Jump to content

Benvenuto in Dragons’ Lair

La più grande e attiva community italiana sui giochi di ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Cosa c'è di Nuovo su Kickstarter: CY_BORG, Il Mulino e il Gigante, New Edo

Andiamo a scoprire assieme le novità in campo GdR attive in questi giorni su Kickstarter.

Read more...

Una Breve Storia dei Blocchi delle Statistiche dei Mostri

In questo articolo vengono analizzate le principali variazioni che i blocchi delle statistiche dei mostri di D&D hanno subito nel tempo.

Read more...

Ragionando sui Viaggi nelle Terre Selvagge - Parte 2

In questa seconda parte vedremo come aggiungere maggiore complessità ai nostri itinerari.

Read more...

La casa degli orrori

Gareth Ryder-Hanrahan ci presenta una breve idea per una serie di nuovi nemici di Fear Itself legati ad una casa degli orrori fin troppo reale...

Read more...

Le terre selvagge di Dembraava - Parte 1

GoblinPunch ci fa intravedere un altro squarcio nel suo mondo peculiare e bizzarro.

Read more...

Giocare a D&D 3.x SENZA miniature...


Tyke Myson
 Share

Recommended Posts


  • Replies 25
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Noi giochiamo senza da sempre...

ti posso dire che (avendo provato anche con) il gioco è:

+ Fluido

+ Basato sulla interpretazione e meno sulle limitazioni "fisiche" imposte dalla griglia.

ci sono anche dei difetti:

- Alcune cose perdono / diminuiscono di significato.. come ad esempio la velocità base del personaggio.

- Se viene fuori una grossa mischia è un pò un casino per quanto riguarda gli attacchi di opportunità e in generale diciamo che il combattimento è meno preciso.

Cmq

Si, si può giocare senza miniature, però bisogna ogni tanto prendere un foglio e descrivere un minimo le posizioni.. sennò non ci si capisce nulla !!!

Link to comment
Share on other sites

Le miniature se si sta giocando a D&D [e non al gioco specifico delle miniature] non sono necessarie. Per rappresentare il combattimento basta un buon foglio quadrettato, una matita e una gomma. Alcuni preferiscono svincolarsi anche da esso e andare "ad occhio". Ciò non toglie che eliminare gli attacchi di opportunità sarebbe una grossa rivoluzione del sistema [che prescinde dall'uso o meno della griglia] che personalmente considero ingiustificata.

Link to comment
Share on other sites

Noi in genere usiamo una scacchiera con i pezzi dadi o pezzi di scacchi o dama per i nemici e D10 per rappresentare i pg.

Penso tuttavia che il metodo del foglio quadrettato sia migliore in quanto ci si possono disegnare sopra ostacoli e altre cose che rendono il combattimento più interessante, questo sempre però usando dadi e pedine per pg e mostri.

Link to comment
Share on other sites

grazie per ora

in realtà ho fatto già un raffronto tra i talenti del T20 e gli equivalenti del D&D e sono giunto alla personale conclusione che gli attacchi di ooportunità sono una falsa necessità.

Sono loro il virus nel sistema d20 per quanto mi riguarda. Aree ad effetto, cariche, ed altre cose così si risolvono benissimo a prescindere dagli attacchi di opportunità. Quando sai che scendere da cavallo è azione equiv. al mov. è davvero fondamentale avere la regola dell'attacco di opportunità? Vuole essere realistica e invece diventa solo alchemica.

vi dirò questo.

Anche con talenti come mobilità, incalzare, e i varimigliorato (lottare, sbilanciare) togliere l'attacco di opp non è questa grande perdita.

Nei vari gdr quando sai che sei circondato da 6 goblin c'è davvero bisogno della postilla sull'attacco di opp o di una mappa con miniature per sapere che potrai colpirli con "attacco turbinante" o con " incalzare"? Basta che il DM faccia il suo lavoro disegnando la mappa e descrivendo la scena

Il d20 è stato inquinato da questo corpo estraneo messo lì solo per vendere miniature e spacciato per regola che simula il realismo.

in ogni caso ci sto lavorando e con due pagine di word e pochissimi cambiamenti penso di poter mostrare che il free attack non è necessario per giocare.

Link to comment
Share on other sites

non sono daccordo. La griglia e` un mezzo utilissimo per fare tattica e per dimostrare tecnica in un combattimento (magari facendo manovre insieme ai compagni), altrimenti diventa veramente una equazione matematica dove guardi la scheda e sai gia` se hai vinto o no perche` le opzioni diminuiscono.

Link to comment
Share on other sites

Nei vari gdr quando sai che sei circondato da 6 goblin c'è davvero bisogno della postilla sull'attacco di opp o di una mappa con miniature per sapere che potrai colpirli con "attacco turbinante" o con " incalzare"?

Si.

Motivo? stiamo giocando ad un gioco con regole sue, se non specifichi la regola allora essa non esiste.

Detto questo, non vedo il motivo di eliminare l'ado.

Per le miniature, va a scelta: non sono necessarie, ma utilizzarle non sminuisce certo il tutto. Nel mio gruppo siamo in 3 a giocare anche a wargames (vedi whf, wh40k) per cui abbiamo miniature sufficienti per rappresentare sia i pg, sia gli avversari, sia i png. Senza parlare degli elementi scenici dei tavoli di gioco, utilissimi per mostrare anche la planimetria del luogo in cui si trovano i pg.

Link to comment
Share on other sites

Si.

Motivo? stiamo giocando ad un gioco con regole sue, se non specifichi la regola allora essa non esiste.

Detto questo, non vedo il motivo di eliminare l'ado.

Per le miniature, va a scelta: non sono necessarie, ma utilizzarle non sminuisce certo il tutto. Nel mio gruppo siamo in 3 a giocare anche a wargames (vedi whf, wh40k) per cui abbiamo miniature sufficienti per rappresentare sia i pg, sia gli avversari, sia i png. Senza parlare degli elementi scenici dei tavoli di gioco, utilissimi per mostrare anche la planimetria del luogo in cui si trovano i pg.

Senza contare che con un pò di fantasia tutto si può usare come miniatura

basta anche andare in giro con un sacchetto e raccogliere sassolini ;-)

Link to comment
Share on other sites

per me il problema non è usare la miniatura o il tappo di sughero (già facciamo entrambe le cose) MA il fatto che il loro utilizzo sia vincolante. :confused:

Certe volte mi sembra di giocare a "heroquest&Dragons"......

Non si può stare 5 ore per ammazzare 9 orchetti....è ininfluente impiegare così tanta energia strategico-cerebrale a tal scopo; non è questo D&D, non è nato per essere un gioco così e aggiungerei, non è così che sono stati concepiti i gdr: forse i giochi da tavolo, i tridimensionali o i giochi di avventura ma non i gdr.

poi ognuno gioca come vuole per carità, ma per quanto mi riguarda le regole sono al servizio del gioco, se si gioca per applicare delle regole allora è bene modificarle o semplificarle.

Link to comment
Share on other sites

Non si può stare 5 ore per ammazzare 9 orchetti....è ininfluente impiegare così tanta energia strategico-cerebrale a tal scopo; non è questo D&D, non è nato per essere un gioco così e aggiungerei, non è così che sono stati concepiti i gdr: forse i giochi da tavolo, i tridimensionali o i giochi di avventura ma non i gdr.

Forse hai una concezione "errata" di D&D. D&D è sì un gioco di ruolo, ma al contempo è anche un gioco strategico. Lo testimoniano chili di manuali di opzioni strutturate in modo regolistico. Inoltre non so se hai notato ma non esistono un granché di manuali su "l'interpretazione", mentre solo a guardare il PHB e il DMG trovi un sacco di regole ben precise, senza considerare errate, FAQ, Rules Compendium e quant'altro.

Se vuoi giocare a un GDR di SOLA [o preponderante] interpretazione D&D non è il gioco che fa per te, infatti spesso le meccaniche di D&D trascendono le regole della logica e della fisica, perché è un mondo strutturato in un determinato modo, e gli attacchi di opportunità fanno parte di quel sistema, integrando il lato gestionale del combattimento.

Questo tutto rigorosamente IMHO...

Link to comment
Share on other sites

E infatti non cerco un gioco di pura interpretazione sennò giocherei a On Stage.

D&D è un uccidi mostro prendi tesoro con una parte interpretativa minore rispetto ad altri giochi, è verissimo.

Però non è nemmeno un gioco strategico.....è un gioco di ruolo; io non penso che sia una differenza da poco. Le miniature sono una stortura fatta al concetto stesso di gdr perchè sia nei giochi più narrativi (Vampiri, T20) che in quelli più regolistici (rolemaster, girsa, d&D) il gdr è un gioco che si fa con dei manuali, dei dadi, delle schede, qualche foglio per schizzare delle mappe e l'immaginazione, questa è la sua definizione.

Chi vuole più strategia può comprarsi un gioco skirmish.

Da un punto di vista pratico, poi , quando si aggiunge e si appesantisce non c'è mai un'agevolazione è una regola fondamentale del giocare (in tutte le sue forme); il gioco migliore è quello più semplice e più immediato non quello con più pagine e questo non significa che sia un gioco semplicistico (vedi gli scacchi, o.....il nascondino dei bambini, regole semplici ma infinite possibilità).

Purtroppo col mio gruppo le regole (comprese quelle della 3^ed) le sappiamo e in quanto ad esperienza forse l'unico gdr che ci manca da giocare è quello dei Power Rangers.....dico purtroppo perchè, per quanto mi riguarda, abbiamo speso fin troppo tempo con le miniature. Poi ad ognuno i suoi gusti per carità.

cmq non voglio parlare del sesso degli angeli, ho quasi finito l'articolo magari a qualcuno servirà

Link to comment
Share on other sites

cmq non voglio parlare del sesso degli angeli, ho quasi finito l'articolo magari a qualcuno servirà

Postalo, vediamo cosa hai fatto su...

D&D è un uccidi mostro prendi tesoro con una parte interpretativa minore rispetto ad altri giochi, è verissimo.

Non è automatico.

Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...

Per come la vedo io, le miniature sono uno strumento e in quanto tali possono essere usate in modo piu' o meno intelligente...

Penso che gestire un combattimento tra, hmmm, mettiamo 5 PG e 20 PNG sia piu fattibile utilizzando delle miniature piuttosto che il foglio quadrettato e la matita (per il semplice fatto di non dover cancellare e risegnare la posizione di ognuno ad ogni movimento)

e gia che ci sono ho una domanda: qualcuno di voi sa se esistono delle miniature fantasy che costino pochissimo? - tipo i soldatini di plastica verdi, per intenderci

Link to comment
Share on other sites

Lavagna a secco 150 X 80, tanti pennarelli colorati per lavagna a secco, carta casa per cancellare, omini del Lego medievale, pedine tipo gioco dell'oca o più grandi numerate per riconoscere i mostri ed è fatto!

gli attacchi di opportunità li fa chi ha tempo e voglia di calcolare ogni mossa! (noi non li abbiamo mai usati)

Link to comment
Share on other sites

  • Moderators - supermoderator

Quando io e il mio gruppo giochiamo, normalmente tendiamo a non usare miniature o griglie, poco utili fuori dal combattimento. Indubbiamente, soprattutto nel caso di scontri medio-numerosi la faccenda si complica per il Master perchè deve gestire le distanze, più che altro per dire cosa è possibile fare e cosa fallisce (ad esempio incantesimi).

Per scontri numerosi e per i classici Boss invece le faccio usare, sia per coinvolgere di più i giocatori sia per focalizzare l'attenzione su tattiche e manovre. I giocatori sanno che contro mostri potenti le possibilità di morire aumentano se non si presta attenzione, e non avere un riferimento concreto potebbe essere un grave handicap per la strategia di battaglia. Pensa che sto cercando di costruire un plastico di un fortino, tipo diorama, da usare per il prossimo Boss.

Ritengo gli AdO parte integrante del sistema di gioco (anche perchè su base storica nessun arciere provava a caricare un arco davanti al nemico, conscio di abbassare la guardia e rischiare la proprio vita), ma ricorda che non sei obbligato ad eseguirli con i mostri/creature che controlli, così come non lo sono i giocatori nei confronti dei propri Pg.

Link to comment
Share on other sites

Se posso essere di aiuto un...diciamo 4 anni fa (forse anche prima) , per la 3.0 forse, esistevano dei simpatici gettoni col bordo metallico con al centro dei bei disegni col faccione dell'elfa , del nano , dell'umano e del mezzorco che costavano circa 3 euri a pacchetto e ne conteneva una decina (se non ricordo male) se non sbaglio anche il qualche manuale tipo il pugno e la spada erano raffigurati questi "gettoni" che oltre ai normali tondi vi erano ovali e quadrati per simulare le grandezze dei mostri.

Tanto per dire erano gli antenati delle miniature di D&D versione counter , tutto ciò per dire che i "segnalini" sono usati da molto tempo oltre all'uso di carta e penna.

Ora se si vuole discutere sul fatto che le miniature siano solo un pretesto per spendere vagonate di euro , mi trovi pienamente daccordo, sul fatto che siano totalmente inutili direi di no dato che alla lunga si risparmia in fogli di carta (gli alberi ringraziano).

Poi puoi benissimo fare come faccio io che uso ancora le care e vecchie counter gem, verdi per i mostri e di altri colori per i PG , prezzo circa 5 euro a pacchetto da 30 gemme comprate al viridea o posti del genere.

Fai tu ci sono mille modi per segnare su campo gli spostamenti dei PG in battaglia senza spendere soldi nelle miniature che, a mio avviso, sono pure brutte e fatte di un materiale orrido.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

  • Similar Content

    • By buzzqw
      Buongiorno a tutti
      vi vorrei presentare il prodotto, oserei dire ormai finale, di 3 anni di lavoro.
      Il materiale, licenziato con la D20 OGL 5.1 potete trovarlo su https://github.com/buzzqw/TUS/
      Il progetto github ospita 3 giochi di ruolo ognuno con le sue pecche e la sua storia evolutiva, quello sul quale vi chiedo di porre l'attenzione e' OBSS  https://github.com/buzzqw/TUS/tree/master/OBSS/ l'ultima evoluzione dei precedenti sistemi.
      Questi in sintesi i punti salienti di OBSS - Old Bell School System:
      - Gratuito, in italiano, licenziato con la OGL 5.1. Prende ispirazione e materiale dalla SRD di diversi sistemi (PF1-2, 5ed, Gurps e nelle versioni precedenti Ars Magica e Talislanta)
      - Sorgente disponibile in formato LATEX e compilato in PDF (e' stato un po' complesso imparare Latex ma e' veramente eccezionale come linguaggio)
      - Completo in quanto nel manuale e' presente la parte del giocatore, master e mostruario (550 pagine circa). E' anche presente la scheda ed un pessimo schermo per il Narratore
      - Editato con cura. Non voglio vantarmi ma se non altro con tutte le energie che ci ho messo l'editing e' "quasi semi-professionale"
      - Il sistema si basa su prove fatte con 3d6+modificatori contro una certa difficolta'
      - Non ci sono classi. Il personaggio viene creato partendo dalla professione e dalle abilita' (feat) che si scelgono con il passaggio di livello
      - Ad ogni livello il giocatori decide se essere piu' "combattente" o "incantatore". La scelta delle Abilita' modifica i Tiri Salvezza
      - Le competenze non sono tantissime ma comprono tutti gli aspetti e come nelle precedenti edizioni possono essere aumentati al passaggio di livello
      - Non c'e' l'allineamento ma un sistema molto piu' completo ed intuitivo di Tratti morali, caratteriali ed etici
      - Il combattimento prende ispirazione da Pathfinder 1,2 e dalla 5ed, creando un buon mix che semplifica ma non e' semplicistico.
      - Anche se gli incantesimi sono presi dalla 5ed sono molto modificati (ed alcuni sono stati aggiunti) e tutto il sistema magico e' diverso (Spell point, sistema a prove di magia per effetti speciali o problemi..)
      - Il mostruario e' della 5e modificato per essere reso piu' "duro da uccidere"
      - C'e' una cosmologia completa di divinita' diverse dalle solite
      - Sistema di vantaggi e svantaggi
      - Suggerimenti per il Narratore, giocatore e frasi motivazionali
      - Illustrato! ma in bianco e nero per risparmiare inchiostro (posso anche produrre una copia senza immagini)
      - Si ispira alla tradizione dell'OSR
      - E' fatto da un appassionato che gioca a gdr da oltre 30 anni (e questo piu' che un punto a favore e' probabilmente un difetto)
      Potreste dire che e' la solita hack/collezioni di home rules per la 5ed o Pathfinder, ma posso dirvi che l'insieme e' molto meno accozzaglia di quanto puo' dire questa descrizione.
      Perche' giocare a OBSS ?
      Se volete un sistema diverso ma che usi i canoni in si e' comodi giocare, se volete creare personaggi diversi dal solito e credete nella crescita del personaggio, se reputate Pathfinder troppo pieno di regole e oberato di opzioni, se reputate la 5e eccessivamente semplicistica e poco approfondita, allora OBSS puo' essere la giusta via di mezzo.
      Perche' non giocare a OBSS?
      perche' io gioco sempre la stessa classe nello stesso sistema. Perche' non voglio provare qualcosa di nuovo che mi permetta di creare personaggi diversi, stupirmi con magie alternative, avere soddisfazione dal tiro dei dadi.
      Disponibilita'
      nel sito https://github.com/buzzqw/TUS/tree/master/OBSS troverete il manuale in PDF e Latex. Ricevuti abbastanza feedback rendero' disponibile il manuale in formato POD su lulu.com. Su richiesta posso gia' fornire il link al POD (print on demand).
      -------
      Vi invito a scaricare il manuale (il PDF in quanto la versione DOCX e' ottenuta automaticamente ed ha una pessima impaginazione), leggetelo con calma, non abbiate fretta, e' nei dettagli che sta la differenza e la bellezza.
      Qualsiasi suggerimento, parere, impressione ed opinione vogliate darmi e' piu' che ben accetto.
      grazie
      Andres
    • By Azog il Profanatore
      Salve a tutti, chiedo aiuto a voi, che siete molto probabilmente più esperti di me in D&D. 
      Allora, se un PG si stacca dal gruppo, per colpa sua o per intenzione sua, e rimane prigioniero di qualcuno(magari anche potente, dove la possibilità di fuga è moooooooolto bassa), che si fa?
      La giusta idea sarebbe fargli passare il resto dei suoi giorni in cella? O magari al servizio di un mago oscuro con cui ha stretto un accordo? E mettiamo che lui dovrebbe rimanere imbavagliato in uno sgabuzzino, mentre un doppelganger lo sostituisce, per spiare il gruppo. Che fareste?
      Nelle serie tv, nei film o nei libri è facile, si mette in secondo piano il personaggio, ma nei GdR può essere un po' più complicato.
      Grazie a tutti per le risposte!
      Azog
    • By Iena
      Ciao a tutti posto questo quesito qui nella sezione della terza edizione, lo ammetto, solo per avere maggiore possibilità di risposta ma la mia proposta di nuova meccanica si potrebbe applicare un po' ad ogni gdr Fantasy (tipo pathfinder 2 edizione che a me interessa molto ma per la quale non risponderebbe nessuno). Bando alle ciance, voi come vedete dal punto di vista delle regole l'introduzione di oggetti magici di varia natura (armi, armature, oggetti meravigliosi) che si evolvono insieme al personaggio all'aumentare del suo livello? Come giocatori lo trovereste noioso a lungo andare? Potrebbe rivelarsi sbilanciante a lungo andare (anche se di questo aspetto chi gioca alla terza edizione se ne frega alla grande)... 
      Grazie per il vostro commento 
    • By Hero81
      Rileggendo questa discussione di @Bille Boo : 
      Mi è venuto in mente che creare un sistema si magia libera è molto difficile.
      Ancora più difficile se lo si deve far comunicare con un legacy molto complesso e pesante come un D&D 3.5
      Anche il gioco Dimensioni ha la magia libera e, siccome l'idea che vado a proporvi è multi-regolamento, evoco @Brillacciaio
       
      Dunque l'idea è questa: si prende il sistema di magia cosi come lo si è creato....una funzione che dati
      * il raggio d'azione
      * l'area o il volume d'effetto
      * la durata
      * la potenza dell'effetto stesso
      ritorna uno o l'altro di questi output (o entrambi)
      * un consto in punti magia
      * una difficoltà della prova di abilità associata al lancio di incantesimi
       
      e lo si rende mediato da entità sovrannaturali.... tutta la magia in gioco è mediata da elementali/demoni/angeli/spiriti, ogni lancio di incantesimo è frutto di una contrattazione da giocare.
      Gli spiriti sono volubili e dotati ciascuno di personalità propria ma seguono tutti queste semplici regole: sono affamati di punti mana.
      1) Se il mago chiede sempre lo stesso effetto capiscono che è molto interessato allo stesso e aumentano il costo. (applicare un x2 o un x3)
      2) Se il mago usa poco la magia diventano più affamati del solito e sono propensi a concedere sconti.
      3) Non sono vincolati a riprodurre esattamente l'effetto richiesto dal mago: potrebbero creare un effetto 'un tantino' minore.....a patto di non scontentarlo troppo e non generare 'ripicche' (vedi punto 2)
       
      Cosi in qualche modo il sistema si autobilancia: se il giocatore trova un combinazione di effetto e parametri rotta e la usa in continuazione il costo sale in automatico.
      Se invece gioca un mago poco incline a fare sfoggio delle sue capacità e lancia incantesimi solo quando ne ha disperato bisogno il sistema lo premia in automatico.
      L'unica cosa che non viene bene sono i 'trucchetti' (incantesimi poco potenti, sempre uguali da lanciare in continuazione). Non sono d'obbligo (molti giochi non li hanno) ma se proprio si desiderano i trucchetti....
      L'unica pezza che i viene in mente è cerare un sistema apposito per loro, distinto dal sistema di magia principale, e non mediato dagli spiriti.
       
       
    • By TheFallenRaven89
      Salve a tutti, avrei necessità di un chiarimento. Sul manuale è esplicitamente detto che le manovre del maestro di battaglia sono limitate ad una per attacco. Ma la stessa cosa non viene esplicitamente detta per i dadi di superiorità. Quindi in teoria potrei spendere tutti e 4i dadi in una sola manovra? Grazie
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.