Jump to content

Benvenuto in Dragons´ Lair

La più grande e attiva community italiana sui Giochi di Ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Combatti il Fuoco...col Gioco

Per aiutare l'Australia, piagata da una serie di incendi spaventosi sin dal Luglio 2019, la Dungeon Masters Guild e DriveThruRPG hanno creato dei bundle di materiale in PDF, con degli sconti molto importanti, intitolati Fight Fire with Games e il cui ricavato andrà in beneficenza alle associazioni Disaster Relief and Recovery, Red Cross of Australia Bushfire Emergency e World Wildlife Fund Australia. Si tratta di 8 bundle di materiale in inglese, 3 basati su D&D 5E e 5 su giochi di ruolo vari, acquistabili su entrambi i siti.

BUNDLE DI DUNGEONS & DRAGONS:
Fight Fire with Games - Wizards of the Coast [BUNDLE]
Contiene 5 avventure ufficiali Wizards of the Coast, tra cui una con protagonisti i Locathah ed una con i Maghi Rossi di Thay.
Fight Fire with Games - Adventurers League [BUNDLE]
Questo bundle contiene ben 29 avventure valide per la Adventure League, da giocare all'interno del circuito o con i propri amici.
Fight Fire with Games - Community Creators [BUNDLE]
Il bundle è formato da materiale creato dalla comunità di DMGuild, si tratta di 25 supplementi che spaziano da avventure ad opzioni per i personaggi, incantesimi e incontri causali.

BUNDLE DI GIOCHI DI RUOLO VARI:
AU Charity - Fantasy Core & Settings [BUNDLE]
Bundle contenente 21 manuali base di giochi di ruolo a tema fantasy per cominciare a giocare con essi fin da subito.
AU Charity - Fantasy Supplements [BUNDLE]
Come si può dedurre dal nome, questo bundle contiene addirittura 56 supplementi per vari sistemi di gioco a tema fantasy, tra i quali OSR, Pathfinder e D&D 5e.
AU Charity - Capes, Grit, and Gunsmoke [BUNDLE]
Questo bundle contiene i regolamenti per 25 gdr a tema storico o supereroistico.
AU Charity - Starships & Posthumanity [BUNDLE]
34 manuali per gdr a tema fantascientifico pronti per le vostre partite spaziali e cyberpunk.
AU Charity - Modern & Urban Horror [BUNDLE]
L'ultimo bundle contiene 35 tra gdr e fumetti ambientati nel mondo moderno.
 
Date pure un'occhiata ai link per vedere nel dettaglio i contenuti presenti in questi bundle: sono sia un grande affare, che un aiuto importante per un paese in difficoltà e per la sua natura.
Buone Avventure!
Read more...

Cinque tra i Mostri più Strani della 3E

Articolo di J.R. Zambrano del 16 Gennaio
D&D 3E è stata molte cose per molte persone. Per molti è un sistema perfetto che si cercherà per sempre di emulare. Per altri è stato un aggiornamento voluto da tempo di AD&D e che ha rinvigorito un gioco che stava diventando un assortimento caotico di supplementi e manuali. In ogni caso ha sicuramente dato nuova vita a D&D e ha portato molta creatività. E strani mostri. Se pensavate che il Killmoulis fosse qualcosa di strano, date un'occhiata a questi cinque strani mostri di D&D 3E.
Mascella Ferrea

E se prendessimo un treant e lo rendessimo malvagio? E se sembrasse che sta complottando contro di voi?
Una Mascella Ferrea è una gigantesca pianta extraplanare che si sceglie un territorio di caccia e si finge un normale albero comune, forse un po' minaccioso, per poi risvegliarsi ed attaccare. E finché non apre gli occhi non potete sapere che è un albero malvagio che sta sicuramente complottando per rovesciare il regno. Ma quando si risveglia fate attenzione. Non solo attacca con violenza, ma infligge danni alla Costituzione e prende in lotta con somma cattiveria.
Custode

I Custodi sono strane creature aliene che possono piegare le loro giunture in tutte le direzioni, paiono avere una sorta di limitata mente alveare con i propri simili e indossano tutti "giacche di pelle nera e occhiali scuri per nascondere il fatto che queste creature non hanno occhi".
Per una qualche ragione queste creature viaggiano tra i piani per scoprire dei segreti. Ma una volta che hanno scoperto ciò che li interessa fanno in modo di assicurarsi che nessuno possa imparare le stesse cose. Cosa ancora più strana, è presente un'opzione per giocarli come PG (con un MdL di +3). Non hanno degli occhi ma la cosa non li ferma certo. Possono usare Vista Cieca per sopperire alla mancanza di occhi, possono scambiare corpo con ogni altro Custode vivente entro 150 metri e sono immuni a pressoché di tutto, per via della loro natura in parte da esterno in parte da costrutto. E contro ciò a cui non sono immuni hanno probabilmente delle resistenze.
Albero Piovra

Non so quale sia il rapporto tra D&D e gli alberi malvagi, ma sicuramente ne troviamo molti esempi. Gli Alberi Piovra sono chiamati così perché mettono radici vicino alle coste OPPURE NO e galleggiano come enormi banche di alghe sulla superficie dell'oceano, cosa che ovviamente consente loro di muoversi con le correnti. Sempre ovviamente questi vegetali hanno dei lunghi tentacoli e delle gigantesche fauci nascoste piene di denti con cui divorare le persone.
Ma sono anche incantatori incredibilmente potenti, che possono modellare il legno delle navi, invocare il fulmine, scacciare il legno (sentite, tutta la 3E era strana, è questo il segreto) e fare molte altre cose per poter affondare delle navi e divorare i marinai. E se state pensando che un Albero Piovra sia semplicemente una creatura che si finge un albero vi state sbagliando: sono decisamente vegetali, con tutti i benefici e i tratti conseguenti.
Nerra

I Nerra sembrano degli interessanti uomini specchio, ma quando leggete le storie su di loro sono essenzialmente: "Quando guardate in uno specchio in realtà non state vedendo della luce riflessa, ma in realtà tutti gli specchi sono dei portali che vi permettono di vedere nel Piano degli Specchi, che è una realtà parallela che esiste oltre alla nostra. E si chiama Piano degli Specchi perché tutto ha una superficie liscia e riflettente".
Inoltre quando parlano sembrano delle rocce che graffiano sul vetro. Hanno un gran numero di capacità speciali legate agli specchi e faranno in modo che il bardo che ha insistito per prendere frantumare si senta davvero felice, visto che sono vulnerabili ai danni sonori.
Predatore d'Acciaio

Non so se sia una genialata o una presa in giro, ma essenzialmente hanno preso un Alien e l'hanno chiamato Predator(e).
 
Ad ogni modo quello della 3E era un periodo davvero caotico.
Buone Avventure
Link all'articolo originale: https://www.belloflostsouls.net/2020/01/dd-five-of-the-weirdest-monsters-from-3rd-edition.html
Read more...

La DC Comics pubblicherà un supplemento per D&D 5E

The Last God è il nuovissimo fumetto fantasy della DC Comics, pubblicato in USA sotto la divisione Black Label, etichetta che ha sostituito la Vertigo per le pubblicazioni con contenuti maturi. Scritto da Phillip Kennedy Johnson (Adventure time), illustrato dal nostrano Riccardo Federici (Aquaman) e con le copertine di Kai Carpenter (Books of Magic), questo fumetto ci parla di due generazioni di eroi, una che ha condannato il mondo, e l'altra che dovrà salvarlo.

Eccone la sinossi:
La DC Comics ha annunciato che rilascerà un supplemento per la 5a Edizione di Dungeons & Dragons dedicato a The Last God chiamato The Last God: Tales from the Book of Ages

The Last God: Tales from the Book of Ages sarà un supplemento di 40 pagine che verrà pubblicato in USA ad Aprile e renderà nel dettaglio la ricca storia di popoli, luoghi, scuole di magia e mostri di Cain Anuun, l'ambientazione di The Last God. Il libro conterrà razze giocabili, sottoclassi, oggetti magici e mostri realizzati da Dan Telfer, DM di Nerd Poker, assieme alle mappe realizzate dal cartografo Jared Blando.

Per una sua eventuale localizzazione in italiano dovremo aspettare la decisione di Panini, il nuovo editore della DC Comics in Italia.
Link agli articoli originali:
https://www.enworld.org/threads/dc-comics-publishing-dungeons-dragons-sourcebook.669725/
https://www.dccomics.com/comics/the-last-god-2019/the-last-god-1
Read more...

5 Avversari non Malvagi

Articolo di J.R. Zambrano del 09 Gennaio
I migliori antagonisti sono quelli inaspettati. Possono essere amici fidati o fratelli d'arme che vi tradiscono nel momento peggiore. Oppure qualcuno che è rimasto coinvolto in una grante tragedia e che ha deciso che nessuno dovrà soffrire qualcosa del genere, trovando come unica soluzione alla questione il diventare i dominatori del mondo.

Ma a volte i migliori cattivi di una storia non sono nemmeno dei cattivi, sono delle persone che sono nominalmente nello schieramento opposto a quello degli eroi, oppure che vogliono ottenere ciò che anche gli eroi cercano ma per delle ragioni non malvagie ma differenti. Potrebbero essere dei cacciatori di tesori che sono alla ricerca dello stesso bottino dei PG, oppure un potente druido che non permette agli umanoidi di entrare nella sua foresta, o ancora un paladino convinto che i PG siano fonte di distruzione e deciso a fermarli e a proteggere chi finirà in mezzo.
Ecco per voi cinque antagonisti non malvagi, ma comunque ottimi per contrastare degli "eroi" di ogni allineamento.
Il Paladino Protettore

Vir Othric è un paladino di un ordine dedito a difendere le persone più sfortunate del mondo. Solitamente i vari membri di questo ordine si dedicano a proteggere un singolo villaggio o città, e quando vi arrivano degli avventurieri tendono a tenerli d'occhio. Gli avventurieri spesso portano pericoli con sé per via delle loro azioni avventate. E, se i PG ignoreranno gli avvertimenti dati loro di lasciare in pace le rovine dove è sigillato un antico male, Othric potrebbe prendere provvedimenti contro di loro, per impedire loro di scatenare inavvertitamente un grande male sul villaggio.
Se Othirc combatte contro i giocatori cerca di farli svenire, non di ucciderli.
Il Difensore della Natura

Un'altra opzione è quella di un druido che protegge un boschetto di una bellezza ultraterrena. Lo fa tenendo lontana ogni traccia di civiltà e lasciando che la magia pura e grezza ne prenda possesso. Questo processo viene incoraggiato e protetto da Kethran Durillin, un druido del Circolo della Terra. Egli non permette agli umanoidi di mettere piede nel suo boschetto sacro e combatterà per proteggere gli animali della zona dalle azioni dei PG. Cose come fuochi non sorvegliati o uccidere gli animali del luogo attireranno l'ira di Durillin. La stessa cosa succederà se gli avventurieri si porranno in opposizione agli spiriti della natura.
Il Conquistatore

Bartholomeus Kel è un'eroe di grande fama di un'altra terra. Questo barbaro ha vagato per il mondo alla ricerca di fama, gloria e fortuna. E gli avventurieri hanno messo gli occhi su un tesoro a cui anche Bartholomeus è interessato (potrebbe essere una statua, un gioiello o un artefatto) nascosto in un profondo ed oscuro dungeon. Bartholomeous apparirà nei momenti meno opportuni per ostacolare i PG e ottenere lui il tesoro.
Il Ladro

Non c'è nulla che Lo Spettro non possa rubare. Dai gioielli della corona della regina, alla gemma dal maggior valore sentimentale del tesoro di un drago, Lo Spettro ha rubato tesori di ogni genere e forma, tutto per cercare di dimostrarsi il ladro più bravo del mondo. E quando gli avventurieri entrano in possesso di un oggetto che anche Lo Spettro desidera, la caccia ha inizio.
Il Duellante

Kilv vuole solo essere il più grande spadaccino del mondo. Kilv è alla costante ricerca di avversari di grande abilità e fama da affrontare per decidere chi è il migliore. Fino ad ora Kilv non ha mai perso uno scontro e, quando vede i PG portare a termine una grande impresa, sa che ha trovato la sua prossima sfida.
Provate ad usare uno di questi avversari la prossima volta che volete un'antagonista che non sia necessariamente malvagio, ma che abbia comunque le sue ragioni per osteggiare il gruppo.
Buone Avventure!
Link all'articolo originale: https://www.belloflostsouls.net/2020/01/dd-five-villains-that-arent-evil.html
Read more...

Agganci per le Avventure: Buttarsi tra i Libri

Articolo di J.R. Zambrano del 07 Gennaio
I libri sono una parte importante del Fantasy. Che si parli di tomi antichi e voluminosi pieni di segreti proibiti, nefasti grimori che ospitano magie dimenticate, ornati volumi di conoscenza che descrivono i processi per creare potenti pozioni ed incantamenti esotici, o uno dei libri di Waughin Jarth, sono un elemento che rende qualsiasi ambientazione fantasy davvero viva.
Un libro dopo tutto è una rappresentazione fisica della conoscenza, come un libro degli incantesimi usato da un enigmatico mago, ma suggeriscono anche l'esistenza di una storia del mondo che va oltre la piccola finestra sulla quale i PG si affacciano. Guardate per esempio a come The Elder Scrolls usa le varie Biografie di Barenziah per mostrare che quello è un mondo con una storia da raccontare. Persino se non avete mai letto i libri nel gioco, cliccandoli via appena vi siete accorti che non aumentavano le vostre statistiche, essi trasmettono comunque l'idea di un mondo più ampio. La sola esistenza di qualche libro pesantemente rilegato è di grande aiuto per portare i giocatori dentro un altro mondo.

Ma piuttosto che lasciarli in background, abbiamo preparato un po' di agganci per avventure in modo da allettare qualsiasi avventuriero con sete di conoscenza, o che al massimo conosce un bibliotecario. Eccole qui!
Andare in biblioteca

È stata recentemente scoperta la biblioteca magica di un antico regno famoso per i suoi arcimaghi e le dicerie sui poteri nascosti al suo interno abbondano. Sta a voi decidere se i giocatori la raggiungeranno dopo un lungo ed arduo viaggio attraverso un deserto ostile o se ci finiranno attraverso un portale magico che li risucchia al suo interno quando aprono un libro misterioso. In ogni caso, si ritrovano dentro una biblioteca magica che sembra esistere al di fuori del tempo.
Quando entrano dentro la biblioteca il mondo intorno a loro cambia. Il paesaggio non è quello delle rovine del presente ma piuttosto un'immagine del passato. Anche se nessuna delle porte che conducono fuori dalla biblioteca sembra aprirsi, i giocatori possono viaggiare in altri mondi attraverso i libri, dato che alcuni di essi contengono portali magici verso semipiani isolati o spazi extradimensionali che mandano i giocatori in differenti parti della biblioteca labirinto...ma altri fanno comparire mostri che erano intrappolati al loro interno. I vostri giocatori riusciranno a trovare l'uscita della biblioteca? O finiranno (ri)legati ad essa per l'eternità come i libri sugli scaffali?
Il libro fatto della materia di cui sono fatti i sogni

L'assistente di un libraio si avvicina agli eroi, chiedendo la loro protezione. La libreria è appena entrata in possesso di un tomo incredibilmente raro che è detto conferisca un potere immenso alla persona che riesca a padroneggiare i suoi segreti. Quando i giocatori si recano sul posto, lo trovano messo a soqquadro e il proprietario li indirizza verso una cabala di cacciatori di tesori che hanno cercato il libro in ogni parte del mondo.
Questo libro è davvero il favoleggiato tesoro?...o è solo un'abile contraffazione? Sta a voi e ai vostri avventurieri scoprirlo.
Il Libro delle Ombre

Quando un Warlock perde il suo Libro delle Ombre, in città cominciano a succedere cose strane. L'avventura inizia quando le sedie della locanda prendono vita e cominciano ad attaccare gli avventori. Alcune prove di utilizzo di magia infernale spingono i giocatori a dare la caccia a un warlock, ma quando quest'ultimo viene messo alle strette spiega che il suo Libro delle Ombre è andato perduto e che non accetterà l'umiliazione di chiederne un altro al suo patrono infernale.
Qual è la cosa peggiore che potrebbe accadere a causa di un tomo di Magia Infernale a piede libero dentro una città? Se i giocatori non vogliono scoprirlo dovranno rintracciare il libro mentre passa di mano sfortunata in mano sfortunata, lasciando una scia di caos magico attraverso la città.
Questo significa guai

Per il proprio compleanno uno degli avventurieri riceve un regalo misterioso! Un libro di storie e poemi che chiaramente contiene qualche tipo di conoscenza segreta. Nessuna delle persone legate all'avventuriero, familiari o amici, ha fatto quel regalo, eppure, se i PG riusciranno a decifrare gli indizi nel libro, si troveranno sempre più coinvolti in un viaggio incentrato sulla scoperta di un mistero che qualcuno sembra avergli recapitato.
Quale misterioso potere si sta avvicinando loro tramite questo regalo? Quali segreti troveranno alla fine di questo cammino? Scopritelo in questo libro.
La scuola è finita

La locale Accademia di Magia si è vista rubare i suoi libri di testo magici, e la scuola non può iniziare fino a quando non saranno ritrovati. Mentre non sono necessariamente pericolosi di per sé, la loro mancanza terrà un sacco di maghi e streghe lontano dagli studi, la qual cosa porterà a delle bacchette in ozio, una cosa peggiore degli strumenti del diavolo stesso.
Per far ripartire le lezioni gli avventurieri dovranno trovare i libri mancanti o cominciare loro stessi ad insegnare a queste giovani menti avide di conoscenza.
Fateci sapere se userete qualcuno di questi agganci, e buone avventure!
Link all'articolo originale: https://www.belloflostsouls.net/2020/01/dd-adventure-hooks-hitting-the-books.html
Read more...
SilentWolf

Reboot di Firefly: la FOX disponibile se torna Joss Whedon

Recommended Posts

Ok gente, ieri è esplosa una bomba capace di far tremare addirittura i pilastri dell'universo. :D
Il big boss della FOX ha annunciato che sarebbe più che disposto a riportare in vita la serie cult Firefly, se Joss Whedon tornasse a bordo del progetto:

http://www.badtv.it/2017/02/firefly-fox-interessata-reboot/

IL fatto che la FOX chieda a Whedon di partecipare non stupisce: per i pubblico non esiste alcun Firefly senza Whedon. IL vero miracolo è l'annuncio della FOX, per la prima volta in 16 anni aperta all'ipotesi di un riavvio della serie Fantascientifica più corta, ma più amata della storia della televisione.

Per chi non conosce Firefly, è importante sapere che si tratta di una serie televisiva fantascientifica con elementi Western (cowboy nella spazio, insomma) che nel 2001 fu cancellata preventivamente dalla FOX, perchè quest'ultima non credette al progetto (era l'epoca in cui l'unica Fantascienza considerata vendibile erano le serie alla X-Files, alla Star Trek o alla Stargate SG1). Firefly, dunque, fu interrotta a sole 14 puntate, spezzando il cuore di centinaia di migliaia di spettatori in tutto il mondo, oltre che quello del cast e di Whedon in persona. Ciò che la FOX, infatti, non seppe prevedere, fu il fatto che questa piccolissima serie tv sarebbe riuscita in brevissimo tempo a catturare talmente tanto l'attenzione da diventare un vero e proprio cult, una delle serie più amate e apprezzate nella storia della fantascienza televisiva. IL successo postumo della serie fu tale che nel 2005 Whedon e company riuscirono a trovare un accordo per la realizzazione di un film, intitolato Serenity, con la Universal. Il film ovviamente non registrò abbastanza incassi per poter giustificare altri seguiti (il pubblico cinematografico, in particolare allora, è tradizionalmente molto diverso da quello televisivo) e, quindi, Serenity andò a costituire la conclusione di questo amato progetto. Da allora, tuttavia, i fan di tutto il mondo non si sono mai arresi e hanno continuato a chiedere a gran voce (addirittura iniziando spontaneamente a organizzare una raccolta fondi) la continuazione della serie.

E in questi giorni è successo un primo miracolo: dopo tanti anni, la FOX ha aperto alla prospettiva di un reboot (ovvero riavvio; termine che implica tanto la possibilità di continuare una serie interrotta anni fa con il medesimo cast, quanto quello di ricominciarla da zero con un cast del tutto nuovo).

Se siete appassionati di Firefly e credete in qualche divinità, pregate...perchè ci vorrà un grande miracolo perchè la serie riparta davvero. Le cose, infatti, non sono per nulla semplici come può sembrare. Anzi, le probabilità che l'annuncio della FOX abbia un seguito sono molto basse.
Se non avete mai visto Firefly, invece, vi consiglio di recuperarlo e di guardarlo.
 

firefly-231032.jpg.189ba8b35f96b7c7eff2c625be05d85e.jpg

Edited by Ian Morgenvelt
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ok una delle poche occasioni in cui sono felice della febbre di remake/reboot degli ultimi anni :D

La speranza che si concretizzi la cosa è tanta, ma sarò molto molto cauto con le aspettative.

  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
20 minuti fa, Alonewolf87 ha scritto:

La speranza che si concretizzi la cosa è tanta, ma sarò molto molto cauto con le aspettative.

Ed è meglio esserlo, perchè purtroppo le probabilità che la cosa si concretizzi sono mooooolto basse. :(
E' passato troppo tempo e ora la situazione è molto complicata:

  • Ron Glass, l'interprete del pastore Book, è morto il novembre scorso.
     
  • Joss Whedon è stato personalmente colpito dal modo in cui la FOX ha trattato Firefly nel 2001, quindi non accetterà alla leggera. Inoltre, ora è diventato un regista di fama mondiale (grazie ai 2 Avengers) e non è detto che abbia interesse a tornare sul piccolo schermo.
     
  • La Fox ha solo i diritti sulla serie TV, mentre i diritti su Serenity (e sulla sua storia) sono in mano alla Universal. Il che rende complicato progettare una storia coerente che tenga conto di tutti e 2 i prodotti.
     
  • Per la maggioranza dei fan di Firefly ha poco senso parlare di un riavvio senza il cast originale (l'equipaggio della Serenity, dopotutto, è il cuore della serie tv). Non solo, tuttavia, Ron Glass è morto, ma il resto del cast è oramai visibilmente invecchiato. Ripartire da dove ci si era fermati è diventato più difficile. Inoltre, ci sarebbe da gestire la questione Walsh in Serenity.
     
  • Nonostante il punto precedente, non è detto che il cast originale possa o abbia voglia di tornare. Molti attori sono impegnati in altre produzioni, anche se -  per il momento - Nathan Fillion è libero da Castle e Whedon è libero dalla Marvel. Dopo tanti anni passati a subire domande dai fan desiderosi di una continuazione, inoltre, diversi esponenti del vecchio cast hanno iniziato a sentirsi un po' stanchi riguardo all'idea di parlare di un ritorno. C'è da dire che tutti sono ancora profondamente innamorati di questa serie tv e hanno più volte detto che tornerebbero subito, se il progetto ripartisse. Ma c'è anche da dire che oramai sono passati 11 anni dall'ultima incursione in quel mondo...e alcuni attori hanno iniziato a voltare pagina.
     
  • Si potrebbe optare per un totale reboot (del tutto nuovo cast) o in una storia diversa nello stesso mondo, ma difficilmente i fan apprezzerebbero l'idea.


Quindi sì, le possibilità che la cosa si realizzi sono davvero poche. :(
Per questo bisogna sperare in un miracolo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Concordo bene o male con le problematiche da te citate, per quello appunto parlavo di estrema cautela.

Comunque io penso che se si farà si farà un reboot totale dal punto di vista del cast, cosa che personalmente mi starebbe bene.

5 minuti fa, SilentWolf ha scritto:

Joss Whedon è stato personalmente colpito dal modo in cui la FOX ha trattato Firefly nel 2001, quindi non accetterà alla leggera. Inoltre, ora è diventato un regista di fama mondiale (grazie ai 2 Avengers) e non è detto che abbia interesse a tornare sul piccolo schermo

C'è da dire che negli ultimi anni la serie tv come medium si è sdoganata parecchio a livello di qualità e valore di produzione, non è più come un tempo in cui la tv era la serie B. Questo non implica che Whedon sia disposto a tornare sui suoi passi eh, era giusto per dire che la tv non è più vista così inferiore.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Serenity è ottimo (a me ha fatto scoprire la serie TV)!  Dato che è un riepilogo/epilogo di Firefly non credo ponga particolari problemi di continuità, basterebbe ambientare la storia prima... o dopo gli eventi narrati nel film.

Certo il problema del vecchio cast rimane, ma Whedon con Firefly ha creato un mondo abbastanza coerente, perciò perché non sfruttare l'occasione per raccontare nuove storie e nuovi personaggi? Sarebbe un peccato non sapere di più dei Reaver o della guerra fra i pianeti centrali e quelli periferici. Si potrebbe esplorare tanto, credo.

Oltretutto la fantascienza in TV ha subito bei scossoni dalla chiusura di Firefly; non ultimo l'eccezionale The Expanse di cui brucio dalla voglia di vedere la seconda stagione (serie stra-consigliata per chi non la conoscesse ancora).

Edited by Mezzanotte

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ok, 'sta notizia mi ha super eccitato! Non penso che riuscirò a trattenere l'hype anche se cercherò di seguire una delle mie leggi fondamentali: spera per il meglio, preparati al peggio!

14 minuti fa, Mezzanotte ha scritto:

Serenity è ottimo (a me ha fatto scoprire la serie TV)!  Dato che è un riepilogo/epilogo di Firefly non credo ponga particolari problemi di continuità, basterebbe ambientare la storia prima... o dopo gli eventi narrati nel film.

Certo il problema del vecchio cast rimane, ma Whedon con Firefly ha creato un mondo abbastanza coerente, perciò perché non sfruttare l'occasione per raccontare nuove storie e nuovi personaggi? Sarebbe un peccato non sapere di più dei Reaver o della guerra fra i pianeti centrali e quelli periferici. Si potrebbe esplorare tanto, credo.

Oltretutto la fantascienza in TV ha subito bei scossoni dalla chiusura di Firefly; non ultimo l'eccezionale The Expanse di cui brucio dalla voglia di vedere la seconda stagione (serie stra-consigliata per chi non la conoscesse ancora).

In teoria dovrebbe arrivare su Netflix a breve, avevo visto la data ma la mia mente marcia mi impedisce di ricordarla.

1 ora fa, Alonewolf87 ha scritto:

C'è da dire che negli ultimi anni la serie tv come medium si è sdoganata parecchio a livello di qualità e valore di produzione, non è più come un tempo in cui la tv era la serie B. Questo non implica che Whedon sia disposto a tornare sui suoi passi eh, era giusto per dire che la tv non è più vista così inferiore.

Sono super d'accordo, gli esempi più lampanti e noti sono proprio le serie Marvel di Netflix, o anche quelle di Amazon.

 

Concordo per quanto riguarda il reboot della serie con un re-casting. Quello che rapisce principalmente della serie è proprio il cast con il loro carisma, individuale e di gruppo. Sarei di certo moooooolto più scettico con un cambio degli attori.

Share this post


Link to post
Share on other sites
3 minuti fa, Latarius ha scritto:

Sono super d'accordo, gli esempi più lampanti e noti sono proprio le serie Marvel di Netflix, o anche quelle di Amazon.

Sì la logica di molti canali multimediali (Amazon, Netflix, Hulu ecc) permette un approccio alle serie televisive molto diverso e di maggiore qualità (create tutte di fila, pensate per il binge watching, delle sorta di "film lunghi a puntate" più che degli sceneggiati vecchio stampo) sia di sceneggiatura che di produzione

Di recente praticamente ogni serie che esce su Netflix (da quelle Marvel a Sense8 a Stranger Things a House of Cards per fare gli esempi più banali) la guardo a prescindere perchè quasi sicuramente sarà un prodotto eccellente.

Share this post


Link to post
Share on other sites
2 minuti fa, Latarius ha scritto:

Sono super d'accordo, gli esempi più lampanti e noti sono proprio le serie Marvel di Netflix, o anche quelle di Amazon.

 

Concordo per quanto riguarda il reboot della serie con un re-casting. Quello che rapisce principalmente della serie è proprio il cast con il loro carisma, individuale e di gruppo. Sarei di certo moooooolto più scettico con un cambio degli attori.

Neflix ed Amazon producono tanto, non tutto memorabile però.

Vero per il cast, impossibile non affezionarsi al vecchio equipaggio della Firefly, ma dietro c'è anche molta abilità da parte di Whedon: perché non sperare che si eguagli o magari si superi?

Una cosa è certa: questo è un ottimo momento per ri-lanciare il progetto. Come del resto si sono accorti persino alla Fox.

Io non vedrei male neanche la ripresa della serie tv di Terminator (the sarah connor's cronicles...) l'interruzione non mi è mai andata giù, anche perché la trama prometteva faville.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tra Firefly e Samurai Jack sto andando in iperventilazione.

Temo però che Firefly abbia molti problemi...troppi per poter essere realizzata.
Un reboot è impossibile. Sarebbe una rivolta del fandom peggiore di quanto hanno chiuso la serie. Senza se e senza ma!
 

L'alternativa è un "tanti anni dopo"...dopo gli eventi di Serenity, il gruppo si è per qualche motivo separato dando origine a tanti piccoli blocchi narrativi che ora potrebbero rimettersi assieme con il riassemblamento della ciurma. Ovviamente, significa convincere tutti gli attori in vita a rimettersi assieme.
Le premesse per una storia ci sarebbero, alla fine Serenity conclude solo marginalmente la trama vera e propria. E poi, come qualcuno ha già detto, l'anima della serie è composta dai personaggi stessi.

Share this post


Link to post
Share on other sites
14 minuti fa, Alonewolf87 ha scritto:

Sì la logica di molti canali multimediali (Amazon, Netflix, Hulu ecc) permette un approccio alle serie televisive molto diverso e di maggiore qualità (create tutte di fila, pensate per il binge watching, delle sorta di "film lunghi a puntate" più che degli sceneggiati vecchio stampo) sia di sceneggiatura che di produzione

Di recente praticamente ogni serie che esce su Netflix (da quelle Marvel a Sense8 a Stranger Things a House of Cards per fare gli esempi più banali) la guardo a prescindere perchè quasi sicuramente sarà un prodotto eccellente.

Sono un po' più scrupoloso nella scelta di cosa ma sono d'accordo. Della serie che Sense8 è immediatamente diventata La mia serie tv preferita in assoluto. Sorelle Wachowsky FTW! 

16 minuti fa, Mezzanotte ha scritto:

Neflix ed Amazon producono tanto, non tutto memorabile però.

Vero per il cast, impossibile non affezionarsi al vecchio equipaggio della Firefly, ma dietro c'è anche molta abilità da parte di Whedon: perché non sperare che si eguagli o magari si superi?

Una cosa è certa: questo è un ottimo momento per ri-lanciare il progetto. Come del resto si sono accorti persino alla Fox.

Io non vedrei male neanche la ripresa della serie tv di Terminator (the sarah connor's cronicles...) l'interruzione non mi è mai andata giù, anche perché la trama prometteva faville.

Lungi da me dire che tutto quello che luccica è oro ma, serie come quelle Marvel, Sense8, Stranger Things, Dirk Gently e compagnia bella si! 

Certo che uno spera che il regista dia il meglio ma, cambiare il cast di base è una sorta di scommessa al rilancio. Ho amato l'ambientazione e tutto il resto ma è innegabile che i personaggi siano il fulcro di tutto. Indipendentemente dalla bravura del regista sarà dura per un nuovo cast eguagliare quello vecchio, soprattutto per l'enorme quantità di sentimento che lega me (e penso tutti) a quello vecchio. Cioè, ci sarà impossibile non fare paragoni tra il nuovo ed il vecchio, e questo peserà sicuramente sulla serie, in positivo o negativo che sia.

Madò questo è un anno favoloso.

Firefly, Ghost in the Shell, Samurai Jack, Blade runner II...

Ohibò!

Share this post


Link to post
Share on other sites
6 minuti fa, Mezzanotte ha scritto:

Incorciamo le dita... :grimace:

Potrebbe rivelarsi un problema, troppe cose in uscita e troppe poche dita da incrociare!

Share this post


Link to post
Share on other sites

@Alonewolf87 Sulla questione "nuovo cast" sono decisamente diviso. Da un lato sono consapevole che riutilizzare il vecchio cast potrebbe creare numerosi ostacoli alla produzione (considerata la grande quantità di giustificazioni che si dovrebbe trovare per far funzionare tutto di nuovo). Dall'altro, però, sento che è praticamente impossibile parlare di Firefly con un cast diverso.
Potrebbe funzionare solo se trovano il cast giusto, un cast perfetto, capace di far dimenticare quello vecchio.
Il problema è che il cast vecchio di Firefly era perfetto di suo: c'era la perfetta alchimia tra i vari attori, e ognuno di essi era in grado di dare perfettamente ai personaggi le caratteristiche peculiari che li hanno resi tanto amati.
E' molto difficile riuscire a digerire una sostituzione del cast.
Siamo su un altro ordine di fama, ovviamente, ma prova a immaginare se qualcuno proponesse di rifare la Trilogia originale di Star Wars con attori diversi, oppure di rifare Indiana Jones con un altro attore a fare Indiana al posto di Harrison Ford.
Non credo riuscirei a digerire un reboot radicale. Firefly è quella storia, con quell'equipaggio, con quell'atmosfera. Basterebbe un solo cambiamento e non sarebbe più Firefly. A quel punto meglio creare una serie tv nuova, con un altro nome.

 

@Mezzanotte Devo dire la verità: avrei preferito che Serenity (il film) non fosse mai stato fatto. Ovviamente riconosco il grande valore del film nella storia di Firefly e sicuramente ha aggiunto informazioni preziose per capire il mistero fondamentale alla base della trama iniziata con la serie....ma è stata una conclusione forzata, e le conslusioni forzate introducono problemi. Alcune decisioni prese in Serenity (per esigenze imposte dal media cinematografico in sè e non perchè Whedon le ritenesse essenziali per la trama) hanno rovinato le possibilità di un buon proseguio della storia, creando alcune delle complicazioni che oggi rendono più difficile che la serie riparta. L'ideale, per me, sarebbe continuare Firefly come se il film Serenity non fosse mai stato scritto.
E anche l'idea del proseguire la storia molti anni dopo crea un grosso problema di continuity: se ti ricordi, alla fine del film succede qualcosa che impone all'equipaggio una azione immediata, la quale non può essere posticipata di anni e anni senza rovinare, appunto, la continuità della storia.
Scrivere una continuazione ambientata molti anni dopo significherebbe, piuttosto, dover considerare conclusa la storia scritta fin ora e, piuttosto, idearne una del tutto nuova. Ma questo farebbe infuriare molti fan, i quali vogliono sapere come va avanti questa storia.
:)

Prova a immaginare, ad esempio, se un paio di anni fa la Disney avesse dichiarato l'intenzione di produrre Star Wars Episodio VII....senza gli Jedi. Prova a immaginare se avesse proposto di continuare la saga con una storia diversa, dichiarando conclusa quella della battaglia degli Jedi con i Sith, tra il pubblico ci sarebbe stata la rivolta generale. Star Wars (quantomeno la saga principale) è quella storia. Allo stesso modo, Firefly è quella storia.
Come ho risposto ad Alonewolf, dipende tutto da quanto una eventuale nuova storia sia convincente e capace di conquistare il cuore. E' difficile, però, chiure la porta con il passato. Se la gente desidera ardentemente ancora un ritono di Firefly è perchè vuole risposte ai misteri della vecchia storia.

Con i nuovi personaggi sarebbe anche peggio. Non esiste Firefly senza la Serenity e il suo equipaggio. Se cambiasse l'equipaggio staremmo parlando di un vero e proprio Spin Off, non di un Reboot di Firefly. ;-)

The Expanse, comunque, ottima serie. :)
In questi giorni è iniziata la seconda stagione in america.
 

@Latarius la 1a stagione di The Expanse è già disponibile su Netflix Italia. ;-)
Sulla continuazione di Firefly, invece, la pensiamo allo stesso modo. ;-)
Comunque occhio a non farti prendere troppo dall'entusiasmo. Il reboot di Firefly non è in cantiere. Semplicemente il capo della FOX si è detto interessato a un eventuale progetto....che è molto lontano dall'essere realizzabile.

 

@Pippomaster92 Come dicevo a Mezzanotte, l'idea del "tanti anni dopo" dipende molto da come viene gestita, perchè puà creare un serio problema di continuity. E chiudere la storia originale per parlare di un'altra sarebbe un'altra decisione che farebbe innervosire non pochi fan, interessati a vedere come si conclude quella che hanno imparato ad amare.
Serenity conclude la trama solo marginalmente, ma introduce premesse che difficilmente possono essere ambientate "molti anni dopo". E' questo uno dei grossi inghippi del riavvio. Perchè l'equipaggio dovrebbe essersi separato? Insomma, si dovrebbero trovare motivazioni davvero valide. Mi fido decisamente delle capacità creative di Whedon, ma le scelte forzate mi preoccupano sempre molto. Una storia forzata tende sempre a funzionare male.

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
12 minuti fa, SilentWolf ha scritto:

@Latarius la 1a stagione di The Expanse è già disponibile su Netflix Italia. ;-)
Sulla continuazione di Firefly, invece, la pensiamo allo stesso modo. ;-)
Comunque occhio a non farti prendere troppo dall'entusiasmo. Il reboot di Firefly non è in cantiere. Semplicemente il capo della FOX si è detto interessato a un eventuale progetto....che è molto lontano dall'essere realizzabile.

Io parlavo della seconda stagione di The Expanse. Per il resto...

2Late m8! There are no brakes on the Hype Train!

BTW concordo moltissimo con tutto quello che hai detto per quanto riguarda la parte di trama rimasta in sospeso. Sul serio partirebbe una sommossa nel caso si limitassero a skippare in avanti liquidando il tutto tranquillamente. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
47 minuti fa, SilentWolf ha scritto:

Sulla questione "nuovo cast" sono decisamente diviso. Da un lato sono consapevole che riutilizzare il vecchio cast potrebbe creare numerosi ostacoli alla produzione (considerata la grande quantità di giustificazioni che si dovrebbe trovare per far funzionare tutto di nuovo). Dall'altro, però, sento che è praticamente impossibile parlare di Firefly con un cast diverso.
Potrebbe funzionare solo se trovano il cast giusto, un cast perfetto, capace di far dimenticare quello vecchio.
Il problema è che il cast vecchio di Firefly era perfetto di suo: c'era la perfetta alchimia tra i vari attori, e ognuno di essi era in grado di dare perfettamente ai personaggi le caratteristiche peculiari che li hanno resi tanto amati.
E' molto difficile riuscire a digerire una sostituzione del cast.
Siamo su un altro ordine di fama, ovviamente, ma prova a immaginare se qualcuno proponesse di rifare la Trilogia originale di Star Wars con attori diversi, oppure di rifare Indiana Jones con un altro attore a fare Indiana al posto di Harrison Ford.
Non credo riuscirei a digerire un reboot radicale. Firefly è quella storia, con quell'equipaggio, con quell'atmosfera. Basterebbe un solo cambiamento e non sarebbe più Firefly. A quel punto meglio creare una serie tv nuova, con un altro nome.

Guarda ti dirò un nuovo Indiana Jones (inteso come reboot totale della serie) con un attore non Harrison Ford a me andrebbe bene, così come non mi ero preso male per il remake di Ghostbusters al femminile.

Poi sì ovviamente ci vorrebbe un ottimo cast, ma penso questo sia un momento buono per trovare ottimi attori disposti a lavorare nelle serie tv.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Anche io sono di quelli che guardano al futuro: ho apprezzato molto il nuovo Mad Max mentre, di converso, l'ultimo Indiana Jones con Harrison Ford era una cacata galattica.

Mi piacerebbe rivedere il vecchio cast, ovviamente, ma credo conveniamo tutti che ciò sia difficile. E se il dilemma è niente Firefly o qualcosa di Firefly, io propendo decisamente per la seconda. Whedon ci sa fare e sicuramente renderebbe il prodotto godibile, anche se diverso. Anche soltando mettendoci delle citazioni, camei e dei riferimenti alla serie originaria manderebbe in estasi i fan secondo me. E ricordiamoci di sorprendenti riprese di vecchie saghe che si sono rivelati prodotti eccellenti (Battlestar Galactica?)

Il 11/2/2017 alle 19:04, SilentWolf ha scritto:

Devo dire la verità: avrei preferito che Serenity (il film) non fosse mai stato fatto. Ovviamente riconosco il grande valore del film nella storia di Firefly e sicuramente ha aggiunto informazioni preziose per capire il mistero fondamentale alla base della trama iniziata con la serie....ma è stata una conclusione forzata, e le conslusioni forzate introducono problemi. Alcune decisioni prese in Serenity (per esigenze imposte dal media cinematografico in sè e non perchè Whedon le ritenesse essenziali per la trama) hanno rovinato le possibilità di un buon proseguio della storia.

 

Infatti Serenity doveva essere il finale che quelli della Fox gli avevano negato. Era il sassolino che si doveva levare dalla scarpa, non credo avesse intenzione di continuare la saga in futuro. Io il film l'ho adorato, forse perché l'ho scoperto prima della serie TV, ma personaggi e dialoghi mi hanno molto colpito: suggestivi, divertenti, dinamici.  Potrebbe fare una storia incentrata sui Reavers, l'Operativo o persino i tizi con i guanti blu ed io non mi lamenterei.

Share this post


Link to post
Share on other sites

@Alonewolf87 Sì sicuramente ci sono un sacco di ottimi attori là fuori. Il problema è che, quando si tratta di prodotti cult come questi, non basta trovare degli ottimi attori. Devono essere quelli perfetti. ;-)
Il ricordo di Firefly versione originale è troppo fresco. Il confronto con le origini troppo immediato, troppo vivo. Già il pubblico originale ha vissuto un grande trauma a causa della cancellazione della serie. Non accetterà mai un secondo trauma, quello del ripudio del vecchio cast. Io sono anche aperto a nuove vie, ma ho la sensazione che farò parte di coloro che reagiranno con rifiuto, se non verrà presentato un cast assolutamente perfetto, capace di sostituire pienamente il vecchio cast. Purtroppo agli eventuali sostituiti non basterà mai essere ottimi attori. Qui stiamo parlando di un legame emotivo con una storia e con dei personaggi amati. ;-)
Riguardo a Whedon, invece, avevo dimenticato di risponderti su una questione. Lui ha più volte detto che gli sarebbe piaciuto tornare a continuare la serie, ma se c'è qualcosa che si è capito negli anni è che per lui la questione Firefly è decisamente una ferita aperta (basta notare il modo in cui reagisce dopo una domanda al decennale dall'uscita della serie Tv; guardate dal minuto 45:43). Non è tanto una questione di impegni, per lui, quanto una questione personale. Il trauma dell'interruzione forzata, la creazione di una storia a cui si è decisamente legato fin dalle origini, il fallimento al botteghino di Serenity, gli anni passati, le interminabili pressioni dei fan.... Capisco benissimo il discorso del "la televisione non è più quella di una volta". Semplicemente, i motivi che potrebbero spingere Whedon a rifiutare sono più probabilmente di tipo personale, che di tipo produttivo. ;-)

 

@Mezzanotte Il nuovo Mad Max, tuttavia, è uscito esattamente a 30 anni dal 3° episodio. All'uscita di Fury Road, nel 2015, non solo oramai erano presenti persone che nemmeno hanno mai avuto un legame emotivo con la trilogia originale, ma dopo 30 anni il legame emotivo con un film inizia a perdersi e si riesce già di più a considerare la creazione di un nuovo prodotto con più freddezza. Lo stesso è accaduto con Battlestar Galattica. Ma anche in questi casi, dipende molto da quanti e quali elementi cult si vanno a modificare: nonostante i 30 anni passati, il nuovo Ghostbusters è stato, ad esempio, accolto con furia.
Per quel che riguarda Firefly, il legame emotivo del pubblico è ancora troppo forte. Inoltre, come accennavo ad Alonewolf, c'è da considerare che i fan hanno già subito un trauma per via della cancellazione della serie, e quel trauma è ancora fresco. Non è un caso se negli anni si è continuato a chiedere un riavvio di Firefly, nonostante la cancellazione, nonostante i sempre più anni passati.  Il pubblico sente il bisogno di conclusione, sente il bisogno che la serie (ovvero la sua storia e i suoi personaggi) abbia la conclusione che meriti. Credo che ben pochi fan di Firefly accetterebbero una continuazione qualsiasi. Anzi, credo che molti - me compreso - preferirebbero niente Firefly o uno Spin Off con altro titolo, piuttosto che una continuazione che non è una continuazione.

Riguardo a Serenity e alla continuazione della saga, sì, invece c'era l'intenzione di continuare. :)
Serenity è stato scritto appositamente con la speranza di continuare il franchise... con la consapevolezza che sarebbe stato difficile, ma l'intenzione c'era. Il problema fu che la Universal chiese dei compromessi, per rendere la storia appetibile al tipico pubblico di film fantascientifici, il quale doveva poter godere dell'esperienza anche senza aver mai visto la serie tv. E questo costrinse Whedon a prendere delle decisioni che andarono totalmente contro le sue intenzioni originali (Walsh e Book).
 

Riguardo all'idea di creare uno Spin Off (ovvero una storia nello stesso mondo, ma con personaggi del tutto diversi in una storia del tutto diversa)....
Devo dire che preferirei questa scelta a un Firefly con differenti attori. Ciò che ha reso Firefly una serie cult è stata una perfetta atmosfera, ovvero una combinazione perfetta di capacità attoriali, capacità registica, capacità di scrittura, personaggi, ambientazione e storia. Firefly oramai è asattamente quella combinazione.
Se si deve cambiare, meglio cambiare tutto e meglio non chiamare la serie Firefly. Uno Spin Off va bene: nuovi attori, nuovi personaggi, nuova storia, stesso mondo. Non sarebbe Firefly, sarebbe una nuova sfida, ma sarebbe un prodotto che può trovare una sua strada. Ma una modifica a quanto creato nel 2001, tuttavia, non permetterebbe di creare ugualmente davvero Firefly. A meno che, come ho detto ad Alonewolf, non riescano proprio a trovare un altro cast perfetto (cosa davvero difficile, se non impossibile).

Edited by SilentWolf
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

  • Similar Content

    • By Daimadoshi85
      Nonostante le mie aspettative estremamente negative sulla serie e sugli attori, devo ricredermi. Sono alla quinta puntata e sto trovando la trama e la caratterizzazione dei personaggi ben fatta e molto in linea con i libri che ho letto. Non posso esprimermi sui videogame come trama perché non sono mai riuscito a superare il primo capitolo del primo senza che mi andasse a tedio. 
      Qualcuno l'ha visto? Che ne pensate? 
    • By hecce
      Ciao a tutti qualcuno di voi ha guardato Carnival row???' mi sembra la sceneggiatura molto simile ad Eberron ,secondo voi e' probabile che abbiano preso degli spunti???
    • By SilentWolf
      Amazon ha deciso di acquistare Critical Role: The Legend of Vox Machina, la serie animata ispirata alla prima campagna di D&D 5e giocata dal celebre gruppo di Critical Role, composto dal DM Matthew Marcer e dai giocatori Laura Bailey, Taliesin Jaffe, Ashley Johnson, Liam O’Brien, Marisha Ray, Sam Riegel, e Travis Willingham, tutti doppiatori e attori professionisti. Qualche tempo fa Critical Role aveva organizzato una campagna Kickstarter di successo, grazie alla quale era riuscita a raccogliere più di 10.000 dollari e a dare il via al progetto di una stagione composta da 10 episodi. Amazon, tuttavia, ha deciso di finanziare ulteriormente la nuova serie animata, estendendola di altri 14 episodi, per un totale di 24, che verranno suddivisi in due stagioni distribuite su Amazon Prime Video a partire dall'autunno del 2020. L'accordo tra Amazon e Critical Role, inoltre, prevede la creazione di ulteriori nuove serie tv che verranno rilasciate sempre su Amazon Prime Video in futuro.

      The Legend of Vox Machina racconterà le gesta di un gruppo di sette avventurieri ubriaconi che intraprendono una missione per salvare i reami da mostri terrificanti e forze magiche oscure, fino a scoprire di essere diventati nel frattempo una famiglia. I personaggi della serie animata saranno doppiati dagli stessi esponenti di Critical Role, ovvero coloro che ne interpretano le vesti nella campagna di D&D e che nella serie tv assumeranno anche il ruolo di produttori esecutivi (potranno, dunque, dire la loro sullo sviluppo creativo della serie).
      Se ve la siete persa, eccovi qui di seguito la sigla del cartone:
      Fonti:
      https://www.enworld.org/threads/critical-role-amazon-orders-2-seasons-of-the-legend-of-vox-machina.668369/
      https://tv.badtaste.it/2019/11/critical-role-the-legend-of-vox-machina-amazon-ordina-due-stagioni-della-serie-animata/
    • By SilentWolf
      La serie animata tratta dalla campagna di ruolo giocata da Critical Role sarà distribuita su Amazon Prime Video.
      Amazon ha deciso di acquistare Critical Role: The Legend of Vox Machina, la serie animata ispirata alla prima campagna di D&D 5e giocata dal celebre gruppo di Critical Role, composto dal DM Matthew Marcer e dai giocatori Laura Bailey, Taliesin Jaffe, Ashley Johnson, Liam O’Brien, Marisha Ray, Sam Riegel, e Travis Willingham, tutti doppiatori e attori professionisti. Qualche tempo fa Critical Role aveva organizzato una campagna Kickstarter di successo, grazie alla quale era riuscita a raccogliere più di 10.000 dollari e a dare il via al progetto di una stagione composta da 10 episodi. Amazon, tuttavia, ha deciso di finanziare ulteriormente la nuova serie animata, estendendola di altri 14 episodi, per un totale di 24, che verranno suddivisi in due stagioni distribuite su Amazon Prime Video a partire dall'autunno del 2020. L'accordo tra Amazon e Critical Role, inoltre, prevede la creazione di ulteriori nuove serie tv che verranno rilasciate sempre su Amazon Prime Video in futuro.

      The Legend of Vox Machina racconterà le gesta di un gruppo di sette avventurieri ubriaconi che intraprendono una missione per salvare i reami da mostri terrificanti e forze magiche oscure, fino a scoprire di essere diventati nel frattempo una famiglia. I personaggi della serie animata saranno doppiati dagli stessi esponenti di Critical Role, ovvero coloro che ne interpretano le vesti nella campagna di D&D e che nella serie tv assumeranno anche il ruolo di produttori esecutivi (potranno, dunque, dire la loro sullo sviluppo creativo della serie).
      Se ve la siete persa, eccovi qui di seguito la sigla del cartone:
      Fonti:
      https://www.enworld.org/threads/critical-role-amazon-orders-2-seasons-of-the-legend-of-vox-machina.668369/
      https://tv.badtaste.it/2019/11/critical-role-the-legend-of-vox-machina-amazon-ordina-due-stagioni-della-serie-animata/
      Visualizza articolo completo
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.