Jump to content

Interpretare un Drago - Come rendere memorabile questo incontro


Demetrius

Recommended Posts

Salve a tutti ragazzi, iniziamo con il mio primo vero post (non conto quello di presentazione che non serve a molto se ci si vuole conoscere)! =)

Attualmente sono alla mia prima esperienza da DM, senza avere mai giocato prima a D&D.

Con il mio gruppo stiamo giocando la storyline "Lost mine of Phandelver".

Senza fare troppi spoiler sono rimasto turbato dal fatto che sul manuale di questa campagna, oltre alle statistiche (come la difficoltà dell'incontro cioè CR 8), non ci sono veri consigli su come interpretare il Drago o giocarlo astutamente durante il combattimento (si trovano solo poche frasi su questi argomenti). Non possiedo il Monster Manual.

Non sono mai stato giocatore di D&D ma immagino che l'incontro con un drago si meriti di essere qualcosa di epico! Deve essere una delle cose più  evocative che questo gioco propone.

Ovviamente la domanda che segue si rivolge a tutti i master di qualsiasi edizione (se certo mi date qualche consiglio tecnico su cosa fare con le regole della 5e a me non dispiace affatto).

Come rendere un sogno ad occhi aperti questo incontro?

I draghi sono astuti?

Evitano lo scontro oppure sono spavaldi in quanto si credono esseri superiori?

Hanno particolari tattiche che li rendono diversi da sacche di Hit Points?

Sono letali (ho al tavolo 4 pg di livello 3) e non risparmierebbero nemmeno un avversario valoroso?

Insomma vorrei sentire il vostro parere da master esperti. Mi piacerebbe rendere la cosa interessante per i miei giocatori!

Link to comment
Share on other sites


Facciamo un attimo chiarezza su un punto: non ci sono risposte assolute, semplicemente perché i draghi, così come qualunque elemento di gioco, dipendono dall'ambientazione, e ogni Master può crearsi la propria.
Un Master esperto potrà dirti come lui farebbe agire un drago, ma non c'è una vera risposta giusta.

Se vuoi sapere come si comportano i draghi da manuale, ti serve, appunto, il manuale... Al limite possiamo leggerlo noi per te e farti un riassunto, eventualmente aggiungendo un po' di pareri personali.

Ora, stando a quanto riporta il manuale, ti dico la mia.
Quel drago è parecchio più forte dei pg, quindi se lo vanno a disturbare potrebbe divertirsi nel terrorizzarli e farli scappare. Se sono recidivi nel rompere i cosiddetti, un bel soffio in faccia e passa la paura.
Tattiche particolari in combattimento non dovrebbe averne, e se anche le avesse, non le userebbe contro 4 miseri insetti.
Se nel gruppo c'è un elfo, potrebbe attaccare subito e mangiarselo, essendone ghiotto, magari sotto gli occhi degli altri, sfruttando l'occasione per spaventarli.
In ogni caso non vorrebbe ucciderli tutti, li lascerebbe scappare per diffondere il più possibile la paura.
Se i pg danno l'impressione di essere forti, o comunque persone di una qualche rilevanza sociale, il drago potrebbe prendere in considerazione l'idea di assoggettarli al proprio volere tramite il terrore, per poi usarli come schiavi per i suoi malvagi scopi, o anche solo per il piacere di farlo.
In generale i draghi verdi sono astuti e infidi, abili ingannatori, ma non vale la pena perdere tempo con gente debole.

In effetti più che un sogno sembra un incubo. Be' emozionante è emozionante, no? :lol:

  • Like 2
Link to comment
Share on other sites

:joy::joy::joy:

L'ultima parte è proprio quello che volevo sentirmi dire!

solo 2 note:

1) Tattiche particolari: non intendevo chissà quali strategie (non gioco con una griglia), volevo anzi raccogliere in questa voce tattiche banali come il fatto di tenersi in volo per non farsi colpire da spadate, oppure il classico attacco in picchiata (al costo dell'attacco opportunità quando il drago si allontana) pur di fare tremare i giocatori quando il drago si avvicina! XD Intendevo le classiche cose per "Fare Scena", per soddisfare la difficoltà che il giocatore si aspetta di incontrare, proprio per non fare sembrare il Drago sembrare  come dicevo prima) una "sacca di Hit Point". Volevo proposte si qualcosa che potesse renderlo REALE, UNICO e TEMIBILE. Tipo una serie di idee per non rendere l'incontro statico! :grin:

2) Non capisco Azer, "parecchio più forte" che significa? Non rischio di ucciderli, no?? Non credo che i creatori dell'avventura potrebbero mettere una sfida che non può essere affrontata.. Sbaglio?? (si vede che non ho mai giocato a D&D, evidentemente non ho ancora chiaro cosa significa scontro bilanciato se mi sbaglio su questo ultimo punto)

 

In ogni caso l'avventura prenderebbe una stupenda piega se il Drago riuscisse a convincere i PG ad una collaborazione per far fuori una fazione presente nella stessa zona (chi ha letto l'avventura sa di cosa sto parlando). Fa tantissima storia ed in più fa prendere ai PG una posizione su chi aiutare e, di conseguenza, chi mettersi contro! Mi piace proprio questa trovata! =)

Non sapevo che i draghi verdi fossero astuti e infidi oltre che abili ingannatori: questo non è chiaro immediatamente quando si legge (anzi manco si capisce bene perché vuole quel posto disabitato come dominio personale). Lo starter set non dovrebbe fornire tutto ciò che serve?? Perché non aggiungere qualcosa sul carattere dei draghi verdi? XD

Io comunque uso l'ambientazione proposta nello starter set visto che mi hanno detto essere la cosa migliore per cominciare, ignoro dunque le altre risposte possibili.

Grazie mille della risposta comunque, la seconda parte con suggerimenti concreti sul  carattere del drago verde e possibili risvolti è stata illuminante! 

 

Link to comment
Share on other sites

Ciò che non è scritto è a discrezione del Master, che ha potere sull'ambientazione. Tutto ciò che non è specificato te lo puoi bellamente inventare.
Non prendere come oro colato quello che dice il manuale: il drago della tua campagna può anche essere stupido e non saper parlare, per dire.

Per quanto riguarda le tattiche, non saprei... Ricorda che hai potere descrittivo sulle sue mosse, quindi con un po' di impegno puoi rendere particolare (e spaventosa) ogni sua azione. Non che ci sia bisogno di fare granché, direi che un morso da 15 danni (e un soffio da 42) parlino da soli. :-D

E così veniamo al prossimo punto: sì, il drago è molto forte, se noti il suo GS è di gran lunga superiore alla media dei mostri dell'avventura.
Se li becca tutti con il soffio, be', è stato bello... Insomma i pg devono giocarsela bene (tipo stando separati e facendo aggrare il nano, se riescono, e se c'è un nano), e la probabilità che ci scappi il morto è tutt'altro che nulla.
Ma è normale: nell'intenzione dei creatori, i giocatori dovrebbero cercare di immedesimarsi nei pg, e vedere il mondo intorno come un mondo, appunto, e non come uno spazio creato ad hoc per la propria avventura. Se si buttano addosso al drago pensando che ogni sfida sia alla loro portata, allora c'è qualcosa che non va nel vostro stile di gioco. Non perché sia sbagliato a propri (ci sono tanti modi di divertirsi e ci vorrebbe una discussione a parte per parlare di questo, anzi ce ne sono già, e fin troppe), ma perché non è lo stile presupposto dai creatori dell'avventura. I pg hanno tanti modi per capire che il drago è pericoloso, se ricordo bene uno di loro lo sa da background, addirittura; possono tranquillamente scegliere di non averci nulla a che fare (possono farlo con qualunque cosa in realtà, a meno di railroad, ma si torna al discorso dello stile di gioco).

Per concludere, siccome non avevo capito che fosse la tua prima esperienza con il gioco, ti consiglio l'ottimo blog di Stroy, leggendo il quale potrai migliorare le tue skillz di Master :)

  • Like 2
Link to comment
Share on other sites

Grazie dei consigli sul blog. Ho dato già un'occhiata e mi piace!

Hai perfettamente ragione sul mondo! Il mondo di gioco deve assolutamente dotato di vita propria. Non deve essere costruito sui PG.

Non è proprio la mia prima esperienza in assoluto, è la mia prima esperienza a D&D. Ho fatto il narratore a vampiri per circa un anno e mezzo, tutta la camarilla e sabbat (a parte gli ultimi arrivati) erano più potenti dei giocatori, bisogna assolutamente usare la testa in questi casi se si vuole sconfiggere tali nemici. Quasi tutti i PNG in vampiri avevano un GS infinitamente più alto dei personaggi.

In questa avventura, per come sembra concepita, è tutto diverso.

Il problema del drago è che è un PNG particolare: è un mostro epico, più personaggi sono interessati a lui, e sembra che il rettile non abbia nessuna intenzione di lasciare la sua tana! Insomma mi sembra che qui i creatori abbiano suggerito una soluzione univoca: sconfiggilo altrimenti non si schioda dalla tana! Vedo poca varietà di approcci nella soluzione originale! Ecco perché ho chiamato in causa il bilanciamento. Esso diventa qui strumento necessario per giungere a una risoluzione che da quanto scritto nel modulo, passa solo per la sconfitta del Drago o del party di avventurieri.

In ogni caso il problema di bilanciamento adesso non si pone più perché grazie ai tuoi suggerimenti su come ragiona un drago verde (cavolo potevano mettere qualcosa di alternativo al semplice scontro sul modulo dell'avventura) ci sono un ventaglio di soluzioni possibili sia prima che dopo il combattimento. Ho capito che non per forza una delle due forze deve cessare di esistere! L'hai detto tu no? "non vorrebbe ucciderli tutti, li lascerebbe scappare per diffondere il più possibile la paura"!

Mi piace entrare nella psicologia dei mostri, proprio per capire come interpretarli, a questo punto chissà che carattere ha un drago rosso! E un drago giallo? Uno viola in cosa differisce dai precendenti? Sono troppo curioso! Almeno per quest'avventura sono soddisfatto.

Con l'astuzia dei personaggi (magari sfruttando proprio la superbia del drago) o qualche patto sconveniente (proposto dal Drago invece di eliminare i personaggi) adesso mi sembra che il pericolo può essere superato! Il CR potrebbe a questo punto essere un abisso, non importa più! :grin: 

Link to comment
Share on other sites

Se vuoi indicazioni su come interpretare un mostro (ripeto, non ne hai bisogno, puoi inventare) compra il manuale: c'è tutto quello che vorresti leggere. :)

Comunque i pg non sono mica obbligati ad averci a che fare; io l'ho masterata quell'avventura e quando i pg hanno saputo della presenza del drago se la sono squagliata e basta.
Sconfiggere il drago è una possibile sotto-quest, ma ce ne sono tante altre.
Se non sbaglio lo stesso Mearls aveva consigliato di non affrontarlo, in un tweet...

Link to comment
Share on other sites

Mmmh.. Allora il manuale dei mostri farebbe al caso mio, è la prima ambientazione fantasy che gioco! E non ho letto fantasy classici (almeno per adesso) :joy:

Mi sa che o compro il manuale dei mostri o compro le cronache di dragonlance, così vediamo come si comportano le creature in un mondo fantasy classico. Io qui ho preso il drago perché è stato il protagonista del mio dubbio; ma in generale penso proprio che ogni creatura si meriti di essere interpretata al meglio! Giusto per dare un poco di tridimensionalità attorno al tavolo. 

Mi fa molto piacere che tu l'abbia masterata, già dai consigli che hai dato si intuiva che avevi giocato un drago verde da qualche parte! :grin:

Mi sa che quel drago è meglio non affrontarlo in combattimento è stop! Grazie di avermi raccontato la tua esperienza e di tutti questi consigli!

 

Link to comment
Share on other sites

Puoi posticipare l'acquisto del manuale dei mostri e scaricare questo:

http://www.editorifolli.it/f/next/nextbestiario5_1.pdf

E' la traduzione in italiano del manuale dei mostri, mancano solo alcuni mostri iconici e coperti di copyright (un totale di 3 o 4, penso).

Certo, il manuale dei mostri originale è stupendo da sfogliare, il miglior manuale dei mostri mai prodotto secondo me, quindi tienilo come possibile acquisto futuro.

Link to comment
Share on other sites

Il drago è un incontro superiore alla capacità dei personaggi, penso ci sia anche scritto da qualche parte. L'idea di insegnare i giocatori che non tutte le sfide sono fatte su misura per loro, e se lo affrontano le possibilità di morire sono assicurate. In modo migliore di gestirlo probabilmente è con un incontro diverso da uno di combattimento. Fai capire i tuoi giocatori che il drago è troppo forte per loro e non partire con tattiche assassine tipo soffio, fai parlare il drago, fallo giocare al gatto col topo, ea seconda dicendo di sì qualsiasi proposta di trattativa o fuga dei giocatori, naturalmente facendogliela sudare.

Il comportamento del drago, più che seguire qualche stereotipo proposto dai manuali o da noi, dovrebbe essere funzionale a questo tipo di incontro. Qualsiasi carattere che non lo rende uno schizofrenico pazzo omicida va bene, dal sadico crudele che gioca con le vittime dominatore dotato di astuzia tattica e volontà di dominio. Allo stesso modo, il comportamento del drago non dovrebbe seguire le indicazioni dell'avventura ma la strada dove l'avventura ti porta. Se i giocatori vogliono averci a che fare, ignora il fatto che l'avventura dice che non lascia mai la torre e fagli fare quello che sarebbe più divertente, ovviamente evitando di approfittarne per punire i giocatori.

Quanto alle Cronache di Dragonlance, piuttosto prendi l'ebola.

  • Like 3
Link to comment
Share on other sites

2 ore fa, Balseraf ha scritto:

Puoi posticipare l'acquisto del manuale dei mostri e scaricare questo:

http://www.editorifolli.it/f/next/nextbestiario5_1.pdf

E' la traduzione in italiano del manuale dei mostri, mancano solo alcuni mostri iconici e coperti di copyright (un totale di 3 o 4, penso).

Certo, il manuale dei mostri originale è stupendo da sfogliare, il miglior manuale dei mostri mai prodotto secondo me, quindi tienilo come possibile acquisto futuro.

Grazie mille per questa notevole risorsa! Finalmente ho trovato la descrizione che cercavo e che mi è stata riferita dall'utente Azer!

 

21 minuti fa, The Stroy ha scritto:

Il drago è un incontro superiore alla capacità dei personaggi, penso ci sia anche scritto da qualche parte. L'idea di insegnare i giocatori che non tutte le sfide sono fatte su misura per loro, e se lo affrontano le possibilità di morire sono assicurate. In modo migliore di gestirlo probabilmente è con un incontro diverso da uno di combattimento. Fai capire i tuoi giocatori che il drago è troppo forte per loro e non partire con tattiche assassine tipo soffio, fai parlare il drago, fallo giocare al gatto col topo, ea seconda dicendo di sì qualsiasi proposta di trattativa o fuga dei giocatori, naturalmente facendogliela sudare.

Il comportamento del drago, più che seguire qualche stereotipo proposto dai manuali o da noi, dovrebbe essere funzionale a questo tipo di incontro. Qualsiasi carattere che non lo rende uno schizofrenico pazzo omicida va bene, dal sadico crudele che gioca con le vittime dominatore dotato di astuzia tattica e volontà di dominio. Allo stesso modo, il comportamento del drago non dovrebbe seguire le indicazioni dell'avventura ma la strada dove l'avventura ti porta. Se i giocatori vogliono averci a che fare, ignora il fatto che l'avventura dice che non lascia mai la torre e fagli fare quello che sarebbe più divertente, ovviamente evitando di approfittarne per punire i giocatori.

Quanto alle Cronache di Dragonlance, piuttosto prendi l'ebola.

Esattamente, c'è scritto sullo starter set! :grin:

L'incontro è innegabilmente tosto (vedere il CR me lo ha fatto intuire)! Il discorso è che non avendo molta esperienza con D&D non sapevo che poteva essere mortale per gli eroi! XD

Meglio seguire quindi i consigli tuoi e di Azer, farlo agire come una creatura che cerca di corrompere (e non di distruggere) tutto ciò che vede! Se, come dici tu, non gestiamo l'incontro come combattimento ho già qualche idea sulle proposte/capricci del Drago al gruppo di eroi. La torre se i PG sono bravi la lascia, ma per un rifugio migliore! Muhahah! Visto che il drago è giovane voglio sottolineare quanto sia avido, arrogante e ambizioso. Proprio come dici tu voglio farlo "giocare al gatto col topo"! Mi sta già piacendo un casino pensare a questo incontro, non vedo l'ora di giocarlo! Voglio proprio interpretare un Drago! Vi invidio per averlo già fatto al contrario del sottoscritto, deve essere molto stimolante e sfidante!

Grazie inoltre per la chiarezza su quello che riguarda le Cronache di Dragonlance! :joy: 

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
×
×
  • Create New...