Jump to content

Benvenuto in Dragons’ Lair

La più grande e attiva community italiana sui giochi di ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Con Me nella Tomba: Il Gioco di Taffo

La Taffo e MS Edizioni hanno realizzato un Gioco da Tavolo con un'unica Regola: dovrai giurare di portare quel Segreto Con Te nella Tomba!

Read more...

Cosa c'è di Nuovo su Kickstarter: Red Giant e Thurian Adventures

Andiamo a scoprire assieme le novità in campo GdR attive in questi giorni su Kickstarter.

Read more...

Avventure Investigative #8: Un Tocco di Spoiler

D&D può essere usato per creare delle avventure investigative interessanti? Eccovi l'ottavo articolo di una serie in cui espongo le mie idee in merito.

Read more...

Sondaggio sugli Incantesimi

I giocatori di D&D 5E sono chiamati a fornire la loro opinione sugli incantesimi del Manuale del Giocatore.

Read more...

West Marches: Creare la Vostra Campagna

Dopo una lunga pausa torniamo a parlare di West Marches: dopo aver visto come era organizzata la campagna di Ben Robbins, creatore originale di questo stile di gioco, vedremo come poterne creare una nostra ed imparare a gestirla.

Read more...

Sine Requie IV Reich, l'orrore da divorare


Curte
 Share

Recommended Posts

Bene... iniziamo da oggi a mostrare qualcosa di più del manuale in uscita a Lucca Games 2009 per Sine Requie: Anno XIII... e cioè IV Reich: Anno XIII!

Innanzitutto avverto deboli di cuore, persone sensibili e moralisti dell'ultima ora che nel manuale saranno presenti molte immagini forti, visto che il manuale rappresenta una realtà immaginifica dominata da un nazismo fantarealistico ancor più feroce e folle di quello che infiammò l'Europa e il mondo ottant'anni fa.

Ricordo inoltre che Sine Requie è un GIUOCO, e come tale deve essere preso. Non è nostra intenzione trasmettere messaggi politici o storici di alcun tipo. Inoltre, anche all'interno del gioco, il Nazismo è visto come il male contro cui combattere e non certo come un'ideale da perseguire.

OK?

L'argomento di IV Reich passeggia allegramente sulla lama di un rasoio sospeso su di un bel campo minato, di conseguenza in questo Topic non saranno tollerati commenti fuori luogo o offensivi verso etnie, idee politiche, o conoscenze storiche di sorta.

Detto questo diamo inizio alla nostra abbuffata, assaporando un gradevole aperitivo tratto dal capitolo "La Chiesa Teutonica" in cui vedrete raffigurati, nel giardino dell'Eden, Adolf ed Eva (Braun), che vengono ingannati dal serpente (giudeo)...

edenp.jpg

-----------------------------------------by Alberto Bontempi---

Che ne dite? andiamo avanti?

O__O

Aloa

Curte

Link to comment
Share on other sites


  • Replies 62
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Ovvia su... andiamo avanti.

So che volete saperne di più sulla Chiesa Teutonica, ma adesso ci vuole un bel crostino saporito al sapor di carne morta, tanto per gradire...

beccatevi dunque un assalto di Morti in piena regola!!

zombies4unicolivellolow.jpg

Illustrata dal grande Andrea Sorrentino!!

Aloa

Curte

Link to comment
Share on other sites

Ed ecco... l'immagine che non ti asetti!

Una striscia del fumetto per bambini di grande successo nella Germania del IV Reich!

sigfridocomics.jpg

By Thomas Liera

Estratto dal manuale IV Reich:

...Le strisce in questione raccontano le avventure di un giovane Ariano di nome Otto Besser, generato dal progetto Sigfrido, che milita nelle SS. La trame delle storie ruotano sempre attorno a misteri irrisolti, nei quali il furbo Otto Besser viene chiamato a investigare. I nemici sono sempre Inferiori, Traditori, Papalini, poliziotti corrotti o altri nemici del Reich che Otto smaschera. Il finale di ogni storia vede sempre Otto puntare la sua pistola contro il vile nemico, oramai battuto, mentre altre SS guardano con approvazione all’operato del giovane Sigfrido. La cosa, paradossalmente, che ha aiutato il diffondersi della striscia è proprio la tecnica del disegno, appresa da "Tom" negli Stati Uniti, che è risultata di grande impatto per le masse del Reich...

Aloa

Curte

Link to comment
Share on other sites

Per il premio devi leggere il dna nel sangue sulla divisa e risalire al suo proprietario, ci interessa sapere l'occupazione di suo padre quando aveva 23 anni.

Se ci riesci ti dò il Leo.

E' tuo eh! poi potrai farci quello che vuoi: attaccapoanni, scopettone per il cesso, lo intingi nella vernice e lo usi come pennello... quello che ti pare!:lol:

Link to comment
Share on other sites

Ma possibile che il IV Reich abbia sterimnato tutti gli "inferiori"?

Possibile che la cultura ebraica sia stata spazzata via come afferma il regime?

Ma col *****!

golemcopy.jpg

Tratto dal manuale IV REICH Anno XII:

...Nome: Levi - Sinagoga di: Dortmund - Tarocco Dominante: Le Stelle - Potere: Corpo Astrale

Il Rabbino Levi è un uomo coraggioso e determinato. Il suo potere gli permette di venire a conoscenza di segreti e informazioni, così da precedere sempre la Gestapo nelle sue indagini. La sua Sinagoga organizza atti di sabotaggio all’interno delle Poste e di alcune banche. Lo scopo è quello di limitare la corrispondenza tra le alte sfere del partito e di distruggere o sequestrare parte del loro denaro.

Il Golem del Rabbino Levi, nel 1944, ha ucciso il Colonnello Schweren, appartenuto alle SS durante il conflitto mondiale e, due notti dopo, Elsa Wermarainer, amante del Generale di Polizia di Dortmund. In seguito a questa morte imprevista, il bersaglio era infatti l’Ispettore Capo, il Rabbino ha tolto l’amuleto dal corpo del suo Golem, che adesso attende, dormiente, di essere nuovamente risvegliato...

Aloa

Curte

Link to comment
Share on other sites

Se non erro, la cifra di Sine Requie è: nel momento di crisi, il genere umano tira fuori il peggio di se stesso. Ogni fazione ha i propri lati negativi esaltati e nessuna ideologia conserva più niente di positivo nella sua attuazione.

Quindi ci sta che anche gli ebrei facciano un macello.

Link to comment
Share on other sites

Vediamo un altro esperimento genetico dei laboratori segreti del IV Reich... qualcosa di questo essere era già trapelata in un manuale passato... ma ora eccolo in tutto il suo orribile splendore...

Il Nachtfalter

uomofalena2lowres.jpg

Illustrato dal magnifico Andrea Sorrentino

Tratto dal manuale "Sine Requie Anno XIII - IV Reich":

...corpi scheletrici, arti e dita lunghissime, ampie pliche di pelle tra le braccia e il corpo e tra le esili dita, una testa solo abbozzata con enormi occhi rossi. Questi i frutti del ventre delle fiere volontarie dell’esperimento. I Bambini Falena, come vengono etichettati nei laboratori d’allevamento, sebbene mostruosi, sono molto intelligenti e la loro crescita emotiva è rapidissima, tanto che, a soli cinque anni, sono già in grado di risolvere problemi intellettivi di difficoltà adeguata a umani di età adulta. Durante i cinque anni di allevamento i Bambini Falena vengono indottrinati a seguire in maniera ferrea e fanatica gli ideali nazisti, inoltre con lo sviluppo delle braccia e delle membrane alari, vengono continuamente addestrati fisicamente per prepararsi al “Grande Salto”. Con questo termine viene indicata la data in cui, ogni anno, i Bambini Falena giudicati “compiuti”, vengono portati presso una scogliera e, nottetempo, lanciati nel vuoto. La maggior parte di loro dispiega le membrane alari e vola, gli altri si sfracellano nel mare o sugli scogli...

Aloa

Curte

Link to comment
Share on other sites

Sessioni di gioco vere e proprie no... non ce la facciamo... le abbiamo fatte dal 2003 al 2005... ma adeso tieni conto che a Lucca siamo più o meno sommersi e dovremmo interromperci ogni 10 min. per salutare amicici di forum o autografare manuali o benedire gatti satanici o disinnescare ordigni nucleari o fare foto alle bimbe Svestite da Lamù o fare foto ai CosPlayer del Sine o riparare lamacchina del tempo per fermare Ghandi o ballare il sirtaki con giovani e pallidissime vergini di Tranzilvania... tutte cose che un autore non può esimersi dal fare :-D

Cmq io e il mio compagno di merende (Leo) saremo a Lucca tutti i giorni a tutte le ore (più o meno), tu vieni allo stand e ti dirò tutto ciò che vuoi sapere (se non ci sono aspettami o fammi chiamare)... chiassà... magari troviamo una bolla d'aria in cui fare un micro test per saggiare le regole del Sine, oppure semplicemente sfogliamo insieme i manuali e sfottiamo i disegnatori ogniqualvolta troviamo un disegno non abbastanza figo!

Ti aspetto:bye:

Aloa

Curte

Link to comment
Share on other sites

Sessioni di gioco vere e proprie no... non ce la facciamo... le abbiamo fatte dal 2003 al 2005... ma adeso tieni conto che a Lucca siamo più o meno sommersi e dovremmo interromperci ogni 10 min. per salutare amicici di forum o autografare manuali o benedire gatti satanici o disinnescare ordigni nucleari o fare foto alle bimbe Svestite da Lamù o fare foto ai CosPlayer del Sine o riparare lamacchina del tempo per fermare Ghandi o ballare il sirtaki con giovani e pallidissime vergini di Tranzilvania... tutte cose che un autore non può esimersi dal fare :-D

Cmq io e il mio compagno di merende (Leo) saremo a Lucca tutti i giorni a tutte le ore (più o meno), tu vieni allo stand e ti dirò tutto ciò che vuoi sapere (se non ci sono aspettami o fammi chiamare)... chiassà... magari troviamo una bolla d'aria in cui fare un micro test per saggiare le regole del Sine, oppure semplicemente sfogliamo insieme i manuali e sfottiamo i disegnatori ogniqualvolta troviamo un disegno non abbastanza figo!

Ti aspetto:bye:

Aloa

Curte

Lamù.... quanti bei ricordi! :sbav:

Sicuramente passerò e poi fare gli spocchiosi sul lavoro degli illustratori è una cosa alla quale non si può rinunciare! :lol:

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

  • Similar Content

    • By dario59
      Ciao

      Stavo cercando un po' d'aiuto (e di consigli) perché mi è venuto in mente di scrivere un qualcosa di un po' diverso. Ho notato che le sessioni del mio gruppo si protraggono veramente a lungo, spesso iniziamo alle 9 e mezzo e finiamo alle 2/3 di notte. Questo fattore non mi ha mai dato particolarmente fastidio (anzi), ma sprechiamo spesso tempo nel pensare piani e macchinazioni senza mai entrare nel vivo dell'azione.

      Con questo in mente mi è venuta un'idea per mettere un po' di pepe e fare qualcosa di alternativo: legare dei fattori real al gioco, nella fattispecie il tempo. Naturalmente senza dirlo prima ai giocatori 🙂 
      Avevo pensato di scrivere un'avventura ambientata in un laboratorio "abbandonato" del IV Reich in cui sono stati condotti esperimenti sui morti. I giocatori sono delle cavie che si risvegliano all'interno - uno di loro nelle mie intenzioni sarebbe un inscius inconsapevole che piano piano prende coscienza del suo essere morto. Nel laboratorio c'è un generatore che si sta spegnendo e che alimenta le gabbie di contenimento in cui sono rinchiuse le aberrazioni frutto dei minuziosi studi degli scienziati Tedeschi.
      Nella mia idea malsana dopo una mezz'ora di gioco una sezione del laboratorio rimarrebbe senza corrente, dopo un'ora si allenterebbero le gabbie facendo fuoriuscire qualche morto che infesterebbe una o due sezioni (o piani) rendendoli più difficili da esplorare, dopo 2 ore ci sarebbe qualche altro piccolo evento e dopo 3 la gabbia contenente la "bestia" che il laboratorio era stato incaricato di creare si aprirebbe, lasciandola libera ed affamata.
      I giocatori potranno cercare una via di fuga mentre indagano sul perché il laboratorio sia nato, che cosa ospitasse, perché sembri abbandonato e cos'è successo ai pochi (pazzi) scienziati rimasti al suo interno. Darò loro la possibilità sia di capire perché il laboratorio si sta spegnendo sia di ritardare la cosa che di fermarla del tutto ponendo fine ai problemi di alimentazione dello stesso.
       
       
      Secondo voi è nakagata come idea o può funzionare? Se sì, avete qualche consiglio? Critiche? Tutto ben accetto!
    • By Pelor
      Salve a tutti gdr, come state? Arriva l'estate e stranamente io e il mio party abbiamo aumentato le ore di gioco, siamo proprio nerd eh... ma bando alle ciance, volevo che mi toglieste un dubbio che purtroppo da solo e nel dungeon della mia city, nessuno e' riuscito a togliermi. Dopo un piccolo periodo a giochi da tavolo, abbiamo ripreso a giocare a Sine requie anno xiii terza edizione serpentarium, e adesso volevamo espandere i nostri manuali.
      Cio' che vi chiedo e' molto semplice, lasciando stare la prima edizione (ReP) che a quel che ho capito ha meccaniche diverse e manuali introvabili, vi sono differenze tra i manuali della seconda edizione ( Asterion press) e terza ( serpentarium) o questi ultimi sono solo ristampe?  Esempio fonte wikipedia:
      (2008) Sanctum Imperium Anno XIII - Manuale riguardante lo Stato papale (b/n, cartonato, 160 pag.)    (2016) Sanctum Imperium Seconda edizione - Ristampa di Sanctum Imperium+Gli Occhi del Serpente (b/n, cartonato) E' sempre lo stesso manuale con accorpazioni?
      Grazie mille.
       
    • By spappo
      Salve ragazzi,
      scusate per la domanda stupida, ma ho letto il manuale un bel pò di mesi fa e ora lo sto riprendendo perchè finalmente posso fare una one-shot come dm,non ricordo il problema del mare,mi sto rigirando il manuale ma non trovo nulla:
      1)Perchè è un problema?
      2) perchè non costruire barche?
      3) se ricordo bene, i tedeschi hanno ancora qualche sottomarino ma a che cosa gli servirebbe se ormai il mare non viene più utilizzato?
      4) In generale?
       
      Grazie per le eventuali risposte.
    • By Pelor
      Salve a tutti, sono in macchina con l’amico mio il quale mi ha fatto notare che in sine requie, vi è una carta in partivolare il cavaliere che si ritrova a mancare nel mazzo di carte francesi. Questo cosa vuol dire?
    • By The Machine
      Ciao ragazzi,
      Abbiamo recentemente deciso di provare Sine Requie col mio gruppo al tavolo (giochiamo da anni a D&D e Pathfinder).
      Ho recentemente acquistato quasi tutti i manuali ed ho cominciato a leggerli; dovrò fare da "Master" o "Cartomante", ed essendo un completo neofita (sia del gioco, sia del ruolo-->Master) vorrei qualche consiglio in merito, quindi per iniziare parto con qualche semplice domanda:
      - Quale ambientazione mi converrebbe usare?
      - Ha senso fare magari una giocata da, chessò, per esempio 4 sessioni giusto per entrare nell'ottica? Magari qualcosa per provare, senza che sia legata ad un'eventuale successiva campagna?
      - Cosa mi consigliate di fare nella prima sessione? Cercare di spiegare regole (che ancora non conosco) o provare subito a giocare imparando assieme ai miei giocatori?
      - Per un'eventuale campagna quale ambientazione è più semplice per un gruppo di neofiti?
       
      Potendo mi piacerebbe provare magari in Play by Forum il gioco, anche solo impersonando un NPG per il master se non vi fosse la possibilità di giocare a lungo termine
      Qualsiasi opinione e/o consiglio è benvenuto e apprezzato
       
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.