Vai al contenuto

Benvenuto in Dragons´ Lair

La più grande e attiva community italiana sui Giochi di Ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Anteprima Mordenkainen's Tome of Foes #3 - L'abissale Sibriex

Nathan Stewart della Wizards of the Coast ha deciso di rilasciare una nuova anteprima di Mordenkainen's Tome of Foes, il nuovo supplemento per D&D 5e in arrivo il 29 Maggio 2018 (il 18 Maggio nei negozi del circuito Wizards Play Network). Questa volta si tratta della creatura abissale chiamata Sibriex.

Fonte originale:
Twitter di Nathan Stewart
Leggi tutto...

Sondaggio: Dominio dell'Ordine

L'ultima volta, gli Arcani Rivelati hanno presentato una nuova opzione per il Chierico da Playtestare: il Dominio dell'Ordine (Order Domain). Ora che avete avuto la possibilità di leggere e di riflettere su queste regole, siamo pronti per conoscere la vostra opinione su di esse nel seguente Sondaggio. Il Sondaggio rimarrà aperto per circa tre settimane.
Questo è Materiale da Playtest
Il materiale degli Arcani Rivelati è presentato allo scopo di effettuarne il playtesting e di stimolare la vostra immaginazione. Queste meccaniche di gioco sono ancora delle bozze, usabili nelle vostre campagne ma non ancora forgiate tramite playtest e iterazioni ripetute. Non sono ufficialmente parte del gioco. Per queste ragioni, il materiale presentato in questa rubrica non è legale per gli eventi del D&D Adventurers League.
Arcani rivelati: dominio dell'ordine
sondaggio: dominio dell'ordine
Leggi tutto...

The Faerie Ring per D&D 5e e per Pathfinder

The Faerie Ring è uno stupendo manuale che esiste in 2 versioni, una è dedicata a Pathfinder e l’altra a D&D 5E, queste due versioni sfruttano le OGL (Open Game License) dei due famosissimi GDR appena citati!
Versione per D&D 5e
Versione per Pathfinder
Se siete curiosi e volete informarvi direttamente dalla fonte, sappiate che i designer hanno rilasciato gratuitamente la parte introduttiva del manuale (uguale per entrambi sistemi).

Nato da un progetto Kickstarter creato da Scott Gable, la Zombie Sky Press è orgogliosa di presentarvi Il Cerchio delle Fate: Lungo la Via Tortuosa, Guida all’Ambientazione (The Faerie Ring: Along the Twisting Way Campaign Guide, traduzione non ufficiale), un manuale che permette ai Dungeon Master di poter utilizzare all’interno delle proprie campagne gli esseri fatati… Avete capito bene: fate! Questo manuale mira a mettere in risalto il piccolo popolo: ricostruendo il loro mito, concentrandosi sulla personalità dei potenti signori delle fate e permettendovi di immergervi nei loro misteri. Vi sarà data la possibilità di viaggiare in strane terre lontane che superano i limiti di ogni immaginazione, potrete addirittura non solo incontrare i signori delle fate (come già abbiamo accennato) ma persino coloro che li servono. Tutto questo sarà “condito” da un’atmosfera che prende spunto direttamente dai miti e dal folclore dei più reconditi angoli del mondo, non solo quelli di origine Europea. La scoperta degli aspetti più oscuri, le diverse filosofie e le abitudini sociali di questi mostri mitologici vi permetteranno di vivere storie come quelle che avete visto in Jonathan Strange & Mr. Norrel, Il labirinto del Fauno, Peter Pan, Storia di una Notte di Mezza Estate, le miniserie a fumetti scritte da Neil Gaiman e quelle di numerose favole classiche (ad esempio, quelle dei famosi fratelli Grimm).
Essendo questo un supplemento ricco di luoghi e tradizioni fantastiche, potrete pensare di ambientare una parte della vostra campagna all’interno di queste bizzarre e curiose terre! Questo corposo manuale (di oltre 300 pagine) introduce nuovi mostri che appartengono al tipo fata o folletto (ben 45), nuovi sottotipi per i folletti, potenti artefatti, le città dei folletti presenti nel loro piano, 30 personaggi non giocanti che appartengono alla stirpe dei folletti, diversi signori dei folletti benevoli o meno (come ad esempio Hob, Mab, Korapira o Manitou) e le loro dimore.
Insomma, vista la quantità di materiale questo manuale non presenta un’unica ambientazione, bensì una cassetta degli attrezzi: una serie di mini-ambientazioni! - per aggiungere più fate alle vostre campagne preferite, portando una ventata di follia che può originarsi solo da questi esseri.
Come se tutto questo non bastasse sono già stati annunciati 2 supplementi:
La Guida del Giocatore (The Player's Guide, traduzione non ufficiale): essa conterrà almeno 11 razze fatate interpretabili dai giocatori, cosi come delle opzioni per i giocatori a tema folletto (archetipi, talenti e oggetti). Le razze presenti in questo manuale sono già state annunciate e includono: Kitsune, Matabiri, Black Hats e i Far Darrig, Changeling, Putti, Fir Bolg, Goodfellow, Darkling, Wyrd e i Bitterclaw.
  La Guida alla Magia (The Magic Guide, traduzione non ufficiale): contiene la magia del mondo delle fate, dettagliando le Corti Seelie e Unseelie delle fate, ovvero la corte delle fate "buone" e quella delle selvagge fate dell'oscurità; presenta nuovi incantesimi (rituali e non); oggetti magici strani e unici; nuovi sistemi per la magia (come il “moonshadow”, che spiega come incorporare l'influenza della luna sulle vostre fate), e tanto altro. Giocatori di Pathfinder e D&D, siete pronti a saltare dentro un albero che potrebbe condurvi verso una nuova avventura extraplanare?

  Link ai siti ufficiali: Progetto Kickstarter
Versione D&D 5e (drivethrurpg)
Versione per Pathfinder (drivethrurpg)
 
Leggi tutto...
Accedi per seguirlo  
SilentWolf

DnD 5e Sottorazze degli Elfi

Messaggio consigliato

L'Arcani Rivelati di questo Novembre 2017 ci propone quattro nuove Sottorazze degli Elfi.

Dopo il responso positivo dato all'Eladrin negli Arcani Rivelati di un paio di mesi fa, abbiamo deciso di esplorare altre quattro Sottorazze degli Elfi: Avariel (gli Elfi alati), Grugach (gli Elfi selvaggi di Greyhawk), Elfi Marini (Sea Elves) e Shadar-kai (i letali servitori della Regina dei Corvi). Più tardi questo mese, su sito di D&D comparirà un sondaggio dedicato a queste opzioni. Per favore, provatele e fateci sapere nel sondaggio cosa ne pensate.

Questo è Materiale da Playtest
Il materiale di questo articolo è presentato allo scopo di effettuarne il playtesting e di stimolare la vostra immaginazione. Queste meccaniche di gioco sono ancora delle bozze, usabili nelle vostre campagne ma non ancora forgiate tramite playtest e iterazioni ripetute. Non sono ufficialmente parte del gioco. Per queste ragioni, il materiale presentato in questa rubrica non è legale per gli eventi del D&D Adventurers League.

 

arcani Rivelati: Sottorazze degli elfi


Visualizza articolo completo

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Ah, ora gli Shadar-Kai sono elfi? Well, erano umani una volta. 

Non saprei, comunque.

  • Avariel: ok, ricevono il volo. Non male per la maggior parte delle classi. Mancano però di flavour, visto che oltre a ciò ricevono solo l'Auran.
  • Grugach: questi sono praticamente elfi silvani. Carina l'idea di NON parlare Comune.
  • Sea Elf: mi piacciono, nella loro semplicità. Vabbé, da che edizione ed edizione sono sempre stati facili da rendere. Nuoto + tridente e rete + anfibio. Poter parlare con piccoli animali marini è interessante e molto tematico.
  • Shadar-Kai: giuro sul mio D20 che se fanno un altro elfo che si teletrasporta...io...io...Va bene, è praticamente il shadow jaunt (o jump?) della 4ta, continuo a chiedermi perché siano una sottorazza elfica...

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Gli Shadar-Kai sono elfi perché prima di essere umani mutati dalla Shadowfell erano una sorta di fey oscuri. In questo senso la sottorazza dell'elfo è adatta, e richiede meno lavoro di crearla da zero.

Questo UA è abbastanza fiacco dal punto di vista delle cose interessanti. Gli elfi alati, selvaggi e acquatici sono semplicissimi e fare e si vede. Gli avariel sono un po' poveri di meccaniche, ma anche prima non è che fossero così particolari.

L'unica cosa è che il teletrasporto degli Shadar-Kai è un po' troppo potente, visto che conferisce anche resistenza al danno. Certo, è tematico visto  he dovrebbe renderli ombre, ma resta forte. Spero che abbiamo messo l'incapacità di interagire o attaccare finché la resistenza non svanisce.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
7 ore fa, Shape ha scritto:

Gli Shadar-Kai sono elfi perché prima di essere umani mutati dalla Shadowfell erano una sorta di fey oscuri. In questo senso la sottorazza dell'elfo è adatta, e richiede meno lavoro di crearla da zero.

Questo UA è abbastanza fiacco dal punto di vista delle cose interessanti. Gli elfi alati, selvaggi e acquatici sono semplicissimi e fare e si vede. Gli avariel sono un po' poveri di meccaniche, ma anche prima non è che fossero così particolari.

L'unica cosa è che il teletrasporto degli Shadar-Kai è un po' troppo potente, visto che conferisce anche resistenza al danno. Certo, è tematico visto  he dovrebbe renderli ombre, ma resta forte. Spero che abbiamo messo l'incapacità di interagire o attaccare finché la resistenza non svanisce.

Beh, l'eladrin si teletrasporta come azione bonus a sua volta, non ha resistenza ai danni ma si teletrasporta di 9m. Lo Shadar-kai solo di 4,5. Hanno cercato di non fare i due teleport identici, e quindi hanno un po' bilanciato. Ma non mi piace molto il modo.

Comunque da quel che ricordo gli Shadar-Kai sono discendenti dell'impero di Netheril, che è umano. Vero, derivano comunque da un mostro precedente che era fatato...mah! Si sarebbe potuto mettere come ipotetica sottorazza umana in un ipotetica altra UA.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
17 minuti fa, Pippomaster92 ha scritto:

Comunque da quel che ricordo gli Shadar-Kai sono discendenti dell'impero di Netheril, che è umano. 

Ma i discendenti dell'Impero Netheril che sono finiti nel piano delle ombre non sono gli Shade?

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 minuti fa, Shape ha scritto:

Ma i discendenti dell'Impero Netheril che sono finiti nel piano delle ombre non sono gli Shade?

Dipende. Nella mitologia del Faerun della 4a edizione sono stati usati gli Shadar-Kai, principalmente perché erano una razza giocabile mi pare dal secondo monster manual.

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
2 minuti fa, Pippomaster92 ha scritto:

Dipende. Nella mitologia del Faerun della 4a edizione sono stati usati gli Shadar-Kai, principalmente perché erano una razza giocabile mi pare dal secondo monster manual.

Primo manuale dei mostri. Comunque gli Shadar-Kai di 4° edizione (che questi richiamano lontanamente, principalmente a livello meccanico) sono umani praticamente "dominati" dalla Coltre Oscura (Shadowfell), maledetti dalle ombre e di conseguenza costantemente in cerca di emozioni forti che non li facciano cadere nella disperazione. Su Faerun sono per la maggior parte i discendenti degli umani di Netheril, ma non tutti. Nella terza edizione erano invece una razza fatata, che dopo aver provato, fallendo, a dominare il mondo per fermare la crescita degli umanoidi hanno subito le conseguenze dei loro patti, venendo maledetti dalle ombre. Questi sono un misto dei due a livello di flavour (con l'aggiunta della Regina Corvo nel mezzo).

Comunque, a livello di flavour, concordo generalmente con Pippo: i Grugach e i Sea Elf sono abbastanza tematici, gli altri due non particolarmente (gli Shadar-Kai principalmente perché non mi sanno di elfo, quanto di una sottorazza applicabile a chiunque. Un po' come il Revenant). Invece a livello meccanico mi è sembrato abbastanza scialbo, o le opzioni hanno ancora bisogno di numeroso lavoro (il jaunt dello Shadar-Kai non è nei limiti delle capacità razziali, soprattutto contando che si ricarica ogni riposo breve) o non è stato speso molto (gli Avariel andrebbero sistemati con qualche abilità extra), gli unici decenti non sono particolarmente originali (non si distaccano molto dagli Elfi dei boschi, a mio parere).

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Tra l'altro, per caso rileggendo il manuale del giocatore, mi è capitato sotto mano questo:

As a w ood elf, you have keen senses and intuition, and
your fleet feet carry you quickly and stealthily through
your native forests. This category includes the wild
elves (grugach) of Greyhawk and the Kagonesti of
Dragonlance, as well as the races called wood elves in
Greyhawk and the Forgotten Realms.

Quindi...in teoria c'erano già!

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti
23 minuti fa, Pippomaster92 ha scritto:

Tra l'altro, per caso rileggendo il manuale del giocatore, mi è capitato sotto mano questo:

As a w ood elf, you have keen senses and intuition, and
your fleet feet carry you quickly and stealthily through
your native forests. This category includes the wild
elves (grugach) of Greyhawk and the Kagonesti of
Dragonlance, as well as the races called wood elves in
Greyhawk and the Forgotten Realms.

Quindi...in teoria c'erano già!

Il fatto che c'erano già conta poco per la logica della 5a Edizione, basata su un principio modulare. ;-)

La nuova versione, infatti, la puoi considerare una sorta di variante alternativa, non diversa dalla variante umana, dalla variante del Ranger o dalla variante delle attività di Downtime.

Riguardo al caso degli Shadar-Kai, non è la prima volta che i designer della 5e rivelano la volontà di sperimentare un può e cambiare un pò le carte in tavola. Bisogna dire, comunque, che sembrano anche molto ritrosi all'idea di pubblicare altre varianti degli umani...sembra, almeno.

Modificato da SilentWolf

Condividi questo messaggio


Link al messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per commentare

Devi essere un utente registrato per poter lasciare un commento

Crea un account

Crea un nuovo account e registrati nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Hai già un account? Accedi qui.

Accedi ora

Accedi per seguirlo  

×

Informazioni Importanti

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Ulteriori Informazioni.