Jump to content

multi master


nos

Recommended Posts

salve.

io e il mio gruppo abbiamo giocato due campagne, una di circa 6 mesi e una è ancora in corso da circa 3/4 mesi ma finirà fra qualche mese (perciò non siamo proprio dei veterani).

il master attuale dopo questa campagna lascerà il party e noi non conosciamo nessun altro che possa farci da master, fra noi del gruppo nessuno ha troppa voglia di fare il master.

io avrei pensato di creare un mondo con una società abbastanza semplice in cui ambientare una campagna priva di una trama principale, se non quella che i pg si creeranno da soli con i loro obbiettivi, le avventure sarebbero quindi abbastanza indipendenti l'una dall'altra (tranne quelle indotte dall'impegno di un pg per una determinata causa).

ma veniamo al punto: perchè tutto questo? l'idea è quella di fare il master a rotazione, 5 sessioni obbligatorie da masterare per tutti (un avventura breve) e so già che io e uno o due altri membri del gruppo saremo disposti a fare anche avventure più lunghe. il personaggio del master di turno prende l'esperienza di party ma non agisce mentre il suo giocatore sta facendo il master.

ho pensato questo sistema per evitare di obbligare nessuno a fare il master per tanto tempo se non ne ha voglia e allo stesso tempo riuscire a fare una campagna (per far crescere i personaggi e non limitarsi ad avventure sempre slegate), so che è strano e di solito non si fa ma cosa ne pensate?

CHIEDO SCUSA NEL CASO NON FOSSE QUESTA LA SEZIONE GIUSTA PER IL POST, NON SAPEVO DOVE METTERLO

Edited by nos
Link to comment
Share on other sites


A mio parere non c'è nulla di strano, anzi.

Direi che si tratta di un'ottima idea per superare il vostro problema :clap:

Seguono due o tre ideuzze che mi sono venute in mente sul momento.

In una delle prime avventure - se non proprio nella prima - il party potrebbe venire in possesso di un castello, di un feudo o di una qualche altra proprietà che necessiti di essere amministrata e seguita. Si può sfruttare questo obbligo e far sì che, a turno, i pg tornino al castello per governarlo - cioè il pg che esce di scena perché il suo giocatore diventa master ha un valido motivo per abbandonare temporaneamente il party. Frattanto, la gestione del feudo garantirà una certa quota di monete d'oro mensili :) 

Poi c'è la questione spinosa del cambio di master. Persone diverse masterano diversamente: stili diversi, idee diverse, storie diverse. Non è un male, anzi, genera più varietà, ma il rischio cade sull'ambientazione. Rischiate di introdurre storie, personaggi, caratterizzazioni, ambienti, atmosfere che non piacciono per nulla al master seguente, o che lui non riesce a gestire.

Un consiglio potrebbe essere quello di usare un'ambientazione ufficiale, se invece preferite, come intuisco, una home made, allora potreste prendere in considerazione la possibilità di gettarne le basi tutti insieme, sedendovi una sera - o due, o tre - tutti insieme al tavolo. Delineate l'ambientazione per sommi capi, niente di dettagliato. In questo modo sarete sicuri di creare qualcosa che bene o male vada bene a tutti - e tu eviti di sobbarcarti un GROSSO lavoro, se la tua intenzione iniziale era quella di creare l'ambientazione da solo.

In conclusione, direi che avete intenzione di creare un sandbox. Ti linko un articolo di @The Stroy al riguardo.

 

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Se cerchi per il blog, ho detto qualcosa anche sulla creazione di un'ambientazione, con un occhio particolare al worldbuilding di gruppo: potrebbe interessarti. 

Adesso sono da cellulare e non riesco a linkarti, ma sono due inserzioni consecutive che intitolate I sette passi. 

Buon gioco! 

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
×
×
  • Create New...