Jump to content

Benvenuto in Dragons’ Lair

La più grande e attiva community italiana sui giochi di ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Cosa c'è di Nuovo su Kickstarter: CY_BORG, Il Mulino e il Gigante, New Edo

Andiamo a scoprire assieme le novità in campo GdR attive in questi giorni su Kickstarter.

Read more...

Una Breve Storia dei Blocchi delle Statistiche dei Mostri

In questo articolo vengono analizzate le principali variazioni che i blocchi delle statistiche dei mostri di D&D hanno subito nel tempo.

Read more...

Ragionando sui Viaggi nelle Terre Selvagge - Parte 2

In questa seconda parte vedremo come aggiungere maggiore complessità ai nostri itinerari.

Read more...

La casa degli orrori

Gareth Ryder-Hanrahan ci presenta una breve idea per una serie di nuovi nemici di Fear Itself legati ad una casa degli orrori fin troppo reale...

Read more...

Le terre selvagge di Dembraava - Parte 1

GoblinPunch ci fa intravedere un altro squarcio nel suo mondo peculiare e bizzarro.

Read more...

Diamoci le botte


Morken

Recommended Posts

Dato che si discute allegramente di cosa va e non va nei torn ei sollevo un'altra perplessità.

Premetto che non parlo a livello eprsonale, il mio personaggio è un bardo che sa faer tutto tranne picchiare, ma prendo spunto da altri pg che ho visto.

Isomma, chi punta il proprio personaggio sull'abilità in combattimento e sul menare le mani senza che sappia fare dell'investigazione è costantemente penalizzato.

Ovvio che in un'avventura di 4 ore non si può pretendere si fare tremila scontri e che uno scontro porta via parecchio tempo per problemi "logistici" (tirare i dadi, omini, tattiche) però sinceramente per una valutazione completa dei pg si dovrebbe anche dare risalto a quelli che sanno combattere bene, è una parte importantissima di D&D tanto quanto l'interpretazione e l'investigazione.

Mi rendo conto che non è facile e a dire il vero non ho da proporre soluzioni, volevo solo sollevare la questione per capire se altri la pensano come me e se hanno idee a riguardo.

Link to comment
Share on other sites


  • Replies 8
  • Created
  • Last Reply

Bhè...io do il mio parere da esterno che ha solo partecipato da giocatore a un po' di tornei GC...

A dire il vero in (quasi) tutti i tornei GC a cui ho partecipato, o che mi hanno raccontato fino ad ora, è vero che i combattimenti sono stati pochi, ma sono stati (specialmente quelli finali) estremamente impegnativi e in alcuni casi veramente mortali (le gemelle psioniche, la coppia di mindflayer...ecc...) rendendo un fattore determinante anche la potenza combattiva e strategica del gruppo. Con simili combattimenti chi è bravo a investigare ma trascura la parte "guerresca" spesso rischia di non sopravvivere al torneo.

Link to comment
Share on other sites

Prendiamo ovviamente atto della critica di Morken, tuttavia non ritengo che ci siano in effetti così pochi combattimenti nei tornei del Gc.

Come ha rilevato Magnifico Sire spesso il combattimento finale è corposo e stuzzicante.

Inoltre sovente ci sono state avventure che prevedevano scontri durante le 4 ore, garantendo a tutti una buona dose di combattimento e tattica, che, come giustamente rilevi, sono parte importante di D&d.

Così al volo mi vengono in mente gli scontri coi Loxo del Bianco e il Nero o gli Umber Hulk della Voce del Deserto, piuttosto che il barbaro/berserker del Ladro di Stelle. Tre esempio di scontri complessi da affrontare e non alla fine dell'avventura.

Comunque prendiamo atto della critica, sempre convinti che nel confronto ci siano in margini per i miglioramenti. Soprattutto riguardo la necessità di mettere sempre tutti i personaggi del gruppo nella stessa condizione di divertirsi per 4 ore e non risultare poco utili all'avventura!

Link to comment
Share on other sites

io concordo con magnifico sire....non ho partecipato a molti tornei (due), ma in tutti c'era la possibilità di uno scontro frontale molto corposo.

entrambi i tornei che ho giocato avevano la possibilità di proseguire l'avventura sia attraverso gli scontri che attraverso l'investigazione (ovviamente con tempi e sviluppi diversi).

bye bye.....:D

Link to comment
Share on other sites

Anche se Presidente del GC faccio un pò l'avvocato del diavolo :P

Il fatto di aver uno solo scontro corposo tende a far far scelte in fase di costruzione dei PG pr poteri e oggetti one-shot. Eh si avere abilità o oggetti che servano per vari giorni e vari scontri diventa abbastanza inutile. Questo può esser un limite.

Però togliendomi i panni di avvocato, in cui peraltro stavo stretto, (e non perchè son ingrassato! :P) faccio però notare una cosa.

In realtà nei tornei GC ci son molti PNG e molte volte si sarebbe potuti arrivar allo scontro con essi, ma la verità è che gli scontri hanno una buona percentuale di rischio che tende a farli evitare.

I gruppi che cercano di vincere un torneo difficlmente cercheranno rissa ad ogni angoloe anche dove dovrebbe sctatre faranno di tutto epr evitarla, è un pò come nella vita, si tnde ad evitar rischi inutili se non proprio necessario (es: scontro finale inevitabile).

Sarebbe divertente trovar un gruppo di PG che cerca la rissa e uccide tutto quello che trova sulla sua strada ... difficilmente però arriverebbe alla fine dell'avventura o la potrebbe vincere :D

ASH

Link to comment
Share on other sites

Da organizzatore dico umilmente la mia.

Inserire scontri programmati porta per ogni scontro ad almeno mezz'ora di tempo tra predisposizione, dadi, PF, ecc. ecc. Questo fa sì che, se calcoliamo che altrettanto tempo ci può volere per una locazione o un incontro importante con un PNG, se inseriamo un po' di scontri "mirati" alla soddisfazione dei "battaglieri" riduciamo drasticamente a tutti la possibilità di gioco.

In particolare io prediligo le avventure NON lineari, vedi città dove posso quasi andarmene in giro a mio piacimento e la strade verso il successo nell'avventura siano molteplici. Mettere uno scontro per tutti mi riduce poi lo "spazio di manovra" e quindi pure io son solito mettere PNG con cui magari si può anche fare a botte, oppure una o pi? strade in cui c'è lo scontro ma come alternativa ad una strada "diplomatica" o comunque qualitativa in altra maniera. Poi devo ammettere che in effetti molti gruppi tendono a fare "qualità" cercando di evitare gli scontri...

Posso comunque essere d'accordo che il giocatore che predilige massacrare avversari aprendosi un varco verso la vittoria difficilmente troverà soddisfazione in un torneo.

Temo che sia molto difficile inserire tanto per "quel" tipo di giocatore senza compromettere poi tutte quelle che possono essere le scelte mirate invece a tutte le "altre" tipologie di giocatori...

Link to comment
Share on other sites

Io, invece, vorrei dire la mia da giocatore...

Ho partecipato all'ultimo torneo del GC, quello di Tomix 06, con un pg fai-da-te, è ho scelto di interpretare un "classico" nano spaccaossa, ovviamente ero il picchiatore del gruppo, colui che con uno starnuto tirava giu' gli avversari, ma ero anche cosciente del fatto che in un'avventura di 4 ore, di scontri se ne sarebbero visti pochissimi (se non, forse, uno solo)...quando, subito dopo aver iniziato a giocare abbiamo avuto il nostro unico scontro armato, e ho praticamente "scassato di mazzate" e torturato il capo delle guardie, il mio spirito da guerriero era stato appagato...così ho continuato a giocare ed a interpretare nelle possibilità del mio pg (senza escludere l'investigazione, per quanto era possibile)...insomma, non mi è sembrato che il mio pg, nonostante fosse un combattente, abbia avuto meno possibilità di altri nell'avanzare e nel rendersi partecipe nell'avventura, senza per questo levarsi la voglia del bello scontro corpo a corpo...certo che però se un gruppo con pg fai-da-te arriva ad un torneo con 4 barbari orchi, vuol dire che magari non hanno capito come si svolgerà l'avventura, e si troveranno spiazzati, magari avanzando a tentoni e "riprendendosi" solo durante lo scontro (finale o non)...

come ho detto prima, in un torneo di 4 ore non puoi aspettarti piu' che uno o due (al massimo) scontri...

Link to comment
Share on other sites

Io da giocatore tendo a preferire di gran lunga pochi scontri ma "carismatici" piuttosto che molti scontri diffusi. Secondo me una media ragionevole é di uno scontro ogni due ore... il che significa che i tornei Chimera tendono a rispettarla in pieno. Il fatto é che a me non importa molto se quattro briganti si pongono sulla strada del mio gruppo... ok, li facciamo fuori e andiamo avanti, ma a meno che non contribuiscano anche alla storia sono solo un contrattempo... detto in altre parole io "voglio vedere come va a finire"! :-)

Ma lasciando perdere il punto di vista del gusto e passando ad analizzare il realismo, bisogna dire che anche gli avversari sanno che combattere é pericoloso. Il barone Kramden coi suoi scagnozzi ne "La Pergamena dorata" lo sapeva bene, e infatti aveva preparato una bella trappola al cenone finale, invece di far semplicemente combattere i suoi scheletri. Quando abbiamo visto che i nostri posti al tavolo erano separati, con la stregona messa da sola, e sarebbe stato scortese chiedere di cambiare posto con la vera contessa seduta tra noi... beh, abbiamo capito che ci aveva fregato alla grande.

Certo, se i cattivi sono particolarmente PP cercherebbero di ottenere quello che vogliono con la forza bruta senza ordire intrighi... ma allora a quel punto l'avventura diventerebbe "ok, c'é questa mandria di barbari, combattete e fermateli". Il pi? PP vince, é un'arena, non un torneo a squadre: pu? piacere, ed essere molto divertente lo stesso, ma é un altro genere.

Se gli avversari sono abbastanza furbi da tramare nell'ombra, sono anche abbastanza intelligenti da sapere quando combattere e quando evitare gli scontri.

I combattimenti Chimerici poi secondo me sono architettati abbastanza bene, possono essere risolti non solo con la forza bruta ma anche e soprattutto con l'astuzia e la tattica (in cui faccio ricadere anche il PP, perché diciamolo, sono comunque scelte tattiche).

La coppia di mind flayer era micidiale, ma sapendo che dovevamo affrontarli é bastato un cerchio di protezione dal male per evitare la possessione, e stare tutti vicini a me che ero paladino per contrastare la paura: li abbiamo ammazzati in due o tre round senza perdere un pf. Invece siamo caduti nella trappola per lo scontro finale de "La pergamena dorata", e il barone Kramden ci ha fatto una bella sorpresa! Nonostante avessimo avuto un barbaro-ranger e un guerriero-ladro che menavano come fabbri e una stregona piena di fulmini siamo morti tutti, perché gli avversari avevano una tattica migliore.

E' anche vero che come dice Ash probabilmente in questo modo i giocatori sono incentivati a prendere oggetti one-shot ed a organizzare i propri incantesimi di conseguenza (nessun druido o bardo si prender? incantesimi di cura, tanto ci si carica di pozioni e pergamene). Tuttavia per i maghi e i chierici non fa molta differenza, le pergamene le si prende sempre lo stesso per incrementare il numero di incantesimi utilizzabili e soprattutto variarli un po' (con le regole Chimera i maghi hanno veramente pochissimi incantesimi... ma questo é solo un mio parere).

Forse si potrebbe alzare la media del numero di scontri a tre (di cui uno facile, uno difficile, e quello finale veramente power), ma pi? di tre secondo me spezzerebbero troppo la trama.

Link to comment
Share on other sites

Io sono abbastanza d'accordo con l'idea di Nym Nailo, pochi scontri ma "carismatici". A mio avviso, dovrebbe esserci solo uno scontro davvero importante, che può essere l'ultimo, o a metà o come si vuole. Un altro scontro dovrebbe essere non difficilissimo. Credo che questa tattica sia stata usata in parecchi tornei. (Bianco e Nero: gorilla + )

Tendo inoltre a favorire scontri che possono essere aggirati e "vinti" in altri modi che non le mazzate: diplomazia, inganno, allenanze, son tutte componenti di Dnd che devono giustamente essere presenti (almeno per uno di questi due scontri). Così chi vuole combattere e si diverte a farlo ne ha la possibilità, chi cerca strade alternative può farlo (sempre nell'ottica di "inclusione" di squadre diverse nell'avventura, vari modi di affrontare i problemi sono auspicabili).

Bene inoltre fa il GC a mettere in certe avventure combattimenti "atipici" (il gigante che poteva essere sconfitto non tanto dai PG quanto dai barbari; la strega Haratranga e il Rakshasa furtivi e sfuggenti alla Predator; ; i mind flayer colti di sorpresa e propensi a fuggire) ed a fare si che sempre in certe avventure la parte pi? difficicle dell'avventura stessa non sia lo scontro finale (convincere il popolo indiano della bontà del principe-tigre; fare sì che le due fazioni di devoti non si uccidano a vicenda; trovare tutti i pezzi della 31ma pergamena).

La mia soddisfazione massima sarebbe poi che ogni gruppo possa trovare obiettivi diversi nell'avventura, ma qusto si sa che è difficile :D.

Link to comment
Share on other sites

Archived

This topic is now archived and is closed to further replies.

  • Similar Content

    • By Ashen Shugar
      Dunque, carissimi giocatori del Torneo di D&D di torino Comics 2006 promosso dai revelsh Blind Beholders e dal Gruppo Chimera, sappiate che per entrare a Torino Comics e pagare il prezzzo ridotto dovete passare dal Check-in.

      Mi spiego.
      All'entrata della Fiera ci sarà un apposito tavolino con un addetto di una delle due associazioni o del negozio del Centro Gioco Educativo che prenderà nota del vostro arrivo.
      Cercandovi sull'elenco delle squadre iscritte vi darà i bliglietti ridotti a 6 euro per entrare. Una volta entrati darete poi i restanti 4 euro di iscrizione al torneo a chi gestisce le iscrizioni ai tavoli.

      Per nessun motivo dovete entrare in fiera col biglietto a PREZZO PIENO. In quel caso non potremo poi rimborsarvi la differenza dal biglietto ridotto.

      Qualora ci fossero problemi, non trovaste il tavolino o questo fosse senza persona preposta, potete contattare:

      Luca "Ashen Shugar" 3357517623
      Andrea "Szass Tam" 3398173537
    • By Numetutelare
      Appena tornato a casa da Modena...gran torneo
      Complimenti vivissimi a tutto lo staff ed in particolare al nostro master (Filippo) che si è fatto la nottata del sabato sera (turno di fatica quello delle 20-24 ) rischiando anche di rimanere chiuso dentro il parcheggio della fiera.
      Cmq...gli O.F.S. si sono divertiti un mondo e ...posso dire che sicuramente ci rivedrete nei prossimi tornei ...questo era il primo (speriamo) di una lunga serie.
      Ora attendiamo la classifica che...per motivi logistici (corrente staccata alle 19.30 di domenica sera) è venuta a mancare.
      Grazie a tutto il GC che si "sbatte" (passatemi il francesismo:)) per far passare qualche ora di divertimento a gente che ha ancora voglia di tirare dadi
      A presto
    • By Ashen Shugar
      Ecco la Classifica delle 11 Squadre che hanno partecipato al Torneo di Cthulhu che il Gruppo Chimera Altri Mondi ha presentato a VerCon 06 in collaborazione con le Rune del Lupo.


      1 - Overtime - 334 P.ti
      2 - Arcana Etcetera - 320 P.ti
      3 - Revelsh Blind Behlders - 301 P.ti
      4 - L'orda del Nord - 286 P.ti
      5 - Tupamaros - 284 P.ti
      6 - GSO - 275 P.ti
      7 - L'orda del Nord 2 - 253 P.ti
      8 - La Compagnia senza onore - 217 P.ti
      9 - Locus Praesidii - 209 P.ti
      10 - Dungeon papera - 190 P.ti
      11 - Elish - 175 P.ti


      Inoltre ecco i Migliori Giocatori per ogni Ruolo:


      Conte Carlo Felice Balbiano: Antonio Russo (La Compagnia senza onore)
      Contesina Maria Giovanna Balbiano: Andrea Barbera (Revelsh Blind Beholders)
      Ada Villa in Fasano: Valentina (Overtime)
      Michele Tomassone: Eloisa (Overtime)
      Giusppe Fasano: Luca Riccio (Revelsh Blind Beholders)


      Mi sembra pi? che doveroso ringraziare i DM che hanno masterizzato il Torneo: Aesgareth, Lorenzo, Padishar, Thrain e Gilbo.

      Personalmente son felice perch? non pensavamo che la prima uscita a livello di Torneo del Gruppo Chimera Altri Mondi avrebbe riscosso tanto successo. Il Grazie va soprattutto alle squadre che hannoc reduto comunque nello Stile GC anche se cambiava il GDR in questione
      Spero che l'avventura sia piaciuta a tutti e spero che avremo rpesto occasione di rincontrarci in qualche fiera con qualche nuovo tonreo da affrontare
    • By Minokin
      A Lucca Comics and Games 2010 offriremo dimostrazioni gratuite di Dungeons and Dragons 4Ed; saranno dimostrazioni rapide ed avvincenti, adatte sia a giocatori esperti che a chi vuole iniziare a giocare ed ideali per completare un mattino o pomeriggio di una fiera piena di eventi.
      L’appuntamento è quindi da venerdì 29 ottobre a lunedì 1 novembre nell’Area Demo
      (a proposito, complimenti alla squadra “Lame di Giada” che ha vinto i pass per Lucca nel nostro ultimo torneo)!

      Ma non è tutto:
      le dimostrazioni saranno basate sull’avventura La Leggenda dei Fiori di Nebbia, originariamente presentata come avventura da torneo, giocata ed apprezzata da oltre 25 squadre ed ora rivista, ampliata, illustrata e pubblicata!

      Il formato aperto dei tornei Chimera ha consentito di adattare l’avventura a qualsiasi gruppo di livello 1-10 per DND Quarta Edizione; nuovi incontri, sfide e materiale garantiranno ore e ore di divertimento (3-4 sessioni minimo, più materiale per espandere ulteriormente l’avventura).

      E' un’occasione imperdibile sia per chi ha già giocato l’avventura (che potrà scoprirne tutti i retroscena ed espanderla, collegandola alla propria campagna) che per chi non l’ha mai giocata: se siete tra questi vi garantiamo sfide avvincenti, intrigo, personaggi memorabili ed una trama mozzafiato, oltre a 4 nuovi mostri illustrati, talenti e poteri extra!

      Non siete passati a Quarta Edizione? Ricordate l'avventura è facilmente adattabile alla 3.5 e ad altri sistemi di gioco.

      Se avete preso parte ad alcuni nostri tornei ed eventi in passato, o se volete saperne di più su di noi, visitate il sito e troverete materiali, foto, illustrazioni, commenti e frasi celebri di tutte le nostre avventure!

      Vi aspettiamo!
    • By Gilgamesh
      Eccoci qui di ritorno da PLAY con le menzioni e soprattutto la classifica del torneo challenge "Buon sangue non mente" che ha visto venti squadre giocare e - speriamo - divertirsi nello scoppiettante scenario della Fiera di Modena, per un week end interamente dedicata al gioco.

      Anche questa volta la classifica ha presentato divari minimi, e ha visto addirittura due squadre condividere il gradino più basso del podio... 8)

      Eccola:

      1 - Le rose d'acciaio - 93
      2 - I Bombardati - 92,5
      3 - O.f.s - 91
      3 - Compagnia del Venti - 91
      5 - Herberia Arcana - 88
      6 - I Sauri - 88
      7 - Nani Urlatori - 87
      8 - Multiverso 4 Edizione - 86,5
      9 - L'Allegra Brigata Faentina - 85
      10 - Team Geist - 84
      11 - La legione del destino - 81
      12 - Compagnia della Forca - 81
      13 - Compagnia del Corno Bianco - 79,5
      14 - I signori del Kebab - 79
      15 - Cugini di Bromaz - 77
      16 - Altroquando - 75
      17 - Lame spezzate pance ingrassate - 74
      18 - I Fantastici Quattro - 68,5
      19 - Occhio guercio - 62,5

      e anche a PLAY special guest del torneo... I draghi rossi: il futuro è loro!

      Menzioni per le migliori interpretazioni:

      Miglior Ademaro - Multiverso 4 Edizione
      Miglior Kyldrak - Nani Urlatori
      Miglior Myra - Multiverso 4 Edizione
      Miglior Orlando - I Sauri
      Miglior Ralkor - Nani Urlatori

      Menzioni speciali:

      I terribili massacratori
      I draghi rossi, giovanissimi ma davvero spietati... "faccio scempio del cadavere", "sposo Guerrino e poi lo uccido così divento regina"

      Insieme per caso
      Team Geist - premio per il gruppo più raccogliticcio costruito direttamente in fiera....

      Benedetti da Bahamut
      Compagnia del Venti - Nome omen, il punteggio più basso tirato è stato 17... :shock:

      Non manco un colpo
      Compagnia della Forca - il povero nano ha mulinato il martellone sempre a vuoto, nonostante sia arrivato a +20 di bonus...

      La 4 Edizione non ha segreti per noi
      I Bombardati e I Sauri - davvero impeccabili nella competenza regolistica

      Nemico non temere
      I Fantastici Quattro - Fantastici sì ma davvero molto molto molto sfortunati... :cry:

      Grazie mille a tutti i parecipanti, al mitico Paolo Konami responsabile dell'Area GDR e a tutti gli amici di TreEmme e PLAY. Un ringraziamento speciale a 25 Edition e Magic Market, che anche questa volta ci hanno supportato offrendo ricchi premi per i vincitori e miniature per tutti i partecipanti.

      Come sempre attendiamo i vostri commenti e consigli in questo topic, e intanto vi diamo appuntamento a Parma Fantasy!

      APPELLO PER LA SECONDA META' DEI VINCITORI: la coppia de Le Rose d'Acciaio che non era presente alla premiazione ci contatti per ritirare il premio!

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.