Jump to content

Benvenuto in Dragons’ Lair

La più grande e attiva community italiana sui giochi di ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Il Futuro di D&D

Ci sono in ballo grandi piani per D&D 5E nei prossimi anni e in particolare in vista del 50° anniversario del gioco di ruolo più celebre del mondo.

Read more...

In Arrivo il Rules Expansion Gift Set

A inizio anno prossimo la WotC farà uscire un set di tre manuali per coloro che sono interessati alle espansioni regolistiche per D&D 5E.

Read more...
By Lucane

L'Arte della Legenda: Parte 4 - La Lista degli Avversari

Volete aggiungere spessore e profondità ai vostri scenari senza per questo complicarvi la vita a tener traccia degli spostamenti di ogni singolo mostro o nemico? The Alexandrian ci offre uno strumento formidabile per la gestione in tempo reale di scenari complessi e di moltitudini di avversari. 

Read more...

Anteprime di Fizban's Treasury of Dragons #2

Andiamo a scoprire delle novità legate a classi, razze e mostri che saranno presenti nella Fizban's Treasury of Dragons.

Read more...

La Free League ha annunciato il GdR ufficiale di Blade Runner

Andiamo ad immergerci nell'iconico universo di Blade Runner con questo nuovo prodotto della Free League in arrivo l'anno prossimo.

Read more...

ricchezze stimate dai pg in funzione del livello


Recommended Posts

salve,

quale dovrebbe essere la ricchezza stimata da un PG in funzione del suo livello? Chiedo perchè non riesco a trovare nessuna tabella nei manuali che posso rispondere alla domanda (nella 3.5 c'era la tabellina con la ricchezza indicativa legata al livello che permetteva al pg e al master di organizzare sia ciò che il giocatore voleva sia quello che il master poteva o meno concedergli).

Link to comment
Share on other sites


In 5a edizione la cosa è meno strutturata, non devi seguire necessariamente una ricchezza o un certo numero di oggetti magici. Comunque se può aiutarti trovi una tabella sulla DMG a pag. 38 (versione inglese), verso la fine del 1° capitolo.

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

quella mi sembrava più la ricchezza di partenza, non legata all'avanzamento di livello. Si, mi sembra di aver capito la quinta sia più flessibile, ma volevo avere dei riferimenti, mi aiuterebbe un minimo per gestire le ricchezze e le ricompense.

Edited by marcoilberto
Link to comment
Share on other sites

Ci sono delle tabelle su XGtE che dicono quanti OM per livello dovrebbe avere un PG usando la generazione casuale della DMG, puoi fare riferimento a quelle. Comunque non è una cifra rigida come la WBL e la potenza degli oggetti è variabile e non parte del bilanciamento, tienine conto.

Link to comment
Share on other sites

Xanatar's (forse con qualche h in più) Guide to Everything. È un manuale con nuove sottoclassi, oggetti magici e vario materiale utile per il GM, fra cui espansioni e chiarimenti di regole preesistenti, tabelle per generare casualmente varie cose.

Le tabelle non credo di poterle screenshottare e postare qua, e descriverle è un po' scomodo. Posso però dirti che sono ricavate direttamente dalle tabelle per la generazione casuale degli oggetti magici sulla DMG, per cui puoi provare a ricavarle da lì, se non riesci a procurarti il manuale, o semplicemente usare quelle.

Link to comment
Share on other sites

Capisco, grazie comunque per la disponibilità.
L'unica tabella che ho trovato è quella legata alla rarità degli oggetti magici (comune, non comune, etc.) con annesse valutazioni generali.. Ma mi pare un pò poco. A me questa edizione da l'impressione di essere per certi versi molto superficiale, per altri invece ben congegnata; ho iniziato a giocarla da pochi mesi (mi ci vorrà un pò per digerirla, dopo aver giocato per anni alla 3.5) e passo da momenti di euforia a momenti di intristimento per la mancanza di cose che mi sembravano utili e carine. 
Per non andare troppo fuori tema, nel caso specifico non capisco il perchè non mettere un'informazione principale come questa (è inutile che dicono che sia tutto indicativo, quando non è così; il bilanciamento è meno importante, ma sempre importante rimane) in un manuale diverso dai 3 core (che tra l'altro non è ancora uscito in italiano!).

Mi sembra siano passati dagli eccessi e dalla pesantezza della 3.5, dove per ogni minima cavolata esisteva una tabella, al suo opposto, dove informazioni utili e necessarie sono state eliminate per seguire la moda del momento "del semplificare" (una moda che secondo me pervade tanti settori, da quello dei giochi di ruolo al mercato videoludico, ma questo è un altro discorso ed è una mia opinione del tutto soggettiva). 
Ad esempio, possibile non esiste una descrizione dettagliata delle divinità (che è stata completamente tolta)? Ma se io non avessi giocato alle edizioni precedenti, come faccio a conoscerle dettagliatamente? Oppure non è ipocrita inserire le varianti umani dei Forgotten Realms quando dici che il manuale riguarda il multiverso in modo trasversale (vabhè, questo è un discorso apparte, anche perchè i Forgotten Realms non li ho mai giocati e non mi hanno mai attratto granchè, ho sempre preferito l'ambientazione base di Greyhakw); ma per dire, io che gioco a Greyhawk (ovviamente adattata da me alla quinta), devo escludere quelle varianti perchè non c'incastrano niente.
Forse il paragone è azzardato, ma a me, anche per tutte le questioni legate alle uscite cambiate dei diversi manuali di ambientazioni (che poi in realtà gliene frega pure poco, sono D&D e venderanno sempre e comunque),  ricorda per certi versi la situazione iniziale di Age of Sigmar... Ovvero tanta confusione.

Edited by marcoilberto
Link to comment
Share on other sites

@marcoilberto Nella 5a edizione non esiste una tabella che stabilisce quanti soldi i PG devono avere in base al livello, perché (contrariamente alla 3.x) gli Oggetti Magici NON sono conteggiati nella matematica. 😉

In D&D 3.x (così come anche in Pathfinder) il sistema prevedeva che, per sopravvivere ai mostri con GS tot, i PG di tot livello dovessero per forza possedere tot oggetti magici. Le meccaniche degli oggetti magici, infatti, erano calcolate nella matematica del gioco, ovvero erano necessarie per poter colpire, danneggiare, ostacolare o uccidere i mostri. Senza gli oggetti magici i PG non avevano bonus abbastanza alti per sopravvivere agli incontri. Era per questo che nella 3.x esisteva la tabella sul denaro in base al livello: quello era il costo totale del numero minimo di oggetti magici considerato necessario per superare le sfide di quel livello.

Nella 5e gli Oggetti Magici sono opzionali e, dunque, non sono conteggiati nella matematica di gioco. Contrariamente a quanto accadeva nella 3.x ora puoi uccidere praticamente tutti i mostri usando anche solo l'equipaggiamento comune. È per questo che nella 5a NON esiste la tabella sul denaro in base al livello. 😉

So che D&D 3.x ha abituato al suo utilizzo, ma in realtà non è necessaria. E se ti chiedi in cosa i PG possono spendere il denaro ottenuto durante le avventure se non lo spendono per oggetti magici, queste sono delle valide alternative:

  • Equipaggiamento comune (non solo armi, ma oggetti vari, da quelli d'avventura, al cibo, fino agli Strumenti).
  • Attività Fuori Servizio (Downtime).
  • Servizi (alloggi, trasporti, poste, ecc.)
  • Manovalanza/Aiutanti a pagamento (pagare persone per aiutare in determinate attività; ad esempio assumere guide, servi/domestici, operai specializzati, cuochi, ecc.)
  • Premi Speciali (spendere soldi per acquistare terreni, titoli, diritti d'usufrutto di un terreno, case, favori, appoggi politici, ecc.)
  • Finanziamento delle proprie spedizioni d'avventura (per compiere certe avventure non basta semplicemente partire o attendere l'appoggio gratuito di un nobile in difficoltà; a volte serve trovare i soldi per pagarsi uomini, trasporti, informazioni, vettovagliamento, permessi dalle autorità del luogo dell'avventura, ecc. Certo si può partire senza organizzare nulla, ma investire in una migliore preparazione può aumentare le probabilità di successo).
Edited by SilentWolf
Link to comment
Share on other sites

10 ore fa, marcoilberto ha scritto:

L'unica tabella che ho trovato è quella legata alla rarità degli oggetti magici (comune, non comune, etc.) con annesse valutazioni generali.. Ma mi pare un pò poco.

Ci sono altre tabelle nelle pagine seguenti per generare casualmente i tesori e gli oggetti.
Puoi usarle per generare i tesori e gli oggetti o calcolare, in media, quanti oggetti di quali tabelle dovrebbero uscire nel corso di X livelli, e usare i tuoi calcoli per distribuire le ricompense.
Puoi anche non assegnare proprio oggetti o calcolare un rapporto di oggetti/sessioni che secondo te è divertente (per dire: un oggetto forte ogni 3 sessioni e d2+1 oggetti deboli ogni sessione) e usare quello. Siccome il gioco non calcola gli OM, non esiste un metodo giusto per assegnarli.

10 ore fa, marcoilberto ha scritto:

non capisco il perchè non mettere un'informazione principale come questa

Perché non è un'informazione principale.
Il bilanciamento, come dici tu, è importante, e infatti 5e è molto bilanciata. Lo è, però, senza oggetti magici. Se dai ai PG oggetti secondo il ritmo "standard", questi saranno un po' più forti del dovuto.
Questo serve soprattutto perché così il GM non è obbligato a inserire armi +X ogni tot livelli (così che le armi rimangano "speciali" e non una tassa obbligata) oppure può mettere oggetti divertenti ma inutili (come la borsa di fagioli) senza indebolire i PG. Insomma, permette di usare gli oggetti magici come oggetti e non come parte della build del PG.
Siccome la potenza degli OM varia molto da un oggetto all'altro, si è preferito non dare un sistema di bilanciamento forzatamente fallato in partenza (come lo era quello di 3e) ma lasciare il compito di bilanciare all'occhio del GM. Compito che, in ogni caso, non è troppo difficile. A meno di oggetti davvero forti o numerosi, secondo me si può anche evitare del tutto (i PG avranno la vita un po' più semplice, ma amen). Altrimenti, aggiungere qualche mostro debole agli scontri è probabilmente sufficiente per la maggior parte dei casi. Dopotutto, non parliamo di un +8 a tutti i tiri e le difese come in 3e (fra caratteristiche e bonus), ma, se va molto bene, di un +3 a un singolo tipo di tiro. Forte, ma non invincibile.

10 ore fa, marcoilberto ha scritto:

possibile non esiste una descrizione dettagliata delle divinità (che è stata completamente tolta)? Ma se io non avessi giocato alle edizioni precedenti, come faccio a conoscerle dettagliatamente?

Usi una wiki, o compri uno dei pdf delle vecchie ambientazioni che erano stati messi in vendita proprio nel periodo di lancio di 5e.
Le possibilità per chi ha scritto il manuale erano tre: dettagliare tutti gli Dei (impossibile per questioni di spazio), dettagliarne solo alcuni (ma avrebbe privilegiato una specifica ambientazione, o sarebbe stata una strana accozzaglia che andava contro la lore del gioco) non dettagliarne nessuno, come hanno poi scelto di fare.

10 ore fa, marcoilberto ha scritto:

Oppure non è ipocrita inserire le varianti umani dei Forgotten Realms quando dici che il manuale riguarda il multiverso in modo trasversale [...] io che gioco a Greyhawk (ovviamente adattata da me alla quinta), devo escludere quelle varianti perchè non c'incastrano niente.

Le "varianti" di cui parli sono solo descrizioni ed elenchi di nomi, non è che ti perda granché.
Anche se la predilezione per i FR non piace neanche a me - e, fortunatamente, ha stufato ormai l'intera community, tant'è che stanno preparando due ambientazioni nuove.

Link to comment
Share on other sites

Ok, grazie mille per le risposte, davvero precisi!
Sono curioso di vedere le ambientazioni che usciranno, anche se al momento ne ho creata una io adattandola da Greyhawk quindi non so se le acquisterò per il momento.

Sulle tabelle dunque guarderò un attimo ma se ho capito bene, andrò a "sentimento", per adesso ha sempre funzionato per quanto la storia e l'ambientazione e i GS.

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Okay, ora che sono da PC posso farti un riassunto veloce delle tabelle sulla XGtE.
Lo tengo al minimo necessario, ma se non va bene comunque @SilentWolf può cancellare il messaggio.

Gli oggetti guadagnati dal gruppo (non dal singolo PG) durante ogni tier sono:

  • Livelli: Minori // Maggiori
  • 1°-4°: 6C 2U 1R // 2U
  • 5°-10°: 10C 12U 5R 1V // 5U 1R
  • 11°-16°: 3C 6U 9R 5V 1L // 1U 2R 2V 1L
  • 17°-20°: 4R 9V 6L // 1R 2V 3L

Le lettere sono la rarità (traduzioni mie):

  • C = Comune
  • U = Non comune
  • R = Raro
  • V = Molto raro
  • L = Leggendario

Gli oggetti minori sono quelli delle tabelle A-E, gli oggetti maggiori delle tabelle F-I.

Quindi il gruppo, durante il secondo tier (lv 5°-10°) otterrà:

  • 10 oggetti comuni, 12 non comuni, 5 rari e 1 molto raro dalle tabelle A-E
  • 5 oggetti non comuni e 1 raro dalle tabelle F-I

Questi sono in aggiunta a quelli che aveva già ottenuto durante i livello 1°-4°.

Le considerazioni sull'equilibrio di gioco rimangono: anche seguendo queste tabelle, i PG diventano più forti del dovuto grazie agli oggetti magici.

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

  • Similar Content

    • By Alexandre
      Salve, stavo leggendo con curiosità il post circa il massimo numero di danni possibile in un singolo round e mi é sorta una domanda. Premesso che sono innamorato del Monaco e della via della Via dell'ombra, ci sono significative differenze in termini di output di danno tra le varie tradizioni o le differenze sono di flavour? Vi ringrazio
    • By Aramil619
      Salve volevo strutturare un guerriero maestro di battaglia umano variante (con talento cuoco)specializzato nelle armi da lancio , per le statistiche abbiamo via libera per usare il sistema dei 27 punti o prendere i seguenti punteggi  15, 14, 13, 12, 10, 8. Avete idee di come distribuire le caratteristiche ed eventuali talenti e manovre  ?mi piacerebbe usare una lancia/tridente o comunque un arma su asta per intenderci .Campagna fino livello 20
    • By darksaro1990
      ciao a tutti, dopo quasi un annetto in cui sono stato introdotto attraverso nuove amicizie alla 5e mi stavo divertendo a pensare a un futuro pg. attualmente sto masterando una campagna in conclusione ( non vuol dire che sia esperto in questa edizione comunque) e visto che finita la mia uno dei giocatori farà da master, per sfizio, ho iniziato a pensare a un pg
      tra le varie scelte possibili quella che mi da da pensare e' quella di un pg Shadar- kai che per ragioni attualmente non decise ( possiamo parlarne insieme se vi fa piacere ) , riesce o viene , tramite influenze esterne, liberato dal giogo imposto dalla Raven queen. La sua storia come PG dovrebbe iniziare nel piano materiale , probabilmente nel Faerun o in un mondo Custom ma comunque abbastanza standard.
      L'idea era giocare come classe il Ranger con le varianti offerte da tasha ( favored foe ecc..) La scelta del ranger era data dal fatto che immaginano questo shadar kai nella cui memoria ci sono scene di avvenimenti che non ricorda bene e per sopravvivere si da alla via del ramingo,arrangiandosi come può'.
      Non e' mia intenzione cercare di fare power playing ma mi farebbe piacere una build solida che abbia il suo senso in combattimento. sono molto indeciso se farlo ranged ( hand crossbow o arco lungo) o in corpo a corpo andando di stocco , due spade corte o magari in alternativa  con la doppia lama valenar ( adattata da eberron).
      le sottoclassi che mi sembrano più adatte sono gloom stalker ( uno shadar kai che si mimetizza nelle ombre e fa agguati ci sta), horizon walker ( stessa cosa, essendo fuggito da un altro piano ci starebbe benissimo un ranger planare) e anche il fey wander ( meno indicato tra i tre, ma magari puo essere da stimolo per il master per la "fantomatica motivazione narrativa" che ha permesso a questo shadar kai disgraziato di liberarsi dalla schiavitù della regina corvo e vivere libero.
      Sono aperto ad alternative, stravolgimenti cambi di razza o classe basta che si segua concettualmente il flavour di base.
      avevo valutato la Custom Lineage presente in tasha per creare un elfo  "shadar- kai " privo della benedizione della regina corvo ( e per essere elfo con il talento bonus , magari proprio per partire subito con il talento revenant blade per usare la doppia scimitarra valenar con "finesse" , si so che sono un po' paraculo  )
      sotto un' immagine di concept di partenza e ringrazio tanto chiunque mi dedichi qualche minuto del suo tempo. ( male che vada, goblin beastmaster che cavalca il compagno animale lupo o magari un coboldo barbaro !)
      Edit: manuali concessi tutti quelli in italiano, niente UA. niente ranger rivisitato, tasha consentito

       
      a voi ...

    • By MadLuke
      Ciao a tutti,
           il damage dealer del gruppo tra poco prenderà l'abilità speciale della CdP 3.0 in oggetto (Dragon Magazine #314).
      Personalmente trovo sia decisamente debole: spendere un'azione standard per fare 28 pf danno, che con TS Riflessi CD 20 si dimezzano, seppure ad area è davvero imbarazzante considerato che lui con un singolo attacco ne fa 35 di media. Pensavo quindi:
      - danni: d6 --> d8, così danno medio 36, cambia poco ma è una prima misura;
      - l'utilizzo dell'abilità comporta interruzione immediata dell'ira: questa è una delle tante fisime di tanti talenti e CdP 3.0, faccio come non l'avessi neanche letto;
      - usi: 1/giorno --> 3/giorno, in realtà considerato quanto pochissimo danno fa io la metterei anche at will;
      - area: cerchio diametro 9 m. incentrato su se stesso --> diametro 12 m. su se stesso modellabile su qualsiasi ampiezza di cono/semicerchio, così da colpirne almeno qualcuno in più e non mettere a rischio i propri alleati.
      Che ne pensate? Per dirla tutta io gli ho consigliato di lasciar perdere la CdP e riprendere piuttosto la classe base, ma lui dice una CdP così particolare non la farà più e allora giacché c'è vuole completarla (e lo capisco anche).
      Ciao e grazie, MadLuke.
    • By Qarisath
      Heilà ragazzi. Avrei un dubbio riguardo ad alcune meccaniche di una classe specifica, che come potete immaginare senza troppe difficoltà dato il titolo, è quella del cineta. Premettiamo che mi sembra una classe dannatamente fichissima e che non vedo l'ora di giocarla nella prossima campagna (ascesa, nello specifico). Per farla breve, mi chiedevo come workasse la questione BAB e ondate cinetiche: arrivato ad avere all'8°lv il doppio BAB +6/+1, posso lanciare due blast con i rispettivi BAB? Se si, conseguentemente potrei prendere "combattere con due armi" e fare un attacco aggiuntivo?
      Il mio dubbio quindi è se/quando l'ondata cinetica funziona come un cast classico (che in casi comuni è possibile lanciarne solo uno a round) o come un'arma (dato che "Le ondate cinetiche contano come un tipo di arma ai fini di talenti come Arma Focalizzata" ).
      Mi affido alla vostra immensa conoscenza regà. Grazie mille in anticipo!
       
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.