Jump to content

Benvenuto in Dragons’ Lair

La più grande e attiva community italiana sui giochi di ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Recensione: Tasha's Cauldron of Everything

Con colpevole ritardo pubblichiamo la recensione del penultimo manuale uscito per D&D 5E: Tasha's Cauldron of Everything.

Read more...

Quando un lupo non è un lupo? - Parte 2

Oggi Goblin Punch vi parlerà di una possibile e viscida variante per i vampiri per le vostre avventure.

Read more...

La WotC prende il controllo della localizzazione in Italia di D&D 5E

Un comunicato stampa appena rilasciato dalla Asmodee annuncia una importante novità per il futuro di D&D 5E in Italia.

Read more...

Viaggio nella DM's Guild XI - Il Genio dell'Illusione

Il Genio dell'Illusione è un’avventura Gdr in stile Fantasy/Medievale scritta ed illustrata da Matteo Valenti.

Read more...

I Racconti di Arthaleorn

Andiamo a scoprire una serie di romanzi fantasy italiani intimamente intrecciati con il mondo dei GdR.

Read more...

Recommended Posts

Proseguiamo con e concludiamo l'articolo sulle Piante iniziato settimana scorsa, in questa serie di articoli per rivisitare i mostri, tratta dal blog GoblinPunch.

Articolo di Goblin Punch del 29 Dicembre 2017

Articolo 1: Mummie
Articolo 2: Golem
Articolo 3: Fantasmi
Articolo 4: Ghoul
Articolo 5: Ghast
Articolo 6: Piante - Parte I

*Nota del traduttore: GoblinPunch utilizza un sistema di sua creazione, una versione di D&D molto semplificata. Questa volta i mostri erano più numerosi del solito, perciò ho preferito mettere le conversioni sotto spoiler, direttamente sotto a ciascuna creatura. 

Riprendiamo in mano i nostri vegetali e i loro temi.

Tema: Vulnerabilità al Fuoco

Questo è abbastanza antropocentrico. Pensiamo alle cose che le piante sanno fare e pensiamo "si possono usare come combustibile, no?" anche se gli alberi sono decisamente meno vulnerabili al fuoco rispetto agli esseri umani. Vorrei vedere un umano sopravvivere ad un incendio forestale. 

Se voleste inserirlo nel gioco, potreste semplicemente dire che tutte le piante prendono metà dei danni contundenti e due volte e mezzo quelli da fuoco. Soddisfacente sotto l'aspetto meccanico, credo.

I treant potrebbero dover fare test di morale quando vengono affrontati con grandi quantità di fuoco (non solo delle semplici torce). 

Tema inverso: Potere del Fuoco

Mostro: Albero Drago
Statistiche di un drago, ma è immobile. Incredibilmente fico. Le frecce prendono fuoco prima di toccarlo, i proiettili di fionda non possono danneggiarlo. Più un enigma che un mostro: come superarlo è un puzzle, come ucciderlo un altro. 

TemaFrutta
Anche questo tema è un po' antropocentrico, ma va bene lo stesso. Ho già menzionato i frutti esplosivi, vero? I meloni rotolanti sono stati uno dei miei primi post nel blog. 

Oggetto: Mango Danzante

Sembra una specie di stella marina. Quando cade dall'albero (o viene raccolto) comincia a danzare. Se lo mangi, cominci a danzare a tua volta (e non puoi smettere finché non crolli esausto). Chiunque si trovi a danzare con te è colpito dallo stesso effetto (come Danza Irresistibile), ma solo tu sei quello "contagioso". 

Oggetto: Frutto Pozione

La frutta è un'ottimo sostituto per le pozioni. È ciò che si ottiene quando un mago bagna una pianta di fragole con il suo sputo e con escrementi di belva distorcente.

Tema: Piante Parassitarie

Mostro: Orchidea Schiavista

Si tratta di un'orchidea che cresce nel tuo cervello e ti guida come se fossi un mezzo di trasporto. Grida (o squittisce?) e ti tira per le orecchie per dirigerti dove vuole andare. 

Tema: Potere del Sole

Questo è un tema un po' sciocco, perché la luce del sole non è davvero densa di energia come viene rappresentata nella finzione. Superman riceverebbe più energia mangiando un hamburger piuttosto che stando a prendere il sole tutto il giorno.

Ma come Crescita e Vulnerabilità al Fuoco è un tema difficile da ignorare.

Oggetto: Cespuglio del Fantasma Nero

C'è una vera e propria corsa agli armamenti tra le piante, allo scopo di accaparrarsi la luce solare. Gli alberi vincono grazie all'altezza e allargando i loro rami sempre di più. I viticci vincono arrampicandosi sugli alberi. Piante più piccole vincono perché hanno bisogno di meno luce.

Il Cespuglio Fantasma Nero ha risolto questo problema rendendo le cose invisibili. Perché se gli alberi vicini sono trasparenti, la luce passa attraverso di essi e colpisce direttamente il cespuglio, il quale può prosperare come vuole.

Sono spesso circondati da alberi invisibili, o meglio tronchi invisibili (ovvero degli alberi trasparenti morti per mancanza di luce).

Se decidi di colpire un Cespuglio Fantasma Nero finisci inevitabilmente per irritarlo, e il Cespuglio ti renderà invisibile. Ciò ti renderà anche cieco (come puoi vedere se la luce passa attraverso i tuoi occhi trasparenti?). 

Tema: Mimesi

Oggetto: l'Orchidea Moglie

È un'enorme orchidea color della pelle. Cambia colore per emulare il colore della preda. Da distante sembra una donna che apre le sue braccia in modo invitante. I personaggi si sentono spinti ad abbracciarla. Non è un incantesimo di suggestione è solo... la cosa giusta da fare. 
Chiunque abbracci l'Orchidea Moglie perde 1d6 punti di Costituzione, mentre il fiore succhia il suo sangue attraverso la pelle. Mentre si nutre la pianta riempie la testa della vittima di sogni piacevoli e conoscenze botaniche, concedendo 10 Punti Esperienza per ogni punto di Costituzione risucchiato. 

Mentre le prede si scostano dall'Orchidea, sembra che la pianta le ripulisca con cura e attenzione dal sangue, proprio come farebbe un umano. In realtà è solo il fiore che cerca di recuperare ogni goccia di sangue possibile.

Una volta che un personaggio ha ricevuto 100 Punti Esperienza dall'Orchidea si sentirà costretto (magicamente, questa volta) a proteggere la pianta. La considererà la sua pianta e non sarà disposto a condividerla. Probabilmente sarebbe pronto a sposarla. A questo punto può scegliere di nutrire o meno la pianta come preferisce (la pianta può sopravvivere senza sangue). Riceve comunque Punti Esperienza una sola volta per sessione. 

Il personaggio cercherà di metterla in casa vicino ad una finestra. Se non ha una casa, la pianta spingerà il personaggio a fermarsi e costruirne o comprarne una. Vuoi proteggere l'Orchidea, vero? Non vorresti portartela con te nei pericolosi dungeon, vero?

Molti "sposi" parlano alle loro orchidee mentre le nutrono. Vere e proprie chiacchiere da letto. Gli strani stralci di saggezza che l'Orchidea concede a volte permettono allo "sposo" di raggiungere conoscenze utili. (DM: sentitevi liberi di inserire in questo modo informazioni che il party avrebbe dovuto comprendere, ma ha mancato. Per esempio: il negoziante è chiaramente un vampiro). 

Menzione Onorevole: La Piccola Bottega degli Orrori

Penso che Audrey II potrebbe essere un ottimo avversario, ma sarebbe un alleato ancora migliore. Specialmente se i personaggi la trovano quando è ancora piccola e carina. 

Mago
Fitomante/Botanimante

È facile creare un botanimante semplicemente prendendo le varie idee dei temi precedenti.

Restrizioni: non puoi lanciare incantesimi a meno che la luce solare (o un ragionevole facsimile) non ti abbia illuminato nelle ultime 24 ore.

Benefici: se perdi un arto puoi fartene crescere uno vegetale in due settimane. Inoltre, se hai memorizzato l'incantesimo Parlare con le Piante puoi lanciarne una versione da 1MP (NdT: Mana Points) gratis.

(Nota del Traduttore: per la 5a edizione di D&D potete stabilire che per il Botanimante Parlare con le Piante diventi un Rituale).

Lista degli Incantesimi
Intralciare
Crescita (Come Ingrandire/Ridurre ma solo su bersagli viventi, dura più a lungo sulle piante)
Luce
Forma dell'Albero*
Parlare con le Piante
Deformare Legno
Risvegliare Treant

Allucinazione (o Confusione)
Cura
Tocco Velenoso
Disseccare 
(area d'effetto come Palla di Fuoco, la sua efficacia varia a seconda del tipo di bersaglio)
Muro di Legno
Magia Leggendaria: Seme*
Magia Leggendaria Forma del Treant*

Seme
Bersaglio: oggetto Gittata: tocco in mischia
Durata: permanente

Un oggetto viene trasformato in un seme. Si ritrasforma nell'oggetto originario solo se viene sommerso in una quantità d'acqua sufficiente a colmare la differenza di massa. Puoi usare questo incantesimo in modo offensivo, ma non ha effetto su bersagli con Punti Vita superiori a (somma)x3.
La grandezza dell'oggetto è limitata dall'investimento di Mana Points.

1MP = un oggetto che può essere impugnato.
2MP = umanoide o sedia
3MP = gigante o cottage
4MP = drago o nave. In alternativa, cose immateriali come la felicità.

* Forma dell'Albero
Bersaglio: creatura Gittata: tocco in mischia
Durata: permanente

Si usa principalmente per assumere la forma di un albero. Puoi comunque sentire e vedere. Se sei nel clima adatto non hai bisogno di mangiare o bere. Puoi restare in forma di albero finché lo desideri. Puoi usare questa magia a scopo offensivo, ma non ha effetto su bersagli con Punti Vita superiori a (somma)x3. Il bersaglio resta in forma albero finché non scegli di interrompere l'incantesimo. Scegli tu la specie di albero. 

Sì, questo ti permette di trasformare il boss in un albero e poi farne una bella sedia. Starebbe benissimo nella tua casa, vicino alla tua Orchidea Moglie.

Note del Traduttore

Il Botanimante e gli incantesimi qui sopra riportati possono essere facilmente adattati alla D&D 5E.

Per quanto riguarda il mago è certamente possibile creare ex novo una sottoclasse, ma si può anche risolvere la cosa con un Talento.

Fitomanzia

Prerequisiti: Int 13 o un legame con un'Orchidea Moglie.

  • Puoi preparare incantesimi solo se sei stato a contatto con la luce solare (o un sostituto come l'incantesimo Luce Diurna) nelle ultime 24 ore. 
  • Impari il trucchetto "Frusta di Spine", utilizzando la tua caratteristica di lancio incantesimi per il tiro per colpire. Impari l'incantesimo "Trasmutare Legno", che funziona come "Trasmutare Roccia" ma solo su materiale ligneo ed è di 4° livello. 
  • I seguenti incantesimi funzionano come se avessero il tag "Rituale": Crescita Vegetale, Forma dell'Albero*, Parlare con i Vegetali, Pelle Coriacea.

Gli incantesimi sono abbastanza potenti, e vanno quindi riadattati agli equilibri dell'edizione. 

Seme
Trasmutazione di 2° livello
Tempo di lancio: 1 azione
Gittata: Contatto
Componenti: V, S
Durata: 8 ore.
L'incantatore tocca un oggetto Minuscolo non magico e inanimato. L'oggetto si trasforma immediatamente in un piccolo seme di legno. Se il seme viene immerso in una quantità d'acqua sufficiente ad ospitare l'oggetto originale, l'incantatore può decidere di ritrasformarlo nell'oggetto originale. Ciò fa terminare l'incantesimo. 
Ai Livelli Superiori: quando l'incantatore lancia questo incantesimo usando uno slot incantesimo di 3° livello o superiore può bersagliare un oggetto di una taglia superiore per ogni slot superiore al 3°, seguendo quest'ordine: Piccolo, Medio, Grande, Enorme.

Forma dell'Albero
Trasmutazione di 3° livello
Tempo di lancio: 1 azione
Gittata: Contatto
Componenti: V, S
Durata: 8 ore.
L'incantatore assume la forma di un albero a sua scelta. Non può muoversi e non può parlare, ma vede e sente ciò che lo circonda. In forma d'albero l'incantatore è indistinguibile da una pianta naturale. Ha 30 Punti Vita temporanei, ma se questi punti vita vengono portati a 0 riprende la forma originale. 
In forma d'albero l'incantatore non necessita di cibo, aria o acqua e non soffre per climi freddi o caldi (situazioni estreme possono influenzare comunque l'incantatore, come per esempio un clima polare o un'eruzione vulcanica). Se l'incantatore trascorre almeno 4 ore alla luce del sole mentre è trasformato in albero riceve i benefici di un pasto e di un riposo breve. 
Ai Livelli Superiori: quando l'incantatore lancia questo incantesimo usando uno slot incantesimo di 4° livello o superiore può bersagliare una creatura aggiuntiva che si trovi entro 9m da lui per ogni livello di incantesimo superiore al 3°.

Maledizione della Quercia
Trasmutazione di 6° livello
Tempo di lancio: 1 azione
Gittata: Contatto
Componenti: V, S
Durata: Permanente.
L'incantatore tocca un bersaglio, che deve superare un Tiro Salvezza su Saggezza o essere trasformato in una pianta a scelta dell'incantatore. Il bersaglio subisce l'effetto di Forma dell'Albero, ma ha 80 punti vita temporanei. 
Al termine di ogni turno il bersaglio può ripetere il Tiro Salvezza per interrompere l'effetto dell'incantesimo.
Dopo un minuto il bersaglio non può più ripetere il Tiro Salvezza, e può tornare alla forma originaria solo se l'incantatore decide di interrompere l'incantesimo, se l'incantesimo viene annullato o sospeso, oppure se l'incantatore viene ucciso.
Se l'albero viene abbattuto passato il primo minuto, il bersaglio muore con esso. 
Un pezzo di legno dall'albero conta come parte del corpo ai fini di riportare in vita il bersaglio dell'incantesimo. 


Link all'articolo originale: http://goblinpunch.blogspot.com/2017/12/plants-monsters-spells-items.html


Visualizza articolo completo

Link to post
Share on other sites

  • Replies 6
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Popular Days

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Penso che intenda il fatto che è un topos molto classico quello della pianta che "prende forza dal sole". Tipo solarraggio nei Pokémon! Alla fine è l'equivalente vegetale di Braccio di Ferro che man

3 hours ago, Pippomaster92 said:

Questo è un tema un po' sciocco, perché la luce del sole non è davvero densa di energia come viene rappresentata nella finzione. Superman riceverebbe più energia mangiando un hamburger piuttosto che stando a prendere il sole tutto il giorno.

Mi permetto di eccepire solo su questa affermazione, un po' fuorviante.

Il valore energetico metabolico di un hamburger è di circa 1 milione di Joule (1000 kJ). Valore lordo: consideriamo, però, che digerirlo richiede un dispendio.

La potenza energetica media irraggiata dal sole in Italia a livello del suolo è di circa 180 W al metro quadro. Quindi bastano 2 ore, con 1 metro quadro di superficie esposta, per accumulare 1.3 milioni di Joule. Netti. In 12 ore l'energia accumulata sarebbe equivalente a 7.8 hamburger.

Naturalmente stiamo ipotizzando un'efficienza perfetta di assorbimento dell'energia solare, cosa che non è verosimile: nella pratica le piante ne assorbono solo una piccola parte. E non c'è dubbio che nella realtà gli animali, specialmente quelli carnivori, siano molto più efficienti di una pianta dal punto di vista energetico (riescono ad essere molto più attivi, eppure dedicano all'atto di nutrirsi una quota molto piccola del loro tempo). Comunque, per le piante la luce è cibo e quindi il tema non ha niente di "sciocco" 😉.

Link to post
Share on other sites
1 minuto fa, Bille Boo ha scritto:

Mi permetto di eccepire solo su questa affermazione, un po' fuorviante.

Il valore energetico metabolico di un hamburger è di circa 1 milione di Joule (1000 kJ). Valore lordo: consideriamo, però, che digerirlo richiede un dispendio.

La potenza energetica media irraggiata dal sole in Italia a livello del suolo è di circa 180 W al metro quadro. Quindi bastano 2 ore, con 1 metro quadro di superficie esposta, per accumulare 1.3 milioni di Joule. Netti. In 12 ore l'energia accumulata sarebbe equivalente a 7.8 hamburger.

Naturalmente stiamo ipotizzando un'efficienza perfetta di assorbimento dell'energia solare, cosa che non è verosimile: nella pratica le piante ne assorbono solo una piccola parte. E non c'è dubbio che nella realtà gli animali, specialmente quelli carnivori, siano molto più efficienti di una pianta dal punto di vista energetico (riescono ad essere molto più attivi, eppure dedicano all'atto di nutrirsi una quota molto piccola del loro tempo). Comunque, per le piante la luce è cibo e quindi il tema non ha niente di "sciocco" 😉.

Penso che intenda il fatto che è un topos molto classico quello della pianta che "prende forza dal sole". Tipo solarraggio nei Pokémon!
Alla fine è l'equivalente vegetale di Braccio di Ferro che mangia gli spinaci e diventa subito superforte. Non sarebbe sciocca se fossero spinaci magici (o arachidi magiche come quelle di Superpippo), idem se la pianta fosse irradiata da luce divina o simili. 
Ma la normale luce solare non è che renda le piante potenti, non più di quanto mangiare un panino ti permetta di sollevare una macchina con una mano.

Diciamo che è come il tema dell'infiammabilità: è che le persone comuni non hanno una grande conoscenza della botanica, reputano le piante noiose e quindi si scelgono topos comodi e facili da capire anche se poco legati alla realtà dei fatti. 
Poi concordo, GP taglia un po' le cose con l'accetta. 

  • Like 1
Link to post
Share on other sites
32 minuti fa, Lucane ha scritto:

Trovo davvero interessante questa serie di articoli che non conoscevo! Vorrei ringraziare @Pippomaster92 per metterli a disposizione della comunità. 

 

Purtroppo è un blogger che di recente è diventato sempre meno attivo, ma GoblinPunch è pieno di... roba... interessante!
Alcuni suoi articoli sono oggettivamente bizzarri, ma ha un mindset che lo fa spiccare nella massa. Ci sono gemme molto divertenti, e prima o poi tradurrò (e convertirò) il suo famoso Baboonmancer.

Link to post
Share on other sites

Grazie a te ho scoperto il suo blog, veramemte bello. Mi è piaciuta un sacco la sua versione della Ninfa, che ho sempre trovato banale. Mi piacerebbe tradurla, potrebbe interessarti per i tuoi articoli? 

Al di la delle creature ho trovato validissima anche la sua checklist per i dungeon. 

Edited by Lucane
Link to post
Share on other sites
19 minuti fa, Lucane ha scritto:

Grazie a te ho scoperto il suo blog, veramemte bello. Mi è piaciuta un sacco la sua versione della Ninfa, che ho sempre trovato banale. Mi piacerebbe tradurla, potrebbe interessarti per i tuoi articoli? 

Al di la delle creature ho trovato validissima anche la sua checklist per i dungeon. 

Uh la ninfa mi manca, in realtà! Se ti fa piacere posso inserirla nella lista (le prossime sono manticore e vargoulle).
A me ha conquistato con i Fantasmi, che ho inserito nella mia attuale campagna e wow! è stata un'esperienza davvero intensa per i giocatori!

Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
  • Similar Content

    • By Alonewolf87
      Scopriamo assieme una community di giocatori di ruolo italiani attiva nella gestione di campagne online.
      La comunità di giocatori GDRFantasy nasce nel 2002 come associazione con lo scopo di diffondere la cultura del gioco di ruolo. Si occupa di diverse iniziative, tra cui la gestione di campagne online aperte a tutti di Dungeons & Dragons Prima Edizione, tramite Play By Email, Play By Facebook e Play by Whatsapp, più campagne LIVE di D&D varie edizioni per gli affiliati. L'iscrizione è aperta a giocatori esperti, ma anche a neofiti, che verranno guidati all'apprendimento del gioco tramite tutor prima di entrare nelle avventure in corso.
      Attualmente conta più di 100 giocatori divisi in oltre 15 gruppi con relativi master.
      Questa la pagina Facebook: https://www.facebook.com/AcgdrFantasy
      E questo il gruppo degli utenti: https://www.facebook.com/groups/acgdrfantasy


      Visualizza articolo completo
    • By Alonewolf87
      La comunità di giocatori GDRFantasy nasce nel 2002 come associazione con lo scopo di diffondere la cultura del gioco di ruolo. Si occupa di diverse iniziative, tra cui la gestione di campagne online aperte a tutti di Dungeons & Dragons Prima Edizione, tramite Play By Email, Play By Facebook e Play by Whatsapp, più campagne LIVE di D&D varie edizioni per gli affiliati. L'iscrizione è aperta a giocatori esperti, ma anche a neofiti, che verranno guidati all'apprendimento del gioco tramite tutor prima di entrare nelle avventure in corso.
      Attualmente conta più di 100 giocatori divisi in oltre 15 gruppi con relativi master.
      Questa la pagina Facebook: https://www.facebook.com/AcgdrFantasy
      E questo il gruppo degli utenti: https://www.facebook.com/groups/acgdrfantasy

    • By Fowe27
      Ciao a tutti, mi chiamo Simone e parlo per un gruppo di 4 player con poca (o nulla) esperienza nei giochi di ruolo, ma tanto entusiasmo. Ci piacerebbe moltissimo iniziare a giocare ma manchiamo di un Master, per l'appunto. Come età abbiamo tutti 26/27 anni. Siamo dislocati su Milano e Parigi, quindi, neanche a spiegarlo, la campagna sarebbe da fare interamente online. 

      Per qualsiasi domanda aggiuntiva, non esitate a contattarmi.

      Grazie in anticipo!!

      Simone
    • By SilentWolf
      Lo sceneggiatore di John Wick ci aggiorna sui suoi piani riguardanti la Serie TV di D&D che gli è stata affidata.
      In una intervista su Collider, Derek Kolstad (sceneggiatore di John Wick) ha fornito alcuni aggiornamenti sulla serie TV di Dungeons & Dragons che gli è stata affidata. E', ovviamente, importante tenere in considerazione che la serie TV è ancora in pre-produzione e che, quindi, i dettagli che verranno forniti qui di seguito potrebbero ancora cambiare.
      Derek Kolstad, in particolare, ha dichiarato che molto probabilmente la serie avrà delle stagioni lunghe circa 6-10 episodi, sul modello delle serie TV di Disney+ (l'esempio di riferimento è The Mandalorian) e che la sua intenzione è quella di evitare un approccio troppo ampio riguardo alla storia dell'universo di D&D. Kolstad, piuttosto, vuole che la sua serie TV inizi in maniera più focalizzata, concentrandosi - almeno all'inizio - su una porzione ristretta del grande mondo di D&D. La sua serie, dunque, inizierà in maniera più intima e sarà incentrata sui protagonisti. Derek Kolstad spiega questa cosa usando come esempi i film Star Wars e Rambo:
      Riguardo alle storie note del mondo di D&D, Kolstad ha parlato degli incontri legali fatti per stabilire quali personaggi potrà usare e dell'approccio che vuole usare riguardo all'inserimento di quelle storie nella serie. Più precisamente, la sua intenzione è quella di non inserirsi nel bel mezzo della mitologia di D&D, ma introdursi in quelle storie verso la loro fine, così da mostrarli allo spettatore come qualcosa di canonico, di già avvenuto o che sta per avvenire. "In questo modo potete rivisitare certe sequenze e storie che tutti hanno amato nel passato attraverso dei flaskback, ma dove andiamo noi (con la storia della serie, NdT) è una novità", ha dichiarato Derek Kolstad.
      Kolstad ha lasciato intendere che il suo obbiettivo sia quello di ambientare la serie TV di Dungeons & Dragons all'interno dell'Underdark. Lo sceneggiatore, infine, ha dichiarato che - pur avendo la serie la sua dose di situazioni action - non vuole realizzarne una  caratterizzata solo da azione costante. La scene d'azione ci saranno sicuramente, ma la storia si focalizzerà anche sulle situazioni drammatiche, tranquille e incentrate sullo sviluppo dei personaggi. "In TV è necessario fare delle pause. E siamo onesti, i nostri episodi preferiti delle nostre serie preferite tendono ad essere quelle dove (la produzione) ha terminato i soldi e ci sono solo due personaggi in una stanza. Si tratta dell'episodio bottiglia e loro parlano, e loro approfondiscono e dicono 'Sono l'uomo che bussa" o qualunque sia la classica battuta di Breaking Bad che ora non riesco a ricordare. Quelli sono i vostri momenti preferiti. L'azione è azione e noi arriveremo a quella, e sarà fantastica, ma quando un tizio dice o fa una certa cosa, lì è dove la TV ha il suo punto forte", ha dichiarato Kolstad.
      Fonte:
      https://collider-com.cdn.ampproject.org/v/s/collider.com/dnd-tv-show-details-derek-kolstad-interview/amp/?amp_gsa=1&amp_js_v=a6&usqp=mq331AQFKAGwASA%3D#amp_tf=From %1%24s&aoh=16166211638340&csi=0&referrer=https%3A%2F%2Fwww.google.com&ampshare=https%3A%2F%2Fcollider.com%2Fdnd-tv-show-details-derek-kolstad-interview%2F
      Visualizza articolo completo
    • By SilentWolf
      In una intervista su Collider, Derek Kolstad (sceneggiatore di John Wick) ha fornito alcuni aggiornamenti sulla serie TV di Dungeons & Dragons che gli è stata affidata. E', ovviamente, importante tenere in considerazione che la serie TV è ancora in pre-produzione e che, quindi, i dettagli che verranno forniti qui di seguito potrebbero ancora cambiare.
      Derek Kolstad, in particolare, ha dichiarato che molto probabilmente la serie avrà delle stagioni lunghe circa 6-10 episodi, sul modello delle serie TV di Disney+ (l'esempio di riferimento è The Mandalorian) e che la sua intenzione è quella di evitare un approccio troppo ampio riguardo alla storia dell'universo di D&D. Kolstad, piuttosto, vuole che la sua serie TV inizi in maniera più focalizzata, concentrandosi - almeno all'inizio - su una porzione ristretta del grande mondo di D&D. La sua serie, dunque, inizierà in maniera più intima e sarà incentrata sui protagonisti. Derek Kolstad spiega questa cosa usando come esempi i film Star Wars e Rambo:
      Riguardo alle storie note del mondo di D&D, Kolstad ha parlato degli incontri legali fatti per stabilire quali personaggi potrà usare e dell'approccio che vuole usare riguardo all'inserimento di quelle storie nella serie. Più precisamente, la sua intenzione è quella di non inserirsi nel bel mezzo della mitologia di D&D, ma introdursi in quelle storie verso la loro fine, così da mostrarli allo spettatore come qualcosa di canonico, di già avvenuto o che sta per avvenire. "In questo modo potete rivisitare certe sequenze e storie che tutti hanno amato nel passato attraverso dei flaskback, ma dove andiamo noi (con la storia della serie, NdT) è una novità", ha dichiarato Derek Kolstad.
      Kolstad ha lasciato intendere che il suo obbiettivo sia quello di ambientare la serie TV di Dungeons & Dragons all'interno dell'Underdark. Lo sceneggiatore, infine, ha dichiarato che - pur avendo la serie la sua dose di situazioni action - non vuole realizzarne una  caratterizzata solo da azione costante. La scene d'azione ci saranno sicuramente, ma la storia si focalizzerà anche sulle situazioni drammatiche, tranquille e incentrate sullo sviluppo dei personaggi. "In TV è necessario fare delle pause. E siamo onesti, i nostri episodi preferiti delle nostre serie preferite tendono ad essere quelle dove (la produzione) ha terminato i soldi e ci sono solo due personaggi in una stanza. Si tratta dell'episodio bottiglia e loro parlano, e loro approfondiscono e dicono 'Sono l'uomo che bussa" o qualunque sia la classica battuta di Breaking Bad che ora non riesco a ricordare. Quelli sono i vostri momenti preferiti. L'azione è azione e noi arriveremo a quella, e sarà fantastica, ma quando un tizio dice o fa una certa cosa, lì è dove la TV ha il suo punto forte", ha dichiarato Kolstad.
      Fonte:
      https://collider-com.cdn.ampproject.org/v/s/collider.com/dnd-tv-show-details-derek-kolstad-interview/amp/?amp_gsa=1&amp_js_v=a6&usqp=mq331AQFKAGwASA%3D#amp_tf=From %1%24s&aoh=16166211638340&csi=0&referrer=https%3A%2F%2Fwww.google.com&ampshare=https%3A%2F%2Fcollider.com%2Fdnd-tv-show-details-derek-kolstad-interview%2F

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.