Jump to content

Benvenuto in Dragons’ Lair

La più grande e attiva community italiana sui giochi di ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Per Jeremy Crawford modificare razze e allineamenti in D&D richiederà anni

In un'intervista, il Lead Desiger della WotC ha parlato di Razze, Allineamenti e dei piani futuri della WotC in merito.

Read more...

Le strutture dei giochi - Parte 13: Strutture Personalizzate

In questa tredicesima parte della nostra rubrica sulle strutture di gioco, risponderemo alla domanda lasciata in sospeso la settimana scorsa: cosa succede se la struttura adatta non esiste?

Read more...

Una prima anticipazione sul GdR di Dune

Dopo l'annuncio iniziale di due anni fa, la Modiphius ha rilasciato delle prime anticipazioni su Dune RPG, il GdR dedicato alla famosa serie letteraria di fantascienza.

Read more...

Jaquayare i dungeon: Parte 2 - Le tecniche della Jaquays

Nella seconda parte di questa rubrica su come rendere i dungeon più eccitanti scopriremo le tecniche usate da Jennel Jaquays per disegnare le sue mappe.

Read more...

Rivers of London GdR: Un'Intervista

Charles Dunwoody ha intervistato Lynne Hardy, una delle designer che si sta occupando del GdR ispirato a I Fiumi di Londra, la serie di romanzi urban fantasy di Ben Aaronovitch.

Read more...

Recommended Posts


  • Replies 15
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

bene , mi unisco alla fila in caso di cartaceo da negozi  .

Ciao Marco, long time no see! domanda 2 : devo cominciare una campagna 5e molto dopo gli eventi dell'Ultima Crociata, ma la mia conclusione non si sposa bene con la versione canonica (l'ordin

non solo , anche di potenze superiori , come Esterni e divinità che non vedono di buon occhio l ' alterare le leggi sull 'esistenza .

Ciao @Maxwell Monster e grazie del topic (che segnalerò sul sito ufficiale).

Proverò a rispondere distinguendo sempre tra canone e sviluppo. Canone ovviamente indica ciò che è scritto nero su bianco ed è ufficiale. Sviluppo indica ciò che ogni DM potrebbe sviluppare partendo da ciò che è scritto, quindi... sono solo idee.

domanda 1 : nel caso voglia far partire il gruppo da una città modesta , con possibili sbocchi sotterranei , quale potrei usare ?

Canone: la città-mercato di Tull (Alfeimur Quinta Edizione pag. 127), ora gestita dai dworak, sorge alle pendici dei monti dell'Ultimo Giorno. Sotto le montagne vi sono tunnel sterminati e grotte abitate da varie razze, e si dice che seguendo i percorsi sotterranei sia possibile giungere fino ai Principati dell'Eremo o scendere a visitare le città perdute dei weler.

Sviluppo: il villaggio di Notteterna, nell'Egemonia di Agala, sorge a fianco di una necropoli di età Imperiale. Per quanto non sia espressamente scritto, attraverso la necropoli potrebbe essere possibile raggiungere tunnel sotterranei inesplorati, magari collegati ai domini dei Forn.

Link to post
Share on other sites
Il 16/6/2019 alle 09:51, Dracomilan ha scritto:

 

Proverò a rispondere distinguendo sempre tra canone e sviluppo. Canone ovviamente indica ciò che è scritto nero su bianco ed è ufficiale. Sviluppo indica ciò che ogni DM potrebbe sviluppare partendo da ciò che è scritto, quindi... sono solo idee.

domanda 1 : nel caso voglia far partire il gruppo da una città modesta , con possibili sbocchi sotterranei , quale potrei usare ?

Canone: la città-mercato di Tull (Alfeimur Quinta Edizione pag. 127), ora gestita dai dworak, sorge alle pendici dei monti dell'Ultimo Giorno. Sotto le montagne vi sono tunnel sterminati e grotte abitate da varie razze, e si dice che seguendo i percorsi sotterranei sia possibile giungere fino ai Principati dell'Eremo o scendere a visitare le città perdute dei weler.

Sviluppo: il villaggio di Notteterna, nell'Egemonia di Agala, sorge a fianco di una necropoli di età Imperiale. Per quanto non sia espressamente scritto, attraverso la necropoli potrebbe essere possibile raggiungere tunnel sotterranei inesplorati, magari collegati ai domini dei Forn.

grazie , credo userò Notteterna , ci sono pagine di riferimento nel manuale ?

Link to post
Share on other sites

Notteterna è citata in Alfeimur L'Ultima Crociata, ma non è descritta in maniera approfondita. Sarà descritta meglio nella revisione per la 5e della campagna (data di uscita da definire).

L'ispirazione per Notteterna è duplice:

- l'avventura Lest Darkness Rise per D&D 3.5 descrive un villaggio costruito a ridosso di un antico cimitero: Notteterna è un villaggio costruito a fianco delle antiche cripte Imperiali (quindi le tombe sono più vaste e più ricche)

- la città di Kristophan (Taladas) incorpora una 'vecchia città' che nasconde una vera necropoli, con tanto di tomba dell'Antico Re

L'idea originale era di incorporare una necropoli dentro ad Agala, poi ho spostato la necropoli ben fuori dalle mura e ho preso a prestito un villaggio popolato da manutentori, costruttori, storici, tombaroli, adoratori della morte e chi più ne ha più ne metta. Ovviamente in superficie il villaggio è solo piccolo e sonnacchioso, e la cosa più emozionante che possono vedere gli abitanti sono le carovane che vanno e vengono dalle altre terre.

Edited by Dracomilan
Link to post
Share on other sites
2 ore fa, Dracomilan ha scritto:

Notteterna è citata in Alfeimur L'Ultima Crociata, ma non è descritta in maniera approfondita. Sarà descritta meglio nella revisione per la 5e della campagna (data di uscita da definire).

cioè ? uscirà un modulo di avventure concatenate a campagna ?

Link to post
Share on other sites

Mi sento in colpa a dirlo, perchè ci sono giocatori che aspettano da 2 anni l'uscita, ma sì, sono in programma due volumi rilegati contenenti due campagne:

- L'Ultima Crociata 5e conterrà i cinque capitoli della campagna L'Ultima Crociata già usciti come capitoli simgoli per D&D 3.5, in versione aggiornata, illustrata ed estesa (la versione 3.0 è qua https://www.drivethrurpg.com/product/145098/Alfeimur--Adventure-Path-Ultima-Crociata-per-DD-3x-BUNDLE)

- L'Arcipelago Eterno conterrà invece una campagna a tema nautico/polinesiano ambientata nel web'rath'esan, di cui espanderà anche classi, razze e costumi (questa è stata playtestata anche qua su DL in un playbyforum molto lungo)

 

Link to post
Share on other sites
2 ore fa, Dracomilan ha scritto:

Mi sento in colpa a dirlo, perchè ci sono giocatori che aspettano da 2 anni l'uscita, ma sì, sono in programma due volumi rilegati contenenti due campagne:

- L'Ultima Crociata 5e conterrà i cinque capitoli della campagna L'Ultima Crociata già usciti come capitoli simgoli per D&D 3.5, in versione aggiornata, illustrata ed estesa (la versione 3.0 è qua https://www.drivethrurpg.com/product/145098/Alfeimur--Adventure-Path-Ultima-Crociata-per-DD-3x-BUNDLE)

- L'Arcipelago Eterno conterrà invece una campagna a tema nautico/polinesiano ambientata nel web'rath'esan, di cui espanderà anche classi, razze e costumi (questa è stata playtestata anche qua su DL in un playbyforum molto lungo)

 

bene , mi unisco alla fila in caso di cartaceo da negozi  .

  • Like 1
Link to post
Share on other sites

Bell'idea questa!

domanda 2 : devo cominciare una campagna 5e molto dopo gli eventi dell'Ultima Crociata, ma la mia conclusione non si sposa bene con la versione canonica (l'ordine della sacra soglia non ha molto senso) ma i miei giocatori hanno letto il manauale cosa mi consigli di fare?

Link to post
Share on other sites

Ciao Marco, long time no see!

domanda 2 : devo cominciare una campagna 5e molto dopo gli eventi dell'Ultima Crociata, ma la mia conclusione non si sposa bene con la versione canonica (l'ordine della sacra soglia non ha molto senso) ma i miei giocatori hanno letto il manauale cosa mi consigli di fare?

Quindi se interpreto bene, la tua conclusione della campagna precedente (che avevi giocato con la 3.5) o la conclusione di avventure successive non si lega con gli eventi descritti in Oltre il futuro in Alfeimur Quinta Edizione, ma i giocatori hanno il manuale e vogliono attenersi alla versione stampata? 

Intanto potresti dirgli che, come indicato a pagina 5, Materiali per i Giocatori, non avrebbero dovuto leggere le parti incriminate, ma vediamo di risolverla nella storia...

Canone: dopo la vittoria contro gli Yrch le gerarchie religiose delle Sette Signorie si rendono conto che le loro lotte intestine hanno aiutato l'invasione, cosi decidono di fondare un nuovo ordine cavalleresco dedito ai grandi culti legali per sorvegliare la frontiera. Questo ordine - che in origine avrebbe dovuto unire Ordine del Magus, Ordine di Barhais e cavalieri di Nolenkal - è foriero di nuovi guai, soprattutto per la pessima scelta del Lord Comandante, un arrogante aristocratico che invece di fondere gli ordini esistenti costituisce un nuovo ente autonomo.

La nascita dell'ordine è comunque subordinata a una conclusione de L'Ultima Crociata in cui i culti di Barhais e Nolenkal sopravvivono e possono essere acclamati dalle masse come vincitori, cosa probabile se almeno uno dei PG è un Cavaliere di Barhais o Nolenkal.

Sviluppo: se invece la conclusione de L'Ultima Crociata è stata molto diversa, e non vedi come l'Ordine della Sacra Soglia potrebbe essere nato, ma ai tuoi giocatori piace la sua storia, puoi fare una delle seguenti cose

- descrivere l'ordine della Sacra Soglia come un ordine dedicato a una nuova divinità, creata ad hoc, che sta attivamente facendo proselitismo per sostituirsi a Barhais o Nolenkal (Nolenkal in particolare è attaccabile, perchè ha una base di fedeli molto concentrata su base geografica - chiedete a Lahorn)

- descrivere l’Ordine della Sacra Soglia come un’evoluzione dell’Ordine Monastico del Magus, che in determinate circostanze potrebbe anche essere stato dichiarato illegale, o essere passato al culto di una divinità caotica come Milia o Lahorn

 

  • Thanks 1
Link to post
Share on other sites
  • 2 weeks later...
  • 3 months later...

@Maxwell Monster non so perchè non funzionano le notifiche, quindi scusami se sono sparito

domanda 3: una campagna di immortali/crononauti sarebbe un buon utilizzo di tutti gli eventi storici?

Canone: i viaggi nel tempo sono possibili nell'Alfeimur! Già in Alfeimur Quinta Edizione pagina 156 tra i risultati di un'Eruzione Selvaggia sfavorevole viene citato questo esito

Cita

L’incantesimo causa uno squarcio nella realtà, aprendo un tunnel spazio-temporale che risucchia il lanciatore e chiunque si trovi entro 6 metri da lui. La destinazione del tunnel è a discrezione del Master, e può portare il giocatore in un qualsiasi altro luogo o in un altro tempo (magari il viaggio si conclude nel bel mezzo di un furibondo scontro magico durante la Guerra tra gli Imperi).

I giocatori potrebbero vedere i loro personaggi trascinati nel passato durante una campagna normale, e cercare poi di tornare nel loro tempo regolare.

Sviluppo: una macchina del tempo non sarebbe stata impossibile da creare per gli antichi arcanisti prima della Catastrofe. Una campagna potrebbe prevederne la scoperta, la riscoperta o addirittura la costruzione!

Gli immortali sono un concetto più problematico, anche se interessante: magari frutto di una mutazione, come verrebbero visti dalla Morte? Come degli alleati o delle aberrazioni?

Edited by Dracomilan
Link to post
Share on other sites
13 ore fa, Dracomilan ha scritto:

 

Gli immortali sono un concetto più problematico, anche se interessante: magari frutto di una mutazione, come verrebbero visti dalla Morte? Come degli alleati o delle aberrazioni?

in teoria pensavo a qualcosa ridotto rispetto agli Higlander , ovvero "solo" eternamente giovani .

però può dare spunti interessanti questa cosa .

 

Edited by Maxwell Monster
Link to post
Share on other sites
10 ore fa, Dracomilan ha scritto:

Direi! Un essere che non muore sfugge al controllo della Morte, attirando le sicure attenzioni dei suoi nemici ed alleati.

non solo , anche di potenze superiori ,

come Esterni e divinità che non vedono di buon occhio l ' alterare le leggi sull 'esistenza .

  • Thanks 1
Link to post
Share on other sites
  • 7 months later...
Il 30/6/2019 alle 14:19, Maxwell Monster ha scritto:

una campagna degli immortali\crononauti che attraversato tutti i periodi temporali .

La campagna attuale, nata nel periodo-lockdown, è ambientata nel 1266, che si sta rivelando un'epoca molto interessante (appena post-Nemys, ovvero subito la prima 'uccisione di un Dio' dell'era storica)

Link to post
Share on other sites
  • 1 month later...

Un lettore mi ha contattato su Facebook con una domanda su come rendere la campagna - e l'ambientazione - ancora più low magic. Ecco qua:

Allora, ho comprato l'adventure path de "l'ultima crociata" e vorrei giocarlo con i miei giocatori (premetto che ho letto solo la prima avventura per ora)

Il fatto è che vogliamo giocare in un mondo fantastico ma non high magic. Una sorta di medioevo "storico" dove però le classiche leggende siano realtà. Quindi goblin, troll, orchi, ecc esistono, ma non sono così comuni come in D&D, per esempio. E i PG non possono fare i maghi (e manco troveranno png maghi).

Il fatto è che la prima avventura parte con un naufragio in cui ai PG è stata cancellata magicamente la memoria. Ora, visto lo stile low magic non è che non vada bene, ma proprio come prima cosa mi stona un po' 😅

Ho bisogno di modificare alcune cosette quindi, e mi piaceva (se possibile) il parere di chi l'ha scritta e giocata, perché sicuramente avrà le idee più chiare di me.

Considerando quindi come si svolgeranno le vicende, come potrei giustificare la perdita di memoria? Vorrei evitare un cliché tipo cbhe hanno sbattuto tutti la testa...

Ed è necessario che abbiano perso la memoria?

Ecco la risposta:

Canone: la perdita di memoria è temporanea, ma legata alla presenza di chierici, arcanisti e stregoni nell'ambientazions, Quindi se queste classi devono essere eliminate (ed è possibile farlo) passiamo allo...

Sviluppo

Spoiler

no, non è fondamentale che abbiano perso la memoria. Possono ricordarsi di essere stati attaccati e sconfitti da una razza di orchi sottomarini di cui la maggior parte della gente non sa nulla.
Ma in questo caso il Corriere deve aver avuto proprio pochi secondi durante il combattimento per dirgli di andare a Weiraz ad avvisare la Dolce Signora che ad Agala il male ha vinto. O una cosa altrettanto subdola.
Fatto questo l’avventura puó proseguire come scritta, anche se i PG non avranno incubi sulla battaglia. In pratica tagli un pezzetto un pó più magico, fornendo una informazione che tanto avrebbero scoperto ugualmente dopo.

Se vuoi togliere arcanisti, stregoni, chierici, druidi e warlock accomodati, non sono fondamentali. Ti consiglio peró di lasciare gli adepti, che sono un bel caster low magic.

Edited by Dracomilan
Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
  • Similar Content

    • By Marko79
      Ciao ragazzi, sto masterando per la prima volta in quinta edizione. Dopo che il mio party è entrato a Neverwinter ed avergliela descritta come conservavo nei miei ricordi, mi sono accordo dopo la sessione leggendo nella Guida degli avventurieri alla Costa della Spada, che in realtà Neverwinter è in fase di ricostruzione dopo il cataclisma e le razzie e lotte di potere che l'hanno afflitta nell'ultimo secolo. Considerando che uno dei miei PG, voleva recarsi alla Cloack Tower (che ho visto essere stata tradotta come Torre dell'Orologio! :D) e non avendo ulteriori informazioni oltre alla guida sopra citata, sapreste dirmi come si dovrebbe presentare la Torre? Esiste ancora? Hanno ripreso l'attività di insegnamento? Esistono ancora i Manti Stellati? C'è una biblioteca? Avendo in previsione altre campagne nei Forgotten Realms non vorrei commettere degli errori!
    • By Le Fantome
      Ho approfondito alcuni materiali esotici dei Forgotten Realms, ma non ho trovato nulla di analogo all'uranio o ad altri elementi radioattivi. Il manuale che ho consultato è quello della quarta edizione, l'unico che possiedo. Per caso vi sono in altri manuali accenni a sostanze radioattive o analoghe? 
      Vorrei inserire l'elemento della radiazione nella campagna che sto attualmente masterando, come minaccia ambientale nel medio e profondo sottosuolo. Pensavo che le radiazioni potessero essere una combinazione di danni radianti - velenosi - necrotici, e di concedere l'immunità solo alle creature che hanno immunità a tutti questi 3 tipi di danni.
      Non so bene come gestire la cosa in realtà, ma volevo una minaccia particolarmente feroce per l'incolumità dei personaggi.
      Pensavo che l'esposizione a fonti radioattive potesse anche far salire velocemente l'esaurimento; 1 punto per l'esposizione a fonti radioattive leggere, 2 o 3 punti per fonti medie, 4 o morte per fonti letali.
      Forse potrei inserire perfino una variante radioattiva dei draghi metallici; un drago di torio o nettunio sarebbe particolarmente interessante da affrontare. Oppure dei golem mossi da un nucleo fissile.
      Comunque voglio precludere tassativamente ai giocatori di usare le sostante radioattive per creare ordigni radiologici o nucleari. Al massimo armi bianche o dardi capaci di infliggere danni extra radianti, velenosi e necrotici; quindi comunque nettamente superiori alla media.
      Se ci fosse materiale ufficiale o homerule sulla questione sarei ben felice di approfittarne.
    • By MagoForest
      ACCETTERO QUALSIASI CRITICA E CONSIGLI ESSENDO IL NULLA QUI DENTRO 🙂
      Buona lettura.
      Ciao a tutti, sono un neofita sia del forum, anche se l ho consultato spesso, sia dei gdr in generale. Mi sto avvicinando a scrivere la mia prima campagna/avventura, ho masterato un paio di one shot con il mio gruppo di amici (siamo tutti neofiti). Abbiamo giocato a pathfinder e savage world. So che sarebbe meglio inizialmente usare avventura gia fatte ufficiali e non ma ho tempo libero e mi piacerebbe tuffarmi nel mondo della creazione di una storia.
      Come da titolo l ambientazione sara durante l eta vittoriana e sara mischiata alla mitologia prendendo spunto da Percy Jackson (per chi non lo conosce e una serie di libri fantasy).
      Detto questo i miei giocatori hanno scelto il periodo storico della londra vittoriana. Quindi da qui ho cominciato a cercare di unire un po i punti.
      Ho pensato che il "villain" possa essere il famoso jack lo squartatore visto che era presente a londra alla fine del 800. I giocatori chi per un motivo chi per un altro si ritroveranno a voler-dover cercare questo serial killer che seminava il panico.
      Il suo background vorrei farlo abbastanza duro da renderlo un sadico stile ramsay bolton del trono di spade.
      I giocatori cosi come jack saranno semidei. Ognuno avra dei bonus o abilita a seconda del loro genitore divino ma nulla di troppo OP. 
      Avevo intenzione di farli iniziare gia al centro dell azione e non del tipo vi incontrate in una taverna ecc
      Immaginavo di creare il mondo intorno a loro e poi lasciarli muovere come preferiscono nel senso, creo i bordelli, caserma, bande di criminali e png utili e meno utili poi i giocatori si muoveranno come vorranno nel mondo, per evitare di farli muovere da punto A a punto B ecc.. 
      Lo stile di gioco sara classico cioe non voglio cambiare regole o roba del genere, avranno solo qualche bonus o abilita speciale poi il resto seguiamo il manuale.
      Un po di trama che avevo pensato (scritta male e solo un idea):
       Per chi ha letto, probabilmente sara un cosa veramente penosa quella che ho pensato ma ancora e solo un pensiero. Ho letto due articoli interessanti il fatto di sviluppare il tutto senza una trama cosi da evitare colli di bottiglia e qui torniamo al discorso di prima io sviluppo tutto il mondo e poi decidono loro cosa fare. 
      La regola dei 3 indizi. Ora vi scrivo se secondo voi puo essere una cosa carina da fare quello che ho scritto. Se avete qualche idea o qualche spunto per indizi sulle scene del crimini, indizi dei pg o aiutarmi con qualche consigli per la storia ecc.
      Pensavo di usare savage world con qualche abilita o vantaggio specifico per la mitologia perche semplice e credo sia molto adattabile a tutto.
      Spero di aver scritto tutto quello che puo essere utile e bene. Spero vi possa interessare darmi qualche consiglio e confrontarci un po..
      Qualsiasi idea vi venga in mente per intrecciare le storie, iniziare l avventura, creare i luoghi sono ben accette.
    • By Iena
      Ciao a tutti,
      Apro questo topic per sottoporvi una folle idea che sta maturando nel mio cervellino bacato. 
      Recentemente ho scoperto il regolamento di Pathfinder 2nd edition e, non so perchè, me ne sono innamorato. Quello che però mi manca è la mia ambientazione preferita, cioè Eberron... quella di base di Pathfinder non mi convince tanto... non la trovo ben caratterizzata... mi sembra un calderone un po' insulso. Ad ogni modo, volendo dare un tocco di originalità e soprattutto anche per ridurre un po' la complessità dell'impresa, volevo appunto generare un setting di un mondo nato dalle ceneri di Eberron. La storia sarebbe che dopo il giorno del lutto che colpì il Cyre... qualcuno o qualcosa scatenò lo stesso disastro ma su scala quasi planetaria... Sto pensando ad cataclisma in grado di colpire tutto ciò che è magico e che quindi, in una repentina e simultanea deflagrazione, ha disintegrato gli oggetti e le persone legate alla magia (leggi estinzione, almeno temporanea, dei casati portatori del marchio del drago).
      Questo cataclisma avrebbe dunque azzerato la civiltà su Eberron riportandola ad uno stadio primitivo e riducendo i continenti a desolati deserti puntellati da rare oasi. Il tempo in cui i personaggi si ritroverebbero ad agire sarebbe all’incirca 1000 anni dopo il grande cataclisma. La magia arcana e occulta è riapparsa solo 200 anni prima e i marchi del drago cominciano a fare una timida comparsa soltanto ora.
      Immaginate i personaggi che iniziano la loro carriera in uno degli sperduti villaggi sorto al centro di una piccola oasi nel deserto… vedeteli aggirarsi la le ciclopiche rovine di una vasta città che una volta era Sharn… Alcune razze vedono la sporadica ricomparsa dei marchi del drago… marchi di cui ora non si sa più nulla, le cui potenzialità sono sconosciute… La magia arcana e occulta, riapparsa da poche generazioni, è vista con molto sospetto perché voci e tradizioni popolari attribuiscono proprio alla magia la causa prima dell’antico cataclisma…
      Dal punto di vista regolistico, vorrei cimentarmi prima di tutto con la creazione degli archetipi dei possessori del marchio del drago. In Eberron 3.5 si trattava di talenti prima di tutto (ma anche di alcune ben caratterizzate CdP)…ed in generale portare marchi del drago era prima di tutto una questione di prestigio non di potenza del personaggio. Con Pathfinder credo sia meglio generare degli archetipi ma qui arrivano le prime rogne. Ho letto gli archetipi del manuale base e dell’advanced player guide… il punto è che gli archetipi non seguono uno schema fisso… alcuni si dislocano fino al livello 12… altre fino al 18°… pensavo di trattare gli incantesimi forniti dai vari marchi del drago come incantesimi focalizzati.
      A livello di bilanciamento ritenete sufficiente fornire al personaggio un singolo incantesimo di livello appropriato per ogni talento dell’archetipo del portatore del marchio? Magari inizialmente potrei fornire anche la competenza in un paio di skill “legate” al particolare marchio… tipo “furtività” del il marchio dell’ombra, medicina per quello della guarigione e così via.
      Voi che dite… vi sembra un minimo sensato oppure totalmente fuori dei coppi???
       
      Ciao.
       
    • By RevC
      Salve a tutti, sto iniziando una campagna online ma, essendo la prima, non so bene quale sito mi conviene usare.
      ho provato 20Roll e mi sembra ottimo per la creazione di griglie per il combattimento.
      Cosa ne pensate? Qual è il migliore per voi?

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.