Jump to content

Benvenuto in Dragons’ Lair

La più grande e attiva community italiana sui giochi di ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Cosa c'è di Nuovo su Kickstarter: CY_BORG, Il Mulino e il Gigante, New Edo

Andiamo a scoprire assieme le novità in campo GdR attive in questi giorni su Kickstarter.

Read more...

Una Breve Storia dei Blocchi delle Statistiche dei Mostri

In questo articolo vengono analizzate le principali variazioni che i blocchi delle statistiche dei mostri di D&D hanno subito nel tempo.

Read more...

Ragionando sui Viaggi nelle Terre Selvagge - Parte 2

In questa seconda parte vedremo come aggiungere maggiore complessità ai nostri itinerari.

Read more...

La casa degli orrori

Gareth Ryder-Hanrahan ci presenta una breve idea per una serie di nuovi nemici di Fear Itself legati ad una casa degli orrori fin troppo reale...

Read more...

Le terre selvagge di Dembraava - Parte 1

GoblinPunch ci fa intravedere un altro squarcio nel suo mondo peculiare e bizzarro.

Read more...

Continuazione pubblicazioni seconda edizione WFRP


silverwolf84
 Share

Recommended Posts

Salve a tutti, chi è stato a Lucca se è passato alla stand nexus forse ha notato la scatola della futura nuova edizione del gioco, tuttavia in Italia molti supplementi (anche utili) della seconda edizione non sono stati ancora editi dalla Nexus, la quale per continuare la pubblicazione chiede una buona richiesta di preordini quanto meno per tastare il polso al mercato.

Se qualcuno fosse interessato al tomo della salvezza gli metto il link:

http://www.ibfree.org/index.php?mforum=nexusgames&showtopic=1205&st=25

Per discussioni sulla terza edizione:

http://www.wfrp.it/forum/wfrp3-vf23.html

Saluti a tutti e buon gioco ^^

Link to comment
Share on other sites


Così per discutere, e spero veramente di non generare un flame... WHFR2 era un gioco bellissimo e su questo non ci piove. La terza edizione si è orientata molto sul diventare una sorta di boardgame (sorvolo sugli ovvi paragoni con D&D4 ^^) però...

Sono usciti Pathfinder, M&M, Mouseguard... Insomma moltissimi altri giochi bellissimi tutti da tradurre. Ha senso, come fan, spingere per la traduzione di prodotti che non verranno più supportati? La nexus tra l'alltro ci ha sempre trattato malissimo (qualcuno gioca a Kult? Bello il manuale dell'evocatore vero?) ed il materiale di "Martelli da Guerra" tuutto sommato compatibile è ancora rintracciabile e collezionabile.

A me sembrano energie sprecate che andavano bene quando WHFR era l'unica alternativa vera a D&D ma ora le cose sono cambiate.

Link to comment
Share on other sites

Premetto che ho già fatto sentire la mia voce sul forum nexus per l'edizione in italiano di tomo della salvezza.

Cyrano non hai tutti i torti ma ti rigiro la domanda.

Ha senso fare pressione sulla traduzione di GDR che sono non dico underground ma comunque che susciterebbero poca attenzione sull'utenza dei GDRplayers.

Non conosco i dati di vendite dei GDR che tu hai citato ma mi viene da chiedersi se le case editrici abbiano interesse a tradurre certo materiale.

Spero anche io che non degeneri in flame questa discussione :-p

Link to comment
Share on other sites

Beh andrebbero visti caso per caso ma M&M ha avuto un successo piuttosto buono (Pathfinder è già in fase di traduzione) e qui dentro se ne è parlato molto di più che di WH. D'altra parte un gdr che ti permette di giocare i tuoi fumetti preferiti (manga compresi) bello funzionale e d20 ha delle premesse direi "importanti" per tirare non trovi?

Battute a parte l'ambientazione è sicuramente più leggera ma che vuoi il d100 comincia ad essere datato e continuare a supportarlo non so quanto convenga. Io preferisco investire nel nuovo con il TACH0 come solita ed unica eccazione ma quella è una fissa mia (e di quei meravigliosi pazzi di Labirint Lord) sulla quale non scommetterei mai economicamente.

Link to comment
Share on other sites

Come hai detto tu WFRP è un bel gioco, è vero che in futuro non godrà di altre espansioni oltre a quelle già edite in inglese. Ma fra le espansioni non tradotte ce ne sono alcune molto utili per il gioco e di gran valore, quindi per me vale la pena cercare di vedere queste espansioni in italiano, anche per far esprimere al meglio il valore dell'edizione.

Non critico certo la qualità di altri prodotti che anche io vorrei vedere in italiano e che spero vengano tradotti o che comunque spero continuino a essere tradotti.

PS: Anche se economicamente forse migliore, a me il sistema d20 non piace moltissimo, ho cominciato a preferire il d100, ma qui siamo OT ^^

Link to comment
Share on other sites

Beh andrebbero visti caso per caso ma M&M ha avuto un successo piuttosto buono (Pathfinder è già in fase di traduzione) e qui dentro se ne è parlato molto di più che di WH. D'altra parte un gdr che ti permette di giocare i tuoi fumetti preferiti (manga compresi) bello funzionale e d20 ha delle premesse direi "importanti" per tirare non trovi?

Battute a parte l'ambientazione è sicuramente più leggera ma che vuoi il d100 comincia ad essere datato e continuare a supportarlo non so quanto convenga. Io preferisco investire nel nuovo con il TACH0 come solita ed unica eccazione ma quella è una fissa mia (e di quei meravigliosi pazzi di Labirint Lord) sulla quale non scommetterei mai economicamente.

Non metto in discussione la qualità dei giochi che citi.

M&M è favoloso e data la mia passione per i fumetti lo metto sicuramente sul podio per semplicità e versatilità (nulla ti vieta di usare quel regolamento per un ambientazione fantasy, data l'infinita estensione di poteri). Non conosco Pathfinder ma so da qualche post che si tratta di un perfezionamento e un upgrade alla 3.5 di D&D.

Piuttosto normale quindi che se ne parli molto di più su questo forum rispetto a Warhammer.

Ma M&M?

Se vado a scartabellare nel forum, troverò si e no 3 o 4 post e stiamo parlando del superhero rpg più famoso (e valido) in circolazione...eppure su un forum specializzato in gdr come questo le discussioni su questo gioco muoiono dopo qualche post.

Sono sincero non ho idea di quanto possa tirare M&M ma ho seri dubbi.

Poi ognuno ha le sue fisse. Tu sei fissato con il Tacho (al solo ricordo io tremo), il d100 sarà pure datato ma non lo è forse anche il d20? (ma qua sto andando OT).

Warhammer ha un numero di fan già consolidato.

Traducendo e immettendo sul mercato italiano un nuovo gdr il richio d'impresa è sicuramente maggiore (ma qualcuno deve pur farlo altrimenti non si va più avanti!!)

Link to comment
Share on other sites

Beh le discussioni fi Warhammer sono tutte qui. mente M&M salta fuori spesso e volentieri anche quando si parla di D&D. Per molti (ma non per tutti) è una valida alternativa al "king".

Comunque i problemi di base per me restano due (il resto sono sacrosanti gusti personali) lo spingere un prodotto che (purtroppo) morirà non porta a nulla quindi sarebbe meglio scoprire le alternative e (più importante) la nexus che ha sempre fatto quello che a voluto e che quindi da affidabilità zero. Per me rischiate 'na delusione enorme e questa sarebbe la cosa peggiore.

Link to comment
Share on other sites

essendo nuovo e in generale non seguendo le discussioni su D&D (che mi ha stancato) non ti so dire. M&M non lo conoscono (o almeno non so sciogliere l'acronimo) però ma non metto in dubbio che sia un buon prodotto se altri appassionati lo apprezzano.

Il punto è che a causa della partenza sfalzata e dei ritardi molti diversi manuali utili non sono editi in italiano. Non chiedo certo alla Nexus di pubblicare in perdita (sarebbe stupido), nè che mi diano tutto al 100% però almeno le cose più utili che ancora non sono tradotte.

Poi ognuno fa quello che può, certe volte il comportamento delle ditte italiane (almeno per il campo dei giochi) non è il più serio, e in questo ci metto anche la 25edition e Stratelibri, non solo la Nexus, però questo è quello che abbiamo e con il quale dobbiamo confrontarci come acquirenti.

Se alla fine non verrà fuori niente (come per il "prezzo del coraggio") pazienza un po' di amaro in bocca, ma niente di più, grazie per la preoccupazione comunque ^^.

Link to comment
Share on other sites

@Ciao a tutti

Faccio due precisazioni

Kult è della Raven-distribution, la guida dell'invocatore la stanno acora aspettando, ma Pet aveva spiegato il perché... giusto con due anni di ritardo come suo solito.

Dragons Lair non è un forum di super-esperti di gdr: è un forum di super-esperti di D&D - mettiamoci anche un paio di altri gdr -, ma non è un forum dove la maggioranza dei partecipanti siano particolarmente informati sul mondo dei gdr.

Però è abbastanza illustrativo della conoscenza media del nostr hobby nel gdrrista italiano.

La Nexus ha scelto di puntare su un ambito differente, quello più remunerativo dei boardgame, che a differenza degli RPG non sono "corpo morto" - inteso in senso economico - e che invece vanno bene. Giustamente fa un ragionamento editoriale che non fa una piega: se devo spendere migliaia di euro per stampare un supplemento di un gioco per cui uscirà una nuova versione a breve: meglio che abbia una base di conferma tale per cui diventa conveniente stamparlo, o almeno non ci perdo.

Aloa!

Aloa!

Link to comment
Share on other sites

Credo che questo ponga fine alla discussione.

Potremmo continuare a livello meramente intellettuale ma ormai giochi son fatti.

http://www.ibfree.org/index.php?mforum=nexusgames&showtopic=1222

Dispiace ma è così.

Per quanto mi riguarda Vedrò di recuperare i manuali mai tradotti in lingua inglese.

Warhammer fantasy roleplay 2 ed. è ormai storia solo per appassionati.

Attendiamo con ansia la terza edizione, da 2 a 4 giocatori, età consigliata: dai 9 ai 99 anni, con tanti segnalini e dadi colorati adatti a grandi e piccini.

Contenuto vietato ai minori di anni 3, alcune piccole parti possono venire ingerite (tra cui anche i mitici segnalini delle razioni giornaliere!!)

Link to comment
Share on other sites

Attendiamo con ansia la terza edizione, da 2 a 4 giocatori, età consigliata: dai 9 ai 99 anni, con tanti segnalini e dadi colorati adatti a grandi e piccini.

Contenuto vietato ai minori di anni 3, alcune piccole parti possono venire ingerite (tra cui anche i mitici segnalini delle razioni giornaliere!!)

Tu scherzaci ma dalle preview il gioco sembra promettere molto bene. Io non darei un giudizio così affrettato senza averci giocato almeno un po.

Link to comment
Share on other sites

Il primo gioco di ruolo al mondo con un massimo di giocatori...se vuoi giocare con più persone devi prendere l'espansione...questo per via della quantità di tassellini presenti nella scatola, che quindi non supportano il gioco, ma ne sono parte integrante...

Mi spiace, ma per me un gdr dove si devono usare le miniature diviene un gioco di miniature skirmish, un gioco dove c'è un limite di giocatori, miliardi di segnalini e l'interpretazione viene sminuita dalla tattica diviene un gioco da tavolo simile a Heroquest o Descent.

Sistema di gioco a parte, non so se conoscete l'ambientazione di Warhammer e un minimo le edizioni precedenti del gdr, queste due erano molto modellate sull'ambientazione; l'edizione che sta per venire lo è molto meno, altro punto per il mio modo di vedere a discapito di questa edizione.

Link to comment
Share on other sites

@silverwolf84

Non è il primo... Polaris - mica pizza e fichi - richiede un massimo di 4 giocatori e un minimo di tre; Cani Nella Vigna è consigliato non giocarci in più di 4 persone [compreso il GM]; Il Dubbio è un live per quattro persone, due ragazzi e due ragazze ci sono live per un numero di persone preciso; Breaking the Ice è un gdr fatto per due persone, un ragazzo e una ragazza.

Dubito che sarà l'ultimo.

Da che ho capito il il problema non sono i tassellini, ma le carte e i dadi.

Che l'interpretazione venga sminuita dalla tattica mi domando come si faccia a saperlo senza nemmeno aver fatto una demo di prova...

***** ragazzi è mai possibile che il mondo dei gdr sia composto da vecchiacce abitudinarie? Da me le chiamano le betoneghe.

Mai una volta che si abbia il coraggio di accettare l'innovazione senza il preconcetto che quello che c'era prima era meglio a prescindere; è facile siamo giocatori: si gioca! Poi, se fa schifo: fa schifo!

Invece no, si parte con il preconcetto infilato dove non batte il sole al posto della scopa, così anche se si prova ci si rovina il divertimento in aticipo.

Rigà take it easy, se è un bel gioco lo si gioca, se è brutto no.

Se è brutto di bei giochi ce ne sono tanti e male che vada il materiale lo si trova di seconda mano e con l'euro forte ci si tolgono parecchie soddisfazioni.

Aloa!

Link to comment
Share on other sites

ok, fenna hai reso l'idea del tuo punto di vista!

in parte lo condivido, i preconcetti ci sono e sono indubbi.

Personalmente penso che è la strategia di marketing così vile a rovinare la terza edizione..

volendo un tempo ci si comprava le miniature, adesso son tasselli... volendo ricorda un advanced heroquest moolto migliorato..Tanto alla fine tutti si ingegnano!

In ogni caso i preconcetti nascono perchè vedersi infilare tante cose che ricordano altro snatura un pò l'idea classica del gdr... se si pensa al primo d&D e wfrp3ed le cose son cambiate parecchio...

Personalmente, scusate l'ot, nei nuovi gdr mi ci specchio poco ma solo per modo di vedere la storia e il modo di giocare. Cani della vigna è e rimarrà un signor gioco comunque!

Il problema è che chi gioca di ruolo spesso è un vero abitudinario; stessi manuali, stessa matita e dadi e se la scheda non si distruggesse nel tempo rimarrebbe uguale anche quella..

Link to comment
Share on other sites

Io dico una cosa: gli ibridi NW e gamisit sono ancora ben lontani dall'essere appetibili. WHF3 è acquistabile su Ebay e quindi lo vedremo presto in italia, somiglia al vecchio gioco da tavolo di D&D ed è un dato di fatto.

Polaris è un gioco di ruolo WHF3 è un boardgame che come il sopracitato "D&D il gioco da tavolo" se uno VUOLE si lascia pure ruolare. Ma non è indispensabile...

Link to comment
Share on other sites

@Cyrano, leprecauno

Avete anche ragione, non volevo fare un vero e proprio rant, o giù di li, ma se confrontati con degli hobbysti di un qualsiasi altro mercato ludico, senza offendere nessuno, dai è veramente evidente: sembriamo proprio "vecchie zitelle".

Nei board game gli appassionati aspettano il nuovo per provarlo, giocarci con gli amici, divertirsi, poi se fa schifo lo scrivono sulle comunity, ne discutono e smettono di giocarci; i nuovi videogames provocano l'attesa di milioni di persone che non aspettano altro che la nuova edizione di PES o di Gods of War o Mario; i gdr... beh dai basta scavare nei forum, si trovano ancora le polemiche fotocopia del passaggio da AD&D a D&D3, da D&D3 a D&D4, da WoD a NWoD, da C2020 a Cv.3

Insomma siamo, come diceva leprecauno, abitudinari, epperò questo è anche un grosso limite, sia per noi, che corriamo rischio dell'abitudinarietà, ma sopratutto dello stroncarci il gioco prima di averlo provato: che è male.

Aloa!

Link to comment
Share on other sites

Però in compenso l'attesa non ci fa elleggere "in automatico" a capolavoro qualsiasi ciofeca che ci vien propinata e questo in campo di boardgame e videogame succede di continuo...

Ogni posizione ha i suoi vantaggi ed i suoi vantaggi.

Direi che se WH3 non è una ciofeca sicuramente non è un gioco di ruolo come non lo è descent e questo il nostro atteggiamento ce lo fa capire. Ed è positivo.

Link to comment
Share on other sites

Fenna mi dispiace se ti ho offeso, io non te ne faccio una colpa, ma tu fattene una ragione.

Senti dopo aver letto qualche prewiew mi sono preso dall'America A song of Ice and Fire della green ronin. Nonostante il prezzo altino per il manuale ho preso "Non cedere al sonno". Al buio perchè mi sembra un buon prodotto da manuale/grafica ho comprato a Lucca Project Hope. E questi sono solo tre dei GDR che ho in casa.

A me piace sperimentare nuovi sistemi di gioco, ma un GDR deve rimanere un gdr, quindi se mi dici per comodità prendi dei tassellini ok. Ma se mi dici per giocare occorrono per forza i tassellini allora ti vado un bel pezzo nel ****.

Se per consiglio verso il master si consiglia un numero di giocatori ideale è un discorso, poi sta al master seguire il consiglio o meno. Ma se mi imponi un massimo a causa del materiale a disposizione vale la stessa conseguenza soprascritta.

Come faccio a dare dei giudizi, allora per prima cosa ho letto ogni prewiew sul sito FFG e commento. Mi sono messo a leggere i resoconti delle dimostrazioni. Terzo di Sistemi di GDR ne ho provati diversi (AD&D, D&D, Rolemaster, GIRSA, Vampiri the masquerade, ecc ecc) quindi un minimo di esperienza me la concederai nel valutare i vari sistemi di gioco?

Poi ognuno è libero di giocare come vuole, a qualcuno parrà liberatorio il poter avere un gioco più strategico rispetto ad uno interpretativo. Io sinceramente no e continuerò a giocare con il sistema vecchio. Poi ad ognuno il suo.

PS: le dimostrazioni del gioco per quelle che ho letto sono basate su di un combattimento, niente male per un gioco che voleva essere narrativo (per narrativo mi vengono in mente Non cedere al sonno e Cani della vigna).

PPS: Quando siamo passati dall'AD&D alla terza e della terza alla 3.5 sono uno di quelli che non ha storto il naso, ma si è comprato i manuali. Al contrario di quanto è avvenuto con la quarta che non mi piace molto.

Link to comment
Share on other sites

@silverwolf84

Guarda che mica mi son offeso, ci mancherebbe altro! Sei stato educato e sincero.

Pare a me invece che tu te la sia presa troppo, per quello che ho scritto, tant'è che ci tieni a precisare come non capiti a te; mentre io parlavo in generale..

Ho rilevato alcuni punti dell'approccio ai nuovi gdr che sono tipicamente italiani e che sono innegabili.

Poi mi son andato a leggere anche un po' di commenti sia sul forum FFG e La locanda delle due lune e ho visto maggiore equilibrio negli USA; dove la prevendita ha superato quella del manuale della 4E a quanto pare, quindi mica poca roba.

A che ho capito queste è una bundle edition, io son curioso di vedere come verrà organizzata la vendita poi, visto che i dadi li si trova sfusi, credo anche i manuali a questo punto si troveranno sfusi e ognuno si prende un po' quello che vuole; quindi il discorso è il bundle contiene materiale per x persone, ma il gioco è da uno a x giocatori.

Le indicazioni su Polaris non sono un consiglio. Sono una regola.

Per i segnalini - quelli per le challenge intendi? - ho letto anche io le preview e onestamente non c'èra assolutamente scritto che erano obbligatori, ma spiegava la meccanica di come usarli. Quindi, ad ora, non sappiamo se sono obbligatori.

Come faccio a dare dei giudizi, allora per prima cosa ho letto ogni prewiew sul sito FFG e commento. Mi sono messo a leggere i resoconti delle dimostrazioni. Terzo di Sistemi di GDR ne ho provati diversi (AD&D, D&D, Rolemaster, GIRSA, Vampiri the masquerade, ecc ecc) quindi un minimo di esperienza me la concederai nel valutare i vari sistemi di gioco?

No. Non mi fido di me stesso se non ci gioco almeno una volta - ne ho giocati parecchio anche io di sistemi - figurati se mi fido di un perfetto sconosciuto.

I giochi vanno provati, senza alcun preconcetto, poi si da un giudizio.

Da qui non mi muovo e sono convinto di aver ragione.

PS: le dimostrazioni del gioco per quelle che ho letto sono basate su di un combattimento, niente male per un gioco che voleva essere narrativo (per narrativo mi vengono in mente Non cedere al sonno e Cani della vigna).

La narratività non conta, ne con il numero di dadi tirati, ne tantomeno con il fatto che vi siano dei combat. In Mouse Guard il GM imposta le difficoltà prima, a mo di sfide da affrontare, fra cui anche la parte di combat - con le manovre, che ho trovato geniali - eppure è considerato "narrativista", non è il singolo elemento a dirci come funziona il gioco.

In Cani un conflitto non vai a paroline, anzi molto probabilmente qualcuno tenterà - con una ragione si intende - di spararti, farti fuori, umiliarti, almeno azzopparti o cavarti un occhio. Se setti il dialer del sovrannaturale basso allora potrà funzionare come i film di Sergio Leone, se lo setti alto, potrebbe uscire una cosa alla Matrix, visto che un rilancio possibile - con sovrannaturale alto, potrebbe essere: schivo la pallottola e la prendo con la mano.

Se non succede questo - intendo lo scontro -, credo che il GM si debba rileggere Cani dove c'è scritto: il compito del GM è escalare, escalare, escalare.

Quello che non ho capito è se è un gioco a conflitti o a task resolution, perché in alcune fasi mi è parso a conflitti in altre a task.

Vedremo, Michele Gelli l'ha prenotato, esce questa settimana, appena arriva e lo prova ho qualcuno che mi da un parere.

Aloa!

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.