Jump to content

Enigmi e metagaming


Powl
 Share

Recommended Posts

Salve a tutti.

Questa mattina io e il mio gruppo di giocatori abbiamo avuto qualche discussione sull'ultima campagna che ho masterizzato. Ho cercato nel forum, ma non mi è parso di trovare una discussione simile in cui qualcuno esponesse questo problema.

Vi riassumo cosa è successo:

Nell'ultima campagna i pg dovevano svolgere una serie di quattro prove, al termine di ognuna delle quali veniva dato loro un indizio per risolvere un enigma che li avrebbe portati al tesoro finale.

Gli indizi consistevano fisicamente di quattro cartoncini su cui erano scritte delle parole che, messe nel giusto ordine davano questo indovinello:

La mia vita si misura in ore

Servo venendo divorata

Se grassa sono lenta

Se magra sono veloce

Il vento è il mio nemico

Le varie parole erano state spezzate in modo da rendere la vita dei pg difficile, quindi avevamo per esempio lamia, vitasi, misurain, ore, servove ecc.

La risposta all'enigma era "la candela", avvicinando i cartoncini ad una fiamma infatti sarebbe comparso, scritto col succo di limone, il luogo in cui i pg si sarebbero dovuti recare per prendere il tesoro.

Ora il punto è questo: per tutta la durata della campagna il bardo con sei gradi in decifrare scritture continuava a prendere venti per decifrare ciò che era scritto, ma io semplicemente gli dicevo che era linguaggio comune, perché volevo ci arrivassero da soli. A fine campagna sono anche stato tracciato di incitare il metà gaming, perché secondo loro lo stregone con int 17 avrebbe dovuto ricevere suggerimenti perché era più intelligente del giocatore :joy:.

Io ho risposto loro che per loro D&D era solo lanciare dadi :joy:.

Il dubbio però mi è un po' rimasto e non so se avessero ragione loro.

Voi come vi regolate con gli enigmi? E con i pg soprattutto? :grimace:

 

Link to comment
Share on other sites


  • Replies 1
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Popular Days

Top Posters In This Topic

Parlo per esperienza personale. E mi sento empatico verso la tua esperienza.

Il problema esiste, causa le edizioni dalla 3.0 in poi, che hanno dato l'abitudine, giusta o sbagliata, di tirare per ogni cosa.

Incentivata da regole poi, su arcani rivelati e successivamente, resa TOTALE nella bistrattata 4 edizione (che ho finalmente letto, dopo averla schifata giusto per sentito dire) ma che ora capisco, essere nata per tutti i giocatori cresciuti nell'abitudine che il GDR sia fare calcoli, per avere bonus alti altrimenti non conviene provarci.

Un sistema ideato dalla wizard  per dare quel regolamento (più carte buone possiedo, più sono forte) di magic al D&D (più manuali e talenti possiedo e posso usare, più sono forte) il famoso POWERPLAYER.

Così adesso, c'è il giocatore, che per far andare al bagno il suo PG, deve mettergli almeno 20 in destrezza se no, rischia che uno schizzo lo colpisca.....

.......Credo, tra l'altro, che la regola (fittizia) di accompagnare il tiro, al parlato (per dare una CD più o meno difficile) sia un'aggiunta fatta da noi vecchi master.....

Se uno gioca un bardo con +50 in raggirare, ma nella realtà non è bravo neanche a mentire su una caramella. Oppure, un mago con 20 di intelligenza, usato da un giocatore non proprio brillante, il discorso dei tuoi e miei giocatori, non fa una piega.

Quindi, la soluzione, che infine proposi,fu questa: se il master deve sbattersi a fare un enigma (con tanto di materiale) per un indovinello tranquillamente risolvibile, a parer mio, giustamente i giocatori dovrebbero metterci un pò del loro.Altrimenti tanto vale che dici "trovate un enigma sulla porta, tiro (abilità utile) e amen.

Edited by nolavocals
Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.