Jump to content

Consigli ambientazione per nuovo gdr


Ricky Vee
 Share

Recommended Posts

Premetto di sapere che la mia è una domanda che difficilmente, ma provo lo stesso a chiedervelo.

Se volessi creare un nuovo gdr, avrei bisogno di un'ambientazione che:

_Non sia trita e ritrita come il fantasy di d&d ma che sia necessariamente originale

_Nonostante il primo punto potrebbe piacere comunque a molte persone

A qualcuno viene in mente qualcosa o viene la voglia di provare a darmi un tocco di originalità?

Link to comment
Share on other sites


  • Replies 16
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

..

io ne sto scrivendo una e sicuramente alcuni consigli te li posso dare:

-moooolta pazienza, quasi a tonnellate;

- darti delle linee guide precise: gotico, classico, steam, ecc;

-capire cosa sia per te originale;

per l'originalità la cosa è un pò difficile da consigliare.. perchè prima devi spiegare cosa vuoi in una ambientazione..trama?atmosfera?epicità?umiltà? insomma ce ne sarebbe da dirne tante..

sicuramente ti consiglio l'rpg design book..

Link to comment
Share on other sites

In realtà, di originale originale non c'è niente... o meglio: sono originali le nicchie: da quel che so io, molti periodi storici e temi interessanti non hanno un GdR degno di tale nome appositamente dedicato, ma difficilmente il medioevo ellenico, l'epica indiana e la storia bizantina affascinano il pubblico.

La soluzione migliore, secondo me, rimane quella di prendere elementi noti, magari recuperando le radici ed evitando le differenziazioni che si sono imposte nel mondo dei GdR.

Ad esempio, a causa D&D nei GdR magia arcana e divina sono quasi sempre distinte; se uno va a consultare i testi di magia, in un modo o nell'altro il divino c'entra sempre (che poi funzionino è tutto un altro paio di maniche, ma ci siamo capiti). Sempre a causa di D&D, coboldi, goblin, hobgoblin, gnomi, elfi, nani, elfi oscuri, nani oscuri eccetera sono visti come creature separate, mentre spesso le distinzioni non erano così chiare (drow e "dwarf" hanno la stessa radice, se non erro). Se vuoi creare una ambientazione fantasy, evita le distinzioni D&Dare.

In generale, facendo così puoi garantire il potentissimo effetto "noto": bene o male, i giocatori troveranno dei punti in comune con giò che già conoscono e sapranno cogliere prima i caratteri della ambientazione.

Link to comment
Share on other sites

Per originale intendo qualsiasi cosa per cui se una persona la vede dice che assomiglia a d&d o ad altri giochi noti.

Mi sarebbe piaciuto ovviamenterimanere sul fantasy ma sono consapevole del fatto che di cose del genere ne sono state fatte a bizzeffe, perciò cercavo qualcosa di alternativo ma che comunque possa piacere.

@leprecauno: che cos'è l'rpg design book?

@feanpi: sarebbe bello, ma non assomiglierebbe comunque a d&d?

Link to comment
Share on other sites

piccolo OT: drow deriva da drawing, disegno/disegnato; dwarf deriva dal norreno dvergr, plurale dvergar (cfr. inglese dwarf). Secondo alcuni da intendersi nel senso di «esseri demoniaci», in relazione con il sanscrito dhvaras, termine indicante una sorta di dèmoni femminili. Altri interpretano la parola come «ridotto, rattrappito», relazionandola con l'antico persiano drwa- «minuscolo» (nel senso anche di «deforme»), o con il lettone drugti «ridursi»

fine OT.

Sicuramente giocare sul fattore storico rende da un lato più facile lo sviluppo del gioco ma dall'altro richiede una profonda conoscenza del gioco..

Link to comment
Share on other sites

Io per drow mi baso su un'altra derivazione, che si trova fra l'altro su una rivista di D&D. Purtroppo, l'ho venduta un anno fa e non posso verificare. ^^'

Comunque, il Monier-Williams per dhvaras mi dà "distruttivo, cattivo/dispettoso" e "demoni femminili o creature dannose". Quindi penso che il collegamento ci sia... dopotutto, se Thor e compagnia aesirante corrispondono in sanscrito a degli dei poi demonizzati, i nani possono anche essere andati a Casablanca.:lol:

Fa piacere in ogni caso incontrare un altro linguista, ogni tanto. :)

Ora, tornando IT, Ricky, ho scelto quello come esempio facile facile per ciò che volevo suggerire io: vai alle radici del genere, e interpretale in maniera quanto più fedele possibile all'originale, senza cedere agli stereotipi che altri GdR hanno portato. Chessò, un GdR horror dove vampiri e licantropi NON sono due razze che si odiano, ma creature non facilmente distinguibili l'una dall'altra (anche in un racconto di Lovecraft, se non erro, c'è una cosa del genere).

Poi, come dice giustamente lepracauno, devi essere ferrato in materia per farlo bene, ma un'ambientazione del genere paga molto a mio avviso. ;)

Link to comment
Share on other sites

Io per drow mi baso su un'altra derivazione, che si trova fra l'altro su una rivista di D&D. Purtroppo, l'ho venduta un anno fa e non posso verificare. ^^'

Comunque, il Monier-Williams per dhvaras mi dà "distruttivo, cattivo/dispettoso" e "demoni femminili o creature dannose". Quindi penso che il collegamento ci sia... dopotutto, se Thor e compagnia aesirante corrispondono in sanscrito a degli dei poi demonizzati, i nani possono anche essere andati a Casablanca.:lol:

Fa piacere in ogni caso incontrare un altro linguista, ogni tanto. :)

Ora, tornando IT, Ricky, ho scelto quello come esempio facile facile per ciò che volevo suggerire io: vai alle radici del genere, e interpretale in maniera quanto più fedele possibile all'originale, senza cedere agli stereotipi che altri GdR hanno portato. Chessò, un GdR horror dove vampiri e licantropi NON sono due razze che si odiano, ma creature non facilmente distinguibili l'una dall'altra (anche in un racconto di Lovecraft, se non erro, c'è una cosa del genere).

Poi, come dice giustamente lepracauno, devi essere ferrato in materia per farlo bene, ma un'ambientazione del genere paga molto a mio avviso. ;)

Hai ragione, paga molto ma dovrei informarmi su un milione di cose

Link to comment
Share on other sites

E secondo te perché, birbantello, io non ho ancora steso nulla sulla mega-ambientazione fantasy che ho in mente?:lol:

Ho letto, per studio e svago, qualcosa come una decina di migliaia di pagine di documentazione (buona parte della quale specialistica e non divulgativa), penso molto più di quanto non abbiano fatto gli autori di ambientazioni ben note e blasonate, e non mi sento ancora pronto per buttarla giù.:lol:

Link to comment
Share on other sites

E secondo te perché, birbantello, io non ho ancora steso nulla sulla mega-ambientazione fantasy che ho in mente?:lol:

Ho letto, per studio e svago, qualcosa come una decina di migliaia di pagine di documentazione (buona parte della quale specialistica e non divulgativa), penso molto più di quanto non abbiano fatto gli autori di ambientazioni ben note e blasonate, e non mi sento ancora pronto per buttarla giù.:lol:

Apperò, se ti capita di buttarla giù fammi sapere che le do un'occhiata ^^

Link to comment
Share on other sites

Sinceramente io penso che basti guardarsi in giro:

Gurps Diskworld è fantasy e non assomiglia a D&D

Gesta Dannatamente Rozze è fantasy e non assomiglia a D&D

Anima è Fantasy e non assomiglia a D&D

Harnmaster è Fantasy e non assomiglia a D&D

Exalted è fantasy e non assomiglia a D&D

Harp è fantasy e non assomiglia a D&D

Ars Magica è fantasy e non assomiglia a D&D

I cavalieri del Tempio è fantasy e non assomiglia a D&D

SoY è fantasy e non assomigla a D&D

Poi se vuoi ambientazioni più fantasy generiche:

La storia infinita

La mitologia manichea (che Tolkien conosceva bene)

La mitologia Persiana (Gigamesh)

La mitologia precolombiana

ed infine, perché no?, quella cristiana a base di templari, lance sante, terra viva ecc. ecc. ecc.

Link to comment
Share on other sites

Sul fantasy hai detto tutto tu... mi hai citato 10 giochi differenti (d&d compreso). Con un numero così elevato di alternative è difficile (anche se non impossibile) fare qualcosa di originale, ci vuole veramente una gran fantasia oltre alla capacità di non farsi condizionare.

E poi, la mia non è una critica è soltanto una domanda, pensi davvero che alla gente piacerebbe giocare un gdr basato sulla mitologia manichea o su quella persiana?

Link to comment
Share on other sites

Sul fantasy hai detto tutto tu... mi hai citato 10 giochi differenti (d&d compreso). Con un numero così elevato di alternative è difficile (anche se non impossibile) fare qualcosa di originale, ci vuole veramente una gran fantasia oltre alla capacità di non farsi condizionare.

E poi, la mia non è una critica è soltanto una domanda, pensi davvero che alla gente piacerebbe giocare un gdr basato sulla mitologia manichea o su quella persiana?

Ti stai scervellando su dei problemi che non esistono.

Invece che sforzarti di fare qualcosa che nessuno ha mai fatto e a cui nessun altro essere umano è mai andato lontanamente vicino, sforzati di fare qualcosa di bello, di interessante, di avvincente, che invogli ad essere provato.

Non stare a chiedere a quanta gente interessa la mitologia manichea o persiana: probabilmente la maggior parte non ne sa un tubo, me compreso, ma se mi fai un GdR bello, interessante e via dicendo e me lo proponi bene, questo non sarà più un problema.

Non credo che molti di quelli che hanno giocato a Cani nella Vigna o che lo apprezzano fossero mai stati straordinariamente interessati ai predicatori mormoni del far west, dopotutto.

Link to comment
Share on other sites

Ti stai scervellando su dei problemi che non esistono.

Invece che sforzarti di fare qualcosa che nessuno ha mai fatto e a cui nessun altro essere umano è mai andato lontanamente vicino, sforzati di fare qualcosa di bello, di interessante, di avvincente, che invogli ad essere provato.

Non stare a chiedere a quanta gente interessa la mitologia manichea o persiana: probabilmente la maggior parte non ne sa un tubo, me compreso, ma se mi fai un GdR bello, interessante e via dicendo e me lo proponi bene, questo non sarà più un problema.

Non credo che molti di quelli che hanno giocato a Cani nella Vigna o che lo apprezzano fossero mai stati straordinariamente interessati ai predicatori mormoni del far west, dopotutto.

Il problema è che se lo facessi come piacerebbe a me, la gente appena lo vede, prima di capire se è bello o brutto, pensa: "guarda te, un altro che cerca di copiare da d&d", solo per il fatto che ci sono elfi, nani e orchi

Link to comment
Share on other sites

Ti stai scervellando su dei problemi che non esistono.

Invece che sforzarti di fare qualcosa che nessuno ha mai fatto e a cui nessun altro essere umano è mai andato lontanamente vicino, sforzati di fare qualcosa di bello, di interessante, di avvincente, che invogli ad essere provato.

Non stare a chiedere a quanta gente interessa la mitologia manichea o persiana: probabilmente la maggior parte non ne sa un tubo, me compreso, ma se mi fai un GdR bello, interessante e via dicendo e me lo proponi bene, questo non sarà più un problema.

Non credo che molti di quelli che hanno giocato a Cani nella Vigna o che lo apprezzano fossero mai stati straordinariamente interessati ai predicatori mormoni del far west, dopotutto.

quoto in toto, assolutamente.

soprattutto su CnV e i mormoni ;-)

Link to comment
Share on other sites

Guest dam_lodi

Ci vole molto tempo e molta voglia e sopratutto qualsiasi cosa ti capiti sott'occhio leggila e tranne spunto...mischi gli spunti e chissà magari viene fuori qualcosa di bello...io faccio così...se poi quello che hai letto non ti conta niente, tienilo come cultura personale...

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.