Jump to content

chradis

Ordine del Drago
  • Content Count

    46
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

6 Coboldo

About chradis

  • Rank
    Adepto
  • Birthday 09/14/1989

Profile Information

  • Location
    Milano
  • GdR preferiti
    D&D 3.5

Recent Profile Visitors

543 profile views
  1. la ragione di virare la discussione verso questo aspetto è quasi d'obbilgo. Nessuno mette in dubbio l'enorme versatilità di avere un PG aggiuntivo in fase di esplorazione, anzi, questa meccanica rende molto più intrigante e sfaccettata una sfera che ha la tendenza a ripetersi se non accuratamente gestita. tornando al discorso combattimento, ho riletto più approfonditamente l'errata corrige di novembre ed effettivamente sono modifiche molto mirate e secondo me molto efficaci. Ci sono alcune pecche nel design del beast master e del ranger in generale, ma non sono pecche di forza/debolezza bensì di aspettative. Provo a spiegarmi meglio: nella mia testa un beast master è un personaggio che ha molto a cuore una bestia specifica che nel tempo affina la sintonia col proprio padrone e crescono insieme. Quello che mi aspetto dal compagno animale è che migliore man mano con il Ranger, ma la sensazione che provo quando leggo il Beast Master non è esattamente così: perché i PF del compagno animale aumentano così piattamente? Perché il compagno animale non ha una meccanica come il Ranger che ha gli ASI ogni 4 livelli? In sostanza, nonostante le features del Beast Master non ho molto la sensazione che il mio compagno animale cresca con me. Dall'altro canto ho il Ranger. Mi aspetto che sia inarrivabile quando si tratta di viaggiare per terre inesplorate, dare la caccia ai nemici e tendere imboscate, ma non è questa la sensazione che provo quando leggo le sue features generiche. Ad esempio, com'è possibile che con Primeval Awareness sappia che ci sono dei nemici (favoriti) nei dintorni, ma che non sappia né la direzione né il numero esatto? In questo senso ha fatto un passo nella direzione giusta il ranger rivisitato, ma ho lo stesso la sensazione che il Ranger non sia abbastanza caratteristico e unico. Ecco, forse la descrizione migliore è che non percepisco le sue features come uniche. Verissimo. Prendendo ad esempio il lupo ha delle abilità molto forti. A livello 11 può fare 2 attacchi con vantaggio (pack tactics) con cui può forzare 2 TS su Forza. Vero che la CD è di 11, ma chi altro può vantare quest'abilità? Un FIghter Battlemaster può farne solo un numero limitato di volte per short rest. Certo, non sono comparabili un guerriero e un lupo, ma volevo sollevare un punto a favore della bestia e di come possono essere preziose le sue abilità dentro e fuori dal combattimento.
  2. ah sì? ottimo! qualcuno l'ha già provata di persona e sa dirmi come si è trovato?
  3. non esattamente, la bestia agisce al posto del Ranger solo per dash, disengage, help, attack (fino a lvl7 dove le prime 3 diventano azioni bonus), mentre entrambi si possono muovere liberamente nel turno. Questo lo trovo corretto per non rompere l'economia delle azioni durante il turno. ero a conoscenza solo di quella iniziale, questo mi manca! qualcosina è stata fatta, almeno ci sono gli attacchi magici e poi il multiattacco, se ce l'ha. Rimangono i problemi di HP e TS molto bassi di sta povera bestia. ma infatti, a ben pensarci la versione UA + l'errata corrige ci sta. Continuo a pensare che dargli un turno a sé sia scorretto e poco aderente: io mi aspetto che un Beastmaster agisca contemporanemente alla propria bestia e che vivano in simbiosi, ma Beastmaster a parte la versione UA del ranger sembra molto intrigante per le versioni migliorate delle sue capacità. quello che probabilmente farò è usare il Beastmaster di UA e dell'errata corrige, ma userò la dinamica di attacco del PHB.
  4. ciao a tutti, mi sono recentemente interrogato su cosa interpretare nella prossima imminente campagna ed ero indeciso tra Druido e Ranger, visto che entrambe rientrano tra le mie classi preferite (amo la natura ❤️ ). Come druido ho provato il circolo della luna e mi sono divertito un sacco, ma anche con il Ranger Hunter mi sono tolto le mie soddisfazioni. Ho da sempre il pallino del compagno animale e forse ero abituato troppo bene in 3.5 con il druido 🙂, e quindi mi sono rivolto all'unico archetipo che lo norma: il Beastmaster. La meccanica in combattimento di base mi aggrada molto e la preferisco di gran lunga a quanto ero uscito con la revisione del ranger di UA, perché non trovo il senso a fare agire la bestia come unità a sé stante in tutto e per tutto. Non trovo corretto che il Beastmaster possa agire 2 volte nell'arco dello stesso turno, tanto varrebbe giocare 2 PG. Detto questo, vorrei costruire un PG in grado di cavalcare la propria bestia. Non ho mai interpretato un personaggio cavalcante e penso che questa possa essere una buona prima volta. Il personaggio sarà Halfling (penso cuoreforte), basato su Dex con stocco e scudo a cavallo di un lupo con duellante (+2 ai danni con arma a una mano) o difesa (+1 AC). NDR non sarà concesso l'uso dei talenti. Qualcuno lo ha già giocato? sa come si comporta? I miei dubbi non riguardano la meccanica dell'archetipo in generale, come detto prima, ma nutro dei dubbi su alcune abilità. 1) 4HP per livello sembra molto basso. Considerando che cavalcherei il mio lupacchiotto e senza possibilità di prendere il talento mounted combatant, rischierei spesso vada a 0 HP? (ho già concordato con il DM di mandare il lupo a 0 e fare i tiri per la morte anziché farlo morire subito) 2) usare il d8 per le sue ferite in aggiunta alla sua costituzione (5 + 1) gli darebbe troppi HP? 3) concedere al lupo il mio bonus di proficiency anche ai suoi tiri salvezza e alla DC di buttare a terra è troppo? 4) il paladino con la spell find steed ha accesso a una cavalcatura con cui riesce a comunicare telepaticamente, mentre il ranger deve usare uno slot di 1° livello per Beast Bond (a concentrazione e richiede linea di vista), oltre ad avere INT 6. Sarebbe giusto permettere la comunicazione telepatica anche al Ranger? 5) del ranger revisionato mi piace molto gli ASI, perché mi fa percepire molto lo sviluppo in simbiosi del Ranger e del suo compagno. Voi dite che è sgravo? Prima di rispondere ai miei 5 punti, vi chiederei di dirmi se qualcuno già ha provato la versione base del PHB del Beastmaster con cavalcatura e come si è trovato a usarlo. Chiaramente è difficle che il DM mi conceda tutti e 5 i punti, ma secondo voi cosa sarebbe meglio chiedere? Ovviamente i miei sono spunti, se avete altri consigli ditemeli pure 🙂 grazie Chradis
  5. eh lo so, ma quanto sono succulenti i tiri salvezza dello gnomo sugli effetti magici?? di flavor mi piaceva interpretarlo come uno studioso accademico e forse lo gnomo ci sta meglio che l'halfling
  6. ciao a tutti, sto finendo Curse of Strand come druido della luna e mi sto divertendo un casino (sarà che il druido è la mia classe preferita ever ❤️ ) e stiamo iniziando a pensare a una nuova campagna, probabilmente ambientata nel Faerun anche se non si da dove. Detto questo, vorrei fare nuovamente il druido, ma con un altro archetipo, per ora sono indecisa tra shepherd e della terra. Arrivando al nocciolo della questione, vorrei prendere una razza piccola, quindi la mia scelta ricade su halfling e gnomo. Per quanto riguarda le sottorazze, le più aderenti al druido sarebbero Ghostwise per il halfling e Forest per lo gnomo e sinceramente non saprei scegliere tra queste due. Mi sono perso altre sottorazze? Cosa consigliate?
  7. concordo pienamente, nelle nostre avventure queste situazioni vengono gestite segretamente proprio per creare pathos e lasciare cose in sospeso, siamo noi giocatori a non volerle sapere in primis. Il metodo migliore che abbiamo trovato è messaggistica istantanea, rimane segreto e si gestisce bene anche in fasi concitate con un botta e risposta rapido.
  8. penso di essere fuori tempo massimo, ma sarei molto interessato
  9. ok, chiarissimo il tuo punto di vista. Provo a porti un'altra domanda: se prima Gwilherm difficilmente avrebbe accettato un dono oscuro, può questo episodio aumentare la sua propensione ad accetterne uno?
  10. non per ora, DM docet 🙂 posso eventualmente castare Regen, ma devo aspettare il 5° livello di magia, ma mancano ancora 2 livelli. Forse non mi sono espresso abbastanza chiaramente: che l'arto ricresca/venga rimpiazzato o meno, dovrebbe cambiare il comportamento del mio PG nei confronti di Strahd? se sì, come dovrebbe cambiare?
  11. e questo va bene, ma Regeneration a parte non posso immaginare nessuna reazione da parte di qualsiasi PG. Di fatto ti è stato mozzato un braccio, se anche ti ricrescesse non serberesti rancore?
  12. Buongiorno a tutti, mi ritrovo a scrivere per affrontare una dinamica di sviluppo interiore del mio personaggio e mi piacerebbe avere un punto di vista diverso dal mio. Premessa non doverosa: stiamo giocando a Curse of Strahd per D&D 5e e il mio pg (Gwilherm) è un druido della luna di 7° livello Gwilherm è un ragazzo di 15 anni e un apprendista mago molto mediocre. E' stato accettato all'accademia arcana solo perché figlio di un importantissimo nobile, ma la sua medicorità gli impedisce di apprendere le arti magiche. Frustrato da questa situazione senza scampo, ha rivolto una preghiera a qualsiasi entità lo volesse ascoltare per renderlo più forte. A rispondere al suo appello è stato Oberon, signore delle Fate che gli ha garantito enormi poteri druidici. Da allora Gwilherm usa i suoi poteri con tracotanza e arroganza, conscio della sua immane forza. Nell'ultima sessione è successo qualcosa di molto spiacevole: Gwilherm e i suoi compagni stavano affrontando un circolo druidico malvagio ed essendo tank, il buon Gwilherm ha affrontato diversi berserkers che nella foga della battaglia hanno assestato un colpo terribile e gli hanno reciso il braccio sinistro, anche se nessuno di loro è sopravvissuto per raccontare la storia. Il fatto è che Gwilherm sa che il circolo druidico adora Strahd come divinità, tanto che prima del combattimento Strahd ha presenziato ad un loro rituale. La naturale conseguenza di un evento tanto traumatico è che Gwilherm incolpi Strahd e cerchi in tutti i modi non solo di eliminarlo, ma di annichilirlo completamente e umiliarlo. A livello di gioco questo significa ricercare un potere ancora più forte (se non addirittura assoluto) e cercare di spodestare Strahd per poi annichilirlo e punirlo per il torto. Voi cosa ne pensate? Secondo voi come altro potrebbe reagire Gwilherm al braccio mozzato? Grazie Chradis
  13. Salve ragazzi, sto per fare il master in una campagna di d&d Next e vorrei sfruttare quest'occasione per creare una classe che mi piacerebbe un sacco. Vi espongo brevemente l'idea: CLASSE AGGIUNTIVA: L'INGEGENERE (wip) L'ingegnere è una persona molto studiosa e dedita alla comprensione del mondo. Di natura molto curiosa, non ha seguito studi arcani. Cionondimeno è riuscita ad imprimere parte della propria anima in oggetti inanimati di uso quotidiano che si trasformano in potenti strumenti. La carriera di un ingegnere si divide in due strade distinte: il costruttore e l'alchimista. ALCHIMISTA: infondendo parte della sua anima in oggetti comuni ha la possibilità di renderli molto potenti. In termini ruolistici, l'alchimista ha un pool di punti che aumentano all'aumentare dei livelli. Infondendo una magia arcana di sua scelta in oggetti NON magici, ha poi la possibilità di consumare parte del totali dei punti che ha accumulato per lanciare la magia infusa. L'oggetto infuso può essere usato solo dall'alchimista. COSTRUTTORE: egli ha deciso di dedicare la sua carriera alla costruzione e al miglioramento di un costrutto meccanico. Infondendo parte della sua anima in un manichino di legno, oppure in un ammasso di pietre o ancora in un'armatura, questa prenderà vita e sarà estensione del volere del costruttore. All'aumentare dei livelli, il costruttore acquisirà una più profonda conoscenza della suo opera e avrà modo di renderla più potente. che ne pensate? immagino ci sia già del materiale a riguardo in una passata edizione, ma non l'ho trovato. secondo voi può rendere? grazie mille Chradis
  14. buongiorno ragazzi! vi racconto in breve la situazione: sono un nano vecchio e malmostoso (giusto per non stereotipare la categoria), chierico di Moradin della vita. Nel corso dell'avventura mi sono trovato davanti a tanta violenza efferata, di cui la ragione principale è l'avarizia. Per questa ragione (e per ragioni di BG) ho deciso di fare dei voti sacri che, rispettandoli, mi porteranno benefici, quali charms e bless. Ve li elenco: - Non violenza - Povertà terrena - Rispetto per la vita Nutro dei dubbi, soprattutto riguardo i primi due. Secondo voi sono in linea con la religione di Moradin? A me sembrano stonare un po' e per questa ragione stavo pensando di "scindermi" dal culto ufficiale. Per intenderci, penso alla differenza tra Cattolicesimo e Ortodossia: hanno differenze minime e visioni diverse, ma sono tutti Cristiani. Voi che ne pensate? grazie in anticipo Chradis
  15. Buongiorno ragazzi! sto facendo la mia prima campagna in Next e mi sto divertende un sacco a giocare un Nano chierico della vita di 180 anni con moglie e prole. Per varie vicissitudini ha visto molta sofferenza e molta morte, causata soprattutto dall'avidità e dalla cupidigia, portandolo a pensare di rinunciare alla violenza e all'avarizia. Per questa ragione tiene il minimo indispensabile come equipaggiamento e ha rinunciato al suo martello da battaglia. Detto ciò, esiste qualcosa come i voti sacri della 3.5? oppure continuo con questo comportamento senza caratterizzazione particolare a livello di talenti/abilità? Grazie a tutti per il supporto Chradis
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.