racconti di fanatsia. Abbiamo un’idea anche quando queste azioni sono mediate da libri, film ecc. . Ma anche se le idee non coincidono esattamente, proprio perché magari uno non ha mai visto l’azione dal vivo ma solo in determinati film, è comunque facile trovare un accordo su cosa è plausibile per tutti.
Con la magia siamo invece in un campo vergine. Abbiamo solo i riferimenti dei media e ogni storia, film, racconto, fumetto usa un approccio suo.

Quindi è bene che almeno per i protagonisti che usano la magia, ci accordiamo su cosa questa può fare. Per la magia che useranno i PNG invece vi chiedo la cortesia di permettermi di descrivervela lì per lì. Sennò devo fare un superpapiro.

Riguardo al fatto di quante volte la puoi usare, io direi in continuazione. Tanto come detto è un’abilità come le altre (a parte gli effetti in fiction). Mai avuto particolare simpatia per il sistema vanciano. a slot di d&d.

Per quanto riguarda la lista degli incantesimi decidi pure te se usarla o no. Se dai una descrizione abbastanza precisa di cosa può fare la tua magia, i singoli incantesimi, non servono. Se però ti piace l’idea di elencare degli incantesimi come sottoabilità (una volta data la descrizione generale di cosa fa la tua magia) sei libero di farlo. E’ una cosa che aggiunge profondità al personaggio e che da spunti di ambientazione.

Non pensavo di introdurre particolari limitazioni legate alla magia. Tipo che corrompe. Al massimo possiamo dire che stanca ma questo più che con una meccanica a parte lo gestirei come possibile esito di un fallimento o di un “sì ma”.

Quindi Alabaster dimmi qual è la tua idea di cosa può fare la magia e ci accordiamo.

 

Link to comment
Share on other sites

Ciao, 

per le controindicazioni anche pensavo ad un può stancare. Sulla lista più che un elenco mi piaceva l'idea di aggiungere utilizzi diversi col tempo per dare l'idea dell'apprendimento con il tempo di nuovi segreti. 

Modificato il personaggio

Spoiler

Abilità

Maestro di lancia 17+5=22

- Ottima forma fisica

Segreti degli spiriti 13+6=19

- Mastino di Culaan

- Essenza vitale

- Comunione con gli spiriti

- Ombre residue

- Esorcismo

- Gelo dell'anima 

Membro del Clan Ui Neill 13

Viaggiatore navigato 13+2=15

- Poliglotta

- Cacciatore

Cacciatore di tesori 13+4=17

- Conoscenza storie e leggende

Fare conversazione 13+3=16

 

Difetti

Nemici vicini e lontani 19

Se solo non fosse una testa calda 13

La curiosità uccise il gatto 22

 

 

 

- Mastino di Culaan

Un frammento dello spirito del più grande eroe delle mie terre mi dona parte del sua grandezza, rafforzando le mie capacità di combattente e il mio coraggio. 

- Essenza vitale

Lo spirito del bersaglio viene stimolato aiutando a sprigionare parte del suo potenziale e lenire le ferite del corpo. 

- Comunione con gli spiriti

Permette di comunicare con spiriti che non sono legati a me. 

- Ombre residue

Permette di percepire attività spirituale in un luogo entro un certo periodo. 

- Esorcismo

Permette di liberare uno spirito da questo mondo e aiutarlo al trapasso. Può essere usato anche per terminare forzatamente una possessione. 

- Gelo dell'anima 

Gli spiriti aprono un minuscolo spiraglio sulla terra dei morti che gela l'anima della vittima facendo crollare chi non è abbastanza forte d'animo in uno stato di torpore. 

 

Possono andare bene? Piacciono? Troppo? Se ne possono aggiungere ancora? 

 

Link to comment
Share on other sites

Vanno benissimo! Colorano bene il personaggio. E al contempo sono del livello di potere che mi immaginavo anch'io per il gioco.

Per il numero, lascerei al momento solo questi. Non per ragioni di bilanciamento meccanico ma piuttosto perché in un pbf non mi sembra opportuno gestire troppi dettagli tutti insieme dall'inizio.

Meglio se, in qualche modo, recuperi nuovi incantesimi durante il gioco. Se lo riterremo interessante ovviamente.

 

P. S. Aspetto i valori di brighter star e se on ci sono altre domande procediamo ad aprire il topic di gioco. Scriverò intanto ai moderatori per capire cosa fare con questa gilda.

Edited by TartaRosso
Link to comment
Share on other sites

Ciao a tutti, 

ecco la lista:

Spoiler

Abilità

Ottima arciera 13+4

Clan longobardo 13+3

Ansperto e Wigelinda 13

Cavallerizza 13+3

Abile artigiana 17

- leggere e scrivere

Bottega orafa 13+2

- commerciante

- contrattare

Comunicazione con stranieri di passaggio 13+4

Desiderio di visitare il mondo 13+4

 

Difetti

Orgoglio 17

Testardaggine 17

Stakanovista 13

Per ora nessuna domanda, quindi se volete possiamo cominciare 🙂 

Buona serata!

Link to comment
Share on other sites

Ho creato il topic di gioco e postato. Domani chiedo come spostare i topic in altra gilda.

 

Per quanto riguarda l'acronimo OOF che troverete nel topic di gioco, sta perOut Of Fiction. Lo userò per interventi brevi al di fuori della narrazione.

 

Scrivo a pc ma devo postare da cellulare, quindi mi è complicato usare il nascondi a tendina del fori. Pe|interventi brevi. Spero non vi dia noia.

Link to comment
Share on other sites

Come vedete è stato modificato il nome della gilda.

Come sfondo ho caricato un dipinto dal nome "la caduta dell'impero romano". Come icona ho al momento scelto la locandina del film King Arthur del 2004 che parla dello stesso argomento. non mi soddisfa appieno. Se trovo di meglio la cambio.

Link to comment
Share on other sites

Ciao, una nota. Per Alabaster in particolare.

Sarebbe meglio se descrivessi io cosa vedi davanti alla collina e così puoi decidere qual è la tattica migliore per osservare meglio i banditi.

Mi scuso ma scrivevo velocemente in pausa lavoro e ho fatto una valutazione errata.

Se vuoi comunque, per questa volta puoi descrivere te.

 

Altrimenti scrivo io domattina.

Edited by TartaRosso
Link to comment
Share on other sites

Ciao, scusa ma su lapo.it mi da una pagina estremamente vecchia. Ho trovato un riferimento ad un dice roller in quel dominio ma la pagina pare non essere raggiungibile. Sbaglio qualcosa? Mi puoi dare il link esatto in caso per cortesia?

Ciao e grazie.

Edited by Alabaster
Link to comment
Share on other sites

 Share

  • Similar Content

    • By Ian Morgenvelt
      Saint-Malo, 7 Luglio 2015, Ore 10.00
      La cittadina di Saint-Malo è una delle perle della Bretagna, soprattutto in questo periodo dell'anno, quando viene animata dal Folklore du Monde, uno dei più grandi festival folkloristici internazionali. Questa ricorrenza è anche una delle rare occasioni in cui la comunità sovrannaturale e quella umana riescono ad incontrarsi senza creare problemi: l'atmosfera festiva e le stravaganti iniziative degli umani permettono anche alle creature più eccentriche di camminare per strada senza temere di infrangere la Mascherata o imbattersi in quei folli dei Liberatori. 
      Ma quest'anno qualcosa sembra essere andato storto, attirando una vera e propria tempesta sul festival. Il ritrovamento del cadavere tra le vie della Citè, la vecchia cittadella edificata dai nazisti, e la strana pioggia gelatinosa che ha "bagnato" la città durante la notte hanno attirato l'attenzione di diversi individui, più o meno raccomandabili. Il festival ha ripreso il suo programma, ma è chiaro a tutti come qualcosa si stia muovendo in città, qualcosa che potrebbe sconvolgere questo tranquillo porto bretone. E, indirettamente, ne siete stati coinvolti anche voi. 
      Amy, Andrea, George, Marcel, Oisin, Petras
      Tutti
      Nota
       
    • By Ian Morgenvelt
      Nome dell'ambientazione: 
      Pianeta Terra, anno 2015: all'oscuro della maggior parte dell'umanità, le creature dei miti e delle leggende hanno continuato a prosperare, integrandosi nella nostra società e modificandola profondamente.
      Temi
      Temi principali
      Come nelle fiabe: Le leggende, i miti, le fiabe e l'epica… sono tutti metodi con cui l'umanità ha tramandato le imprese di esseri fondamentalmente diversi da loro. Dei, "lupi cattivi", streghe, troll ed elfi sono molto più reali di quanto si possa pensare, come sapevano gli antenati degli uomini moderni: le storie non erano solamente racconti per allietare una serata, ma avvertimenti su questo mondo tanto affascinante quanto pericoloso.
      Questi esseri, ormai dimenticati o scherniti, non sono certo spariti nel nulla: sono cambiati, ma hanno mantenuto i loro ruoli narrativi. E, soprattutto, vivono tutt'ora in mezzo a noi, nascondendosi sotto pelli mortali e penetrando in profondità nella società moderna. O fuggendo totalmente da essa, infestando luoghi che tutt'ora vengono guardati con timore irrazionale: da dove nascerebbero le leggende metropolitane, altrimenti? La Grande Mascherata: Le storie del passato sono state dimenticate o guardate come sciocche superstizioni con cui si trastullavano i nostri avi. E proprio per questo la maggior parte delle persone si rifiuta di credere al soprannaturale, anche quando viene messa di fronte a prove inconfutabili. Il cervello umano non riesce ad accettare che possa esistere qualcosa di tanto assurdo, in grado di farci sentire totalmente inermi e impotenti: per questo ogni uomo attiva una sorta di meccanismo di autodifesa, razionalizzando qualunque avvenimento a cui assiste. La deflagrazione infuocata creata dal mago? Una fuga di gas, non c'è dubbio! E quelle fotografie spaventose di un lupo sono chiaramente il frutto della mente fantasiosa di un appassionato di Photoshop. E via dicendo.  I Liberatori: Non tutti gli uomini sono ignari del soprannaturali. Parte di loro sono dotati della capacità di vederlo e comprenderlo, che sia una benedizione (o maledizione) di famiglia o semplice arguzia. E, ovviamente, alcuni di loro sono in grado di comprenderne i vantaggi. Ma la reazione più comune è indubbiamente un'altra: la paura.
      E' proprio per questo che sono nati i Liberatori, una società che vuole eradicare il soprannaturale e far tornare l'umanità sul trono che si è affibbiata da sola. Molti li conoscono come semplici complottisti da forum, folli che continuano ad insistere sull'esistenza dell'area 51 o sulle prove dei presunti avvistamenti di fate e folletti. Ma pochi conoscono ciò che vi è realmente dietro: questi uomini e queste donne sono un vero e proprio esercito, pronto ad eseguire il proprio compito con cieca devozione. Diverse creature lo hanno imparato a proprie spese: anche un drago non può nulla contro una folla armata di fucili automatici.  La tua vita per la tua Nazione: Le persone che sono certamente state in grado di sfruttare il soprannaturale sono i capi di stato (sempre ammesso che siano realmente tali). La magia e l'occulto sono regolati da leggi, come tutti gli altri aspetti della vita quotidiana, anche se tendono ad essere più blande e permissive, per non limitare le occasioni offerte da questi poteri. Una delle più famose è il cosiddetto Servizio Eterno: la necromanzia, la tradizionale magia nera, non è illegale, a patto però che il mago abbia un Sigillo statale. Sigillo che comporta la possibilità di venire arruolati per controllare gli "uomini" che difendono il proprio stato: gli eserciti e parte delle unità di polizia (in base ai singoli stati) sono innocenti sacrificati e rialzati da oscuri riti, spesso dotati di un istinto animalesco ed un cervello semplice. L'unica cosa che riesce a tenerli a bada è il potere controllato dai necromanti, in grado di farli ballare come marionette. E non sempre per il bene della patria.  Temi Secondari
      Cabala di potere Gli arcanisti sognano pecore elettriche I signori del crimine Il nemico alle porte Il tempo è denaro La rottura del patto Venti di magia
    • By Ian Morgenvelt
      @Athanatos @Cronos89 @Ghal Maraz @PietroD  @Pippomaster92 @shadizar @Tarkus @Zellos 
      Come vi avevo anticipato, con la creazione dei Volti abbiamo terminato di creare l'ambientazione. Noterete che abbiamo ancora molti dettagli da tratteggiare e molti buchi da riempire: è una cosa voluta, in questo modo sarete libero di aggiungere tutti i dettagli che vorrete con i vostri personaggi.
      E, infatti, inizieremo proprio a crearli a partire da questo post. Vi guiderò passo per passo, approfittandone per spiegarvi le regole del sistema, così che abbiate modo di "digerirle" e farmi tutte le domande del caso. 
      Partiamo dalle base, ossia la risoluzione dei conflitti: qualunque sfida viene risolta tirando 4 dadi a 6 facce abbastanza particolari, a cui viene poi sommato il valore dell'abilità che si vuole utilizzare per superare l'ostacolo. I dadi, in particolare, variano tra -1 e +1 (1-2: -1, 3-4: 0, 5-6:+1), fornendovi così un bonus che può variare tra -4 e +4. Vi spiegherò in maniera più specifica il funzionamento delle prove e dei combattimenti quando vi avrò introdotto le abilità, ma iniziate pure a farmi tutte le domande che volete sulla questione. 
      La prima cosa che dovremo definire saranno gli Aspetti, il centro del personaggio e dell'intero sistema. Un Aspetto è una breve frase che descrive un luogo, una situazione o, in questo caso, un personaggio. La frase che utilizzate deve essere facilmente inseribile in un discorso: per poterli utilizzare per influenzare le meccaniche, infatti, dovrete inserirli direttamente nella narrazione. 
      I vostri personaggi saranno definiti da un totale di cinque Aspetti: il Concetto base, il Problema, la Relazione e due Aspetti liberi. Inizieremo a focalizzarci sui primi due, che saranno il fulcro del vostro personaggio.
      Il Concetto base indica la sua identità, le sue parti essenziali. Dovrete quindi scrivere una breve frase che lo riassuma ("Il nuovo Cavaliere Nero", "Guardiano del Tempio di Efeso", "Mago folle"...) e una descrizione di qualche riga che presenti il personaggio. Non scrivete il background completo, solamente le sue caratteristiche principali e la sua identità.
      Il Problema, invece, rappresenterà un difetto del vostro personaggio. Deve essere qualcosa che renda la vita del vostro PG più complicata: potrebbe trattarsi di una vera e propria debolezza, come quelle di molte figure mitologiche (il calcagno di Achille o i capelli di Sansone, per dire), di un rapporto complicato con un familiare/amico/conoscente, un nemico molto importante... Qualunque cosa vi venga in mente, insomma. Anche in questo caso dovrete scrivere una breve frase per riassumerlo e una rapida descrizione. 
      Una volta che avremo definito Problema e Concetto base vi spiegherò il funzionamento della risorsa più importante del gioco (i punti Fato) e la sua influenza sugli Aspetti. 
      Nota finale, staccata dal resto: come volete che gestisca il tiro dei dadi? Lo delegate completamente a me o preferite usare una app/sito per tirarli voi? E sareste eventualmente interessati ad un canale di chat più diretto rispetto al forum, per chiedere dubbi vari (e riempirlo di spam, meme e cagate varie, come parte di voi ben sanno)?
    • By Ian Morgenvelt
      @Athanatos @Cronos89 @Ghal Maraz @PietroD  @Pippomaster92@shadizar @Tarkus @Zellos 
      La campagna di FATE è ufficialmente aperta! Giocheremo una prima avventura e partiró da quella per creare la campagna. Io posterò ogni due giorni e vi chiederei di essere costanti: voglio tenere un buon ritmo. Ovviamente non ci sono problemi di nessun tipo se non avete nulla da dire o se siete troppo impegnati: basta che mi scriviate in privato per avvisarmi. 
      In questi giorni, mentre finisco Lady Blackbird con parte di voi, vorrei iniziare a fare il punto della situazione per organizzare i prossimi passi. Vorrei quindi che mi diceste se conosciate FATE e, nel caso, quanto lo conosciate: nel caso partiate da zero non dovrete preoccuparvi, ci penserò io a guidarvi nella creazione del PG (e, in ogni caso, il sistema è molto semplice). Potete intanto dare un'occhiata al regolamento, che trovate linkato in "Link Utili": useremo FATE condensato, che è una versione leggermente migliorata di FATE core (se conoscete il secondo conoscete il primo, di fatto).
      Prima di riflettere sui PG, però, dovremo creare l'ambientazione in cui verrà ambientata l'avventura. Per farlo useremo un metodo che ho creato pescando materiale da varie fonti: ognuno di voi dovrà proporre due "temi", che possono essere media vari (libri, film, canzoni...), veri e propri aspetti che vorreste approfondire (esempio: "Magia oscura e misteriosa" o "Mondo distrutto"), particolari luoghi o qualunque altra cosa che vorreste rendere un tratto caratteristico dell'ambientazione. Ognuno di voi avrà quindi 3 voti a sua disposizione e un veto, un voto che potrete usare per bloccare un tema proposto da un altro giocatore e che, ovviamente, non siete obbligati ad usare. I quattro temi con più voti saranno le caratteristiche principali dell'ambientazione, mentre gli altri saranno aspetti marginali e di minore importanza. Io raccoglieró il tutto e definirò quindi il mondo sulla base di quanto uscito.
      Passeremo quindi a creare i Volti, dei PNG che rappresentano un tema. Ogni tema avrà un Volto favorevole e un Volto contrario: ognuno di voi dovrà sceglierne uno e creare il corrispondente PNG. 
      Prima di iniziare a proporre i temi dovremo definire il genere della campagna (anche a grandi linee: nulla ci vieta di inserire degli elementi più fantasy in un'ambientazione fantascientifica, ad esempio): iniziate a discuterne tra di voi e vedremo cosa uscirà. L'unico "veto" che metto è sull'horror: non penso di essere in grado di narrare una vera e propria avventura di questo genere, al massimo potrei inserire alcuni elementi più inquietanti o gotici.
      Voti
      Cabala di potere: 2 Come nelle Fiabe: 4 Gli arcanisti sognano pecore elettriche: 2 I signori del crimine: 2 Il nemico alle porte: 1 Il tempo è denaro: 1 I liberatori: 3 La tua vita per la tua Nazione: 3 La grande mascherata: 4 La rottura del patto: 1 Venti di magia: 1 Veti
      Devils (and Angels) may cry Mondi che collassano
    • By Athanatos
      Passa qualche ora ancora, finalmente arriva da mangiare. Vi vengono posate elle zuppe molto povere. Un guaritore per favore! Chiede il prigioniero in salute, chiaramente preoccupato per il compagno di cella. Ma le sue parole restano inascoltate.
      Maledetti! Lo lasceranno morire. Impreca il ribelle.
      Non è che per caso sai badare a una ferita? Ti chiede poi.
      @Pyros88
       
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.