Jump to content

Benvenuto in Dragons’ Lair

La più grande e attiva community italiana sui giochi di ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.
By Lucane

L'Arte della Legenda: Parte 3 - La Gerarchia dei Riferimenti

Questo articolo dal blog The Alexandrian ci spiega come organizzare al meglio i riferimenti alle regole nella nostra legenda. 

Read more...

Seven Sinners: i Sette Peccati Capitali per D&D 5E e AD&D 1E

Cosa succederebbe se i Sette Peccati Capitali fossero entità viventi che possono minacciare il vostro mondo di gioco?

Read more...

Uno Sguardo a Dungeon Crawl Classics Edizione Italiana

Dungeon Crawl Classics offre un ritorno alla Old School e alla pura Sword & Sorcery in un mondo di magie oscure dove la morte è sempre dietro l'angolo...del corridoio di un dungeon.

Read more...

Progetta Le Tue Avventure #9: Programmazione ad Incontri

Eccovi il nono articolo della mia serie di consigli per progettare le avventure.

Read more...

Hexcrawl : Parte 7 - Scheda del DM

Un'utile scheda per i DM realizzata per aiutarli a tenere traccia degli esagoni da percorrere, degli incontri e di molti altri elementi importante durante un hexcrawl.

Read more...

Deific Obediences: cos'è e come funziona?


Elistan Starbreeze
 Share

Recommended Posts

Proprio su questo forum mi sono imbattuto svariate volte nel Talento "Deific Obediences" come talento consigliato se non quasi obbligatorio per molte build di Paladini, Chierici e, più in generale, classi in stretto contatto con la propria Divinità. Ora, mi sono anche imbattuto in questa guida https://docs.google.com/document/d/1j93nfBS7fdK4zJ94-fqjoQV6-yAMl6TpTsq0U4gH5Ws/edit e, arrivato a circa metà della sua lettura, mi sono domandato cos'avessi capito e/o compreso e la risposta è stata: "Niente".

Indi per cui sono qua a darvi fastidio e a farvi domande poco intelligenti: esattamente Deific Obediences cosa fa? Com'è strutturato? Bisogna per forza avere una CdP? Quanto è effettivamente buono e potente? In che build me lo consigliate? In quali no?

Link to comment
Share on other sites


In sintesi (moolto sintesi) è un talento che concede, a determinati livelli, certe capacità speciali e certe capacità magiche da usare x volte al giorno.
A seconda della divinità selezionata, il talento concede capacità diverse e in tema.
Esistono CDP e Archetipi che modificano il talento in sé, aprendo la possibilità a capacità differenti o permettendo di acquisirle un po' prima. 

Sulla potenza del talento: in linea di massima concede cosette carine, ma dipende tutto dalla divinità scelta. Alcune offrono opzioni moolto interessanti, specialmente quando si occupano di magie che normalmente non sono in liste divine e nemmeno nei domini. Oppure offrono magie che sono nei domini, ma siccome il talento è adatto a classi divine che i domini non li hanno...capirai bene che non è per niente male come opzione.

Il problema è che in generale è un talento utile per i livelli mid-high. A inizio carriera serve a molto poco. 

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

Grazie della risposta.

Dubbio che mi è venuto in seguito al "Dipende molto dagli Dei": nel momento stesso in cui nel mondo di gioco gli Dei sono piuttosto diversi per caratteristiche, abitudini, modo di interagire con i mortale e quant'altro perché si usa un'ambientazione strutturata in maniera diversa piuttosto che inventata o diversa dalle classiche. Come si fa?

Link to comment
Share on other sites

52 minuti fa, Elistan Starbreeze ha scritto:

Grazie della risposta.

Dubbio che mi è venuto in seguito al "Dipende molto dagli Dei": nel momento stesso in cui nel mondo di gioco gli Dei sono piuttosto diversi per caratteristiche, abitudini, modo di interagire con i mortale e quant'altro perché si usa un'ambientazione strutturata in maniera diversa piuttosto che inventata o diversa dalle classiche. Come si fa?

In cosa sono diversi? Forse possiamo darti qualche spunto per gestire il talento. Meglio parlarne con il DM, comunque.

Ricorda però che in linea di massima un pg divino non deve per forza seguire un nume, potrebbe anche aderire ad una filosofia di vita o un ideale del tutto privi di autocoscienza e vero e proprio portfolio. Per esempio un chierico della Libertà potrebbe benissimo seguire dottrine e teologie scritta dai mortali ma basate esclusivamente su un ideale e non su un vero dio.

Link to comment
Share on other sites

 

Gli Dei all'interno del mondo di gioco sono piuttosto presenti, con la quasi assoluta certezza sono uno dei punti centrali dell'ambientazione e, perché no, potrebbero esserlo della campagna. Per quanto il Master abbia potuto pensare e riflettere, la campagna (che ovviamente conosciamo solo in maniera blanda e superficiale)  vedrà prima o poi membri di una Setta piuttosto che combattenti di una Divinità. Questa maggiore presenza si palesa anche nell'influenza che i vari Chierici, Paladini e, più in generale, "servitori" posseggono all'interno del mondo di gioco. 

Il Pantheon e l'ambientazione sono ispirati a quelli di Krynn, il mondo ove si svolgono le principali vivence di Dragonlance. Questi sono però modificati accuratamente, con diverse aggiunte ed alcune rettificazioni qua e là in quanto il Master ha preso le ere cancellando quella dei Mortali e modificando la conclusione di quella del Destino, successivamente ci ha proiettato (se non erro) tre ere in avanti.

Altra  particolarità è la presenza di "diversi Paladini": oltre al classico Paladino Legale Buono e alla sua antitesi, l'Antipaladino, vi sono un certo numero di Paladini di altre divinità. Questi hanno l'obbligo di aver l'Allineamento della Divinità che adorano. I Mage DIvini in generale dipendono molto di più dalla loro Divinità, in parte per quello che ho detto fin'ora ed in parte perché così è stato voluto ma ciononostante non sono state toccate altre regole se non quella precedentemente esplicata.

Le Divinità tra di loro hanno rapporti piuttosto intimi che sfociano in diverse situazioni: dalla semplice amicizia ad un rispetto profondo, dal tradimento della propria consorte a far letteralmente nascere nuove Divinità. Infine, è bene specificare che non è raro l'ascesa di una Divinità sul Piano Materiale per aiutare/ingannare/dar manforte/QualsiasiAltraCosa, anche se ciò avviene  spesso sotto false spoglie.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

  • Similar Content

    • By MadLuke
      AS. 'Sto talento ce l'ho in testa da quando da piccolo vidi "La stella della Senna" (un episodio in cui finché non arrivò il Tulipano Nero a darle manforte, le buscò di santa ragione)
      GRAPPLING WHIP
      Puoi entrare in lotta utilizzando una frusta.
      Requisiti: BAB +1, Competenza armi esotiche (Frusta)
      Beneficio: quando effettui un attacco con la frusta puoi scegliere se compiere una prova per entrare in lotta. La prova contrapposta si esegue utilizzando le normali regole per entrare in lotta eccetto il fatto che il personaggio che attacca non provoca attacco di opportunità.
      Un personaggio in lotta con la frusta può eseguire le stesse azioni di uno in lotta disarmato, a meno delle seguenti indicazioni:
      Attaccare l’avversario: solo se il personaggio ha a disposizione un un’altra arma nell’altra mano la cui portata sia sufficiente a raggiungere l’avversario;
      Danneggiare l’avversario: non è possibile;
      Estrarre un’arma leggera: è possibile senza effettuare alcuna prova di Lotta;
      Interrompere la lotta: il personaggio può interrompere la lotta semplicemente lasciando la frusta;
      Muoversi: è possibile avvicinarsi liberamente all’avversario, oppure girare intorno ad esso mantenendo la stessa distanza, senza effettuare alcuna prova. E’ possibile tirare l’avversario verso di sé effettuando con successo una prova di Lotta;
      Immobilizzare l’avversario: non è possibile;
      Usare l’arma dell’avversario: non è possibile.
      Normale: la frusta non può essere utilizzata per eseguire un tentativo di Lottare.
    • By elryn
      Sul manuale delle miniature c'è il talento Colpo Duplice (Double Hit) che permette ad un combattente che usa due armi di colpire con entrambi quando effettua un attacco di opportunità. Se ho capito bene l'attacco extra dato da questo talento non dovrebbe contare nel numero di attacchi quindi se il mio pg ha 4 attacchi di opportunità (grazie a Riflessi in Combattimento che deve avere perché è un prerequisito di Colpo Duplice) può fare in un round 4 attacchi con entrambi le armi (ovviamente se i nemici li provocano).
      Sul numero 340 di Dragon è stato pubblicato il talento Improved Combat Reflexes che permette di fare due attacchi di opportunità quando si ha una singola occasione. Per spiegarmi meglio se un nemico causa un attacco di opportunità con questo talento posso fargli due attacchi. Però consumo due attacchi di opportunità ed il secondo attacco ha un -5 al TxC. Credo che non tutti possano avere accesso al testo di questo talento ma non so se posso scriverlo integralmente qui.
      La mia domanda è: posso usare i due talenti insieme? Se un avversario causa un attacco di opportunità io gli farei un primo attacco con entrambi le armi con il normale malus per il combattimento con due armi e poi altri due attacchi con un ulteriore malus di -5 consumando in totale due attacchi di opportunità.
      Sembra OP ma non sarebbe la cosa peggiore che ho visto :)
    • By Grappa
      Salve a tutti. Avrei bisogno di un chiarimento che non ho trovato da nessuna parte. Se io come druido mi trasformo in un animale grazie alla forma selvatica prendo i suoi talenti oltre che tenere i miei? 
      In più se io dalla mia razza per esempio ho un attacco naturale di morso, questo rimane in forma selvatica? E se il mostro ha sua volta il morso quale uso dei due? 
      Vi ringrazio
    • By MadLuke
      KEEP CALM [MENTAL]
      Requisiti: Concentrazione 5 gradi
      Beneficio: Quando devi eseguire una prova di abilità in una situazione che normalmente non consente di prendere 10, puoi eseguire una prova di Concentrazione CD 5 più la CD della prova richiesta. Se il check riesce, puoi assumere di aver preso 10 alla prova di abilità originaria, in caso d'insuccesso devi eseguire la normale prova.

      Esempio: i PG stanno combattendo alle spalle per dare modo al ladro del gruppo di tentare una prova di Open lock e poter così fuggire, la CD della prova è 18, e il ladro ha modificatore +10. Egli tuttavia dovrebbe comunque effettuare la prova per sapere se riesce. Sceglie invece di effetturare una prova di Concentrazione CD 18+5=23. Se la prova di Concentrazione riesce, allora può assumere di prendere 10 alla prova di scassinare serrature.
    • By federico1976berton@yahoo.i
      allora gente non saprei dove andare a sbattere la testa per questi dubbi:
      1 in ira posso fare furtivi?
      2 come potrebbe funzionare il furtivo con la capacità dell'ombra danzante di nascondersi in piena vista? mi spiego... parto da nascosto, attacco: standard o completo? posso scegliere quale dei due fare? se faccio standard sono abbastanza sicuro di potermi nascondere dopo l'attacco ma se lo facessi completo? 
      3 attacco e quindi torno visibile... diciamo che siamo già al 2° turno come posso sfruttare attacco rapido? nel senso di quanto sopra, cioè cosa posso fare? posso fare attacco completo sfruttando il muoversi prima dell'attacco, e l'attacco e poi sfruttare il muoversi dopo l'attacco per nascondermi? oppure sono sempre e per forza obbligato al solo attacco standard?
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.