Jump to content

Benvenuto in Dragons´ Lair

La più grande e attiva community italiana sui Giochi di Ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Manticore Games offre 20.000 $ per un'Avventura di D&D creata con la piattaforma Core

La software house Manticore Games ha di recente ricevuto dalla WotC l'autorizzazione per l'organizzazione di un concorso intitolato D&D Design-a-Dungeon contest e dedicato alla creazione dell'avventura videoludica definitiva in stile D&D. Manticore Games, infatti, è proprietaria di una piattaforma per la creazione di videogiochi online per PC, il Core, progettata appositamente per consentire a chiunque di creare un proprio videogioco online senza essere per forza un programmatore esperto, e ha deciso di mettere alla prova i giocatori di tutto il mondo per vedere cosa questi ultimi sono in grado di creare con il suo software. I creatori delle avventure migliori potranno vincere premi per un ammontare totale di 20.000 dollari.

Il concorso D&D Design-a-Dungeon, che durerà fino al 6 Settembre, richiede che i partecipanti realizzino con il software Core un'Avventura appartenente a una delle seguenti 4 Categorie:
Dungeon, Caverne e Catacombe Le Terre Selvagge Fortezze e Torri Piani Elementali Per partecipare al concorso basterà creare un gioco in Core e incluedere '[DnD]' nel titolo o nella descrizione di quest'ultimo.
Il materiale inserito per il concorso dovrà assumere la forma di una vera e propria avventura di D&D e sarà giudicato non solo per l'estetica del mondo digitale creato dagli autori, ma anche in base al livello narrativo e d'interazione dell'avventura. Il materiale inviato, dunque, dovrà avere la forma di un vero e proprio videogioco, e non essere semplicemente una serie di scenari da esplorare con il proprio avatar virtuale. All'interno del software Core i partecipanti troveranno tutto ciò che gli servirà per creare l'avventura. Per aiutare i meno esperti nell'uso di Core, tuttavia, Manticore Games ha creato un framework scaricabile qui e pensato per fornire agli utenti un tutorial edelle linee guida su come usare il programma per creare i propri giochi. Non è obbligatorio scaricare e usare il framework per partecipare al concorso.

I 20.000 dollari messi in palio saranno utilizzati per premiare i lavori migliori. 5000 dollari in gift card di Amazon saranno assegnati al lavoro migliore di tutti, a prescindere dalla categoria. Il denaro restante, invece, sarà assegnato ai migliori 2 lavori per ognuna delle categorie: 2500 dollari in gift card di Amazon per il 1° posto e 1250 dollari per il 2° posto. Oltre ai premi in denaro i vincitori riceveranno altri premi in base alla qualità del loro lavoro, come spiegato sul sito ufficiale del concorso.
Per ogni nuovo candidato iscritto al concorso, inoltre, Manticore Games donerà alla raccolta fondi Extra Life 100 dollari, fino a un massimo di 10.000 dollari.
Tutti i giochi creati durante il concorso saranno svelati e resi disponibili in occasione di un evento speciale organizzato durante il PAX Online, la fiera dedicata al gioco che si terrà a settembre e che quest'anno sarà online a causa del COVID-19. Durante questo evento speciale, alcuni degli avventurieri e dei Dungeon Master più celebri - come Jerry Holkins (Acquisition Incorporated) e Deborah Ann Woll (Deredevil, Relics & Rarities) - saranno presenti per annunciare i vincitori del concorso e per giocare alle avventure da loro realizzate.
Per maggiori informazioni sul Core e sul Concorso D&D Design-a-Dungeon potete visitare la pagina ufficiale del concorso e seguire l'account twitter ufficiale di Manticore Games @CoreGames.
Grazie a @Muso per la segnalazione.
Fonte: https://dndcontest.coregames.com/
Read more...

Sottoclassi, Parte 4

Articolo di Ben Petrisor, con Jeremy Crawford, Dan Dillon e Taymoor Rehman - 5 Agosto 2020
Due spettrali Sottoclassi si manifestano negli Arcani Rivelati di oggi: il College degli Spiriti (College of Spirits) per il Bardo e il Patrono Non Morto (Undead Patron) per il Warlock. Potete trovare questi talenti nel PDF disponibile più in basso, mentre rilasceremo presto un sondaggio per sapere cosa ne pensate di loro.
Questo è Materiale da Playtest
Il materiale degli Arcani Rivelati è presentato allo scopo di effettuarne il playtesting e di stimolare la vostra immaginazione. Queste meccaniche di gioco sono ancora delle bozze, usabili nelle vostre campagne ma non ancora forgiate tramite playtest e iterazioni ripetute. Non sono ufficialmente parte del gioco. Per queste ragioni, il materiale presentato in questa rubrica non è legale per gli eventi del D&D Adventurers League.
arcani rivelati: sottoclassi, parte 4
Link all'articolo originale: https://dnd.wizards.com/articles/unearthed-arcana/subclasses-part-4
Read more...

Curse of Strahd: la Beadle & Grimm pubblicherà la Legendary Edition

Se la Revamped Edition recentemente annunciata dalla WotC non dovesse bastarvi, potrebbe essere vostro interesse sapere che la Beadle & Grimms ha deciso di pubblicare la Legendary Edition di Curse of Strahd, l'Avventura dark fantasy per D&D 5e ambientata a Ravenloft (qui potete trovare la recensione pubblicata su DL'). Per chi tra voi non lo sapesse, le Legendary Edition della Beadle & Grimm sono versioni extra-lusso delle avventure pubblicate dalla WotC per D&D, contenenti oltre all'avventura tutta una serie di accessori pensati per rendere l'esperienza dei giocatori più immersiva e divertente.
Al costo di 359 dollari, dunque, all'interno della Legendary Edition di Curse of Strahd potrete trovare:
l'Avventura per D&D 5e Curse of Strahd suddivisa in libri più piccoli, in modo da aiutare DM e giocatori a orientarsi più facilmente nel suo ampio contenuto. Come aggiunta, sono stati inseriti alcuni PG pre-generati per i giocatori e una serie di incontri di combattimento bonus. 17 mappe per il combattimento che coprono ogni angolo di Castle Ravenloft, la dimora di Strahd. Una mappa dell'intera Barovia disegnata su tela. 60 Carte di Scontro, che permetteranno ai giocatori di farsi un'idea dei PNG e dei mostri che si troveranno di fronte grazie alle loro illustrazioni. Una serie di supporti di gioco per i giocatori, quali lettere, atti relativi a misteriose proprietà, note scritte dal proprio "gentile" ospite, monete del Regno di Barovia, ecc., utili per dare ai vostri giocatori elementi concreti con cui sentirsi più immersi nella campagna. Uno Schermo del DM con illustrazioni originali sul fronte e le informazioni utili a gestire la campagna sul retro. Una serie di pupazzi per le dita, con cui divertirsi a interpretare i mostri e i PNG dell'Avventura. La Legendary Edition di Curse of Strahd uscirà a Novembre 2020.
Grazie a @Muso per la segnalazione.


Fonte: https://www.enworld.org/threads/beadle-grimms-legendary-edition-curse-of-strahd.673629/
Link alla pagina ufficiale di Beadle & Grimm: https://beadleandgrimms.com/legendary/curse-of-strahd
Read more...
By aza

D&D 3a Edizione compie 20 anni!

Nel mese di Agosto, di 20 anni fa, veniva rilasciato il Manuale del Giocatore di Dungeons & Dragons 3a edizione.
Sicuramente la 3a edizione rappresenta uno spartiacque per quel che riguarda D&D e segna l’inizio dell’epoca moderna del gioco per diversi motivi:
Innanzitutto, per la prima volta D&D aveva un sistema coerente di regole. Precedentemente erano presenti svariati sottosistemi che non si integravano tra di loro. C’era ben poca coerenza. Ci ha donato l’OGL, che ha rappresentato una svolta enorme nel mondo dei giochi di ruolo. L'OGL infatti ha permesso a chiunque di poter produrre materiale compatibile o derivato dal regolamento di D&D. La quantità di materiale pubblicata per d20 negli anni 2000 è, e probabilmente lo sarà per sempre, ineguagliabile. Ha revitalizzato D&D in un modo che non si vedeva da moltissimo tempo. Negli anni ’90 con il boom dei videogiochi, la nascita dei giochi di carte collezionabili e regolamenti ben più evoluti di AD&D (si può pensare alla White Wolf che all’epoca era il nome più importante) D&D soffriva e non poco. Ha visto il ritorno di Diavoli, Demoni, Assassini, Barbari, Mezzorchi e Monaci. La seconda edizione nacque con ancora fresco il ricordo delle polemiche riguardanti il “satanic panic” degli anni ’80. Quindi tutto ciò che poteva essere considerato “moralmente offensivo” come diavoli/demoni, assassini o mezzorchi venne rimosso. I barbari vennero ritenuti ridondanti rispetto ai guerrieri e i monaci  poco adatti ad ambientazioni basate sull’Europa occidentale medievale. Queste le prime cose che mi vengono in mente, ma vi invito a condividere con noi i vostri ricordi, le esperienze e i pensieri per questo 20° anniversario di D&D 3E.
Read more...

Fuga dall'Abisso è uscito in lingua italiana

A partire da ieri, 30 Luglio 2020, l'Avventura Fuga dall'Abisso per D&D 5e è finalmente uscita in lingua italiana. Pensata per PG di livello 1-15, quest'avventura è ambientata nel Sottosuolo dei Forgotten Realms ed è caratterizzata dalla presenza dei mostruosi Signori dei Demoni.
Qui di seguito potrete trovare la descrizione ufficiale dell'Avventura, la copertina del manuale e la recensione da noi pubblicata su DL'.
Fuga dall'Abisso
Dungeons & Dragons è un gioco per veri eroi che amano vivere intense e adrenaliniche avventure, e Fuga dall’Abisso è il manuale giusto per chi sente il bisogno di passare la serata a salvare il mondo!
A causa di un piccolo errore di calcolo, l'arcimago drow Gromph Baenre, di Menzoberranzan, si pente di aver iniziato la sua carriera arcana…
Che cosa succede quando i cancelli dell’Underdark si aprono per far entrare i demoni dell’Abisso? Una quantità di orrori inimmaginabile si riversa nel sottosuolo, creature d’ombra che rendono ancora più claustrofobici i cunicoli di pietra…i personaggi saranno in grado di sopravvivere alla follia?
Dedicata agli amanti dei dungeons labirintici, Fuga dall’Abisso è un’avventura adatta a personaggi dal livello dal 1° al 15°, che dovranno riuscire a sopravvivere e a tornare in superficie prima di abbandonarsi alla disperazione, ma non solo: dovranno fermare una catastrofe imminente, che potrebbe distruggere non solo le antiche città naniche, duergar e drow, ma raggiungere persino i Reami Dimenticati!
Avranno molte scelte importanti da compiere, e la possibilità di unirsi a molti compagni di viaggio. Un’esperienza di gioco tra le più appassionanti e tra le più riuscite della saga di “Furia dei Demoni”.
Lingua: italiano
Formato: Copertina rigida
Prezzo: 49,99 euro
Articoli di Dragons' Lair:
❚ Recensione di Fuori dall'Abisso

Link alla pagina ufficiale del sito Asmodee Italia: https://www.asmodee.it/news.php?id=722
Read more...
Drauen

I figli della foresta

Recommended Posts

Spoiler

no no, va benissimo
non ho controllato la scheda, ma va bene lo stesso
solo entrando volevo una sicurezza al 100% e non l'hai scritto
la tua divinità è MIelikki

 

Rey non bada troppo alle tue parole.
Di sicuro non è un tipo socievole.
Risponde solo a quello che vuole e spesso punzecchia.
Forse è il suo carattere.

"Se ti fossi arenato da qualche parte, probabilmente sarebbe stato meglio per te.

Per quanto mi riguarda invece, fin da piccolo mi son sempre occupato solo di una cosa.
E di altro non ho memoria.
Io mi occupo del santuario di Mielikki, la mia dea."

Il nome della dea ti dà come un senso di un caloroso abbraccio.

Share this post


Link to post
Share on other sites

"Mielikki... è forse grazie alla sua guida che ho incontrato te e che sono ancora salvo." - esclamo quasi con tono di ringraziamento. 

"Forse ciò che in parte posso fare per ripagare le tue attenzioni è avvicinarmi al culto della tua dea; forse per la seconda volta."

Ora osservo in silenzio Rey, come a cercare qualche simbolo da lui indossato raffigurante la sua divinità o qualche particolare nel suo vestiario. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Rey ti guarda dubbioso.
Sta ragionando tra sè e sè sulle varie possibilità.

Tu guardi in cerca di un simbolo religioso.
Non lo conosci, ma individui subito quello che quasi sicuramente lo è.
Un ciondolo in legno, raffigurante la testa di un unicorno.

"Seguire una divinità non è solo una scelta.
Lo devi desiderare, e questo sentimento deve venire da dentro di te.

Hai già in mente cosa farai nel prossimo futuro?"

Share this post


Link to post
Share on other sites

"Capisco. Vedrò di lavorare su me stesso e cercare la mia vocazione." - rispondo dopo un attimo di riflessione.

Successivamente alla domanda di Rey mi scappa un sorriso - "Mio caro amico, il tempo è scandito in maniera differente quando non ricordi più chi sei. Ti sembra di avere ancora una vita per scoprire le tue radici, ma dentro di te sai che in realtà tutto scorre alla stessa velocità: dannatamente rapido."

Mi alzo poi in piedi, come se ciò che stesse per uscire dalle mie labbra richiedesse al mio corpo di stare in posizione eretta - "Probabilmente mi addentrerò nella foresta e comincerò a seguire il corso del fiume da una certa distanza ed in maniera discreta. Di solito i villaggi si trovano lungo di essi, sarà così più semplice trovare delle informazioni, qualsiasi esse siano."

Il tono poi cambia, mi fermo su due piedi e guardando Rey - "Più che altro mi chiedevo se ci fosse qualcuno che frequenta il tuo santuario, in grado di darmi informazioni riguardo la mia direzione o anche solo alcune nozioni riguardo la popolazione di elfi al suo interno: odio l'idea di addentrarmi all'interno di un luogo di cui non so assolutamente nulla."

 

Spoiler

Mi chiedevo se durante il pomeriggio appena passato, fosse stato possibile acquistare una mappa, così da regolarmi con le distanze e fissare punti di orientamento. Se non sono disponibili non è un problema. 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Spoiler

Per la mappa ok, appena trovo l'immagine adatta te la posto

Rey risponde immediatamente.

"Quel qualcuno posso essere io.
Il fiume continua e costeggia una grande foresta.
Questa foresta è immensa, come una nazione.
La parte sudest, cioè quella a noi vicina, è governata dagli elfi.
Loro non si immischiano in questioni esterne al bosco, ma non è un segreto che mirino a dominarla tutta.
Alla fin fine, in antichità vi era un grande impero elfico potente.
Ora gli elfi son molti di meno e son piuttosto isolazionistici.
Non vogliono intrusi nel loro territorio, se non invitati.
E raramente i non invitati vengono accettati.
Poi in sè, non è che siano malvagi, ma hanno una testa tutta loro.

Potresti penetrare di soppiatto nella foresta, ma credo prima o poi ti troveranno.
Il consiglio migliore che mi sento di darti è di rispettare la natura nel tuo viaggio, di non eccedere in comportamenti egoistici, di non rispondere a male parole qualsiasi cosa ti dicano, di non ribellarti qualunque cosa ti facciano.
Forse così qualche anima pia potrebbe lasciarti passare senza ridurti a come sei uscito l'ultima volta."

Share this post


Link to post
Share on other sites

Riesci a recuperare questa mappa.
Tu sei a Loudwater.
Considera che la distanza tra Loudwater e Llorkh è circa 200 km.

Tu sei arrivato in città costeggiando il fiume che va verso nord.
Non eri venuto dalla foresta dall'affluente che si vede dalla mappa, ma da un torrente piccolo molto più vicino alla città, ma che comunque si addentrava in maniera similare.

map.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ascolto le parole di Rey con molta attenzione, pur rimanendone leggermente deluso.

In fin dei conti non sono che nozioni molto vaghe. Ma al momento è tutto ciò che ho.

"Il fatto che stia entrando dentro un territorio elfico non aiuta di certo, se chi sto cercando è lui stesso un elfo. Potrebbe appartenere a quelle terre o forse no; come potrebbe essere un grande esponente di qualche altra forza militare e non sarà magari così facile approcciarlo.
Valuterò con cura le mie mosse e le mie parole, ma al momento la foresta è la mia unica strada."

Estraggo la mappa e con le dita mostro a Rey il mio possibile itinerario.

"Vedi, la mia idea più plausibile è quella di costeggiare il fiume che attraversa la città in direzione Nord, dove si divide ed entra nella foresta. Potrebbe essere quella la mia linea guida e da li vedrò il da farsi.
In ogni caso, penso di esser pronto per domani mattina. Mi porterò dietro la mia solita incertezza." 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Rey studia il percorso da te deciso.

"Mi pare il più semplice e adatto.
Credo ti porterà al centro del loro territorio, e sicuramente così potrai trovare quel che cerchi.

Se così è deciso, ti saluto e ti auguro di capire chi sei veramente.
Lascia che faccia una cosa per te..."

Lo vedi che pronuncia delle parole magiche, dopodichè ti senti più in salute e certe cicatrici nemmeno si vedono più.

Spoiler

ti ha castato cura ferite leggere, guarisci 10 pf

La notte passa tranquilla.
Crolli in men che non si dica, avevi proprio bisogno di riposarti.
Alla mattina ti svegli pronto per la tua impresa.

Spoiler

Nella notte guarisci altri 3pf
se vuoi far altro dimmi, altrimenti ti faccio partire per l'itinerario che hai scelto

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Spoiler

Sì perdonami, nella scheda avevo segnato il massimale dei PF e stupidamente pensavo fossero quelli attuali. 
Da quanti PF partivo l'avventura? In modo che so a cosa sommare questi ultimi. 

Per il resto per me possiamo anche passare alla partenza senza problemi. 

 

Edited by Immalphandomega

Share this post


Link to post
Share on other sites
Spoiler

E' d8 il tuo, vero?
Non ho qui i manuali.

In teoria 8+4+5 + (costituzione x livello)

eri partito con 5 pf +10 +3 attuali

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Spoiler

Perfetto, avevo già calcolato il massimale di 23pf, solo che ero incerto su quanti ne avessi attualmente dato che Rey mi ha curato (io credevo di essere sempre stato al massimale, ma stupidamente, date le bastonate che ho preso prima di svegliarmi). 

Perfetto, aggiorno la scheda, grazie! :) 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

E' mattina e cominci i preparativi per andartene.
Rey, ti guarda senza dire nulla e ti lascia avvolgere dalla nebbia mattutina mentre cammini verso le mura.
Esci dalla città di mattina presto, le guardie non ti badano.
Ripassi il ponte e cammini lungo il fiume.
Dopo due ore il sole filtra tra le nuvole e il giorno diventa un bel soleggiato.
Mangi qualcosa e ti rimetti in viaggio.
Verso sera arrivi alla biforcazione del fiume.
Una parte continua verso nord, l'altra penetra nella foresta.
Devi decidere se appostarti qui sulla riva preparandoti per la notte o se preferisci addentrarti nel bosco.

Share this post


Link to post
Share on other sites

"Finalmente un punto riconoscibile sulla mappa, iniziavo a pensare di viaggiare a vuoto."

Mi guardo attorno come per assicurarmi che la zona sia tranquilla e decido di addentrarmi di circa 30 metri in direzione del bosco alla mia sinistra, così lasciando il bivio alla destra. 
Entro alla ricerca di un albero grande e robusto dove poter arrampicarmi e dormire la notte, evitando la maggior parte dei predatori di terra ed eventuali creature di passaggio. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Entri nella foresta e ti metti a cercare un albero adatto a dormire.
Lo trovi non troppo distante.
E' alto e i rami son grossi, anche se dormire non dovrebbe essere molto gradevole.
Comunque riesci a issarti e ti sistemi per la notte.
Mentre sei appoggiato, vedi un gufo qualche ramo più in là.
Ha lo sguardo fisso e pari che ti studi.
Dopo poco fa un volo per catturare un topo e vola via.
Nella notte, prima che il sonno ti colga, noti qualche cinghiale andare ad abbeverarsi nei pressi del fiume.

Alla mattina ti svegli, deciso a continuare lungo il fiume penetrando nella foresta.
Il viaggio è piuttosto monotono, ma all'improvviso qualcosa ti fa bloccare.
A 10 m vedi una ragnatela gigantesca, in cui è intrappolato un merlo.
La tela raggiunge terra e sarà un 6m per 9m d'altezza.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi sveglio la mattina, e seppur non sia stato il migliore dei miei riposi, per lo meno non ho avuto problemi di nessuna natura. 

Quando finalmente riprendo il viaggio mi imbatto subito in una enorme ragnatela. 

"Ma che diavolo...è gigantesca!" - sussurro tra me e me. 
Nel frattempo lentamente estraggo l'arco e controllo nelle mie vicinanze per far si che la zona sia sicura. Successivamente mi concentro poi sulla ragnatela, cercando di capire l'esatta estensione della stessa.

"Sono rimasto sempre affascinato dall'abilità dei ragni di tessere le tele. Una trappola perfetta per immobilizzare le loro prede, nonostante renda la caccia più sedentaria che altro." - penso tra me.

"Vorrei cercare di evitare inutili scontri se possibile. Se la sua preda è già nella ragnatela, il predatore non dovrebbe essere lontano"


 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ti metti a osservare la scena con l'arco in mano.
Alla fine li noti, due ragni grandi come mai non ne avevi visti.
Larghi ad occhio più di un metro.
Uno si nasconde tra le foglie, proprio poco sopra la preda intrappolata.
L'altro, anch'esso per ora immobile, si trova qualche metro sopra la tua testa, ma non dà segnali di alcun tipo.

All'improvviso un piccolo di orso spunta dalla radura e si catapulta addosso alla ragnatela rimanendone intrappolato.
Le sua urla disperate si sentono per tutta la foresta.
Solo a quel punto, il ragno poco sopra il merlo intrappolato, comincia a muoversi.
Molto adagio e con circospezione.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il mio sguardo rimane fisso verso il ragno che si trova sopra la mia testa, quando le urla dell'orso mi prendono di sorpresa facendomi quasi sobbalzare. 

"Diamine, non ci voleva! Il trambusto non aiuterà la mia marcia nella foresta." - sussurro tra me.


"Non mi pare il caso di sprecare tempo ed energie qui; il mio scopo è un altro e di certo rimanendo qua attirerò solo attenzioni indesiderate" 

Immediatamente arretro fino ad una quindicina di metri dal punto in cui ero, tenendo lo sguardo fisso sul ragno appena sopra di me. Una volta in zona sicura valuto un eventuale allungamento di traiettoria per evitare ti ritrovarmi nello stesso casino.

Prima di andarmene lancio un'ultima occhiata all'orso incastrato nella ragnatela -
"È affascinante come il predatore sia a sua volta anche preda. È un ciclo che non posso modificare... non ora."

Share this post


Link to post
Share on other sites

Pian piano ti allontani dalla scena.
Il ragno sulla tua testa resta immobile, mentre l'altro comincia a scendere in direzione dell'orsetto.
Il piccolo si agita ma non può fare niente per liberarsi.
Alla fine il ragno lo raggiunge e gli dà vari morsetti.
Vedi che molto lentamente l'orso si immobilizza.
E' vivo, lo vedi dalla luce negli occhi, ma dev'essere paralizzato dal veleno.
Il ragno è sempre lì, e sta per finirlo.
Succede una cosa inaspettata che blocca un po' la scena.
L'orsetto si trasforma in un bimbo umano.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Rimango fermo più del previsto ad osservare la scena, quando il piccolo di orso si trasforma lentamente in un bambino umano. 

"Ma..." - sono quasi pietrificato; le dita della mia mano destra sono ferme in cima alla faretra come a voler caricare un colpo, colpo che so non partirà mai. 
Riporto però alla memoria le parole dette da Rey in merito ai muta forma e al territorio circostante.

"Devo esternarmi da questi fatti. Non mi appartengono...per il momento". 

Lentamente cammino all'indietro, come a voler allontanarmi ma allo stesso momento non riuscire a distaccare gli occhi dall'accaduto. 
Lancio un'occhiata attorno per assicurarmi i dintorni sicuri e riprendo a valutare una via alternativa per il mio tragitto. 

Quasi mi maledico per aver lasciato un bambino essere il pasto di qualche creatura. O per lo meno ciò che ne rimane di un'essere umano in un corpo del genere...
 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sei indeciso su cosa fare.
Decidi di allontanarti, ma lo fai sempre guardando la scena.
All'improvviso si scatena la furia.
Un essere metà orso metà umano si getta sul ragno, spazzando via la ragnatela.
Lo prende tra le sue poderose braccia e con un solo gesto, lo uccide, aprendogli il corpo.
L'essere ti vede ma non ti bada. Prende il piccolo umano e se ne va nella foresta.

Scosso da quel che è successo, valuti il tuo percorso.
Stando attento ad altri pericoli, e circoscrivendo la zona, non dovresti avere problemi a seguire il corso del fiume.
E così fai.

Ti addentri sempre più nella foresta, sempre non troppo distante dal fiume che vedi e senti.
E' quasi ora di pranzo e ti sta venendo fame.

Share this post


Link to post
Share on other sites

  • Similar Content

    • By Pau_wolf
      Gioco da 4 sessioni con amici novizi, un misto tra online e Dal vivo (uno si collega dal PC e l'altro viene a casa mia). Però essendo solo due più master, ci piacerebbe allargare il gruppo. Giochiamo a Sarnico o a Serina, due posti abbastanza lontani tra loro, ma il master (io) viaggia dove necessario. Essendo i giocatori novizi, sto inserendo regole man mano. Ambientazione homebrew, ma a mio parere ben fatta. Accettiamo anche pg online collegati su discord. Si gioca in modalità un po' Easy essendo i giocatori inesperti
    • By aza
      In questo mese di agosto corre il 20° compleanno di D&D 3e.
      Nel mese di Agosto, di 20 anni fa, veniva rilasciato il Manuale del Giocatore di Dungeons & Dragons 3a edizione.
      Sicuramente la 3a edizione rappresenta uno spartiacque per quel che riguarda D&D e segna l’inizio dell’epoca moderna del gioco per diversi motivi:
      Innanzitutto, per la prima volta D&D aveva un sistema coerente di regole. Precedentemente erano presenti svariati sottosistemi che non si integravano tra di loro. C’era ben poca coerenza. Ci ha donato l’OGL, che ha rappresentato una svolta enorme nel mondo dei giochi di ruolo. L'OGL infatti ha permesso a chiunque di poter produrre materiale compatibile o derivato dal regolamento di D&D. La quantità di materiale pubblicata per d20 negli anni 2000 è, e probabilmente lo sarà per sempre, ineguagliabile. Ha revitalizzato D&D in un modo che non si vedeva da moltissimo tempo. Negli anni ’90 con il boom dei videogiochi, la nascita dei giochi di carte collezionabili e regolamenti ben più evoluti di AD&D (si può pensare alla White Wolf che all’epoca era il nome più importante) D&D soffriva e non poco. Ha visto il ritorno di Diavoli, Demoni, Assassini, Barbari, Mezzorchi e Monaci. La seconda edizione nacque con ancora fresco il ricordo delle polemiche riguardanti il “satanic panic” degli anni ’80. Quindi tutto ciò che poteva essere considerato “moralmente offensivo” come diavoli/demoni, assassini o mezzorchi venne rimosso. I barbari vennero ritenuti ridondanti rispetto ai guerrieri e i monaci  poco adatti ad ambientazioni basate sull’Europa occidentale medievale. Queste le prime cose che mi vengono in mente, ma vi invito a condividere con noi i vostri ricordi, le esperienze e i pensieri per questo 20° anniversario di D&D 3E.

      View full article
    • By aza
      Nel mese di Agosto, di 20 anni fa, veniva rilasciato il Manuale del Giocatore di Dungeons & Dragons 3a edizione.
      Sicuramente la 3a edizione rappresenta uno spartiacque per quel che riguarda D&D e segna l’inizio dell’epoca moderna del gioco per diversi motivi:
      Innanzitutto, per la prima volta D&D aveva un sistema coerente di regole. Precedentemente erano presenti svariati sottosistemi che non si integravano tra di loro. C’era ben poca coerenza. Ci ha donato l’OGL, che ha rappresentato una svolta enorme nel mondo dei giochi di ruolo. L'OGL infatti ha permesso a chiunque di poter produrre materiale compatibile o derivato dal regolamento di D&D. La quantità di materiale pubblicata per d20 negli anni 2000 è, e probabilmente lo sarà per sempre, ineguagliabile. Ha revitalizzato D&D in un modo che non si vedeva da moltissimo tempo. Negli anni ’90 con il boom dei videogiochi, la nascita dei giochi di carte collezionabili e regolamenti ben più evoluti di AD&D (si può pensare alla White Wolf che all’epoca era il nome più importante) D&D soffriva e non poco. Ha visto il ritorno di Diavoli, Demoni, Assassini, Barbari, Mezzorchi e Monaci. La seconda edizione nacque con ancora fresco il ricordo delle polemiche riguardanti il “satanic panic” degli anni ’80. Quindi tutto ciò che poteva essere considerato “moralmente offensivo” come diavoli/demoni, assassini o mezzorchi venne rimosso. I barbari vennero ritenuti ridondanti rispetto ai guerrieri e i monaci  poco adatti ad ambientazioni basate sull’Europa occidentale medievale. Queste le prime cose che mi vengono in mente, ma vi invito a condividere con noi i vostri ricordi, le esperienze e i pensieri per questo 20° anniversario di D&D 3E.
    • By mugiwaranofede
      Ciao, siamo 4 giocatori e stiamo cercando un master per fare una campagna online su roll 20
    • By Tensazanghetsu
      salve il nostro master per motivi personali ha deciso di non masterare piu siamo un gruppo di 5 giocatori (4 e il master che ora gioca e basta con noi) ci serve un master, in caso si riadattano i pg alla 5 edizione
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.