Jump to content

Maiden

Circolo degli Antichi
  • Posts

    1.2k
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by Maiden

  1. Non so se scrollare le spalle o se preoccuparmi, perché pensavo fosse quasi certo un manuale di ambientazione di quinta di Dragonlance.
  2. Boh, sarà che a me questo concept della Selva Fatata non mi fa impazzire ma a questo punto spero che ci siano molte informazioni su di essa in modo da rendere effettivamente giocabile questo piano, non solo attraverso l'avventura proposta.
  3. Comincia una nuova epoca per la distribuzione Dungeons and Dragons. Speriamo che sia quello che abbiamo sempre meritato da fedeli consumatori. :')
  4. Riassumerei semplicemente così, mi sembra si stia rasentando il ridicolo con questa storia del vostro tavolo.
  5. Il discorso mi sta caro perché l'ultima campagna che ho giocato è stata fatta nel Cormanthor, durante gli eventi del 1487 del Calendario delle Valli e questo per me ha significato un certo studio a ritroso di manuali e romanzi. È stato anche divertente per certi versi ma vi assicuro che ne avrei fatto volentieri a meno in altri, quindi posso anche comprendere il discorso ma supportatelo con una ambientazione allora, perché va bene che ogni tavolo abbia il suo mondo ma se stiamo parlando di Forgotten Realms, beh... Una certa base da cui partire è necessaria e anche raccogliendo il materiale sparso tra le varie avventure e la Guida agli Avventurieri alla Costa della Spada non è che ci siano solide fondamenta da cui partire, mi sembra più il compitino scritto in maniera obbligata che altro, voglio dire... Va bene, il vecchio non è canonico ma qualcosa di veramente canonico datecelo! E non parlo delle briciole sparse (c'è anche roba carina in quel poco che ci hanno dato) ma non lo trovo assolutamente sufficiente e quindi se uno desidera scalfire la superficie della ambientazione dovrebbe poterlo fare, solo che attualmente mancano i mezzi che per quanto sappiamo, non saranno neanche mai forniti veramente. E quindi questo ciarlare adesso di questo discorso, a cosa ci serve, Mr. Crawford?
  6. Inserita ad hoc in un bel contesto potrebbe avere il suo perché, anche se sono sicuro che, come sempre, il Dungeon Master avrà molto a cui dover pensare per non scadere nella sagra del trash in cui Dungeons and Dragons facilmente ti porta.
  7. Beh strizza l'occhio alle nuove leve e continuano a far uscire materiale per Magic: The Gathering che potrebbe diventare veramente l'ambientazione di riferimento a questo punto se le cose dovessero continuare a fruttare bene. Non posso totalmente apprezzare la cosa perché non è lo spirito con cui ho sempre visto Dungeons and Dragons ma il mettersi in gioco in qualcosa di diverso lo apprezzo e spero che alla fine sia un prodotto godibile, anche perché altrimenti mi dispiacerebbe data l'importanza che stanno cercando di dare alla combinazione D&D+MtG.
  8. Speriamo che sia un bel supplemento a tema draconico, l'idea ci sta tutta. Che poi prenda in prestito un famoso personaggio di Dragonlance fa capire secondo me che ci sarà da aspettarsi qualcosa in merito...
  9. Analizzerei la questione in base a quanto fai muovere i personaggi durante questa campagna, perché una cosa è tenere di conto anche di questa statistica per uno, due o tre PNG che sono a capo di alcune istituzioni ed un'altra è un continuo rimbalzare da un posto ad un altro e segnarsi la lealtà anche di PNG che difficilmente rivedranno perché di poco o nessun peso. Nei miei Forgotten Realms i personaggi sono spessissimo legati a Silverymoon e quindi facendo capo sempre ai soliti PNG tengo a mente la lealtà senza bisogno di doverla inserire come valore, quindi in un certo senso è presente ma non scritta, perché di fatto non è necessario.
  10. E niente, da una parte sono contento e dall'altra proprio per niente. Si capisce (nel caso non lo si fosse capito) la politica dietro alla lore di Forgotten Realms della corrente edizione. Speriamo che siano prodotti validi e che continuino, il mio desiderio sarebbe quello di vederli anche in italiano come è stato fatto recentemente con Esplorando Eberron.
  11. Ottimo modo per dire il sì, ma di cui parlavamo, quindi credo che tu abbia la cosa in pugno, si tratta solo di gestirla per il meglio. Vedrai che non avrai problemi se esporrai il tutto in maniera chiara alla tua compagnia. ;)
  12. Concordo con il parlare apertamente alla tua compagnia, senza problemi. Riceverai un feedback fondamentale che, se vuoi, potrai condividere per mantenere attiva questa discussione con un dettaglio in più: il punto di vista dei tuoi giocatori. In generale poi ti sono stati offerti ottimi consigli che condivido, aggiungo solo un dettaglio che non andrebbe trascurato, proprio per rendere la risposta di Bellerofonte praticamente completa di tutto. Nella Dungeon Master's Guide, nel chapter 8, alla voce Social Interaction trovi tutto quello che il gioco supporta con il regolamento riguardante proprio questo aspetto. Come hai detto, stai giocando a Dungeons and Dragons e quindi banalmente le cose andrebbero risolte anche mediante le sue stesse regole che troppe volte vengono lette una volta e poi semplicemente dimenticate. Non è un obbligo seguire queste regole ma semplicemente bisognerebbe essere coscienti della loro presenza, tenendole bene a mente nei momenti in cui potrebbero servire.
  13. Anche noi da praticamente sempre usiamo il buon vecchio +2 di fiancheggiamento. La meccanica altrimenti semplifica di molto gli scontri con NPC singoli, costringendo il Dungeon Master a dover strutturare sempre i combattimenti con più nemici (non dovrebbe esserne costretto!).
  14. Comincia a vedersi un certo dettaglio, non vedo l'ora di leggere tutta la guida per intero.
  15. So che è un grande prodotto, voglio solo arrivare a leggere di Eberron con la voglia necessaria per imparare una nuova ambientazione che fino ad ora ho sempre evitato.
  16. Spero che questo influenzi anche D&D: Beyond nel proseguire nella localizzazione, sarebbe il top per tutti gli amanti del digitale.
  17. Il discorso completo è quí: https://dnd.wizards.com/articles/news/expanding-dungeons-dragons/it
  18. Il fatto che non si accenni ad un piano materiale ben definito potrebbe indicare una partenza in media res direttamente nella Selva Fatata? Speravo in un appiglio ai Forgotten Realms e più specificatamente su Neverwinter.
  19. Si beh mi sembra ovvio che se tutto viene preso a cuore leggero certe decisioni che dovrebbero impattarsi pesantemente sui personaggi in realtà non sortiscono effetto alcuno. Ma questo purtroppo è un problema comune e direi che se le intenzioni sono quelle di giocare una avventura in cui ci sono grandi scelte morali da non affrontare in modalità cervello spento ad ogni costo il Dungeon Master dovrebbe essere decisamente chiaro durante la sua dichiarazione di intenti e la sessione 0 per evitare che il tutto si riduca alla classica avventura Entra Uccidi il Mostro Arraffa il Tesoro ed Esci. Sono del parere che se non si diverte il Dungeon Master, che è un giocatore come gli altri alla fine delle somme ma con grandi responsabilità nei confronti del gioco e della sua conduzione, in breve non si divertirà più nessuno. E se una sessione non fa al caso vostro perché magari avete la testa per altro, fate semplicemente passo, non sempre si è nel giusto mood e bisogna farsene una ragione per avere rispetto del resto del tavolo di gioco che invece si sta per impegnare affinché il gioco vada in una certa maniera.
  20. Prodotto carino ma qui si vuole la ciccia, quella vera.
  21. Mh. Tutto qui? Sul secondo prodotto non mi esprimo perché è uno degli esperimenti che stanno facendo, può piacere o meno. Ma l'avventura nel Feywild spero che espanda una grande città del Forgotten Realms con cui giocarci un corposo capitolo, alla Discesa nell'Avernus con Baldur's Gate per intenderci. Almeno quello, giusto per avere qualcosa di ambientazione Forgotten Realms da leggere, che fa piacere.
  22. Se avessero creato una nuova ambientazione per Dungeons and Dragons con questa mentalità avrebbero ricevuto dei feedback negativi ma non questo tipo di polemiche. Forgotten Realms, per me, come qualsiasi altra ambientazione, andrebbe rispettato e usato nel modo in cui fu studiato (o comunque sulla falsa riga, con qualche ritocco ovviamente ma con la sua essenza, passatemi il termine) e sfruttato per ciò che esso aveva da offrire originariamente. Le contaminazioni, venti persone che ci hanno messo le mani sopra, aggiustamenti terrificanti per cercare di spremere quanto più possibile il brand è solo questione di mero denaro e anche questo discorso che sta venendo fuori adesso è solo per restare sulla cresta dell'onda per cercare di non finire travolti. Penso che se un domani le cose cambiassero completamente e per rimanere sul pezzo dovessero fare il contrario di quanto fatto fino ad ora, non ci penserebbero due volte. Molto triste.
  23. Diciamo che ci stanno puntando molto dato che la Hasbro ha visto le entrate grazie alla Wizards of the Coast. Che guardino al denaro, perché è quello che vogliono fare. Ma che si ricordino della passione, perché senza di quella saranno solo prodotti senza anima.
  24. Noi giocammo una cosa del genere quando nessuno voleva prendersi troppo la briga di fare il Dungeon Master ed ha funzionato abbastanza bene, quindi la mia versione di questo stile farebbe ruotare anche il Dungeon Master tra coloro che possono e vogliono farlo, rendendo più facile la messa in gioco di molte sessioni. Ci vogliono più persone con la voglia di fare il Dungeon Master ma per brevi periodi se non addirittura per singole one-shot e rendi le cose decisamente più fattibili per tutti, almeno questa è l'esperienza che ho accumulato al mio tavolo.
  25. Se è materiale compatibile con D&D cercherei di usare gli stessi termini per non confondere le cose. Va bene uno snellimento, il d20, la compatibilità, il sistema roll under (e tutto il resto che ci dirai, lo vedremo).
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.