Jump to content

Benvenuto in Dragons’ Lair

La più grande e attiva community italiana sui giochi di ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Hexcrawl : Parte 7 - Scheda del DM

Un'utile scheda per i DM realizzata per aiutarli a tenere traccia degli esagoni da percorrere, degli incontri e di molti altri elementi importante durante un hexcrawl.

Read more...

Spunti di trama "Serpentini": Fazioni Ribelli - Parte 2

Continuiamo la nostra serie di agganci di trama basati sulle fazioni di Eversink.

Read more...

Death Metal

I metalli sono sempre stati estremamente preziosi per ogni civiltà, ma da dove hanno avuto origine?

Read more...
By Lucane

L'Arte della Legenda: Parte 2 - La Legenda Essenziale

Dal blog The Alexandrian eccovi la seconda parte di una guida rapida alla creazione di una legenda per le nostre avventure. 

Read more...

Tracy e Laura Hickman annunciano la loro nuova ambientazione per D&D 5E: Skyraiders of Abarax

Tracy e Laura Hickman hanno annunciato la loro nuova e inedita ambientazione per le regole di D&D 5a Edizione.

Read more...

Spelljammer e Dungeon of the Mad Mage


Demetrius
 Share

Recommended Posts


C'è un capitano Mind-Flayer di Spelljammer in Dungeon Of The Mad Mage.

J.R. Zambrano,
24 Settembre 2018

C'è anche una nave spaziale pirata che è stata catturata. C'è così tanto bel materiale su Spelljammer che vi aspetta, e anche se non vi dovesse, per qualsiasi ragione, piacere Spelljammer, c'è sempre un'anteprima segreta su uno dei piani più alti.

Chris "Dungeon Master delle Stelle" Perkins ha rilasciato quest’ultima settimana un'anteprima dell’imminente prodotto Waterdeep: Dungeon of the Mad Mage, mostrando la porzione di una pagina del 19° livello del Sottomonte, il leggendario Megadungeon sepolto sotto la città di Waterdeep. Ma, oltre a offrire uno sguardo all'interno del Sottomonte, questa anteprima ci offre un assaggio di un mondo molto più ampio. Uno pieno di spelljammers, pirati spaziali, mind flayers e criceti. Dateci pure uno sguardo.

mind-flayer-space-pirate-dungeon-of-the-mad-mage-1400x1256.jpg

Le Caverne di Melma sono ricoperte con una melma primordiale, cosa che offre sempre momenti divertenti. La cosa che mi interessa è la frase "Bizzarre anche per gli standard del Sottomonte, le Caverne di Melma offrono ai DM la rara opportunità di cantare se lo desiderano" che è perfetto per qualsiasi DM che comprenda quanto gli episodi musicali possano essere gli episodi migliori. Inoltre, la vera gemma si trova nel secondo paragrafo che presenta lo Scavenger, una nave pirata spaziale catturata e che si muove grazie a un "dispositivo magico", che ora è nelle mani di Halaster. Al momento il capitano N'ghathrod è una delle creature detenute nella prigione sotterranea, e sarei disposto a scommettere i vostri soldi che il dispositivo magico comparirà altrove nel dungeon.

dungeon-of-the-mad-mage-cover.jpg

Anche se non è ufficialmente esplicitato, è impossibile mettere una nave pirata spaziale in un dungeon e non avere modo di sfruttarla per affrontare pazze avventure piratesche dello spazio. Diamine, forse è persino così che si potrebbe iniziare una campagna. In ogni caso, è bello vedere sempre più Spelljammer farsi strada in Dungeons and Dragons. Ci sono così tante menzioni e provocazioni che forse un giorno vedremo un manuale intitolato Spelljammer’s Guide to the Cosmos, sullo lo stile della “Wayfinder's Guide” (che descrive Eberron).

spelljammer-asteroid.jpg

Dungeon of the Mad Mage uscirà a novembre come prodotto della Wizards of the Coast. Buone Avventure!



 


Visualizza articolo completo

Link to comment
Share on other sites


  • Replies 10
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

1 ora fa, Dracomilan ha scritto:

- spelljammer era già presente nel Sottomonte (Stardock soprattutto)

Infatti. Non capisco di cosa ci si esalti tanto.

1 ora fa, Dracomilan ha scritto:

- io Ravnica non vedo l'ora di sfogliarla nella sua versione ufficiale (e questo è il motivo)

Manco se mi pagano... più sto lontano dalla briscola meglio sto 😉

Link to comment
Share on other sites

Il 11/10/2018 alle 22:38, Dracomilan ha scritto:

Due mini-considerazioni (ognuna da un cent):

- spelljammer era già presente nel Sottomonte (Stardock soprattutto)

 

Il 12/10/2018 alle 00:05, Muso ha scritto:

Infatti. Non capisco di cosa ci si esalti tanto.

La questione è che non si tratta della prima citazione di Spelljammer presente nei manuali di D&D 5e. Pensate, ad esempio, al Giff di Mordenkaine's Tome of Foes, che i designer non erano in alcun modo costretti a inserire (al contrario della nave di Sottomonte)...........

Considerato che è sempre stata una delle ambientazioni più particolari di D&D, in quanto meno Fantasy classico, molti in passato hanno ritenuto fosse quella con meno probabilità di pubblicazione (nonostante, al contrario, molti la chiedano a gran voce). Veder inseriti questi vari rimandi, dunque, fa capire a sempre più persone che non solo i designer sono realmente intenzionati a rilasciare Spelljammer per la 5e, ma anche che è possibile che lo si veda prima di quanto si creda.

Edited by SilentWolf
Link to comment
Share on other sites

2 ore fa, SilentWolf ha scritto:

è possibile che lo si veda prima di quanto si creda.

Prima di Settembre 2018 mi sembra difficile, ormai.

Io comunque sono contento di Ravnica, come ho già detto era ora che iniziassero a unire le IP. Però...

Capisco che Ravnica andasse pubblicata adesso (il nuovo blocco di MtG sta uscendo ora) ma non capisco la decisione di accoppiarle Eberron: c'era davvero bisogno di due ambientazioni fantasy/punk con un tono noir, tecnologia magica, fazioni in uno stato di guerra sotterranea e una preponderanza di ambienti urbani spesso torreggianti?
Soprattutto contando che le gilde di Ravnica danno diverse lunghezze ai tremendi casati di Eberron (non conosco nessuno che abbia usato Eberron senza ignorarli del tutto o quasi).

Edited by The Stroy
Link to comment
Share on other sites

59 minuti fa, The Stroy ha scritto:

Prima di Settembre 2018 mi sembra difficile, ormai.

Beh, Spelljammer sicuramente non lo vedremo così presto...:smile-old:
Perchè un prodotto esca nell'arco di pochi mesi deve essere già stato annunciato. Quando parlo di "prima di quanto si creda", dunque, parlo nell'arco di pochi anni, chissà magari anche l'anno prossimo (cosa detta tanto per dire; non ci sono notizie ufficiali che consentono di fare una reale previsione dell'uscita di Spelljammer). E' anche solo questa possibilità che lascia stupiti molti, perchè tra tutte le ambientazioni di D&D la gente non si aspetta di vedere la WotC puntare soprattutto su Spelljammer.

Molte persone si dimenticano, però, che siamo in anni in cui la fantascienza è tornata di moda. 😉
E Spelljammer è la "fantascienza" di D&D.....

Questo non significa, però, che vedremo Spelljammer subito. I piani della WotC sono molto fluidi in questi anni. La loro strategia è per necessità (anche logistiche) in continuo aggiornamento.

Cita

Io comunque sono contento di Ravnica, come ho già detto era ora che iniziassero a unire le IP. Però...

Anche a me non dispiace. Anzi, mi sembra una buona ventata d'aria fresca (anche se credo che la WotC in tempi come questi dovrebbe iniziare a pensare di creare una ambientazione Fantasy Contemporanea, genere molto seguito dai giocatori più giovani, ma anche da molti meno giovani). Concordo, però, con te: la mia perplessità riguarda Eberron....anche se per motivi diversi.

Cita

Capisco che Ravnica andasse pubblicata adesso (il nuovo blocco di MtG sta uscendo ora) ma non capisco la decisione di accoppiarle Eberron: c'era davvero bisogno di due ambientazioni fantasy/punk con un tono noir, tecnologia magica, fazioni in uno stato di guerra sotterranea e una preponderanza di ambienti urbani spesso torreggianti?
Soprattutto contando che le gilde di Ravnica danno diverse lunghezze ai tremendi casati di Eberron (non conosco nessuno che abbia usato Eberron senza ignorarli del tutto o quasi).

Eberron è stato scelto per un solo motivo: i sondaggi dicono che è la seconda ambientazione più popolare dopo i Forgotten Realms. I giocatori la vogliono. Punto.
Il problema è che non ha senso rilasciare un'ambientazione popolare ma monca, al posto di una ambientazione meno popolare ma completa. Eberron richiede troppe nuove meccaniche per essere rilasciato al volo. Aspettare il suo completamento per fare uscire un manuale di ambientazione, dunque, è solo uno spreco di tempo, che sarebbe potuto essere usato per fare uscire altro.

Come scrissi ai tempi degli annunci ufficiali, la WotC avrebbe potuto benissimo rilasciare questo fine 2018 un manuale di Planescape (gli servono poche regole, inoltre è coerente con l'ambientazione urbana di Ravnica e di Waterdeep, e con lo scenario extra-planare di Mordenkainen's Tome of Foes) e iniziare il Playtest di Eberron tra fine 2018 e inizio 2019. Riguardo a Eberron sarebbe cambiato ben poco, mentre intanto i giocatori avrebbero avuto già una nuova ambientazione completa.

Edited by SilentWolf
Link to comment
Share on other sites

3 ore fa, SilentWolf ha scritto:

La questione è che non si tratta della prima citazione di Spelljammer presente nei manuali di D&D 5e. Pensate, ad esempio, al Giff di Mordenkaine's Tome of Foes, che i designer non erano in alcun modo costretti a inserire (al contrario della nave di Sottomonte)...........

Considerato che è sempre stata una delle ambientazioni più particolari di D&D, in quanto meno Fantasy classico, molti in passato hanno ritenuto fosse quella con meno probabilità di pubblicazione (nonostante, al contrario, molti la chiedano a gran voce). Veder inseriti questi vari rimandi, dunque, fa capire a sempre più persone che non solo i designer sono realmente intenzionati a rilasciare Spelljammer per la 5e, ma anche che è possibile che lo si veda prima di quanto si creda.

Mah... non mi aspetterei Spelljammer molto presto. Queste citazioni buttate qua e là servono solo a ricordare che la loro ambientazione di default, come tu ricordi sempre, è il Multiverso. Ogni tanto buttano lì qualcosa che lo ricordi. Dire che fra le prossime uscite ci sarà Spelljammer ha le stesse probabiltità di dire che ci sarà Planescape o Dark Sun. Cioè non lo sappiamo 🙂

Su Ravnica ribadisco il mio bleah più totale e incondizionato. Su Eberron hanno fatto un altro bel pasticcio facendolo uscire in forma di play-test. Ultimamente non sono ottimista.

Link to comment
Share on other sites

42 minuti fa, Muso ha scritto:

Dire che fra le prossime uscite ci sarà Spelljammer ha le stesse probabiltità di dire che ci sarà Planescape o Dark Sun. Cioè non lo sappiamo 🙂

Verissimo.
Non dico che uscirà domani: come dici tu non lo sappiamo. 😉

Semplicemente, se consideravano di lasciarlo in coda alla lista, non inserivano strizzate d'occhio all'ambientazione così palesi e, soprattutto, continue. Non c'è lo stesso ritmo di citazionismo per altre ambientazioni. Magari è perchè non saltano subito all'occhio come nel caso di Spelljammer, chissà, ma  mi sembra che ultimamente stiano dando a Spelljammer un'attenzione particolare.

Con questo non intendo dire che è certo che Spelljammer esca domani. Intendo dire semplicemente che questi rimandi implicano che per i designer Spelljammer non è più in fondo alla lista delle ambientazioni da pubblicare.

Edited by SilentWolf
Link to comment
Share on other sites

@SilentWolf: beh, un qualche riferimento a Spelljammer lo puoi mettere in qualsiasi altra avventura (Planescape escluso, ma con un po' di sforzo lo puoi mettere anche lì) perchè tutti i mondi del primo piano materiale sono collegati fra loro tramite in flogisto. È un po' come il prezzemolo 🙂

In coda alla lista delle ambientazioni probabili direi (anche sulla base dei vecchi sondaggi) Dragonlance, Birthright, Mystara e Greyhawk... ma anche Spelljammer che non ha mai venduto granche in realtà.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

  • Similar Content

    • By Mavis_Cure
      Salve a tutti!
      Ho un gruppo stabile con cui gioco, ma mi piacerebbe trovare anche altre persone con cui ruolare! 
      Ho giocato e masterato solo Pathfinder, Dnd 5e e Fabula Ultima (il quickstart), ma sono interessata a scoprire nuovi sistemi e manuali. Sono disponibile per one shot e per campagne medio-lunghe. 
      Preferisco cercare giocatori e master di persona, possibilmente nella zona di Aprilia (provincia di Latina). 
      Sono eventualmente disponibile anche a masterare i sistemi elencati sopra.
      Non esitate a contattarmi se c'è qualcuno nei miei paraggi 🙂
    • By Grimorio
      Tracy e Laura Hickman hanno annunciato la loro nuova e inedita ambientazione per le regole di D&D 5a Edizione.
      Dopo aver creato in passato due capolavori di ambientazione come Dragonlance e Ravenloft, i "coniugi del fantasy" Tracy e Laura Hickman tornano con una nuovissima ambientazione creata usando le regole di Dungeons & Dragons 5e: Skyraiders of Abarax.

      Si tratterà di un'ambientazione Open Game License incentrata su draghi e navi volanti, le Aeronavi. La peculiarità di Skyraiders of Abarax sarà quella di essere basata su un innovativo sistema chiamato Living Tome System.
      Come già accennato dagli autori, il manuale d'ambientazione verrà finanziato tramite una campagna Kickstarter che partirà questo autunno. Nel frattempo il sito dell'ambientazione, Skyriders.net, è già online ed è possibile registrarsi ad una newsletter per ricevere informazioni sullo sviluppo del progetto.
      Come nella migliore tradizione del Cantico del Drago, gli autori hanno anche rilasciato, tramite i loro profili social, delle immagini che se messe insieme vanno a comporre: Il Poema degli Skyraiders di Abarax

      Abbandonati sull'isola prigione
      i nostri antenati
      si liberarono dalle loro catene e dai custodi
      per forgiare la sopravvivenza dal loro passato in rovina.

      Eppure i nostri cuori sono fissi su
      quell'orizzonte vuoto
      oltre un mare infido
      bramando terre di cui
      abbiamo solo sognato.

      Dopo lunghi secoli
      le Aeronavi Imperiali
      esecutrici del nostro esilio
      sono silenziosamente
      svanite dai cieli.

      Al vento, bucanieri!
      Alla Tempesta!
      Gli Skyraider volano!
      Sulla silfide del drago per ritrovare la perduta
      via del ritorno
      al luogo mitico chiamato casa!
      Link al sito: http://www.skyraiders.net
      Visualizza articolo completo
    • By Grimorio
      Dopo aver creato in passato due capolavori di ambientazione come Dragonlance e Ravenloft, i "coniugi del fantasy" Tracy e Laura Hickman tornano con una nuovissima ambientazione creata usando le regole di Dungeons & Dragons 5e: Skyraiders of Abarax.

      Si tratterà di un'ambientazione Open Game License incentrata su draghi e navi volanti, le Aeronavi. La peculiarità di Skyraiders of Abarax sarà quella di essere basata su un innovativo sistema chiamato Living Tome System.
      Come già accennato dagli autori, il manuale d'ambientazione verrà finanziato tramite una campagna Kickstarter che partirà questo autunno. Nel frattempo il sito dell'ambientazione, Skyriders.net, è già online ed è possibile registrarsi ad una newsletter per ricevere informazioni sullo sviluppo del progetto.
      Come nella migliore tradizione del Cantico del Drago, gli autori hanno anche rilasciato, tramite i loro profili social, delle immagini che se messe insieme vanno a comporre: Il Poema degli Skyraiders di Abarax

      Abbandonati sull'isola prigione
      i nostri antenati
      si liberarono dalle loro catene e dai custodi
      per forgiare la sopravvivenza dal loro passato in rovina.

      Eppure i nostri cuori sono fissi su
      quell'orizzonte vuoto
      oltre un mare infido
      bramando terre di cui
      abbiamo solo sognato.

      Dopo lunghi secoli
      le Aeronavi Imperiali
      esecutrici del nostro esilio
      sono silenziosamente
      svanite dai cieli.

      Al vento, bucanieri!
      Alla Tempesta!
      Gli Skyraider volano!
      Sulla silfide del drago per ritrovare la perduta
      via del ritorno
      al luogo mitico chiamato casa!
      Link al sito: http://www.skyraiders.net
    • By Alonewolf87
      Sono uscite delle nuove anteprime sulla prossima avventura per D&D 5E: The Wild Beyond the Witchlight.
      Con l'uscita di The Wild Beyond The Witchlight ormai imminente, visto che è prevista per il 21 Settembre, la Wizards ha iniziato a fornire ad una serie di siti delle anteprime del contenuto di questa avventura.
      Sul sito D&D Beyond è stato mostrato il Jabberwock, una creatura ispirata da Alice nel Paese delle Meraviglie e che già in passato aveva fatto la sua comparsa nei prodotti di D&D, fornendo anche l'ispirazione per le armi vorpal. La versione 5E del Jabbewock è una creatura pericolosa, in grado sia di stordire i suoi avversari dalla mente più debole con il suo incessante borbottare, che di sparare raggi infuocati dagli occhi. Il tutto combinato con delle capacita da mischia non indifferenti ed una rognosa capacità di rigenerarsi.

      Il Jabberwock è anche bravissimo nel dare la caccia alla creatura che ha ferito, mostrando una tendenza a concentrare i suoi attacchi e la sua furia su un singolo nemico alla volta. Questo lo può rendere sia una figura terrificante e adatta a dei momenti di horror puro, che un temibile avversario se affrontato con coraggio. Sono anche forniti degli agganci di trama per come i personaggi potrebbero incontrare il Jabberwock in dei boschi nebbiosi.

      Chris Perkins ha invece un'intervista per il sito di SYFY, dove parla di una regione paludosa della Selva Fatata che si chiama Hither.

      Anche se non sono stati forniti dettagli sulla Congrega della Clessidra o su cosa essa ha fatto di preciso, Perkins ha fornito dei dettagli su Bavlorna, la megera che regna sui bullywug della Corte Fradicia.

       
      Sempre Perkins ha affermato che Hither, e in particolare il villaggio di Caduta, potrebbero facilmente essere presi da The Wild Beyond the Witchlight e inseriti in una qualsiasi campagna casalinga.

      Sempre Perkins ha rilasciato un'altra intervista al sito Polygon, dove ha parlato della Selva Fatata in generale e della possibilità, introdotta in questo manuale, per i giocatori di giocare dei personaggi folletti e leproidi (uomini-coniglio).

      Una delle nuove opzioni più attese introdotta in questa avventura sono quelle legate alla creazioni dei personaggi. Per la prima volta nella 5E i giocatori potranno scegliere di essere dei folletti, delle piccole creature umanoidi volanti simili a Campanellino di Peter Pan. Ma non aspettatevi di potervi intrufolare nelle serrature. I folletti di Perkins sono più sostanziosi.

      Un'altra opzione decisamente più innovativa per D&D sono i leproidi (Harengon, traduzione non ufficiale), una razza di conigli umanoidi nativi della Selva Fatata. Perkins dice che gli piace pensare alla loro creazione come ad un fortunato incidente.
      Anni fa, mentre il gruppo di Perkins stava spulciando una serie di materiale di altri universi da usare come ispirazione per creare creature legati ai folletti, il co-autore Ari Levitch scoprì una serie di illustrazioni ad inchiostro di un gruppo di briganti coniglio

      Ma quanto le immagini preliminari di questi banditi morbidosi vennero condivise con il resto dei dipendendi della Wizards quello che tutti volevano sapere era se avrebbero avuto la possibilità di giocarne uno durante una partita. E l'Unearthed Arcana che includa una prima versione dei leproidi ebbe un grande successo.

      Visualizza articolo completo
    • By Alonewolf87
      Con l'uscita di The Wild Beyond The Witchlight ormai imminente, visto che è prevista per il 21 Settembre, la Wizards ha iniziato a fornire ad una serie di siti delle anteprime del contenuto di questa avventura.
      Sul sito D&D Beyond è stato mostrato il Jabberwock, una creatura ispirata da Alice nel Paese delle Meraviglie e che già in passato aveva fatto la sua comparsa nei prodotti di D&D, fornendo anche l'ispirazione per le armi vorpal. La versione 5E del Jabbewock è una creatura pericolosa, in grado sia di stordire i suoi avversari dalla mente più debole con il suo incessante borbottare, che di sparare raggi infuocati dagli occhi. Il tutto combinato con delle capacita da mischia non indifferenti ed una rognosa capacità di rigenerarsi.

      Il Jabberwock è anche bravissimo nel dare la caccia alla creatura che ha ferito, mostrando una tendenza a concentrare i suoi attacchi e la sua furia su un singolo nemico alla volta. Questo lo può rendere sia una figura terrificante e adatta a dei momenti di horror puro, che un temibile avversario se affrontato con coraggio. Sono anche forniti degli agganci di trama per come i personaggi potrebbero incontrare il Jabberwock in dei boschi nebbiosi.

      Chris Perkins ha invece un'intervista per il sito di SYFY, dove parla di una regione paludosa della Selva Fatata che si chiama Hither.

      Anche se non sono stati forniti dettagli sulla Congrega della Clessidra o su cosa essa ha fatto di preciso, Perkins ha fornito dei dettagli su Bavlorna, la megera che regna sui bullywug della Corte Fradicia.

       
      Sempre Perkins ha affermato che Hither, e in particolare il villaggio di Caduta, potrebbero facilmente essere presi da The Wild Beyond the Witchlight e inseriti in una qualsiasi campagna casalinga.

      Sempre Perkins ha rilasciato un'altra intervista al sito Polygon, dove ha parlato della Selva Fatata in generale e della possibilità, introdotta in questo manuale, per i giocatori di giocare dei personaggi folletti e leproidi (uomini-coniglio).

      Una delle nuove opzioni più attese introdotta in questa avventura sono quelle legate alla creazioni dei personaggi. Per la prima volta nella 5E i giocatori potranno scegliere di essere dei folletti, delle piccole creature umanoidi volanti simili a Campanellino di Peter Pan. Ma non aspettatevi di potervi intrufolare nelle serrature. I folletti di Perkins sono più sostanziosi.

      Un'altra opzione decisamente più innovativa per D&D sono i leproidi (Harengon, traduzione non ufficiale), una razza di conigli umanoidi nativi della Selva Fatata. Perkins dice che gli piace pensare alla loro creazione come ad un fortunato incidente.
      Anni fa, mentre il gruppo di Perkins stava spulciando una serie di materiale di altri universi da usare come ispirazione per creare creature legati ai folletti, il co-autore Ari Levitch scoprì una serie di illustrazioni ad inchiostro di un gruppo di briganti coniglio

      Ma quanto le immagini preliminari di questi banditi morbidosi vennero condivise con il resto dei dipendendi della Wizards quello che tutti volevano sapere era se avrebbero avuto la possibilità di giocarne uno durante una partita. E l'Unearthed Arcana che includa una prima versione dei leproidi ebbe un grande successo.
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.