Jump to content

Benvenuto in Dragons’ Lair

La più grande e attiva community italiana sui giochi di ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Classe Armatura in Dungeons & Dragons 5E

In questo articolo analizziamo i maggiori cambiamenti alla Classe Armatura nella Quinta Edizione di Dungeons & Dragons.

Read more...

Personaggi di Classe - Collegio Bardico: Collegio del Metal

Nel secondo appuntamento con HicksHomebrew conosceremo un collegio bardico che insegna a cantare in growling e a realizzare potenti assoli. Preparatevi a pogare!

Read more...

Il Manuale dei Sandbox

In questo articolo di Gareth Ryder-Hanrahan vedremo un metodo particolare per la creazione di un sandbox. 

Read more...

Waterdeep: il Furto dei Dragoni. Remix - Parte 1B: Altre fazioni

Proseguiamo nel remix proposto da The Alexandrian dell'avventura Waterdeep: Il Furto dei Dragoni.

Read more...

Critical Role: The Legend of Vox Machina - A Breve in Uscita La Serie

Ci siamo quasi! In esclusiva su Amazon Prime Video, il 28 Gennaio avrà inizio la serie animata fantasy "The Legend of Vox Machina", basata sull'incredibile campagna di Dungeons & Dragons giocata dai ragazzi di Critical Role.

Read more...

Manuale del Giocatore II


Longino
 Share

Vi piace questo nuovo manuale?  

23 members have voted

  1. 1. Vi piace questo nuovo manuale?

    • Si, decisamente! Lo consiglio a chiunque!
      13
    • Si, ma potevano far meglio!
      4
    • No, buona l'idea, ma poteva essere fatto meglio.
      1
    • No. E' decisamente superfluo e tutt'altro che indispensabile.
      1
    • Un manuale come tanti altri.
      4


Recommended Posts

Ciao ragazzi, è possibile trovare in giro il manuale del giocatore II quindi mi sembra doveroso aprire un topic in cui discutere di questa novità.

Secondo voi com'è questo manuale? E' utile?

Dopo uno sguardo rapido devo dire a me sembra abbastanza sottotono.

Voglio dire, ok... presenta alcune nuove classi, ok... da spunti sulle classi base... ok, ha una vagonata di talenti e nuove magie... ma a parte questo?

Voglio dire, le nuove classi mi sembrano solo un modo come un altro per sopperire alla mancanza di fantasia dei giocatori, visto che sono facilmente ottenibili mischiando le classi base. Non parliamo poi degli "spunti" per le classi base, che non sono altro che la conferma a questo mio pensiero... e danno proprio l'impressione d'essere state incluse per mancanza d'alternative valide!

Talenti e magie... boh, le solite novità per chi ama avere tutte le opzioni a questo mondo, ma sinceramente non ne sentivo il bisogno.

Insomma, da un po di tempo a questa parte trovo i lavori della WTC un po' "sotto tono", delle pure manovre commerciali insomma. Voi che ne dite, che impressioni v'ha fatto questo manuale?

Link to comment
Share on other sites


Io ancora non l'ho visto perché ancora non ce l'ho :-D

Però mi sembra di capire che ci siano alcune cosette ineteressanti (nuovi feats, nuove classi...)

Aspetterò di aver modo di guardarlo meglio per potervi dire.

Ciao ciao :-D

Link to comment
Share on other sites

Io ancora non l'ho visto perché ancora non ce l'ho :-D

Però mi sembra di capire che ci siano alcune cosette ineteressanti (nuovi feats, nuove classi...)

Aspetterò di aver modo di guardarlo meglio per potervi dire.

Ciao ciao :-D

Beh nonostante non lo abbiano tutti posso dire che non può essere considerato superfluo, dato che arricchisce ulteriormente il mondo di D&D.

Comunque nonostante non ci siano moltissime innovazione non è niente male... Lo consiglio:-D

Link to comment
Share on other sites

Ho votato x "No, buona l'idea, ma poteva essere fatto meglio"

Mi piace la parte relativa alla caratterizzazione della personalità... per il resto non credo si senta la mancanza di nuove classi, tantomeno di CdP. Ce ne sono fin troppe.

Considerandolo un manuale per giocatori avanzati, preferivo fosse più rivolto al miglioramento del roleplay.

Per dirne una potevano approfondire le caratteristiche mentali che avrebbero un peso nell'interpretazione come dicevo in questo post, ma è solo un esempio.

Alla fine pare che sia la solita uscita Wizard che strizza l'occhio ai Power Player per fare cassa. :lol:

Link to comment
Share on other sites

Beh nonostante non lo abbiano tutti posso dire che non può essere considerato superfluo, dato che arricchisce ulteriormente il mondo di D&D.

Comunque nonostante non ci siano moltissime innovazione non è niente male... Lo consiglio:-D

:think: Mai detto fosse superfluo :think:

Anzi contavo di accattarlo al più presto... ;-)

Vediamo di far capire (quelli che già lo hanno) anche a quelli come me (che lo vorrebbero) se vale la spesa o meno ;-)

Ciao ciao :-D

Link to comment
Share on other sites

Dipende da cosa cerchi in un manuale...

Il PHB2 espande direttamente il materiale presente nel PHB, offrendo opzioni, aggiunte e chiarimenti sulle stesse cose che sono presenti nel manuale base: classi, talenti, incantesimi...

C'è anche l'importante capitolo sulla caratterizzazione del personaggio e sull'interpretazione della personalità che è la soluzione della principale mancanza del precedente manuale, con in più le aggiunte riguardo le affiliazioni e la ricostruzione di un personaggio per cambiare alcune scelte fatte in precedenza...

Non ci sono CdP e oggetti magici in questo manuale, dato che non erano presenti neanche sul PHB, quindi non è utile per chi cerca tali cose...

Rispetto alla DMG2 è più utile come manuale, essendo rivolto sia ai DM che ai giocatori, ma come tutti i manuali non-core è puramente opzionale...

Ciò non toglie, comunque, che rispetto alla media dei manuali opzionali sia di qualità e utilità decisamente superiori...

P.S. Sarà difficile che la versione italiana esca prima di un paio d'anni...

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

puzza di operazione spilla soldi da un miglio nautico di distanza.

Magari, per un giocatore che non ha comprato i mille manuali usciti fino a questo punto ma vuole un po' di spunti e idee acquistandone uno solo, il MdG II potrebbe risultare interessante.

Link to comment
Share on other sites

nahh, raga, e non lo sico xchè li vendo!:rolleyes: ..il manuale del giocatore2 e quello del DM2 sono una chicca unica e chiunque gioca a D&D deve averli!...su tutti il manuale del DM2 (da quando ho quello ormai non uso + il amnuale del DM!)

tralascaindo le mille classi nuove e talenti (teamwork skill benefist)(cmq bellissimi: finalmente qualcosa x specializzarsi negli scudi!!!), avete letto delle tecniche di gruppo x l'uso delle skill? (specializzarsi nei sistemi x combattere con magie, perlustrare porte, fare il campo, curarsi, muoversi!!!)

e la possibilità di riaddestrare il pg nell'uso delle armi! bellisssimo!

x non parlare dell'addestramento e l'uso dei maestri e tutori che supportano con la loro presenza i pg a livello basso!

tutto questo è quello che si cercava dal sistema (non regole opzionali come in arcani rivelati, ma opzioni che contemplano aspetti della campagna che non esistevano!)

non mi dilungo poi sul DM2 manual che proietta e descrive tutte le possibilità di avventura e azioni particolari, sulle diverse ambientzioni e situazioni che si possono far vivere ai pg e sull'incredibile numero di spunti ed idee che fornisce x creare qualcosa di diverso!

troppo lungo e bello x spiegarlo a semplici paroole!

quindi io ho votato il massimo e se non avete problemi in inglese , non vi invito, vi consiglio vivamnte di acquistare questi 2 manuali , era da un bel pò di supplementi che non usciva così tanta e bella roba!!!

Link to comment
Share on other sites

Tralasciando il fatto che in altre discussioni questo manuale sia stato già soprannominato "il manuale delle gabole"...

Io parto da una semplice considerazione. Non metto in dubbio che in questo o in altri manuali ci possano essere cose ed idee interessanti, ma per quello che mi riguarda, la 3.0 e la 3.5 hanno già troppe regole, aggiungerene di ulteriori non mi ispira...mi spiego.

Detto in maniera spero più chiara, più regole ci sono meno spazio lasci alla fantasia....se c'è una cosa che mi piace nel D&D, quando gioco con gli amici, è quando, volontariamente ma più spesso involontariamente, si vengono a creare situazioni non previste che sorprendono il master e/o i giocatori....e il bello è sbizzarrire la fantasia per trovare una risposta o una soluzione ad una non prevista dai manuali.....se continuiamo così praticamente tutto sarà previsto e codificato da regole e quando ti trovi in una situazione si dirà "guarda in uno dei 28 manuali che abbiamo c'è la spiegazione su come le regole dicono che dobbiamo comportarci"...io preferisco trovarmele da solo le soluzioni, è più divertente :-) Se poi lo si acquista o lo si prende comunque in considerazione perché ci sono regole gabola per far avere ai picchiatori volontà da maghi e a maghi riflessi da ladro ecc ecc...beh è un altro paio di maniche......ognuno utilizza le risorse disponibili come meglio crede e nel modo più appropriato per le modalità di gioco suo e del proprio gruppo :-)

ciao

Link to comment
Share on other sites

Pare proprio un bel manuale, ricco di novità e miglioramenti. :-)

Visto che è un manuale importante, dite che lo tradurranno con più rapidità? :-p

Lo conosco l'inglese, ma leggere in italiano è più piacevole, senza dubbio; e poi, visto che c'è gente che di lavoro traduce i manuali ... che lo faccia mannaggia mannaggina! :rolleyes:

Link to comment
Share on other sites

Tralasciando il fatto che in altre discussioni questo manuale sia stato già soprannominato "il manuale delle gabole"...

Io parto da una semplice considerazione. Non metto in dubbio che in questo o in altri manuali ci possano essere cose ed idee interessanti, ma per quello che mi riguarda, la 3.0 e la 3.5 hanno già troppe regole, aggiungerene di ulteriori non mi ispira...mi spiego.

Detto in maniera spero più chiara, più regole ci sono meno spazio lasci alla fantasia....se c'è una cosa che mi piace nel D&D, quando gioco con gli amici, è quando, volontariamente ma più spesso involontariamente, si vengono a creare situazioni non previste che sorprendono il master e/o i giocatori....e il bello è sbizzarrire la fantasia per trovare una risposta o una soluzione ad una non prevista dai manuali.....se continuiamo così praticamente tutto sarà previsto e codificato da regole e quando ti trovi in una situazione si dirà "guarda in uno dei 28 manuali che abbiamo c'è la spiegazione su come le regole dicono che dobbiamo comportarci"...io preferisco trovarmele da solo le soluzioni, è più divertente :-) Se poi lo si acquista o lo si prende comunque in considerazione perché ci sono regole gabola per far avere ai picchiatori volontà da maghi e a maghi riflessi da ladro ecc ecc...beh è un altro paio di maniche......ognuno utilizza le risorse disponibili come meglio crede e nel modo più appropriato per le modalità di gioco suo e del proprio gruppo :-)

ciao

Nella maggior parte dei manuali accessori, questo compreso, non ci sono regole aggiuntive.

Magari ci sono nuovi talenti, classi, armi, mostri, etc.. ma le regole restano quelle dei core book, e una determinata situazione la sbrighi sempre usando quelle regole ;-)

Link to comment
Share on other sites

HAi ragione jazar, mi sono espresso male, in realtà non è una questione di regole, cioè io per regole intendevo la quantità industriale di cose da considerare e ricordare, che variano per singolo PG grazie anche alle sempre più numerose "gabole" ad personam, che costringono a considerare molte più variabili di una volta. Fino a poco tempo fa certe regole erano uguali per TUTTI i pg, poi con l'avvento di nuovi talenti, nuove interpretazioni ed usi delle abilità, nuovi oggetti magici, nuove razze, nuove classi e loro combinazioni, ci si è ritrovati nella condizione di complicarsi il gioco invece che di sveltirlo. Mi diverto, sia in 3.0 che in 3.5 ma considero l'aumento del numero dei manuali disponibili come una complicazione non una semplificazione del gioco. Noi il problema non lo abbiamo nemmeno poiché il master ha deciso di concedere opzioni tratte esclusivamente da manuali in italiano e quindi, dal mio punto di vista, mi va più che bene. Più è complesso un meccanismo più è facile che si rompa, minori sono le parti e più semplice è il meccanismo, maggiore è lka probabilità che funzioni bene e a lungo. Troppi manuali sopperiscono alla mancanza di fantasia delle persone ma tutto questo è solo una mia personale opinione. Io, se dipendesse da me, il gdr lo vedrei, senza dadi, senza PE e con una master che seduto insieme a dei suoi amici cominciasse la sessione di gioco dicendo : "facciamo che tu sei elfo bellissimo e gentile......" :-)

ciao

Link to comment
Share on other sites

Non c'è nessun obbligo a comprare i nuovi manuali, soprattutto se credi che la variabilità sia necessariamente sinonimo di complessità.

Alla fine ognuno è libero di basarsi solo su manuali base, solo su alcune espansioni, su tutti i manuali, sul materiale anche non ufficiale, oppure su qualsiasi cosa dopo un'attenta revisione.

Questa secondo me è una libertà in più, che può sia andare bene a chi difetta di fantasia, come dici tu, ma sia a chi gioca forsennatamente da secoli e vuole provare a cambiare un po' le carte in tavola e sperimentare cose nuove.

Ripeto, non c'è nessun obbligo a comprare tutti 'sti manuali... ;-)

Link to comment
Share on other sites

Vero, Shar...

Ma cambiare le carte in tavola lo potevi fare,e lo puoi fare, anche senza i manuali...con un po' di fantasia :-)

La Wizard è una società che deve fare soldi e li fa creando tonnellate di materiale sfruttando soprattutto il target commerciale giovane. E' vero che non c'è nessun obbligo a comperare questi manuali, tantopiù che se fra noi, come so esserci, ci sono dei giocatori che amano anche i tornei, nella totalità dei casi questi manuali opzionali non vengono e non possono essere neanche presi in considerazione.

La wizard fa un discorso molto furbo, e lo fa giustamente, visto che è nata per fare soldi e soldi deve fare. Sul loro sito riescono a capire, tramite le domande per le FAQ e le richieste al Sage, cosa interessa di più ai giocatori sparsi per il mondo. Quello che vedono di base è che nella maggior parte dei casi (basta leggere le domande) i giocatori vanno verso il cosiddetto PP (e va anche bene, basta che ci si diverta, non voglio aprire l'ennesima discussione su PP o non PP). Quindi la Wizard cosa fa, giustamente.....poiché sa che anche lì, nella maggior parte dei casi, tranne quando il gruppo è molto affiatato, si discute sul fatto se sia lecito o meno "gabolare" le regole, con discussioni del tipo "perché a lui il master ha concesso questo, perché lui lo può fare e io no....ecc ecc", piano piano, tramite il sito, la Wizard capisce cosa vuole evidentemente la maggior parte dei giocatori e si adegua, e visto che in tanti chiedono danni con la saggezza, tiri volontà più alti per i picchiatori, classi miste mezze ninja mezze samurai mezze ladri mezzi maghi ecc ecc.... ecco i vari manuali di espansione con realizzate UFFICIALMENTE le richieste di molti dei giocatori, che così possono realizzare il sogno di creare una cosa supportata dalle REGOLE.....così nessun altro giocatore si può lamentare con lui, lo dicono le regole.............è scritto sul manuale!!! :-)

Questa è solo una delle tante interpretazioni che si possono fare.....ma, dal mio modo di vedere e ragionare, non la vedo così lontana dalla realtà ;-)

ciao

Link to comment
Share on other sites

Guest
This topic is now closed to further replies.
 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.