Jump to content

Benvenuto in Dragons’ Lair

La più grande e attiva community italiana sui giochi di ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Avventure a Rokugan

L'EDGE Studio ci porterà di nuovo a Rokugan, l'ambientazione de La Leggenda dei Cinque Anelli, con le regole di D&D 5E.

Read more...

Progetta Le Tue Avventure #10: Un Esempio di Programmazione ad Incontri

Eccovi il decimo articolo della mia serie di consigli per progettare le avventure.

Read more...

Anteprime di Strixhaven: Curriculum of Chaos #1

Andiamo a scoprire alcune anteprime su Strixhaven: A Curriculum of Chaos, il prodotto cross-over tra D&D e MtG in uscita tra due mesi.

Read more...

Hexcrawl : Parte 8 - Esempio di Legenda per gli Esagoni

Nell'ottava parte di questa rubrica Justin Alexander ci illustrerà alcuni esempi di esagoni da lui creati all'interno della sua mappa.

Read more...

Anteprime di Fizban's Treasury of Dragons #1

Stanno circolando in questi giorni i primi frammenti di anteprima del contenuto del manuale sui draghi di D&D 5E: Fizban's Treasury of Dragons.

Read more...

Ambientazione/avventura navale


 Share

Recommended Posts

Buona sera a tutti.

Nella mia campagna i pg hanno una nave in grado di navigare in acqua e volare in cielo, ed è questa il principale mezzo utilizzato dai pg per gli spostamenti.

Essendo la mia prima campagna non saprei bene come rendere "avventurosi" questi momenti, mi piacerebbe aggiungere un po' di batteglie in mare o celesti ma non saprei bene come gestire la cosa.

Grazie a tutti per eventuali aiuti.

Link to comment
Share on other sites


Beh, innanzitutto tieni presente una cosa: siccome la nave può volare, molti scontri marini diventeranno triviali. Se per esempio una nave pirata li prende di mira, gli basterà volare. Anzi, mi chiedo perché non volino sempre XD

Puoi risolvere questo primo problema in vari modi:

  1. riducendo il tempo in cui la nave può volare. Magari due-tre ore al giorno? Così potranno comunque evitare i mostri marini, perché avere una nave volante deve pur darti qualche vantaggio, ma inseguitori più tenaci prima o poi riprenderanno la nave quando si trova di nuovo in acqua.
  2. impedire alla nave di volare in certe zone, dove la magia non funziona.
  3. impedire alla nave di volare quando c'è brutto tempo.

Inoltre anche alcuni nemici potrebbero avere navi volanti! E questo ci porta al succo della tua domanda: gli scontri.
Bene, anche qui ti posso dare qualche consiglio.

  • Se sei alle prime armi non strafare. Evita scontri troppo macchinosi e complessi o al massimo rendili solo narrativi. 
  • Pensa ai combattimenti come se fossero i soliti scontri che organizzi: poi aggiungi la nave sotto! Sembra una sciocchezza, ma non lo è. Ci sono i pirati? Beh è come un combattimento contro dei banditi, su una nave invece che su una strada nel bosco. Esce un calamaro gigante e afferra la nave? Non troppo diverso da un drago. 
  • Puoi creare scontri apparentemente complessi, ma in realtà molto semplici e al contempo cinematografici. Prendi l'esempio di cui sopra, il calamaro gigante. Potresti usare dei serpenti costrittori (presenti un po' in tutte le edizioni) cambiando il danno del morso da perforante a contundente e gestendoli come tentacoli. Appariranno come tentacoli, e i giocatori quando li uccideranno staranno in realtà tagliando i tentacoli del calamaro. E per il corpo? Tienilo mezzo sommerso, oppure se i personaggi sono forti usa qualche mostro dotato di qualche potere interessante, ma no troppo forte. Per affrontarlo dovranno stare distanti e/o distruggere tutti  tentacoli. Darà ai giocatori l'idea di essere forti (tagliare un tentacolo/uccidere un serpente è più facile che uccidere un vero calamaro gigante) e la sfida resterà abbastanza intrigante. 
  • Per gli scontri in aria pensa a creature a cavallo di grandi falchi o gabbiani, oppure a draghi, arpie, insetti giganti, elementali dei fulmini o dell'aria...hai un sacco di scelte.
  • Tieni presente che cadere in mare è una cosa, cadere da una nave che vola un'altra! 
  • Like 3
Link to comment
Share on other sites

7 minuti fa, Pippomaster92 ha scritto:

Beh, innanzitutto tieni presente una cosa: siccome la nave può volare, molti scontri marini diventeranno triviali. Se per esempio una nave pirata li prende di mira, gli basterà volare. Anzi, mi chiedo perché non volino sempre XD

Puoi risolvere questo primo problema in vari modi:

  1. riducendo il tempo in cui la nave può volare. Magari due-tre ore al giorno? Così potranno comunque evitare i mostri marini, perché avere una nave volante deve pur darti qualche vantaggio, ma inseguitori più tenaci prima o poi riprenderanno la nave quando si trova di nuovo in acqua.
  2. impedire alla nave di volare in certe zone, dove la magia non funziona.
  3. impedire alla nave di volare quando c'è brutto tempo.

Inoltre anche alcuni nemici potrebbero avere navi volanti! E questo ci porta al succo della tua domanda: gli scontri.
Bene, anche qui ti posso dare qualche consiglio.

  • Se sei alle prime armi non strafare. Evita scontri troppo macchinosi e complessi o al massimo rendili solo narrativi. 
  • Pensa ai combattimenti come se fossero i soliti scontri che organizzi: poi aggiungi la nave sotto! Sembra una sciocchezza, ma non lo è. Ci sono i pirati? Beh è come un combattimento contro dei banditi, su una nave invece che su una strada nel bosco. Esce un calamaro gigante e afferra la nave? Non troppo diverso da un drago. 
  • Puoi creare scontri apparentemente complessi, ma in realtà molto semplici e al contempo cinematografici. Prendi l'esempio di cui sopra, il calamaro gigante. Potresti usare dei serpenti costrittori (presenti un po' in tutte le edizioni) cambiando il danno del morso da perforante a contundente e gestendoli come tentacoli. Appariranno come tentacoli, e i giocatori quando li uccideranno staranno in realtà tagliando i tentacoli del calamaro. E per il corpo? Tienilo mezzo sommerso, oppure se i personaggi sono forti usa qualche mostro dotato di qualche potere interessante, ma no troppo forte. Per affrontarlo dovranno stare distanti e/o distruggere tutti  tentacoli. Darà ai giocatori l'idea di essere forti (tagliare un tentacolo/uccidere un serpente è più facile che uccidere un vero calamaro gigante) e la sfida resterà abbastanza intrigante. 
  • Per gli scontri in aria pensa a creature a cavallo di grandi falchi o gabbiani, oppure a draghi, arpie, insetti giganti, elementali dei fulmini o dell'aria...hai un sacco di scelte.
  • Tieni presente che cadere in mare è una cosa, cadere da una nave che vola un'altra! 

Sei stato semplicemente fantastico, wow!

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

  • Similar Content

    • By bobon123
      Allora, ho questa idea/espediente bizzarro che mi sta rimbalzando in testa da una mezza giornata, non mi piace per tanti motivi - non ultimo va contro tanti criteri che usualmente considero inamovibili - ma nel caso specifico vi trovo un perché. Quindi ve la propongo.
      Una campagna che sto ideando, inizierà con i personaggi reclute dell'esercito, in un mondo particolare di cui gli elementi base avranno molta rilevanza nell'avventura stessa. Le prime tre sessioni sono pensate per avere, tra le varie cose, allenamento e esami finali per diventare soldati effettivi (e insegnare in modo soft il sistema). Le prove non necessitano di essere superate, ma i PG avranno la possibilità di ottenere alcuni premi a seconda delle loro prestazioni individuali complessive alla fine delle prove. Tra le varie prove più dinamiche, volevo mettere una prova di int/sag per dare visibilità e bilanciare i voti anche ai personaggi con propensioni diverse dall'atletica.
      Ora, io odio gli indovinelli, perché è praticamente impossibile calibrarli perché siano interessanti: o i giocatori capiscono al volo la risposta, e risulta banale e non divertente, o non la capiscono, ed è solo frustrante, la sessione perde ritmo mentre i giocatori si arrovellano inutilmente fin quando il DM dà un indizio per uscire da questa agonia. Ma in questo caso, essendo qualcosa di completamente facoltativo, la trovo una soluzione ragionevole. Stavo però pensando ad un espediente aggiuntivo: undici domande a risposta multipla, cinque minuti di tempo, e tra queste alcune delle domande sono sul mondo di gioco che ho presentato.
      Ora, di base interrogare i giocatori sul mondo lo trovo un'espediente scarsissimo per attirarli verso l'ambientazione. Ma in questo caso non mi sembra così malvagio: è molto organico, e soprattutto i giocatori che sono interessati hanno un piccolo vantaggio, ma se non sono interessati non succede niente. Nel peggiore dei casi dopo cinque minuti la sessione va avanti comunque e il dente è tolto, non si rimane bloccati sull'indovinello inutilmente.
      Meccanicamente, per rendere il tutto più ludico e meno scolastico, vi sarebbero tre regole aggiuntive.
      I personaggi possono fare un test di knowledge prima del test per sapere la risposta ad un certo numero di domande a caso. Il master metterà direttamente una X sulle domande eliminate, e saranno considerate corrette. I giocatori possono decidere di lasciare all'intuizione del personaggio su una domanda di cui non sanno la risposta, segnando una R sul foglio oltre ad un certo numero di risposte (per esempio AC). Se lo fanno, tirano su saggezza e in caso di successo la risposta è corretta se era tra le risposte segnate. Il tiro è più difficile tante più risposte si sono lasciate. I giocatori possono decidere di provare a copiare su una domanda, segnando il nome del bersaglio da cui copiano sul foglio oltre alla risposta. Tirano su rapidità di mano vs la percezione del sergente, se passa prendono la stessa risposta del bersaglio, altrimenti tengono la loro. Il tiro è più difficile tante più volte viene provato. Alla fine, viene assegnato il punteggio come somma delle risposte corrette, e il punteggio andrà a influenzare il voto finale (a cui i personaggi dovrebbero tenere, ma se non passassero non succederebbe niente).
      Non mi sembra noioso, e avrebbe il vantaggio di far ripassare ai giocatori gli elementi base del mondo. Che ne dite? Sembra comunque forzato? Suggerimenti su tipologie di domande?
    • By Percio
      Vorrei realizzare un dungeon con delle porte che richiedano ai PG una prova di forza per essere aperte ma che si aprano facilmente per mostri umanoidi e che permettano anche ad altre creature (Ragni giganti ecc) di passare. Qualcuno ha delle idee?
      Nell'ultimo megadungeon avevo "risolto" il problema con delle porte scorrevoli molto pesanti che si aprivano da sole all'avvicinarsi dei mostri non umanoidi (i giocatori dopo un po' avevano anche capito la cosa ed erano stati in grado di sfruttarla a proprio vantaggio), ma non vorrei ripetermi troppo.
      Grazie a tutti
    • By Arcanomistero21
      After the End è la mia idea per un GDR basato su un gruppo di esploratori che devono distruggere la fonte di energia negativa di un isola sperduta in mezzo al cielo ( se volete vedere cose simili guardate il blog di @Lyt) e poi fuggire prima che l'isola esploda in modo da tornare a casa. Questa discussione la creo per ricevere consigli su quest e altro
    • By Asmodee
      Salve volevo chiedere aLa community  delle piccole idee per delle avventure di inizio per giocatori di 1 e 2 LV
      Grazie 
      Asmodee
    • By Lyt
      Allora piccola premessa al mio problema
      Tra qualche settimana partirò con degli amici per un viaggetto. Andremo in treno, e tra le varie idee per passare il tempo (viaggio di quasi 4 ore) abbiamo pensato ad una one-shot a dnd (di cinque persone tre giocano regolarmente, uno giocava molto e una è interessata ad imparare). Pensavo a qualcosa di un 1:30/2:00 ore e a tema treno
      Ho fatto una ricerca e ho trovato una avventura apparentemente perfetta che forse conoscerete: Assassinio sul Treno Folgore
      Ci sono un paio di problemi però (al quale ho provato a pensare a delle soluzioni)
      Di 5 player solo uno conosce l'ambientazione di eberron. Ma stavo pensando di adattare l'ambientazione al nostro viaggio, quindi chiamare le citta come le storpiature delle citta che visiteremo, e le nazioni col nome delle nazioni del Italia rinascimentale. Cosi da mettere tutti i player a loro agio è una avventura da D&D di una vecchia edizione, mentre tutti i player sono giocatori della 5e, e soprattutto mi sembra difficile imparare una vecchia edizzione per una sola one-shot, come posso modificarla? ho trovato questa versione adattata da un fan per la 5e, che dura un pochino di più ma sembra interessante, la prendo?  I pg sono gia fatti, mentre ai miei player piace crearseli di solito. Pensate sia un problema? è un grande problema se creassero da loro i pg? nel caso li dovrei indirizzare in una direzione o li do piana liberta? In generale quindi vorrei idee e pareri su questa piccola avventura che sto pianificando. E pareri se qualcuno la già giocata come one-shot
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.